CAMIGLIATELLO SILANO (CS) – La 2° edizione del Sila Film Festival

Domani, a Camigliatello Silano, all’Anfiteatro di Via Roma, prende il via la seconda edizione del Sila Film Festival, organizzato dalla Image produzioni con la direzione artistica di Ivan Orrico.

L’obiettivo, come hanno spiegato gli organizzatori, è quello di «realizzare un evento di carattere internazionale che possa dare visibilità e pregio a tutti quegli autori talentuosi che, oggi, rappresentano il Cinema. Riteniamo che Camigliatello meriti di ospitare questo evento, poiché si è rivelato negli anni uno meraviglioso set per importanti progetti cinematografici».

Sila Film Festival quest’anno vedrà protagonisti sia i cortometraggi che i lungometraggi. Includerà, infatti, cinque sezioni di cortometraggi in concorso: Diritti Umani, Mondo Corto e Ambiente, Legalità e Corti Commedia.

Il format sarà una rassegna cinematografica che seguendo lo stile del “Red carpet” vuole unire la cultura del “Meraviglioso Mondo del Cinema” alla meravigliosa Tradizione e Cultura  delle “Eccellenze Calabresi” ed in particolare del territorio Silano che, da sempre, rappresenta uno dei punti saldi del turismo della nostra terra. Nell’area allestita si respirerà una magica atmosfera ,  dove si esprimeranno con le loro opere sia nuovi che ormai consolidati talenti del panorama cinematografico italiano e del nostro territorio.

Ci saranno dibattiti con esperti e tecnici del settore come attori, registi e produttori che daranno la possibilità, a ognuno, di conoscere più approfonditamente questo mondo con tutte le sue sfaccettature e con tutte le sue peculiarità. Inoltre, nella vicina location denominata Casa del Forestiero, situata nella centrale via Roma di Camigliatello, sarà attivata nell’orario pomeridiano una masterclass di recitazione cinematografica. Questo connubio renderà l’evento unico nel suo genere poiché soddisferà le varie esigenze e gusti ricreativi.

«Questo format – si legge in una nota – è un contenitore poliedrico di forme d’arte visiva e di spettacolo, un luogo d’incontro di giovani artisti emergenti con artisti affermati e dove la tradizione incontra le eccellenze del territorio!». (rcs)

Il programma

Venerdì 27 agosto

Ore 18.00 Apertura Sila FilmFestival – Presentazione del libro di Arcangelo Badolati, Calabria Terra di Meraviglie

Ore 19.00  Proiezione Cortometraggi Diritti Umani

Ore 21.00  Incontri con il cinema e con l’attore Adamo Dionisi di “Suburra”, la serie

Ore 21.15  Incontro con i protagonisti del film Il più Grande Sogno, Mirko Frezza e Vittorio Viviani

Ore 21.30  Proiezione del film  Il più grande sogno, regia di Michele Vannucci.

Sabato 28 agosto

Ore 18.00  Presentazione del libro di Gioacchino Criaco, L’ultimo Drago d’Aspromonte

Ore 19.00  Incontri con il cinema  e tributo al film Anime Nere, regia di Francesco Munzi con l’attore Vito Facciolla

Ore 19:30  Proiezione Cortometraggi Mondo Corto

Ore 21.15   Incontri con il regista Alessandro Pondi, del film School of Mafia e con i protagonisti Monica Vallerini e Giulia Petrungaro

Ore 21.45   Proiezione del film School of Mafia, regia di Alessandro Pondi

Domenica 29 agosto

Ore 19.00  Presentazione del libro di Mimmo Gangemi, Il Popolo di Mezzo

Ore 20.00 Premiazione Vincitori Cortometraggi Diritti Umani e Mondo Corto

Ore 20.30  Incontri con i protagonisti del film Picciridda Lucia Sardo, Katia Greco,  Marta Castiglia e il regista Paolo Licata 

Ore 21.00  Proiezione del Film Picciridda, regia di Paolo Licata

CAMIGLIATELLO SILANO (CS) – Successo per il Sila Film Festival

Si è chiusa, con successo, a Camigliatello Silano, la prima edizione del Sila Film Festival, la kermesse cinematografica internazionale ideata da Ivan Orrico.

La manifestazione, che rientra nell’ambito del progetto itinerante Megale Hellas, ha visto la partecipazione di diversi attori, come Carmine Monaco, Christian Marazziti e Walter Lippa che, tra le altre cose, ha tenuto delle masterclass di recitazione durante la due giorni di Festival.

Proiettati, all’Anfiteatro, numerosi cortometraggi, i cui 100 minuti «nascono da una collaborazione – ha spiegato il direttore artistico Orrico – che abbiamo avviato con il Prato Film Festival e il Sa.Fi.Ter, che è il festival internazionale del cortometraggio».

«Quest’ultimo – ha spiegato Orrico – ha selezionato dei cortometraggi, anche per una questione di tempi, visto che, in principio, le giornate del Festival doveva essere cinque. Nei corti, che sono stati premiati, si affrontavano varie tematiche sociali».

«Il punto centrale del nostro Festival – ha aggiunto – era quello di fare incontrare nuovi talenti con registi e attori già affermati. Bisogna creare, incontrarsi. Con queste connessioni, secondo me, si riattiva un meccanismo tale per cui si va anche a rompere uno schema».

A vincere questa prima edizione, il film Aspromonte. La Terra degli Ultimi di Mimmo Calopresti e con Marcello Fonte. (rcs)