La Reggina passa di mano, il nuovo proprietario Luca Gallo già pensa alla A

Mimmo Praticò, Luca Gallo e il sen. Marco Siclari

10 gennaio 2019 – Per i tifosi amaranto è un sogno: la Reggina di Praticò, presidente amatissimo, cambia proprietà. Il nuovo assetto vede nell’imprenditore cosentino Luca Gallo, trapiantato da molti anni a Roma, il nuovo proprietario che offre grandi prospettive alla squadra.

Il neo patron, Luca Gallo, è particolarmente entusiasta e guarda già al traguardo che intende raggiungere nel più breve tempo possibile: riconquistare la serie A e riportare gli amaranto alla massima categoria.

La cerimonia di consegna ufficiale è avvenuta questa mattina a Roma, presso la sede d M&G Holding l’azienda multiservizi di Gallo. Presenti ala firma il presidente uscente Mimmo Praticò, il neo presidente Luca Gallo e il nuovo direttore generale Enzo Iiriti.

Mimmo Praticò
L’ex presidente della Reggina Mimmo Praticò

Gli auguri per la nuova dirigenza sono arrivati dal sen. Marco Siclari che ha postato su FB il suo grazie a Giuseppe e Mimmo Praticò «per aver dato una vera speranza alla nostra squadra« e auguri e un ringraziamento a Luca Gallo per essersi subito innamorato della Reggina insieme all’avv. Enzo Iiriti.

Enzo Iiriti, il sen. Marco Siclari e Giuseppe Praticò
Enzo Iiriti, il sen. Marco Siclari e Giuseppe Praticò

Anche il sindaco metropolitano di Reggio Giuseppe Falcomatà ha voluto far pervenire un messaggio di augurio: «In bocca al lupo alla nuova dirigenza della Reggina e al suo nuovo Presidente Luca Gallo, da oggi alla guida della società amaranto. Un doveroso ringraziamento alla famiglia Praticò alla quale va il merito di aver salvato dal 2015 ad oggi la prospettiva del calcio professionistico nella nostra Città, portando fuori dal guado la società in un momento di profonda crisi.

«Buon lavoro al Presidente Gallo – ha aggiunto il sindaco – con l’augurio che il progetto finanziario e sportivo della nuova compagine societaria possa avere un respiro vincente e duraturo nel tempo, in linea con le grandi aspettative che la passione e l’affetto dei tifosi amaranto hanno generato nei confronti di questa storica maglia. La Reggina è un bene comune, un bene della nostra comunità. Bisogna averne cura. Ed è con questo auspicio che auguro alla nuova società di poter raggiungere i traguardi più ambiziosi». (rrc)