LA GIUNTA REGIONALE DELLA CALABRIA

LA PRESIDENTE

Jole Santelli (1968)

Jole Santelli

La Presidente della Giunta regionale ha la rappresentanza istituzionale della Regione, nonché la rappresentanza negoziale e processuale, con esclusione delle materie di competenza del Presidente del Consiglio regionale o dei dirigenti; promulga le leggi ed emana i regolamenti regionali, dirige la politica della Giunta, esercita i diritti del socio nelle società partecipate. Ove non ricorra un’espressa riserva di legge o di regolamento in favore di altri soggetti: accorda le intese ed i concerti richiesti da altre autorità; nomina gli arbitri della Regione nei relativi giudizi o concorre alla loro nomina quando essa è congiunta; effettua le nomine negli enti e nelle società; risolve i conflitti in materia di deleghe agli Assessori. Riserva alla sua competenza esclusiva le seguenti materie:
affari generali della Giunta;
verifica dell’attuazione del programma di governo;
promozione e immagine della Calabria e dei suoi asset strategici nel turismo, cultura, agricoltura, ambiente e paesaggio;
coordinamento e partecipazione di iniziative ed eventi in Italia e all’estero;
politiche giovanili;
spettacolo e grandi eventi;
Film Commission;
sport, associazionismo e volontariato sportivo;
programmazione nazionale e comunitaria;
rapporti con U.E.;
sviluppo del porto di Gioia Tauro;
formazione professionale;
e-governement ed agenda digitale;
tutela della salute e politiche sanitarie;
protezione civile e meteo regionale;
ZES;
indirizzi sugli enti strumentali, fondazioni e società partecipate;

e ogni altra materia non espressamente attribuita alla competenza di un Assessore.

——————–◊——————–

VICEPRESIDENTE

Nino Spirlì (1961)

Nino Spirlì

Al Vice Presidente sono altresì delegate le competenze di indirizzo politico nelle seguenti materie:
beni culturali;
patrimonio storico, artistico ed architettonico;
organizzazione delle attività culturali e teatrali;
musei, biblioteche, archivi, associazioni culturali;
politiche del commercio e dell’artigianato;
legalità e sicurezza


ASSESSORE ALLE INFRASTRUTTURE, PIANIFICAZIONE E SVILUPPO TERRITORIALE, PARI OPPORTUNITTÀ

Domenica Catalfamo (1966)

Domenica Catalfamo

La delega comprende le competenze di indirizzo politico nelle seguenti materie:
lavori pubblici ed espropriazioni;
piano delle opere e degli interventi ordinari e straordinari;
politiche abitative;
rischio sismico;
edilizia scolastica e di culto;
trasporto pubblico locale, politiche per la mobilità delle persone, osservatorio sul sistema di trasporto regionale;
sistemi di smart mobility e ITS (sistemi di trasporto intelligente) anche a supporto del sistema portuale e della logistica;
dissesto idrogeologico e cartografia regionale;
piano regionale dei trasporti e della logistica;
piani attuativi e piani di settore;
programmi strategici di trasporto e di navigazione, aeroporti civili di rilievo regionale, intermodalità;
urbanistica ed edilizia; governo del territorio;
paesaggio;
pianificazione territoriale e delle aree costiere;
demanio marittimo;
strumenti urbanistici;
attuazione della legge urbanistica regionale;
vigilanza urbanistica;
programmi di riqualificazione e recupero dei centri urbani e storici;
parcheggi destinati alle aree urbane;
osservatorio sulle  trasformazioni territoriali;
pari opportunità

——————–◊——————–

ASSESSORE ALLA TUTELA DELL’AMBIENTE

Sergio De Caprio (Capitano Ultimo) (1961)

Capitano Ultimo

La delega comprende le competenze di indirizzo politico nelle seguenti materie:
programmazione, pianificazione e gestione del ciclo integrato dei rifiuti e delle acque, ambiente e beni ambientali;
bonifica dei siti inquinati; difesa ambientale;
impatto ambientale;
sviluppo sostenibile;
salvaguardia del mare, dei laghi e dei corsi d’acqua;
inquinamento acustico, atmosferico ed elettromagnetico;
parchi, riserve naturali ed aree protette;
desertificazione, pianificazione e programmazione energetica regionale 

——————–◊——————–

ASSESSORE ALLE POLITICHE AGRICOLE E SVILUPPO AGROALIMENTARE

Gianluca Gallo (1968)

Gianluca Gallo

La delega comprende le competenze di indirizzo politico nelle seguenti materie:
politiche agricole e sviluppo agroalimentare;
qualità delle produzioni agricole e delle attività agrituristiche;
patrimonio faunistico e caccia; patrimonio ittico;
agroambiente e zootecnia;
sviluppo aree rurali;
sistema irriguo e forestazione;
politiche sociali, servizi sociali ed attuazione della legge regionale n. 23 del 2003, cooperazione alla solidarietà sociale;
politiche per la famiglia e per i soggetti svantaggiati, volontariato e no profit, Ipab, servizio civile, immigrazione e stranieri;
previdenza integrativa;
emergenza abitativa

——————–◊——————–

ASSESSORE AL LAVORO, SVILUPPO ECONOMICO E TURISMO

Fausto Orsomarso (1971)

Fausto Orsomarso

La delega comprende le competenze di indirizzo politico nelle seguenti materie:
industria; sviluppo economico;
attività produttive;
incentivi e aiuti alle imprese;
fiere e mercati;
cooperative di produzione;
distretti industriali;
acque minerali;
carburanti;
miniere, cave e torbiere;
internazionalizzazione;
infrastrutture immateriali;
innovazione tecnologica;
politiche del lavoro e mercato del lavoro;
imprenditoria femminile e giovanile;
centri per l’impiego e funzioni territoriali;
attività turistiche, ricettività alberghiera ed extralberghiera, portualità turistica, stabilimenti balneari e termali, montagna 

——————–◊——————–

ASSESSORE ALL’ISTRUZIONE, UNIVERSITÀ, RICERCA SCIENTIFICA, E INNOVAZIONE

Sandra Savaglio (1967)

Sandra Savaglio

La delega comprende le competenze di indirizzo politico nelle seguenti materie:
scuola, diritto allo studio, sistema educativo e programmazione territoriale del sistema scolastico;
università e diritto allo studio universitario;
ricerca scientifica e innovazione, alta formazione, progetti di studio e ricerca, distretti tecnologici

——————–◊——————–

ASSESSORE AL BILANCIO E POLITICHE DEL PERSONALE

Francesco Talarico (1967)

Francesco Talarico

La delega comprende le competenze di indirizzo politico nelle seguenti materie:
finanza regionale, bilancio regionali, d.p.e.f.r.;
vigilanza sui bilanci degli enti dipendenti, fondazioni e società partecipate;
ragioneria; entrate e sistema tributario;
casse di risparmio e rurali, aziende di credito a carattere regionale, enti di credito agrario ed a carattere regionale;
controllo di gestione;
demanio e patrimonio;

politiche del personale e relazioni sindacali;
innovazione burocratica;

trasparenza e anticorruzione;
economato e autoparco;
sistema delle autonomie locali

——————–◊——————–