CATANZARO – “Parole, voci e suoni di Calabria”

28 novembre 2018 – Partita ieri, a Catanzaro, la rassegna Parole, voci e suoni di Calabria. L’iniziativa, che prevede cinque appuntamenti culturali, è stata organizzata dall’Assessorato Comunale alla Cultura e dalla Biblioteca “De Nobili” in collaborazione con il Comitato catanzarese della Società Dante Alighieri e con l’Istituto di Istruzione Superiore “E. Fermi”.

I prossimi appuntamenti della rassegna sono il 30 novembre, con la presentazione del libro Antar di Eliana Iorfida, a cura di Felice Foresta. Le letture saranno a cura di Maria Rosaria Barbuto, introduce Manuela Pisano; il 7 dicembre, l’incontro con Felice Foresta e le sue poesie Dietro la fontana, a cura di Franco Cimino, con il commento musicale di Marcello Barillà e le letture a cura di Salvo Venuto. Si prosegue l’11 dicembre, con la presentazione del libro di poesie di Roberto Mazza, dal titolo La bacca e la Belva. La lettura dei brani sarà a cura della Compagnia Teatrale “Il Sogno”. Introduce Giancarlo Caroleo. La rassegna si concluderà il 14 dicembre, con l’incontro con il poeta Maurizio Gimigliano, che prevede la lettura di alcune poesie tratte da Petali d’amore.

La manifestazione è stata presentata dal vicesindaco e Assessore alla Cultura Ivan Cardamone, che ha sottolineato come «la partnership interistituzionale che ha permesso di mettere insieme questo cartellone di eventi dimostra quanto sia vivo il panorama culturale del capoluogo. L’amministrazione comunale, attraverso i suoi diversi assessorati, come in questo caso ha fatto quello alla cultura, sta supportando in maniera concreta le iniziative dei privati oltre a cercare, proprio nei privati, delle sponde che consentano di offrire alla città spettacoli, seminari, approfondimenti che siano reali occasioni di arricchimento e riflessione».

«La mostra su Escher, il programma di eventi natalizi, questa rassegna letteraria sulla Calabria – ha concluso il vicesindaco Cardamone – sono tutte manifestazioni che non possono non essere apprezzate dai cittadini e che dimostrano quanto sia costante l’impegno dell’amministrazione anche sul fronte dell’offerta culturale del centro storico».

Cardamone, infine, ha ringraziato il direttore della biblioteca, Michele Marullo, la bibliotecaria Marisa Gagliardi, i dipendenti Salvatore De Nardo e Giacomo Borrino e il personale della Catanzaro Servizi che, con il loro lavoro, «danno lustro alla biblioteca comunale», l’istituto Fermi, i responsabili catanzaresi della società Dante Alighieri, e tutti i protagonisti dei cinque appuntamenti della rassegna. (rcz)