SCALEA (CS) – La mostra-concerto del Maestro Elvino Echeoni

Da oggi, fino al 29 luglio, al Resort “La Bruca” di Scalea, è in programma la mostra-concerto del Maestro Elvino Echeoni.

Il Maestro, infatti, insieme alla sua persona di pittura – composta da oltre 20 opere che, in vari formati, che ritraggono la composizione astratta che si mischia ottimamente con una realtà virtuale – darà vita, ogni sera, a un concerto dedicato alle più belle canzoni internazionali che Parlano d’amore… e non solo.

L’esposizione,  rappresenta un excursus puntuale nella produzione di quello che critica e pubblico considerano “uno tra i più rappresentativi artisti italiani in campo internazionale” e punta a narrare – attraverso una ventina di tele caratterizzate da stili e tecniche pittoriche tra loro differenti – momenti diversi della sua storia personale e della sua produzione.

Artista istrionico e completo, dotato allo stesso tempo di una spiccata perizia tecnica e di un’instancabile vena creativa, Echeoni è capace di spaziare dalla tavolozza agli spartiti musicali, passando per il restauro, la scenografia, l’incisione, la scultura, e ancora per la composizione di testi e canzoni. (rcs)

Venerdì il Frecciarossa ferma per la prima volta a Scalea

Una data importante, quella di venerdì 24 luglio: il Frecciarossa, alle 16.37, fermerà a Scalea.

«Salgono, dunque – si legge in una nota dell’ Unione Interassociativa Alto Tirreno – a 14 (compresi i periodici) i collegamenti a media e lunga percorrenza che servono la Riviera dei Cedri e il Pollino. Qui fermeranno tutte le tipologie di treni circolanti in Italia, e dire che tutto ciò poco tempo fa non era neanche immaginabile!».

«Un altro importante risultato per la Riviera dei Cedri – si legge in una nota di Assoscalea – ottenuto grazie all’impegno di ben 63 tra enti, accademie, consorzi, pro loco ed associazioni varie, coordinate da Ettore Durante».

Per l’occasione, l’Associazione ha invitato i cittadini a partecipare, nel rispetto delle regole anticovid, recandosi in stazione muniti di mascherina qualche minuto prima dell’arrivo.

«Quella a favore di Scalea – prosegue nota dell’Unione Interassociativa Alto Tirreno – era l’unica richiesta di buon senso visto che il territorio tra Sapri e Paola, circa 120 km di costa, era l’unico ad essere rimasto escluso dai nuovi servizi Av, questo nonostante i numeri registrati nel periodo estivo siano molto elevati.
Tutte le associazioni sono state concordi nel chiedere che la fermata venisse istituita nella città di Torre Talao, perché essa é facilmente raggiungibile sia dai comuni costieri che da quelli montani, essendo posta a metà strada tra Sapri e Paola. È, inoltre, il Comune più popoloso e la stazione ha tutti i requisiti infrastrutturali necessari per accogliere tali treni».

Il Frecciarossa in direzione nord fermerà alle 12:24 mentre quello in direzione sud alle 16:27 e farà le stazioni di  Salerno, Napoli Centrale, Napoli Afragola, Roma Termini, Roma Tiburtina, Firenze Santa Maria Novella, Reggio Emilia AV Mediopadana, Milano Rogoredo, Milano Centrale, Torino Porta Susa, Torino Porta Nuova.

L’Unione Interassociativa Alto Tirreno, inoltre, ha riferito che per «alcune corse sono già attive le coincidenze con i treni regionali. Inoltre il consigliere dell’Unpli Cosenza, Antonello Grosso La Valle, sta preparando una conferenza dei servizi per realizzare un servizio su gomma in coincidenza con l’arrivo dei treni Av, per poter creare un collegamento pubblico anche con le zone costiere non servite dalla ferrovia».

«Inoltre – conclude la nota – come ha annunciato il presidente del Consorzio Operatori Turistici Diamante & Riviera dei Cedri, Gianfranco Pascale, grazie al progetto Calabria in treno, quest’estate coloro che sceglieranno tale mezzo per raggiungere l’Alto Tirreno e l’Alto Jonio, alloggiando in una delle strutture convenzionate, potranno ottenere il rimborso del biglietto dalle strutture».

SCALEA (CS) – Italia Nostra incontra il Commissario Prefettizio

Una delegazione di Italia Nostra – Sezione Alto Tirreno Cosentino, guidata dal presidente Roberto Laprovitera, ha incontrato, a Scalea, il Commissario prefettizio per discutere delle acque di balneazione e spiagge libere.

Su questi, «Italia Nostra – si legge in una nota – ha ribadito ed evidenziato la necessità di tenere sotto costante controllo le acque dei numerosi canali che sfociano a mare e che attraversano in alcuni casi il centro urbano o area abitate, nonché zone agricole. Possibili sversamenti in tali canali potrebbero arrecare gravi inconvenienti sulla costa, come si è già verificato. Per quanto riguarda le Spiagge Libere, Italia Nostra ha chiesto che le aree demaniali effettivamente non in concessione dei lidi vengano tutte utilizzate per tale finalità e che venga verificato quanto prima, come del resto già da tempo richiesto, il rispetto del comma 4 dell’art. 6 del Pir che prevede che il Pcs deve garantire, compatibilmente con la orografia dei luoghi , il mantenimento di aree di libera fruizione nella misura non inferiore al 30% del fronte mare calcolata in relazione all’estenzione della fascia demaniale disponibile alla balneazione, escluse le varie fasce di rispetto non balneabili».

«Questa Associazione – prosegue la nota – ha chiesto di sapere se dal vigente Pcs e poi effettivamente sia stata garantito sul litorale di Scalea il rispetto della normativa stabilita dal citato comma 4 dell’art. 6 del Pir Calabria.
Tutela dell’area naturalistica dei Gigli di Mare, pianta protetta ex L.R. 47/2009 e s.m.i. Italia nostra ha fatto riferimento agli incontri con la precedente Amministrazione ed ha chiesto informazioni in merito alla distruzione dei Gigli di Mare avvenuta nel mese di gennaio 2020 nell’area a confine con il comune di Santa Maria Del Cedro, quando per alzare una duna artificiale, che a noi non risulta autorizzata, si è distrutta un’intera colonia di Gigli di Mare. Italia Nostra ha chiesto che vengano intensificati i controlli, che vengano apposti nell’area i cartelli informativi e dissuasivi già fatti approntare dal Comune da tempo, che venga notificata l’ordinanza sindacale n. 15 del 06.08.2019 “ Protezione del Giglio di Mare e della vegetazione spontanea che cresce sulla spiaggia” a tutti i concessionari demaniali delle strutture balneari in modo da delimitare e salvaguardare tale specie protetta».

«Italia Nostra – conclude la nota – si è poi soffermata sulla situazione delle strade della contrada Sant’Angelo quasi sempre ricoperte di rifiuti provenienti da attività edili ed altro. Più volte Italia Nostra ha segnalato tale situazione al comune di Scalea che per rimuovere ogni volta tali rifiuti spende ingenti somme senza mai risolvere il problema. Italia Nostra ha richiesto l’apposizione di telecamere di sorveglianza , strumentazione che consentirebbe al Comune di Scalea un notevole risparmio e nello stesso tempo scoraggerebbe fortemente il deprecabile fenomeno». (rcs)

SCALEA (CS) – Il 28 marzo la terza edizione dell’Expo Tirreno

A Scalea, dal 28 al 30 marzo, al Santa Caterina Village, al via la terza edizione dell’Expo Tirreno, la fiera mercato per chi opera nel settore del food, beverage e service.

Oltre 200 i brand esposti da oltre le 40 aziende espositrici che durante le giornate di esposizione alterneranno momenti di informazione, degustazione e dimostrazione dei prodotti esposti. (rcs)

 

SCALEA (CS) – Lunedì il libro “L’opera degli ulivi”

Lunedì 29 luglio, a Scalea, alle 21.00, a Palazzo dei Principi Spinelli, la presentazione del libro L’opera degli ulivi di Santo Gioffrè.

L’evento, organizzato dalla Pro Loco di Scalea con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, sarà introdotto dai saluti del sindaco, Gennaro Licursi, dell’Assessore alla Cultura, Antonella Vittorino, del presidente UNPLI Cosenza, Antonello Grosso La Valle e del presidente della Pro Loco, Giovanni Le Rose.

Interverrà nel corso dell’incontro, insieme all’autore del libro, anche Giancarlo Costabile, docente Unical di Pedagogia dell’Antimafia. Modera Tiziana Forestieri.

L’appuntamento consentirà di approfondire la conoscenza di un periodo storico, quello degli anni Settanta, caratterizzato da rilevanti fermenti politici. Il racconto, che si svolge tra l’Università di Messina e la Calabria, descrive dinamiche politiche e sociali di grande interesse.

Il libro è edito da Castelvecchi Editore. (rcs)

SCALEA – La quinta edizione di “Scalea in piazza”

Al via a Scalea, al via la quinta edizione di Scalea in piazza, lo spettacolo degli artisti di strada organizzata dall’Associazione Smuovimondo.

«Siamo convinte – hanno dichiarato le organizzatrici di Scalea in piazza – che eventi del genere rappresentino una delle migliori modalità di contatto con i visitatori e i turisti. Una forma di promozione per la nostra città. Un modo per far muovere il motore, anche quello commerciale, di Scalea. Unico obiettivo: la valorizzazione del territorio, con l’esaltazione della storia, delle bellezze della città, e perché no, anche della gastronomia e del modo di vivere del nostro centro turistico. Vogliamo ringraziare chi crede in questo evento: le attività, i professionisti, gli imprenditori che ci sostengono da sempre e che ci continuano ad incitare a fare sempre di più».

Una tre giorni che comincerà con il Gran Galà, una serata per presentare, in anteprima, gli spettacoli che si svolgeranno nei giorni successivi. Nel corso della serata, si esibiranno tutti i gruppi invitati. Presenta la serata Mike Rollins.

Tantissimi gli artisti che animeranno queste tre serate: i Takabum, nata da un’idea di Giuseppe Oliveto, trombonista, compositore ed arrangiatore per il gruppo, è una street band calabrese DOC, frizzante e coloratissima, un vera e propria festa itinerante, con fiati e le percussioni protagonisti assoluti, che sprigiona, a ritmo di funky, easy e di un originalissimo jazz, un’energia contagiosa.

Sblattero, artista specializzato in acrobatica, giocoleria e ruota tedesca, che regalerà ai presenti una performance che unisce brivido e ilarità. Gli Appiccicaticci, con De niù sciò, lo Show imbecille, geniale, interattivo, esilarante con più di 200 repliche mai uguali; Mr Copini con il suo Herock Circo Show, i Lumino, composto da Kiwamu MiyakuboYanika Beliza.

Ancora, il Piccolo Nuovo Teatro con lo spettacolo Arcani Incanti, Pindarico, l’ultimo lavoro di Circo Improvviso, e Pyrovaghi, il duo composto dalla trampoliera Marilù Nardelli e dal giocoliere Nicola Chiappini. (rcs)

 

 

 

SCALEA – Approda la nave scuola “Amerigo Vespucci”

Oggi, a Scalea, è arrivata la storica nave scuola della Marina Amerigo Vespucci.

Un evento unico, dato che la nave, progettata negli anni Venti, approda, per la prima volta, nella cittadina tirrenica, reso possibile dall’Associazione “Cara, vecchia Scalea, che ha organizzato l’evento.

«L’ancoraggio – hanno spiegato Vincenzo De Vito, presidente dell’Associazione Cara, vecchia Scalea, e Pino Cardillo, vicepresidente dell’Associazione – sarà fatto proprio davanti la città vecchia di Scalea, come un saluto, un segno di auspicio ed ossequio. Un omaggio che, per noi, ha tanti significati».

Ad accogliere il veliero, l’Amministrazione Comunale guidata da Gennaro Licursi, che salirà sulla nave insieme alle autorità civili, religiose e militari.

Alle 11.00, inoltre, è in programma lo sbarco del capitano del vascello, Stefano Costantino, accompagnato da una delegazione militare. A seguire, saranno deposte delle corone, a Piazza Moro, per ricordare i caduti della Seconda Guerra Mondiale.

«Sarà ricordato – hanno spiegato De Vito e Cardillo – il sacrificio del giovane marinaio scaleoto, Valerio Jelpa, disperso nell’affondamento dell’incrociatore Armando Diaz, silurato da un sommergibile inglese nella notte del 25 febbraio 1941, mentre scortava un convoglio di navi con rifornimenti per le truppe italiane in Libia».

Poi, la delegazione si recherà in Municipio per salutare il sindaco, per poi salpare alle 18.00. (rcs)

SCALEA – Il libro del giornalista Ferdinando Perri

Lunedì 6 maggio, a Scalea, alle 17.30, presso la Biblioteca Comunale, la presentazione del libro Pietro Buffone. Sindaco di Rogliano – uomo di governo di Ferdinando Perri.

L’evento, patrocinato dal Comune di Scalea ed organizzato in collaborazione con l’Universitas Vivariensis e il Centro Studi Calabrese, sarà introdotto dai saluti del sindaco, Gennaro Licursi e da quelli di Giovanni Altomare, sindaco di Rogliano.

Intervengono Mario Russo, già sindaco di Scalea, e Demetrio Guizzardi, Rettore Universitas Vivariensis. Modera Tiziana Forestieri.

Il libro, edito da Progetto 2000, descrive la persona dell’on. Pietro Buffone attraverso i ricordi di chi l’ha conosciuto; ricordi che ci restituiscono la memoria di un politico che ha lavorato assiduamente in difesa della Calabria e dei diritti della gente umile. (rcs)