BELVEDERE SPINELLO (KR) – Con le Giornate Fai si riscopre il Santuario della Madonna della Scala

Belvedere Spinello ha riscoperto la storia e la bellezza del Santuario della Madonna della Scala, resa possibile grazie alle Giornate Fai d’Autunno per le Scuole e all’iniziativa fortemente voluta dalla professoressa Teresa Amoruso, dal parroco Don Vincenzo Scerbo e dall’organizzazione di volontariato Pro Santuario Madonna della Scala.

Organizzatori del gruppo Fai, i docenti del Liceo Classico Teresa Amoruso, Angelina Chiaranza, Caterina Curto e Alfonsina Macrì.

L’iniziativa, infatti, ha visto il coinvolgimento di 75 studenti tra il Liceo Classico “Diodato Borrelli” di Santa Severina, la quinta classe dell’Istituto Comprensivo “Cicco Simonetta” di Caccuri e la terza classe del plesso di Belvedere Spinello che hanno illustrato ai visitatori la struttura della chiesa, il suo posizionamento, il luogo panoramico, ma anche la leggenda riguardante la Madonna.

I piccoli ciceroni hanno poi condotto gli ospiti nei pressi del vicino pozzo, per giungere nella parte inferiore della grotta e delle cellette, fino al romitorio, vero e proprio elemento di raccordo con i paesi limitrofi. Infine, un elemento divenuto iconico: la maestosa quercia secolare posta nei pressi della chiesa, punto di partenza per una più ampia illustrazione della fauna e della flora locale.

L’importanza del luogo è stata messa in risalto dai preparatissimi ciceroni, che con modi affabili e gentili hanno accompagnato i visitatori lungo l’itinerario rispondendo a domande e curiosità. Ad impreziosire l’evento, la partecipazione da remoto della docente universitaria Alfonsina Bellio, in collegamento da Parigi, che ha arricchito l’esposizione con le sue conoscenze e competenze.

Soddisfatti i visitatori, che sono rimasti affascinati dal santuario: la struttura del XVIII secolo, costruita interamente in pietra locale, è stata ristrutturata grazie al contributo del Glen Cove Ny, oltre che con l’aiuto dei cittadini, delle amministrazioni comunali e dei comitati. Coinvolti oltre 200 studenti provenienti dall’istituto tecnico tecnologico Malafarina di Soverato e dagli istituti comprensivi di Verzino, Roccabernarda e Caccuri, con rappresentanze da Umbriatico, Castelsilano e Belvedere Spinello, oltre ovviamente a turisti e curiosi giunti da tutta la provincia.

L’evento – svoltosi nel pieno rispetto delle norme anti contagio – ha permesso di riaccendere i riflettori sull’incantevole meta di pellegrinaggio, valorizzata grazie al Fai, all’impegno dei docenti e degli alunni ed al lavoro dell’organizzazione Pro Santuario Madonna della Scala(rkr)

CIRÒ (KR) – Il Cirò Wine Music Festival

Domani pomeriggio, a Cirò, Al Polo Museale, è in programma il Cirò Wine Art Festival, organizzato dalla Pro Loco Cirò in collaborazione con l’Associazione Vivavisione e il patrocinio del Comune.

Si parte, alle 18, con Radici, dove Giuseppe Define racconta gli allestimenti di Arte contadina presenti al Museo, mentre alle 18.30, il concerto in acustica di Emilio Spataro and band, con brani inediti.

Alle 19.30, il gioco del Sommelier (vino Veritas), con la degustazione di cinque vini alla cieca. A chiudere la serata, aperitivo con vini doc Cirò e prodotti tipici del territorio. (rkr)

CROTONE – Primo incontro per istituire il Distretto Turistico Crotonese

Si è svolto, a Crotone, il primo incontro per l’istituzione del Distretto Turistico Crotonese, uno degli strumenti di governance che vede gli Enti Locali, gli operatori privati, gli enti e le associazioni protagonisti dello sviluppo turistico dei propri territori.

All’incontro, coordinato dall’assessore al Turismo Luca Bossi, hanno partecipato il consigliere comunale Santo Facino, tra i promotori dell’iniziativa, con altri consiglieri comunali, il dirigente del settore Francesco Marano, hanno partecipato enti e associazioni di settore.

Considerata l’importanza strategica del turismo e le peculiarità del territorio provinciale, si è inteso gettare le basi per la costituzione del Distretto crotonese attraverso la creazione di una rete turistica locale finalizzata a sviluppare relazioni più efficienti tra i vari attori del settore per rafforzare l’offerta locale e creare una filiera turistica. Il Distretto si propone di migliorare la qualità del servizio turistico ed allo stesso tempo valorizzare l’identità del territorio e la riconoscibilità dello stesso quale “territorio turistico”.
Il Distretto consente di aumentare la competitività del territorio della provincia di Crotone, qualificare il sistema dell’offerta turistica anche valorizzando le aree e le risorse, coinvolgendo appieno gli attori locali.
Ulteriori incontri sono previsti nelle prossime settimane, al fine di pervenire alla costituzione del Distretto anche alla luce delle normative nazionali e regionali che favoriscono l’integrazione delle politiche del turismo territoriali. (rkr)

SANTA SEVERINA (KR) – Le opere del Maestro Pasquale Santoro nella Casa dell’Arte e al Museo Contemporaneo

di ANTONIO LOIACONO Tra le “suggestioni bizantine e normanne” di uno dei borghi più belli d’Italia, anche le opere del maestro Pasquale Santoro trovano la giusta collocazione! 

Siamo a Santa Severina, nella provincia fondata dagli Achei, dove il dinamismo culturale è la forza motrice che caratterizza i suoi abitanti e Bruno Cortese ne è il suo perfetto anfitrione! 

È proprio su invito di quest’ultimo che Pasquale Santoro ha “trasferito”, momentaneamente, alcune sue sculture lignee nella “Casa dell’Arte” e nel Museo Contemporaneo di Santa Severina. In una sorta di “link” storico-ecclesiastico, Scala Coeli ristabilisce il cordone ombelicale con il quale, per decenni, è rimasta legata all’antica Siberene!

Genio musicale, Einstein del pentagramma, Pasquale Santoro prende sottobraccio scultura e disegno per presentarli al mondo. Nato a Scala Coeli (paese nel quale risiede) Santoro esegue i suoi primi solfeggi nella locale Banda Musicale “G. Verdi” nella quale diventerà negli anni il Maestro, dopo aver conseguito il Diploma presso il Conservatorio di Musica “S. Giacomantonio” in Cosenza. 

Eclettico, sui generis, s’innamora dell’arte tout court ed eccolo oggi realizzare sculture e disegni. Diventa anche fine liutaio, tant’è che realizza antichi strumenti: lira calabrese, la “ciaramella”, ecc. Molto interessante è la tecnica che il Maestro Pasquale Santoro usa per i suoi “quadri”: la pirografia. Dal greco antico “scrittura col fuoco”, è una tecnica d’incisione per mezzo di una fonte di calore, su legno, cuoio, sughero o altra superficie. In poche parole un moderno artista d’altri tempi!

Oggi la sua arte sembra essersi concentrata sulle sculture che Santoro ricava dalle radici e dai tronchi spezzati di ulivo, quercia, ecc. Volti e scene che si “affacciano” dai legni e che grazie alle sagge scalpellature di Pasquale Santoro, ritornano a vivere di nuova vita trovando sicuro rifugio, prima nel “catoio” del maestro, trasformatosi in un vero e proprio “atelier d’art” ed oggi, insieme ad opere provenienti da ogni parte d’Italia, tra le austere mura dei palazzi di Santa Severina. (al)

In copertina, Pasquale Santoro e Bruno Cortese

CROTONE – La sottosegretaria Nesci incontra il Questore

La sottosegretaria per il Sud, Dalila Nesci, ha incontrato il Questore di Crotone, Marco Giambra, per discutere degli interventi per la sicurezza e il contrasto ai fenomeni criminali.

In particolare, si è discusso della proposta di istituire un commissariato di Polizia a Cirò Marina.

«Il commissariato rappresenta un presidio di legalità estremamente prezioso per i territori» ha dichiarato Nesci.

«Nell’area del Cirotano – ha aggiunto – è particolarmente necessario incrementare la pubblica sicurezza per garantire il controllo del territorio e il supporto amministrativo fornito degli uffici. Ringrazio le Forze di Polizia e l’Arma dei Carabinieri per il loro encomiabile lavoro e continuo a seguire con molta attenzione queso tema».

La Sottosegretaria Nesci porterà dunque avanti l’istanza dei sindaci sull’istituzione del Commissariato a Cirò Marina «con il supporto attento e puntuale del Prefetto, Maria Carolina Ippolito». (rkr)

CROTONE – Carmen Carceo è coordinatrice provinciale di Coraggio Italia

Importante incarico per Carmen Carceo, che è stata nominata coordinatrice della Provincia di Crotone di Coraggio Italia.

«È una notizia che mi riempie di orgoglio e soddisfazione – ha dichiarato –. Ringrazio, dunque, il Comitato di Presidenza di ‘Coraggio Italia’, composto dal Presidente Luigi Brugnaro e dai Vicepresidenti Giovanni Toti, Marco Marin e Gaetano Quagliariello, per la fiducia riposta nei miei confronti che, si d’ora, mi impegno di onorare con forte senso di appartenenza, dovere e responsabilità».

La nomina di Carmen Carceo, unitamente a quella del coordinatore e vice coordinatori regionali, dei coordinatori provinciali e del responsabile del tesseramento, appare come una investitura di spessore, proiettata verso l’avvio di un nuovo percorso politico, personale e territoriale.

«L’ascesa rapida di ‘Coraggio Italia’ – ha sottolineato ancora la neo coordinatrice – è stata una piacevole sorpresa per noi candidati e per i sostenitori dell’ultima tornata elettorale. Il mio obiettivo sarà quello di mettere al centro il dibattito politico con i giovani, perché rappresentano la vera motrice dell’avvenire. Sarà questa l’ardua sfida che mi sono prefissata di affrontare».

«Sono convinta – ha proseguito – che, per poter effettuare una metamorfosi dell’attuale modo di fare politica, bisogna creare coscienze critiche, offrendo la possibilità ai giovani e giovanissimi di socializzare i loro progetti, le loro idee, le loro titubanze. Si deve lavorare per loro e con loro. È giunto il momento di fargli conoscere un mondo politico che per troppo tempo è stato ed è tutt’ora reputato solo un “macro compromesso».

La Carceo, inoltre, non nasconde di voler evidenziare «a gran voce che ho scelto di candidarmi con ‘Coraggio Italia’ perché rappresenta la strada da perseguire, se davvero si vuole riscattare un territorio che da anni è caduto nel baratro del dimenticatoio e se seriamente si intende costruire una nuova classe dirigente “fresca”, competente e talentuosa. Non è un modo di disconoscere il passato, ma è un ripartire da ciò che del passato non si condivide».

Poi conclude con uno sguardo d’insieme: «È questa l’occasione giusta per augurare all’intero gruppo regionale di ‘Coraggio Italia’ buon lavoro». (rkr)

CROTONE – Successo per l’iniziativa “RitorniAmo a Parco Tellini”

Grande successo, a Crotone, per l’iniziativa RitorniAmo a Parco Tellini, organizzata dall’Associazione IoResto con il sostegno del Comune di Crotone e la collaborazione di Akrea in occasione della Giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia.

Lo storico luogo questa mattina è stato palcoscenico di eventi di musica, sport, giochi ai quali hanno partecipato tanti bambini tra cui gli alunni della scuola “Principe di Piemonte” che hanno contribuito ad animare la giornata.
Con i componenti dell’associazione #ioresto presieduta da Gianni Pitingolo, hanno partecipato all’evento gli assessori Filly Pollinzi e Natale Filiberto e la consigliera comunale Antonella Passalacqua.
Presente anche il campione crotonese Tobia Loriga che recentemente ha lanciato il guanto di sfida per il titolo italiano dei pesi welter.
Sono stati allestiti campi di pallavolo e calcio che hanno visto protagonisti i bambini. Ma anche musica non solo irradiata dagli altoparlanti in tutto il percorso ma anche eseguita dal vivo dagli alunni della Principe di Piemonte.
E l’esposizione delle foto della Crotone antica la cui storia è stata illustrata ai partecipanti dagli stessi bambini della scuola.
Una giornata di festa in cui i cittadini ed i bambini in particolare hanno ripreso possesso di un’area storica e suggestiva della città di Crotone ma durante la quale si è anche posto l’accento sui temi della giornata: la tutela dei bambini ed il rispetto dei loro diritti. (rkr)

PETILIA POLICASTRO (KR) – Giornata contro violenza sulle donne, l’iniziativa di Progetto di Vita

Il 25 novembre, a Petilia Policastro, alle 10, nella sala convegni dell’Hotel Ristorante “La Gamma d’oro”, è in programma una iniziativa organizzata da Progetto di Vita in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne.

Intervengono Simone Saporito, sindaco di Petilia Policastro, Marisa Garofalo, sorella di Lea Garofalo, Rosario Sergi, sindaco di Platì, Domenico Giorgi, presidente del Consiglio comunale di San Luca, Innocenza Starace, avvocato del Foro di Foggia e autrice del libro Non ce lo dire a nessuno – Diario dell’avvocato Giusy di PotenzaPaolo De Chiara, giornalista e direttore di WorldNews, autore del libro Il coraggio di dire no. Lea Garofalo, la fimmina che sfidò la schifosa ‘ndrangheta.

E ancora, Adriana Colacicco, co-fondatrice del Progetto di Vita e Gerardo Gatti, co-fondatore del progetto di Vita. (rkr)

CROTONE – Il 26 l’incontro su “Dante e la medicina, un rapporto privilegiato”

Il 26 novembre, a Crotone, alle 18, nel Comitato di Crotone della Società Dante Alighieri, è in programma l’incontro su Dante e la medicina, un rapporto privilegiato organizzato dalla Società Dante Alighieri – Comitato di Crotone insieme all’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria.

Introduce Antonella Cosentino, presidente Società Dante Alighieri Comitato di Crotone. Relaziona Francesco Lopez Ph.D. Università di Pisa. (rkr)