VIBO – Riconosciuto il valore del Sistema Bibliotecario

10 novembre 2018 – Il Sistema Bibliotecario Vibonese è risultato al primo posto per accedere ai finanziamenti regionali a favore delle biblioteche e delle attività culturali. La graduatoria conferma la validità delle attività portate avanti dal “Sistema” anche con il progetto “Museo virtuale delle identità del Vibonese” che, appunto, si è classificato davanti alle altre 79 proposte formulate da enti pubblici.

Grande soddisfazione è stata espressa da Gilberto Floriani, Direttore del Sistema Bibliotecario Vibonese, che – in una nota – sottolinea quale importanza assuma il risultato raggiunto non solo per il Polo culturale del Vibonese, ma anche e soprattutto per la rete di biblioteche che con il Sistema cooperano: “Il Sistema Bibliotecario Vibonese è doppiamente felice dell’esito perché nella graduatoria in questione è risultato primo in assoluto e questo in qualche modo certifica la sempre maggiore qualità del suo lavoro e della sua capacità progettuale. Ma si è ancora più contenti perché gran parte delle biblioteche della rete di cooperazione del Sistema, con cui si è collaborato nella progettazione del bando, sono in posizione utile nella graduatoria. Vuol dire che passi importanti per un progetto culturale di cooperazione rivolto alla promozione della lettura e della cultura si sta concretizzando a livello provinciale, a dimostrazione delle potenzialità del vibonese, territorio che non è fatto solo di problemi. Il sostegno alle attività di rete di questo bando non è risolutivo, ma va riconosciuto all’amministrazione regionale di aver finalmente focalizzato il tema dell’importanza delle biblioteche per lo sviluppo culturale della Calabria. Si esprime fiducia che la sinergia tra istituzioni e sistema bibliotecario, biblioteche, biblioteche scolastiche, archivi, possa produrre sempre migliori risultati e che il sostegno con i fondi Pac o di bilancio da parte della regione diventi un impegno annuale».

La dotazione finanziaria di un milione di euro di fondi Pac 2014/2020 prevista dal bando del 28 giugno scorso, è destinata in particolare a finanziare azioni per la tutela, la valorizzazione e la messa in Rete del patrimonio culturale materiale e immateriale dei Comuni, dei Sistemi bibliotecari territoriali, delle biblioteche scolastiche, ma anche delle biblioteche di interesse locale;  a proposito di queste ultime, così si era espresso l’assessore regionale alla cultura Maria Francesca Corigliano all’atto della pubblicazione del bando: «Quest’anno si è voluto fortemente inserire nel bando anche le biblioteche di interesse locale, riconosciute dal Dpgr ai sensi della legge 17/85, per dare modo sia alla Biblioteca civica di Cosenza che a quella di Soriano calabro di accedere ai finanziamenti» (rvv)

Nella foto di copertina: il direttore Gilberto Floriani