PRAIA A MARE (CS) – L’inaugurazione dei laboratori innovativi

Domani mattina, all’Istituto Alberghiero di Praia a Mare, alle 11.30, s’inaugurano i laboratori innovativi e il Laboratorio del cedro, ospitato a Palazzo delle Esposizioni per il progetto Agritaly.

Presenti, all’inaugurazione, Franco Iacucci, presidente della Provincia di Cosenza, il sindaco di Praia a Mare, Antonio Praticò, la Giunta Comunale, i dirigenti scolastici del territorio, i genitori rappresentanti di classe, e i membri del Consiglio d’Istituto.

I laboratori, realizzati nell’ambito del progetto 10.8.1.B2-FESRPON-CL-2018-60 Digital Innovation in Catering, sono dotati di moderne attrezzature, e nascono con l’obiettivo di formare profili professionali sempre più definiti e specializzati, prevedono l’utilizzo della digitalizzazione avanzata e sfruttano ultime tecnologie al servizio della ristorazione, realizzando attività all’avanguardia.

La fruizione collettiva e individuale del web e dei contenuti digitali, inoltre offre l’opportunità agli studenti di imparare in totale sicurezza le diverse tecniche di lavorazione delle materie prime e di esecuzione dei prodotti sfruttando postazioni di lavoro individuali e tecnologicamente avanzate.

Il Laboratorio del cedro, invece, diverrà unità produttiva speciale per la realizzazione della grappa al cedro o di infusi particolari con le essenze della nostra riviera. Una filiera corta che consentirà agli studenti azioni di autoimprenditorialità rivolte anche alla diffusione di un marchio intitolato a Praia a Mare.

Nel pomeriggio, invece, l’istituto ospiterà gli aspiranti nuovi allievi e le famiglie interessate nello speciale Open Day dedicato all’Orientamento in entrata. Un’occasione importante per i giovani studenti per vedere di persona le potenzialità che l’Ipsseoa di Praia a Mare può offrire per il loro futuro. (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – La città onora il calciatore Ezio Scida

Era il 19 gennaio 1946 quando il giocatore del Crotone Ezio Scida perse la vita in un tragico incidente sul tratto che va da Cammarata a Castrovillari. 74 anni dopo, l’Amministrazione Comunale ha voluto ricordare il giocatore con la posa di un ceppo commemorativo realizzato dal Maestro Francesco Ortale.

Una manifestazione semplice e pregna di significato, che ha visto la partecipazione dell’Amministrazione Comunale, la Polisportiva, i rappresentanti del Crotone Calcio e Castrovillari Calcio, il Maestro Francesco Ortale, i pronipoti di Ezio Scida che, insieme ai tifosi del Crotone Calcio e Curva Sud, hanno deposto una sciarpa. I tifosi del Castrovillari Calcio, invece, un fascio di fiori.  Infine, Antonio Galardo, storico capitano del Crotone, ha depositato una maglia sulla stele. (rcs)

COSENZA – A febbraio la nuova edizione di “Criminologia e Psicologia investigativa”

Partirà l’8 febbraio, a Cosenza, la seconda edizione del ciclo di seminari formativi in Criminologia e Psicologia Investigativa, promossa dalla CSI Academy con il patrocinio scientifico dell’Accademia Internazionale delle Scienze Forensi, presieduta da Roberta Bruzzone e in partnership con lo studio di Psicologia e Psicoterapia Stella.

Il corso, che si caratterizza per i contenuti pratici e l’impostazione didattica focalizzata sull’analisi di casi reali trattati direttamente dal team di esperti forensi AISF, è rivolto a tutti coloro che vogliono intraprendere un percorso formativo in ambito criminologico mediante un approccio teorico-pratico multidiscplinare.

Responsabili delle singole aree tematiche sono la psicologa e psicoterapeuta, responsabile dell’area psicologica, Elisa Stella; l’avvocato matrimonialista e penalista, responsabile dell’area giuridica, Federica Candelise; il criminologo e criminalista di fama nazionale, responsabile dell’area criminalistico-pratica e di sopralluogo tecnico sulla scena del crimine, Nicola Caprioli.

L’intero ciclo di seminari, coordinato da Roberta Bruzzone, si terrà interamente a Cosenza, presso il Royal Hotel (Via delle Medaglie d’Oro, 1), sempre di sabato, nelle seguenti date: 8 Febbraio7 Marzo4 Aprile9 Maggio6 Giugno 2020.

È previsto il rilascio di un attestato finale di partecipazione. Le iscrizioni sono a numero chiuso, per un massimo di 50 posti, e per potersi iscrivere basta collegarsi al sito www.accademiascienzeforensi.it nella sezione Corsi, attraverso cui si potrà accedere a tutte le informazioni dettagliate. (rcs)

 

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Mercoledì la restituzione dei reperti rubati

Mercoledì 22 gennaio, a Cassano allo Ionio, al Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide, sarà restituito il terzo lotto di reperti illegalmente trafugati dal sito Timpone della Motta di Francavilla Marittima (Cosenza).

Questi reperti si ricongiungeranno a quelli già riconsegnati nel 2001 dal Paul Getty Museum di Malibù e dall’Istituto di Archeologia Classica di Berna per il tramite del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Roma. 

La restituzione è la conseguenza di un accordo, sottoscritto il 5 luglio 2016, tra la Ny Carlsberg Glyptotek di Copenhagen e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo e della collaborazione del Segretariato Generale Musei e della Direzione Generale Musei.

Il gruppo di materiali è costituito da 66 reperti (aryballoioinochoai, un’hydrialekythoiskyphoi, piatti e pissidi di ceramica protocorinzia e corinzia, greco-orientale, coloniale, oggetti in avorio e statuette fittili). Si giunge così alla fase conclusiva di un’annosa vicenda che, in seguito al rimpatrio dei reperti avvenuta nel gennaio  2018 e già presentati in una mostra presso il  palazzo De Santis di Francavilla Marittima (Cosenza), andrà ad  implementare e ad arricchire le collezioni del Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide, attualmente oggetto di lavori di riallestimento per l’ampliamento dell’offerta espositiva, la valorizzazione e comunicazione del patrimonio anche attraverso l’uso delle nuove tecnologie multimediali.  (rcs)

CORIGLIANO ROSSANO – Da donna a donna, l’incontro/dibattito sulla violenza sulle donne

Questo pomeriggio, a Corigliano Rossano, alle 16.30, all’Opera Salesiana Don Bosco, l’incontro/dibattito sul femminicidio e la violenza sulle donne.

L’evento è stato organizzato dalla vicepresidente della Commissione d’inchiesta sul Femminicidio, Cinzia Leone, in occasione dell’arrivo in città del tour Da donna a donna.

Intervengono Cinzia Leone, vicepresidente della Commissione di inchiesta sul femminicio, Rosa Silvana Abate, senatrice, membro delle Commissioni Agricoltura e Questioni regionali, Luigia Rosito, responsabile Centro Antiviolenza “Fabiana”, Cinzia D’Amico, dirigente scolastico dell’IIS “Luigi Palma” di Corigliano Calabro e Tiziana Scarpelli, commissario di P.S. in servizio alla Questura di Cosenza e responsabile dello sportello d’ascolto “Fabiana Luzzi”.

Nel corso dell’incontro è prevista una testimonianza dei familiari di Fabiana Luzzi. A seguire ci sarà la proiezione del film Ti do i miei occhi di Iciar Bollain.

«I dati parlano chiaro – ha dichiarato la senatrice Rosa Silvana Abate – ogni 72 ore muore una donna. Come senatrici e come gruppo parlamentare ci stiamo muovendo molto per salvaguardare le donne, ne è un esempio l’approvazione del Codice Rosso».

«L’arrivo della Commissione parlamentare di inchiesta sul Femminicidio nella mia città – ha proseguito la senatrice Abate – era una promessa che avevo fatto qualche settimana in Senato quando in un mio intervento diedi sostegno e vicinanza a Mario Luzzi e alla sua famiglia che saranno presenti sabato. Mario è il papà della piccola Fabiana Luzzi. In una lettera Mario Luzzi disse di sentirsi abbandonato dallo Stato dopo essere venuto a conoscenza del fatto che l’assassino di Fabiana abbia già ottenuto tre licenze premio in un anno. Una richiesta, la mia, che ha subito trovato accoglimento e sostegno da parte della mia collega, da sempre sensibile a queste tematiche, Cinzia Leone, che ha organizzato il Da donna a donna tour in tutta Italia per parlare di violenza sulle donne e femminicidi».

«Parlare di quello che succede – ha spiegato la senatrice Cinzia Leone – promuovere eventi di questo tipo, capaci di creare dibattito e aumentare la conoscenza e la consapevolezza degli strumenti a disposizione delle donne vittime di violenza, soprattutto dopo l’approvazione del Codice Rosso, l’unico modo per evitare che queste tragedie si ripetano».

«La violenza di genere – ha proseguito la senatrice Leone – non è un problema delle donne e non solo alle donne spetta occuparsene, discuterne e trovare soluzioni, per questo è importante informare il più possibile i cittadini sul tema della prevenzione poiché ad essa è legata necessariamente la Cultura del rispetto di genere e quindi concentrandomi soprattutto sulla rilevazione delle asimmetrie esistenti nei rapporti tra uomo e donna e sul rispetto per le differenze, così come sullo sviluppo di una consapevolezza critica rispetto a quanto viene veicolato anche  dalla narrazione dei media». (rcs)

 

COSENZA – Il libro “Sequestri” di Filippo Veltri

Domani mattina, a Cosenza, alle 11.00, alla Mondadori Bookstore, Filippo Veltri presenta il suo libro Sequestri. La trattativa Stato-‘Ndrangheta, edito da Città del Sole Edizioni.

L’evento rientra nell’ambito de La domenica in Libreria, e sarà coordinato da Pino Sassano. Dialogano con l’autore Attilio SabatoArcangelo BadolatiFranco Arcidiaco. (rcs)

AMANTEA (CS) – Sagra di qualità: c’è anche il Festival della Cipolla rossa di Calabria

Prestigioso riconoscimento per il Festival della Cipolla rossa di Calabria, organizzata dalla Pro Loco di Campora San Giovanni, frazione di Amantea, che ha ottenuto il marchio Sagra di qualità.

Il marchio, rilasciato al termine di un rigoroso iter documentale e di rigorose verifiche sul campo e sarà assegnato nel corso della cerimonia di premiazione che svolgerà lunedì 20 gennaio nella “Sala Koch” di Palazzo Madama a Roma.

La certificazione è stata rilasciata dall’Unione Nazionale Pro Loco, che identifica le manifestazioni che promuovono prodotti tipici storicamente legati al territorio, rappresentative della storia e della tradizione e che puntano alla promozione e creazione di sinergie con le attività economiche locali.

«Attraverso la sapiente valorizzazione dei prodotti tipici – ha dichiarato Antonino La Spina, presidente dell’Unpli – le sagre rappresentano anche una importante porta d’ingresso per scoprire i territori. In un momento in cui questo fenomeno è in costante crescita e nel quale non mancano le speculazioni, il marchio “Sagra di qualità” punta a identificare e certificare quegli eventi che hanno uno stretto legame con i territori e le produzioni locali».

«La Sagra di qualità – ha spiegato Sebastiano Sechi, responsabile del Dipartimento “Sagra di Qualità” dell’Unpli – evidenzia l’attenzione dell’Unpli anche nel settore enogastronomico che per il tramite dei prodotti locali spesso conduce al rilancio delle tradizioni locali».

Nel dettaglio l’istituzione del marchio punta alla valorizzazione dei prodotti tipici (Doc, Dop, o inseriti nelle banche dati dei prodotti agroalimentari tradizionali regionali) e alla promozione del cibo e dei piatti tipici della cucina tradizionale e contadina.

Attività che è stata riconosciuta anche dal protocollo siglato dall’Unpli con il ministero delle Politiche agricole; al centro dell’azione dell’Unione Pro Loco i prodotti tipici dei territori ed anche la tutela della cultura, del folklore, delle tradizioni, del turismo e dell’economia del territorio. (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – L’Amministrazione e la Polisportiva ricordano il giocatore Scida

Domenica 19 gennaio, l’Amministrazione Comunale e la Polisportiva vogliono ricordare  Ezio Scida, il giocatore del Crotone che perse la vita 74 anni fa nel tragico incidente a Cammarata.

L’appuntamento è alle 11.00 nei pressi della Masseria Gallo, dove sarà posto un ceppo commemorativo dell’artista Francesco Ortale, che riprende l’effigie dell’atleta su una lastra di pietra con sotto una frase che il giocatore ripeteva spesso. Inoltre, per rafforzare la vicinanza a questo atleta, lo scorso 14 gennaio, l’Amministrazione ha intitolato il tratto di strada a Scida.

Presenti il presidente del Crotone, Gianni Vrenna, il direttore generale del Crotone Calcio, Raffaele Vrenna, il giocatore Antonio Galardo, i responsabili del Castrovillari Calcio, il sindaco Domenico Lo Polito, e Luigi Filpo, presidente della Polisportiva del Pollino.

Ezio Scida morì, 74 anni fa, a soli 30 anni e gli venne intitolato l’omonimo stadio situato a Crotone. Indossò la maglia numero 4 della squadra della sua città durante il periodo di permanenza della rappresentativa tra i campionati regionali calabresi di Promozione e Serie C1.

I fatti di quell’indimenticabile 19 gennaio 1946, dopo i quali  in segno di lutto e di solidarietà – rammentano le cronache d’allora –  la squadra del Castrovillari decise di rinunciare a disputare la partita con il Crotone e ad accollarsi i funerali del calciatore (che una mirabile foto dell’epoca ritrae dalla centrale e affollatissima via Roma in un coinvolgimento più che partecipato a seguito del feretro portato a spalla), menzionano che alle 19,30 circa, durante un viaggio verso Castrovillari per un’amichevole contro la squadra del Pollino, l’automezzo che trasportava il Crotone si ribaltò proprio in contrada Camerata e nell’incidente Scida perse la vita. Con lui viaggiava anche il fratello Ugo che, però, nell’impatto non riportò contusioni fatali come il resto della compagine della città di Pitagora. (rcs)

COSENZA – Il libro “Il mio Mark Caltagirone (sotto l’albero)”

Questo pomeriggio, a Cosenza, alle 18.00, alla Libreria Ubik, la presentazione del libro Il mio Mark Caltagirone (sotto l’albero) della giornalista Rossana Muraca.

L’evento sarà moderato dalla giornalista Maria Assunta Castellano de Il Quotidiano del Sud.

Il libro è edito da Teomedia. Le illustrazioni sono a cura di Arianna d’Agostino, mentre la prefazione di Mariacristina Ciambrone. (rcs)