SIDERNO (RC) – L’evento “Revisione del sistema delle misure interdittive dei Comuni per mafia”

Domani mattina, alle 10.30, a Siderno, al Ristorante al Tempo, l’incontro su Revisione del sistema delle misure interdittibe, di prevenzione e degli scioglimenti dei Comuni per mafia, organizzato dal Partito Radicale.

Presiedono Ilario Ammendolia, giornalista, e Gianpaolo Catanzariti, avvocato. Intervengono Otello Lupacchini, già magistrato, Alessandro Barbano, giornalista, Mimmo Gangemi, scrittore, Salvino Galluzzo, avvocato, Pierpaolo Zavettieri, presidente Associazione Comuni dell’Area Grecanica, Giuseppe Milicia, avvocato, Pasquale Simari, avvocato, Rosario Vladimir Condarcuri.

Partecipano Maurizio D’Ettore, deputato, Eugenio Minniti, avvocato, Rocco Femia, già sindaco di Gioiosa Ionica, Saverio Zavettieri, sindaco di Bova Marina. Conclude Maurizio Turco, segretario del Partito Radicale.

Prevista una seconda sessione alle 15. (rrc)

REGGIO – Grande successo per l’evento sportivo-culturale “Mediterranean Wellness”

Grande successo di pubblico per l’evento sportivo-culturale e sociale “Mediterranean Wellness – Rinascita, organizzato a Reggio Calabria dalla TxT Società Cooperativa Sociale, afferente al Sistema Acu “Azione Cristiana Umanitaria”, fondato dal missionario cristiano Gilberto Perri.

Una manifestazione, che non ha lasciato di certo impassibili i partecipanti: molte le novità e le attività che hanno caratterizzato la nona edizione, organizzata in collaborazione con la Regione Calabria ed il Comune di Reggio Calabria e con l’importante sostegno dei Partner ufficiali Msp – Movimento Sportivo Popolare e della testata giornalistica locale ReggioTV.

L’evento, svoltosi all’Arena dello Stretto di Reggio Calabria dal 3 al 5 settembre, ha dato ampio spazio a numerosi artisti, musicisti, ballerini, ginnasti e professionisti, andando a raccogliere e a supportare, attraverso azioni integrate, proprio le attività che sono state più duramente colpite dalla pandemia: palestre, centri estetici, scuole di danza hanno popolato l’Arena offrendo lezioni, intrattenimento ed anche una buona dose di “sfogo” dopo il lungo periodo di fermo.

Non potevano ovviamente mancare gli spettacoli che hanno colorito le tre serate attraverso numerose esibizioni di danza ed esibizioni musicali che hanno dato risalto ai giovani talenti di cui Reggio può e deve andare fiera, attraverso le quali si sono toccati temi sociali importantissimi, molto discussi e sentiti ad oggi, come ad esempio la fede, pedofilia, il razzismo e le discriminazioni di genere.

Inoltre uno tra i temi chiave dell’evento è stato l’ambiente, la protezione ambientale e la promozione del territorio attraverso l’offerta di pacchetti turistico-naturalistici a cura dell’Associazione Aspromonte Wild.

La “Mediterranean Wellness – Rinascita” è stata caratterizzata da una forte impronta sui temi sociali, e per questo ha ospitato, in collaborazione con l’Associazione di volontariato “Istituto Per la Famiglia sez.289 – Gilberto Perri” sul palco numerosi cittadini, associazioni e professionisti ai quali è stato conferito il Premio Gilberto Perri. Tra gli ospiti premiati, che si sono distinti in ambito sociale e sanitario vi sono stati: il dott. Eduardo Lamberti Castronuovo, il dott. Filippo Frattima, la dott.ssa Daniela Dattola, il dott. Giuseppe Bognoni, don Valerio Chiovaro, il giornalista Piero Gaeta, l’Associazione Famiglie Numerose, Angela Villani, presidente dell’Associazione “Il Volo delle Farfalle”, Maria Antonietta Rositani, i cittadini volenterosi che hanno ripulito le scale in Via Giudecca, la Pattuglia Lions della Protezione Civile dell’Istituto Per la Famiglia.

Altresì la TxT ha consegnato sul palco dell’evento, alle palestre e alle scuole di danza, che sono stati i settori più colpiti dalla pandemia, il Premio Rinascita come augurio e auspicio a tempi di ripresa e di vera e propria “rinascita”.

Inoltre, a cura della testata giornalistica online VeritasNews24, si è tenuto l’importante dibattito Poseidon Porthmios: da città sul mare a città di mare, diretto da Cesare Minniti, per conoscere meglio Reggio, al fine di riappropriarsi dei tesori radicati nelle sue origini, con particolare riguardo alla presenza culturale, strategica, oltre che estetica, dei suoi mari e dello Stretto. Si è voluto ripercorrere la vocazione portuale e dunque economica che ha reso famosa l’antica Reggio per poi essere a lungo dimenticata, con il professor Daniele Castrizio, l’imprenditore Giuseppe Falduto, il Consigliere comunale del gruppo misto, Massimo Ripepi e l’assessore Mariangela Cama.

L’appuntamento con la tradizionale musica calabrese non poteva mancare e, a far rivivere un po’ del folklore territoriale, ci ha pensato Braccio Salvatore con la moglie Monica Ruffolo, sulle note della lira artigianale.

Inoltre, nell’ambito della “Mediterranean Wellness – Rinascita”, si è svolto il workshop Il Ruolo dei Prodotti DOP, IGP, BIO e De.Co. in Calabria, che ha posto l’accento sullo sviluppo del territorio calabrese ed il suo collegamento stretto con la valorizzazione dell’enogastronomia locale.

L’evento, forte di un’organizzazione basata su valori cristiani, ha toccato numerosi ambiti ed importanti tematiche sociali, culturali e storiche, andando a soddisfare pienamente tutti gli obiettivi preposti, oltre che le aspettative di tutti i partecipanti, ma soprattutto ha voluto lasciare fortemente impresso il messaggio di rinascita, di ripresa e di collaborazione: perché in questo momento di difficoltà è fondamentale capire che «nel bene del tuo prossimo, sta il tuo bene». (rrc)

REGGIO – L’evento benefico “Moto Pizza”

Domani sera, alle 21, al Lido della Polizia, l’evento benefico Moto Pizza, organizzato dal Moto Club della Polizia di Stato di Reggio Calabria e da Wonderland srl, il cui ricavato sarà devoluto al Piano cronici “Marco Valerio” del Fondo Assistenza della Polizia di Stato.

Ad arricchire la serata, Pasquale CaprùSymphonycity. Inoltre, nel corso della serata sarà effettuata una donazione per un’Associazione reggina. (rrc)

REGGIO – Il concerto dei Giovani del Conservatorio “Francesco Cilea”

Domani sera, a Reggio, alle 21, nella terrazza del Museo Archeologico Nazionale, con il Conservatorio di Musica “Francesco Cilea” è in programma una serata all’insegna delle note più celebri dell’Opera lirica.

I visitatori, dunque, potranno ascoltare ed apprezzare brani tratti dal Don Giovanni e Le nozze di Figaro di Mozart, dal Don Pasquale di Donizetti, da La rondine, Gianni Schicchi e da La Boheme di Puccini e da Lakmé di Delibes. E ancora da La Traviata di Verdi, da I pagliacci di Leoncavallo e La Vedova Allegra di Lehar.

Si esibiranno i soprani Raffaella Marrazzo, Roberta Nassi, Roberta Panuccio, Tabita Romano e baritoni Domenico Cagliuso, Alex Franzò e Angelo Parisi. Le voci saranno accompagnate al pianoforte dal Maestro Andrea Calabrese. 

«Sarà un momento di condivisione straordinario – ha dichiarato il direttore Carmelo Malacrino –. La musica ci parla attraverso un linguaggio unico e regala emozioni che, molto spesso, ciascuno di noi non riesce ad esprimere a parole. Il concerto suggella le sinergie con il Conservatorio e siamo lieti che il Museo possa accogliere e promuovere doti artistiche dei giovani calabresi. Colgo l’occasione per ringraziare il Conservatorio e tutti gli enti e le associazioni del territorio che si sono spesi, in questi mesi, per contribuire alla divulgazione della cultura umanistica e scientifica. Sono certo che tali proficue relazioni continueranno, anche alla luce della programmazione per i 50 anni dei Bronzi di Riace».  

«Esprimo il mio più sentito ringraziamento a Carmelo Malacrino, per avere voluto ospitare il Conservatorio nelle serate di apertura delle Notti d’Estate, consolidando così il rapporto di proficua collaborazione in essere da alcuni anni – ha dichiarato Mariella Grande, direttrice del “Cilea” –. La serata di sabato sarà dedicata all’opera lirica: i giovani musicisti si alterneranno nell’esecuzione di famosi brani d’opera, arricchendo una stagione estiva del Museo particolarmente ricca di eventi di alto profilo culturale, impreziosita quest’anno dalla prima edizione del Premio Bronzi di Riace». 

Per tutto il mese di settembre il Museo sarà aperto ogni giovedì e sabato fino alle 23.00 (ultimo ingresso 22.30) e, a partire dalle 20.00, il biglietto costerà solo 3 euro. Sarà possibile visitare i quattro livelli della collezione permanente e la mostra “Salvati dall’Oblio. Tesori d’archeologia recuperati dai Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale”. I protocolli di sicurezza impongono ai visitatori il possesso del Green Pass, oltre al distanziamento e all’uso del gel disinfettante e della mascherina. Tutte le info sul sito www.museoarcheologicoreggiocalabria.it. (rrc)

REGGIO – Si parla delle Liriche d’amore in dialetto

Domani pomeriggio, a Reggio, alle 18, nella sede dell’Associazione Amici del Museo, l’evento Archeologia, cultura e territorio, liriche d’amore in vernacolo da Nicola Giunta ai poeti attuali, con la prof.ssa Minella Bellantonio, da Nicola Giunta ai poeti contemporanei.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Amici del Museo di Reggio Calabria, e sarà «una piacevole occasione per constatare la dolcezza della nostra Lingua, formatasi nel corso dei secoli, assorbendo e facendo proprie le parlate di quanti si sono succeduti sulla nostra Terra». (rrc)

SIDERNO (RC) – La presentazione del libro “Italo” di Oreste Kessel Pace

Domani pomeriggio, a Siderno, alle 18, nello spazio culturale Mag. La Ladra di Libri, la presentazione del libro Italo dello storico Oreste Kessel Pace.

Relazione il prof. Saverio Verduci. Dialoga con l’autore il giornalista Gianluca Albanese.

Il libro di Oreste Kessel Pace, ambientato nella Calabria di 2800 anni fa, è una conferma dei viaggi nel tempo che lo scrittore ci propone, addirittura nel passato della nostra Terra, facendoci incontrare personaggi storici di cui nessuno ormai ricorda il nome in eventi storici apocalittici dimenticati, in cui l’esistenza e l’essenza stessa dell’uomo è messa in discussione.

Calabria, 2800anni fa. I Greci si preparano ad invadere i territori degli Itali, (odierna Calabria). Icarno, funzionario del re Italo, è inviato in Grecia per trattare la pace ma, durante il viaggio la sua nave incontra una tempesta. Icarno è naufrago nell’isola di Malta, prigioniero dei Maltesi il cui re è appena stato assassinato. Mentre la guerra è pronta a fare strage di donne e bambini italici, Icarno deve riscattare la sua prigionia e quella dei suoi compagni, per ritornare nel regno di Re Italo e preparare la disperata difesa dei popoli uniti sotto il segno della civiltà e della pace. (rrc)

REGGIO – Torna il Premio Demetra

Oggi, al Circolo del Tennis “Rocco Polimeni” di Reggio Calabria, alle 21.30, la cerimonia di consegna del Premio Demetra, organizzato dall’Associazione Italiana Parchi Culturali.

Obiettivo del Premio, che consiste in una riproduzione in ceramica della dea Demetra, tratta da un’immagine stilizzata realizzata dalla studentessa Elena Velo, vincitrice di un concorso indetto per gli studenti del corso di Scultura dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, con la guida del docente Luigi Citarrella, è la valorizzazione  di Personalità che si sono distinte nei vari ambiti.

La commissione, presieduta dalla prof.ssa Irene Tripodi, presidente di AiParC, è composta dal prof, Giuseppe Caridi. I direttori Dipartimenti sono Rossella Agostino, archeologia, Salvatore Timpano, arte, Antonio Squillace, comunicazione, Maria Luisa Neri, cultura, Tonino Raffa, informazione, Elisabetta Felletti, salute mentale, Achille Concerto, scienza, Mirella Mafrici, storia.

I vincitori dell’edizione 2021 sono Francesca Lugli (archeologia), Angela Pellicanò (arte-pittura), Anna Rosa Macrì (informazione-giornalismo), Sergio Puzzanghera (cultura-musica), Giuseppe Viola (alla memoria, legalità-giustizia), Livio De Luca (scienza-architettura), Ferdinando Cannizzo (scienza-ingegneria), Pasquale Fratto (scienza-medicina) e Pietro Dalena (storia).

La serata, condotta dal giornalista e cerimoniere AiParC, Carlo Arnese e dalla giornalista web Marilena Alescio, inizierà con i saluti del dott. Iginio Postorino, presidente Circolo del Tennis “Rocco Polimeni” e Irene Tripodi, presidente AiParC.

Ad arricchire l’evento, il concerto dell’Orchestra Giovanile Corde Libere, diretta dal Maestro Alessandro Calcaramo, la sfilata dei gioielli di Elvira Sirio e l’estemporanea del pittore Alessandro Allegra(rrc)

REGGIO – Il primo evento all’UniDa per i 700 anni dalla morte di Dante

Domani, venerdì 17 settembre, a Reggio, alle 16.30, nell’Aula Magna G. Reale, il primo incontro organizzato dall’Università per Stranieri “Dante Alighieri” per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.

Si parte con la consegna di due borse di studio, erogate dal Rotary Club Reggio Calabria Sud – Parallelo 38, a due studenti stranieri del Corso di Diploma di Alta Formazione Docenti, con presentazione degli elaborati su argomenti inerenti alla figura di Dante Alighieri.

A seguire, una lettura del canto XXXIII del Paradiso del prof. Antonio D’Elia.

L’incontro avverrà in presenza (nel rispetto della normativa vigente anti-Covid). (rrc)

REGGIO – Conversazione sul restauro e valorizzazione degli scavi di Piazza Italia

Domani sera, a Reggio, alle 21, nella terrazza del Museo Archeologico nazionale, la conversazione sul restauro e valorizzazione degli scavi di Piazza Italia, per la serie di incontri Le Notti d’Estate al MArRC.

Ospiti del direttore Carmelo Malacrino, saranno Rosanna Scopelliti, assessore alla cultura del Comune di Reggio Calabria, Andrea Gennaro, funzionario della Soprintendenza ABAP per la Città metropolitana di Reggio Calabria e la Provincia di Vibo Valentia, Daniela Neri, funzionario architetto del Comune di Reggio Calabria, e il noto restauratore Giuseppe Mantella

«Sarà l’occasione per promuovere il progetto di restauro e di valorizzazione del principale sito di archeologia urbana a Reggio Calabria – commenta il direttore– anche al fine di costruire visioni e strategie d’insieme per la crescita turistica della città. L’incontro si inserisce in un percorso di sinergie positive con il Comune e la Soprintendenza che sempre più si sta consolidando, e che ci vede uniti per la programmazione delle celebrazioni per il Cinquantesimo anniversario dalla scoperta del Bronzi di Riace».

«L’intervento risulta di particolare rilevanza storico-architettonica, data la posizione strategica della piazza e soprattutto per essere considerato come un luogo della memoria, confermato dal ritrovamento di importanti reperti che forniscono una chiara testimonianza delle stratificazioni della città fino al periodo ante terremoto (1908) – afferma l’architetto Neri, Responsabile Unico del Procedimento. L’obiettivo è quello di potenziare il circuito archeologico urbano, con interventi che permetteranno una migliore valorizzazione e fruizione delle aree archeologiche oltre che l’attuazione di servizi che offrono un sistema adeguato di informazione al pubblico anche attraverso la tecnologia e la realtà aumentata e virtuale. Le aree archeologiche, quindi, grazie alla creazione di tale circuito diventeranno fulcro di manifestazioni culturali, mostre, visite guidate, in un’ottica di valorizzazione turistico-culturale della città». 

L’archeologo Andrea Gennaro, che rappresenterà la Soprintendenza, così commenta: «Una bella occasione per discutere insieme agli amici del Comune e del Museo Archeologico Nazionale del presente e del futuro del contesto urbano più importante della città». 

Per l’assessore Rosanna Scopelliti: «Il progetto di riqualificazione è il risultato di un importante lavoro di squadra che ha visto operare in sinergia le professionalità specializzate interne al Comune e alla Soprintendenza. L’intervento si configura in un ambito territoriale di importanza strategica e nello specifico vedrà interventi di restauro e di ripristino per migliorare la fruibilità dei siti archeologici e, una volta concluso, consentirà di fruire di servizi comuni, di ottenere economie di scala, con benefici sia per l’organizzazione interna delle aree archeologiche, sia nella quantità e qualità dei servizi che possono erogare. 

Per tutto il mese di settembre, ogni giovedì e sabato il Museo sarà aperto di fino alle 23.00 (ultimo ingresso 22.30) e, a partire dalle 20.00, il biglietto costerà solo 3 euro. Sarà possibile visitare i quattro livelli della collezione permanente la mostra Salvati dall’Oblio. Tesori d’archeologia recuperati dai Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale. I protocolli di sicurezza impongono ai visitatori il distanziamento e l’uso del gel disinfettante e della mascherina negli spazi chiusi, nonché il possesso del Green Pass per la partecipazione agli eventi serali all’aperto sulla terrazza. Tutte le info sul sito www.museoarcheologicoreggiocalabria.it. (rrc)

REGGIO – Rubens Curia presenta il suo libro “Per una sanità partecipata”

Domani pomeriggio, a Reggio, alle 17.30, alla Libreria Open Space, la presentazione del libro Per una sanità partecipata di Rubens Curia, edito da Città del Sole Edizioni.

Previsto, anche, il firmacopie.

Un altro appuntamento, infine, è previsto per il 25 settembre, al Cipresseto, dove si discuterà, con l’autore, non solo del libro, ma anche delle battaglie di Comunità Competente(rrc)