CROTONE – Giornata contro la violenza di genere, la tavola rotonda “Il diritto a vivere”

Domani pomeriggio, alle 15, sulla piattaforma Teams, è in programma la tavola rotonda dal titolo Il diritto a vivere – Il lungo e difficoltoso cammino delle donne alla luce della recente normativa e delle azioni di politica sociale.

L’evento è stato organizzato dall’Ordine degli avvocati di Crotone in occasione della Giornata mondiale contro la violenza di genere ed è stato voluto fortemente dal presidente del Consiglio dell’Ordine Avvocato, Tommaso Vallone e dal Referente della Commissione Formazione e Cultura Consigliere Avvocato Caterina Marano è destinato ad analizzare più da vicino le ragioni che ancora oggi vedono la donna un soggetto vulnerabilizzato.

Al webinar prenderanno parte, oltre al Tenente Colonnello Gabriele Mambor, Comandante Provinciale Carabinieri di Crotone, anche l’avvocato Angela Maria De Renzo del Foro di Crotone, l’avvocato Filly Pollinzi, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Crotone, interverranno, inoltre, il Presidente del Comitato Pari Opportunità del Coa di Crotone avv. Teresa Battigaglia, il referente del Comitato Pari Opportunità, consigliere Flaviana Leonardi, il presidente dell’Aiga sez. di Crotone, avvocato Irene Trocino, il presidente del Circolo Protagora, avvocato Serafina Cavaliere, il presidente della Soroptimist di Crotone, dott.ssa Agnese Agostinacchio e il presidente dell’Associazione “Diversi ma uguali”, dott.ssa Alessia Sisca, tutte donne impegnate attivamente sul nostro territorio.

«La violenza sulle donne – si legge in una nota – è solo il polo estremo di un continuum di una cultura diffusa che si manifesta anche nell’incapacità di porre in essere azioni efficaci a supporto del genere femminile. Inasprire le pene non basta. I dati sulla attuale situazione lo dimostrano: la donna viene uccisa in modi diversi. Una politica sociale improntata a sostegno delle donne e della famiglia in generale, potrebbe rappresentare un passo avanti in questa direzione». (rkr)

CROTONE – Oltre 200 bambini della città hanno ‘adottato’ il proprio albero

Oltre duecento bambini della città di Crotone hanno “adottato” il proprio albero.

Tantissime infatti, le famiglie crotonesi che hanno deciso di aderire all’iniziativa lanciata dall’Assessorato al Verde Pubblico, scrivendo al sindaco Vincenzo Voce, che ha come finalità il sostegno ad un diritto fondamentali dei bambini: vivere in un ambiente sano dove la qualità della vita è strettamente legata a quella della natura.

Il sindaco ha risposto a tutti, ringraziandoli per la sensibilità dimostrata, soprattutto in questo particolare periodo per la città dove l’adesione assume anche un significato di ripresa e di speranza.

I bambini riceveranno l’attestato di adozione dell’albero personalizzato che l’amministrazione ha previsto allocare in un’unica area destinata a diventare un vero è proprio “giardino dei bambini di Crotone”.
Sono alberi ora piccoli come Mattia di appena pochi giorni o come Anna, che ha appena compiuto sei anni ma destinati a crescere, nel tempo, fino a quindici metri.
Crescere insieme ai bambini che potranno fra qualche anno, quando saranno anche loro genitori, portare i propri figli e mostrargli l’albero che avevano “adottato” da piccoli.
Gli alberi saranno numerati e personalizzati ed un cartello all’ingresso dell’area li identificherà con il nome del bambino.
Nelle prossime settimane, quando è previsto la piantumazione di altri alberi, l’amministrazione rilancerà l’iniziativa destinata sempre all’adozione degli alberi da parte dei bambini. (rkr)

 

CROTONE – Nasce il Movimento “Krotone Protagonista”

Ridare centralità al proprio territorio e lavorare per una Calabria nuova, per un crotonese diverso. È questa la missione di Krotone Protagonista, il movimento fatto «da persone libere, competenti nei loro diversi settori, un movimento che partendo dal basso intende recuperare il senso alto della politica, quello di servire il popolo e non che se ne serva».

Presieduto da Albino Elia, il movimento è nato a seguito dalla «necessità di portare avanti un progetto politico/culturale di rinascita che abbia ben chiara la propria filosofia e quindi missione e che riporti la città un tempo di Pitagora al centro dell’interesse e della governance della Regione».

«Un cammino – si legge in una nota – che prende forma e si concretizza secondo una linea culturale etico e politica, sorretta non da accordi a tavolino bensì da una condivisione nata, così come sta avvenendo, dalle esigenze dei territori e dalla consapevolezza della propria responsabilità nei confronti delle proprie comunità e della Calabria tutta. Un dialogo aperto con tutti coloro che intendono concorrere alla costruzione di un movimento politico/culturale lontano dalle caste, dai vecchi partiti centralisti e che si ritrovi nel principio dell’autonomia. “Fatto dalla gente per la gente” si fonda su tre principi: Politica, Etica, Competenze che incarnano valori e azione, Krotone protagonista è orientato, dunque, al bene comune e ha come fulcro la Costituzione».

«Libertà, legalità, benessere, future generazioni – ha dichiarato il presidente Elia – tradotto in estrema sintesi, il nostro programma sta in queste quattro parole e tutto ciò che ne segue: Dalle politiche istituzionali a quelle economico-sociali, dalle politiche per la famiglia ed il lavoro, all’educazione, sanità, giustizia, alle questioni ambientali e alle relazioni internazionali, altro non è se non la declinazione di quella cultura politica democratica e popolare che deve rimettersi all’opera. Il compito principale sarà quello del rigoroso impegno che assumiamo con il nostro movimento verso la nostra città, verso i territori di tutta la provincia, così come il nostro simbolo richiama».

«La risposta positiva che stiamo avendo dai tanti che si avvicinano al nostro movimento – ha aggiunto – ci incoraggia e ci impone di scendere in campo come garanti di un vero rinnovamento culturale e politico del nostro territorio e già a decorrere dalle ormai prossime elezioni regionali esprimeremo il nostro pieno supporto, proponendoci in prima linea accanto ad un candidato consigliere che sosterrà il nostro programma e nel rispetto della nostra autonomia». (rkr)

CROTONE – Verso variante piano regolatore e rilancio del Porto di Crotone

La Camera di Commercio di Crotone e la Consulta Marittima hanno organizzato un incontro tra le istituzioni locali, la rappresentanza parlamentare crotonese e l’Autorità Portuale per confrontarsi sulla tempistica per avviare la progettazione della variante del Piano regolatore del Porto di Crotone.

L’incontro, che è stato organizzato dopo aver appreso che l’Autorità Portuale di Gioia Tauro è legittimata a predisporre la variante del piano regolatore del Porto, ha visto la partecipazione del Presidente della Camera di Commercio di Crotone, Alfio Pugliese, del presidente della Consulta marittima, Francesco Lagani, il presidente Ance, Giovanni Mazzei, il segretario generale della Camera di Commercio di Crotone, dott. Angelo Caforio, il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, il vicesindaco Rosamaria Parise, l’assessore all’urbanistica, Ilario Sorgiovanni e l’assessore alle attività produttive, Luca Bossi.

Presenti anche, oltre al Commissario dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro, Andrea Agostinelli, accompagnato dal responsabile delle sedi periferiche, Giovanni Piccolo e la responsabile dell’ufficio legale avv. Simona Scarcella, le Parlamentari del Movimento 5 StelleElisabetta Barbuto e Margherita Corrado.

Aprendo i lavori, i presidenti ospiti hanno ricordato, preliminarmente, che la Camera di Commercio ha predisposto, cofinanziandolo con la stessa Autorità Portuale, un masterplan del porto che è stato presentato all’incirca un anno fa alla città, dopo essere stato pubblicato per consentire a chiunque lo avesse ritenuto di presentare osservazioni e rilievi.

Attualmente lo stesso piano è stato depositato presso il Ministero dei Trasporti per concorrere all’erogazione dei fondi Pac-Pon Infrastrutture e Reti 2014/2020 e potrebbe costituire una buona base per avviare i lavori di realizzazione della variante. La richiesta della Camera e della Consulta è stata semplice. Procedere ad avviare senza indugi l’elaborazione della variante per consentire l’inserimento della stessa nel novero di quelle progettazioni che potranno accedere ai finanziamenti previsti dal Recovery Fund.

Il commissario Agostinelli, nel precisare che la competenza dell’avvio della procedura per realizzare la variante ricade nella sfera di esclusiva pertinenza dell’Autorità Portuale, ha assunto l’impegno di procedere ad avviarla entro la fine dell’anno.

Moltissimi gli argomenti trattati: dalla necessità di collaudare la struttura di prima accoglienza dei crocieristi e dotarla di tutte le utenze per renderla fruibile alla demolizione della gru, di cui è in corso di accertamento la proprietà, dalla necessità di dragare il porto alla improrogabilità della sua bonifica essendo area Sin, nonché ulteriori emergenze contenute in un documento redatto in collaborazione con l’associazione operatori portuali e consegnata ai rappresentanti dell’Autorità Portuale.

Da parte sua il sindaco, come d’altronde tutti i partecipanti, ha dimostrato apprezzamento per l’impegno dell’Autorità Portuale riservando ogni azione di competenza del Comune per concorrere alla realizzazione della progettazione della variante in tempi rapidi. Una variante che consenta di superare un piano regolatore datato 1982 che risulta abbondantemente obsoleto e superato dalle variate esigenze degli operatori portuali in seguito ai mutamenti sociali ed economici della città degli ultimi decenni.

Tutti i partecipanti hanno convenuto sull’enorme tributo ambientale che il territorio ha già pagato e sta pagando, trovando necessario che il futuro strumento urbanistico del porto di Crotone rispetti criteri ambientali tipici di un porto green, smart and digital, come previsto nel Master plan.

Le parlamentari Barbuto e Corrado hanno, invece, hanno ribadito come la realizzazione della variante si renda più che mai necessaria anche per evitare, in assenza di un piano regolatore aggiornato, che l’infrastruttura portuale possa essere preda di iniziative imprenditoriali private che ne condizionino la natura e la vocazione pregiudicando il raggiungimento di benefici concreti per la collettività. Lavoro sinergico e bilancio positivo dell’incontro auspicando in tempi rapidi i primi risultati concreti, primo fra tutti il conferimento dell’incarico per la redazione della variante al piano regolatore portuale.

Così, unanimemente, si sono espressi i partecipanti al termine di una giornata proficua di lavoro e di confronto su un tema così delicato dalla quale parte il rilancio ed il riscatto di una infrastruttura che vanta una storia millenaria. (rkr)

CIRÓ MARINA – Telecamere per sorvegliare chi butta i rifiuti per strada

Un sistema di videosorveglianza a Cirò Marina per controllare chi butta i rifiuti in maniera indiscriminata per le vie: il controllo delle strade dovrebbe scoraggiare gli incivili. Era stato spento a causa del mancato rinnovo del contratto di manutenzione, ma a breve le telecamere torneranno a funzionare grazie al residuo di un finanziamento della scorsa estate destinato all’assunzione di vigili ausiliari part-time. A regime torneranno attive 60 telecamere per il ocntrollo della città. (rkr)

CROTONE – Il Comune lancia l’iniziativa ‘Adotta un albero’

Anche Crotone si appresta a celebrare la Giornata Nazionale degli Alberi, con una iniziativa che vede, tra le altre cose, protagonisti i bambini.

L’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Vincenzo Voce, procederà alla messa a dimora di centinaia di alberi ed essenze arboree in varie aree cittadine e, inoltre, lancia l’iniziativa Adotta un albero, con l’idea di “personalizzarli” dedicandoli ed “affidandoli” simbolicamente ai bambini della città.

Tra i diritti fondamentali dei bambini c’è anche quello di vivere in un ambiente sano dove la qualità della vita è strettamente legata a quella della natura. Gli alberi piantati dall’amministrazione, adottati dai bambini, cresceranno insieme a loro in un percorso di sensibilizzazione per tutti i cittadini finalizzato al rispetto e alla tutela del verde pubblico.
Tutti i genitori di bambini da 0 a 6 anni che ne faranno richiesta, riceveranno un attestato di “adozione” dell’albero “personalizzato” firmato dal sindaco, con i dati anagrafici del proprio bambino.
I cittadini interessati potranno fare richiesta all’Amministrazione Comunale per l’adozione dell’albero inviando una mail con i dati anagrafici del bambino all’indirizzo: uffcomunicazione@comune.crotone.it. (rkr)

CROTONE – L’assessore Carvelli: nel piano di trasporti urbano l’obiettivo è migliorare la funzionalità

Migliorare la funzionalità. È questo l’obiettivo del nuovo piano di trasporto urbano per la città di Crotone, a cui stanno lavorando Ugo Carvelli, assessore ai Lavori Pubblici con il prof. Giuseppe Guido, dell’Unical e l’ing. Vincenzo Gallelli, dello spin off Somos.

I tre, infatti, si sono incontrati in videoconferenza, con la partecipazione del dirigente del settore, Salvatore Gangemi e il funzionario Domenico Vulcano e, nel corso di questa, l’assessore Carvelli ha focalizzato l’attenzione sulla esigenza di modulare il piano rispetto alle esigenze che vengono dalla cittadinanza al fine di ottimizzare un servizio fondamentale e di interesse diffuso.

In particolare, raccogliendo anche quanto espresso da fasce della popolazione, l’assessore Carvelli ha chiesto che il piano preveda uno specifico intervento sui collegamenti tra le zone periferiche ed il centro, aumentandone la frequenza e una modulazione delle fasce orarie di accesso al servizio che sia funzionale all’utenza stessa. (rkr)

 

CROTONE – I disegni dei bambini donati a chi combatte in prima linea contro il covid

È una bella iniziativa, quella dell’Associazione Uni.Nidi.Kr, costituita dalle attività che erogano servizi educativi per l’infanzia sul territorio di Crotone, che vede protagonisti i bambini dell’asilo nido «pronti a dare il loro contributo speciale nella battaglia contro il Coronavirus».

Guidati dalle educatrici i bambini hanno preparato cartelloni e disegni che verranno donati a chi in prima linea sta combattendo la battaglia contro il Coronavirus, medici, infermieri, Oss e a tutti quelli che sono ricoverati nel reparto dell’Ospedale S. Giovanni Di Dio.

E, così, le manine colorate e stampate sui fogli accanto alle parole vita e speranza diventano le mani che vorrebbero tornare a stringere e ad abbracciare. Attraverso la spontaneità della loro fantasia questi disegni sono carezze per chi in questo momento lotta in trincea o in un letto d’ospedale.
Un modo per dire: noi siamo con voi, per dire di non arrendersi perché questa battaglia è anche per garantire proprio ai più piccoli un futuro più sereno. (rkr)

 

 

CROTONE – Priorità assoluta per progetto bonifica del Castello Carlo V

Il progetto di bonifica del Castello-fortezza Carlo V avrà, da parte della Soprintendenza che ne cura l’attuazione, priorità assoluta in quanto lo stesso direttore del segretariato regionale del Mibact, Salvatore Patamia, ha ritenuto essere, nella sua esecuzione, della massima urgenza.

La notizia è emersa nel corso di una riunione sul tema della valorizzazione del sistema ambientale, turistico e culturale di Crotone al quale hanno preso parte con il sindaco Vincenzo Voce e gli assessori alla Cultura, Rachele Via e all’Urbanistica, Ilario Sorgiovanni e la dirigente del settore Urbanistica Comunale, Elisabetta Dominijanni, il presidente f.f. della Regione, Nino Spirlì e il dott. Salvatore Patamia del Mibact.

Riunione che si è ampliata anche sul progetto Antica Kroton, del quale sia il sindaco Vincenzo Voce che gli assessori hanno evidenziato l’importanza strategica ma anche la necessità di una rimodulazione al fine di accrescerne la ricaduta socio – culturale ed economica sul territorio.
Anche dal presidente Spirlì sono arrivate parole rilevanti sul progetto, che ha considerato una opportunità non solo per Crotone ma per l’intera Calabria, concordando sulla necessità di rimodulare il progetto al fine di poter rendere al meglio le sue peculiarità.
Si accelera, dunque, attraverso la condivisione istituzionale, il percorso sul quale è concentrato il lavoro e l’impegno dell’amministrazione Comunale. (rkr)

CROTONE – La Camera di Commercio chiede di accelerare sul Piano regolatore del Porto

La Camera di Commercio di Crotone ha chiesto, dopo il via libera del Ministero, di accelerare sulla variante al Piano regolatore del Porto di Crotone.

«Non essendovi più dubbi interpretativi, è necessario approvare tempestivamente la variante al piano regolatore del porto di Crotone, al fine di portare avanti le azioni a vantaggio della valorizzazione di tale importante infrastruttura senza alcuna esitazione» hanno sostenuto il presidente della Consulta marittima, Francesco Lagani, supportato dal Commissario Assonautica Crotone, Alfio Pugliese, dopo aver ricevuto da Roberto Traversi, sottosegretario alle infrastrutture e trasporti, il parere dell’Ufficio legislativo del Ministero.

Nel parere, infatti, si legge che «sebbene  l’Autorità di Gioia Tauro sia commissariata, senza soluzione di continuità, dal 2015, ovvero in data antecedente all’entrata in vigore del D.lgs. 169/2016, gli organi delle soppresse Autorità portuali restano in carica sino all’insediamento dei nuovi organi delle AdSP e, ai fini delle varianti al Piano regolatore portuale, è sufficiente l’istituzione dell’Autorità portuale di sistema ancorché non vi sia stato l’insediamento dei nuovi organi. Inoltre, il Porto di Crotone è già ricompreso nell’area di competenza dell’Autorità di Sistema».

Il parere al Mit era stato richiesto dalla Camera di commercio di Crotone nell’ambito delle attività della Consulta marittima, presieduta dal Consigliere camerale con delega alle infrastrutture Francesco Lagani. (rkr)