Il Premio Rhegium Julii a Reggio, nel nome del poeta siriano Adonis

30 novembre 2018 – Oggi e domani due giorni intensi per il Circolo Rhegium Julii che compie 50 anni e che ha dato il nome a un premio sempre più prestigioso, sempre più internazionale. L’edizione di quest’anno festeggia il poeta siriano in esilio Alī Ahmad Saʿīd Isbir (conosciuto in tutto il mondo come Adonis) vincitore del premio Città dello Stretto.

Il poeta è arrivato ieri sera a Reggio e  stamattina alle 10.30 sarà all’Università di Messina per incontrare gli studenti nell’Aula Magna del Dipartimento delle Scienze cognitive, accompagnato dal prof. Giuseppe Caridi e dal presidente del Circolo Pino Bova.

La conferenza stampa al Comune di Reggio, coordinata da Franco Arcidiaco e presentata da Anna Foti.

Alle18.30 il Foyer del Teatro Comunale ospiterà giuria e vincitori di quest’edizione del Rhegium Julii, intervistati dalla giornalista Anna Mallamo della Gazzetta del Sud. Un incontro aperto alla cittadinanza che vuole sottolineare – come è emerso nel corso della conferenza stampa di stamattina – che tutte le associazioni sono state coinvolte per un evento comune che dà spessore alla vocazione culturale della città di Reggio. Il coinvolgimento di associazioni culturali e di Lions e Rotary conferma come lo sforzo comune possa produrre un ottimo risultato. Il Rhegium Julii è patrimonio della Città, in condivisione con quanti hanno a cuore la crescita e lo sviluppo sociale di un territorio e di una popolazione che sta vivendo un vivace e invidiabile fermento culturale e sociale.

Non manca il coinvolgimento delle scuole. Sabato mattina, gli studenti dei licei e degli istituti superiori di Reggio e della Città Metropolitana incontreranno giuria e vincitori di questa edizione del Premio Rhegium Julii e al Comune di Campo Calabro il prof. Giuseppe Caridi terrà una conversazione su La Calabria e il Mezzogiorno al tempo di Tommaso Campanella.

Domani, alle 10.30, il sindaco Giuseppe Falcomatà riceve nel salone di rappresentanza di Palazzo Alvaro il poeta Adonis e gli altri vincitori, con la partecipazione dei rappresentanti del Rotary, dei Lions Club Host e Magna Grecia e del sindaco di Campo Calabro Rocco Alessandro Repaci (quest’ultimo Comune sponsorizza il premio Studi Meridionalistici intitolato allo storico Gaetano Cingari originario di Campo Calabro).

E alle 21, la serata di gala al Teatro Cilea con la consegna dei Premi Rhegium Julii 2018. Conduce la giornalista Rai Maria Barresi con la partecipazione della giornalista Anna Mallamo. In apertura della serata, i saluti del Presidente Bova, del poeta Corrado Calabrò, presidente della Giuria, del sindaco Falcomatà  e del Presidente del Consiglio regionale Nicola Irto. Conclude la serata l’Orchestra del Teatro Cilea diretta dal m° Pasquale Faucitano. (rrc)