Il presidente del Tribunale di Castrovillari su astensione dalle udienze

In merito alle notizie relative all’astensione dalle udienze, proclamata dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Castrovillari dal 22 al 24 febbraio, è intervenuto il presidente del Tribunale di Castrovillari, Massimo Lento.

«Il protocollo, sottoscritto dopo approfondita interlocuzione dal Tribunale di  Castrovillari dall’Inps e dal Consiglio dell’ordine degli avvocati di Castrovillari,  prevede che (art.2) le visite peritali saranno effettuate presso i gabinetti medici  dell’Istituto dell’Agenzia Territoriale di Castrovillari  e della FP Filiale  Provinciale di CoriglianoRossano…  fino a quando la ASP di Cosenza,  che ha già dimostrato interesse a divenire parte del presente Protocollo non  formalizzerà la messa a disposizione di gabinetti medici a Castrovillari e Rossano; che il Consiglio dell’ordine degli avvocati di Castrovillari, successivamente alla  sottoscrizione del protocollo, ha deliberato di revocare l’adesione al detto protocollo auspicandone una rimodulazione nel senso di attendere la decisione dell’Azienda sanitaria Provinciale per la disponibilità di locali idonei in luogo di quelli indicati nel dette protocollo nonché di coinvolgere l’ordine dei medici». 

«Che in data 1-3 febbraio 2023 – si legge – l’Asp di Cosenza ha comunicato la disponibilità della scrivente Azienda alla richiesta di adesione, nonché la disponibilità di idonei locali per lo svolgimento delle connesse attività i quali saranno individuati presso le strutture di medicina legale dei Distretti EsaroPollino in Castrovillari via Po e Distretto ionio sudComune di Corigliano Rossano- A.U. di Rossano; che, successivamente, in data 8.2.2023, malgrado l’avvenuta determinazione dell’Asp di Cosenza, il Consiglio dell’ordine degli avvocati di Castrovillari ha confermato la delibera di astensione dalle udienze nei giorni 21,22,23 febbraio 2023».

Sull’accaduto è intervenuta anche l’Associazione nazionale Magistrati di Catanzaro, sottolineando come «la Giunta Sezionale non comprende l’astensione dalle udienze proclamata dal consiglio dell’ordine degli avvocati di Castrovillari, peraltro senza alcuna motivazione ufficiale (ciò in violazione dell’art. 2 del codice di autoregolamentazione per le astensioni dalle udienze, che richiede la previa indicazione della specifica motivazione a sostegno dell’astensione), in riferimento al protocollo relativo alle modalità di svolgimento in modo razionale e organizzato delle visite peritali nell’ambito dei procedimenti di Atpo».

«L’opportunità della stipula di simili protocolli, peraltro – viene ricordato – è stata segnalata dal Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria del Ministero di Giustizia con nota n. 33845 del 16.2.2022. Detti protocolli, inoltre, sono stati stipulati in numerosi tribunali (Napoli, Potenza Matera Lagonegro, Chieti ecc.) e, a seguito di compiuta interlocuzione, perfino dal Consiglio dell’ordine degli avvocati di Castrovillari che lo ha sottoscritto in persona del presidente uscente, il quale, tuttavia, lo ha “disdettato”, incomprensibilmente, dopo alcuni giorni per poi proclamare l’astensione a causa del disaccordo dal protocollo stesso, peraltro senza menzione alcuna delle ragioni a sostegno di tale disaccordo».

«Il protocollo, finalizzato a consentire l’effettiva partecipazione dei consulenti Inps allo svolgimento delle operazioni peritali – ha concluso – rappresenta una garanzia a tutela della piena realizzazione del contradditorio, nonché uno strumento di tutela dei ricorrenti perché riduce i disagi per lo spostamento per effettuare le visite e garantisce la più veloce trattazione e definizione dei procedimenti. La Giunta auspica che il rinnovato Coa possa riconsiderare le determinazioni assunte nell’interesse preminente dell’utenza e del rispetto delle garanzie processuali». (rcs)