A Caulonia la tre giorni dedicati alla Bandiera Blu

Fino a martedì 22 agosto, a Caulonia, è in programma “Mille bolle blu”, la manifestazione dedicata alla Bandiera blu organizzata dall’Amministrazione comunale, guidata dal sidndaco Cagliuso.

«Si tratta di una iniziativa che punta a valorizzare l’ambiente e il territorio», ha dichiarato l’assessore Antonella Caraffa.

La manifestazione si è aperta con l’incontro “L’importanza della bandiera blu”, con cui si è posto l’accento sul significato che rappresenta l’ottenimento e la riconferma di questo importante riconoscimento per il nostro territorio in termini di sviluppo e di crescita: «la Bandiera Blu – ha spiegato l’assessore – infatti non è solo mare pulito ma è anche raccolta differenziata, sostenibilità ambientale, rigenerazione urbana, crescita culturale, inclusione, turismo ed altro».

Una manifestazione a cui i bambini hanno dato il loro contributo, mostrando cosa sia la sostenibilità nello sport e le loro idee di inclusione e di “bandiera blu” attraverso l’arte.

Oggi, alle 21, sul Lungomare, si discute di “Ambiente e Salute”: «Ci soffermeremo – ha spiegato l’assessore – su tematiche delicate come l’abbandono dei rifiuti e il loro effetto sulla salute. Ne parleremo con medici ed esperti ambientalisti e omaggeremo di uno screening preventivo i cittadini al fine di incentivare anche questa importantissima pratica».

«Una sessione – conclude l’assessore Antonella Caraffa – sarà poi dedicata al riconoscimento della Bandiera Verde, anche questa ottenuta dal nostro ente per il secondo anno consecutivo, una pediatra ci parlerà di cosa voglia dire spiagge a misura di bambino e seguirà una dimostrazione buone pratiche per la “balneazione sicura” e la cultura della prevenzione e la funzione dei bambini che “insegnano” ai genitori le buone pratiche di “mare sicuro” a cura di una locale scuola di salvamento».

La tre giorni si conclude con una festa che avrà come cornice il mare. Si balla con la musica e l’intrattenimento di Studio 54 Network a partire dalle 20.00 ci saranno interviste e stand gastronomici e street food locale. Per il resto il lungomare e le attività presenti sapranno intrattenere gli ospiti che potranno divertirsi in una festa danzante all’insegna del divertimento. (rrc)

ROCCELLA JONICA (RC) – Domani la cerimonia per la Bandiera Blu

Si svolgerà il prossimo venerdì 30 giugno la cerimonia di benvenuto alla “Bandiera Blu 2023”, il prestigioso riconoscimento simbolo di mare pulito, qualità e sicurezza dei servizi in spiaggia e attenzione all’ecosostenibilità, che la Free (acronimo di “Foundation for Environmental Education”) ha conferito per il 21 anno consecutivo al Comune di Roccella e per il 7 anno di fila all’approdo turistico Porto delle Grazie.

L’iniziativa è organizzata dall’amministrazione comunale, su impulso dell’assessore alle Politiche ambientali Fabrizio Chiefari, in collaborazione con la società in house del Comune, Jonica Multiservizi Spa, e con la società Porto Delle Grazie Srl.

La cerimonia di innalzamento della Bandiera Blu avrà inizio alle ore 19 sul lungomare nei pressi della nuova area giochi, sulle note dell’Inno di Mameli, alla presenza delle autorità e dei cittadini. Presenzieranno il sindaco Vittorio Zito e l’assessore Fabrizio Chiefari che porgeranno i saluti dell’amministrazione.

Al termine dell’alzabandiera, sempre in via Marina, sarà restituito alla comunità, dopo i recenti lavori di riqualificazione, il nuovo Parco giochi comunale, uno spazio ludico attrezzato e inclusivo dove tutti i bambini potranno giocare e divertirsi in sicurezza. (rrc)

TROPEA (VV) – Tutti in spiaggia a caccia dell’ultimo mozzicone di sigaretta

Cinque anni per un chewing gum, 100 per una lattina di alluminio, 200 per una pila al mercurio, 450 anni per una busta di plastica non biodegradabile, dai 5 ai 12 anni per i famigerati mozziconi di sigaretta, uno dei rifiuti in assoluto più inquinanti che viene immesso nella catena alimentare. Come un boomerang. Se la gente conoscesse quanto tempo impiega la natura a smaltire questi rifiuti, forse assumerebbe comportamenti più responsabili e rispettosi della salute dell’ambiente e propria.

«Continuare a sensibilizzare su questa emergenza – sottolinea il sindaco Giovanni Macrì – resta una missione che condividiamo con le scuole, le associazioni, con i cittadini e con gli ospiti della nostra destinazione. Ed in questa cornice, la spiaggia Bandiera blu 2023 sarà interessata da due eventi di educazione ambientale».
Chi ama la spiaggia la tratta con i guanti. È, questo, il titolo dell’iniziativa che si terrà domani sabato 27 alle ore 10 alla Marina dell’Isola di Tropea. Qui si sono dati appuntamento l’amministrazione comunale con gli studenti dell’istituto d’istruzione superiore (Iis) di Tropea, insieme a Legambiente Ricadi ed il Centro recupero tartarughe marine M.a.r.e. Calabria di Montepaone. Save a turle. Salva una tartaruga, è il motto che ispirerà la missione.

Domenica 4 giugno, in collaborazione con Plastic free, la città aderirà alla Giornata mondiale dell’ambiente. Il ritrovo è in piazza Vittorio Veneto alle ore 9.30. Ci si iscrive sulla pagina dedicata https://www.plasticfreeonlus.it/eventi/4696/4-giu-tropea.

Guerra dichiarata ai mozziconi di sigaretta. Si tratta di materiali altamente cancerogeni che contaminano il suolo e, di conseguenza, la catena alimentare. Abbandonare sul suolo i mozziconi di sigaretta ha un impatto ambientale notevole. Ogni mozzicone contiene più di cinquanta sostanze potenzialmente cancerogene come nicotina, benzene, gas tossici quali ammoniaca e acido cianidrico, composti radioattivi come polonio-210.

Lo stesso acetato di cellulosa, il materiale del quale sono composti i filtri, è una sostanza chimica altamente inquinante. L’abitudine di gettare per terra le cicche di sigaretta è un comportamento istintivo, un errore inconsapevole che la maggior parte della gente fa con molta leggerezza per imitazione altrui, senza preoccuparsi delle conseguenze. I cittadini devono sapere che, al pari di qualsiasi altra tipologia di rifiuto, i mozziconi di sigaretta provocano danni ambientali se dispersi nelle strade o addirittura in mare. (rvv)

Squillace punta alla Bandiera Blu

La città di Squillace punta alla Bandiera Blu. Nelle scorse settimane, infatti, il comune ha provveduto all’invio, presso gli uffici competenti, di una corposa documentazione richiesta per essere ammessi alla rigida selezione delle spiagge italiane ed europee finalizzata al riconoscimento della bandiera blu. 

Si tratta di un riconoscimento promosso dalla FEE (Foundation for Environmental Education) organizzazione internazionale con sede in Danimarca, ma con uffici in diverse nazioni europee, che si propone di premiare delle eccellenze turistiche.

Dopo la bandiera verde, riconoscimento assegnato alle spiagge della città di Squillace dal 2018 dalle società italiane di pediatria, a suggello della qualità del litorale squillacese per la vacanza dei bambini, ora si punta più in alto. In tal senso appare chiara la visione espressa dall’assessore alla programmazione e turismo, il sociologo Franco Caccia, «la richiesta per il riconoscimento della bandiera blu costituisce un tassello coerente e conseguenziale dell’azione di marketing territoriale messa in atto in questi anni dalla nostra amministrazione per dare la giusta valorizzazione turistica al variegato patrimonio ambientale; storico-culturale; artigianale e gastronomico».

«Siamo altresì consapevoli – ha precisato l’assessore Franco Caccia –, della complessità e delle difficoltà legate alle rigide procedure di selezione utilizzate per arrivare al riconoscimento della bandiera blu. La presentazione della nostra candidatura ha comportato, infatti, la predisposizione di una dettagliata documentazione, corredata da mappe, foto-video territoriali oltre che da dettagliati report che interessano aspetti diversi quali certificazioni ambientali, gestione del ciclo dei rifiuti, iniziative di educazione e sensibilizzazione ambientale, depurazione delle acque, presenza di servizi per la sicurezza dei bagnati.  Le nostre spiagge, il lungomare di recente utilizzato anche per le riprese televisive di un importante film, che verrà trasmesso nel prossimo autunno sui canali nazionali, le caratteristiche tropicali della lussureggiante vegetazione che rivestono il litorale e la battigia, la presenza di stabilimenti balneari impegnati ad ampliare i servizi offerti ai turisti, sono solo alcuni dei punti di forza su cui è necessario puntare».

«Non abbiamo la certezza –ha proseguito l’assessore Franco Caccia – di riuscire a sventolare il vessillo blu sulle nostre spiagge già dalla prossima estate. Non vi sono però dubbi sulla ferma determinazione della nostra ammnistrazione di arrivare a raggiungere, in tempi brevi, questo risultato, anche con il diretto ed attivo coinvolgimento dei diversi attori che fanno parte del sistema turistico ed ambientale e del tessuto imprenditoriale ed associativo locale».

Il ruolo di una sana e qualificata amministrazione di un territorio passa anche attraverso la capacità di assumere decisioni con cui aprire nuovi scenari, prospettare mete ambiziose e condivise, stimolare e coordinare la cooperazione territoriale e favorire la creazione di nuove e concrete opportunità di crescita e di sviluppo. (rcz)

ISOLA CAPO RIZZUTO – La cerimonia di consegna della Bandiera Blu

Domani pomeriggio, a Isola Capo Rizzuto, alle 18.30, al Castello Aragonese, è in programma la cerimonia di consegna della Bandiera Blu 2022.

 Per l’esattezza, saranno 4 i vessilli che verranno consegnati direttamente dal presidente nazionale della FEE, dottor Claudio Mazza, al sindaco Maria Grazia Vittimberga e tutta la cittadinanza isolitana. (rkr)

 

Roseto Capo Spulico per il sesto anno consecutivo conquista la Bandiera Blu

«Anche quest’anno ci confermiamo tra le eccellenze Bandiera Blu, un risultato che ogni anno ci regala le stesse splendide emozioni», ha commentato con soddisfazione il sindaco di Roseto Capo Spulico, Rosanna Mazzia, in quanto la città ha conquistato, per il sesto anno consecutivo, la Bandiera Blu, il vessillo della Fee che premia le località costiere che maggiormente si sono distinte, non solo per la qualità eccellente delle acque di balneazione, ma anche per l’attenzione alle politiche ambientali e per i servizi turistici offerti.

«Un traguardo – ha aggiunto – che premia il lavoro svolto dall’Amministrazione Comunale tutta e dall’Assessorato all’Ambiente coordinato dalla Consigliera Lucia Musumeci, dagli Uffici e da tutta la macchina comunale, ma anche l’impegno sinergico dei nostri Cittadini e dei nostri Ospiti, dei nostri operatori economici, delle nostre Associazioni e delle nostre scuole».

Siamo particolarmente orgogliosi di aver raggiunto questo obiettivo, tutt’altro che scontato soprattutto alla luce di questi anni così difficili, e di poter vedere sventolare sulle nostre spiagge la Bandiera Blu per il sesto anno consecutivo, portando Roseto tra le località italiane con il maggior numero di Bandiere Blu in assoluto.

Le conferme tra le mete Bandiera Blu di Trebisacce e Villapiana e delle vicine Nova Siri, Policoro, Pisticci e Bernalda in Basilicata devono spingerci a dare di più per dipingere di Blu l’intero Arco Ionico e per presentare sui mercati turistici nazionali e internazionali questo nostro territorio come una destinazione turistica di qualità.

«I miei complimenti, infine – ha concluso – vanno alle altre località Bandiera Blu della nostra Calabria, da Tortora, Praia a Mare, San Nicola Arcella, Santa Maria del Cedro, Diamante, Cirò Marina e Melissa, Sellia Marina e Soverato, Tropea, Roccella Jonica, Siderno, e alle new entry Caulonia e Isola Capo Rizzuto».

Una grandissima soddisfazione, dunque, quella di vedere sventolare sul suggestivo Lungomare degli Achei il più ambito eco-label ambientale per i comuni costieri e rivieraschi, che è frutto di un lungo e intenso lavoro che coinvolge l’intera comunità per tutta la durata dell’anno. La Bandiera Blu, infatti, è il coronamento di un percorso all’insegna della sostenibilità ambientale e del rispetto della natura, ma anche di un coinvolgimento attivo della popolazione residente e dei turisti, di una particolare attenzione alla sicurezza e all’accessibilità. I 32 criteri da rispettare – sempre più stringenti di anno in anno – sono diventati un vero e proprio stimolo a migliorare e a migliorarsi, consentendo di alzare sempre più l’asticella dei servizi destinati alla stagione estiva e il livello di attenzione a salvaguardia dell’ambiente e del mare.

In questa direzione Roseto Capo Spulico nel corso degli anni ha implementato il numero e la qualità dei servizi turistici, nonostante le enormi difficoltà legate all’emergenza sanitaria, con un’attenzione particolare alla sicurezza e all’accessibilità: oltre ad aver aumentato il numero delle postazioni di salvataggio sulla spiaggia libera, il litorale della cittadina ionica è stato dotato di appositi porta-ombrelloni per garantire un adeguato distanziamento tra i fruitori dell’arenile. A questi servizi, che saranno ulteriormente potenziati per l’estate 2022, si aggiunge l’ormai consolidata infrastrutturazione della spiaggia, con docce libere e gratuite, accessi destinati a persone con mobilità ridotta e con diverse abilità, i servizi di assistenza per l’accesso in mare con sedie job, le postazioni per la raccolta differenziata e numerose iniziative di sensibilizzazione e di animazione ambientale che coinvolgeranno l’intera Comunità. (rcs)

Roccella Jonica conquista la sua 20esima Bandiera Blu

È un risultato straordinario, quello di Roccella Jonica che, per il ventesimo anno consecutivo, ha ricevuto la Bandiera Blu, il prestigioso eco label internazionale che attesta la particolare attenzione riservata dalle amministrazioni dei comuni rivieraschi e degli approdi turistici alla gestione delle tematiche ambientali, con particolare riferimento alla sostenibilità e alla salvaguardia dell’ecosistema marino. 

La riconferma  del riconoscimento è  stata comunicata questa mattina dal presidente di Fee Italia (Foundation for Environmental Education), prof. Claudio Mazza, nel corso della videoconferenza di presentazione delle Bandiere Blu 2022.

La notizia del raggiungimento di questo prestigiosissimo traguardo è stata accolta con viva soddisfazione dagli amministratori e dalla comunità tutta, perché Roccella Jonica è uno dei pochi comuni italiani e l’unico in Calabria ad essere riuscito a mantenere il “vessillo blu” per così tante stagioni consecutivamente. 

Soddisfazione accresciuta anche dal conferimento della Bandiera Blu degli approdi, per il sesto anno di fila,  al Porto delle Grazie – Marina di Roccella, che premia l’impegno nell’accoglienza e nell’adeguamento dei servizi agli standard qualitativi ecosostenibili.

«La conquista della doppia Bandiera Blu unita alla capacità del nostro Comune di rispettare in pieno, da ben due decenni a questa parte, i diversi e severi parametri previsti per l’eco label, aggiornati ogni anno da Fee Italia e valutati da una Commissione nazionale, rappresentano un primato che poche altre località italiane possono vantare», ha dichiarato il sindaco di Roccella, Vittorio Zito. 

«Un primato conquistato –  ha aggiunto il sindaco – grazie anche alle efficaci azioni di tutela ambientale messe in campo,  in accordo con le linee programmatiche della nostra Amministrazione, sia dai dipendenti comunali dell’Area Infrastrutture e Servizi al Territorio, diretta dall’ ing. Lorenzo Surace, sia dai dipendenti che operano, sotto il coordinamento dell’ ing. Giuseppe Tedesco, all’interno della società “in house” Jonica Multiservizi Spa, amministrata dall’ ing. Vincenzo Garuccio».  

«È doveroso ringraziare, inoltre,  la Regione Calabria per l’attenzione che dimostra nei confronti dei Comuni impegnati ad ottenere questo prestigioso riconoscimento che contribuisce a qualificare l’offerta turistica del territorio costiero regionale», ha concluso Zito. 

Viva soddisfazione è stata espressa anche dall’Amministratore del Porto delle Grazie, dott. Fabio Filocamo: «Ottenere la Bandiera Blu è sempre un grande riconoscimento e uno stimolo per il futuro; significa che, anno per anno, hai lavorato bene, con rispetto per l’ambiente, facendo qualcosa di meglio, passo dopo passo, senza sosta». 

«Roccella e il suo porto – ha aggiunto Filocamo – hanno ormai una tradizione lunga che parte da lontano. Come porto, l’ambito vessillo è segno di qualità dei servizi e delle misure a presidio della natura di cui il Marina di Roccella è una limpida espressione. Negli anni si è fatto molto e con la programmazione in campo per i prossimi, è ragionevole pensare che la Bandiera Blu potrà sventolare ancora a lungo. Anche nel pieno della pandemia, ogni settore del nostro approdo è stato oggetto di interventi di continua manutenzione, messa a norma, miglioramento».

«Ora – ha aggiunto – stanno partendo nuovi lavori sul cantiere nautico per adeguare la struttura agli standard richiesti e tanti altri interventi sono previsti a breve per rendere il Marina di Roccella ancora più accogliente e ricettivo, con una idea alta di sostenibilità, qualità della vita portuale e tutela dell’ambiente. Un plauso al personale che garantisce costante impegno perché il porto si presenti ben tenuto com’è. Ringraziamo la Fee per l’attenzione che ha inteso confermare e manterremo l’impegno massimo per fare sempre di meglio negli anni a venire».

Grande entusiasmo è stato espresso anche dall’assessore comunale alle Politiche Ambientali, Fabrizio Chiefari: «La notizia della 20° Bandiera Blu per la nostra cittadina ci riempie di orgoglio e ci incoraggia a  proseguire con più tenacia e lungimiranza nel pianificare progetti sostenibili innovativi e di inclusione sociale, affiancati da programmi di educazione ambientale nelle scuole». 

«Ci siamo già attivati per offrire nella stagione balneare ormai alle porte servizi di accesso alle spiagge in sicurezza,  con particolare riguardo alle esigenze delle persone diversamente abili, verso le quali abbiamo adottato misure sempre più efficienti», ha proseguito l’Assessore. 

«Inoltre, per celebrare l’importante e storico riconoscimento abbiamo coniato un logo identificativo di un programma di eventi, tra cui incontri informativi e divulgativi legati alla tutela dell’ecosistema marino ed iniziative di promozione turistica, che realizzeremo in collaborazione con il Flag Jonio 2 a partire dal  27 e 28 maggio», ha annunciato, infine, Chiefari. (rrc)

ROCCELLA JONICA (RC) – Sabato l’innalzamento della Bandiera Blu

Sabato 12 giugno, la città di Roccella Jonica darà il ‘benvenuto’ alla Bandiera Blu, simbolo internazionale di qualità per le spiagge e i porti turistici, che la Fee Italia (Fondazione per l’Educazione  Ambientale)  ha assegnato per il 19esimo anno consecutivo alla cittadina jonica, con una cerimonia in programma alle 18.30 nel largo Colonne – Rita Levi Montalcini.

Il Vessillo Blu sarà innalzato alla presenza delle autorità e dei cittadini. Al termine della cerimonia dell’alzabandiera, seguirà nella Villetta dei Caduti l’inaugurazione del “mangia plastica” che sarà collocato accanto alla Casa dell’Acqua e che rappresenta  il frutto di un  progetto promosso dal Comune in collaborazione con la società “in house” Jonica Multiservizi Spa per incentivare la raccolta differenziata e la riduzione del volume dei rifiuti da avviare al riciclo.

A seguire, infine, al Convento dei Minimi è in programma il taglio del nastro della mostra I bambini e il mare – Una storia blu, dove saranno esposti i lavori realizzati dagli alunni del locale Istituto Comprensivo statale “Coluccio – Filocamo” guidato dalla dirigente Emanuela Cannistrà. La mostra  sarà aperta al pubblico fino al prossimo 30 giugno. (rrc)

 

Nasce il brand “Blu Calabria”, per promuovere le belle località della Regione

Ed ecco Blu Calabria, il brand che vuole « promuovere le più belle località rivierasche della regione», ha spiegato la presidente della Regione Calabria, Jole Santelli nel corso della presentazione della nuova rete dei Comuni calabresi che hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu, che viene assegnato ogni anno alle località turistiche balneari che rispettano precisi criteri sulla gestione sostenibile del territorio.

Alla presentazione, hanno partecipato l’assessore regionale all’Ambiente, Sergio De Caprio, e i sindaci dei Comuni che hanno ottenuto il vessillo blu quest’anno.

Un brand, dunque, che non si limita alla promozione, ma che, al tempo stesso, vuole «favorire – ha spiegato la presidente Santelli – un rapporto sinergico tra i Comuni da cui derivi una maggiore e più consapevole tutela del territorio e un aumento della sostenibilità ambientale. Siamo sicuri che, lungo questa via, nel prossimo futuro la Calabria potrà veder crescere il numero di località premiate con la Bandiera Blu».

«Sono sicura che, lungo questa via – ha concluso la presidente della Regione Calabria nel prossimo futuro la Calabria potrà veder crescere il numero di località premiate con la BandieraBlu». 

La Regione Calabria, inoltre, ha stanziato 700.000,00 euro ai Comuni costieri per la pulizia e la gestione delle spiagge, che si aggiunge ai 600.000,00 euro già erogati, a favore dei 14 Comuni destinatari della Bandiera Blu 2020 300.000,00 euro per l’anno in corso, da destinare all’acquisto di attrezzature e dispositivi per la prevenzione dell’epidemia da Covid-19. (gsp)

Nasce il brand #BluCalabria la nuova rete dei #Comuni calabresi che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento internazionale Bandiera Blu 2020.Un brand che racchiude e promuove le più belle località rivierasche, attraverso un rapporto sinergico tra Regione e Comuni, per una maggiore e più consapevole tutela del territorio e un aumento della sostenibilità ambientale. Sono sicura che, lungo questa via, nel prossimo futuro la #Calabria potrà veder crescere il numero di località premiate con la #BandieraBlu.#jolepresidente

Posted by Jole Santelli on Thursday, 28 May 2020

ZAMBRONE (VV) – Il Comune a lavoro per la Bandiera Blu

Il Comune di Zambrone è pronto ad avviare l’iter per l’ottenimento della Bandiera Blu e, per arrivare a tale risultato, «si avvarrà del tutoraggio di Tropea, perché l’esperienza maturata agevolerà il percorso».

Una decisione, quella del Comune del vibonese, guidata dal sindaco Corrado L’Andolina, che non vuole essere visto come una “gara” con Tropea, che quest’anno ha ricevuto la Bandiera Blu  e «che è certamente motivo d’orgoglio per tutto il comprensorio», ha commentato il sindaco L’Andolina, ma piuttosto dettata dalla volontà di «ampliare la capacità ricettiva dell’area non solo sotto il profilo quantitativo, ma sopratutto qualitativo dell’offerta turistica».

«L’obiettivo – si legge in una nota dell’Amministrazione comunale – è di rendere così più forte la proposta turistica di uno dei tratti costieri più amati d’Italia. E pertanto, non saranno lesinate energie, nella certezza che il raggiungimento di un tale obiettivo possa rappresentare motivo d’orgoglio sia per Zambrone che per l’intera Costa degli dei». (rvv)