VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Si presenta il libro “Caro Professore”

Questo pomeriggio, a Villa San Giovanni, alle 18, nella Sala del Consiglio comunale, sarà presentato il libro Caro Professore – Lettere dei reggini a Italo Falcomatà a cura di Giuseppe Falcomatà.

L’evento rientra nell’ambito di Correnti Festival d’Arte e Cultura della Città di Villa San Giovanni.

Il libro è una raccolta di  lettere  dei  reggini al loro sindaco durante il periodo del suo mandato come primo cittadino di Reggio Calabria, una corrispondenza intima che mette in risalto il ruolo di un sindaco che negli anni è  stato una guida, un modello di passione e spirito di servizio verso la propria città.

Durante la notte del 25 aprile del 2020 ignoti hanno deciso di vandalizzare il patrimonio di documenti,  fotografie, opere d’arte conservato nella sede della Fondazione “Italo Falcomatà”; dal lavoro di recupero materiale di quel patrimonio è scaturita l’idea di questo libro, come afferma Giuseppe Falcomatà, per recuperare una risorsa immateriale dal prezzo inestimabile: la memoria.
Saranno presenti l’autore, il sindaco Giusy Caminiti, l’assessore ambiente e politiche giovanili Ruggero Marra, l’assessore al bilancio già assessore della giunta Italo Falcomatà, Sergio Giordano. Modera la Presidente del Consiglio comunale, Caterina Trecroci. (rrc)

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Sabato l’edizione speciale di Correnti Festival

Sabato 6 maggio, a Villa San Giovanni, prende il via l’edizione speciale di Correnti, il Festival d’Arte e Cultura della Città di Villa San Giovanni, è un network culturale che mette in relazione il territorio e le sue potenzialità, ponendosi come obiettivo quello di promuovere gli interessi culturali e identitari della cittadinanza.

La prima stagione, dedicata all’editoria e alla lettura, ha visto un calendario di eventi ricco e coinvolgente.
Oggi, in edizione  speciale, un programma di appuntamenti editoriali aperto anche ad altre espressioni artistiche e culturali e che si concluderà, nell’ultima settimana di giugno, con un grande evento espositivo.
«A fare da cornice a quest’edizione la narrazione della precedente e un’anteprima della successiva. Il Correnti Festival – ha dichiarato la Presidente del Consiglio, Caterina Trecroci, con delega alla Cultura – vuole essere innanzitutto comunità. Una comunità che desidera e merita bellezza. L’arte, la cultura, l’educazione, l’etica e i sentimenti ospitano tale bellezza e la veicolano. Tematiche, protagonisti, esempi, luoghi, artisti di significato per coinvolgere, aggregando la comunità attorno a un progetto volto alla costruzione di un rinnovato senso di appartenenza. Ritrovarsi e riconoscersi è segno di umanità e valorizzazione dei nostri luoghi, con l’auspicio che le future  edizioni possano avere un respiro sempre più ampio in termini di espressioni artistiche e culturali e di coinvolgimento del territorio».

Appuntamento di apertura, dunque, sabato 6 maggio alle ore 18:30 presso l’ex Mattatoio, in Via Volta 1, con l’iniziativa di portata nazionale Lusaka in tour. Sarà lo scrittore Diego Cassinelli a presentare Lusaka, un reportage documentaristico nella capitale dello Zambia, una fotografia della città descritta con vibrante poesia tra bancarelle e compound, grattacieli e township, in un paesaggio dalle mille contraddizioni che si sviluppa tra la zona degradata e popolare e la zona residenziale fuori. Storie di apartheid, lotte di liberazione e tolleranza religiosa, in cui nasce l’associazione locale “in&out of the ghetto”, fondata dallo stesso autore. Il tour nazionale ha l’obiettivo, infatti, non solo di far conoscere il libro ma anche quello di creare una rete di sostegno per le iniziative sociali che l’associazione mette in campo nel compound di Bauleni.
La seconda edizione del festival Correnti si aprirà ufficialmente nella stagione autunnale 2023 e il calendario sarà concertato in collaborazione con le istituzioni scolastiche e le associazioni, proseguendo quanto già avviato con la partecipazione attiva di tutta la comunità cittadina. Una comunità che genera e che si rigenera. (rrc)

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – I primi due appuntamenti di Correnti Festival

Prende il via domani, a Villa San Giovanni, la prima edizione di Correnti/Festival d’Arte e Cultura di Villa San Giovanni, organizzato dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giusy Caminiti.

Alle 19, all’Auditorium della Scuola Media “Rocco Caminiti”, sarà illustrato il programma del Festival alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni cittadine. A seguire verrà proiettato il docufilm Suggestioni Ellenofone, un lavoro realizzato dagli studenti e docenti dell’I.I.S. “ Nostro – Repaci e degli istituti comprensivi di Campo Calabro e Scilla, nell’ambito del Progetto Apollo – il buono, il bello , il giusto”, che ricostruisce la storia di Reggio e di alcune aree di influenza greca.

Domenica  2 ottobre, invece, andrà,   in scena in Piazza Valsesia alle ore 21 lo spettacolo teatrale …sulle tracce di Pirandello, realizzato dagli studenti dell’I.I.S. “Nostro-Repaci”,  che segna un significativo incontro degli studenti con due testi dello scrittore siciliano.

Questi primi due appuntamenti valorizzano l’impegno e l’attenzione al territorio della comunità scolastica: la scelta di avviare il festival con due lavori prodotti dagli studenti va nella direzione di riconoscere e stimolare ulteriormente la creatività e la partecipazione dei giovani. Sono loro a generare le nuove correnti che condurranno ad un futuro di rinascita culturale per la città di Villa San Giovanni, anche grazie alla riscoperta e alla tutela del patrimonio storico, linguistico e culturale del nostro territorio. (rrc)

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Il 30 settembre il Correnti Festival

Il 30 settembre, a Villa San Giovanni, è in programma la prima edizione di Correnti Festival, il Festival d’Arte e Cultura – Città di Villa San Giovanni, promosso dall’Amministrazione comunale.

Una comunità che si rigenera e rigenera il luogo che abita e che, attraverso l’arte, lo rende spazio aperto e vissuto.
«Questo nuovo network culturale – come ha spiegato il Presidente del Consiglio con delega alla cultura e istruzione Caterina Trecroci – nasce grazie alla collaborazione attiva tra l’Amministrazione Comunale e le Associazioni Teatro Primo, Nuvola Rossa APS e Ponti Pialesi, Filanda Cogliandro, società cooperativa Rose Blu e il comitato Borgo di Piale, una collaborazione che ha vissuto tutte le parti della progettazione con partecipazione, impegno e sguardo volto alla costruzione di un percorso a lungo respiro mediante un tavolo culturale permanentemente costituito».
«In questo progetto la Città di Villa San Giovanni – ha aggiunto – è pronta a scrivere una pagina importante del proprio percorso di crescita collettiva, aggregando la comunità attorno a un progetto di portata nazionale di Arte e Cultura che l’Amministrazione promuove, avendo posto al centro delle proprie linee strategiche di mandato lo sviluppo del territorio, la crescita personale e civica della cittadinanza, l’investimento nel patrimonio identitario della nostra città».
Importante anche il coinvolgimento dell’Assessorato alle Politiche Giovanili che fa di Correnti/Festival d’Arte e Cultura Città di Villa San una risorsa strategica immediata e mancante, nonché un tassello fondamentale nella costruzione di un necessario percorso di confronto tra generazioni diverse.
Focus della prima edizione del Correnti Festival2022 su Editoria e Territorio. Dieci importanti firme tra autori, fumettisti e drammaturghi per altrettante presentazioni di libri in rassegna, più due eventi collaterali promossi dall’ I.I.S. “Nostro Repaci” di Villa San Giovanni.
Il 30 settembre ore 19:00 presso l’Auditorium scuola media Rocco Caminiti: Interventi istituzionali, presentazione Correnti Festival e Proiezione Docufilm: Suggestione Ellenofone progetto Apollo, il buono, il bello, il giusto, docufilm realizzato da un gruppo di studenti e docenti dell’I.I.S. “Nostro – Repaci”, in rete con gli Istituti Comprensivi di Campo Calabro e Scilla.
Il docufilm, della durata di circa 40 minuti, ricostruisce, per grandi linee, la storia di Reggio e di alcune aree di influenza greca e, in particolare, spazia dal passato della nostra terra, al presente in cui la matrice ellenica si è conservata nella cosiddetta area ellenofona caratterizzata, tra gli altri, dai Comuni di Condofuri (con l’area di Gallicianò) e Bova. Il docufilm invita a riflettere sulla tematica della riscoperta e tutela delle nostre radici storiche, linguistiche e culturali. (rrc)