CATANZARO – Dal 30 novembre la mostra su Pino Pingitore

Il 30 novembre, al Museo Marca di Catanzaro, alle 18.30,  s’inaugura la mostra Pino Pingitore – L’anima e la visione/1969-2019. 50 anni tra ricerca artistica e progettazione grafica a cura di Giorgio BonomiLuigi Polillo.

L’esposizione presenta il percorso creativo di uno degli artisti calabresi più significativi nel panorama dell’arte contemporanea. Un artista poliedrico che in questo anno compie 50 anni di attività che lo hanno visto impegnato su due direttrici: quello della ricerca artistica e quello della progettazione grafica, discipline che, per la prima volta, vengono presentate insieme in un unico contesto espositivo.

La mostra, che ha carattere retrospettivo, coinvolge due piani del museo: al primo piano trovano posto oltre 30 opere, alcune realizzate per l’occasione, che documentano un percorso artistico molto articolato e, per certi aspetti, unico nelle sue differenze che, di fatto, sottolinea una continua, incessante volontà di sperimentare. 

«Pino Pingitore – scrive Giorgio Bonomi – è una figura complessa nel panorama dell’arte contemporanea: infatti nel suo, ormai, lungo percorso artistico, ben cinquant’anni, ha transitato in territori pittorici certamente diversificati, a volte contrastanti ma mai contraddittori».

«Da una fase creativa ad un’altra – prosegue Giorgio Bonomi – spesso Pingitore ritorna alla precedente, naturalmente senza essere mai uguale, con un itinerario che non può raffigurarsi con un cerchio in cui si parte da un punto e si ritorna sempre allo stesso, bensì dobbiamo immaginarlo come una spirale che implica sì un cammino circolare ma che non ritorna mai al punto di partenza, anzi via via si innalza, pur rivedendo il cominciamento».

Il percorso espositivo parte dall’esperienza del Gruppo Mauthausen, già ospitato al MARCA nel 2014 per il quarantennale della mostra del 1974 e si chiude con gli “Astratti fluidi”, opere che segnano il ritorno al colore e al recupero dello sfumato in chiave astratta.

A tal proposito Luigi Polillo scrive: «… negli anni duemila nascono gli astrati fluidi, opere generate dalla dissoluzione di un frammento estetico “s-digitalizzato”, un’espressione artistica basata sul colore in cui la nozione di spazio è annullata dall’infinita scala cromatica legata al suo processo creativo; il contrasto voluto tra luce e oscurità non crea dissonanza, piuttosto i due elementi si completano in un armonica dualità intesa come equilibrio e simmetria di forze, un’azione sensibile e morale del colore. L’artista elabora ed amplia il “frammento digitale” riportandolo sulla tela tramite la tecnica dello sfumato».

«L’opera di Pingitore – prosegue Luigi Polillo – si configura come una ricerca che non lascia “diritto di cittadinanza” ad una poetica chiusa in se stessa, ma si apre, nel tempo, a linguaggi diversi che costituiscono, in definitiva, la cifra stilistica dell’artista».

La mostra si potrà visitare fino al 31 gennaio 2020.

PENTONE (CZ) – Presentata la sesta edizione del Presepe Vivente”

È stata presentata, a Pentone, la sesta edizione del Presepe Vivente, evento promosso dal Comune di Pentone in collaborazione con la Parrocchia.

I coordinatori della manifestazione, Aurelio Miriello e Amerigo Marino, hanno inteso non solo promuovere il Presepe Vivente quale momento di partecipazione e di condivisione, quanto anche come un ottimo indotto per l’economia e il turismo locale.

L’obiettivo è, infatti, di portare nelle giornate del 28 e del 29 dicembre tanta gente per dimostrare che il Borgo di Pentone non ha nulla da invidiare ad altri più reclamizzati.

Orgoglioso di quanto si sta realizzando si è detto il sindaco, Vincenzo Marino, che ha evidenziato come l’edizione 2019 sia stata arricchita con un percorso più lungo che toccherà quasi tutto il centro storico e soprattutto la partecipazione di un numero di figuranti raddoppiato rispetto al passato, circa 100.

L’edizione 2019 sarà, inoltre, ricordata come quella in cui tutto il territorio parteciperà visto che diversi figuranti provengono dalle frazioni maggiormente coinvolte.

Aurelio Miriello ha puntato inoltre sulle diversità del presepe pentonese che, ispirandosi ai fasti di quello realizzato nel 1980 dal compianto Aldo Sirianni, avrà quale caratteristica unica quella delle performance teatrali.

Lungo il percorso, grazie anche alla scuola di teatro di Enzo Corea, sarà possibile infatti assistere a delle brevi rappresentazioni per rendere ancora più significativo l’evento. Un mix quindi di tradizione, identità e significati perché l’edizione 2019 vuole essere un incontro di intenti, di ambizioni e di voglia di fare.

Presenti alla conferenza, anche le maestranze locali guidate da Antonio Capicotto, che si occuperanno concretamente di realizzare le strutture portanti che in questi giorni cominceranno già essere montate e posizionate.

Attiva da ieri anche la pagina Facebook. Pentone, ancora una volta, vuole dare una bella dimostrazione di coesione sociale attraverso la quale veicolare conoscenza e turismo.

Appuntamento al 28 e 29 dicembre per quello che sarà un gran bello spettacolo. (rcz)

CATANZARO – L’expo del Lavoro e dell’Orientamento

Da oggi, fino a venerdì 22 novembre, al Parco Commerciale “Le Fontane” di Catanzaro, l’Expo del Lavoro e dell’Orientamento organizzato da Asse 4 – Rete di Imprese e Students Lab Italia.

«Accoglieremo – si legge in una nota degli organizzatori – studenti delle scuole superiori e tutti coloro che vogliono conoscere le opportunità presenti sul territorio (percorsi scolastici, accademici e lavorativi) e valorizzare il proprio potenziale». (rcz)

 

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – Un successo “Giulietta alla riscossa”

Sul palcoscenico del Teatro Impero di Chiaravalle Centrale, è andato in scena lo spettacolo Giulietta alla riscossa, della Compagnia I Monachellari di Dipignano.

Lo spettacolo, che è stato il secondo appuntamento del concorso regionale Uilt (Unione italiana libero Teatro), è una parodia della celeberrima opera di Shakespeare, sapientemente contaminata dall’incursione di personaggi presi a prestito da Rosanna Brecchi, che ne ha curato testo e regia, da altre due opere letterarie dello stesso drammaturgo inglese e di Alessandro Manzoni.

Ed ecco comparire accanto a Romeo, Giulietta e la sua improbabile balia, Renzo, Lucia, Don Rodrigo, Suor Virginia, Desdemona e Otello, protagonisti di uno spettacolo di grande contenuto sociale, di forte valenza educativa, che diverte e fa riflettere con ironia. Un’occasione per soffermarsi sul tema drammatico e di stringente attualità, quale la violenza sulle donne.

Una rappresentazione che con un linguaggio diretto ed efficace, con la sua sfumatura social, arriva immediato alle nuove generazioni.

L’appuntamento di domenica 24 novembre, con la Compagnia teatro amatoriale Nati per Caso e lo spettacolo La Villa degli olmi, è stato spostato al 2 febbraio 2020.

Il prossimo appuntamento, dunque, è per il 1° dicembre, con Le Pillole di Ercole, una commedia brillante della Compagnia Nicola Valentino e la regia di Lino Caridi. (rcz)

In copertina, foto di Miriam Santopolo.

CATANZARO – La città aderisce alla campagna “Orange the world”

Anche la città di Catanzaro aderisce alla campagna internazionale Orange the world, promossa dal Women’s Leadership Institute nel 1991, che continua a essere coordinata ogni anno dal CWLG – Center for Women’s Leadership, sostenendo una strategia condivisa atta a prevenire ed eliminare ogni forma di violenza contro donne e ragazze di tutto il mondo.

La campagna internazionale coinvolgerà anche il capoluogo calabrese, grazie alla straordinaria sinergia creatasi tra Associazioni e club service del territorio. L’iniziativa, infatti, realizzata con il patrocinio del Comune e della Camera di Commercio di Catanzaro,  sarà presentata martedì 19 novembre alle 11.00 nella Sala Concerti di Palazzo De Nobili.
Partecipano l’assessore comunale alle Pari opportunità, Concetta Carrozza, l’assessore alle Attività Economiche, Alessio Sculco, l’Assessore alle Politiche Sociali, Lea Concolino e la vice-presidente della Camera di Commercio, Tommasina Lucchetti, nonché dei rappresentanti di tutte le realtà associative e commerciali che sono state preziose e strategiche per rendere possibile Orange the World a Catanzaro. (rcz)

CATANZARO – Il libro “Mistero al cubo” di Lou Palanca

Questo pomeriggio, a Catanzaro, alle 18.30, al Caffè delle Arti, il collettivo che si firma Lou Palanca presenta il romanzo noir Mistero al cubo.

L’evento è stato organizzato dalla Libreria Ubik in collaborazione con Il Caffè delle Arti – Centro Polivalente.

Dialogano con gli autori Tullio BarniLuigi Combariati.

Il libro è edito da Rubbettino.

In un freddo venerdì di dicembre, il professore De Vitis, ordinario di diritto penale comparato ormai prossimo alla pensione, viene ritrovato senza vita nel suo studio, al Cubo 12C, di un grande campus universitario calabrese. Cosa è accaduto? Chi poteva voler morto l’illustre cattedratico?

Il commissario Gironda e la dottoressa Musso indagano tra le ombre scure che avvolgono l’ateneo alla difficile ricerca di colpevoli e moventi. Un giallo atipico e corale in cui i personaggi, ciascuno con il proprio carico di angosce e inquietudini, si muovono tra il campus ed il tessuto urbano circostante raccontando con disincanto il mondo accademico e le sue contraddizioni. (rcz)

 

SOVERATO (CZ) – Si festeggia San Martino

Stasera, a Soverato, dalle 19.00, a Piazza Maria Ausiliatrice, si festeggia San Martino.

L’evento è stato organizzato dalla Pro Loco di Soverato, e prevede panini con salsiccia e caponata, zeppole, caldarroste e vino, patatine fritte e vin brulè.

Ad arricchire l’evento, la partecipazione del Gruppo Storico Città di Catanzaro. (rcz)

SQUILLACE (CZ) – L’iniziativa “Less is Better, Less & Better”

Domani mattina, a Squillace, alle 10.00, a Piazza San Nicola Vescovo, l’iniziativa Less is Better, Less & Better, organizzata dall’Associazione La Rete in collaborazione con la Pro Loco, l’Associazione Domus Pacis e i ragazzi del servizio civile.

L’evento, in programma anche per la domenica 24 novembre, è stato organizzato in occasione della Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti.

Durante le due mattinate, i volontari saranno presenti con uno stand informativo per far conoscere le azioni da adottare per consumare meno e meglio al fine di produrre meno rifiuti e meno inquinamento, verranno inoltre avviate raccolte firme per la riapertura delle fontane pubbliche, per l’avvio del compostaggio di comunità, per la modifica del regolamento della Tari al fini di promuovere l’uso di stoviglie compostabili e del regolamento della smaltimento dei rifiuti per introdurre sanzioni ai trasgressori, e per la messa a disposizione della comunità degli spazi comunali chiusi. (rcz)

 

 

 

CATANZARO – Il 2° Memorial Cinzia Mazza

Domani, a Catanzaro Lido, dalle 9.30, al Plesso Scolastico “Porto, il secondo Memorial Cinzia Mazza, organizzato dal Gruppo comunale di Protezione civile coordinato da Pierpaolo Pizzoni e supportata dall’Amministrazione Comunale, dalla Protezione civile regionale e dai Vigili del Fuoco.

Il Memorial verterà sull’incontro formativo Pianificazione, gestione e superamento di un’emergenza connessa ai fenomeni di rischio idraulico a cura dell’Associazione Erat e dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco.

L’incontro è rivolto a volontari di protezione civile, tecnici comunali e Polizia locale.

Il Memorial proseguirà domenica 17 novembre, con l’incontro su Ruolo e compiti nelle attività post evento (ore 9.00) e attività adestrativa (ore 15.00). (rcz)

SQUILLACE (CZ) – L’Inaugurazione della Biblioteca “Digital Vivarium”

Domani, a Squillace, alle 17.00, all’IC Statale, s’inaugura la biblioteca Digit@l Vivarium, realizzata in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Amaroni, l’Amministrazione Comunale di Vallefiorita e l’Associazione “Terra di Mezzo”.

Dopo i saluti di Grazia Parentela, dirigente scolastico dell’IC Statale di Squillace, intervengono Pasquale Muccari, sindaco di Squillace, Luigi Ruggiero, sindaco di Amaroni, Alfonso Mercurio, sindaco di Stalettì e Salvatore Megna, sindaco di Vallefiorita.

A seguire, l’evento Libriamoci – Giornata di letture nelle scuole sul tema Gianni Rodari – Il gioco delle parole, tra suoni e colori.

Le letture sono a cura di Patrizia Fulciniti, mentre gli intermezzi musicali a cura di Fabio GrandeMarco Flavio LamanteaAndrea LanzellottiMara Giovanna Stella. (rcz)