Conte va in Argentina, il saluto di Eugenio Sangregorio (Usei)

29 novembre 2018 – «Domani il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte atterrerà in Argentina per partecipare al G20 a Buenos Aires. Sono certo che sarà accolto con grande affetto visto che il nostro è un Paese che parla italiano, infatti ospita una delle più grandi comunità italiane all’estero, oltretutto il Presidente Mauricio Macri anche lui è figlio di immigrati italiani». Così il presidente dell’Usei, l’onorevole italo-argentino Eugenio Sangregorio, ha preparato l’accoglienza al Premier Conte in viaggio verso il G20.

«In Argentina ci sono circa 250 aziende italiane che lavorano e investono sul territorio – ha spiegato Sangregorio -. Da tempo sostengo che Italia e Argentina dovrebbero cooperare maggiormente soprattutto nell’innovazione tecnologica e nell’agroalimentare. Spero quindi che questa visita serva ad aprire un canale preferenziale, un ponte di collaborazione che già il ministro dell’Agricoltura e Turismo Gian Marco Centinaio ha aperto con la sua ultima visita. Colgo l’occasione quindi per augurare un buon inizio lavori al nostro Presidente Conte, sono certo che saranno due giorni molto intensi e proficui. L’Usei si mette a disposizione del Governo per incentivare i rapporti e trovare la giusta intesa ad ogni livello». (rp)