LIMBADI (VV) – Nascerà l’Università della Ricerca, della Memoria e dell’Impegno

Firmato, a Roma, dall’Unicef e dall’Associazione San Benedetto Abate, il protocollo d’intesa triennale per l’attuazione del progetto di riconversione – e riutilizzo sociale – di beni confiscati alla criminalità organizzata a Limbadi, dove sarà realizzata l’Università della Ricerca, della Memoria e dell’Impegno UniRiMi.

Alla cerimonia erano presenti il presidente dell’Unicef Italia, Francesco Samengo e il Presidente dell’Associazione San Benedetto Abate, Don Ennio Stamile. Il 2 luglio scorso, alla cerimonia di consegna del bene confiscato alla cosca Mancuso all’Associazione, partecipò l’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Il Protocollo, si legge in una nota, prevede «la realizzazione di azioni culturali, formative e di sensibilizzazione volte alla promozione della tutela dei minori, della giustizia sociale e di una cultura della legalità, della solidarietà e dell’ambiente, basate sui principi della Costituzione e delle fonti internazionali in materia di diritti sui minori, sulla memoria delle persone che hanno operato contro le mafie e sulle storie delle vittime».

Tra le attività è previsto, tra l’altro, di «realizzare un raccordo finalizzato alla educazione/formazione continua di bambine, bambini e giovani studenti sui temi dei diritti riconosciuti ai minori, della cultura della legalità, della prevenzione e repressione dei fenomeni mafiosi e della illegalità diffusa, dei diritti umani, della tutela dei minori, della giustizia riparativa rivolta al minore autore di reato; favorire collaborazioni inter-istituzionali per incentivare l’educazione alla cittadinanza nelle scuole, negli enti e nel contesto territoriale».

«Con il progetto Liberi di Scegliere del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria – ha dichiarato Samengo – possiamo aiutare e accogliere madri e minorenni che vogliono uscire dal circuito mafioso».

«La sottoscrizione del protocollo per la realizzazione dell’Università della Ricerca della Memoria e dell’Impegno dedicata a Rossella Casini – ha dichiarato don Stamile – è ulteriore segno d’impegno da parte dell’Unicef per la formazione delle nuove generazioni ad una cittadinanza attiva e responsabile, che passa necessariamente attraverso la conoscenza e l’approfondimento scientifico dei fenomeni criminali mafiosi e corruttivi, di pratiche per l’educazione alla legalità e di valorizzazione dei beni confiscati». (rvv)

TROPEA – Il libro “Ho incontrato Caino”

Oggi, a Tropea, alle 21.00, a Piazza Cannone, la presentazione del libro Ho incontrato Caino di don Marcello Cozzi.

L’evento è stato organizzato da Libera Vibo in collaborazione con Sos Korai, e rientra nell’ambito della rassegna Tarallucci & Vino.

Dialoga con l’autore Beatrice Lento, presidente di sos Korai Onlus. A seguire, il concerto Seconda stella a destra con Gemma FazzariCaterina Francese e le allieve del Cantiere Internazionale Musicale di Mileto, e con la direzione artistica di Carmine Barrese. (rvv)

VIBO – Il 27 settembre l’incontro “Dal Sud per l’Italia”

Un appuntamento a cui i presidenti delle Province del Mezzogiorno non possono mancare, quello in programma il 27 settembre, alle 9.30, nella sala consiliare della Provincia di Vibo Valentia, dove si confronteranno sul tema Dal Sud per l’Italia, il ruolo delle Province nel contesto nazionale.

L’evento, che si svolgerà durante l’evento Il Mediterraneo nel Borgo, è stato organizzato dalla Provincia di Vibo con il patrocinio delle Province d’Italia.

«Le Province del Sud – ha affermato, nell’illustrare l’iniziativa, il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano – con le proprie peculiarità mediterranee, possono e devono giocare un ruolo di primo piano nelle politiche di sviluppo del Paese, in quanto rappresentano sia sotto l’aspetto culturale che logistico, l’anello di congiunzione tra il Mediterraneo e l’Europa. Il Sud è, pertanto, strategico per gli interscambi di natura sociale, culturale e commerciale. Interscambiche se adeguatamente promossi possono innescare dinamiche di crescita economica, dalle quali l’Italia tutta non può che trarne benefici».

Di queste opportunità, per le Province, per il Mezzogiorno e, quindi, per l’Italia, discuteranno, a Vibo Valentia, i presidenti degli enti intermedi del Sud.

«Lo faremo – ha dichiarato il presidente Solano – in maniera propositiva e costruttiva, senza pietismo, consapevoli delle grandi potenzialità dei nostri territori».

Presente, all’iniziativa, Mario Oliverio, presidente della Regione Calabria, Antonio Di Maria (Benevento), Giorgio Magliocca (Caserta), Michele Strianese (Salerno); Alfredo Ricci (Isernia), Nicola Giorgino (Barletta-Andria-Trani), Riccardo Rossi (Brindisi), Piero Marrese (Matera), Rocco Guarino (Potenza) e Domenico Biancardi (Avellino), Franco Iacucci (Cosenza), Ugo Pugliese (Crotone) e Sergio Abramo, (presidente della Provincia di Catanzaro e dell’UPI regionale), che concluderà un’apposita sessione di lavori.

«Un’iniziativa importante – ha evidenziato il presidente Solano – che siamo riusciti a portare a compimento grazie al sostegno dei presidenti dell’UPI regionale e nazionale, Sergio Abramo e Michele De Pascale».

«Sarà, dunque – ha proseguito il presidente Solano – un appuntamento dal forte contenuto simbolico, in quanto Vibo è la Provincia cenerentola d’Italia. Una Provincia che però, nonostante lo stato di default, sta pian piano risalendo la china. In virtù di una condotta amministrativa esemplare che l’ha portata ad avere, nell’ultimo biennio, più entrate che uscite».

Nel corso dell’iniziativa, oltre alla situazione politica e istituzionale, verranno analizzati aspetti di natura tecnica, finanziaria e legislativa, grazie alla presenza del prof. Francesco Delfino, (esperto in finanza provinciale), e del direttore nazionale dell’Upi, Piero Antonelli, con il quale il presidente Solano, in quest’ultime settimane, è stato in stretto contatto.

«Occorre – ha dichiarato il presidente Abramo – avviare immediatamente con il Parlamento e il Governo un dibattito istituzionale costruttivo sul futuro delle Province , rifiutando qualunque implicazione di tipo propagandistico e nel pieno rispetto delle istituzioni. Al fine di assicurare nella prossima Legge di Bilancio interventi tali da garantire ai territori e alle comunità risorse per i servizi essenziali assegnati alle Province, nel rispetto dei diritti dei cittadini». (rvv)

NICOTERA (VV) – Dal 27 settembre torna il Festival dell’Ospitalità

Dal 27 al 29 settembre, a Nicotera, la quinta edizione del Festival dell’Ospitalità.

La manifestazione, organizzata da Evermind in collaborazione ad Home for CreativityCooperativa Kiwi, e patrocinata dal Touring Club Italiano, Confindustria Giovani Vibo Valentia, dal Comune di Nicotera e dalla Provincia di Vibo Valentia, nasce come risposta ragionata ad un’esigenza maturata negli anni ed  esplosa d’impeto: creare un momento di incontro in cui discutere e riflettere su un settore in rapida evoluzione.

Un progetto autofinanziato, volto a creare valore per il Territorio che lo ospita e valore professionale e personale per chi parteciperà. È ispirazione, formazione e ospitalità, rivolto ad operatori turistici, operatori culturali, viaggiatori del domani, a piccole e medie strutture ricettive e realtà territoriali che lavorano con passione, professionalità e convinzione nell’ospitalità.

Il programma

Si parte alle 9.30, al Chiostro di Palazzo Convento, con la conferenza d’apertura. IntervengonoAngelo CarchidiRoberta CarusoDanilo MessineoFrancesco Biacca. A seguire, alle 10.00, l’incontro Riabilitare San Berillo: quale/i modello/i di ospitalità attuare? con Elisa PriviteraLuca Lo Re. Alle 10.50, Destinazione da vivere come Esperienze: un viaggio fra best practice di destination marketing e turismo esperienziale con Emma  Taveri.

Si prosegue, poi, con l’incontro Museo della Liquirizia: quando un’azienda diventa riscoperta e attrazione di un territorio con Fortunato Amarelli. Ancora, l’incontro Fairbnb.coop, sostenibilità e solidarietà nel mondo delle piattaforme con Damiano Avellino.

Nel pomeriggio, alle 15.30, l’incontro Nomadismo digitale: immaginare nuovi scenari e creare nuove opportunità per l’industria dell’ospitalità con Alberto Mattei; alle 16.30 Turismo e Sostenibilità: l’importanza dello sviluppo in un’economia locale con Daniel Franchi; Alle 17.30, Da mete di vacanza a luoghi di opportunità. Spunti e ripensare il marketing delle destinazioni con Luca Caputo.

Previsto, infine, per la prima giornata, il Judecca in Fest, Il Festival musicale e artistico nel quartiere medievale della Giudecca ha come tema l’accoglienza e l’integrazione tra i popoli. Musiche dal mondo, esposizioni, artigianato e food & beverage a Km 0.i.

Il 28 settembre si parte alle 10.00, con Turismo, territorio e business: come il network può aiutare il tuo sviluppo con Daniela Ballarini; alle 10.50, l’incontro Nuove prospettive per l’ospitalità: benessere, storytelling ed evasione dalla realtà con Mick Odelli; Alle 11.40, Il Turismo Esperienziale Professionale come leva di sviluppo del sistema di ospitalità italiano con Maurizio Testa; alle 12.30, River Tribe: come una passione diventa una professione con Antonio Trani.

Si prosegue alle 15.30 con Come creare una strategia di Revenue Management vincente con Fabio Badolato; alle 16.30 Strutturare una comunicazione efficace sul web attraverso una strategia di digital marketing con Totò Sapone; alle 17.30, Come utilizzare Facebook Business Manager e Web Analytics per far crescere il tuo business con Francesco Biacca.

Il 29 settembre, alle 9.30, si parte con l’incontro Confindustria Giovani: Protocollo alternanza scuola/lavoro con Marella BurzaFortunato Rizzo; alle 10.00 l’incontro I vantaggi di una strategia di Revenue Management di destinazione con Fabio Badolato; alle 10.50 l’incontro Turismo per la diversità umana con Giovanni D’Alessandro; alle 11.40 Filo&Fibra, una cooperativa nella Regione Toscana: valorizzare comunità locali a rischio spopolamento con Gloria Lucchesi; alle 12.30, Summer School: Presentazione progetti di esperienze di viaggio per rigenerare il territorio di Nicotera.

Chiude la manifestazione il pranzo sociale della domenica. (rvv)

VIBO – Al via la seconda edizione di “Valentia in Festa”

Al via, oggi, a Vibo, a Palazzo Gagliardi, la seconda edizione di Valentia in Festa.

La manifestazione, il cui tema è Musica, Arte, Cultura e Tradizione, è stata organizzata dall’Associazione Valentia, composta da giovani vibonesi e presieduta da Anthony Lo Bianco.

Si parte, mercoledì 11 settembre, dalle ore 20.30, con il convegno Università, studenti e mondo del lavoro: tra presente e futuro della Calabria, che vedrà la partecipazione di Raffaele Vitale, segretario provinciale Cisl-Scuola, Franca Falduto, Assessore alle Politiche sociali e all’Istruzione del Comune di Vibo Valentia, Silvia Rotundo, dell’Associazione universitarie “Eureka”, Francesco Catania, dell’Associazione universitaria “Futura”, Pasquale Oronzio, coordinatore nazionale di “Azione universitaria”. Modera Domenico Cortese, della Gazzetta del Sud.

Alle 21.30 la presentazione del libro Percorsi di rigenerazione urbana. Il caso di Cosenza di Rossana Galdini. Presente, all’evento, Mario Occhiuto, sindaco di Cosenza. Modera il confronto il giornalista di Zoom24, Tonino Fortuna. Alle 22:30 spazio allo svago con la Silent Disco di Dj Max.

Giovedì 12 settembre, alle 20.30 la convention dal titolo Il sogno di diventare medico, che vedrà la partecipazione di Ciro Indolfi, professore ordinario di Cardiologia, direttore della Scuola di specializzazione in Cardiologia dell’Università di Catanzaro e presidente nazionale della Società Italiana di Cardiologia (SIC), Michele Comito, direttore del reparto di Cardiologia e Utic all’ospedale di Vibo Valentia, Giuseppe Bungaro, alfiere della Repubblica. Modera Carmen Bellissimo, del Quotidiano del Sud.

Si prosegue, alle 21.00, con la presentazione del libro di Pino Aprile, L’Italia è finita e forse è meglio così. Conversa con l’autore il sindaco di Vibo, Maria Limardo. Modera Stefano Mandarano, direttore de Il Vibonese.

Alle 21.30 spazio al cabaret di Piero Procopio, mentre alle 22.30 inizierà la Silent Disco revival con Dj Max.

Venerdì 13 settembre alle 19.30 la presentazione del libro di Diego Fusaro, Pensare altrimenti. L’autore dialogherà con Alessandro De Salvo. Modera Mimmo Famularo, di Zoom 24.

Alle 20.30, invece, il convegno Cibo e tradizioni, il Sud che amiamo, alla presenza di Vitaliano Papillo, presidente del Gal, Mauro d’Acri, consigliere regionale, Domenico Monardo, rappresentante di Unindustria Calabria, Salvatore Solano, presidente della Provincia di Vibo Valentia, Francesco Muzzopappa, presidente della BCC del Vibonese. Modera Erica Tuselli, del Quotidiano del Sud.

Al termine del dibattito è prevista una degustazione di prodotti tipici locali, oltre all’esibizione di Angela Bianco ed i Castrum in Quartet, formazione di musica etno-popolare di Soveria Mannelli.

Sabato 14 settembre appuntamento alle 20.30 con il dibattito su Fare impresa: in Calabria è realmente fattibile?. Ospiti dell’evento Pino Masciari, imprenditore e testimone di giustizia, Francesco Mingrone, segretario generale della CISL Magna Grecia. A moderare gli interventi sarà Francesco Iannello, della Gazzetta del Sud.

Alle 21.30, invece, ci sarà la presentazione del libro di Ismaele La Vardera, Il peggio di m“. La “Iena” dialogherà con Anthony Lo Bianco, presidente dell’Associazione Valentia e con il giornalista Maurizio Bonanno. Alle 22.30 si terrà il concerto dei Temaki Fields, che proporranno un viaggio nella musica indie.

Durante le quattro giornate di “Valentia in Festa” gli artisti dell’associazione Bottega Limen, esporranno le loro opere. Si tratta di: Pietro Topia, Antonio La Gamba, Antonio Cardona, Alberto Polistena, Maria Rosaria Franzè, Caterina Cirianni e Angelo Lo Torto. (rvv)

VIBO – Giovedì un workshop per formare olivicoltori calabresi

Giovedì 12 settembre, a Vibo, alle 16.00, all’Hotel 501, il workshop Produciamo Olio, Coltiviamo Qualità: mercato-formazione-sostegno alle imprese-innovazione per l’olivicoltura calabrese.

L’evento è stato promosso da O.P. Associazione Olivicola Cosentina, con l’obiettivo di formare e sostenere il comparto dell’olivicoltura calabrese e le imprese in un percorso di crescita e innovazione.

L’incontro è volto a rimarcare anche il coinvolgimento, nel processo di conoscenza del prodotto e della qualità, delle nuove generazioni e del ruolo che esse, con il loro bagaglio formativo, possono svolgere quali ambasciatrici di un territorio e di un prodotto principe della dieta mediterranea quale l’Olio extra vergine di oliva calabrese di qualità.

Per realizzare ciò gli operatori hanno la necessità di essere informati, per strutturare aziende consapevoli, attraverso l’indirizzo delle opportunità che il supporto organizzativo offre dal punto di vista della formazione aziendale, dell’accesso al credito, delle innovazioni di prodotto e delle tecniche colturali attraverso la tutela della biodiversità.

Pertanto le opportunità che verrano messe in evidenza nel corso del workshop, calibrate attraverso gli interventi dei relatori, hanno lo scopo di diminuire il gap informativo degli operatori del settore. (rvv)

SERRA SAN BRUNO (VV) – Il 4 ottobre “La Festa del fungo”

Dal 4 al 6 ottobre, a Serra San Bruno, la sesta edizione della Festa del Fungo.

La manifestazione è organizzata dalla Pro Loco di Serra San Bruno in collaborazione con il Parco Naturale regionale delle Serre e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale.

Si parte, il 4 ottobre, con l’escursione micologica guidata da esperti, dove saranno raccolti i funghi che, poi, saranno destinati alla mostra che si terrà a Palazzo Chimirri il 5 e il 6 ottobre.

Nel pomeriggio del 5 ottobre, il mercatino gastronomico ed artigianale nel centro storico della cittadina. Mostra micologica e mercatino saranno, poi, allestiti anche per il 6 ottobre, ultimo giorno di Festa.

Previsti, inoltre, durante la tre giorni, concerti e spettacoli lungo il corso principale e il menù del fungo che proporranno diversi ristoranti.

«Manca solo qualche dettaglio – ha dichiarato il presidente Francesco Giancotti – e la festa del fungo è pronta. Quest’anno il nostro obbiettivo è migliorare quanto di stupefacente abbiamo fatto negli anni passati. Per questo abbiamo già in programma grandi sorprese. Inoltre, cosa di non poco conto, sappiamo che la raccolta di funghi nella nostra zona è iniziata benissimo e le stime per i prossimi giorni sono altrettanto ottimistiche». (rvv)

STEFANACONI (VV) – Dal 26 settembre il “Mediterraneo nel borgo”

Dal 26 al 28 settembre, a Stefanaconi, la prima edizione di Mediterraneo nel borgo, ideato dal sindaco di Stefanaconi e presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano.

Obiettivo primario dell’iniziativa, la riscoperta e la valorizzazione della cultura mediterranea; la condivisione dei saperi e dei sapori del territorio e, quindi, del cibo e dei prodotti tipici della gastronomia locale , con protagonista il “panis noster” di Stefanaconi.

Nel corso del Mediterraneo nel borgo, con la direzione artistica del giornalista Piero Muscaro, sono previsti, quindi, workshop formativi con tutor che forniranno indicazioni sulle strategie connesse al marketing territoriale.

«Nelle tre giornate del 26, 27 e 28 settembre – ha spiegato il presidente Solano – le strade del nostro centro storico prenderanno vita. Tante saranno le sorprese gastronomiche che verranno presentate in apposite aree espositive e di degustazione. Come in una cucina a cielo aperto si alterneranno seminari sul cibo e sulla cultura mediterranea, workshop, show cooking, gare culinarie e panel a tema. Il tutto animato da giochi, spettacoli, concerti e mostre estemporanee con l’intento di celebrare lo slancio creativo dell’arte e della cucina, esaltando le materie prime tipiche della nostra terra».

L’evento farà, dunque, d’apripista a una nuova idea di sviluppo che, attraverso la creazione di un brand unico a livello nazionale, sarà in grado di coniugare musica, cucina, enogastronomia e arte, in una visione moderna del borgo dal punto di vista urbanistico, turistico, storico, letterario e culturale.

«Il mio desiderio – ha dichiarato il direttore artistico Muscaro – è che questa prima edizione possa essere una preziosa occasione per richiamare l’attenzione su un progetto che si prospetta essere un’occasione di miglioramento ed evoluzione per tutta la Calabria». (rvv)

 

VIBO – Uno spettacolo tra moda, arte e musica

Questa sera, a Vibo, alle 21.30, nella Villa Comunale, uno spettacolo di moda, arte e musica.

Organizzata dal bar Cremona e da Magico Evento, l’iniziativa prevede, come ospite speciale, il Maestro orafo Gerardo Sacco con la sua collezione di gioielli, che sfileranno in passerella.

I commercianti del corso, durante l’evento, presenteranno, in anteprima, la collezione autunno-inverno di AB solo firmePaola Milli VirusGioielleria FranzèBig SportTopolino ModaPelletteria CataniaBrumsCome in una favola.

Ad arricchire la manifestazione, l’esibizione di danza e collettiva d’arte a cura di Noveart.

«Con questa iniziativa – hanno spiegato gli organizzatori – si vuole offrire una vetrina ai commercianti di Vibo Valentia per valorizzare le collezioni e provare ad incidere, in una quale misura, nel rilancio del commercio vibonese». (rvv)

CESSANITI (VV) – “Cessaniti città dei fossili”

Questa sera, a Cessaniti, alle 19.30, a piazza Marconi, l’evento Cessaniti città dei fossili. Risorsa per il futuro.

L’evento è stato organizzato dal Comune di Cessaniti in collaborazione con l’Associazione Culturale Panta Rei e la Pro Loco di Cessaniti, con l’obiettivo di valorizzare il sito paleontologico.

Si parte con i saluti di Francesco Mazzeo, sindaco di Cessaniti, di Giovanni Macrì, sindaco di Tropea, e di Francesco Galati, sindaco di Zungri.

Introduce Nadia Di Gesu. Intervengono Giuseppe Carone, presidente del Gruppo Paleontologico Tropeano su I fossili del territorio miocenico di Cessaniti Luigi Cotroneo, vicepresidente Gpt su 40 anni di ricerche paleontologiche nel territorio di Cessaniti. Intervengono, anche, Giusi Valeriano, Regione Lombardia, Caterina Pietropaolo, grotte di Zungri e Vitaliano Papillo, presidente Gal.

A termine dell’evento, sarà consegnato un riconoscimento alla famiglia del dott. Mario Bagnato, per aver contribuito a far conoscere i clipeaster di Cessaniti in tutto il mondo. (rvv)