CASSANO ALLO IONIO (CS) – Successo per l’iniziativa “La casettina della speranza”

Grande successo, a Cassano allo Ionio, per l’iniziativa La casettina della speranza, dove tutti i bambini tra Natale e Capodanno hanno lasciato le loro letterine e i loro messaggi di speranza, amore e gioia.

Promossa dall’Amministrazione comunale, guidata da Gianni Papasso, su input dell’assessore Fasanella, nell’ambito delle iniziative nel periodo natalizio, l’iniziativa ha riscosso grande partecipazione, raccogliendo il plauso degli amministratori locali, tenendo conto anche e soprattutto dai messaggi contenuti negli scritti dei bambini, rivelatisi per loro, vere indicazioni e auspici da cogliere per essere tradotte in programmi e azioni concrete.

Nella giornata di lunedì l’amministrazione comunale, su input dell’assessore Fasanella, ha proceduto alla pubblicazione sul sito e sulla pagina Facebook dell’ente, delle letterine e dei messaggi che hanno visto come destinatario privilegiato Babbo Natale con le quali i bambini hanno manifestato le loro attese, riflessioni e richiesto i propri desideri ludici.

Il sindaco e la Giunta, tra l’altro, hanno molto apprezzato la “maturità” espressa dai bambini che in poche righe hanno dimostrato di essere attenti osservatori di ciò che gli gira intorno.

Hanno saputo, infatti, evidenziare sia le criticità del momento, derivanti dai condizionamenti imposti dalla pandemia da Covid-19, invitando e ammonendo, addirittura gli adulti all’osservanza dei dispositivi di sicurezza, come l’uso delle mascherine, l’osservanza della distanza di sicurezza tra persone, la sanificazione spesso delle mani e il no agli assembramenti. Per tutti i bambini, anche l’auspicio espresso, affinché «il Covid-19 possa essere presto vinto per il ritorno alla normalità, soprattutto nelle relazioni con il ritorno tra i banchi di scuola e la socializzazione riferita ai momenti spensierati dei giochi».

Nella preghiera a Gesù, i bambini cassanesi, hanno sottolineato, infine, l’importanza della pace nel mondo e la speranza di un futuro migliore. (rcs)

 

ROSE (CS) – Prorogati a febbraio i bandi del Gal Valle del Crati

Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo di Azione Locale Valle del Crati ha deciso di prorogare, a febbraio 2021, i bandi rivolti ad aziende e Comuni del territorio.

La decisione è stata presa in considerazione delle difficoltà organizzative per la redazione dei progetti da presentare per la concessione di finanziamenti, impedimenti e problematicità conseguenti alle diverse priorità da affrontare in questo particolare periodo pandemico.

Nello specifico, le proroghe concesse per la presentazione delle domande sono a valere sui seguenti Bandi di selezione: n° 1A Intervento 4.1.1 Investimenti nelle aziende agricole, con scadenza prorogata al 04 febbraio 2021; n° 4 Intervento 7.4.1 – Investimenti per l’introduzione, il miglioramento o l’espansione di servizi di base a livello locale, con scadenza prorogata al 23 febbraio 2021; n° 5 Intervento 7.4.1 (Aree Interne) – Investimenti per l’introduzione, il miglioramento o l’espansione di servizi di base a livello locale, con scadenza prorogata al 23 febbraio 2021.

Per il Bando di selezione n° 5, si ricorda che i Comuni dell’area Leader interessati sono soltanto Fagnano Castello e Malvito, in quanto rientranti nella Strategia Regionale per le Aree Interne (Srai).

Le nuove date sono state concesse per consentire la presentazione di nuove domande a sostegno di investimenti mirati, specificati per singolo Intervento.

Nella sezione ”Bandi e Avvisi” del sito del GAL www.galcrati.it è possibile scaricare tutta la documentazione e le informazioni inerenti i suddetti bandi.

Gli avvisi vengono divulgati anche dalle Organizzazioni Professionali di categoria, sugli albi pretori dei Comuni dell’area Leader “Valle del Crati”, sul portale della Rete Rurale Nazionale, all’indirizzo www.reterurale.it, e sul portale del PSR Calabria, www.calabriapsr.it.

In considerazione dell’emergenza Covid-19 in atto e delle necessarie misure precauzionali indicate dall’Autorità governativa nazionale, tutte le informazioni e gli approfondimenti relativi ai bandi possono essere acquisiti tramite mail all’indirizzo gal@galcrati.it o telefonando al numero 0984/903161. (rcs)

COSENZA – Un successo l’edizione annuale degli Eventi Itineranti su Skanderbeg

In streaming si è svolta l’edizione annuale degli Eventi Itineranti, promossi e organizzati da Basilicata Arbereshe Edizioni sotto l’egida dell’Università della Calabria – Cattedra Albanologia e del Lem ItaliaConfemili Roma come inserto policromo di Katundi Yne, Trimestrale di battaglia per le Culture Minacciate, in Civita -Cosenza).

Infatti, in onore di Skanderbeg (1405-1468), definito dalla Bolla Pontificia di Pio 2° “Athleta Christi et defensor Fidei”, sono stati pubblicati oltre sei mila titoli, saggi storici, antologie, film, rappresentazioni teatrali, musicali (una per tutte l’Opera presentata a Firenze -Teatro La Pergola nel 1735, e scritta dal grande Antonio Vivaldi, recuperata in toto dopo ricerche archivistiche intense dal Maestro Perikli Pite, docente al Conservatorio di Pesaro.
Il convegno, introdotto dal Comitato Eventi, è stato inaugurato dall’on. Anna Laura Orrico, sottoSegretario al Ministero Beni Culturali, per Bb.Cc., Musei, Biblioteche. Da Venezia, la prof.ssa Lucia Nadin, storiografa e docente per un quinquennio all’Università di Tirana (Albania), seguita dal dott. Mosè A. Troiano, sindaco di San Paolo Albanese e Presidente dell’Aca “Pollino”.
Sulla ritualità Bizantina, presente in numerose comunità del Sud e città metropolitane, è intervenuto Papàs Giuseppe Barrale, Famulltari Chiesa SS. Cosmo e Damiano, Eparchìa di Lungro.            Relazione magistrale del prof. Francesco Altimari, albanologo e presidente Fondazione Univ.”Solano”Cosenza, che ha presentato il Progetto Moti i Madh (Riti Arbereshe della primavera ) con cinque Atenei d’Italia, da trasmettere all’Unesco per un adeguato ed auspicabile riconoscimento.
Il prof. Antonio Romano, socio-Economista e Fondatore Istituto Jobs “Scelte socio-economiche per difendere e sostenere la tradizione Arbereshe, un brand Italia-Arbereshe”.
Fra gli interventi e messaggi augurali pervenuti dal Qspa,  ci sono stati quelli della prof.ssa Diana Jup Kastrati, il prof. Costantino Bellusci con la collana (in tandem con Flavia d’Agostino) sui Fjalor, il prossimo dedicato alle cinque oasi Arbereshe lucane, Antonio Chiaromonte, ex Seminarista “Benedetto XV” e coordinatore Acap., Silvia Pallini, direttrice di Lem-News.
A chiudere l’evento, una canzone dedicata dall’srtista Anna delle Noci a G. K. Skanderbeg.
L’intero Convegno è stato coordinato dal Direttore di “Basilicata Arbereshe” prof. Donato M. Mazzeo, e registrato online da  Fabio Pietragalla Productions.
Inoltre, saranno pubblicati gli “Atti” in cartaceo, prossimamente. (rcs)
In copertina, Altimari e Mazzeo

CASTROVILLARI (CS) – Consegnati i riconoscimenti degli “Castrovillari Sport Awards”

A Castrovillari sono stati consegnati i riconoscimenti dello Castrovillari Sport Awards, giunto alla sesta edizione e promosso dal Comune di Castrovillari in collaborazione con Polisportiva del Pollino.

L’obiettivo, è incoraggiare sempre più i giovani a valori come lo spirito di gruppo, la forza di volontà, il rispetto delle regole ed a riconoscere il merito della vittoria come frutto di impegno e di allenamento, nonché per richiamare al senso di responsabilità e solidarietà, fondamentali all’affermazione di quelle qualità morali ed ideali su cui si fonda una reale convivenza umana.

Alla Società Special Olympics Castrovillari, nella persona della direttrice provinciale del Soi e referente Calabria- Area scolastica Mariella Greco, «per la capacità che imprime l’ormai famosa attività–  svoltasi ultimamente pure nello smart games- a favore delle persone più fragili e per abbattere barriere , pregiudizi ed ostacoli che impediscono ogni vera interazione, dando così voce alla dignità e riscatto sociale»; e all’atleta dell’Asd Castrovillari, Giuseppe Di Leo, per essere il primo paraolimpico iscritto alla federazione ciclistica calabrse nonché per l’impegno che mette nell’affrontare l’esistenza e la bellezza della vita con determinazione e coraggio. 

Alla cerimonia di premiazione, presenti il sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, Luigi Filpo, Presidente della Polisportiva, oltre alla consigliera comunale delegata allo Sport, Pina Grillo, l’assessore, Ernesto Bello, ed i consiglieri della polisportiva, Antonio Limonti e Francesca Fortunato.

«Un’occasione – è stato sottolineato all’unisono, dal primo cittadino e dal presidente che guida la polisportiva – che afferma, ancora una volta, sacrifici e dedizioni per giungere a risultati, ma anche il valore aggiunto che tutto ciò offre per la crescita diffusa della collettività, con una significazione per la storia sportiva della città che accompagna il miglioramento qualitativo della realtà agonistica ed amatoriale».

«E un momento – ha aggiunto Filpo – che premia chi, con le proprie difficoltà, combatte tutta la vita per affermare che questa sfida è possibile». (rcs)

SCALEA (CS) – De Caprio: Si autorizzino perizie per lavori di adeguamento del Poliambulatorio

Il consigliere regionale Antonio De Caprio è intervenuto al consiglio comunale straordinario di Scalea, convocata per scongiurare la chiusura del poliambulatorio di Scalea per problemi di stabilità strutturale.

De Caprio, presidente della commissione anti ‘ndrangheta,  nei giorni scorsi aveva sollevato la questione, rimarcando l’urgenza di intervenire tempestivamente per evitare che il territorio dell’Alto Tirreno Cosentino venga “espropriato” di servizi sanitari essenziali.

«In questi difficili mesi, tra la pandemia e la disgrazia della dipartita del presidente Jole Santelli – ha esordito De Caprio – non siamo stati a tagliare nastri, non abbiamo ceduto ai facili proclami. Sono convinto che solo con unione, determinazione e consapevolezza si risolvono i problemi».

«Ebbene, proprio dalla consapevolezza delle cose da fare – ha aggiunto – ho avanzato alcune proposte per il poliambulatorio di Scalea. Sono partito dall’analisi del bilancio regionale in tema di sanità, dal quale si evince che il fabbisogno per la Calabria è di 964 milioni di euro di investimenti in edilizia e innovazione tecnologica. Ebbene, sapete quanti trovano copertura? Appena 130, tramite delibera Cipe. Poi ve n’è un’altra, in fase di preparazione, che stanzia altri 64 milioni e qualche decina di milioni di euro che verranno stanziati in virtù del Decreto Calabria bis. In pratica, lo Stato copre appena il 20% di quanto dovrebbe».

Entrando poi nel merito delle questioni locali, alla presenza di numerosi amministratori del territorio e del neo commissario dell’Asp di Cosenza Carlo La Regina, il consigliere regionale di Forza Italia ha chiesto all’Asp di autorizzare una perizia completa per comprendere il lavoro da fare per mettere in sicurezza la struttura.

«La stessa Asp, fino ad oggi – ha incalzato De Caprio – si è limitata a chiedere una verifica di vulnerabilità sismica, quando invece, in virtù del Dca 96 del luglio 2020, avrebbe potuto benissimo autorizzare interventi senza tenere conto degli equilibri di bilancio, viste le prescrizioni dei Vigili del Fuoco».

Altra richiesta è stata quella di modificare il Dca 64 per inserire anche l’ospedale di Praia a Mare, che ha bisogno di investimenti per 7 milioni di euro per essere completamente funzionale e di soli 700mila euro per mettere a norma il blocco operatorio e far partire il day surgery.

«Il presidente Giuseppe Conte, quando andammo a Roma insieme ai sindaci a protestare – ha ricordato De Caprio – ci disse che per la Calabria c’erano disponibili 700 milioni. Peccato che quelli erano i soldi stanziati per le nuove strutture, e che niente è destinato quindi a Cetraro, Paola, Scalea, Praia, in quelle somme».

In conclusione, il consigliere regionale ha ribadito l’esigenza di mantenere tutti i servizi sanitari erogati dal poliambulatorio e dalle altre strutture del territorio, e dove vi sia impossibilità a garantire la stabilità degli edifici, che si trovino soluzioni alternative senza far venire meno reparti di fondamentale importanza per la vita dei cittadini, in attesa dei lavori che dovranno essere attivati immediatamente.

L’auspicio del presidente della commissione anti ‘ndrangheta, De Caprio è che per la struttura di Scalea si vada verso la trasformazione in Casa della Salute, che prevederebbe un potenziamento dei servizi già erogati dal Poliambulatorio di Scalea. (rcs)

CALOVETO (CS) – Il Comune chiede finanziamento per messa in sicurezza del territorio

Sono quattro milioni di euro la somma che servirà al Comune di Caloveto per tre importanti progetti per la messa in sicurezza del territorio.

I progetti, infatti, sono stati approvati dalla Giunta comunale guidata dal sindaco Umberto Mazza, che ha inviato la relativa richiesta di finanziamento al Ministero dell’Interno.

I lavori previsti riguarderanno il consolidamento del centro abitato lungo la via Vittorio Emanuele II, l’efficientamento delle aree in frana di Calano – Ferulia e la messa in sicurezza dei dissesti franosi e delle infrastrutture stradali in località via della Croce.

«Tutti e tre i progetti – ha detto il sindaco Mazza – finalizzati a garantire maggiore sicurezza all’intera comunità, saranno inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche 2012-2023». (rcs)

COSENZA – 10 nuove biografie nel Dizionario Biografico della Calabria

Il Dizionario Biografico della Calabria Contemporanea, l’ambizioso progetto dell’Istituto Calabrese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea, a cura di Pantaleone Sergi, si è arricchito di altre dieci biografie.

Si tratta di Barletta Amedeo (Piero Di Giuseppe), Carratelli Benedetto (Vincenzo Antonio Tucci), Celia Antonio, (Vittorio Cappelli), D’Alessandro Salvatore (Saverio Napolitano), Julia Vincenzo (Luca Irwin Fragale), Gallo Vincenzo (’U Chitarraru), (Leonardo Falbo), Giannuzzi Savelli Bernardino (Prospero Francesco Mazza), Polimeni Giuseppe (Fabio Arichetta), Quintieri Adolfo (Lorenzo Coscarella), Sofia Alessio Francesco (Antonio Orlando). (rcs)

CORIGLIANO ROSSANO – Il Comune aderisce alla campagna Murales dell’Anci

Il Comune di Corigliano Rossano, guidato dal sindaco Flavio Stasi, ha aderito alle due campagne social promosse dall’Anci, dal titolo Murales in comuneRacconta il territorio.

L’obiettivo è quello di raccontare sui canali social (Instagram e Facebook) i progetti di rigenerazione e riqualificazione urbana, attraverso la street art e le iniziative a sostegno dell’economia locale, a partire dalla promozione dei prodotti tipici dei territori.

«Con #MuralesinComune – si legge in una nota – pubblicheremo sui canali social dell’Anci (Facebook e Instagram) le foto degli angoli più colorati delle nostre città per raccontare come negli spazi pubblici si stia ripensando alla “bellezza” urbana».

«Con #Raccontailterritorio – continua la nota – i Comuni possono segnalare invece foto, attività, progetti e iniziative che stanno realizzando (breve descrizione – max 20 righe) per la promozione del territorio e il rilancio dell’economia locale a partire dalla valorizzazione dei prodotti tipici (come ad esempio: cibo, piatti locali, ceramica, oggetti, tessuti, ecc.)».

«Invitiamo i cittadini tutti – conclude la nota – a partecipare a questa riscoperta virtuale della nostra città inviando foto e progetti alla mail turismo@comunecoriglianorossano.eu entro il 20 gennaio. Sarà nostra cura, poi, inviarle all’Anci». (rcs)

CAROLEI (CS) – Premiate le opere del Concorso “Natalixiart”

Con la premiazione delle opere dei giovani concorrenti, si è chiusa a Carolei l’edizione 2020 di Natalixiart, l’evento promosso dalla Pro Loco di Carolei.

L’evento, che nasce nel 2017 come concorso per gli allestimenti natalizi dei vari rioni balconi e attività commerciali, si è trasformata nel 2020 in concorso tra installazioni tra i comuni della provincia di cui la Pro Loco Carolei è stata ente promotore ed ha riscontrato nella sua prima edizione notevole successo.

Nel contesto delle attività relative a Natalixia 2020, nonostante i tempi difficili e le disposizioni anti-Covid, la Proloco Carolei ha voluto continuare le sue attività regalando messaggi di speranza e di fiducia.

Babbo Natale e la Befana, non potendo accogliere i bambini nell’ormai caratteristico Villaggio allestito durante le festività natalizie, hanno pensato di arrivare nelle case grazie ai social e regalare sorrisi realizzando simpatici video ottenuti da rappresentazioni ed elaborazioni grafiche con messaggi di fiducia e speranza che arrivano al cuore.

Sono i temi che ritroviamo nell’albero della Speranza, l’originale installazione con la quale la Pro Loco ha voluto rappresentare il desiderio di rivivere le bellezze del paese e di tornare a promuovere il territorio con i colori del suo logo, a rappresentare con: il verde la storia, il blu la cultura, l’arancio il territorio, il giallo i sapori del territorio.

L’albero ha radici profonde, e ha regalato doni preziosi e personaggi illustri raffigurati da stelle colorate. Sui rami scorrono alcuni versi di Cesare Pavese che indicano come la speranza, nonostante il buio e il tormento di “oggi” visto riprodotto senza colore e da materiali poveri, nella struttura dell’albero, diventi desiderio di uscire e ritornare a immergersi in un mondo variopinto e si trasforma in certezza di un “domani” colorato che aspetta di poterci accogliere. Gli addobbi sono dedicati al paesaggio, agli scorci, ai luoghi simbolo del borgo di Carolei. 

I vincitori del concorso sono per la categoria: Pittori in erba, classi 1°- 2° – 3° scuola primaria, la vincitrice è Pulice Beatrice. Per la categoria: Piccoli artisti, classi 4° – 5° scuola primaria e 1° secondaria di primo grado, la vincitrice è Pulice Giorgia. Per la categoria: Fuori classe, classi 2° – 3° secondaria di primo grado, è Fata Giulia la vincitrice.

Mentre per il Concorso Natalixiart-Social si aggiudica la vittoria Sofia Greco, classe II secondaria primo grado, con 338 like.

Soddisfatto il presidente Francesco Pulice: «Anche quest’anno siamo riusciti a portare un sorriso nelle case, con quel messaggio di auguri e di speranza che il Natale racchiude e che abbiamo cercato di rappresentare attraverso l’albero. Un sorriso che abbiamo voluto regalare soprattutto ai nostri bambini che più di tutti in questo momento sono privati della loro gioia di vivere e condividere con i loro coetanei».

«La Proloco Carolei – ha concluso – non si ferma e continueremo nei modi possibili le nostre attività con la speranza di ritornare quanto prima alla nostra quotidianità e vivere e far vivere il nostro bellissimo borgo». (rcs)

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Grande successo per il progetto “Tra Amore Sacro e Amore Profano”

Si è chiuso, con successo, il progetto Tra Amore Sacro e Amore Profano ideato da Angelica Artemisia Pedatella, della Compagnia Teatrale BA17.

Il progetto, che rientrava nell’ambito degli appuntamenti promossi e organizzati dall’amministrazione comunale della Città di Cassano All’Ionio, guidata dal sindaco Gianni Papasso, e che hanno animato il periodo di festività, ha coinvolto davvero un numero insolito di persone in un periodo così difficile e con prospettive di socializzazione tanto basse.

«Abbiamo avuto l’opportunità di dimostrare che esistiamo e che la nostra esistenza fa la differenza» hanno affermato gli artisti appartenenti alla Compagnia Teatrale BA17, il gruppo creativo che ha saputo stringere collaborazioni intense con associazioni e realtà professionali affini all’arte, sebbene operanti in segmenti economici diversi.

«Il mio scopo – ha aggiunto l’ideatrice del progetto e regista Angelica Artemisia Pedatella – è trovare poesia e quando scopro qualcuno che ha poesia, gli propongo una storia e osservo cosa ne viene fuori. Questi momenti difficili, ha evidenziato, servono per sperimentare».

La pagina Facebook di “Cassano Cultura”, in questa fase, ha raccontato i profili dei diversi artisti e tecnici che hanno realizzato in particolar modo le sette videoclip narrative di Amore sacro e Amor profano, suscitando entusiasmo e consensi. A tal riguardo, è il casi di citare Lorenzo Cardamone, montatore e operatore drone, Vincenzo Cardamone, videomaker e fondatore dell’associazione MmP, il fotografo Antonio Grande, Vincenzo Pupello, musicista e lighting designer, Emanuele Grispino, polistrumentista, Giada Guzzo, ballerina, Celeste Iiritano, cantante e danzatrice, Amerigo Marino, tenore, e la stessa Angelica Artemisia Pedatella, attrice e regista, hanno intessuto di magia gli scenari mozzafiato di Cassano All’Ionio, con il supporto di Sabrina Pugliese, attrice, Francesca Torcasio, assistente alla produzione, Silvana Esposito, fotografa, Silvia Ziccardi, grafica, e di Roberto La Regina, regista e videomaker, la fonica di Liborio Salerno e il supporto alle riprese dell’emittente Tele Libera Cassano che ha mandato trasmesso i tre appuntamenti previsti dal programma, e poi, ancora, Giuseppe La Bella e Gennaro Paolillo, ovvero gli artisti che hanno aperto, con il loro programma dedicato ai più piccoli, questa stagione conclusasi con la versatile professionalità di Ugo Floro ed il talk “Face to Facebook”.

È stata, per tutti, un’esperienza straordinaria.

«Abbiamo dato tanto spazio al mondo social – ha affermato l’assessore alla Cultura, Anna Maria Bianchi – ma non poteva essere diversamente, sfruttando ogni opportunità per accorciare le distanze tra di noi. Io sento davvero di ringraziare tutti i creativi, gli operatori, gli artisti, le associazioni anche di Cassano che hanno collaborato a questa iniziativa così importante in questo periodo buio. E non è finita qui».

Le iniziative, infatti, prevedono una coda che prossimamente sarà presentata al pubblico. Nel frattempo, la pagina web social continua a crescere. Numerose le voci coinvolte nell’esperienza televisiva: Sua Eccellenza il Vescovo della Diocesi di Cassano All’Ionio, don Francesco Savino, Suor Caterina Croci, la psicologa Santina Palummo, il professor Leonardo Alario, il comico Piero Procopio, la danzatrice e autrice Grazia Ciappetta, il presidente degli alberghi della gioventù Domenico Capellupo, la giovane cantautrice Chiara Palaia.

Il cammino verso la normalità è ancora lungo, ma indubbiamente Cassano anche in tempo di pandemia ha accorciato il passo. L’operazione realizzata è destinata ad andare nella direzione di rilanciare il territorio, preparandosi a quelli che dovranno essere i percorsi di apertura e normalizzazione di cui la nostra gente ha urgenza. (rcs)