VIBO – L’assemblea territoriale di Cgil, Cisl e Uil Calabria

Domani mattina, a Vibo Valentia, alle 10, nell’area cantiere del nuovo ospedale, è in programma l’assemblea territoriale di CgilCislUil Calabria, organizzata per sostenere le proposte e le piattaforme presentate al Governo in questi mesi da Cgil, Cisl e Uil e ribadire le priorità di una battaglia sindacale determinata e radicata: lavoro, occupazione, lotta alla precarietà, protezioni sociali, fisco, pensioni, investimenti, Mezzogiorno.

«Cambiare la manovra si può – sostengono i sindacati –. Pensiamo all’accesso alla pensione a 62 anni di età o con 41 anni di contributi; a ridurre le tasse su salari e pensioni. A più tutele contrattuali, economiche e previdenziali per i giovani e i lavoratori precari; ad estendere le platee dei lavori gravosi e usuranti. A rivalutare gli importi delle pensioni. Proposte da sostenere con determinazione nel nome della tutela delle lavoratrici e dei lavoratori».

È significativo, inoltre, che l’assemblea territoriale è stata convocata nell’area cantiere del nuovo ospedale di Vibo: quella per la costruzione del nuovo ospedale è una delle più sofferte battaglie condotte negli anni per la tutela dei bisogni e della qualità di salute dei cittadini vibonesi. Le organizzazioni sindacali, in particolare, sono intervenute in più occasioni per esprimere preoccupazione in merito ai ritardi relativi alla realizzazione di una struttura necessaria per questo territorio, sia dal punto di vista sanitario che da quello del mantenimento del livello occupazionale.

All’assemblea territoriale interverranno le delegate e i delegati, pensionate e pensionati, i segretari generali Cgil, Cisl e Uil. Le conclusioni sono affidate ad Angelo Sposato, segretario generale Cgil Calabria. (rvv)

SORIANO CALABRO – L’Associazione Amici della Calabria: Salvare la Biblioteca Calabrese

Salvare, dalla precarietà, la Biblioteca Calabrese di Soriano. È l’appello che l’Associazione Culturale Amici della Calabria di Agnone del Molise ha lanciato ai sindaci dei Comuni calabresi, grandi e piccoli, a tutte le Scuole e ai Rettori delle Università.

«È interesse di tutti poter contare su una struttura culturale di eccellenza che, come la Biblioteca Calabrese fondata dal preside Nicola Provenzano nel 1995, contribuisce non soltanto a valorizzare ogni prodotto intellettuale, realizzato nel corso dei secoli sulla Calabria e dai calabresi ma soprattutto a formare una coscienza identitaria ed un insostituibile punto di riferimento per chiunque ha fame e sete di Calabria, in particolare per noi che viviamo altrove!» ha dichiarato Domenico Lanciano, il giornalista ed ex bibliotecario comunale noto alle cronache dal 1986 per la vicenda di Badolato paese in vendita per salvare il proprio paese natìo dallo spopolamento, dall’abbandono e dall’insignificanza umana, sociale e storica.

«In verità, a parte le Istituzioni locali e regionali, sarebbe dovere di tutti i cittadini porsi il problema di rendere efficiente al massimo la Biblioteca che appartiene a tutti indistintamente i calabresi residenti dentro e fuori i confini regionali – continua Lanciano –. Perciò, come associazione Amici della Calabria, facciamo appello a tutti i sindaci, ma anche alle Scuole e ai Rettori delle Università della nostra regione affinché non solo usino tutto il loro potere per convincere chi ha il dovere legale e morale di garantire i fondi necessari al suo ottimale funzionamento, ma di contribuire loro stessi, in ogni modo possibile, al dignitoso mantenimento in vita anche con l’invio di una pur minima quota economica annuale».

«Si tratta – ha aggiunto – di aiutare la struttura comunitaria a sopravvivere in attesa di tempi migliori versando sul suo conto corrente di Poste Italiane n. 10874881 (intestato all’Istituto della Biblioteca Calabrese Onlus – 89831 Soriano Calabro VV) una somma volontaria, ma anche firmando il 5 per mille nella dichiarazione dei redditi (codice fiscale n. 93001470793). Non dovrebbe essere un problema anche per il Comune più piccolo!… Magari giustificando il contributo come “sostenitore” della Rivista Rogerius realizzata dalla stessa Biblioteca. Sa come intervenire chi ha veramente la volontà di salvare tale struttura culturale calabrese dall’eutanasia». 

«Ovviamente – ha concluso – nella presente emergenza, ci dovrebbe essere una mobilitazione generale, dai singoli cittadini alle Scuole di ogni ordine e grado, dagli intellettuali ai giornali, dai politici agli industriali e specialmente di coloro i quali, come gli Autori viventi, sono presenti nel Catalogo della Biblioteca Calabrese che sarebbe meglio per tutti renderla “Regionale Centrale”!». (rvv)

VIBO – La presentazione del libro “La violenza contro le donne – storia di una identità negata”

Domani mattina, a Vibo Valentia, alle 9.30, al Sistema Bibliotecario Vibonese, Irene CalesiniViviana CensiMassimo Ponti presentano il libro La violenza contro le donne. Storia di un’identità negata.

L’evento è stato organizzato dalla CGIL Area Vasta Catanzaro-Crotone-Vibo, la Fp Cgil e lo SPI CGIL – Area Vasta Catanzaro-Crotone-Vibo in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

L’incontro sarà moderato da Giovanna Folino Gallo, segretaria organizzazione Fp Cgil Area Vasta CZ-KR-VV. Dopo i saluti del segretario generale della Cgil Area Vasta CZ-KR-VV, Enzo Scalese, è previsto l’intervento di Rossella Napolano, segretaria Cgil Area Vasta CZ-KR-VV.

Ne parliamo con Marwa El Afia, segretaria Cgil Area Vasta CZ-KR-VV; Gianni Dattilo, segretario generale SPI Area Vasta CZ-KR-VV; Amalia Talarico, segretaria FP Cgil Area Vasta CZ-KR-VV; Nadia Fortuna, responsabile INCA Cgil Area Vasta CZ-KR-VV. Interviene Angelo Sposato, segretario generale CGIL Calabria. Partecipano: Fidapa, Astarte, Libera Vibo Valentia. (rvv)

FABRIZIA (VV) – Venerdì iniziativa in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne

Venerdì 26 novembre, alle 10.30, al Museo delle Reali Ferriere di Mongiana, è in programma una giornata di studio e approfondimento nella settimana contro la violenza sulle donne, organizzato dall’Istituto Comprensivo Statale di Fabrizia, guidato dalla dott.ssa Maria Carmen Aloi.

L’Istituto, infatti, ha promosso un percorso di riflessione finalizzato all’educazione e alla crescita umana dei suoi alunni oltre che della vita sociale dell’intero territorio montano in cui opera, che culminerà con un confronto con il magistrato Anna Maria Frustaci, pubblico ministero della DDA di Catanzaro.

Gli episodi di violenze perpetrate ai danni delle donne, l’illegalità e il fenomeno ‘ndrangheta, oltre ad indignarci interpella la coscienza di tutti i cittadini e in maniera particolare degli educatori, spinge a prendere posizione contro di essi e a promuovere percorsi formativi indirizzati a coscientizzare e responsabilizzare le giovani generazioni sui temi della dignità umana, della legalità, del bene comune e del valore inviolabile della vita di ciascuno.

Nelle ultime settimane il docenti di lettere dell’Istituto (prof.ssa Scopacasa, prof. Esposito, prof.ssa Iennarella, prof.ssa Zarola, prof.ssa Miceli) si sono soffermati sul tema la salvezza passa per le mani della donna, esso prende spunto, nell’anno per le celebrazioni dantesche, dalla concezione della donna nell’opera di Dante Alighieri. Il Sommo poeta ritiene che la donna è di estrema importanza non solo per la sua vita ma anche per l’intera società; afferma nel II canto dell’Inferno: “la specie umana supera ogni cosa contenuta nel cerchio della Luna grazie alla donna”.  A partire da ciò gli alunni hanno approfondito il tema della legalità e della responsabilità.

Il 26 novembre presenteranno il loro lavoro in una giornata di studio che celebrerà la bellezza della vita spesa per il bene, riconoscendo alla donna l’unicità e la dignità che le spetta contro ogni forma di violenza. I lavori verranno guidati e moderati dal prof. don Ferdinando Fodaro, referente per la prevenzione del bullismo è la legalità dell’Istituto. Il Dirigente scolastico, la dott.ssa Maria Carmen Aloi, discuterà con gli alunni sulla donna e il suo contributo al bene comune, al progresso e alla transizione ecologica.

Cuore della mattinata sarà l’intervista a cura della dott.ssa Maria Chiara Caruso alla dott.ssa Anna Maria Frustaci, magistrato che lavora da anni nella squadra del procuratore Nicola Gratteri ed è il pubblico ministero del processo Rinascita Scott in corso di svolgimento nell’aula bunker di Lamezia Terme.

L’intento dell’intervista, che vedrà il coinvolgimento degli alunni nel dibattito, vuole essere un’occasione per comprendere il senso della verità, della legalità e della libertà intese come via per il risveglio della coscienza è la lotta alla criminalità organizzata. Tutto ciò ascoltando il racconto di una donna di Calabria che sta spendendo se stessa per contribuire al cambiamento della nostra terra, facendola uscire da quelle zone d’ombra che ancora la rilegano ad essere l’ultima regione d’Europa.

L’IC di Fabrizia, nell’occasione, ha deciso di istituire il Premio Eroi del nostro tempo, uomini e donne di Calabria, volto ad offrire e riconoscere la testimonianza di una vita buona spesa per il bene comune, la legalità e lo sviluppo della nostra terra. Per questo motivo la prima edizione del premio, realizzato dagli alunni dell’Istituto guidati dalla prof.ssa La Malfa, verrà consegnato alla dott.ssa Frustaci. (rvv)

VIBO – Alla Camera di Commercio webinar su “Atlante i4.0”

Alla Camera di Commercio di Vibo Valentia, dal 23 novembre prenderanno il via una serie di webinar tematici volti a favorire  l’incontro tra offerta e domanda locale di tecnologie digitali i4.0.

La trasformazione digitale del business ha rivoluzionato il modo di fare impresa oggi richiedendo, per stare al passo coi tempi,  informazione e formazione continua sull’evoluzione di tecniche e tecnologie funzionali ad una migliore governance aziendale e per questo «nell’ambito di una precisa e mirata programmazione, continua a proporre alle imprese programmi di sviluppo di conoscenze e competenze digitali, nel rapporto diretto con esperti,  per un supporto concreto e soluzioni personalizzate» ha spiegato il commissario Sebastiano Caffo.

I webinar sono organizzati in collaborazione con gli esperti di Fab Lab Reggio Calabria e sono rivolti principalmente a imprese, consulenti, professionisti, lavoratori e studenti operanti nella provincia di Vibo Valentia. 

Atlante i4.0 è il primo portale nato per far conoscere le strutture nazionali che operano a supporto dei processi di trasferimento tecnologico e trasformazione digitale delle imprese. Il portale è un’iniziativa promossa da Unioncamere e Ministero dello Sviluppo Economico e, proprio in questo risulta iscritta la struttura che, tra le dodici calabresi registrate, ha dato adesione all’azione formativa dell’Ente camerale vibonese. 

Il primo webinar su Manifattura additiva e artigianato digitale, si terrà martedì 23 novembre dalle 16.30 alle 18, con intervento dell’Ing. Emanuele Marino e dell’Arch. Maurizio Marrara, che parleranno di realtà dei Fabrications Laboratories: il caso concreto del FabLab Reggio; Calabria Tecnologie di manifattura additiva e sue applicazioni;  Prototipazione – Artigianato digitale e relative applicazioni Q&A.

Il webinar successivo è in programma per Martedì 30 novembre p.v. ore 16.30-18.00, su Applicazioni pratiche i4.0 per le piccole imprese locali, con relatori l’Ing. Emanuele Marino e l’Arch. Maurizio Marrara. Gli argomenti, questa volta, saranno centrati su La realtà degli Hacker space – Cosa fa il FABLAB RC; Applicazioni di tecnologie IoT e di Industrial Internet per migliorare i processi e ottimizzare i costi delle imprese agricole, industriali e del commercio; Cloud, Big Data e Cybersecurity: cosa conviene implementare in una piccola impresa; Applicazioni per il settore turistico; Q&A. 

La partecipazione ai webinars è gratuita e darà la possibilità di concorrere alla selezione di servizi di mentoring specifici con gli esperti del FABLAB; va effettuata entro il 22 Novembre per il primo webinar e il 29 Novembre per il secondo, utilizzando il Modulo reperibile sul sito www.puntoimpresadigitale.camcom.it ed è aperta fino ad esaurimento posti, con ammissione in ordine cronologico di presentazione.

Ai partecipanti verrà rilasciato attestato di partecipazione previa compilazione, se non già effettuata, del questionario di digital assessment SElFI4.0 (solo per imprese, consulenti e professionisti) reperibile sul sito www.puntoimpresadigitale.camcom.it. (rvv)

TROPEA – Si presenta il Panettone alla Cipolla rossa di Tropea

Domani pomeriggio, a Tropea, alle 17.30, al Palazzetto dell’Antico Sedile, la presentazione del Panettone alla cipolla rossa di Tropea, realizzato dai pastry Chef calabresi Paolo Caridi e Francesco Mastroianni.

Nato dalla geniale mente creativa del direttore artistico e fondatore del Tropea Cipolla Party, Paolo Pecoraro, il grande classico che non tramonta mai” alla Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP è prodotto in esclusiva per il TCP dal Frantoio Badia di Lea Corigliano, che ha fornito ai pasticceri l’olio bio EVO con cui si è sostituito l’uso del burro nell’impasto.

All’evento saranno presenti Giovanni Macrì, sindaco di Tropea; Paolo Pecoraro, direttore artistico del TCP; Paolo Caridi, pastry chef e autore dello speciale panettone; Vitaliano Papillo, presidente del Gal Terre Vibonesi; Lea Corigliano del Frantoio Badia; Patrizia Fortunato della Boutique della Cipolla Rossa “Lady Tropea”.

Con loro la giovane delegazione di produttori in rappresentanza degli areali di produzione della Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP: Carmen GiampàGessica NicolosiDomenico ForteMarcello RussoPasquale Simonelli.

Come avvenuto per la prima edizione, tutto il ricavato delle vendite del panettone sarà devoluto a una speciale Raccolta Fondi per il Tropea Cipolla Party 2022, mentre una serie speciale di panettoni sarà donata in beneficenza alla Casa di Cura di Don Mottola(rvv)

TROPEA – Mercoledì si parla di “Paesaggi di civiltà”

Mercoledì 17 novembre, a Tropea, alle 11, a Palazzo Santa Chiara, è in programma l’iniziativa Paesaggi di Civiltà con l’Associazione Mare Pulito “Bruno Giordano”, presieduto da Francesca Mirabelli che, ancora una volta vuole porre al centro delle attenzioni regionali cultura e legalità.

La presidente Mirabelli, insieme al sindaco di Tropea, Giovanni Macrì, al comandante della Guardia Costiera di Vibo Valentia marina, Massimiliano Pignatale, al referente regionale di Libera, don Ennio Stamile ed al dirigente dell’Istituto superiore Nicolantonio Cutuli parlerà di “paesaggi di civiltà”.

L’evento sarà condotto da Pietro Comito, giornalista di LaC News24. Ospite d’onore Camillo Falvo, Procuratore della Repubblica di Vibo Valentia a cui sarà donata una targa realizzata dal Maestro orafo Michele Affidato.

«Crediamo molto in questo genere d’iniziative – ha dichiarato la presidente Mirabelli –. Occorre tenere alta la guardia, mai sottostimare i pericoli – costanti e continui – legati all’ambiente e soprattutto continuare a promuovere quello spirito di legalità che ci contraddistingue sin dagli albori dell’associazione. Siamo onorati della presenza del procuratore Falvo e di poter onorare l’impegno di chi, come lui, ogni giorno adotta per la nostra terra». (rvv)

 

VIBO – Al Sistema Bibliotecario “Andiamo Dritti alle Storie”

In occasione della Settimana Nazionale Nati per Leggere, il Sistema Bibliotecario Vibonese ha organizzato l’iniziativa Andiamo Dritti alle storie, una serie di appuntamenti rivolti ai più piccoli, ai loro genitori e a chiunque sia interessato che prenderanno il via il 17 novembre.

Si tratta di sette giorni di eventi ed iniziative concepite per promuovere, come recita la Mission di Nati per Leggere, la lettura in famiglia sin dalla nascita, perché leggere con una certa continuità ai bambini ha una positiva influenza sul loro sviluppo intellettivo, linguistico, emotivo e relazionale, con effetti significativi per tutta la vita adulta.

Il Polo culturale vibonese, ente riconosciuto quale promotore della lettura nella Prima infanzia, è infatti da sempre molto attento alle esigenze e alla crescita intellettiva e relazionale dei più piccoli, come dimostra la ricchissima offerta di progetti e attività proposte con continuità nel corso degli anni: letture ad alta voce, incontri con autori, laboratori; e poi, non da ultimo, il progetto Tutti uguali, tutti diversi con la lettura, vincitore del Bando “Leggimi 0-6” promosso dal Cepell, che ha consentito al SBV di realizzare iniziative fondamentali di educazione alla lettura e lotta alla povertà educativa nella provincia di Vibo Valentia: basti pensare che, in poco più di un anno grazie al suddetto progetto sono stati creati 48 Punti Lettura – dotati di 40 albi illustrati di qualità e arredi – negli studi pediatrici, nelle biblioteche e nelle scuole dell’infanzia della provincia, donati 3 libri ad ognuno dei 1000 “nuovi nati” dell’ospedale Jazzolino, attivati corsi di alta formazione per educatori ed insegnanti, promossi incontri informativi per genitori e futuri genitori circa i benefici della lettura sin dalla più tenera età.

– Mercoledì 17 novembre, ore 17.00

 “Mamma Lingua. Storie per tutti, nessuno escluso”

 Letture in lingua cinese, francese, inglese, polacca.

– Giovedì 18 novembre, ore 17.00

“Una storia tutta per me”

Letture “a bassa voce” per bambini da 0 a 6 anni a cura delle volontarie di Nati per Leggere Vibo Valentia.

– Sabato 20 novembre, ore 17.00

“Libri, bambini, famiglie, parole”

Presentazione del Programma Nati per Leggere.

Per l’intera settimana, inoltre, tutti i bambini da 0 a 2 anni che si recheranno al SBV riceveranno in dono una borsina con tre libri della bibliografia Nati per Leggere. (rvv)

PIZZO (VV) – L’Ist. Nautico premia i suoi studenti con borse di studio offerte dalla Caronte&Tourist

Davide D’Alì, Daniele Stella e Alessio Perri sono i tre studenti diplomati nell’anno scolastico 2020-2021 che sono stati premiati dall’Ittl Nautico di Pizzo, con delle borse di studio offerte dal Gruppo Caronte&Tourist e dalla Filt Cisl Calabria.

I tre studenti, infatti, hanno ricevuto un voucher del valore di 1000€, come contributo economico per frequentare i corsi di addestramento di base.

L’iniziativa rientra tra le attività volte alla promozione delle eccellenze, un impegno intrapreso da tempo dalla scuola. In questo senso, un’importante testimonianza è arrivata da Gianfranco Caputo, ex studente diplomato al Nautico di Pizzo, che da poco ha raggiunto il ruolo di Comandante.

Alla cerimonia, che ha visto la partecipazione del Commissario Prefettizio del Comune Di Pizzo Antonio Reppucci, del Sottotenente Lucio D’Amore in rappresentenza della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia Marina, del Dr. Tiziano Minuti – Responsabile Personale e Comunicazione del Gruppo Caronte&Tourist, di Sergio Pititto, Dirigente Cisl, di Vincenzo Pagnotta – Coordinatore Nazionale Fit-Cisl e di Giuseppe Larizza – Segretario Generale Fit-Cisl Calabria, hanno assistito le classi quinte dell’istituto. (rvv)