Milly Tucci, grande manager, dalla Calabria International Visitor negli Stati Uniti

Filomena Tucci, più conosciuta come Milly, è una giovane manager di successo, nonché autrice di saggi e organizzatrice di eventi che valorizzano le risorse calabresi e femminili. In questi giorni è negli Stati Uniti per l’International Visitor Leadership program, una grande opportunità per conoscere e farsi conoscere.

Milly Tucci
Milly Tucci

L’IVLP è un programma nato nel 1940 per “promuovere una migliore comprensione degli Stati Uniti in altri paesi e aumentare la comprensione reciproca tra il popolo degli Stati Uniti e il popolo di altri paesi”.
L’intuizione del Dipartimento di Stato americano è da anni, mediante la partecipazione all’IVLP, quella di offrire a leader internazionali attuali ed emergenti di vari settori dall’impresa, ai media, dall’arte, alla politica l’opportunità di sperimentare la ricchezza e la diversità della vita politica, economica, sociale e culturale ‘a stelle e strisce’ attraverso scambi progettati nel dettaglio che riflettono gli interessi politici dei partecipanti e gli obiettivi di diplomazia del governo degli Stati Uniti. Una diplomazia “from people to people” capace di costruire una rete di contatti e un dialogo schietto e senza filtri nei rapporti transatlantici. In passato vi hanno partecipato tra gli altri: Tony Blair, Nicolas Sarkozy, Giovanni Falcone, Sergio Mattarella e molti altri. Un viaggio attraverso l’America delle istituzioni di Washington Dc passando per Boston, Seattle, Texas. 

Milly rappresenta la Calabria migliore, quella che sa farsi valere e apprezzare. «Tre – ha detto – sono le mie tre sfide per questa missione prestigiosa! Cambiare la percezione dell’immagine del Sud. Connettere centri di innovazione italiani con Usa e con altri innovation hub del mondo. Attrarre investitori nel Sud Italia!»

Armando Grillo, di Vibo Valentia, fotografo di moda per Vogue

Passione, competenza e creatività: le doti che lo hanno portato sempre più in alto: il vibonese Armando Grillo è entrato a far parte del gruppo dei fotografi di moda di Vogue, tra la più prestigiose riviste fashion del mondo.

Maison Dior
L’invito riservato di Dior per Armando Grillo

39 anni, Armando Grillo ha saputo conquistare un ruolo di primo piano  nella fotografia di moda: una passione tramandata dal padre Franco e condivisa col fratello Vincenzo, anche lui fotografo di moda. La famiglia Grillo ha uno studio fotografico in pieno centro a Vibo, ma la corsa al successo (meritato) e la ricerca di affermazioni professionali ha spinto di due fratelli a mostrare quanto valgono. Così, da oltre dieci anni i due fratelli Grillo non mancano alle più importanti sfilate di moda nelle passerelle di tutto il mondo: Parigi, Milano, Londra e, naturalmente, New York. Uno stile e una tecnica che rendono ogni immagine uno scatto unico, meritevole di copertine e pagine delle più qualificate riviste internazionali di moda, nonché dell’attenzione della Maison che fanno grande la moda e ci tengono ad avere Armando alle loro sfilate. Un traguardo, sulle pagine di Vogue, raggiunto con determinazione e orgoglio, ma sempre con la Calabria nel cuore. (rrm)

Pasquale Amato, con Nosside l’impegno per le minoranze linguistiche

È appena rientrato da Cuba, dove a La Avana ha tenuto una serie di conferenze sul Premio Nosside, orgoglio della Calabria, e le minoranze linguistiche che da oltre trent’anni sono al centro delle iniziative del prestigioso premio di poesia mondiale. Il prof. Pasquale Amato del Premio Nosside è il presidente e fondatore e da 33 anni porta il nome di Reggio in ogni parte del mondo, coinvolgendo soprattutto poeti delle minoranze linguistiche. A Cuba, Amato ha tenuto anche una conferenza in spagnolo su La centralidad mundial de la Habana en la América Hispánica del siglo ‘700  nel 500° anniversario della fondazione della Città. L’evento si è tenuto nel corso della XXVIII Fiera del Libro di Cuba.

Docente all’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio il prof. Amato è uno storico di grande spessore e ha dedicato tutta la vita alla salvaguardia di tradizioni e della memoria storica della città di Reggio. Encomiabile il suo impegno per sostenere la “regginità” dell’agrume principe della Calabria che va sempre indicato come “bergamotto di Reggio Calabria” e, col Premio Nosside, a valorizzare gli autori delle lingue minori.

A Cuba ha portato un po’ di Calabria e della sua cultura, annunciando, tra l’altro, l’imminente pubblicazione dell’antologia Nosside 2019 (Media&Books edizioni) che raccoglie le liriche dei premiati dell’edizione 2017-2018.  (rrm)

Valeria Fortuna, 27 anni di Pizzo. Premiata alla Camera con altri tre laureati calabresi

Ha solo 27 anni e si è laureata a Messina nella magistrale di Consulenza e professione. Valeria Fortuna, giovane promessa calabrese di Pizzo, ha ricevuto alla Camera dei Deputati il prestigioso riconoscimento della Fondazione Italia-Usa, in collaborazione con il Centro Studi Comunicare l’impresa, che la qualifica presso la fondazione e le permetterà di seguire gratuitamente il Master di Marketing, Comunicazione e Made in Italy. Un premio riservato ai neolaureati (Valeria ha conseguito il titolo col massimo dei voti) che si sono distinti nel corso degli studi universitari. La provincia di Vibo Valentia può vantare altri due neolaureati che hanno ricevuto il medesimo riconoscimento: Domenico De Nisi, 26 anni, di Filadelfia, laureatosi in Economia Aziendale e Management all’Unical e Simone Giuseppe Ceravolo, 23 anni di Soriano, anch’egli laureato all’Unical in Economia Aziendale, e lo stesso attestato è stato assegnato a un terzo calabrese, Antonio Virardi, 24 anni, di Rossano, laureatosi in Economia Aziendale all’Unical con 110 e lode

Antonio Virardi, Domenico De Nisi e Simone GIuseppe Ceravolo
Antonio Virardi, Domenico De Nisi e Simone GIuseppe Ceravolo

Tre giovani che si faranno valere e di cui la Calabria, sin d’ora , può essere orgogliosa. L’Amministrazione comunale di Pizzo, attraverso la delegata alle Politiche Giovanili Sharon Fanello ha voluto esprimere il proprio compiacimento e il meritato plauso alla giovane napitina: «Vogliamo complimentarci con Valeria pe rl’importante riconoscimento ottenuto. Questi traguardi sono segnali importanti per tutta la città perché valorizzano e portano agli onori della cronaca le eccellenze che qui vivono e che con impegno studiano e si affermano. Speriamo che Valeria, insieme agli altri ragazzi e ragazze dalla carriera accademica brillante, possano contribuire alla crescita collettiva della nostra comunità».

Felice Citriniti, medico, “eroe” e cavaliere

È l’unico pediatra diabetologo all’Ospedale Pugliese di Catanzaro: Felice Citriniti è un medico di cui la Calabria può andare largamente orgogliosa e non solo per la competenza e la devozione dedicata ai suoi oltre 140 piccoli assistiti, ma anche perché lo scorso luglio ha salvato da morte certa una signora inglese che stava annegando nel mare di Copanello. Accortosi della gravissima situazione in cui la bagnante era precipitata, si è prodigato – insieme con la moglie – a un massaggio cardiaco di 20 minuti, finché il polso non ha ripreso a battere e la donna ha potuto espellere l’acqua ingerita. Con un defibrillatore la donna, Marissa, madre di tre bambini, è stata stabilizzata e quindi portata con l’elisoccorso al policlinico universitario di Germaneto, riuscendo a salvarsi.

Il medico è stato ringraziato dall’Ambasciata britannica e di lui si sono occupati anche alcuni giornali inglesi come il Times e The Sun. E non è la prima volta che il dott. Citriniti salva vite umane: basti pensare ai tanti bambini giunti in crisi diabetica in ospedale e prontamente assistiti e riportati in condizioni normali, sfuggendo a morte certa. Così l’Associazione giovani Diabetici di Catanzaro lo considera un personaggio che la Calabria dovrebbe onorare e valorizzare.

 

Ci ha pensato, intanto, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: lo ha nominato Cavaliere, per la sua azione di salvataggio e per la abnegazione sul lavoro coi bambini. Un diploma quanto mai appropriato a chi riesce a donare ottimismo e speranza a chi soffre. Grazie, dottore. La Calabria è davvero orgogliosa di persone come lei. (rcz)

Alfonso Samengo vicedirettore di Rai Parlamento

Soddisfazione in Calabria per la nomina a vicedirettore di Rai-Parlamento del giornalista cosentino Alfonso Samengo, già capo della redazione del TGR di Rai-Cosenza.

Il Presidente del Consiglio regionale Nicola Irto ha fatto pervenire al giornalista un telegramma di felicitazioni. «Desidero formularle – ha scritto il presidente Irto – il mio augurio personale e quello dell’assemblea legislativa calabrese per la sua conferma a vicedirettore di Rai parlamento. Scelta che, nel solco del percorso tracciato in questi anni dalle sue riconosciute doti umane e professionali, premia l’impegno rivolto alla ricerca di una informazione di qualità che esprime appieno la funzione spettante al servizio pubblico. Tale risultato è da noi accolto con gioia e soddisfazione quale ulteriore affermazione del valore dei calabresi impegnati come lei ai massimi livelli, ai vertici del mondo dell’informazione».

“Io sono Mia”: il film sull’indimenticabile Mimì

Io sono Mia: musica e cinema si intrecciano regalando al pubblico e a tutti i calabresi il ricordo e l’emozione di una delle voci femminili più care, non solo alla nostra terra, ma all’intero paese. Mia Martini, da tutti conosciuta teneramente come Mimì, è interpretata dall’attrice napoletana Serena Rossi. Il film  è da oggi per pochi giorni al cinema, prima di arrivare sul piccolo schermo.

Prodotto da Eliseo Fiction in collaborazione con Rai Fiction, diretto da Riccardo Donna e scritto da Monica Rametta, il film resterà nelle sale italiane solo per tre giorni: oggi, domani e il 16 gennaio, distribuito da Nexo Digital, per andare poi in onda a febbraio su Rai1 e on line su RaiPlay.

Il film ripercorre i ricordi più intimi dell’artista, dalla sua infanzia fino alle grandi tappe della sua carriera, le false accuse che si legheranno a doppio filo alla sua immagine, rubando tal volta la scena alla sua immensa bravura. Un talento impareggiabile che fa ancora battere il cuore al solo udire, a distanza di tempo, le sue interpretazioni e il suo unico cantautorato.

Ineguagliabile Mimì: la sua perdita improvvisa ha creato un vuoto nel panorama musicale italiano, una mancanza palpabile impossibile da colmare, il ricordo di una donna dolce e ribelle che ha fatto delle sue fragilità, delle sue emozioni e del suo amore, un corollario di note e vocalità dal fascino eterno. (mda)

L’addio ad Antonio Megalizzi, oggi lutto cittadino a Reggio

20 dicembre 2018 – Nel pomeriggio, alle 14.30, sarà officiato a Trento il funerale del giovane Antonio Megalizzi, il reporter di origini reggine, ucciso a Strasburgo dall’odio islamico. Il Sindaco di Reggio Giuseppe Falcomatà ha proclamato per oggi una giornata di lutto per la Città di Reggio Calabria.

L’ordinanza firmata dal primo Cittadino, dispone l’esposizione delle bandiere a mezz’asta sugli edifici comunali. Negli uffici sarà inoltre osservato un minuto di silenzio alle ore 14.30, in occasione dell’inizio delle esequie che si svolgeranno presso la Chiesa di Cristo Re a Trento.

Il Sindaco ha inoltre invitato gli istituti scolastici di ogni ordine e grado presenti sul territorio cittadino ad osservare un minuto di silenzio nella mattinata di domani, per commemorare il ricordo di Antonio Megalizzi.

I cittadini, le Istituzioni, le organizzazioni sociali, culturali, produttive ed i titolari di attività private di ogni genere sono invitati a manifestare il proprio cordoglio nelle forme ritenute opportune, anche prevedendo la sospensione delle rispettive attività, con esclusione dei servizi indispensabili ed obbligatori, durante il corso della cerimonia funebre, fra le 14:30 e le 16:00 di oggi.

Le luminarie natalizie presenti sul territorio comunale per la giornata di domani saranno spente, ad esclusione dell’albero di Natale posizionato al centro di piazza Duomo, di fronte la Cattedrale cittadina, dove il sindaco Falcomatà, gli assessori e i consiglieri comunali si ritroveranno in un momento di raccoglimento a partire dalle ore 15:00 per ricordare il giovane Antonio ed esprimere la loro solidarietà nei confronti della sua famiglia e di tutte le altre vittime del terrorismo.

Tutti i cittadini sono invitati a partecipare la propria testimonianza di vicinanza e solidarietà, portando in piazza Duomo una candela o un fiore, simboli di pace e di speranza, da deporre intorno all’albero di luce, dove saranno posizionate dodici fiaccole a rappresentare le stelle della bandiera europea. (rrc)

Anche per gli Oscar europei il reggino Marcello Fonte è il miglior attore

16 dicembre 2018 – Ancora un premio – meritatissimo – per Marcello Fonte, l’attore reggino Palma d’oro a Cannes col film Dogman di Matteo Garrone: ieri sera ha conquistato l’ oscar europeo (European Film Academy, EFA) a Siviglia come miglior attore, sempre per il film di Garrone, che peraltro rappresenterà l’Italia agli Oscar del prossimo anno. (C’è da farci, naturalmente un pensierino…)

Marcello Fonte a Siviglia, con la giacca ricoperta di pins colorate

Fonte, col suo affascinante candore di sempre, ha ringraziato, emozionatissimo: «Non me lo aspettavo, lo dedico a tutti quelli che lavorano. C’erano tanti più bravi di me, veramente. Sono onorato. Ci sono tantissimi grandi».

Marcello si è presentato con un abito da sera in velluto nero, con molte pins coloratissime: nelle spille farfalle, fiori, cuori trafitti e una corona (che non guasta mai). La notorietà non gli ha dato alla testa: il successo premia una vita di sacrifici, caratterizzata da una grande voglia di riscatto. Da calabrese autentico. (rrm)

La canzone del catanzarese Scicchitano sul royal baby piace ai principi inglesi

13 dicembre 2018 – «Il Duca e la Duchessa hanno apprezzato moltissimo il Suo pensiero incredibilmente gentile, e sono rimasti molto commossi che vi siate preso cura di mandare loro un dono» si legge nella lettera che il Duca e la Duchessa di Cambridge hanno mandato al musicista e compositore catanzarese Maurizio Scicchitano, autore della canzone With all my Heart, scritta in occasione della nascita del Principe Louis Arthur Charles e donata ai genitori reali.

With all my Heart

Al compositore calabrese è giunta, a firma della portavoce Miss. Claudia Spens, l’attestazione della grande commozione manifestata dai reali inglesi per il tenerissimo omaggio musicale ricevuto dall’Italia dopo la nascita del loro terzogenito, il Principe Louis Arthur Charles.

Si tratta di una nuova e assai dolce canzone, realizzata per il lieto evento da Maurizio Scicchitano cantata da Mirella Schisano. Ha una melodia romantica ed un originale testo scritto da Giovanni Nicotera. È passato ormai del tempo, era il 2007, quando da Clarence House arrivò a Scicchitano la prima lettera confidenziale e sono fino ad oggi ben quindici le missive blasonate a lui recapitate e cinque le foto ufficiali con dedica indirizzategli. Una corrispondenza epistolare proprio unica che testimonia come l’amore vero, gratuito e disinteressato non ha alcun limite, posizione sociale, confini ed età.

L’artista catanzarese, che da sempre ha inteso diffondere attraverso le note i valori positivi dell’esistenza e quelli basati sulla totale gratuità e la leale condivisione, è pure l’ideatore di “Come puoi”, primo brano ufficialmente dedicato a Papa Francesco ed inciso da Massimo Ranieri. Egli, quando fu il momento delle nozze tra i reali William e Kate Middleton, volle con sincero affetto offrire loro la canzone “Loving”. Poi, in occasione delle festività, sono intercorsi gli scambi degli auguri ed il rapporto amichevole pian piano si è evoluto.

Maurizio Scicchitano, quando seppe dell’arrivo del primogenito dei due, entusiasmato si è precipitato a comunicare con gioia la sua intenzione di voler essere presente anche a quel particolare momento di vita della famosa coppia con un’opera incisa appositamente per il principe George Alexander Louis. Venne dunque alla luce Beautiful Child, che nella sua versione italiana ha per titolo “Ci sei tu”. Ed ecco un altro dono all’arrivo della Principessa Charlotte Elizabeth Diana: le note di A Gift for you, del quale è stato di recente predisposta una splendida versione.

«Un’attestazione sincera – ha dichiarato il musicista catanzarese – davvero importante, che è motivo di entusiasmo e di gioia». (rcz)