COSENZA – Il libro “La Calabria delle meraviglie” di Arcangelo Badolati

Questo pomeriggio, a Cosenza, alle 18.30, al Complesso di San Domenico, la presentazione del libro La Calabria delle meraviglie, tra miti e leggende di Arcangelo Badolati.

Intervengono il manager e imprenditore dello spettacolo Lucio Presta, che ne ha curato la prefazione e il professore di Letteratura dell’Università della Calabria, Nuccio Ordine. Sono previsti gli indirizzi di saluto dell’assessore regionale al Turismo, Fausto Orsomarso e del Presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci. Aprirà la manifestazione Antonietta Cozza e condurrà la serata – alla quale offriranno un contributo artistico attori e musicisti calabresi – Ginevra Vercillo.

Il libro è edito da Pellegrini editore.

Tutt’altro che mafia. La Calabria raccontata al contrario da uno dei più importanti studiosi italiani della ‘ndrangheta: Arcangelo Badolati, giornalista da trent’anni a Gazzetta del Sud e autore di venti testi sui fenomeni criminali italiani pubblicati in Italia e all’estero. Il suo ultimo libro s’intitola “ La Calabria delle meraviglie” edito dalla Pellegrini, con prefazione di Lucio Presta, e racconta come in ogni luogo caratterizzato dalla presenza delle ‘ndrine esistano, al contrario, cose meravigliose. Il volume di oltre 250 pagine, parla di donne e uomini calabresi che hanno segnato con le loro intuizioni culturali ed artistiche la storia della umanità. È uno studio originale ed entusiasmante, che consente al mondo di guardare alla regione con un occhio finalmente diverso. (rcs)

MENDICINO (CS) – Approvato il progetto ‘Scarpe Rosse’

È stato approvato, dal Consiglio comunale di Mendicino, il progetto Scarpe Rosse. Sensibilizzazione sul fenomeno del femminicidio, proposto da tutte le consigliere comunali Maria Francesca Argento, Irma Bucarelli, Nathalie Crea, Rossella Giordano, Francesca Reda e Margherita Ricci, presenti in Consiglio.

Le consigliere hanno inteso proporre ed intitolare questa deliberazione “Scarpe rosse”, perché questo oggetto simboleggia una donna uccisa per mano di un uomo col quale ha avuto o ha in essere una relazione affettiva. La violenza sulle donne è una realtà che riguarda tutto il mondo ed ha un’incidenza differente da nazione a nazione.

In Italia si stima che, ogni tre giorni, una donna venga uccisa con una dinamica di questo tipo. Circa 138 casi all’anno in Italia (157 nel 2012, 179 nel 2013, 152 nel 2014, 141 nel 2015, 145 nel 2016, 123 nel 2017, 142 nel 2018, 111 nel 2019 e 91 nel 2020), un totale di circa 1.241 omicidi negli ultimi nove anni. Significa che in Italia ogni due giorni (circa) viene uccisa una donna” [dati del Ministero degli Interni].

Obiettivo di questa deliberazione, approvata all’unanimità da tutto il Consiglio Comunale, è quello di, sensibilizzare tutto il territorio, partendo proprio dalla Sala Consiliare.  Le consigliere chiedono che venga allestito, all’interno della sala consiliare, uno spazio, o un percorso, dedicato a questo triste fenomeno. Questo spazio dovrà contenere un numero di scarpe rosse pari al numero delle consigliere comunali. La testimonianza passa poi all’esterno.

«A cadenza fissa, 15-30 giorni ad esempio, verrà allestito un flash mob, nel corso del quale, in qualità di consigliere comunali, ci riuniremo calzando le scarpe rosse – hanno dichiarato –. Questo flash mob avrà carattere itinerante e si svolgerà in tutte le zone del nostro   territorio comunale. Cercheremo di coinvolgere e di associare alla manifestazione il numero più grande possibile di donne. Pensiamo che, in questa fase, la presenza esclusiva di donne sia significativa per il contenuto  della denuncia sociale  che ha  come obiettivo cruciale quello di provare a dare forza e coraggio  a chi si trovasse in una situazione critica, magari arrivando a denunciare la violenza, oppure a rivolgersi alle strutture competenti di accoglienza».

«Obiettivo ulteriore – hanno concluso – è quello di prendere contatto con consigliere comunali dei Comuni delle Serre Cosentine per provare ad allargare l’iniziativa nei Consigli Comunali e nei territori di riferimento». (rcs)

 

COSENZA – La mostra ‘Co-Abitazioni”

Fino al 9 settembre, alla Galleria nazionale di Cosenza, si può visitare Co-Abitazioni, la mostra a cura di Simona CaramiaCamilla Brivio che mette in rete quattro istituzioni museali della città bruzia: la Galleria nazionale di Cosenza, il Museo civico dei Brettii e degli Enotri, il BoCs Museum e il Museo Consentia itinera.

La rassegna, curata da Camilla Brivio e da Simonia Caramia, viene proposta nell’ambito della Notte Europea dei Musei indetta dal MiC, con l’intento di offrire spunti di riflessione sui cambiamenti globali a cui siamo chiamati a rispondere. Essa si inserisce nel filone di RestArting, il ciclo di incontri che nel 2020 ha proposto una riflessione sull’arte in stato di emergenza Covid.

Co-abitazioni sarà documentata nel catalogo generale di Ceilings 2020-2021, a cura di Bruno La Vergata, edito da Il Rio Editore di Mantova.

La Galleria nazionale – oltre a opere di Tania Bellini, Giuseppe Ferrise, Giuseppe Negro, Tommaso Palaia e Ilenia Pasqua – nell’occasione proporrà alcuni lavori di Caterina Arcuri, Giuseppe Spatola e Zeroottouno, tre artisti che nei prossimi mesi saranno protagonisti attivi di altre esposizioni nei Musei della Rete di Ceilings.

Il Chiostro del Museo dei Brettii e degli Enotri ospiterà a sua volta un lavoro di Negro, in continuità con l’intervento realizzato nel 2018, mentre nel Complesso monumentale di San Domenico, sede del BoCs Museum, saranno esposte opere degli stessi Bellini, Ferrarise, Palaia e Pasqua. Infine, a Villa Rendano – sede del Museo multimediale Consentia Itinera – si terrà Utopie Natura incondizionata, con opere di Michela Intrieri e Marica Zarola.

FIUMEFREDDO BRUZIO (CS) – Il Soprintendente Cennamo in visita alla mostra “Space Adventure”

Un «evento mondiale che porterà certamente benefici ai nostri territori, sia in termini di visitatori sia in termini economici». È così che ha definito la mostra Space Adventure, visitabile a Fiumefreddo Bruzio, il funzionario della Soprintendenza Archeologiabelle arti e paesaggio per la provincia di Cosenza, Ludovico Cennamo, che ha visitato la mostra ufficiale della Nasa.

«È una mostra – ha detto Cennamo – che sprigiona cultura e formazione anche e soprattutto per i più giovani, la cui collocazione presso il castello è stata fortemente approvata dal nostro Soprintendente, dott. Fabrizio Sudano, sempre attento e sensibile ai luoghi ed ai territori, per i risvolti ed i risultati positivi che potranno essere raccolti.  Mi complimento con gli organizzatori, per l’idea e per il garbo con cui tutto è stato allestito, con grande rispetto per il paesaggio e la struttura. Personalmente, la mostra mi è tanto piaciuta perché momento di arricchimento e confronto su temi che hanno fatto la storia della nostra società ma anche su argomenti di rilevante attualità».

«Una scelta condivisibile – ha concluso Ludovico Cennamo, che in passato ha ricoperto anche ruoli politici e amministrativi – che premia il territorio ed una sinergia e sintonia vincente da emulare».

Più di 80 oggetti originali forniti dalla Nasa, con l’aggiunta di modelli provenienti dall’Agenzia Spaziale Europea, dall’Agenzia Spaziale Italiana e Thales Alenia Space. Navicelle spaziali, satelliti, razzi e modelli in scala stanno facendo rivivere a grandi e piccini la più grande avventura dell’uomo, quella che l’ha portato oltre il nostro pianeta, grazie all’immaginazione, al coraggio e all’intelligenza di sognatori,  scienziati, tecnici, e astronauti. La mostra Space è visitabile presso il “Castello della Valle” posizionato su un’altura che indirizza lo sguardo verso il mare, fino a Stromboli e tutte le Isole Eolie.

Oltre alla bellezza della collezione e dei modelli, infatti, la mostra è una vera e propria palestra di addestramento: lo Space Camp, caratterizzata da vari simulatori. Per la tappa in Calabria, Regione che ha visto i natali di donne e uomini impegnati nelle attività spaziali nell’ambito di centri ricerca e industrie, la mostra Space Adventure è stata arricchita con nuovi importanti contributi provenienti da quella terra e dal resto d’Italia. (rcs)

Al Museo del Codex presentato il libro di Elena Loewenthal ambientato a Rossano

Presentato domenica al Museo Diocesano e del Codex di Corigliano-Rossano il romanzo di Elena Loewenthal La carezza. Una storia perfetta (La nave di Teseo) che  che trae ispirazione dal prezioso Codex Purpureus Rossanensis. Una storia d’amore delicata come le pagine del pregiato manoscritto, nata tra le bellezze bizantine del centro storico di Rossano. La presentazione avviene in occasione del Festival del Libro in corso a Corigliano-Rossano e  sarà l’occasione per ripercorrere l’incontro e la storia d’amore tra i due protagonisti del libro, interpretando alcuni passi significativi del romanzo negli stessi luoghi vissuti dall’autrice nel suo percorso alla scoperta del Codex Rossanensis.

La prima edizione del Festival del Libro a Corigliano-Rossano è realizzata all’interno di “Àncora di parole: un porto aperto alle culture!” un progetto sostenuto da Fondazione CON IL SUD e CEPELL e gestito da CSC – Credito Senza Confini (capofila), Comune di Corigliano-Rossano, Idee in Movimento e Torre del Cupo Onlus.

L’appuntamento nel Museo Diocesano e del Codex è stato organizzato e promosso da CSC e dall’Associazione Insieme per Camminare, ente gestore del Museo, con il patrocinio del Comune di Corigliano-Rossano e in collaborazione con gruppo letterario “Gli Amici dell’Arte”, la Mondadori Bookstore e La nave di Teseo. (rcs)

DIAMANTE (CS) – La mostra “Panem” di Angelo Aligia

Fino al 31 agosto, a Diamante, alla Torre del Semaforo, è possibile visitare la mostra Panem di Angelo Aligia.

«Il progettoo Panem – si legge sul sito – si pone in diretta linea di contnuità con la ricerca sin qui svolta dall’artista Angelo Aligia, che da sempre indaga con pitture, sculture e video installazioni nell’alveo di un recupero del primario con chiari richiami d’ambito antropologico per riflettere, attraverso l’apparenza di una dimensione ancestrale, la scottante attualità di tematiche quali l’identità culturale di luoghi e popoli, anche attraverso lo studio e la salvaguardia di valori eterni e sottesi ad arcaiche tradizioni, vari segni della collettività, vivi o perduti, che sempre celebrano e rinviano alla centralità dell’uomo, al suo complesso rapporto con i propri simili, con la natura, con la sfera del divino». (rcs)

 

SIBARI (CS) – Il Rotary Corigliano-Rossano-Sybaris dona un seabin ad Assolaghi

Il Rotary Club Rossano-Corigliano-Sibari, presieduto da Vincenzo Taverna, ha donato ai Laghi di Sibari un seabin, un cestino galleggiante che risucchia e raccoglie dall’acqua i rifiuti, in particolare plastiche e microplastiche. Efficace, soprattutto, nelle aree portuali, dove maggiore è l’accumulo dei detriti, è in grado di catturare fino a 1.300 chili di spazzatura all’anno.

La consegna ha avuto luogo nel corso di una simbolica manifestazione pubblica, presenti – insieme a Taverna ed al presidente di AssoLaghi, Luigi Guaragna – anche il sindaco di Cassano, Gianni Papasso; il presidente della sezione sibarita della Lega Navale italiana, Ferruccio Lione; i presidenti dei Rotary Club Rossano Bisantium e Sibari-Magna Graecia-Cassano, rispettivamente Pasquale Di Vico e Leonardo Di Cicco.

«Al presidente Taverna e al mondo del Rotary, in particolare al Club Corigliano-Rossano-Sybaris – ha dichiarato Guaragna – vanno i nostri sinceri, sentiti ringraziamenti per un’iniziativa che va nella direzione di difendere l’ecosistema e il fascino del porto turistico. Abbiamo accettato con entusiasmo l’attrezzatura generosamente donataci e ci siamo attivati per renderla immediatamente funzionale».

In particolare, anche attraverso un’intesa siglata da AssoLaghi con gli amministratori di diversi condominii del centro nautico, il Seabin è stato installato su un pontone galleggiante che ne consente lo spostamento tra le darsene, al fine di compiere un po’ ovunque il proprio dovere.

«L’operazione – ha aggiunto Guaragna – assume un carattere sperimentale di grande valore: in seno al comitato direttivo avevamo valutato l’opportunità di procedere all’acquisto di macchinari del genere. Se la sperimentazione si concluderà con successo, come confidiamo, siamo pronti a rinforzare la pattuglia dei Seabin, potenziandola per assicurare una maggior efficienza del servizio, per tutelare l’ambiente e garantire alla comunità dei Laghi una nuova, importante opportunità di crescita». (rcs)

 

PAOLA (CS) – Presentato il Paola Festival

È stato presentato, a Paola, il cartellone degli eventi del Paola Festival – Armonie e arte a Palazzo, organizzato dall’Associazione Amici di Palazzo Stillo Ferrara in sinergia con l’Associazione Musicale Orfeo Stillo e l’Orchestra del Mediterraneo San Francesco di Paola e degli eventi Come d’Incanto Festival – Estate Paolana a cura del Comune di Paola, che prenderanno il via il 24 luglio.

Le manifestazioni, inserite nel cartellone estivo di Paola, rientrano tra gli eventi storicizzati cofinanziati dalla Regione Calabria ai sensi dell’Avviso Cultura 2019 che, causa pandemia, sono stati rimandati e riprogrammati nella stagione in corso.

I due Festival mirano, attraverso eventi artistici di particolare pregio, alla promozione del territorio a 360 gradi e prevedono una programmazione molto varia che si dislocherà su gran parte della città di Paola e con la collaborazione del Maestro Luigi Stillo e dell’organizzatrice Giusy Ferrara.

Si parte, il 24 luglio, con La notte dei pianoforti, mentre per il Paolo Festival, si parte il 27 luglio, alle 21.30, con il convegno-mostra del museo di arte sacra del compianto don Salvatore Stillo e della biblioteca del Palazzo.

I concerti, invece, sono in programma dal 1° al 10 agosto. In programma, poi, la Notte delle candele il 12 agosto, e il 7 e il 24 agosto spazio alla cultura con la presentazione di libri. (rcs)

DIAMANTE (CS) – Il presidente di Bandiera Blu incontra gli operatori turistici

Nei giorni scorsi, il presidente di Bandiera BluClaudio Mazza, ha incontrato gli operatori turistici dell’Alto Tirreno Cosentino.

Erano presenti i sindaci di Diamante, di Tortora, di San Nicola Arcella e il vicesindaco di Praia, tutte località insignite della Bandiera Blu.
Come sottolineato dal presidente Mazza, «l’assegnazione della Bandiera Blu è sì un traguardo ma è soprattutto l’inizio di un percorso virtuoso per migliorare e difendere l’ambiente».
Il sindaco di Diamante, Ernesto Magorno ha ringraziato il presidente Mazza per la visita che «testimonia la vicinanza al nostro territorio. La Bandiera Blu rappresenta da un lato la prova del grande lavoro dei Sindaci per la valorizzazione del territorio e dall’altro lo stimolo per raccogliere la sfida della cura dell’ambiente».
Il presidente consorzio albergatori, Gianfranco Pascale, infine, ha posto l’accento sulla crescita delle strutture sottolineando come gli operatori siano pronti a fare la loro parte per differenziare l’offerta turistica.

COSENZA – L’iniziativa “Cultural Sound Experience”

Giovedì 15 luglio, il Museo dei Brettii e degli Enotri di Cosenza, alle 18, presenta l’iniziativa Cultural Sound Experience, un evento, a cura di Museion Srl, in cui la musica di ieri e di oggi incontra l’archeologia, in cui il vecchio e il nuovo si scoprono estremamente simili e vicini.

La dott.sa Carmela Bilotto, Calabria Tour guide, ha preparato una selezione di brani musicali che accompagneranno un tour del museo. Una speciale visita guidata tra le sale del Museo dei Brettii e degli Enotri, quindi, in cui le vetrine e i reperti archeologici avranno una colonna sonora, con una playlist creata appositamente su Spotify. Per questo, sarà necessario essere muniti di smartphone e auricolari.

Per garantire le norme di sicurezza anti contagio, i posti sono limitati ed è quindi obbligatoria la prenotazione ai numeri 346 3172795 o 349 7464516.

Al termine della visita, si potrà godere della bellezza del suggestivo chiostro gustando un aperitivo incluso nel costo del biglietto di ingresso. (rcs)