CATANZARO – Dario Solombrino è il nuovo comandante della Guardia di Finanza regionale

Dario Solombrino è il nuovo comandante della Guardia di Finanza regionale, succedendo temporaneamente a Fabio Contini.

La cerimonia si è svolta nella caserma “Pietro Laganà” di Catanzaro, alla presenza del comandante interregionale dell’Italia Sud-Occidentale, Carmine Lopez, e di una rappresentanza di militari del comando regionale Calabria, del reparto Tla Calabria, della sezione dell’Associazione finanzieri d’Italia di Catanzaro e del consiglio di base della rappresentanza militare.

Nel suo indirizzo di saluto, il generale Contini ha rivolto, ai presenti, e, per essi, a tutti i finanzieri della Calabria, profonde parole di ringraziamento per l’intensa attività svolta e per i prestigiosi risultati raggiunti durante i suoi tre anni di comando nonché un sentito riconoscimento per il fondamentale lavoro svolto dall’organo di staff che, oltre a contribuire all’ottimale funzionamento dei reparti, con impegno, dedizione e professionalità, ha sostenuto l’attività di indirizzo e controllo.

Il generale Solombrino nel proprio discorso di insediamento, ha rivolto un indirizzo di saluto al comandante interregionale ed al generale Contini e ringraziato la superiore gerarchia per il prestigioso incarico di cui si sente onorato, assicurando il massimo impegno e determinazione.

Il generale Lopez, infine, ha ringraziato il generale Contini per il pregevole lavoro svolto in Calabria augurandogli, nel contempo, nuovi successi personali e professionali al comando delle unità speciali. (rcz)

PLATANIA (CZ) – Gli appuntamenti del Festival delle Erranze e della Filoxenia

Il Festival delle Erranze e della Filoxenia, da domani fino a domenica 2 agosto, fa tappa a Platania, nello specifico nel Museo “V. De Fazio” che ospiterà le grandi tele del progetto internazionale Kids Guernica e Terzo Paradiso in collaborazione con Fondazione Pistoletto e Città dell’Arte, di cui si festeggia il 25esimo anniversario della nascita del progetto e i 5 anni di collaborazione con Terzo Paradiso.

Inoltre, è in programma la mostra Le voci del luogo di Savina Tarsitano, che si potrò visitare dalle 17.00 alle 22.00. (rcz)

SANTA CATERINA DELLO JONIO (CZ) – Il Consorzio di Bonifica ha consegnato al Comune 16 ettari di terreno rimboschito e curato

Il Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese ha consegnato al Comune di Santa Caterina dello Jonio 16 ettari di terreni rimboschiti e curati nel corso degli anni dal Consorzio.

«L’atto ufficiale di consegna – ha comunicato il Consorzio – è avvenuto nella sede consortile a Catanzaro tra il sindaco di Santa Caterina, Francesco Severino e presidente del Consorzio Fabio Borrello. I terreni rimboschiti ricadono nell’ambito dei bacini idrografici del torrente Salubro e contermini sono stati quindi collaudati con l’approvazione del relativo Piano di Coltura e Conservazione che contiene gli obblighi di osservanza delle norme e prescrizioni che ricadono adesso sul Comune. In sinergia con il servizio Agroambientale e Forestale del Consorzio, parte attiva nella riconsegna è stato il consigliere del Consorzio Benedetto Romeo che ha sollecitato il passaggio a testimonianza della concreta attività consortile».

Il sindaco Severino, ha ringraziato il Consorzio per l’eccellente attività prestata e ha confermato una sempre più stretta collaborazione poiché, gli interventi di forestazione rappresentano un’opera di prevenzione importante. Il presidente Borrello, ha commentato che questa rientra tra le tante “buone pratiche”, spesso non conosciute, che l’Ente svolge sul territorio che poi riconsegna alla collettività.

Tra le finalità istituzionali del Consorzio di Bonifica, l’attività in materia di forestazione, demandata dalla Regione Calabria, assume un ruolo rilevante. La forestazione, per le molteplici funzioni economiche, sociali ed ambientali ed anche per le condizioni legate alla salvaguardia e sicurezza del territorio, è una risorsa da sostenere e valorizzare per lo sviluppo della Regione e per il rilancio delle comunità locali e delle zone interne. (rcz)

In copertina, da sinistra, Rotella, Severino, Borello e Romeo

CATANZARO – La presentazione della 17esima edizione del Magna Graecia Film Festival

Questa mattina, a Catanzaro, alle 12.00, al Complesso Monumentale del San Giovanni, la presentazione del Magna Graecia Film Festival, giunto alla 17esima edizione.

All’incontro con i giornalisti parteciperanno Gianvito Casadonte, fondatore e direttore artistico del Magna Graecia Film Festival, il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo, l’assessore comunale alla Cultura Ivan Cardamone, l’assessore comunale al Turismo e allo Spettacolo Alessandra Lobello, il presidente del Consiglio comunale Marco Polimeni, il Maestro orafo Michele Affidato e Fabio Guerriero del centro analisi Ippocrate. (rcz)

CATANZARO – Il libro “Baruch l’infernale” di Piero Bevilacqua

Oggi pomeriggio, a Catanzaro, alle 18.30, al Kiosko, Piero Bevilacqua presenta il suo libro Baruch l’infernale. Spinoza e la democrazia degli uguali.

Dialogano con l’autore Elena De FilippisEnza PettinatoVittoria Amantea.

Il libro è edito da Castelvecchi Editore.

Amsterdam, 1648. La Spagna firma l’atto di pace con le Sette Province Unite dell’Olanda, ed è l’evento con cui si apre questo piccolo racconto teatrale incentrato sulla figura rivoluzionaria di Baruch Spinoza. Come Giordano Bruno e Tommaso Campanella, Spinoza è la mente radicale che rovescia il senso comune e i fondamenti della cultura del suo tempo: spoglia di ogni carattere sacro la Bibbia, mostrando in maniera inoppugnabile la natura laica di quell’insieme di testi, scritti in tempi diversi e importanti solo per il messaggio etico di cui sono espressione (motivo per cui verrà espulso dalla comunità ebraica di Amsterdam).

In più, è convinto che la democrazia sia la forma più equa e più felice di organizzazione sociale, e che può realizzarsi solo tra individui liberi, perciò annuncia la necessità di una società egalitaria, l’unica che può assicurare la serenità e la pace. Abolendo l’idea di un Dio che giudica e condanna, infine, lo identifica con la Natura di cui tutti gli esseri viventi sono parte inscindibile (l’uomo così come la stella e il moscerino). E questa Natura sacralizzata di Spinoza è oggi anche la nostra, perché mostra come la Terra, ferita e sconvolta dal nostro operato, trascina nel suo corso anche la sorte delle società umane. (rcz)

CATANZARO – Al via le tre giornate dedicate alla memoria di Saverio Rotundo

Prende il via oggi, a Catanzaro, al Complesso Monumentale San Giovanni, la tre giorni dedicati alla memoria di Saverio Rotundo ‘U Ciaciu promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro, guidato da Ivan Cardamone.

Il progetto, che celebra gli “80 anni di arte dell’abbandono” è stato realizzato con il contributo della Regione Calabria ed in collaborazione con 4culture, Casa del Cinema Catanzaro, Cineteca della Calabria e Circolo del Cinema Cinemazaro. Su input del sindaco Sergio Abramo e dell’assessore alla cultura Ivan Cardamone, le attività sono state coordinate dal dirigente di settore Antonino Ferraiolo, i funzionari Franco Megna e Michele Marullo e lo staff dell’ufficio cultura.

Oggi, mercoledì 29 luglio, dalle 17 alle 20.00, sarà proiettato il cortometraggio Human Thing del regista Davide Cosco, dedicato alla figura del maestro, e si potrà visitare la pinacoteca “A. Cefaly jr.” nella quale sono esposte opere de ‘u Ciaciu.

Tra queste anche un inedito: Profilo dell’anima (ritratto del figlio), lastrone di ferro sagomato a fuoco risalente alla seconda metà degli anni ’70. Inoltre, nell’area prospiciente il San Giovanni, aprirà al pubblico anche La Nuova Galleria dell’Abbandono, luogo storico di esposizione e di lavoro del maestro, dove si potranno ammirare alcuni delle testimonianze più significative della produzione di Saverio Rotundo.

In chiusura venerdì 31 luglio, alle ore 18, sarà presentato il volume L’arte di Tutti i Tempi dell’Abbandono. Saverio Rotundo ‘u Ciaciu, un catalogo fotografico che raccoglie oltre cento scatti inediti sulla vita e l’opera dell’artista.

«Con questa iniziativa – hanno commentato il sindaco Sergio Abramo e l’assessore alla cultura Ivan Cardamone – l’amministrazione comunale ha voluto ricordare ‘U Ciaciu con un piccolo, ma significativo programma che mira a ripercorrere e rivivere le tante e complesse tappe di un artista icona della nostra città, che merita un doveroso riconoscimento. Siamo orgogliosi che la riapertura del San Giovanni coincida con un evento legato all’identità culturale del territorio». (rcz)

In copertina, il Profilo dell’anima (ritratto del figlio)

SQUILLACE (CZ) – Il vicepresidente Spirlì in visita al Borgo

Il vicepresidente e assessore regionale ai Beni Culturali, Nino Spirlì, ha fatto visita al borgo di Squillace.

A riceverlo il sindaco Pasquale e Muccari e l’assessore Franco Caccia, che si è inizialmente soffermato sulle bellezze architettoniche e sui beni religiosi. Nella visita della Basilica, Spirlì è stato accompagnato anche dal parroco don Vincenzo Iezzi dal quale ha ricevuto informazioni circostanziate sullo stato dell’arte delle strutture religiose.

Poi, un viaggio nelle botteghe dei ceramisti, testimoni autentici di una preziosa tradizione di arte, cultura ed economia.che ha toccato la sensibilità del vicepresidente Spirlì, che si è dichiarato estasiato non solo dalla bravura dei singoli artigiani, quanto, nonostante le note difficoltà del momento, dalla passione e dall’entusiasmo contagioso che ognuno di loro ha espresso durante l’incontro.

Spirlì, inoltre, ha rimarcato l’importanza della ceramica di Squillace ai fini di una identità regionale che è necessario valorizzare e sostenere. Durante la passeggiata per le vie del borgo, l’assessore Spirlì si è intrattenuto, in maniera cordiale, con amministratori comunali, responsabili di associazioni, gente comune.

La visita, poi, è proseguita presso la chiesetta S. Maria della Pietà, raro esempio di stile gotico in Calabria, e presso il Castello normanno.

A conclusione della lunga ed intensa mattinata, Spirlì ha sottolineato la rara bellezza del borgo di Squillace e la necessità di sfruttare le prossime opportunità regionali che l’assessorato alla cultura proporrà a breve per il rilancio dei borghi calabresi.

In quest’ottica uno spazio dovrà essere occupato proprio dal rilancio dell’artigianato artistico che deve poter cogliere nuove possibilità di mercato. Il vicepresidente della Giunta regionale ha, infine, concordato con l’assessore Franco Caccia una prima scaletta d’impegni, tra iniziative in itinere, quali lo sblocco dei fondi del bando regionale sui borghi, nonché l’approfondimento di nuove e più ampie iniziative per lo sviluppo di Squillace e del suo comprensorio. (rcz)

LAMEZIA – L’appello del promoter Pegna: la candidatura di Tropea va sostenuta con forza e convinzione

Anche il promoter Ruggero Pegna sostiene la candidatura di Tropea a Capitale italiana della Cultura 2021, ribadendo che «va sostenuta con forza e convinzione, perché significherebbe accendere i riflettori su uno dei luoghi più belli, ospitali e incantevoli d’Europa».

«Tropea – ha aggiunto – è il cuore dell’immagine turistica e culturale della Calabria e delle bellezze naturali e paesaggistiche dell’intero Paese; quelle che lo rendono unico al mondo per la sua costa, i suoi borghi e monumenti, le condizioni metereologiche, la storia e, innanzitutto la Cultura. Tropea è una Città dalle origini straordinarie, vera cartolina del patrimonio naturale e ambientale della Calabria e dell’Italia, esso stesso fattore culturale di straordinaria importanza, in un’epoca in cui le tematiche della salute, dell’ambiente, della salvaguardia dello stesso pianeta, sono priorità assoluta».

«Credo che, almeno in questa circostanza – ha spiegato il promoter – bisogna guardare all’incomparabile bellezza di Tropea come ricchezza universale e, quindi, meritevole di essere il palcoscenico nazionale e internazionale di una designazione determinante per la crescita dell’intera regione, meritevole ogni tanto della giusta attenzione, del Sud e, quindi, dell’intero Paese. È un momento di fondamentale importanza per la Calabria e, in un’occasione così prestigiosa, ogni forza possibile deve concorrere a questo straordinario risultato».

«Tropea, perla del Mediterraneo – ha concluso Pegna – è essa stessa cartolina e manifesto di cultura della vita, dell’ambiente, della fede, di un  futuro sostenibile in cui uomo e natura possano convivere, nuovamente, in un vero paradiso terrestre. Con il suo splendore apprezzato da turisti di tutti i continenti, Tropea né è già luogo reale, inimitabile modello, capitale indubbia di civiltà e culture condivise».

SANTA CATERINA DELLO JONIO (CZ) – Venerdì incontro con Massimo Iiritano

Venerdì 31 luglio, a Santa Caterina dello Jonio, alle 19.40, ai giardini di Torre Sant’Antonio, incontro con Massimo Iiritano, che interverrà sul tema Come si fa a pensare? I percorsi di Amica Sofia.

L’evento rientra nell’ambito del ciclo di incontri dal titolo Uno sguardo dalla Torre organizzato dalla Torre Sant’Antonio.

Dialoga con Massimo Iiritano Federica Roccisano.

A seguire, per chi lo desideri, sarà possibile visitare il terrazzo dei merli di Torre Sant’Antonio. (rcz)

CATANZARO – Abramo: l’Ente fiera sarà completato entro fino ottobre

Il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, durante un sopralluogo, ha annunciato che «l’Ente fiera verrà completato entro la fine di ottobre».

L’opera, costata 3 milioni 600 mila euro, è un «vero e proprio centro polifunzionale – ha spiegato il sindaco Abramo – che allineerà la dotazione strutturale di Catanzaro a quella delle grandi città italiane»: nello spazio di 5.500 metri quadrati, infatti, sono previsti centinaia di box destinati agli eventi fieristici o, in alternativa, per ospitare grandi manifestazioni di spettacolo, cultura e sport.

«La struttura, una volta completati i lavori – ha aggiunto – comincerà ad ospitare fiere importanti in questo che sarà il più grande spazio al coperto di Catanzaro. L’Ente fiera serve a valorizzare il quartiere Lido, a potenziare la vocazione direzionale del capoluogo di regione e a rendere ancora più utile il sistema metropolitano dei trasporti, che qui a due passi ha una fermata che consentirà di raggiungere l’area in poco tempo anche dal centro storico».

«L’ente fiera, in particolare – ha specificato il primo cittadino – ha al suo servizio un’ampia dotazione di parcheggi sia autonomi che quelli della adiacente stazione delle Ferrovie della Calabria. Ringrazio l’allora deputato Aurelio Misiti che mi affiancò al ministero dello Sviluppo economico per il recupero del finanziamento».

Il sindaco ha anche annunciato che sarà realizzato un nuovo pontino pedonale e ciclabile per collegare il centro di Lido all’area Magna Graecia. L’opera verrà finanziata con i fondi disponibili per il sistema metropolitano.

Accanto ad Abramo, gli assessori Franco Longo (Lavori pubblici) e Alessio Sculco (Attività economiche).

«È un’opera molto particolare – ha detto Longo – e mi sento in dovere di ringraziare l’impresa che ci sta mettendo cuore e impegno per rispettare tutti i passaggi, e i tempi previsti, per i lavori finanziati dallo Stato che garantiranno un surplus di valore al quartiere Lido e a tutto la città».

«Quest’area polifunzionale – ha proseguito Sculco – sarà un centro fieristico aperto agli spettacoli e agli eventi, si tratta di una struttura centrale per tutta la città. Stiamo per renderla fruibile nel minor tempo possibile, sarà un importante centro di raccordo degli eventi e di crescita del nostro territorio».

I due assessori hanno ringraziato il sindaco Abramo «che ha fatto di tutto per recuperare il finanziamento».

I dettagli dei lavori li ha illustrati il dirigente del settore Grandi opere, Giovanni Laganà: «È un cantiere di cui siamo orgogliosi, una struttura geodetica anche visivamente godibile che non ha paragoni nel sud Italia».

Il guscio è caratterizzato da un profilo curvilineo realizzato in materiale isolante. Le testate della costruzione sono formate da  vetrate di tipo continuo, con sistema di apertura pensato per ottenere l’effetto “tutto aperto” in modo da assicurare la flessibilità funzionale dell’opera. Particolare cura è stata garantita al sistema di accessi e uscite con la disposizione di passaggi di sicurezza in grado di assicurare il rapido deflusso del pubblico in caso di necessità. (rcz)