CIRÒ MARINA (KR) – La stagione teatrale della Compagnia Teatrale Krimisa

Dal 24 novembre, a Cirò Marina, al Teatro Alikia, prende il via la rassegna teatrale della Compagnia Teatrale Krimisa.

«I primi 40 anni della Compagnia Krimisa – si legge in una nota degli organizzatori – li dedichiamo a Floriana! La Rassegna di quest’anno sarà in suo onore. Proporremo un nostro nuovo spettacolo e sarà una grande sorpresa !».

Si parte, il 24 novembre, con lo spettacolo Cafè Chantant della Compagnia dei Teatranti di Bisceglie; l’8 dicembre in scena Nuovo spettacolo dell’Associazione Teatrale e Culturale Krimisa; il 15 dicembre sarà la volta di Quel cuore che ti amava tanto della Compagnia Teatrale Hercules; il 29 dicembre, in replica Nuovo Spettacolo dell’Associazione Krimisa.

L’anno nuovo comincia in grande, con lo spettacolo A trastula dell’Associazione Krimisa, in programma il 5 gennaio. Il 19 gennaio sarà la volta dello spettacolo Che bella domenica della Compagnia Il Volo delle Comete; il 2 febbraio de La giara il musical del Teatro Stabile Nisseno; il 23 febbraio di Mors tua vita mea dell’Associazione Krimisa.

Il 1° marzo, Il defunto torna a casa del Teatro Mio; il 21 marzo di Tre pecore viziose de Il piccolo Borgo Antico Lipari; il 5 aprile Pitte cu sarde dell’Associazione Krimisa e, il 19 aprile, la stagione si chiude con Una donna di troppo, dell’Associazione Krimisa. (rkr)

CROTONE – Si ricordano le vittime dell’incidente ferroviario del 1989

Domani mattina, alle 10.00, alla stazione di Crotone, si ricordano le vittime dell’incidente ferroviario avvenuto il 16 novembre 1989.

L’incidente ferroviario di Crotone fu uno scontro di treni, provocato dall’indebita partenza del treno dalla stazione di Crotone, con il treno proveniente da Catanzaro.

Nello scontro persero la vita 12 persone tra viaggiatori e personale delle ferrovie: Carmelina Pistoia, Delia Sozzi, Antonella Serventi, Rosanna Perri, Rita Angela Geracitano, Loredana Gentile, Emma Gagliardi, Franca Cefalà, Mirella Cavalli, Antonio Sorrenti, Angelo Giuffrè, Salvatore Bruno.

Il 16 novembre del 2016, nella piazza antistante la stazione, venne posta una targa a memoria. (rkr)

CROTONE – Domenica la raccolta di poesie “Liberi Pensieri”

Domenica 17 novembre, a Crotone, alle 19.00, al Circolo Arci “Le centocittà”, la presentazione della raccolta di poesie Liberi Pensieri di Marco Pirillo.

Liberi Pensieri è una raccolta di poesie in versi liberi ispirata del costante lavoro d’osservazione dell’autore verso l’esterno e al proprio interno. 

«Sono poesie che spaziano – ha precisato l’autore Pirillo – su tematiche politico-sociali con la scelta del verso libero per consentire una fluida e libera affermazione di sentimenti e di idee».

Gli argomenti trattati, infatti, non sono altro che i fenomeni politici e sociali in cui l’autore s’imbatte e che gli provocano sentimenti intensi e contrastanti; che scruta con attenzione e che analizza in base a quelli che sono i suoi valori cardine, come la giustizia sociale, l’altruismo e l’avversione verso il materiale, l’apparenza e i pregiudizi.

Questa duplice operazione di constatazione della realtà che lo circonda e di profonda riflessione produce l’esigenza di criticare aspramente la società e di riportare in versi una descrizione tagliente e a volte caustica delle vicende. (rkr)

CROTONE – La città alla Borsa del Turismo di Paestum

Alla 22esima edizione della Borsa del Turismo Archeologico di Paestum c’è anche la città di Crotone, con l’Antica Kroton.

La kermesse è cominciata oggi, e lo stand di Crotone sta riscuotendo un enorme successo di visitatori. I contenuti del progetto Antica Kroton creano di per sé, già tanta curiosità ed interesse amplificato dalle tecnologie utilizzate, virtual tour, realtà aumentata, rappresentazioni 3d sono gli strumenti che stanno portando al successo la nostra presenza a questo evento importante e strategico.

Per la prima volta dall’inizio del progetto, l’Antica Kroton varca i confini regionali e si affaccia sulla ribalta nazionale e internazionale.
La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico rappresenta un’ occasione di incontro per gli addetti ai lavori, per gli operatori turistici e culturali, per i viaggiatori, per gli appassionati; opportunità di business con il Workshop con i 20 buyer esteri selezionati dall’Enit e i dieci buyer nazionali dell’Aidit – Associazione Italiana Distribuzione Turistica e l’offerta del turismo culturale ed archeologico.

L’allestimento grafico progettato appositamente per la BMTA presenta un richiamo diretto al progetto Antica Kroton con immagini particolari del Castello di Carlo V, del centro storico e di Capocolonna.

La parte principale dello spazio espositivo è dedicata alla realizzazione di un “mini” museo virtuale con più spazi di “visualizzazione” all’interno del quale il visitatore potrà scoprire l’emozione di “viaggiare nel tempo” per vedere scorci di Kroton. All’interno dello stand, quindi, è stata allestita l’area multimediale che rappresenta una parte dei contenuti del futuro Museo Virtuale. È prevista, inoltre, la distribuzione di brochure in tre lingue (italiano – inglese- tedesco) e di gadget brandizzati Antica Kroton (penne e segnalibro).

La comunicazione visiva dello stand, invece, si concentra sull’epoca della Magna Graecia (Capocolonna) e sul periodo Viceregnale – XVI secolo (Castello di Carlo V) e questa dicotomia sarà ben visibile al visitatore sin dal suo primo approccio allo stand. Lo stand di Antica Kroton è multimediale: ogni spazio, infatti, è caratterizzato con una tecnologia differente che passerà dall’utilizzo del QRcode alla realtà aumentata, alla visione in 3D per completarsi con la realtà virtuale: un vero e proprio viaggio “sensoriale” nel tempo.

Ad accogliere i visitatori, due sagome poste ai lati dello stand, una raffigurante Pitagora, l’altra un soldato spagnolo del XVI secolo. Le due sagome presenteranno ciascuna un QRcode specifico, che rimanda al relativo video.

Il video di Pitagora è quello realizzato in occasione della presentazione del progetto “Antica Kroton”, svoltosi il 12 aprile 2019 nei locali del Museo di Pitagora. Nel video, la statua di Pitagora si tramuterà in figura parlante e saluterà il visitatore. Il QRcode del soldato spagnolo, invece, dà vita ad un video che rappresenta elementi significativi della dominazione spagnola.

«Abbiamo voluto investire ora – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Valentina Galdieri – per creare tutti gli strumenti utili per far sì che Crotone possa essere presente in tutte le fiere che il piano di Comunicazione di Antica Kroton ha previsto. Sono molto orgogliosa di portare a Paestum non solo la città di Crotone e il progetto Antica Kroton, ma anche la capacità tecnologica, l’inventiva e la professionalità dei crotonesi. Stiamo meravigliando e soprattutto abbiamo allestito la migliore vetrina possibile per la città di Crotone».

«Occasioni come queste – ha proseguito l’Assessore Galdieri – sono importantissime e Crotone non dovrà più mancare. Ecco perché oggi facciamo uno sforzo considerevole, anche dal punto di vista umano, perché questa occasione non deve essere limitata a sé stessa, ma deve essere considerata solo la prima di una campagna marketing territoriale e di comunicazione istituzionale che ha l’obiettivo di promuovere il territorio e la città di Crotone nei prossimi anni e in tutti i luoghi».

«Sono orgogliosa – ha concluso l’Assessore Galdieri – del percorso fatto fino ad ora, e so che questa città oggi è più ricca dal punto di vista culturale e ha più consapevolezza di stessa perché abbiamo cominciato un percorso identitario affascinante che nutre nel profondo i germogli del futuro di Crotone, perché le nostre radici profonde non gelano!». (rkr)

 

CROTONE – I Premi di “Area Sanremo” firmati da Michele Affidato

Sabato scorso, a Sanremo, si è svolta la finale di Area Sanremo, il contest dedicato ai talenti emergenti, e che mette in palio due posti per il 70esimo Festival di Sanremo, in programma dal4 all’8 febbraio 2020.

Agli otto vincitori, sono stati consegnati i premi realizzati dal Maestro orafo crotonese Michele Affidato che, da diversi anni, realizza i premi non solo per il concorso di Area Sanremo ma anche per il Festival dove, negli anni, ha realizzato opere assegnate ad artisti che hanno fatto la storia della musica italiana.

«Questo concorso – ha dichiarato il Maestro Affidato – apre nel migliore dei modi il Festival di Sanremo. L’energia, l’entusiasmo e la voglia di arrivare che si legge negli occhi di questi ragazzi alimenta la passione anche nel nostro lavoro. Ho avuto la fortuna di vedere all’opera tanti giovani emergenti, poi diventati artisti affermati e auguro ai finalisti di questa edizione che lo stesso valga anche per loro».

La giuria, che ha decretato i vincitori, era presieduta da Vittorio De Scalzi e facevano parte anche Teresa De Sio, Petra Magoni, Andy Bluvertigo e Gianni Testa.

Gli otto vincitori sono Arianna Manca con il brano Andarsi bene, Jacqueline Branciforte con Game over, Matteo Faustini Nel bene e nel male, il duo composto da Gabriella Martinelli e Lula Il gigante d’acciaio, Alessia Gerardi Atipica, Alex Leo A cuore fermo, Camilla Magli Eterno rosso e Andrea Risso detto Messya con T.S.O. (rkr)

In copertina, la foto di Antonio Raffaele.

CROTONE – Il convegno sull’emergenza socio sanitaria

Domani pomeriggio, a Crotone, alle 16.00, nell’Aula Consiliare del Comune, il convegno Emergenza socio sanitaria in Calabria… e a Crotone?

L’evento è stato organizzato da Cgil Area Vasta Catanzaro – Crotone – Vibo Valentia.

Presiede Francesco Grillo, segretario generale Area Vasta, relaziona Rino Scicchitano, segretario Area Vasta. Intervengono Gianni Dattilo, segretario generale Area Vasta, Ugo Pugliese, sindaco di Crotone, Francesco Masciari, direttore amministrativo ASP Crotone, Flora Sculco, consigliere Regionale Calabria, Raffaele Mammoliti, segretario Area Vasta, ed Elisabetta Barbuto, deputata. Conclude Alessandra Baldari, segretario Cgil Calabria. (rkr)

CROTONE – Al Teatro Apollo la storia de “La gazza ladra”

Uno spettacolo che ha regalato, agli spettatori del Teatro Apollo di Crotone, pura magia grazie alla maestria e all’eleganza dell’Astra Roma Ballet diretto da Diana Ferrara, che si è esibito nello spettacolo La gazza ladra.

Lo spettacolo fa parte degli appuntamenti della seconda edizione stagione concertistica L’Hera della Magna Grecia, organizzata dalla Società Beethoven A.c.a.m.

Le coreografie sono state firmate dal coreografo Paolo Arcangeli, impreziosite dalle videografie di Marco Schiavoni.


Liberamente tratta dal libretto originale di Gherardini, il coreografo si è concentrato sul personaggio di Ninetta, donna dotata di una grandissima forza d’animo, che per una serie di vicissitudini anche fortuite, mette a repentaglio la propria vita per proteggere la sua integrità e la sua famiglia.

Attraverso la costruzione di assiemi, soli, quartetti e duetti in continuo movimento, si è voluto rispettare il “senso” musicale del genio rossiniano, rappresentando una storia appassionante, con sfumature fresche, frizzanti ed accattivanti.

Sul palco, Giada PrimianoManuel CarboneGiorgia MontepaoneElio ZingarelliFausto PaparozziSimona NatillaKevin ArduiniAlessandro Scavello. (rkr)