VIBO – Al via il ciclo di incontri “L’Ospite illustre”

Domani, tornano, al Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi”, il ciclo di incontri L’ospite illustre, promosso dal Comitato Civico vibonese e il Sistema Bibliotecario Vibonese.

Si tratta di una serie di incontri in programma ogni prima domenica del mese, dove si individua un reperto del Museo e se ne discute di fronte all’oggetto prescelto. Domenica 4 ottobre, l’appuntamento è alle 11.00 con il busto femminile di basalto nero, rientrato in Italia dopo 8 anni di un prestito lungo ad un museo americano.

«Parleremo, quindi – si legge in una nota – della scoperta del reperto avvenuta agli inizi del secolo scorso a Vibo Marina, della sua collocazione per moltissimi anni nel museo della Magna Grecia di Reggio Calabria, della esposizione a Vibo nelle sale del castello, la sua partenza per l’America ed infine del suo rientro nel marzo del 2020.  Quest’anno, poi, ricorre un anniversario importante per il Capialbi: 25 anni dal suo allestimento nel castello Federiciano».

Prima del fermo a causa dell’emergenza sanitaria – che è ancora in corso – gli ospiti illustri sono stati il mosaico Franzè da Trainiti, l’hydria calcidese con scena di partenza di guerriero dalla stipe Scrimbia, la collezione numismatica di Vito Capialbi.

Le persone interessate sono invitate a prenotare la loro presenza all’indirizzo mail sbvibonese@sbvibonese.vv.it o telefonando al numero 3396563605. (rvv)

SANTA DOMENICA DI RICADI (VV) – La quarta edizione de “Il Mediterraneo racconta…”

Domani, a Santa Domenica di Ricadi, al Villaggio Marco Polo, è in programma la quarta edizione de Il Mediterraneo racconta… dei vini e dei vigneti della Calabria.

Organizzato dal Club per l’Unesco di Vibo Valentia, guidato da Maria Loscrì, in collaborazione con MedExperience, l’Associazione Storico-Culturale Libertas, presieduta da Dario Godano, l’Associazione Leibò, presieduta da Michele Saragò e l’imprenditore Marco Furchì, il Festival offrirà agli ospiti «un’autentica esperienza sensoriale di odori e sapori mediterranei, impreziosita dal racconto dei diretti protagonisti, custodi ed ambasciatori delle nostre eccellenze enogastronomiche, in un’ambientazione in cui, alle bellezze naturali e paesaggistiche, si affiancheranno autorevoli espressioni artistiche».

Il tema della valorizzazione della Dieta Mediterranea rientra a pieno titolo nel dossier di candidatura di Tropea a Capitale Italiana della Cultura per il 2022, infatti, questa manifestazione è contemplata nel calendario descritto dettagliatamente nel suddetto dossier di candidatura.

Sponsor dell’evento sono alcune fra le più importanti attività imprenditoriali del comprensorio, Il residence “RoMa”, l’hotel Tropis e Passione Sud, Travel Experience mentre i Comuni di Ricadi e Tropea hanno concesso autorevole patrocinio all’evento. 

L’evento prevede degustazione di vini, degustazioni gastronomiche e culinarie. Ad arricchire l’evento, l’omaggio musicale a cura di Margherita Pietropaolo e l’esposizione delle opere degli artisti Vera ConsoleCeleste FortunaAmalia AliaAntonio Salvatore Maio(rvv)

CAPISTRANO (VV) – Restaurata la statua di San Francesco

È festa a Capistrano, per la conclusione dei lavori di restauro della statua lignea di San Francesco che, nella giornata di venerdì, è stata “riconsegnata” ai suoi fedeli.

La statua, realizzata nel 1838 dal Maestro Venanzio Pisani di Serra San Bruno, è stata restaurata dal restauratore Nicola Mazzitelli sotto le direttive e il controllo della Soprintendenza per i Beni Culturali e Architettonici di Reggio Calabria tramite la responsabile Maria Cristina Schiavone.

Per l’occasione, inoltre, il parroco Antonio Calafati, ha organizzato un evento per illustrare i lavori eseguiti, a cui hanno partecipato il restauratore Mazzitelli, il sindaco Marco Martino e Padre bGiovanni Cazzalino, frate dell’Ordine dei Minimi.

Inoltre, sono stati annunciati nuovi lavori di ristrutturazione, che interesseranno il campanile e il ripristino dell’intonaco della Chiesa. (rvv)

In copertina, foto di Antonio Pasceri.

VIBO – La Camera di Commercio introduce la firma digitale online

È una vera e propria rivoluzione, quella in atto alla Camera di Commercio di Vibo Valentia: con io lavoro smart, infatti, è possibile richiedere la firma digitale direttamente online in modo comodo, facile, veloce.

Da casa, dall’ufficio, dalla sede dell’azienda, in pochi minuti, si potrà infatti richiedere il dispositivo per la particolare firma elettronica oramai indispensabile a cittadini, professionisti, imprese, per conferire validità legale ai documenti informatici in una serie di contesti come la sottoscrizione di contratti, di dichiarazioni o di atti amministrativi, sia nel pubblico che nel privato.

«Una novità rilevante – ha dichiarato il segretario Generale dell’Ente, Bruno Calvetta – che, siamo certi, anche questa volta verrà colta come una reale opportunità di semplificazione e di ottimizzazione dei rapporti tra Pubblica Amministrazione ed utenza, nell’ottica di velocizzare tempi e procedure ed essere sempre più concentrati e pronti verso quelle opportunità che creano valore economico e quindi sviluppo aziendale e territoriale. Anche questa volta noi ci siamo per sostenere ed affiancare imprese e utenti in questo nuovo e utile processo di modernizzazione».

Da remoto, infatti, in pochi minuti e con poche mosse, attraverso il riconoscimento via webcam potrà essere richiesto sia il nuovo “Token Digital Dna wireless” – utilizzabile tanto in modalità wireless con smartphone e tablet, che su PC attraverso la porta USB, senza dover installare alcun software- sia la classica “Smart Card” in formato carta di credito con microchip crittografico in cui vengono generati e custoditi i certificati digitali dell’utente e per il cui utilizzo è richiesto un lettore di smart card.
Il dispositivo per l’utilizzo della firma digitale verrà poi spedito al richiedente, tramite corriere, all’indirizzo indicato in fase di registrazione.
Sul sito istituzionale della Camera di Commercio, nell’home page, nell’area dedicata sono a disposizione una guida esemplificativa nonché riferimenti e informazioni utili ad accompagnare gli utenti verso scelte consapevoli ed un utilizzo corretto di strumenti e procedure. (rvv)

VIBO – La lectio magistralis “Raffaello al Museo Vito Capialbi”

Questa mattina, a Vibo Valentia, alle 11.00, al Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi”, la lectio magistralis Raffaello al Museo Vito Capialbi del prof. Mario Vicino.

L’evento è stato organizzato dal Museo in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio promosse dal Mibact, e si concentrerà sulla Madonna col Bambino e Santi, realizzata dal genio di Urbino tra il 1513 e il 1514.

L’ingresso è gratuito, con prenotazione obbligatoria al 096343350. (rvv)

VIBO – Inaugurata la sede di Confartigianato

Alla presenza della vicepresidente nazionale di Confartigianato, Filippo Ribisi, a Vibo Valentia è stata riaperta la sede di Confartigianato.

Presenti, anche la presidente provinciale Tina Soriano, dei vertici regionali, il presidente Roberto Matragrano e il segretario Silvano Barbalace, e provinciali, del presidente nazionale dei Caaf di Confartigianato, Salvatore Ascioti, oltre che di tanti artigiani associati.

Confartigianato Vibo Valentia, quindi, torna ad essere un punto di riferimento anche fisico per gli artigiani e non solo, ai quali l’associazione provinciale e regionale continua ad offrire nostro pieno sostegno e supporto per la crescita e la promozione delle imprese e del territorio.

conf. Vibo Valentia

Nel pomeriggio, i vertici nazionali e regionali di Confartigianato hanno partecipato alla cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria di Caccuri al Procuratore di Catanzaro, dottor Nicola Gratteri, e del Maestro orafo Michele Affidato.

Confartigianato Imprese Calabria ha voluto dimostrare concretamente il proprio sostegno alla kermesse letterari di Caccuri sponsorizzando per la prima volta nella storia un premio letterario.

«Questo – si legge nella nota di Confartigianato Calabria – nella convinzione che cultura e legalità viaggiano assieme: la valorizzazione del patrimonio culturale, favorendo partecipazione e senso di appartenenza al proprio territorio, a lungo termine produce gli anticorpi sociali contro criminalità organizzata e corruzione».

«Da qui – prosegue la nota – anche la nostra presenza alla cerimonia di conferimento della cittadinanza al Procuratore Gratteri: abbiamo voluto rendere visibile la vicinanza all’uomo delle Istituzioni, del quale condividiamo e sosteniamo le azioni, che con coraggio e determinazione nello svolgimento della propria attività quotidiana incarna quei valori di onestà, legalità, rettitudine e rispetto delle regole in cui la nostra associazione crede fermamente per la crescita sociale e morale di un Paese che ha bisogno di esempi concreti di buona politica e buona amministrazione». (rvv)

TROPEA – Il Premio Mare Pulito “Bruno Giordano”

Oggi pomeriggio, a Tropea, alle 18.00, alla Torretta del Porto, la cerimonia di premiazione del Premio Mare Pulito “Bruno Giordano”.

Il prestigioso riconoscimento, che premia le buone pratiche ambientali messe in atto da amministrazioni ed enti pubblici, è istituito dall’omonima Associazione intitolata al compianto magistrato, già procuratore della Repubblica di Vibo Valentia, e guidata dalla moglie Francesca Mirabelli.

Si parte con i saluti di Giovanni Macrì, sindaco di Tropea. Intervengono Antonio Ranieri, capitano di vascello direzione marittima Calabria e Basilicata e comandante porto di Reggio Calabria, Claudio Mazza, presidente Fee Italia – Bandiere Blu, Jole Santelli, presidente della Regione Calabria, Domenico Pappaterra, direttore Arpacal, Francesca Mirabelli, fondatrice Associazione Mare Pulito “Bruno Giordano”.

Ospite della serata, Giovanni Pettorino, comandante Generle del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, che cosegnerà il Premio al Comune prescelto.

La targa è realizzato dal Maestro orafo Santo Naccarato(rvv)

PIZZO (VV) – Terminati i lavori del Palazzo dell’Arte e del Teatro

A Pizzo, sono terminati i lavori del Palazzo dell’Arte e del Teatro, la nuova struttura che sarà un innovativo spazio culturale in cui saranno ospitati convegni, mostre e attività teatrali.

La struttura, finanziata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è stata progettata da Francesco Gangemi, che si è augurato che «questa nuova struttura sia per Pizzo il centro di una nuova rinascita socio-culturale», e che «Pizzo, per ripartire, ha bisogno anche di buone e belle architetture, e noi ce l’abbiamo messa tutta».

«Siamo partiti da un vecchio progetto approvato circa dieci anni fa – ha spiegato Gangemi – e realizzato con nuove scelte tecnico-funzionali che hanno portato ad una maggiore funzionalità dell’immobile e alla semplificazione della struttura portante, una maggiore sicurezza sismica, un maggior confort ambientale, una minimizzazione di consumo energetico senza rinunciare all’aspetto estetico».

E a sancire la fine dei lavori, la visita del vicepresidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, accompagnato dal commissario del comune di Pizzo, Antonio Reppucci, e dagli storici locali Pacifico e Foca, e dal progettista Francesco Gangemi.

«Si consegna – ha scritto su Facebook Francesco Barbalace, direttore dei lavori – alla comunità pizzitana un’opera importante per la vita socio-culturale della nostra Città, con la speranza che possa promuovere tanta arte e cultura necessaria al progresso della nostra bella Pizzo». (rvv)

VIBO – A Piazza Municipio arriva la ruota panoramica

Arriva, il prossimo fine settimana, a Vibo Valentia, la Grande ruota panoramica. L’attrazione, che sarà installata a Piazza Municipio per più di un mese, è di 30 metri con 20 cabine e una portata di 21 persone per ogni giro.

Una iniziativa dell’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Maria Limardo, e che «sarà un’attrattiva per tutti e costituirà sicuro richiamo per tutto l’ hinterland». (rvv)

TROPEA – In città riecheggiano i “Ritmi dal Sud”

In una Piazza Vittorio Veneto messa a nuovo, con un pubblico ricco di entusiasmo, a Tropea è andata in scena l’ottava edizione di Culture a Confronto, un appuntamento atteso organizzato dall’Associazione Culture a Confronto che non finisce mai di incantare.

Tante le emozioni in gioco che, intrecciandosi tra di loro, hanno dato vita a tre ore di spettacolo che é stato non solo musicale.

Palpabile l’emozione di Andrea Addolorato, da cui tutto è nato nel 2013 quasi per gioco, presidente del Gruppo Folklorico Città di Tropea e di Culture a Confronto nonché Consigliere Nazionale della Fitp, la Federazione Italiana delle Tradizioni Popolari, rappresentata, nella serata tropeana, anche dal presidente Regionale Marcello Perroni, dalla presidente Provinciale di Vibo, Maria Carmela Crisafio e da Franco Megna, componente della Federazione Nazionale.

Culture a confronto

Il presidente di Culture a Confronto ha svelato le difficoltà del momento sconfitte dalla passione profonda per il folklore, anima di ogni popolo, che custodisce e diffonde tradizioni, miti, leggende, credenze, musiche e canti per impedire che il tempo stenda il velo dell’oblio cagionando l’omologazione che ostacola l’incontro tra culture fatto di dialogo tra identità diverse.

Il senso del messaggio di speranza e fiducia è stato colto dal pubblico che ha partecipato sentendosi protagonista. L’operazione, non facile, è perfettamente riuscita grazie all’abilità di tutti i magnifici artisti che si sono esibiti con un impegno eccezionale. 

A salire sul luminosissimo palco i Cantustrittu, l’Etnica Ditirambo, il Tamburellista Giancarlo Paglialunga e i Parafoné che hanno rappresentato rispettivamente la Sicilia, la Campania, la Puglia e la Calabria. Quattro volti diversi di un’identica grande passione narrata con  i suoni e le armonie del Sud anche grazie a strumenti antichi come la zampogna, il friscalettu, il marranzano e il tamburello che tra le mani degli strepitosi musicisti  hanno evidenziato la loro estrema versatilità.

«Le parole sono insufficienti a esprimere le emozioni che il Concerto ‘Ritmi del Sud’ ha suscitato unanimemente – ha osservato il sindaco Giovanni Macrì – Culture a Confronto, anche in quest’edizione straordinaria, anzi soprattutto, ha colpito nel segno riuscendo a lanciare appelli importanti condivisi dall’Amministrazione che ho l’onore di guidare, il successo strepitoso conseguito dimostra, infatti, che anche la meta più ambiziosa può essere conquistata se si opera con ferma volontà e dedizione assoluta e sottolinea, se mai ce ne fosse bisogno, il respiro universale della nostra Città che, grazie alla sua storia costruita nell’oggi in continuità col passato, è aperta all’accoglienza, al confronto e all’incontro tra popoli; il mare, il nostro meraviglioso mare, ce l’ha insegnato e le Genti Tropeane portano questo sigillo nel loro Dna, ecco perché Culture a Confronto é parte del patrimonio di Tropea e come tale é un punto di forza del Dossier di Candidatura a Capitale Italiana della Cultura 2022. Grazie ad Andrea Addolorato e a tutta la Famiglia, tropeana e non, di Culture a Confronto».

I Grandi in concerto, coordinati dal bravissimo Domenico Gareri, conduttore storico del Festival, sono stati travolgenti e non solo per la bravura tecnica quanto per la grande passione che ha animato tutti in assoluto Spirito di Servizio.

Dai loro sguardi, dalla loro voce, dai loro corpi emanava un’energia potente che ha contagiato, senza eccezioni, gli spettatori. Le provocazioni sono state prontamente raccolte  e tutti, proprio tutti abbiamo accettato di ritmare i brani con le mani o gridando a squarciagola: Zumpa Ninella, Ninella Ninà, Zumpa Ninella, Ricciutella lariulà

Una Piazza bellissima che ha meritato una grande promessa da Franco Megna della Fitp nazionale :«Dobbiamo molto a Tropea e ritorneremo con un evento grandioso!».

Indimenticabile concerto quello di Culture a Confronto, che ha dimostrato la veridicità di uno degli slogan ben auguranti stampati sul petto dei soci del Gruppo Folk Città di Tropea: «La Speranza conduce più lontano della paura!». (rvv)