Magorno (PD): Una manovra punitiva per il Sud

Il sen. Ernesto Magorno (PD) ha criticato la legge finanziaria proposta dal Governo. «Si prospetta come una manovra punitiva per il Sud – ha dichiarato – quella che le Camere si apprestano a votare senza alcuna possibilità di discussione e di modifica. Segnalo un solo dato ma significativo dell’approccio di questo Governo alla salvaguardia e alla valorizzazione del Mezzogiorno. Il fondo di coesione destinato alle regioni meridionali subisce una sforbiciata di 850 milioni, il che comporta una compressione della spesa per tutti i territori e anche per la Calabria. Se, ancora, pensiamo alla sistematica rimozione del Sud dal contratto di Governo in termini di investimenti e di programmazione economica, ci rendiamo conto del triste destino a cui viene condannata un’intera area del Paese.
Ci auguriamo che almeno i 9 milioni in tre anni annunciati per la rete aeroportuale calabrese possano trovare conferma e realizzazione e non si disperdano nelle  contorti e paradossali modalità di azione di questo Governo».  (rp)