VIBO – È nata l’Associazione Nazionale Musicisti Professionisti

È nata, a Vibo Valentia, l’Associazione Nazionale Musicisti Professionisti, su iniziativa di un gruppo di musicisti professionisti calabresi, con l’esigenza di unire i professionisti al fine di dialogare con le varie figure del settore: organi legislativi, organizzatori, conservatori e altre strutture legate alla formazione. 

L’obiettivo è quello di diventare Associazione Nazionale di Categoria per la tutela dei diritti e dei doveri di tutti i musicisti professionisti che operano nel settore dello spettacolo, settore minato da diverse problematiche: scarsa conoscenza delle specifiche leggi da parte di molti musicisti e di molti committenti (spesso anche pubbliche amministrazioni), lacune giuridiche, eccessiva burocrazia e negligenza di molti musicisti, che accettando pessime condizioni lavorative, vedono negare i loro diritti, le loro tutele (presenti e future), contribuendo così a deteriorare ulteriormente un mercato dove regna sovrano il caos e il lavoro nero.

La programmazione delle attività dell’ Associazione, è stata “inaugurata” con due seminari gratuiti che hanno riscosso partecipazione e interesse, tenuti online l’8 e il 15 Giugno, presieduti dalla Dott.ssa Chiara Chiappa ( consulente per il lavoro nella Cultura, Arte e Spettacolo e presidente della Fondazione Centro Studi Doc) e improntati sui diritti e sui doveri di musicisti e organizzatori ai fini della realizzazione di un evento musicale in piena regola. (rvv)

TROPEA – La sottosegretaria Nesci: Elevare posto fisso Polizia a Commissariato

La sottosegretaria per il Sud, Dalila Nesci, ha sottolineato la necessità di elevare il posto fisso di Polizia a Tropea a Commissariato, in quanto «misura necessaria per rafforzare l’ordine pubblico contro la criminalità».

E proprio per questo, che la sottosegretaria parteciperà, lunedì mattina, a un consiglio comunale di Tropea, in forma di ‘adunanza aperta’, per discutere l’istanza di elevazione del Posto Fisso della Polizia di Stato a Commissariato di Pubblica Sicurezza.

«Ritengo assolutamente necessario l’ampliamento dell’attuale presidio della Polizia di Stato nel Comune – ha dichiarato –. Sto interloquendo sul punto con il Questore Raffaele Gargiulo ed il Prefetto di Vibo, Roberta Lulli, entrambi sensibili e calati nella complessa realtà del territorio Vibonese. Un Commissariato di Pubblica Sicurezza nella città di Tropea, dotato di una congrua dotazione organica, costituisce uno strumento di controllo maggiore del territorio. Controllo che bisognerà inevitabilmente implementare a causa della pervasività della ‘ndrangheta».

«Un Commissariato di Polizia – ha concluso – operante in sinergia con il Comando dei Carabinieri, garantirebbe una maggiore sicurezza in termini di deterrenza anche per i problemi di ordine pubblico che la città vive durante la movida estiva. Stiamo assistendo, purtroppo già da adesso, ad un aumento di atti delinquenziali causati anche dal crescente disagio sociale derivante dall’aumento del consumo di alcol e sostanze stupefacenti. Bisogna disinnescare questo circolo vizioso». (rvv)

VIBO – Dalla Camera di Commercio contributi a fondo perduto per le imprese

È stato pubblicato, dalla Camera di Commercio di Vibo Valentia, il bando voucher digitali 14.0, che prevede contributi a fondo perduto a favore delle aziende.

I contributi, sotto forma di voucher sono destinati alle imprese di tutti i settori economici che ne faranno richiesta secondo criteri, termini e modalità previste dall’apposito bando pubblicato sul sito istituzionale www.vv.camcom, home page, sezione News. 

L’intervento, che si inquadra nelle attività previste dal Piano Transizione 4.0 e del progetto “Punto Impresa Digitale” (Pid),  persegue e prosegue la promozione  e la diffusione della cultura e della pratica digitale tra gli operatori economici come leva strategica di sviluppo competitivo, anche attraverso approcci green oriented del tessuto produttivo locale. 

I progetti di innovazione tecnologica finanziabili, si riferiscono infatti, tra l’altro e solo per citarne alcuni, ad interventi di robotica avanzata e collaborativa; interfaccia uomo-macchina; manifattura additiva e stampa 3D; prototipazione rapida; internet delle cose e delle macchine; big data e analytics; intelligenza artificiale; oltre che a 

sistemi di pagamento mobile e/o via Internet; sistemi fintech; sistemi Edi, electronic data interchange; geolocalizzazione; tecnologie per l’in-store customer experience; system integration applicata all’automazione dei processi; tecnologie della Next Production Revolution (NPR); programmi di digital marketing; soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica. 

«È una nuova ed ulteriore opportunità che vogliamo dare alle nostre imprese – ha dichiarato il Commissario della Camera di Commercio di Vibo Valentia, Sebastiano Caffoper favorire i loro investimenti produttivi soprattutto in questo momento in cui serve non solo incoraggiarli ad avere speranza quanto invece aiutarli concretamente nella ripresa delle attività e nel programmare il futuro con fiducia e ottimismo. Da qui il nostro intervento di erogazione di contributi a fondo perduto alle imprese per modernizzare processi produttivi e gestionali in modo da essere concorrenziali su un mercato dinamico e in continua evoluzione. La digitalizzazione, verso cui ormai è orientato il mondo moderno in ogni sua espressione –sottolinea Caffo– rappresenta infatti un guadagno in efficienza, rapidità, controllo a tutto vantaggio dell’immagine aziendale, del rapporto con i propri stakeholders, quindi, del proprio business».

«Digitalizzare  ha dichiarato il Segretario dell’Ente, Bruno Calvettavuol dire infatti semplificare e risparmiare utilizzando la tecnologia con soluzioni diverse a secondo delle proprie necessità. È quello che serve oggi alle imprese ed è quello che la Camera di Commercio di Vibo Valentia, interprete delle loro esigenze e interlocutore attento, propone con indicazioni coerenti alle dinamiche dei mercati e con finanziamenti reali per attivare interventi utili che diventano così sostenibili». (rvv)

TROPEA – Dal 25 giugno il “Midance Summer Digital 2021”

Dal 25 al 27 giugno, a Tropea, è in programma il Midance Summer Digital 2021, il primo grande evento nazionale dedicato allo scouting di brani di musica destinati al mercato nazionale e internazionale b2b e b2c organizzato da Midance e Fipi, dove produttori musicali, discografici, musicisti, dj e promoter si incontreranno al Cooee Michelizia Tropea Resort

«Ribattezzata Midance & Fipi – Summer Digital 2021 – hanno detto gli organizzatori – in concomitanza con l’inizio della nuova stagione, «la manifestazione permetterà ai presenti di scambiare idee ritrovandosi in occasione dell’estate. “Midance non è una manifestazione in cui si balla ma un’occasione per dibattere tematiche del mercato».

All’appuntamento interverranno il Presidente di Fipi, Alessandro Zullo, il presidente di Midance, Riccardo Sada e profilati ospiti. Per l’occasione si tratteranno diversi argomenti legati al music business.

Durante il weekend, i partecipanti, con i dovuti distanziamenti e le normative che verranno applicate nella Regione Calabria nel mese di giugno, avranno la possibilità di dibattere, lavorare e costruire il proprio futuro. L’evento, supportato da tutte le emittenti radiofoniche locali, si svolgerà ogni mattina e ogni pomeriggio negli spazi del Michelizia Tropea Resort; dalle 18,00 avverrà il trasferimento presso il Blanco Beach (località Spiaggia Rocca di Nettuno).

Rinnovato, per il 2021, l’investimento di Midance sugli Hoste Buyer. Saranno più di 100 gli operatori ospitati e, attraverso la piattaforma midance.it, buyer ed espositori entreranno in contatto creando un’agenda di appuntamenti. L’evento sarà trasmesso in diretta sulle piattaforme ufficiali YouTube, Facebook, Twitch di Midance e Fipi.

Il 26 giugno, poi, è in programma una conferenza stampa, alle 11, al Smaila’s Blanco Beach, a cui parteciperanno il presidente f.f. della Regione Calabria, Nino Spirlì, il sindaco di Tropea, Giovanni Macrì, il presidente Fipi, Alex Zullo, il presidente Midance Riccardo Sada, Francesco Massara, di Radio Studio 54, il maestro orafo Michele Affidato. Modera Gigio D’Ambrosio, di Rtl 102.5.  Al termine dell’evento, saranno consegnate una serie di targhe di riconoscimento realizzate dal maestro Affidato. (rvv)

 

 

VIBO – Le iniziative al Museo Archeologico “Vito Capialbi”

Tantissime le iniziative a carattere culturale in programma al Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi” di Vibo Valentia.

In occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, in programma dal 18 al 20 giugno, la struttura, afferente alla Direzione regionale Musei Calabria, guidata da Filippo Demma, propone sulle proprie piattaforme mediatiche, il video Dallo scavo al Museo. Testimonianze archeologiche a Vibo Valentia, teso a promuovere il vasto patrimonio culturale presente sul territorio.

Lunedì 21 giugno, alle 17, in occasione dell’apertura straordinaria pomeridiana, è in programma la conversazione Raffaello al Museo “Vito Capialbi” a cura del prof. Mario Vicino, per rivivere insieme le atmosfere del Rinascimento Italiano, attraverso la vita e le opere del maestro Raffaello Sanzio. È necessaria la prenotazione, chiamando il numero 0963-43350 oppure inviando una mail all’indirizzo drm-cal.capialbi@beniculturali.it.

Lunedì 28, infine, sempre alle 17, si terrà un incontro in cui saranno presentati i volumi pubblicati nel corso degli anni dallo stesso studioso calabrese. (rvv)

A Vibo Valentia nasce l’Associazione “Insieme con gli Ultimi”

Quando l’amore per la propria terra e per la propria gente diventa condivisone, ecco che allora la speranza di una rinascita, è davvero proprio l’ultima a morire. E non servono legami di sangue e neppure atti notarili ufficiali, a far sì che un gruppo di persone impari a parlare una sola lingua e diventi una sola voce.  Si ponga all’ascolto degli ultimi che, nell’amore dei fratelli, si fanno primi, e nel cuore di chi gli è vicino, amici.

Nasce a Vibo Valentia, l’associazione Insieme con gli ultimi. Un gruppo di uomini e donne, pronti a far diventare primo nel proprio cuore, chi è ultimo per chi un cuore (che ama) invece non lo ha.

La neonata associazione persegue, senza scopo di lucro, finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, ispirate al Vangelo in un percorso cristiano-cattolico. Essa ha infatti una guida cristiana e di formazione davvero eccellente, don Tonino Vattiata, alias Padre Vento. 

Un prete, un attivista nel campo della solidarietà e della resilienza, ma soprattutto nella lotta alle ingiustizie e al malaffare che, insieme all’indifferenza, rappresentano uno dei cancri di cui più soffre la terra di Calabria, e con particolare riferimento, la provincia di Vibo Valentia, dove la povertà diventa, molto spesso, disagio sociale.

Don Tonino

L’associazione, esprime in ognuno dei sui componenti, la forte volontà di mettersi in gioco, e farsi mezzo per il prossimo, divenendo un punto di riferimento fermo per tutto il territorio. Un segnale forte che vuole far camminare anche Vibo Valentia sulla strada della fratellanza e della condivisione. 

Insieme con gli ultimi si fa inoltre promotrice di un progetto ambizioso quanto importante e necessario, già avviato in precedenza  da don Vattiata, il cui obiettivo mira a garantire al più presto, alla città, un dormitorio per i poveri di Gesù povero.

«La povertà in città, è una povertà dignitosadice don Vattiata –. Ma c’è, esiste – continua . – E più di quanto si possa immaginare. Bisogna mettersi al servizio di chi ha bisogno, e soprattutto senza propagande. È questa la nostra missione».

Insieme con gli ultimi, terminata tutta la parte burocratica, verrà a breve presentata, con un evento pubblico, alla significativa presenza di Capitano Ultimo, il quale si occupa anch’egli, ormai da diversi anni, di volontariato, e proprio con l’associazione “Volontari di Capitano Ultimo”. 

Insieme con gli ultimi, incomincia il suo cammino verso i fratelli. Forse lungo e in salita. Ma è proprio questa la sfida. La strada del Vangelo non è mai facile, e neppure semplice. Ma è la strada dell’accoglienza e della speranza. La sola che porge all’altro la mano di cui ha bisogno.

Per informazioni, tesseramenti, sostegno e qualunque altra forma di collaborazione è possibile contattare la segreteria dell’associazione attraverso la pagina facebook “Insieme con gli ultimi” o al numero: 351.5481097

Insieme con gli ultimi c’è, è attiva, chiunque abbia bisogno, bussi(gsc)

TROPEA – L’iniziativa dell’Adiconsum per la prevenzione e il contrasto della ludopatia

Domani, e sabato 19 giugno, dalle 10, al Porto di Tropea, è in programma l’iniziativa Ludopazzia – Insieme per il gioco responsabile promossa dall’Adiconsum Calabria, per sensibilizzare sul tema della prevenzione del gioco d’azzardo patologico.

«L’evento – spiega il presidente di Adiconsum Calabria, Michele Gigliotti – rientra nelle attività del progetto Ludopazzia – Insieme per il gioco responsabile, promosso dall’Associazione Difesa Consumatori e Ambiente e finanziato dalla Regione Calabria con le risorse della L.R. 7/2018 “Progetti in favore dei consumatori”.

Finalità di questo progetto, in coerenza con l’attività di Adiconsum al servizio e in difesa dei cittadini e con un’attenzione vigile in tutti gli ambiti dell’esperienza sociale, è prevenire e contrastare il fenomeno delle ludopatie e delle forme di disagio che esse portano con sé e che sconvolgono la vita di persone e famiglie.

«Puntiamo, perciò – ha proseguito Gigliotti – ad un’opera di sensibilizzazione rivolta a tutti e soprattutto a giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni».

L’iniziativa prevede un percorso ludico-esperienziale in cui saranno coinvolti gruppi organizzati in squadre, al fine di far emergere riflessioni sul gioco responsabile e moderato. Durante il percorso, infatti, i partecipanti riceveranno informazioni sul gioco d’azzardo patologico e sulle sue gravi conseguenze. L’obiettivo è quello della prevenzione e di un’educazione ad affrontare sfide sane legate all’attività sportiva e ai giochi di abilità, proponendo i valori dell’impegno, della lealtà, della socialità e del rispetto delle regole.

Un questionario finalizzato ad accrescere la conoscenza del fenomeno del gioco d’azzardo a livello regionale viene proposto, nell’ambito del progetto, da Adiconsum Calabria. Vi si accede dal sito https://www.ludopazzia.it/(rvv)

VIBO – Consegnati i lavori di completamento del Teatro Comunale

Sono stati consegnati i lavori di completamento del Teatro Comunale di Vibo Valentia, alla presenza del sindaco, Maria Limardo, dell’assessore ai lavori pubblici, Giovannino Russo, dei progettisti e direttore dei lavori arch. Varone e Magro, del Rup arch. Giuseppe Petruzzo e della ditta aggiudicataria.

L’importo complessivo dei lavori è pari ad € 360.814,94 (oltre iva. Allo stato attuale, devono essere ancora eseguiti dei lavori di completamento che riguardano la fornitura in opera degli ascensori, degli arredi, delle poltrone, delle tende e rivestimenti sala oltre alla sistemazione esterna. Per tale sistemazione esterna, non prevista nell’appalto principale originario, l’Amministrazione ha messo a disposizione le risorse necessarie per un intervento definitivo e completo 

Questi lavori di completamento hanno lo scopo di consegnare alla città il suo Teatro civico, in quanto attrezzato per la realizzazione di attività teatrali e di prosa, nonché polo di eccellenza per attività culturali.

Per il sindaco Limardo quella di oggi «rappresenta un’altra tappa fondamentale dell’amministrazione che nel corso di questi mesi si è impegnata su tale obiettivo provvedendo al collaudo dei lavori precedenti e all’avvio delle procedure di aggiudicazione di questo nuovo lotto».

«È superfluo sottolineare – ha spiegato – l’importanza di un Teatro comunale nell’ambito delle iniziative di Vibo Valentia Capitale italiana del libro 2021, le cui  azioni mirano, da un lato, al potenziamento dei presidi e dei luoghi coinvolti, dall’altro all’acquisizione di infrastrutture tecnologiche e strumentali di supporto alle azioni di sistema e a disposizione degli attori coinvolti, dall’altro ancora alla valorizzazione delle molteplici attività ed iniziative nel campo della promozione della lettura realizzate nel territorio da una pluralità di soggetti pubblici e privati».

Per l’assessore Russo, «anche su questi di lavori di completamento del Teatro Comunale assicureremo la nostra costante attenzione perché il tutto si svolga nel rispetto dei tempi contrattuali di 150 giorni». (rvv)

TROPEA – Ai Comuni di Roccella e Melissa il Premio Mare Pulito Bruno Giordano

Roccella Jonica e Melissa sono i due Comuni calabresi che riceveranno il Premio Mare Pulito “Bruno Giordano”, giunto alla terza edizione, in programma il 26 giugno al Marina Yatch Club di Tropea.

Organizzata dall’Associazione Mare Pulito Bruno Giordano, da anni impegnata nell’individuazione dei Comuni virtuosi che si distinguono per l’impegno nella cura dell’ambiente e del mare.

«Roccella e Melissa: abbiamo individuato, per questa edizione, due luoghi simbolo del territorio. Blu Calabria presenta il premio, ogni anno, per non smettere di sensibilizzare cittadini ed istituzioni. La gestione delle spiagge, la tutela del mare, la qualità dell’acqua. Ogni buona prassi è, per noi, consapevolezza che il percorso avviato sia quello giusto» ha spiegato Francesca Mirabelli, presidente dell’Associazione.

L’evento vedrà la partecipazione del Comandante Generale delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino. Il programma prevede l’apertura del convegno con gli interventi di diversi ospiti: oltre allo stesso Pettorino che consegnerà personalmente il premio (una targa a cura del Maestro orafo Santo Naccarato), anche Emilio Sperone, docente di zoologia marina all’Unical, Michelangelo Iannone, direttore scientifico dell’Arpacal e Antonella Sette dell’associazione “mare pulito”.

Con tutti loro, ovviamente, anche il sindaco di Tropea, Giovanni Macrì, ed altre importanti istituzioni. L’imprescindibilità della tutela del mare e dell’ambiente in funzione dello sviluppo dell’industria turistica che rappresenta uno dei principali settori di interesse per il Paese. Proprio l’attività di tutela dell’ambiente marino e costiero rappresenta uno dei scopi con cui l’associazione cerca di salvaguardare e preservare l’ecosistema per garantire la fruibilità da parte della collettività.

«Vogliamo promuovere la Calabria positiva e siamo impegnati quotidianamente su tutto il territorio. In ogni angolo ed in ogni zona, l’associazione lavora per fare emergere aspetti diversi e visioni finalmente non comuni» ha spiegato la presidente Mirabelli.

La terza edizione sarà anche l’occasione per presentare il Manuale sulle buone prassi per la Tutela del mare, un libro interamente dedicato alle tematiche poste. Con la prefazione del Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino. Con interventi importanti e con spunti di riflessione che accompagneranno il prosieguo delle iniziative.

«Le istituzioni ed i cittadini – ha concluso Mirabelli – insieme possiamo salvaguardare questa paradiso di territorio. Ed insieme, contestualmente, possiamo anche iniziare ad apprezzare le tante bellezze di questa terra. L’associazione Mare pulito Bruno Giordano è pronta». (rvv)

TROPEA – Il convegno sulla figura di Pasquale Galluppi

Domani pomeriggio, a Tropea, alle 17, all’antica cappella della Congregazione dei Bianchi di San Nicola, è in programma il convegno sulla figura di Pasquale Galluppi, organizzato dal Rotary Club Vibo Valentia in collaborazione con il Centro Studi GalluppianiClub per l’Unesco di Tropea e la Congregazione dei Bianchi di San Nicola.

Nel corso dell’evento, inoltre, alla Concattedrale, sarà scoperto il nuovo monumentino realizzato per iniziativa del Rotary Club.

Si tratta del completamento di un progetto iniziato nel lontano 1980, con la traslazione dei resti dal cimitero Monumentale di Poggioreale a Napoli alla cappella di famiglia nella Cattedrale di Tropea, promossa e curata allora dal Rotary Club e dal Comune di Tropea. La lapide (che sostituisce quella piccola e insignificante posta “provvisoriamente “nel 1980) è in marmo bianco su una base in grigio bardiglio ed è coronata da un piccolo frontone neoclassico con acroteri, scolpito nella seconda metà dell’800 e proveniente da Napoli.

L’iscrizione e lo stemma sono realizzati con stilemi grafici e araldici del tempo. Il testo latino è tratto da una pubblicazione commemorativa stampata a Napoli nel 1847 a cura dell’Università e degli studenti del filosofo, integrata dai necessari riferimenti all’attualità.

Tutto il progetto è stato concepito tenendo conto del contesto storico e artistico nel quale si sarebbe collocata l’opera, nel rispetto delle caratteristiche architettoniche e volumetriche della cappella Galluppi. (rvv)