REGGIO – La mostra dedicata al poeta reggino Diego Vitrioli

Domani pomeriggio, a Reggio, alle 17.30, nella Piazza Paolo Orsi del Museo Archeologico Nazionale, s’inaugura la mostra Diego Vitrioli. Un raffinato collezionista nella Calabria dell’Ottocento.

La mostra, organizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale Vitrioli per celebrare il bicentenario della nascita dell’illustre poeta e letterato reggino, è curata da Carmelo Malacrino, direttore del MArRC.

Al taglio del nastro, il sindaco Giuseppe Falcomatà.

«L’idea di questa mostra – ha spiegato il direttore Malacrino – è nata proprio dalla presenza di questo vaso nei depositi del Museo, individuato durante le attività di riordino. La collezione archeologica di Vitrioli, documentata da numerose immagini e lettere, è centrale nel percorso espositivo che proponiamo, che vuole ricordare questa illustre personalità calabrese in un ritratto culturale a tutto tondo».

Vitrioli ebbe la medaglia d’oro per la poesia e Papa Leone XIII lo definì il “principe dei letterati”, tanto da istituire appositamente per lui una cattedra in Vaticano. Privilegiava nelle sue opere il tema delle “piccole cose” del quotidiano. Molte delle sue poesie sono dedicate al mistero seducente dello Stretto di Messina, a partire dal poemetto “Xiphias” con cui vinse a soli 25 anni il prestigioso Certamen poeticum Hoeufftianum, raccontando le emozioni della pesca del pescespada. Tra gli oggetti esposti in mostra, per esempio, ci sono un intenso e commovente ritratto su carta di Vitrioli, di proprietà della famiglia, e la medaglia d’oro ricevuta proprio in premio per il Certamen.

Vitrioli vantava una ricca collezione archeologica, in particolare di vasi figurati, insieme ad altri reperti, come statuine in terracotta, lucerne fittili e perfino qualche lacerto di mosaico inserito nei pavimenti delle stanze del palazzo. Poco si sa delle vicende di questo eccezionale patrimonio dopo la sua morte. Molti vasi andarono perduti insieme al palazzo che li ospitava nel grande terremoto del 1908 che distrusse Reggio e Messina. Della ricca collezione resta solo uno splendido cratere a campana a figure rosse, databile IV secolo a.C., custodito al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria ed esposto in questa occasione per la prima volta.

Il cratere presenta, su un lato, una scena con una menade vestita di chitone a balza e un giovane nudo seduto su una roccia. Sul lato opposto sono raffigurati due giovani scalzi che indossano un mantello, in posizione speculare, l’uno proteso verso l’altro. (rrc)

 

GIOIOSA IONICA – Venerdì la rassegna “Gioios..Arte”

Venerdì 21 giugno, a Gioiosa Ionica, al via la rassegna Gioios…Arte, la prima grande rassegna del libro, dell’arte e della cultura che terminerà domenica 23 giugno.

La manifestazione, organizzata dal Club per l’Unesco di Gioiosa Ionica e dalla Pav Edizioni con il patrocinio del Comune di Gioiosa Ionica e in collaborazione con lo Spazio Culturale Mag. La ladra di libri.

Venerdì 21, saranno presentati i libri La forza del corallo di Rosaria Tropepe, alle 17.00; alle 17.30 il libro AmandoSi di Simona Mileto; alle 18.00 il libro Lungo il sentiero delle trasparenze di Felice Foresta; alle 18.45 il libro Diario artico – Viaggio in Lapponia di Giovanni Maiolo; alle 19.30 l’incontro con tre autori della PAV. Viaggiando in me stessa di Antonella Carpentieri,Passaggio segreto di Remo Tucillo, e Scaglie di Sapone di Barbara Gabriella Renzi.

Alle 20.15, il libro 267 Elisabeth Street, Nuova York di Saverio Orlando; alle 21.00 il libro Valori e Amori di Antonio Baldinetti.

Sabato 22, alle 10.00, la cerimonia inaugurale con gli organizzatori, alla presenza degli amministratori comunali e, in veste di ospiti, l’Alfiere della Repubblica e scrittrice Miriam Giorgi e lo scrittore ed editorialista Ilario Ammendolia.

Lo scrittore, infatti, alle 11.00 presenterà il suo libro La ‘ndrangheta come alibi. Alle 11.45, Sul cammino dell’amore di Stanislao Donadio; alle 16.00, il libro Fiori salentini di Rosanna ToraldoLe avventure di Ser Galileo di Antonella Miccoli; alle 16.45 il libro Per un bicchiere di latte di Albino Console Zeig di Martino Ciano.

Alle 17.45 il libro Il padrino dell’antimafia di Attilio Bolzoni; ore 18.30 il libro Voci della suburra di Rocco Taliano Grasso; ore 19,15 L’opera degli Ulivi di Santo Gioffrè; ore 20,30: Canto di femmina Briganta di Francesca Croci; Amelia di Maria Clausi e Nelle tasche degli uomini di Carmelo Olivella.

ore 9,30 Ndrangheta addosso di Cosimo Sframeli; ore 10,15: Meditazioni e riflessioni sulla presenza di Gesù nella storia, nell’uomo e nella natura di Benito Stinà; ore 11: Malagloria di Cristian Bartolomeo; ore 11,45: La collina incantata di Filomena Drago; ore 12,30: Per un pugno di arance di Francesco Papa; ore 16: Gli arbereshe d’Italia di Nicola La Barbera; ore 16,45: I bronzi di Riace di Giuseppe Panetta; ore 17,30: Ascia nera di Leonardo Palmisano; ore 18,15: “La principessa Fiorella e altre fiabe” di Maria Rosa Fuda e Steve Kumar; ore 19: I ragazzi della Fiumarella di Giovanni Petronio; ore 19,45: Sfaìss di Filippo Todaro.
A seguire, gran finale in musica con Night Windows, lo spettacolo di Alberto La Neve. (rrc)

REGGIO – Presentati l’Estate Reggina e il Reggio Live Fest

Presentati, a Reggio, dal sindaco Giuseppe Falcomatà, l’Estate Reggina 2019, il tradizionale contenitore di eventi estivi della Città dello Stretto e il Reggio Live Fest, che si svolgerà nell’Arena dello Stretti e a Piazza del Castello Aragonese.

Il Reggio Live Fest, come hanno sottolineato il primo cittadino e il dirigente comunale del Settore Cultura-Turismo Umberto Giordano, nasce dal protocollo d’intesa tra Alziamo il Sipari”, festival della Città di Reggio Calabria e Fatti di Musica, il festival del live d’autore del promoter Ruggero Pegna, entrambi riconosciuti  dall’ Assessorato alla Cultura della Regione Calabria quali Grandi Festival Storicizzati Internazionali per la “Valorizzazione del sistema dei beni culturali e per la qualificazione e il rafforzamento dell’attuale offerta culturale presente in Calabria”.

Alla conferenza sono intervenuti anche Giovanni Latella, delegato al Turismo e Promozione dell’Immagine della Città, Nicola Paris, delegato comunale ai Grandi Eventi, Daniela Monteleone, responsabile  Servizio Promozione e Sviluppo del Settore Cultura-Turismo, il promoter Ruggero Pegna. La conferenza è stata coordinata da  Francesco Malara, responsabile dell’Ufficio Stampa comunale.

Il 20 luglio, all’Arena dello Stretto, si terrà un evento musicale internazionale del tutto eccezionale con una delle quattro date europee del Max Weinberg’s Jukebox, il tour mondiale del batterista della E Street Band di Bruce Springsteen con i suoi musicisti. L’evento è ad ingresso libero.

Il 21 luglio, poi, sullo stesso palcoscenico dell’Arena dello Stretto arriverà Alessandro Quarta, uno dei violinisti più famosi e apprezzati al mondo, noto al grande pubblico per aver accompagnato Il Volo, Roberto Bolle e altre star mondiali. Con lui, ci sarà la prestigiosa orchestra di Ennio Morricone Roma Sinfonietta, che dirigerà egli stesso. Nel concerto, in scaletta alcune delle più celebri colonne sonore di storici film, da Titanic al Padrino, da C’era una volta in America fino ad Amarcord ed ancora Il Postino, 8 e mezzo, La Dolce Vita, Nuovo cinema Paradiso e molte altre. Anche questo unico ed eccezionale evento sarà ad ingresso libero.

Quattro, invece, gli appuntamenti che si svolgeranno a Piazza del Castello Aragonese: Max Gazzè il 26 luglio, Beatles Revolution, il più grande tributo al mondo ai Beatles, con i Beatbox e la Roma Philharmonic Orchestra diretta da Stefano Trasimeni il 27 luglio, Carl Brave il 6 agosto e Levante il 9 agosto.

Il 27 agosto il Reggio Live Fest sarà concluso all’Arena dello Stretto dal concerto dei Queenmania con Katia Ricciarelli dal titolo “Freddie and the Queen”, anche questo ad ingresso libero. Tutti gli spettacoli inizieranno alle ore 21.30. (rrc)

REGGIO – L’incontro “Il disagio esistenziale di Van Gogh”

Questo pomeriggio, a Reggio, alle 18.00, presso il Salone della Chiesa di San Giorgio al Corso, l’incontro Il disagio esistenziale di Van Gogh: una vita controversa e misteriosa.

L’evento è stato organizzato dal Centro Internazionale Scrittori della Calabria.

Dopo i saluti di don Antonio Cannizzaro, parroco di San Giorgio al Corso, relaziona il prof. Giuseppe Ferreri, ordinario di Oftalmologia dell’Università di Messina e Componente del Comitato Scientifico del Cis. Coordina Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria.

Vincent Van Gogh (1853 – 1890), figlio di un pastore protestante perennemente oppresso dalle preoccupazioni di famiglia, fin da ragazzo manifestò inclinazioni inquiete e tormentate. Van Gogh è stato un artista che, con la sua originalità, è stato capace di rinnovare l’arte del suo tempo. Al contrario degli impressionisti che attraverso lo studio dei colori esprimevano immagini confuse e disordinate, Van Gogh, attraverso il colore evidenziava con estrema violenza l’interiorità umana. (rrc)

REGGIO – Al Planetario il Solstizio d’Estate tra mito e scienza

Domani, a Reggio, alle 21.00, al Planetarium Pythagoras, l’evento per salutare la Primavera per dare il benvenuto alle stelle del cielo dell’Estate.

L’evento è stato organizzato dal Planetarium Pythagoras di Reggio Calabria.

Nel corso dell’evento, è prevista l’osservazione del cielo con gli strumenti: gli Esperti del Planetario guideranno il pubblico presente nell’individuazione e riconoscimento di stelle, costellazioni e pianeti.

Giovedì 20 Giugno, alle ore 15:54 di tempo universale (per l’Italia le 17.54), si verifica, nel nostro emisfero, il Solstizio d’Estate 2019. A Reggio Calabria, nel giorno più lungo dell’anno, il Sole sorge alle 5.34 e tramonta alle 20.23: il “giorno” dura 14 ore e 49 minuti. Inizia così l’Estate astronomica.

La definizione di solstizio, sole fermo, potrebbe avere la sua origine non solo dall’osservazione del progressivo arrestarsi dell’altezza al momento del transito al meridiano, ma anche da quella del sorgere del Sole sempre allo stesso azimut dopo il raggiungimento del punto più a nord.

Il fenomeno è dovuto alla inclinazione dell’asse di rotazione terrestre rispetto all’eclittica. Il Sole celebra il suo trionfo e allo stesso tempo inizia il suo declino: le giornate, infatti, cominciano ad accorciarsi.

Sin dai tempi più remoti il cambio di direzione che il sole compie, tra il 20 e il 22 giugno, è stato visto come un momento particolare e magico. Il Sole, in questo periodo, sembra fermarsi, sorgendo e tramontando sempre nello stesso punto sino al 24 giugno quando ricomincia a muoversi sorgendo gradualmente sempre più a sud.

I solstizi sono stati in passato eventi di grande importanza, osservati da millenni e alla base di tante conquiste, sia del pensiero scientifico e filosofico che della vita quotidiana. Il gran numero di usanze e di piccoli rituali ancora oggi vivi in tutta Europa testimoniano che il solstizio estivo resta uno degli eventi astronomici più amati e profondamente intessuti nella cultura popolare. (rrc)

 

REGGIO – Il Bergamotto d’Argento a Bruno Pasquino

Questo pomeriggio, a Reggio, alle 18.00, nella sala Monteleone del Palazzo del Consiglio Regionale, la consegna del Bergamotto d’ArgentoBruno Pasquino.

Il Premio, organizzato dal Club Kiwanis Città dello Stretto – che fa parte della divisione 13 Calabria Mediterranea, è giunto alla 14esima edizione, e viene assegnato, ogni anno, a personalità che si sono distinte nel lavoro dando lustro alla Calabria.

L’istituzione del premio vuole fornire momenti di riflessione di iniziative concrete volte per l’avanzamento civile, materiale, etico e culturale della collettività locale.

L’evento, inoltre, rappresenta un momento consolidato nel panorama delle attività culturali e delle iniziative sociali che hanno luogo a Reggio Calabria e nella sua Provincia. (rrc)

REGGIO – L’incontro dibattito “Le mille facce della violenza contro le donne”

Oggi, a Reggio, alle 17.30, nella Sala Perri di Palazzo Alvaro, l’incontro-dibattito Le mille facce della violenza contro le donne Viaggio tra le nascoste trame del DDL Pillon.

L’evento è stato organizzato da Non Una Di Meno – Sezione Reggio Calabria, in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità Città Metropolitana di Reggio Calabria.

Si comincia con i saluti istituzionali di Giuseppe Falcomatà, sindaco di Reggio, e di Laura Bertullo, presidente Commissione Pari Opportunità Città Metropolitana.

Relazionano Lucio Dattola, componente COP del COA di Reggio Calabria, Giovanna Vingeli, docente di Studi di Genere c/o Unical, Elisa Mottola, psicologa e psicoterapeuta Ist. S. Marco, e Viviana Porcino, segretario regionale A.S. Calabria C.P.O Città Metropolitana. Modera Antonella Tassitano, di NOn Una Di Meno di Reggio Calabria.

Inoltre, nel corso dell’evento sarà inaugurata la mostra Violenza (in)immaginabile di Stefania Spanò, in arte Anarkikka, che si potrà visitare fino al 22 giugno. (rrc)

REGGIO – A luglio i Caffè Letterari del Rhegium Julii

Tornano, a luglio, i Caffè Letterari del Rhegium Julii, il tradizionale appuntamento reggino, promosso dall’omonimo Circolo Culturale con il patrocinio del Consiglio Regionale della Calabria, della Città Metropolitana di Reggio Calabria, del Comune di Reggio Calabria, del  Circolo del tennis “Rocco Polimeni”, del Panathlon Club di Reggio Calabria, del Rotary Club Reggio Calabria, della Fondazione Mediterranea, del Lions Club e del Planetario reggino.

Due mesi intensi, ricchi di cultura e di grandi eventi tra i quali la cerimonia di consegna dei Premi Rhegium Julii Inedito 2019 dedicato alla poesia singola, alla silloge poetica e al racconto. Un’edizione consolidata che fa parte della lunga storia del ‘Rhegium Julii’ e che ha sempre rappresentato per il pubblico reggino un’occasione unica di cultura e intrattenimento.

Gli appuntamenti di luglio

  • 1° luglio, incontro con Mimmo Nunnari, giornalista, già vicedirettore della TGR Rai. Tra i suoi libri: Nord Sud l’Italia da riconciliare (1992); Storia della rivolta di Reggio (2000); Dal giornale al portale (2004); Media arabi e cultura nel Mediterraneo (2009); Viaggio in Calabria, dalla Magna Grecia al Terzo Millennio (2009); La lunga notte della rivolta (2010) e La Calabria spiegata agli italiani (2017) e Destino Mediterraneo (2019), il libro a cui è stato assegnato il premio Costa Smeralda.
  • 8 luglio, incontro con Giorgio Martino, giornalista e cronista televisivo italiano. Ha pubblicato nel 2019 il volume Gimondi & Merckx – La sfida edito da Knesses publishing.
  • 15 luglio, incontro con Mariolina Venezia, scrittrice e sceneggiatrice italiana. Nel 2009 si è cimentata con il genere del giallo, pubblicando per Einaudi Come piante tra i sassi, ambientato a Matera, nuovamente in Basilicata. Segue il romanzo “Da Dove Viene il vento“, pubblicato sempre per Einaudi, “Maltempo“, che ha come protagonista Imma Tataranni, la stessa PM conosciuta in “Come piante tra i sassi”. Ha pubblicato diverse raccolte di poesie e ha lavorato come sceneggiatrice di fiction televisive, per “La squadra” Don Matteo e numerose altre serie. Ha pubblicato ancora: Altri miracoli (2009), Rivelazione all’Esquilino (2011), La volpe meccanica (2014) e nel 2019 Rione Serra Venerdì, editore Einaudi.
  • 22 luglio, incontro con Roberto Napoletano, giornalista e scrittore italiano e direttore del Quotidiano del Sud – L’Altravoce dell’Italia. Tra i suoi libri: Piccolo Sud (1980), Gabriele Pescatore il grande elemosiniere, Fatti per vincere, Se il Sud potesse parlare (2001- Premio Rhegium Julii), Padroni d’Italia (2004), Mezzogiorno risorsa nascosta, Fardelli d’Italia (2005), Padroni e fardelli (2006), Promemoria italiano (BUR 201), Viaggio in Italia (2014), Nuovo viaggio in Italia (2015) e Il cigno nero e il cavaliere bianco (2017). Nel 2018 ha scritto Apriamo gli occhi. Perché i nostri risparmi sono in pericolo
  • 28 luglio, incontro con Mimmo Gangemi, giornalista e scrittore. Ha vinto in due occasioni il Premio Rhegium Julii. La sua opera recente è Marzo per gli agnelli (Piemme)
  • 29 luglio incontro con Filippo Anastasi, giornalista e scrittore. È autore di numerosi docufilm per Rai Uno, Rai Tre, La grande storia, TV2000. Nel 2018 scrive I misteri di Lourdes. Dentro il miracolo editore Affatà.

Gli appuntamenti di agosto

  • 11 agosto, incontro con Maria Barresi, giornalista del TG1 addetta alla redazione cultura e spettacolo. È autrice dei libri Non dire niente (editore Solfanelli) e Ma il cielo è sempre più rossoblù (Minerva). Il suo ultimo libro è: L’essenza della felicità (2019 – Minerva).
  • 12 agosto, incontro con Patrizia Caraveo, astrofisica italiana. È membro dell’Unione Astronomica Internazionale. Dal 1997 Patrizia Caraveo è docente a contratto presso l’Università di Pavia dove tiene il corso di “Introduzione all’Astronomia”.
  • 18 agosto, incontro con Aldo Mantineo, giornalista professionista e già caposervizio della redazione di Reggio Calabria di Gazzetta del Sud e corrispondente dell’Agenzia ANSA di Siracusa. Ha pubblicato: Le eccellenze del gusto. Storie, sapori e valori(coautore – 2011); L’oltraggio e l’angoscia (2014); Zagara e cemento (2018); Il mio mare (2018). Nel 2019 ha dato alle stampe Dire fare comunic@are. Gestire l’ufficio stampa al tempo dei social. Ha avuto riconoscimenti al Premio Saint Vincent (1994) e ha vinto il premio di addetto stampa dell’anno (2005).
  • 19 agosto, incontro con Pino Caridi, prof. ordinario di Storia Moderna presso il Dipartimento di Scienze della Formazione all’Università di Messina. Ha pubblicato: Uno stato feudale nel Mezzogiorno spagnolo (Gangemi 1988); Il latifondo calabrese nel settecento (Herder 1990); La spada, la seta e la croce. I Ruffo di Calabria dal XIII a XIX secolo (SEI, 1995 – Premio Rhegium Julii); Popoli e terre di Calabria nel mezzogiorno moderno (Rubbettino, 2001); Essere re e non essere re. Carlo di Borbone a Napoli e le attese deluse (Rubbettino, 2006) Reggio Calabria dal secolo XIV al terremoto del 1908 (Falzea 2008); La modernizzazione incompiuta nel Mezzogiorno borbonico (Rubbettino 2012); Carlo III. Un grande re riformatore a Napoli e in Spagna (Salerno 2014), Francesco di Paolo. Un santo europeo degli umili e dei potenti (Salerno, 2016). Nel 2019 è uscito  Alfonso il magnanimo (editore Salerno)

Infine, il 26 agosto il Premio Rhegium Julii Inedito 2019.

Il 2 settembre, incontro con Ilario Ammendolia, già docente di lettere, è direttore editoriale del settimanale La Rivieraprecedentemente diretta Da Pasquino Crupi e Nicola Zitara. E’ stato protagonista del “Progetto d’urto per la Locride” ed ha firmato il protocollo di legalità con il Ministero degli Interni. Ha scritto il volume La ‘ndrangheta come alibi (Città del sole – 2019) con prefazione di Mimmo Gangemi e un’intervista a Mimmo Lucano. (rrc)

 

 

REGGIO – L’incontro “I misteri e i simboli nella pittura di Leonardo”

Questo pomeriggio, a Reggio, alle 18.00, presso lo Spazio Open, la conversazione su I misteri e i simboli nella pittura di Leonardo a cura di Elvira Leuzzi Calveri.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Culturale Anassilaos in collaborazione con lo Spazio Open, ed è il secondo incontro della serie di appuntamenti organizzati in occasione del V Centenario della morte di Leonardo Da Vinci.

Introduce Stefano Iorfida, presidente Associazione Anassilaos. (rrc)

 

PALMI – La XVIII edizione del “Premio Calabria che lavora”

Lo scorso 14 giugno, a Palmi, nel Caposperone Resort, si è svolta la cerimonia di premiazione del Premio Calabria che lavora. Eccellenze Calabresi nel mondo, giunto alla 18esima edizione.

Il premio, organizzato da Franco Buccinà, ha voluto, ancora una volta, promuovere il territorio attraverso le sue eccellenze, uomini e donne di Calabria che si sono distinti per particolari meriti nel mondo.

Ospiti della serata, Carmen RussoEnzo Paolo Turchi, mentre la serata è stata condotta da Giuseppe Di Francia, direttore del Resort.

La giuria, presieduta dalla giornalista e scrittrice catanzarese Daniela Rabia, ha individuato, in base ai requisiti richiesti dal regolamento, che contempla in primis una narrazione della Calabria, le figure di Mimmo Gangemi, noto scrittore di Santa Cristina D’Aspromonte, in ragione delle sue opere a cui fa da sfondo sempre la Calabria e con riferimento alla sua ultima fatica letteraria Marzo per gli agnelli, Piemme editore, e Giusy Staropoli Calafati, scrittrice che vive ed opera a Briatico, per la sua attività di racconto e con particolare riferimento al romanzo Il viaggio delle nuvole, Pellegrini editore.

A Mimmo Gangemi, è stato consegnato il Premio Scrittore Calabrese 2019 per «la sua scrittura potente ed emozionante, capace di toccare le corde dell’animo umano, penetrandovi fino in fondo. Per i suoi romanzi nei quali protagonista assoluta è la terra di Calabria con le sue innegabili criticità ma anche con la sua ineguagliabile bellezza».

A Giusy Staropoli Calafati, è stato consegnato il Premio Scrittrice Calabrese 2019 per «a sua scrittura capace di ricreare nell’animo umano sensazioni ed emozioni indimenticabili. Per le sue opere in cui la Calabria con i suoi colori e i suoi profumi viene valorizzata e messa al centro di una narrazione suggestiva e sorprendente».

Il premio speciale nel campo della geologia e della ricerca è stato assegnato al Dott. Carlo Tansi «per la sua attività di costante ricerca nel campo della geologia e per il suo impegno a favore del territorio calabrese tra i più esposti al rischio idrogeologico. Per la sua azione improntata alla correttezza e al miglioramento delle condizioni di vita nei luoghi di una terra ricca di risorse ma al pari piena di criticità, quale è la Calabria».

Tanti altri i premi consegnati per riconoscere meriti e virtù di Calabresi che tengono alto il nome della Calabria: gruppo Muraca, Oceano distribuzione calabrese, Apgc Ass Calabrese, Premio donna speciale sposa fashion, Cantine Ielasi, gruppo musicale popolare EtnoSound, premio carriera magistrato Ielasi, premio speciale talento Italia Calabria Giamapolo Risi, Premio speciale 60 anni di carriera dello spettacolo ad Enzo Paolo Turchi, premio speciale imprenditore calabrese Gruppo Santacroce Florencia, Premio Calabria legale Studio Santacroce, Premio bio miglior olio calabrese Tenuta San Leonardo, Premio Comune calabrese per la sua arte, Gerocarne, Premio pasticceria calabrese Ravese, Premio speciale per la sua capacità artistica ala maestro orafo Michele Affidato, che ha realizzato, per l’occasione, i premi.

La cerimonia di premiazione si è svolta durante la cena intervallando alle portate i momento di consegna dei riconoscimenti. (rrc)