MARANO MARCHESATO (CS) – La premiazione del concorso nazionale di Poesia “Paola Carbone”

Domani pomeriggio, a Marano Marchesato, alle 16.30, nei locali del Salone Polifunzionale, si terrà la cerimonia di premiazione della quarta edizione del Concorso Nazionale di Poesia “Paola Carbone”, promosso dall’Associazione Onlus “Con Paola”.

La manifestazione porta il titolo Messaggi di Speranza. Dopo i saluti del sindaco di Marano Marchesato, Eduardo Vivacqua, interverrà la presidente dell’associazione Con Paola, Rosaria Morrone. I dirigenti scolastici Assunta Morrone e Lorenzo Ciacco premieranno i vincitori della sezione A. Seguirà un intermezzo musicale con Giada Gallo e la scuola di Con Paola/ body percussion. Rachele Celebre, vicepresidente del CSV Cosenza e la professoressa Cinzia Leale premieranno i vincitori della sezione B. Maddalena Molinaro leggerà le poesie con menzione d’onore e le poesie vincitrici. Le conclusioni saranno affidate al professore Angelo Chiappetta. A moderare i lavori sarà Alessandro Giordano. 

Il concorso è rivolto ad appassionati di poesia (sezione A) ed agli alunni degli istituti comprensivi di Cerisano e Mendicino (sezione B), hanno partecipato 172 autori (126 per la sezione A e 46 per la sezione B). L’evento vedrà presenti i membri delle due commissioni esaminatrici che hanno accuratamente scelto i testi premiati. 

Con Paola è una organizzazione operante nel socioassistenziale dal 2001, si occupa di persone con diversa abilità e persone con fragilità legate alla terza età. Il concorso, giunto alla IV edizione, è un omaggio a Paola che rappresenta oggi il simbolo della diversa abilità, di una umanità vera e pura che pur nella sofferenza, è in grado di provare e donare amore e sentimenti.  (rcs)

Marano Marchesato (CS) – Ragazzi e ragazze con disabilità portano in scena spettacolo dialettale

È un «viaggio nella memoria» quello che l’associazione Con Paola di Marano Marchesato ha compiuto quest’anno, coinvolgendo in diverse attività e laboratori i ragazzi e le ragazze con disabilità che frequentano il centro diurno Fratelli Tenuta.

Venerdì 23 giugno, alle 18, al salone polifunzionale di Marano Marchesato, la Compagnia teatrale “La Scuola di ConPaola” lo porterà in scena. Si tratta di uno spettacolo teatrale in lingua dialettale. «Il nostro viaggio è iniziato nel mese di settembre 2022 e ci ha portato indietro nel tempo, a come si viveva circa sessanta anni fa, e forse anche di più, a Marano Marchesato e in tutti i piccoli centri della Calabria – ha dichiarato Rosaria Morrone, presidente dell’associazione – i protagonisti di questo evento sono i ragazzi, gli operatori ed i volontari del servizio civile del centro diurno».

Con Paola utilizzerà la formula del “cine-teatro”, ovvero una rappresentazione che vedrà alcune delle sue parti proiettate ed altre, invece, realizzate dal vivo. Questa scelta ha fatto sì che tutti i ragazzi potessero partecipare allo spettacolo ed esserne protagonisti. La manifestazione si aprirà con le poesie in lingua dialettale di Edda Gentile e Ferruccio Greco. Seguirà la “Strina e l’atto unico “A vrascera” di Angelo Chiappetta. A conclusione dello spettacolo la compagnia della scuola di Con Paola si esibirà in una classica tarantella.

Partecipano allo spettacolo: Amelia Bilotto, Lorenza Cartaginese, Angelo Chiappetta, Emilia Chiappetta, Massimo Cistaro, Vincenzo Greco e Valeria Sicilia. Conduce Alessandro Giordano con ospite Pino Artese. (rcs)

MARANO MARCHESATO – Educare contro la violenza di genere

di MANUELA MOLINARO – Per educare alla non violenza, è necessario lavorare fin dall’infanzia sulla creazione di relazioni positive e paritarie. 

L’abitudine all’ascolto è il primo step per dire no alla violenza, la giusta direzione verso l’educazione al rispetto dell’altro, traduzione: Prevenzione alla discriminazione, all’esclusione, al favorire la capacità di stare in relazione senza dominio.

Il 25 Novembre, ore 10.30 presso il Salone Polifunzionale in Marano Marchesato, il Sindaco Eduardo Vivacqua, l’Assessore alle Pari Opportunità Maria Francesca Trozzo, Anna Maria Schifino, Presidente Ass. Artisti Eccellenze di Calabria e oltreoceano, con la partecipazione dell’IC di Cerisano e la Scuola Secondaria di Primo Grado di Marano Marchesato, sensibilizzeranno sul tema. 

Violenza di genere, la libertà di vivere, di essere, di amare; il rispetto dei sentimenti e dell’essere umano, il conoscere per prevenire, il coraggio di dire no; questi saranno i temi oggetto di discussione insieme a: Amelia Ferrari avvocato Penalista e Segretario organismo di vigilanza Camera Penale di Cosenza. 

Insieme ad una giornalista calabrese di grande spessore che si è battuta in prima linea contro la violenza sulle Donne Emily Casciaro, Caterina Villirillo presidente ass. Libere Donne di Crotone, ed un grande scrittore sulla scena nazionale: Rino Sciuto esperto anche  in LGT Crimini Violenti ROS Arma dei carabinieri in congedo.

Gli studenti saranno i veri protagonisti della giornata,  con domande e progetti sul tema. Il poeta e docente Domenico Massarini inoltre,  ci farà entrare nel vivo della giornata, con una serie di letture, mentre Silvana Lavorato con le  sue opere dipinte,  suggellando una forte alleanza di parti su un territorio che, grazie all’Assessora Trozzo é sempre attento alle problematiche sociali.

L’ampiezza del fenomeno,  spinge ad interrogarsi su tanti fronti, sulle origini e sui presupposti culturali al fine di progettare e realizzare politiche attive di intervento rivolte non solo alla sensibilizzazione ma alla prevenzione a quell’intimo concetto di educazione affettiva.

Perché l’educazione è l’arma per il futuro, il ponte con le nuove generazioni, rompe il silenzio e l’omertá e, per dirla alla Nelson Mandela: è la capacità di valorizzare al meglio ciò che abbiamo, é ciò che distingue una persona dall’altra.  (mml)

MARANO MARCHESATO (CS) – La terza edizione del concorso nazionale di poesia “Paola Carbone”

Questo pomeriggio, a Marano Marchesato, alle 16.30, nella sede dell’Associazione Con Paola, si terrà la cerimonia di premiazione della terza edizione del Concorso nazionale di Poesia “Paola Carbone”.

Oltre 100 i componimenti pervenuti, provenienti da tutta Italia. «Abbiamo notato un gran bisogno di espressione – ha dichiarato la presidente dell’associazione, Rosaria Morrone – il Covid ci ha lasciato solitudine e angoscia e i versi dei partecipanti lo raccontano molto bene».

La premiazione avverrà in diretta Facebook sulla pagina Associazione Onlus “Con Paola”. Interverranno la presidente Rosaria Morrone, la presidente e i due membri della commissione che hanno giudicato i lavori, Assunta Morrone, Angelo Chiappetta e Rosario Ponziano, la vicepresidente del CSV Cosenza, Rachele Celebre e il direttore delle strutture, Domenico Carbone. A moderare l’incontro sarà Alessandro Giordano. Per i vincitori sono previsti premi in denaro: primo classificato 300 euro; secondo classificato 200 euro; terzo classificato 100 euro. L’organizzazione del Premio si riserva di raccogliere le poesie più significative in un’antologia che sarà distribuita gratuitamente ed esclusivamente online. 

L’associazione “Con Paola” prende vita più di vent’anni fa per volontà della famiglia di Paola, ragazza con un disturbo mentale scomparsa all’età di quarant’anni. L’obiettivo era ed è quello di cercare di affrontare il problema della disabilità sotto l’aspetto culturale e sociale e soprattutto creare un luogo dove le persone con disabilità e le loro famiglie potessero ritrovarsi, informarsi, condividere esperienze, ricercare strade per il recupero e l’inserimento sociale. (rcs)

MARANO MARCHESATO (CS) – A 20 ragazzi con disabilità i diplomi della “Scuola di Con Paola”

Domani, a Marano Marchesato, alle 9, saranno consegnati a 20 ragazzi e ragazze con disabilità i diplomi della “Scuola di Con Paola”, promossa dall’Associazione Con Paola, che ha preso il via ad ottobre e si è conclusa a maggio, ha visto il realizzarsi di laboratori sperimentali di arte terapia, musicoterapia, digitale, canto, ballo e drammatizzazione. 

Inoltre, i ragazzi si esibiranno  in un saggio finale e riceveranno il diploma. L’associazione Con Paola prende vita più di vent’anni fa per volontà di una famiglia, attorno alla quale si uniscono dei volontari, per cercare una risposta ad un bisogno reale: affrontare il problema della disabilità, sotto l’aspetto culturale e sociale, e soprattutto creare un luogo dove persone diversamente abili e le loro famiglie potessero ritrovarsi, informarsi, condividere esperienze, ricercare strade per il recupero e l’inserimento sociale.

Il bisogno s’incentra sulla persona di Paola, una ragazza che vive un disturbo mentale, che diventerà sempre più grave fino alla conclusione della sua vita, avvenuta all’età di quarant’anni.

La presidente è la mamma di Paola, Rosaria Morrone: «abbiamo appena festeggiato i 20 anni e quando siamo partiti volevamo spezzare le catene del pregiudizio, adesso vogliamo solo proiettarci verso il futuro. La pandemia, invece di fermarci, ha dato nuova linfa alle attività, siamo stati sempre attivi e aperti». 

Ad oggi l’associazione conta su sei volontari e attivi e cinque operatori volontari di servizio civile per supportare le persone con disabilità e/o con fragilità e le loro famiglie. (rcs)