ROSE (CS) – Approvata la strategia di Sviluppo locale leader del Gal Valle del Crati

Il Gal Valle del Crati entra nel vivo di una nuova stagione di Programmazione e riparte con rinnovato slancio dall’approvazione della sua Strategia di Sviluppo Locale Leader denominata Sostenibilità inclusiva tra Valli e Coste, pensata e progettata in modo ampiamente condiviso con i diversi partner del territorio, seguendo i dettami della nuova Politica Agricola Comune del per la programmazione 2023-2027.

L’Assemblea dei soci e i partner hanno votato all’unanimità la Strategia di Sviluppo Locale, si avvia così una stagione attiva e partecipativa, che sarà caratterizzata da nuovi interventi e investimenti e coinvolgerà tutto il territorio dei 26 comuni inclusi nel perimetro di intervento del Gruppo di Azione Locale, che ha sede a Rose (Cs).
Molti i settori previsti nella redazione del Piano di Azione Locale: le produzioni locali manufatturiere dell’ambito artigianale e agroalimentare, i beni e i servizi, gli spazi collettivi e inclusivi, nonché i sistemi di offerta socioculturali e turistico-ricreativi locali.

Nell’immediato, nei due anni di proroga concessi dalla Regione Calabria e dalla Comunità europea sulla Programmazione uscente, che ha visto il Gal Valle del Crati impegnare con successo il 100% dei fondi a sua disposizione, ci saranno tre bandi di prossima uscita per un nuovo sostegno economico di circa 1.400.000 euro.
L’Assemblea, retta dal nuovo Presidente del Gal Valle del Crati, Rosaria Amalia Capparelli, presente anche nella sua veste di sindaco di San Benedetto Ullano, è stata coordinata dal giornalista Valerio Caparelli, e ha registrato i saluti e la diretta testimonianza dell’assessore all’Agricoltura del Comune di Rose, Salvatore Liguori, cui ha fatto seguito l’atteso intervento illustrativo del Responsabile del Piano di Azione Locale, Pierfranco Costa.

A concludere i lavori è stato l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo, che, in video collegamento, ha esortato la struttura operativa e amministrativa del Gal a proseguire nella sua concreta e propositiva azione di sviluppo del territorio, non prima di elencare alcune iniziative di indirizzo politico e programmatico che distingueranno nettamente l’azione della Regione Calabria, con l’utilizzo dei Fondi del Psi, da quella che attiveranno i Gal calabresi.

Come previsto dalla metodologia Leader, in questi ultimi due mesi di promozione e attività territoriale di divulgazione e sensibilizzazione, si sono individuate e attivate le strategie di un modello innovativo di sviluppo locale, che sarà reso possibile anche grazie alla partecipazione e all’elaborazione di molti attori pubblici e privati delle aree rurali interessate.

«Anche questa volta – ha dichiarato Pierfranco Costa nel corso del suo intervento – l’approccio LEADER, che svolge un ruolo strategico per le esigenze di crescita economica e sociale del territorio, avrà come fine principale quello di favorire la vitalità e lo sviluppo delle zone rurali interessate, con l’intento di contrastare con forza il fenomeno dello spopolamento e fermare la crescita del divario esistente, con particolare riguardo ai servizi di base, alla disoccupazione, alla povertà, all’inclusione sociale, alla parità di genere e ai gruppi vulnerabili».

«Il nostro intento è quello di proseguire nel solco e nella direzione della precedente presidenza del Gal, valida quanto di grande spessore manageriale, con l’entusiasmo e la volontà di dare il via ad una fase di grande responsabilità e cambiamento strutturale – ha esordito la presidente Capparelli -. Abbiamo elaborato in stretta collaborazione con gli attori locali del territorio, e con loro continueremo a migliorarle anche nel prossimo futuro, le Strategie di Sviluppo Locale del nostro territorio, individuando insieme i fabbisogni e le possibili azioni e soluzioni che dovranno in qualche modo contrastare i fenomeni tipici delle aree in lento sviluppo. Entro fine anno avvieremo altri tre bandi della Programmazione appena conclusa e ci impegneremo a definire tutte le azioni utili a dare un impulso di crescita a quella Rete di Consapevolezza che sarà il pilastro su cui si sosterrà il nostro Piano di Azione Locale».

Tutte le informazioni utili si possono reperire sul sito istituzionale del Gal www.galcrati.it attraverso la sezione dedicata in Home denominata Leader 23-27. (rcs)

Il Gal Valle del Crati presenta la Strategia di Sviluppo Locale per Leader 2023-2027

Domani mattina, a Rose, alle 10, nella sede del Gruppo di Azione Locale, sarà presentata la Strategia di Sviluppo Locale Leader e il nuobo Piano d’Azione Locale 2023-2027 del Gal Valle Crati.

È stato fondamentale favorire la costituzione di un partenariato locale capace di contribuire alla definizione di un piano integrato di sviluppo socio-economico e territoriale, costruito intorno a temi legati alle identità, ai valori, ai bisogni delle imprese e delle persone e alle risorse di ogni territorio.

L’intensa fase di concertazione ha visto il Gal impegnato in una serie di incontri di concertazione e di divulgazione, tra cui si ricordano l’incontro divulgativo e di brainstorming all’interno della Gran Festa del Pane di Altomonte, oltre gli incontri svoltisi nei comuni di Bisignano, Fuscaldo, San Benedetto Ullano e Tarsia.

«Attraverso l’intensa fase di concertazione – ha dichiarato la neo presidente del Gal, Rosaria Amalia Capparelli –, il Gal Valle del Crati ha promosso la partecipazione attiva degli stakeholders, soci e non soci, all’individuazione dei fabbisogni dell’area al fine di elaborare, attraverso politiche bottom-up, una strategia di Sviluppo Locale Leader e un Piano di Azione Locale coerente alle attuali esigenze del territorio e capace di agire in maniera integrata su tutti gli asset del capitale territoriale, rafforzando la connessione fra i diversi settori dell’economia e della società locale, favorendo la sperimentazione di percorsi di sviluppo innovativi e l’adozione di buone pratiche a livello territoriale, coinvolgendo anche la popolazione locale». (rcs)

ROSE (CS) – Miss Italia Calabria ha incoronato Miss Egea

È stata proclamata la vincitrice della terza tappa di Miss Italia Calabria: Miss Egea è Gessica Vanzillotta. La fascia di Miss Rocchetta Bellezza è stata consegnata alla seconda classificata Francesca Mazzei. La fascia di Miss Framesi è andata alla terza classificata Jennifer Stella. La quarta classificata è Grace Melody Lento, la quinta classificata è Anna Chiappetta, la sesta classificata è Annamaria Antronache.

Le selezioni dell’ambito concorso di bellezza hanno portato le aspiranti miss e il pubblico nella pittoresca località di Rose. Un piccolo Comune immerso nelle colline della Calabria, noto per la sua bellezza incontaminata e la combinazione perfetta di natura, cultura e tradizione. Una delle attrazioni principali della città è il suo centro storico, un affascinante labirinto di stretti vicoli e antiche abitazioni in pietra. Questo borgo racconta la storia millenaria del paese e consente ai visitatori di fare un salto nel passato, ammirando l’architettura tradizionale e i dettagli artistici che caratterizzano le facciate delle case.

Ieri sera, la piazza adiacente al ristorante “Al terrazzo” è stata il palcoscenico di una competizione di grande prestigio che ha consentito alle aspiranti miss in gara di brillare in tutto il loro splendore. Bellezza, stile, grinta ed eleganza hanno fatto da sfondo alle selezioni di questa nuova tappa di Miss Italia Calabria. L’evento ha catturato l’attenzione del pubblico. Le ovazioni e gli incoraggiamenti per le concorrenti in gara, anche sui canali social della kermesse, hanno reso l’atmosfera ancora più elettrizzante.

Obiettivo principale di ogni edizione di Miss Italia Calabria, organizzata con grande impegno dall’esclusivista regionale Linda Suriano, titolare della Carli Fashion Agency, è mettere in evidenza il talento delle aspiranti miss e degli ospiti, nonché valorizzare le tradizioni e i dialetti dei luoghi che ospitano le selezioni. L’intento è far sì che sempre più persone possano apprezzare l’unicità e la ricchezza della nostra splendida Regione.

In ogni serata di questa entusiasmante stagione, rivivremo la storia di Miss Italia, dal 1939 fino ai giorni nostri, attraverso coinvolgenti sketch. Sul palco, le allieve del corso teatrale della Carli Fashion Academy, guidate da Francesca Marchese, hanno dato vita a performance coinvolgenti, con testi scritti da Carola Cesario. Le raffinate coreografie del corpo di ballo, curate da Lia Molinaro, hanno aggiunto un tocco di grazia e dinamismo allo spettacolo. Tutto ciò è stato reso possibile grazie all’impeccabile direzione artistica di Linda Suriano.

La serata è stata presentata con grande energia dalla stessa Suriano e da Larissa Volpintesta, che hanno saputo intrattenere il pubblico con carisma e professionalità. Lo spettacolo è stato ulteriormente impreziosito dall’interpretazione canora del cantautore Claus Laugelli che ha regalato al pubblico un momento musicale coinvolgente sulle note del suo brano “Carta straccia”, “One” degli U2 e “Mentre tutto scorre” dei Negramaro.

A proclamare la vincitrice della terza di Miss Italia Calabria è stata la giuria composta da: Eduardo Chiappetta (Polizia stradale), Roberto Barbieri (sindaco del Comune di Rose), Danny Molinaro (imprenditore), Emilio Fedele (rappresentante), Stefano Tenuta (impiegato della Prefettura), Palma Serrao (insegnante), Franco Pichierri, Daniele Spadafora (CosenzApp), Donatella Pascali (Parole di vita), Giuseppe Pirillo (in rappresentanza di Framesi).

Miss Egea ha confessato di essere: «Emozionata e felicissima. Questa è la terza tappa a cui partecipo. Voglio godermi tutte le serate di Miss Italia e vivere al meglio questa esperienza. Attualmente, lavoro in un centro di parrucchieri. Il mio sogno è aprire un salone di bellezza tutto mio».

Michele Covello, titolare dell’azienda Egea e del ristorante “Al terrazzo” che ha ospitato la terza tappa di Miss Italia Calabria nel Comune di Rose, ha dichiarato che: «Accogliere le selezioni di questo concorso di bellezza di portata nazionale offre grande visibilità alla mia attività e al mio territorio».

Linda Suriano, esclusivista di Miss Italia Calabria, ha evidenziato che: «È stata una serata bellissima. Per il terzo anno abbiamo eletto Miss Egea. In passato, la miss Francesca Carolei che ha conquistato questa fascia, successivamente, ha vinto Miss Italia Calabria. Possiamo dire che Michele Covello è un portafortuna. Come sempre, è stato molto ospitale. Nonostante l’emozione, ciascuna concorrente ha dato il meglio di sé. Ognuna si è messa in gioco mostrando la propria personalità e grande umiltà. Dietro le quinte, ho notato che c’è una sana competizione. Le ragazze sono collaborative. È bello che nei concorsi di bellezza ci siano anche questi esempi: le concorrenti si sostengono a vicenda ed esultano per la vittoria delle proprie compagne di viaggio. Ci aspetta una stagione molto impegnativa ma emozionante. Questa sera, faremo tappa a Parenti. Le iscrizioni sono ancora aperte, quindi invito chi volesse partecipare a candidarsi sul sito ufficiale di Miss Italia». (rcs)

ROSE (CS) – La quarta edizione del Festival delle Rose

Prende il via domani, a Rose, all’Anfiteatro Comunale “Luigi Bria”, la quarta edizione del Festival delle Rose, organizzato dall’Associazione Aria delle Fate in sinergia col Comune, e in programma fino al 28 settembre.

Si parte, domani, alle 21, con la presentazione del libro E vissero tutti felici e distanti di Marcello Romanelli, organizzato in collaborazione con Incontri Silani… Percorsi culturali itineranti.

Dopo i saluti di Roberto Barbieri, sindaco di Rose, Annunziata Paese, presidente Associazione Aria delle Fate e Egidio Bevilacqua, ideatore di Incontri Silani, dialogano con l’autore Riccardo Giacola, giornalista Rai, Antonio Canino, consigliere comunale di Rose, e Francesca Bruno, psicologa. A seguire, si parlerà degllo Scavo archeologico di Rose con il prof. Armando Taliano Grasso.

Chiude la serata il concerto con Sasà Calabrese. Ospite speciale Daniele Moraca.

Lunedì 27, alle 21, all’Anfiteatro Comunale, la presentazione del progetto Con il Cuore, di Rose Comunità Cardioprotetta.

Intervengono il sindaco Barbieri, Annunziata Paese, Antonello Talarico, cardiologo, Claudio De Rose, operatore 118, Fabrizio De Rose, presidente Associazione Carmelo Bene, Marianna Anastasio, Associazione Aria delle Fate, Francesco Imbrogno, costruzioni Imbrogno srl, e Romualdo Alimena, real multiservizi.

Segue il cabaret di Tonino Pironaci.

Martedì 28 settembre, alle 18.30, nella Casa Comunale, si parlerà di Economia Circolare: Gestione dei rifiuti e riciclo del Pnrr. Dopo i saluti del sindaco Barbieri, introduce e modera Annunziata Paese.

Intervengono Marcello Manna, sindaco di Rende e presidente Anci Calabria, Francesco Viapiana, esperto di sistema di gestione dei rifiuti, Enrico Caterini, docente Unical, Pinuccia Montanari, componente del Comitato Scientifico Ecoistituto Rege,  Sergio De Caprio, assessore regionale all’Ambiente, Fabio Costarella, del Conai, Ernesto Magorno, sindaco di Diamante, e Bruno Aiello.

Ad arricchire l’evento, il duetto Nives Raso con Silvio Ariotta. (rcs)

ROSE (CS) – Prorogati a febbraio i bandi del Gal Valle del Crati

Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo di Azione Locale Valle del Crati ha deciso di prorogare, a febbraio 2021, i bandi rivolti ad aziende e Comuni del territorio.

La decisione è stata presa in considerazione delle difficoltà organizzative per la redazione dei progetti da presentare per la concessione di finanziamenti, impedimenti e problematicità conseguenti alle diverse priorità da affrontare in questo particolare periodo pandemico.

Nello specifico, le proroghe concesse per la presentazione delle domande sono a valere sui seguenti Bandi di selezione: n° 1A Intervento 4.1.1 Investimenti nelle aziende agricole, con scadenza prorogata al 04 febbraio 2021; n° 4 Intervento 7.4.1 – Investimenti per l’introduzione, il miglioramento o l’espansione di servizi di base a livello locale, con scadenza prorogata al 23 febbraio 2021; n° 5 Intervento 7.4.1 (Aree Interne) – Investimenti per l’introduzione, il miglioramento o l’espansione di servizi di base a livello locale, con scadenza prorogata al 23 febbraio 2021.

Per il Bando di selezione n° 5, si ricorda che i Comuni dell’area Leader interessati sono soltanto Fagnano Castello e Malvito, in quanto rientranti nella Strategia Regionale per le Aree Interne (Srai).

Le nuove date sono state concesse per consentire la presentazione di nuove domande a sostegno di investimenti mirati, specificati per singolo Intervento.

Nella sezione ”Bandi e Avvisi” del sito del GAL www.galcrati.it è possibile scaricare tutta la documentazione e le informazioni inerenti i suddetti bandi.

Gli avvisi vengono divulgati anche dalle Organizzazioni Professionali di categoria, sugli albi pretori dei Comuni dell’area Leader “Valle del Crati”, sul portale della Rete Rurale Nazionale, all’indirizzo www.reterurale.it, e sul portale del PSR Calabria, www.calabriapsr.it.

In considerazione dell’emergenza Covid-19 in atto e delle necessarie misure precauzionali indicate dall’Autorità governativa nazionale, tutte le informazioni e gli approfondimenti relativi ai bandi possono essere acquisiti tramite mail all’indirizzo gal@galcrati.it o telefonando al numero 0984/903161. (rcs)

Contro lo spopolamento dei borghi in Calabria
si fa strada l’idea dell’albergo diffuso, case a 1 €

Un po’ casa, un po’ albergo: è questa la caratteristica del cosiddetto “albergo diffuso”, ovvero la soluzione per quei vacanzieri che non amano il soggiorno in albergo. È l’idea vincente contro lo spopolamento dei borghi e di paesi che hanno caratteristiche uniche e straordinarie, ma tante case abbandonate, lasciate a degradare completamente. Un modello di ricettività che ha spinto la CNN, la famosa televisione americana, a dedicare un ampio servizio a Cinquefrondi, il paese dove le case costano appena 1 euro. L’ospitalità punta al recupero di case ristrutturate con finalità turistiche, nel rispetto dell’ambiente e della eco-sostenibilità. In poche parole è l’intero paese che diventa “albergo” (da qui la denominazione “diffuso”) che in tal mondo è sollecitato al recupero del centro storico, dei suoi insediamenti  urbani e rurali, al fine di offrire una qualità di soggiorno assolutamente invidiabile. Anzi, sono in tanti gli stranieri che – innamorati del luogo – decidono di restare. e acquistare una casa da destinare alle proprie vacanze o da mettere a disposizione di altri vacanzieri attratti dalla nomea del luogo.

Cinquefrondi sulla Cnn

Del resto, la Svimez, in un suo rapporto, ha disegnato un quadro catastrofico per la Calabria: nei prossimi 50 anni, perderà 500 mila abitanti. Una proiezione che porta sconforto, sopratutto se si pensa che la Calabria, come Regione, ha tanto da offrire ai suoi abitanti e al Paese ma, che purtroppo, è solo un’anticipazione di una situazione tristemente reale quanto attuale: i calabresi stanno abbandonando la Calabria e, i Comuni, si ritrovano con case abbandonate, uffici e luoghi d’Istruzioni chiuse, costringendo i sindaci a scelte dolorose: avviare progetti che prevedono la vendita delle case a un euro, per evitare fenomeni inarrestabili di spopolamento,

Scelte, che lasciano l’amaro in bocca a sentirle, ma che hanno trovato spazio in un colosso come la CNN che, in un servizio firmato da Silvia Marchetti, racconta di Cinquefrondi, «un accogliente Comune dove poter tranquillamente soggiornare, Cerniere dei Due Mari, con il fiume e la montagna a pochi minuti di macchina» e che rende l’impossibile, possibile: «presto le nostre case abbandonate saranno abitate da tanti turisti – ha annunciato il Comune di Cinquefrondi su Facebook – solo oggi sono arrivate centinaia di richieste, che vedono in Cinquefrondi un centro strategico da vivere».

Ma Cinquefrondi non è l’unico ad aver promosso questa iniziativa contro lo spopolamento: ci sono anche il Comune di Rose, Maida e Tarsia, mentre a Martone, un piccolo borgo della Locride, è stato realizzato il primo albergo diffuso in Calabria. Si tratta di un progetto voluto fortemente dal sindaco, Giorgio Imperitura, per combattere, appunto, lo spopolamento e per recuperare le abitazioni del centro storico che sono state abbandonate.

Martone
Antichi insediamenti di Martone, un suggestivo borgo che punta all’albergo diffuso (Foto Telemia)

Quella di Martone, a conti fatti, potrebbe essere una soluzione al problema che, in questo periodo, stanno affrontando diversi Comuni calabresi: realizzare un albergo diffuso non solo per recuperare gli edifici abbandonati, ma anche per creare e rilanciare un nuovo tipo di turismo dove i visitatori possono vivere un’esperienza differente di ospitalità all’insegna della sostenibilità e rispetto dell’ambiente.

D’altronde, si tratta di un modello di recente diffusione in Italia e in Europa, ideato da Giancarlo Dall’Ara, presidente dell’Associazione Alberghi Diffusi, che «ha contribuito a dare un’immagine nuova e diversa dei piccoli centri sia ai turisti che ai residenti: quella della nuova frontiera dell’ospitalità che non crea impatto sociale, tantomeno ambientale, che affonda le radici nella cultura di un luogo, e che risponde al bisogno più profondo di chi va in vacanza, quello dell’autenticità». (rrm)

Scarica da qui l’ebook Albergo Diffuso 2019