L’Aeroporto dello Stretto torna grande: riconosciuti gli standard europei

27 novembre 2018 – Ieri mattina la sigla dell’intesa per co-marketing tra la Città Metropolitana di Reggio e la Sacal, la società che gestisce i tre aeroporti calabresi (vedi),  e subito dopo una nuova bellissima notizia: lo scalo di Reggio risponde totalmente agli standard europei di volo e quindi è operativo a pieno titolo. Un’ottima premessa per far tornare grande e importante l’Aeroporto dello Stretto.

È stato infatti consegnato nello scalo di Reggio Calabria il nuovo Certificato di Aeroporto alla SACAL che attesta che l’organizzazione della società concessionaria, le procedure delle operazioni a terra, tutte le infrastrutture e gli impianti aeroportuali rispondono agli stringenti requisiti contenuti nel Regolamento comunitario in materia di sicurezza aeronautica.

È stato il Direttore Operazioni Sud di Enac, Ing. Alessandro Scialla, a consegnare personalmente al Presidente Arturo De Felice l’importante certificazione europea, alla presenza dell’Ing. Piervittorio Farabbi, Direttore Generale e Accountable manager di SACAL, e del Direttore della Direzione aeroportuale Calabria, Carlo Marfisi.

«Anche l’Aeroporto di Reggio Calabria, dopo quello di Lamezia – ha commentato soddisfatto il Presidente De Felice – riceve il bollino europeo della Certificazione ENAC. Un risultato importante, frutto di un grande lavoro di squadra e sinergia con tutti gli Enti aeroportuali. La nuova certificazione premia i nostri sforzi tesi al costante miglioramento dei nostri standard organizzativi, di sicurezza e qualità negli scali calabresi”.