SANTA CATERINA DELLO JONIO (CZ) – L’incontro sui Campi elettromagnetici

Domani sera, a Santa Caterina dello Jonio, alle 19.40, alla Torre Sant’Antonio, l’incontro sul tema Campi elettromagnetici.

L’evento rientra nell’ambito del ciclo di incontri Uno sguardo dalla Torre, organizzato dalla Torre Sant’Antonio.

Relazionano Fernando Laghi, presidente dell’Associazione Internazionale Medici per l’Ambiente, che parlerà di Campi elettromagnetici e il 5G: il fenomeno, gli effetti e i rischi per la salute e il prof. Nicola Pasquino, prof. all’Università Federico II di Napoli su Campi elettromagnetici: il fenomeno, gli effetti e la protezione della popolazione. Modera il giornalista Marcello Barillà(rcz)

SELLIA MARINA (CZ) – Al via la rassegna letteraria “Blu d’autore”

Prende il via domani, a Sellia Marina,  al Lido Faro Blu, la seconda edizione della rassegna letteraria Blu d’Autore, organizzata da Chiara Mignogna.

Si parte domani, alle 18.30, con Alessandro Testa e il suo libro I segreti di Sandy Neck. Relaziona Chiara Mignona. Modera il giornalista Paolo Cristofaro.

Il 12 agosto, al Lido Alta Marea, il libro Matemusica di Nicola Chiriano; il 16 agosto, al Lido Alta Marea, il libro Lettere alla moglie di Hagenbach di Giuseppe Aloe; il 20 agosto, il libro Cento battiti di Luca Santise, sempre al Lido Alta Marea.

Il 21 agosto, al Lido Dadada di Montauro, il libro Dalla Grecìa perduta di Ettore Castagna; il 28 agosto, al Lido Faro Blu di Sellia Marina, il libro Ricordati di viverla di Francesco Criniti; il 29 agosto, al Lido Dadada di Montauro, il libro L’uomo dei tulipani di Elia Banelli; il 2 settembre, al Lido Dadada di Montauro, il libro Cinque donne e un arancino di Catena Fiorello(rcz)

NOCERA TERINESE (CZ) – La sesta edizione di “ET… Sotto le stelle”

Domani, a Nocera Terinese, all’ex Convento dei Frati Cappuccini, al via la sesta edizione di ET… Sotto le stelle e il Premio “Carlo Rambaldi”, organizzato dalla Fondazione “Rambaldi.

I premiati di questa edizione, nella sezione Amici della Fondazione, con il Premio “Carlo Rambaldi”, sono il Maestro Vince Tempera, la giornalista Rai Valentina Bisti, e a Gabriele Gravrina, presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio.

Inoltre, sarà presente un book korner della Mondadori ove poter avere il libro della Bisti, Tutti i colori dell’Italia che vale (Rai Libri) per la prima volta in tutto il Sud Italia con la dedica dell’autrice e della intervistata.

Inoltre, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento, è stata annunciata la nascita, a breve, di un’Academy che sarà ospitata all’interno dell’ex Convento dei Frati Cappuccini, dedicata alle arti ed al cinema, nel contesto della Casa della Cultura voluta dal Comune Terinese. (rcz)

 

SOVERIA SIMERI (CZ) – Il primo Premio Letterario “I don’t like silence”

Al via, a Soveria Simeri, il Primo Premio Letterario, organizzato dall’Amministrazione comunale di Soveria Simeri in collaborazione con l’Associazione Universo Minori, presieduta da Rita Tulelli.

Il Premio, dal tema I don’t like silence, vuole raccogliere racconti che vertono su legalità, bullismo, violenza sulle donne e verranno giudicati in base ai seguenti criteri: valore narrativo, originalità di forma e stile. Inoltre, gli elaborati non devono superare le 12 mila battute ed essere inviati all’email soverialetteraria@virgilio.it.

Gli elaborati, infine, verranno corretti da una giuria presieduta dall’onorevole Angela Napoli, presidente Associazione “Risveglio ideale”, e dall’editore di Rondine Edizioni, Gianluca Lucia(rcz)

SERRASTRETTA (CZ) – Catàgeios, tre mostre di pittura

Si chiude, con tre mostre di pittura, si chiude la rassegna Catàgeios. L’antro dell’artista – Le opere e i giorni, organizzata da Pramantha Arte e a cura di Antonio Bruno Umberto Colosimo e Maria Rosaria Gallo.

Le tre mostre, che si possono visitare fino a domani, domenica 9 agosto, a Palazzo Pingitore, dalle 18.00 alle 20.00, sono Viaggio nella testa di Aistė Gabrielė Černiütė, Perdonami dell’artista lituana Indrė Ercmonaitė Uranos dell’artista italiano Salvatore Pujia.

«Le tre mostre presentate  – hanno spiegato i curatori – mettono a confronto tre diversi linguaggi creativi consentendo una ulteriore esplorazione delle infinite possibilità espressive della pittura. La pitto-scultura di Aistė Gabrielė Černiūtė immerge nella drammatizzazione psicologica e assume una forma teatrale; l’informale dadaista di Indrė Ercmonaitė deborda il concetto di rappresentazione e si confronta con l’inesauribile potenza del processo creativo; la poesia visiva di Salvatore Pujia rimanda inevitabilmente all’intuizione estetica del tutto».

«La pittura di Aistė Gabrielė Černiūtė – hanno precisato i curatori – si configura come un laboratorio sperimentale e un punto di osservazione della psyche umana. La materia è plasmata da un’incessante ricerca di senso e da un forte bisogno narrativo: teatro e poesia, commedia e tragedia, realismo e surrealismo, gesto e figura danno vita a intense opere plastiche la cui chiave d’accesso è l’io e le sue metamorfosi. Volti marcati, espressioni smarrite, figure incastrate, teste volanti, azioni interrotte. Viaggio nella testa diventa così profonda interrogazione esistenziale. Perdonami di Indrė Ercmonaitė è una mostra dai toni energici e possenti».

«Una selezione di dodici tele – hanno aggiunto – in cui è possibile rintracciare tutta l’originalità, l’ironia, la spregiudicatezza, l’irriverenza, ma anche il dramma, la schiettezza e la genuinità di un’artista che vive il suo rapporto con la pittura quasi in termini amorosi. Una relazione vitale che diventa essa stessa movente e oggetto d’indagine pittorica. Con Salvatore Puija, invece, protagonista indiscussa di Uranos è la luce. Un viaggio nelle possibilità del colore accompagna intimi racconti di un sentire vibrante. Linee sottili e figure accennate si intersecano nelle trame di informali paesaggi cromatici. La forza dei contrasti si combina con la lievità della visione, e un sapore fiabesco e un’energia infantile rimandano al vero possibile senso dell’esperienza estetica: l’arte come origine». (rcz)

CATANZARO – Intesa fra Comune e Cassa Depositi per sviluppo del territorio

Un protocollo d’intesa è stato firmato tra il Comune di Catanzaro e la Cassa Depositi e Prestiti, volto a rafforzare la cooperazione tra le parti con l’obiettivo di identificare alcune iniziative strategiche per lo sviluppo del territorio e garantirne la concreta e rapida realizzazione.

Nello specifico, Cassa Depositi e Prestiti fornirà al Comune di Catanzaro attività di consulenza tecnico-amministrativa per supportare la realizzazione di diversi progetti infrastrutturali fra cui: lavori di completamento delle opere interne al porto, interventi di adeguamento sismico e riqualificazione della scuola media Giuseppe Mazzini, adeguamento sismico e ricostruzione dell’ex scuola elementare Maddalena da adibire poi ad alloggi per le Forze dell’Ordine e Armate, ampliazione dei cimiteri e realizzazione del nuovo impianto di depurazione comunale.

Cassa Depositi e Prestiti, in linea con il suo piano industriale 2019-21, affiancherà il Comune di Catanzaro in tutte le fasi che porteranno alla realizzazione di queste iniziative strategiche per la città, dalla programmazione all’esecuzione, passando anche per la progettazione e l’affidamento dei lavori. Inoltre, la Cassa Depositi valuterà eventuali richieste di finanziamento da parte del Comune individuando le migliori condizioni tempo per tempo praticabili e fornendo all’Amministrazione il supporto necessario a favorire il perfezionamento delle relative operazioni di finanziamento.

«In un momento storico in cui tutti gli enti locali si trovano in difficoltà nel tradurre in termini operativi i propri progetti – ha dichiarato il sindaco Abramo – poter contare sul supporto di Cassa Depositi e Prestiti rappresenta un fattore essenziale per superare le criticità. Il Comune di Catanzaro può vantare una pianificazione ampia e diversificata, già in stato avanzato, che ora potrà portare avanti, nella fase esecutiva, grazie alla consulenza specialistica di CDP. Gli interventi sui quali si incentrerà questa preziosa collaborazione, per un ammontare di circa 65 milioni di euro, sono, infatti, inseriti nell’ambito di una programmazione di livello europeo che richiede il rispetto di precise tempistiche fissate nei cronoprogrammi».

«Cassa Depositi e Prestiti – ha aggiunto – mettendo a disposizione gratuitamente la propria struttura, ci aiuterà a procedere, step per step, verso la realizzazione di opere che hanno un rilevante impatto strategico per il territorio. Catanzaro, con questo nuovo tassello, vuole confermarsi quale modello positivo di buone pratiche, dando ulteriore sostanza al proprio ruolo di Capoluogo di Regione».

«L’intesa con il Comune di Catanzaro – ha dichiarato Tommaso Sabato, direttore Cassa Depositi e Prestiti Infrastrutture e Pubblica Amministrazione – concretizza e rafforza la vicinanza e il supporto da parte di CDP alle realtà del Sud, confermando ulteriormente il modello di coesione con il territorio e la comunità locale. Con i servizi di consulenza tecnico-amministrativa – che questo protocollo porta per la prima volta anche in Calabria – vogliamo accelerare il processo di sviluppo delle infrastrutture del Paese al fianco degli Enti Locali, accompagnando le Amministrazioni in tutte le fasi operative delle nuove iniziative strategiche per i territori, dalla pianificazione fino alla loro realizzazione». (rcz)

TAVERNA (CZ) – Al via “Hyle Fest”, il primo Festival letterario della Sila piccola

Domani, a Taverna, nella frazione Villaggio Mancuso, al Grande Albergo Parco delle Fate, prende il via la prima edizione dell’Hyle Fest, il primo festival letterario della Sila piccola promossa dall’Amministrazione Comunale di Taverna con il sostegno economico e il patrocinio dell’Ente Parco Nazionale della Sila.

La rassegna, curata da Elena Dardano, si svolgerà fino al 30 agosto, e nasce con l’obiettivo di valorizzare attraverso la letteratura e la multidisciplinarietà, il territorio del Parco Nazionale della Sila e il patrimonio socio-antropologico della Calabria, promuovendo al contempo il rispetto della natura e dell’ambiente, sensibilizzazione necessaria in un momento in cui le contraddizioni dell’odierno modello di sviluppo appaiono in tutta la loro forza.

All’interno della kermesse, spazio anche ai più piccoli con i laboratori della sezione Hyle Garden le domeniche 16, 23 e 30 agosto alle ore 11:00. I laboratori, curati dal festival in collaborazione con la casa editrice Coccole Bookssu prenotazione e a numero limitato nel rispetto delle normative vigenti, hanno il fine di promuovere la lettura, la creatività e l’importanza della natura tra i più piccoli.

 Infine, il festival promuove una call for artists per pittori, scultori, fumettisti e artisti che possono contattare il festival e, concordando le modalità, esporre alcune loro opere ed esibirsi in momenti di live art durante gli eventi pomeridiani e negli spazi del festival, per la sezione Fairy Art Gallery.

Gli eventi della rassegna si svolgeranno dalle ore 16.00 e si apriranno il 9 agosto con lo spettacolo musicale Tamburo è voce del cantastorie Nando Brusco: un viaggio musicale e narrativo attraverso le leggende del mediterraneo e la memoria orale della Calabria, accompagnato dal ritmo poetico e profondo dei tamburi a cornice.

Seguirà la presentazione del volume e del documentario In cammino con Gioacchino di Eugenio Attanasio, presidente della Cineteca della Calabria: dall’Abbazia di Peseca all’Abbazia di Corazzo, in cammino sulle antiche vie tracciate da Gioacchino da Fiore, oggi sentieri naturalistici e segni indelebile di una Calabria di storia e spiritualità.

 

Il pomeriggio del 16 agosto si aprirà con la presentazione del libro Il figlio del mare di Eliana Iorfida (Pellegrini Editore), una storia di approdi e ripartenze, sfioriture e rinascite, dove la prosa si intreccia ai toni corali della tragedia greca.

A seguire, la conversazione con Enzo Ciconte sul suo nuovo libro Alle origini della nuova ‘ndrangheta: il 1980 (Rubbettino): A ritroso fino alla Calabria del 1980, anno cardine della storia della ‘ndrangheta, per una riflessione tra economia e politica, arretratezza e modernità e per un viaggio tra le maglie della storia per la comprensione del nostro presente.

 Domenica 23 agosto sarà la volta dello spettacolo musicale e narrativo di Ettore Castagna a partire dal suo nuovo libro Della Grecìa perduta (Rubbettino) e all’interno del suo tour “Modestamente, scrivo coi piedi”: parole e musica per raccontare la favola di Nino, pastore greco ed errante in una Calabria magica e selvatica dove il sacro e il profano, il mito e la storia si intrecciano agli scenari dell’elegia greca e dell’epica cavalleresca.

Seguirà la conversazione con lo scrittore Domenico Dara in occasione della nuova edizione del pluripremiato libro Appunti di meccanica celeste (Nutrimenti) e in vista dell’uscita del nuovo libro Malinverno (Feltrinelli): un viaggio all’interno di una scrittura mirabolante e immaginifica dell’autore, che ha saputo raccontare una Calabria sospesa tra sogno e realtà.

 Il pomeriggio del 30 agosto si aprirà con la performance teatrale Vola solo chi osa farlo a cura della Compagnia CineTeatrale del Brigantino e in omaggio allo scrittore cileno Luis Sepúlveda scomparso nell’aprile 2020, per ripercorrere i temi più importanti della sua produzione: il valore dell’amicizia, il rispetto per la natura, la tutela dell’ambiente, l’impegno sociale, la forza dell’immaginazione, la fiducia in se stessi.

 Conclude la rassegna la presentazione del libro di Sergio Caroleo Le stelle si guardano, ma non si toccanoispirato all’assegnazione dell’Oscar dei due mondi a Sophia Loren e Amedeo Nazzari, avvenuta presso l’Albergo delle Fate nell’agosto del 1960. In occasione del sessantesimo anniversario dall’evento, il festival ricorda i protagonisti di una serata indimenticabile e la storia di un luogo magico che continua a far sognare le nuove generazioni. (rcz)

 

 

 

 

LAMEZIA – Il “Gala della Gratitudine”

Domani sera, a Lamezia Terme, alle 21.00, a Corso Numistrano, l’undicesima edizione del Gala della Gratitudine, la manifestazione ideata da Giovanni De Grazia e promossa dall’Associazione culturale St Television, in collaborazione con il Comune di Lamezia Terme e la Regione Calabria.

L’evento è una serata all’insegna del coraggio e della gratitudine nei confronti di chi, durante la pandemia da Covid-19, si è messo al servizio della comunità nel tentativo di aiutare e, perché no, esorcizzare il lockdown dei propri concittadini, alle prese con un’emergenza sanitaria senza precedenti.

Nel corso della serata, infatti, saranno premiati Giovanna GigliottiCarlo CimbriFelice SaladiniEnnio CalabriaSalvatore De BiasePietro GrecoGiovanni SirianniMarianna MilanoRocco Aversa Tonino MarchioAgostino CosentinoLeonardo CaimiNella FragaleLaura Calderini, l’Associazione Culturale San Nicola, l’Associazione Malgrado Tutto, l’Emporio della Solidarietà Comunità Masci Lamezia Terme 2 “Don Pasquale Luzzo“, la Croce RossaRadio Club Lamezia.

La manifestazione è stata presentata alla presenza di  Maria Chiara Caruso, Francesco Sacco, membri dell’organizzazione, dell’editore Giovanni De Grazia, del dott. Vincenzo Ferraro (Agente Generale UnipolSai Lamezia, main sponsor), della conduttrice Ketty Riolo, che condividerà il palco con il campione di nuoto Massimiliano Rosolino, dell’assessore allo Sport e allo Spettacolo Luisa Vaccaro e del sindaco Paolo Mascaro, che ha ha sottolineato il «grande coraggio dell’Associazione nell’organizzare, in un periodo simile, una manifestazione che è chiara testimonianza della tanta voglia di fare e del grande impegno profuso nel contribuire alla rinascita del nostro territorio».

«Sono ormai tante le edizioni di questa splendida iniziativa – ha proseguito il primo cittadino – ed è bello che in ogni singola edizione gli organizzatori abbiano dato merito a chi, nell’ombra o sotto i riflettori, ha fatto qualcosa di importante. Per qualche oscuro motivo, viviamo purtroppo nella terra dell’ingratitudine, nella terra dell’invidia, e ci tengo a complimentarmi con l’editore Giovanni De Grazia e tutti i membri dell’organizzazione per aver fatto in modo che per ben undici anni sia stata utilizzata questa parola stupenda: gratitudine. Tutti noi dobbiamo esser grati a chi, poco o tanto, mette impegno in ciò che fa, e tutte le persone premiate quest’anno hanno fatto tantissimo per il nostro territorio, a partire dalle associazioni che, durante la pandemia, si sono date da fare in modo incessante, stimolate anche dagli appelli partiti dalla vostra emittente, nella persona di Giovanni De Grazia, e di questo vi ringrazio ulteriormente. Sono certo sarà una splendida serata e spero aiuti i lametini a ritrovare quello spirito di aggregazione un po’ perso dopo l’emergenza Coronavirus».


Anche l’assessore Vaccaro ci ha tenuto a ringraziare gli organizzatori, evidenziando soprattutto l’impegno di De Grazia durante il lockdown: «Quest’anno l’organizzazione dell’evento è stata particolarmente complessa, con un inter burocratico molto ostico a causa del Covid-19, ma Giovanni De Grazia non si è dato per vinto, come ha fatto durante la pandemia contribuendo alla distribuzione di mascherine protettive, e ha continuato a credere fermamente nell’idea di regalare alla nostra città un evento in grado di riunire tutti dietro la parola “grazie”. Credo sia questa la sintesi più bella».


Nell’ottica di una rivitalizzazione di Lamezia, l’assessore ha poi lanciato un invito a tutti i lametini e non solo: «Chiunque avesse il sogno di regalare un momento di gioia a Lamezia Terme, come Giovanni e l’associazione culturale St Television, troverà sempre porte aperte al Comune. Insieme troveremo il modo più congeniale per realizzare qualsiasi tipo di evento  che possa dare lustro alla  nostra città».

 «UnipolSai ha messo in campo tante iniziative a livello nazionale e collaboriamo con Giovanni da ormai quattro/cinque anni – ha dichiarato Vincenzo Ferraro, in rappresentanza di UnipolSai, main sponsor dell’iniziativa –. Quest’anno, però, abbiamo sentito quest’edizione in modo particolare. Abbiamo cercato di valorizzare ulteriormente quel senso di gratitudine nei confronti di chi si è adoperato, soprattutto in mesi tanto drammatici, per aiutare la comunità, non solo a livello locale. Ecco perché quest’anno abbiamo voluto dare il massimo per sponsorizzare l’evento, anche perché quello di gratitudine è un concetto che spesso passa in secondo piano o si dà per scontato, ma non è assolutamente così».


In chiusura anche Ketty Riolo ha poi rimarcato l’importanza del messaggio alla base della manifestazione: «dire grazie è gratificante da ambo le parti, non solo per chi lo riceve ma anche per chi lo dice con sincerità» e il prestigio derivato dal condividere il palco con un campione, nonché consumato showman, come Massimiliano Rosolino, segnale evidente di una kermesse cresciuta di anno in anno.

«Avere accanto un personaggio come lui – ha spiegato Ketty Riolo – è per me un grande onore e sono certa riusciremo a intrattenere la platea in modo piacevole, perché dev’essere anche un momento di gioia».


E a proposito di intrattenimento, previsti anche collegamenti dal backstage curati da Maria Chiara Caruso e Francesco Sacco, gli showcase di stampo cantautorale di alcuni talenti lametini (ma non solo) come Francesco Strangis (in arte Strangis) e Renato Failla, frontman del trio post hardcore McKenzie, e gli interventi di prestigiosi ospiti appartenenti al mondo dello sport e dello spettacolo, tra i quali il noto cabarettista Gennaro Calabrese, apprezzato in diverse trasmissioni televisive come Made In Sud. Nel segno della continuità, poi, anche quest’anno i premi sono stati realizzati dal Maestro Maurizio Carnevali. Tutta la grafica è stata curata, invece, da Arturo De Rosa(rcz)

TAVERNA (CZ) – Hyle Fest, all’Albergo delle Fate uno spazio espositivo per artisti emergenti

Nell’ambito del festival letterario Hyle, in programma a Taverna dal 9 al 30 agosto a Villaggio Mancuso, all’Albergo delle Fate è stato allestito uno spazio espositivo per gli artisti emergenti.

Lo spazio, dedicato per la sezione Fairy Art Gallery, nasce con il fine di dare visibilità agli artisti emergenti, offrendogli uno spazio a titolo gratuito in cui poter esporre, far conoscere il proprio lavoro ed esibirsi in momenti di live art durante le domeniche e in contemporanea agli eventi del festival.

Gli artisti interessati possono contattare il festival per concordare le modalità di esposizione all’indirizzo hylefest@gmail.com. Maggiori informazioni sulla pagina facebook Hyle Fest. (rcz)

CATANZARO – Il sindaco Abramo ha premiato i volontari impegnati per l’emergenza Covid

«Con coraggio, umanità e amore hanno aiutato le persone più deboli e in difficoltà e supportato in maniera fondamentale l’azione del Comune» ha dichiarato il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, nel corso della cerimonia di premiazione dei i volontari di Protezione civile e le tante aziende che hanno contribuito, con la propria solidarietà, ad aiutare i cittadini in difficoltà, le parrocchie, l’amministrazione comunale, durante i mesi più duri dell’emergenza coronavirus.

«La migliore Protezione civile della Calabria», ha detto il sindaco consegnando una pergamena al coordinatore del Gruppo comunale Città di Catanzaro, Pierpaolo Pizzoni, e ringraziando tutti i volontari che si sono rimboccati le maniche.

Alla cerimonia, hanno partecipato anche il consigliere comunale Eugenio Riccio, il consigliere comunale, provinciale e regionale Filippo Mancuso, l’assessore alle Attività economiche Alessio Sculco.

Gli attestati sono stati consegnati anche ai responsabili di tutte quelle aziende, oltre venti, e associazioni che, durante e dopo il lockdown, hanno donato al Comune contributi economici, derrate alimentari, tablet e altri materiali utilizzati nell’emergenza e distribuiti alle famiglie meno abbienti.

«Per mesi abbiamo assistito a una gara di solidarietà che mi ha fatto vedere, per l’ennesima volta, il gran cuore dei catanzaresi», ha detto ancora il sindaco che poi ha ricordato Cinzia Mazza, una delle caposquadra del gruppo di volontari scomparsa qualche anno fa. Al ricordo è seguito un applauso commosso di tutti i presenti.

Durante l’emergenza, il gruppo comunale di volontario di Protezione civile ha consegnato mascherine alle associazioni in città e nei centri limitrofi, materiale sanitario all’ospedale di Vibo, installato quattro tende pre-triage, di cui due all’esterno del Pugliese-Ciaccio, una al Sant’Anna hospital, l’altra nei pressi della guardia medica del quartiere Lido.

Le derrate alimentari sono state consegnate a 3.498 cittadini, fra cui 1.020 nuclei familiari. Sono state aiutate le famiglie di 12 parrocchie, tre associazioni, 10 comunità e una mensa per poveri. In tutto, le consegne sono state 2.496 per un totale di 86 tonnellate di alimenti, mentre sono stati distribuiti 1.800 buoni spesa e consegnati 300 tablet ad alunni delle scuole della città per il collegamento alle lezioni on line. (rcz)