REGGIO – Consegnato il Premio Demetra

Nei giorni scorsi, a Reggio, è stato consegnato il Premio Demetra, promosso dall’Associazione AiParC, guidato da Salvatore Timpano.

Nel solco della Memoria della donna che lo ha fondato e ne è stata Presidente, Irene Tripodi, ha preso il via l’ evento che ha visto premiate eccellenze nazionali designate dai vari Dipartimenti di cui si compone l’associazione. 

Presenti le autorità cittadine di comune e città Metropolitana.   I premiati, accompagnati dai referenti dei Dipartimenti promotori sono stati: il docente di archeologia classica prof. Fabrizio Mollo, sul palco con la referente del Dipartimento Archeologia, dott.ssa Rossella Agostino, il giornalista Rai dott. Dario Laruffa sul palco con il referente del Dipartimento Informazione dott. Tonino Raffa, il prof. Giulio Sodano, ordinario di storia e direttore del dipartimento lettere dell’università della Campania

sul palco col referente, Presidente del Comitato Scientifico, prof.  Giuseppe Caridi, il dott. Pasquale Faenza, storico dell’arte e conservatore dei beni culturali sul palco accompagnato dal referente del Dipartimento Arte e Patrimonio, nonché Presidente dott. Salvatore Timpano 

Un emozionato Salvatore Timpano ha aperto questa edizione e, quando il video con le immagini rappresentanti la Vita comunitaria di Irene Tripodi hanno iniziato a scorrere, la commozione ha pervaso i presenti. I familiari della Presidente, ricevendo il premio alla Memoria, hanno attestato tutta la loro dedizione ed affetto verso il mondo che la donna era riuscita a creare. 

Sul palcoscenico, gestito egregiamente dai presentatori CarloArnese e NicolettaMarra, tanta emozione ad impregnare di sé ogni passaggio, tangibile e vera come quando, l’immagine di Irene Tripodi si è materializzata nel dipinto che la raffigura, energica e sorridente, donato all’associazione dall’artista Elvira Sirio creatrice anche della statua raffigurante Demetra decorata con oro zecchino, offerta in dono ai premiati.   

A fare dono di sé e della loro bravura in una serata risplendente di stelle settembrine, di ricordi e di progetti culturali futuri, i bravissimi artisti Teresa Timpano, attrice impegnata e di grande talento, il Maestro, eccelso musicista, Alessandro Calcaramo con la giovane musicista Rita Di Grande, il Maestro, chitarrista coinvolgente, Francesco Ammendolia.

Sobria, ed efficiente organizzazione della serata affidata alla cerimoniera dell’associazione Maria Rita Mallamaci.

Pregno di commozione e partecipazione l’intervento di Stefano Iorfida, presidente dell’Associazione Anassilaos che ha dato il patrocinio a questo evento.  

Commosso il Presidente del Circolo Polimeni, dott. Ezio Privitera, che ha messo a disposizione la struttura.  A conclusione della manifestazione  il Presidente, Salvatore Timpano, ha donato agli artisti che, spontaneamente e gratuitamente si sono messi a disposizione per la riuscita della serata, uno speciale ringraziamento tradotto in una targa in cristallo. 

“Vis Unita Fortior” è il motto del nuovo Presidente.  “Ogni singola forza unita è più forte.” Un energico mantra, il proposito per la missione che si prefigge l’ A.I.Par.C. (rrc)

REGGIO – Torna il Premio Demetra

Oggi, al Circolo del Tennis “Rocco Polimeni” di Reggio Calabria, alle 21.30, la cerimonia di consegna del Premio Demetra, organizzato dall’Associazione Italiana Parchi Culturali.

Obiettivo del Premio, che consiste in una riproduzione in ceramica della dea Demetra, tratta da un’immagine stilizzata realizzata dalla studentessa Elena Velo, vincitrice di un concorso indetto per gli studenti del corso di Scultura dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, con la guida del docente Luigi Citarrella, è la valorizzazione  di Personalità che si sono distinte nei vari ambiti.

La commissione, presieduta dalla prof.ssa Irene Tripodi, presidente di AiParC, è composta dal prof, Giuseppe Caridi. I direttori Dipartimenti sono Rossella Agostino, archeologia, Salvatore Timpano, arte, Antonio Squillace, comunicazione, Maria Luisa Neri, cultura, Tonino Raffa, informazione, Elisabetta Felletti, salute mentale, Achille Concerto, scienza, Mirella Mafrici, storia.

I vincitori dell’edizione 2021 sono Francesca Lugli (archeologia), Angela Pellicanò (arte-pittura), Anna Rosa Macrì (informazione-giornalismo), Sergio Puzzanghera (cultura-musica), Giuseppe Viola (alla memoria, legalità-giustizia), Livio De Luca (scienza-architettura), Ferdinando Cannizzo (scienza-ingegneria), Pasquale Fratto (scienza-medicina) e Pietro Dalena (storia).

La serata, condotta dal giornalista e cerimoniere AiParC, Carlo Arnese e dalla giornalista web Marilena Alescio, inizierà con i saluti del dott. Iginio Postorino, presidente Circolo del Tennis “Rocco Polimeni” e Irene Tripodi, presidente AiParC.

Ad arricchire l’evento, il concerto dell’Orchestra Giovanile Corde Libere, diretta dal Maestro Alessandro Calcaramo, la sfilata dei gioielli di Elvira Sirio e l’estemporanea del pittore Alessandro Allegra. (rrc)

REGGIO – La seconda edizione del Premio Demetra

Questa sera, a Reggio, alle 21.00, presso il Circolo del tennis “Rocco Polimeni”la cerimonia di consegna del Premio Demetra.

Il premi, giunto alla seconda edizione, è organizzato dall’Associazione Culturale AIPARC, e viene consegnato a personalità che si sono distinte nel campo dell’arte, della comunicazione, della cultura, della scienza e della storia.

Novità di quest’anno, le sezioni legalità e spettacolo, oltre che il premio speciale della giuria alla musica.

Intervengono Igino Postorino, presidente Circolo del Tennis “Rocco Polimeni”, Irene Tripodi, presidente Nazionale AIPARC, Giuseppe Caridi, presidente del Comitato scientifico AIPARC, e Luisa Neri, direttore del Dipartimento Cultura AIPARC.

I premiati dell’edizione 2019 sono Antonio Presti per l’arte, Fabrizio Sudano per l’archeologia, Anna Mallamo per la comunicazione, Chiara Ricci per la cultura, Roberto Di Bella per la legalità, Marinella Rodà per la musica, il Maestro Alessandro Calcaramo per la musica, l’Orchestra Corde Libere per la musica, Pierpaolo Correale per la scienza, Vicky Catalano per lo spettacolo e Giovanni Brancaccio per la storia.

Ad arricchire l’evento, il concerto dell’Orchestra Corde Libere diretta dal Maestro Alessandro Calcaramo.

Ospite d’onore della serata, condotta da Eva Giumbo e Carlo Arnese, Marinella Rodà, ambasciatrice della cultura musicale calabrese nel mondo. (rrc)