TROPEA – Venerdì il Premio Mare Pulito “Bruno Giordano”

Venerdì 25 settembre, a Tropea, alle 18.00, alla Torretta del Porto, la cerimonia di premiazione del Premio Mare Pulito “Bruno Giordano”.

Il prestigioso riconoscimento, che premia le buone pratiche ambientali messe in atto da amministrazioni ed enti pubblici, è istituito dall’omonima Associazione intitolata al compianto magistrato, già procuratore della Repubblica di Vibo Valentia, e guidata dalla moglie Francesca Mirabelli.

Si parte con i saluti di Giovanni Macrì, sindaco di Tropea. Intervengono Antonio Ranieri, capitano di vascello direzione marittima Calabria e Basilicata e comandante porto di Reggio Calabria, Claudio Mazza, presidente Fee Italia – Bandiere Blu, Jole Santelli, presidente della Regione Calabria, Domenico Pappaterra, direttore Arpacal, Francesca Mirabelli, fondatrice Associazione Mare Pulito “Bruno GIordano”.

Ospite della serata, Giovanni Pettorino, comandante Generle del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, che cosegnerà il Premio al Comune prescelto.

La targa è realizzato dal Maestro orafo Santo Naccarato(rvv)

VIBO VALENTIA – S’inaugura la nuova sede della Confartigianato

Nuova sede per la Confartigianato a Vibo Valentia: l’inaugurazione è prevista alle 10.30 di mercoledì 23 settembre in via Dante Alighieri (Palazzo Master) alla presenza del vice presidente nazionale Confartigianato Filippo Ribisi, i vertici provinciali e regionali e gli artigiani associati.

«Riapriamo la sede di Confartigianato Vibo Valentia dopo alcuni mesi di fermo legato alla riorganizzazione interna dell’Associazione – afferma la presidente, Tina Soriano -. La sede di Confartigianato è il punto di riferimento degli artigiani e non solo, ai quali vogliamo tornare ad offrire il nostro pieno sostegno e supporto per la crescita e la promozione delle imprese e del territorio. Sono molto felice dell’obiettivo raggiunto e vi aspetto in Associazione. Ringrazio la dottoressa Romeo per la preziosa collaborazione prestata». (rvv)

PIZZO (VV) – Terminati i lavori del Palazzo dell’Arte e del Teatro

A Pizzo, sono terminati i lavori del Palazzo dell’Arte e del Teatro, la nuova struttura che sarà un innovativo spazio culturale in cui saranno ospitati convegni, mostre e attività teatrali.

La struttura, finanziata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è stata progettata da Francesco Gangemi, che si è augurato che «questa nuova struttura sia per Pizzo il centro di una nuova rinascita socio-culturale», e che «Pizzo, per ripartire, ha bisogno anche di buone e belle architetture, e noi ce l’abbiamo messa tutta».

«Siamo partiti da un vecchio progetto approvato circa dieci anni fa – ha spiegato Gangemi – e realizzato con nuove scelte tecnico-funzionali che hanno portato ad una maggiore funzionalità dell’immobile e alla semplificazione della struttura portante, una maggiore sicurezza sismica, un maggior confort ambientale, una minimizzazione di consumo energetico senza rinunciare all’aspetto estetico».

E a sancire la fine dei lavori, la visita del vicepresidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, accompagnato dal commissario del comune di Pizzo, Antonio Reppucci, e dagli storici locali Pacifico e Foca, e dal progettista Francesco Gangemi.

«Si consegna – ha scritto su Facebook Francesco Barbalace, direttore dei lavori – alla comunità pizzitana un’opera importante per la vita socio-culturale della nostra Città, con la speranza che possa promuovere tanta arte e cultura necessaria al progresso della nostra bella Pizzo». (rvv)

VIBO – A Piazza Municipio arriva la ruota panoramica

Arriva, il prossimo fine settimana, a Vibo Valentia, la Grande ruota panoramica. L’attrazione, che sarà installata a Piazza Municipio per più di un mese, è di 30 metri con 20 cabine e una portata di 21 persone per ogni giro.

Una iniziativa dell’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Maria Limardo, e che «sarà un’attrattiva per tutti e costituirà sicuro richiamo per tutto l’ hinterland». (rvv)

TROPEA – In città riecheggiano i “Ritmi dal Sud”

In una Piazza Vittorio Veneto messa a nuovo, con un pubblico ricco di entusiasmo, a Tropea è andata in scena l’ottava edizione di Culture a Confronto, un appuntamento atteso organizzato dall’Associazione Culture a Confronto che non finisce mai di incantare.

Tante le emozioni in gioco che, intrecciandosi tra di loro, hanno dato vita a tre ore di spettacolo che é stato non solo musicale.

Palpabile l’emozione di Andrea Addolorato, da cui tutto è nato nel 2013 quasi per gioco, presidente del Gruppo Folklorico Città di Tropea e di Culture a Confronto nonché Consigliere Nazionale della Fitp, la Federazione Italiana delle Tradizioni Popolari, rappresentata, nella serata tropeana, anche dal presidente Regionale Marcello Perroni, dalla presidente Provinciale di Vibo, Maria Carmela Crisafio e da Franco Megna, componente della Federazione Nazionale.

Culture a confronto

Il presidente di Culture a Confronto ha svelato le difficoltà del momento sconfitte dalla passione profonda per il folklore, anima di ogni popolo, che custodisce e diffonde tradizioni, miti, leggende, credenze, musiche e canti per impedire che il tempo stenda il velo dell’oblio cagionando l’omologazione che ostacola l’incontro tra culture fatto di dialogo tra identità diverse.

Il senso del messaggio di speranza e fiducia è stato colto dal pubblico che ha partecipato sentendosi protagonista. L’operazione, non facile, è perfettamente riuscita grazie all’abilità di tutti i magnifici artisti che si sono esibiti con un impegno eccezionale. 

A salire sul luminosissimo palco i Cantustrittu, l’Etnica Ditirambo, il Tamburellista Giancarlo Paglialunga e i Parafoné che hanno rappresentato rispettivamente la Sicilia, la Campania, la Puglia e la Calabria. Quattro volti diversi di un’identica grande passione narrata con  i suoni e le armonie del Sud anche grazie a strumenti antichi come la zampogna, il friscalettu, il marranzano e il tamburello che tra le mani degli strepitosi musicisti  hanno evidenziato la loro estrema versatilità.

«Le parole sono insufficienti a esprimere le emozioni che il Concerto ‘Ritmi del Sud’ ha suscitato unanimemente – ha osservato il sindaco Giovanni Macrì – Culture a Confronto, anche in quest’edizione straordinaria, anzi soprattutto, ha colpito nel segno riuscendo a lanciare appelli importanti condivisi dall’Amministrazione che ho l’onore di guidare, il successo strepitoso conseguito dimostra, infatti, che anche la meta più ambiziosa può essere conquistata se si opera con ferma volontà e dedizione assoluta e sottolinea, se mai ce ne fosse bisogno, il respiro universale della nostra Città che, grazie alla sua storia costruita nell’oggi in continuità col passato, è aperta all’accoglienza, al confronto e all’incontro tra popoli; il mare, il nostro meraviglioso mare, ce l’ha insegnato e le Genti Tropeane portano questo sigillo nel loro Dna, ecco perché Culture a Confronto é parte del patrimonio di Tropea e come tale é un punto di forza del Dossier di Candidatura a Capitale Italiana della Cultura 2022. Grazie ad Andrea Addolorato e a tutta la Famiglia, tropeana e non, di Culture a Confronto».

I Grandi in concerto, coordinati dal bravissimo Domenico Gareri, conduttore storico del Festival, sono stati travolgenti e non solo per la bravura tecnica quanto per la grande passione che ha animato tutti in assoluto Spirito di Servizio.

Dai loro sguardi, dalla loro voce, dai loro corpi emanava un’energia potente che ha contagiato, senza eccezioni, gli spettatori. Le provocazioni sono state prontamente raccolte  e tutti, proprio tutti abbiamo accettato di ritmare i brani con le mani o gridando a squarciagola: Zumpa Ninella, Ninella Ninà, Zumpa Ninella, Ricciutella lariulà

Una Piazza bellissima che ha meritato una grande promessa da Franco Megna della Fitp nazionale :«Dobbiamo molto a Tropea e ritorneremo con un evento grandioso!».

Indimenticabile concerto quello di Culture a Confronto, che ha dimostrato la veridicità di uno degli slogan ben auguranti stampati sul petto dei soci del Gruppo Folk Città di Tropea: «La Speranza conduce più lontano della paura!». (rvv)

 

 

TROPEA – La consegna delle ‘Civiche Benemerenze”

Oggi, a Tropea, alle 18.30, nel cortile del Palazzo Episcopale, la solenne cerimonia di consegna delle Civiche Benemerenze.

Un riconoscimento istituito dall’Amministrazione comunale di Tropea, guidata dal sindaco Giovanni Macrì, con delibera del Consiglio comunale, n. 7 del 21 febbraio 2019, che vuole rimarcare il «valore di Chi, con opere concrete nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, del lavoro, della scuola, dello sport, con iniziative di forte valenza sociale, con azioni di collaborazione alle attività della pubblica amministrazione, con atti di coraggio e di abnegazione personale abbiano promosso Tropea valorizzandone il prestigio con le personali virtù e il proprio servizio».

«Ogni anno – si legge in una nota dell’Amministrazione comunale – possono essere distribuiti fino a un massimo di quattro attestati di Civica Benemerenza e una Medaglia d’Oro, quest’ultima, massima onorificenza, seconda solo alla grande Medaglia d’Oro prevista per casi del tutto eccezionali, viene destinata a personalità di altissimo rilievo diffusamente stimate».

«Crediamo molto – prosegue la nota – in questa iniziativa perché è attraverso la diligenza quotidiana e costante di tanti che si realizzano grandi traguardi e tutti coloro che si prodigano in questa direzione vanno gratificati. Occorre essere cittadini responsabili a prescindere da premi e riconoscimenti ma è anche vero che sottolineare la profusione di cura a vantaggio della Comunità, proponendola come modello apprezzabile, è vantaggioso e doveroso per tracciare i percorsi corretti da seguire e per donare una piccola gioia a chi la merita».

La grande medaglia d’oro, infine, è stata realizzata dal Maestro orafo Michele Affidato, che ne ha fatto dono al Comune di Tropea. (rrv)

TROPEA – Un successo il concerto di Beneficenza e il Premio “Calabria&America”

A Tropea, alla Arti Grafiche Romano, si è svolto, con successo, il concerto di Beneficenza organizzato dal Rotary Club Nicotera Medma unitamente a quello di Tropea, e con la collaborazione dei rispettivi Interact e Rotaract.

Una serata, dunque, organizzata nell’ambito della 23esima edizione del Premio La Città del Sole per i Calabresi di Calabria, che ha visto esibirsi gli oltre 50 ragazzi che compongono l’Orchestra di Flauti di Laureana di Borrello, diretta dal Maestro Maurizio Managò, che ha incantato il pubblico con pezzi italiani e non, facendo sognare le diverse generazioni presenti.

Dopo i saluti dei presidenti Giuseppe e Mario Romano dei Rotary Club di Tropea e Nicotera Medma e di Franco Fruci, presidente dell’Associazione che ha dato vita all’orchestra giovanile, la platea è stata inebriata di un turbinio di suoni e musica di altri tempi.

Durante la manifestazione sono stati anche premiati: la Apga, Associazione comprendente i gelatai e pasticceri calabresi, per la sempre dimostrata solidarietà e lo spirito di collaborazione che ha consentito alla stessa di partecipare ad importati eventi, anche nazionali, per far conoscere e valorizzare i prodotti tipici locali, e l’O.P. Spagnolo per le medesime ragioni e per aver creato un gruppo di lavoro di rilevante importanza per la Calabria, specialmente in relazione alla formazione di tanti giovani ed all’inserimento nei mercati internazionali di prodotti di alta qualità.

Inoltre, nel corso della serata, è stato consegnato il prestigioso riconoscimento “Calabria&America”, giunto alla sua 23esima edizione, portato avanti nel mondo dal Maestro Mimmo Morogallo, denominato il pittore con la valigia, avendo girato il mondo per valorizzare luoghi e culture calabresi, alla famiglia Romano, titolare delle Arti Grafiche.

A ritirare il premio Mario e Carlo Romano e Agostina Toraldo, consegnato dal residente del Rotary Club di Tropea Giuseppe Romano e del Past Governor Pasquale Verre.

Quest’ultimo, nel concludere e nel complimentarsi per la splendida serata, ha proposto che l’orchestra di Laureana di Borrello possa divenire quella del costituendo Distretto 2102, essendo un esempio di coniugazione di attività formativa e di sostegno solidale.

Giacomo Saccomanno, organizzatore e conduttore della serata, nel ringraziare tutti i presenti e maggiormente gli oltre 15 Rotary Club rappresentati e la famiglia Romano, si è augurato che iniziative del genere possano diventare un momento di unione e di azione partecipativa di tutto il futuro distretto calabrese, che dovrà sforzarsi a migliorare la qualità ed a collaborare in tutte quelle manifestazione che potranno arricchire fortemente i territori. (rvv)

PIZZO (VV) – Al via il Campus teatrale “Percorsi – L’Accademia dei Lunanzi”

Dal 5 al 12 settembre, Pizzo, al Country Resort, ospiterà il campus teatrale Percorsi – L’Accademia dei Lunanzi, un progetto di Officine Buone in collaborazione con Gruppo Callipo e il finanziamento della Regione Calabria e il patrocinio del Comune di Pizzo.

«Un progetto – ha spiegato Ugo Vivone, fondatore di Officine Buone – che innova il concetto di “guida turistica” e lo trasforma in un “turismo esperienziale”, modalità sempre più efficace per conoscere al meglio la vera essenza dei luoghi. Abbiamo unito in questo progetto due eccellenze del territorio calabrese: il gruppo Callipo, da sempre vicino alla nostra missione, e la bellezza dei luoghi di Pizzo, che saranno raccontati in maniera innovativa da Lunanzio, un personaggio di fantasia che guiderà gli attori coinvolti e il pubblico alla scoperta dei luoghi».

Il Gruppo Callipo, invece, ha definito il progetto «uno dei modi migliori per investire sul territorio, favorendone la crescita culturale visto che gli spettacoli sono stati scritti ad hoc ed interpretati raccontando delle storie che si svolgono proprio nelle vie, vicoli e piazze del centro, realizzando così un teatro di strada di alto livello e un intrattenimento coinvolgente, divertente e innovativo».

«Ci auguriamo – ha dichiarato Pippo Callipo – che questo nuovo progetto di Officine Buone diventi un appuntamento fisso nella nostra regione, volto a far scoprire posti unici e tradizioni antiche».

Per una settimana, dunque, dieci attori, under 35 e provenienti da tutta Italia, seguiranno un percorso formativo teatrale diretto dall’attore Loris Fabiani.

L’ultimo giorno di campus, invece, andranno in scena una serie di spettacoli itineranti nel centro storico di Pizzo, a Piazza della Repubblica. (rvv)

TROPEA – Sabato l’evento “Piazze Letterarie”

Sabato 5 settembre, a Tropea, alle 21.00, al Largo Antiche Sedile, la terza edizione di Piazze Letterarie, organizzato dall’Associazione storico culturale Libertas.

A causa delle restrizioni normative questa edizione non vedrà la partecipazione di molti autori calabresi disposti nei larghi e nelle piazzette del centro storico di Tropea, e l’appuntamento si articolerà con la presentazione di due libri: A un metro da voi di Daniela RabiaIn media stat virus di Massimiliano Capalbo.

Presenterà i due libri Angela Vatrano, Capo Struttura del Dipartimento Turismo della Regione Calabria e interverrà Emanuele Bertucci, della Mediano Editore.

La serata sarà impreziosita dall’intermezzo musicale del chitarrista classico Andrea Cuturello(rvv)

ACQUARO (VV) – Un successo “Vicoli in Arte”

Successo, ad Acquaro, per Vicoli in Arte, la manifestazione organizzata dalla Pro Loco di Acquaro, guidata da Giuseppe Esposito, in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

All’iniziativa hanno partecipato 23 artisti tra pittori, scultori, fotografi, artigiani, tutti acquaresi, che «con le loro opere hanno reso i vicoli di Acquaro un museo a cielo aperto» si legge sulla pagina Facebook della Pro Loco.

Soddisfatto il presidente Esposito: «sono transitate 300 persone – ha dichiarato a Il Vibonese – nell’intera giornata dell’evento, e quali oltre a dialogare con gli artisti, hanno avuto la possibilità di fare una visita guidata, con una persona residente nel luogo dove si è svolta la manifestazione, per ammirare il fascino di un borgo antico a molti sconosciuto, dalla bellezza suggestiva e senza tempo».

«Sono sicuro – ha aggiunto Esposito – di organizzare una seconda edizione, con l’augurio per tutti di viverlo con una maggiore libertà e spensieratezza. Colgo l’occasione per ringraziare oltre all’Amministrazione comunale e i volontari della Croce Rossa, anche i residenti di “Donn’Antuani” (località cosi denominata dove ha avuto luogo l’evento), persone dall’elevato spirito d’accoglienza e disponibilità che, aprendo le loro case con i loro affetti, hanno contribuito anche loro all’ottima riuscita dell’iniziativa». (rrv)

In copertina, foto di comitophoto