L’avv. Armando Veneto, “calabrese” di Palmi, alla guida delle Camere penali

19 novembre 2018 – Grande soddisfazione in Calabria per la riconferma dell’avvocato palmese Armando Veneto, figura di spicco nel mondo forense, alla presidenza delle Camere penali italiane. L’avv. Veneto, che tra l’altro è stato Sottosegretario alle Finanzenei governi D’Alema e Amato e parlamentare europeo oltre ad aver guidato per due consiliature il Comune di Palmi, è una personalità stimata e apprezzata in tutt’Italia.

Pur essendo nato ad Aversa l’avv. Veneto si sente orgogliosamente calabrese e ha sempre vissuto a Palmi, da dove si è sempre battuto per garantire il massimo rigore nell’esercizio della giustizia nell’iter processuale, a tutela e salvaguardia del diritto alla difesa. La sua riconferma, decisa dall’assemblea nazionale delle Camere penali italiane, tenutasi a Roma, con la partecipazione di principi del foro provenienti da ogni parte d’Italia, premia una indiscussa e prestigiosa carriera che ha sempre portato lustro alla Calabria.

Il sindaco della Città Metropolitana di Reggio Giuseppe Falcomatà ha espresso le sue più vive congratulazioni per il prestigioso incarico nazionale conseguito dal noto avvocato penalista Armando Veneto, che è stato eletto per acclamazione e all’unanimità nuovo Presidente del Consiglio delle camere penali italiane. Il legale del foro di Palmi è stato votato da oltre 100 presidenti convenuti da tutta Italia, che hanno riconosciuto il valore della sua straordinaria carriera spesa per l’affermazione del Diritto ma anche per la formazione di intere generazioni di nuovi avvocati. Il sindaco Falcomatà ha sottolineato, inoltre, la grande cultura umanistica e lo spessore politico dell’avvocato Veneto. (rrc)