CASTROVILLARI (CS) – Il 23 ottobre la mostra “Rodariana – la fantasia non è un lupo cattivo”

Il 23 ottobre, a Castrovillari, alle 17.30, al Castello Aragonese, s’inaugura la mostra Rodariana – la fantasia non è un lupo cattivo a cura di Antonello Silverini.

La mostra, che si potrà visitare fino al 22 novembre dal lunedì al sabato, dalle 15 alle 18, rientra nell’ambito del cartellone di Radure – IV Edizione di Invito al Teatro, promossa dall’ Associazione Culturale Aprustum con la direzione artistica di Casimiro Gatto e vuole celebrare i 100 anni dalla nascita di Gianni Rodari.

Saranno esposte, in anteprima assoluta, insieme a una selezione fra le opere più amate dell’illustratore romano, una nuova collezione di tavole inedite ispirate all’opera del grande Maestro Rodari, opere tutte in cui l’immaginario dell’illustratore e l’utilizzo magistrale delle sue tecniche – dall’acrilico ai pastelli fino al collage e alla pittura digitale – sembrano muoversi nella stessa direzione della grammatica della fantasia, proponendo ogni volta binomi fantastici finalizzati ad una ricerca espressiva continuamente rinnovata.

Il progetto “Radure” che ha l’obiettivo di offrire teatro di qualità in luoghi storici, promuovendo la cultura teatrale, il territorio e le eccellenze della nostra terra, è inserito nel cartellone degli Eventi storicizzati di rilievo regionale. (rcs)

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Approvato il progetto “Le Vie di Taurus – Da Sybaris a Paestum”

È stato approvato, dalla Giunta comunale di Cassano allo Ionio, il protocollo di intesa tra l’Associazione EranosSybarus e l’Istituto Calabrese di Politiche Internazionali dal titolo Proposta Protocollo di Intesa  Le Vie di Taurus – Da Sybaris a Paestum e la manifestazione …Sulle orme di Taurus.

Il progetto si pone l’obiettivo di valorizzare e promuovere i territori interessati dall’antico percorso della via istmica che da Sybaris conduceva a Paestum passando per l’antica Laos, coinvolgendo e promuovendo le tradizioni locali nell’arte, nella cultura, nell’artigianato artistico, negli usi e costumi.

Nella sua visione complessiva, è stato sottolineato, intende proporre una rete di sistemi locali di turismo lento, ciascuno attrattore di elementi e di processi, volano per lo sviluppo d’itinerari turistici da proporre ai “viaggiatori di senso” e capace di far rivivere i luoghi delle antiche vie sibaritidi delle rotte delle carovane commerciali della Magna Graecia, coinvolgendoli in attività, ad alto contenuto relazionale ed emotivo, per farne godere del patrimonio storico, culturale, ambientale ed enogastronomico e scoprire la tradizione del territorio.

L’organo esecutivo del comune, riunitasi sotto la presidenza del sindaco Gianni Papasso, ha inteso partecipare al Bando regionale con una iniziativa di alto spessore e profilo culturale, di concerto con l’Associazione EranosSibarys, presieduta da Santo Perri, con sede in Corigliano Rossano che si è proposta quale soggetto attuatore del progetto ideato dall’Istituto Calabrese di Politiche Internazionali con sede in Rende, a valere sul Fondo Cultura per l’anno 2020.

Per la sua attuazione, è previsto un percorso attuativo di lungo periodo basato sulla sottoscrizione di un “Protocollo di Intesa” finalizzato alla realizzazione di un accordo di rete tra i Comuni coinvolti e volto alla realizzazione di un processo di sviluppo imperniato su una serie di azioni di formazione, animazione, studio, ricerca, progettazione e orientamento capace di realizzare, nel medio periodo, un sistema di cluster turistici articolatori degli itinerari da proporre ai fruitori del turismo lento, che rispetto il turismo mordi e fuggi, è un approccio relativamente nuovo, in quanto meglio coniuga la conoscenza del territorio, degli usi, della comunità ospitante, della cultura, dei saperi; accresce la sfera relazionale delle persone creando fertili opportunità di scambio; favorisce la capacità di offrire prodotti e servizi non standardizzati, esaltando le peculiarità e le eccellenze di un determinato luogo; consente al viaggiatore di vivere una esperienza “cucita su misura”, completa, emozionante, avvolgente, gratificante.

Il Progetto, prevede, tra l’altro, il coinvolgimento di Organizzazioni Pubbliche e Private locali, regionali, nazionali e dei Calabresi all’Estero e le Scuole, le Università e Network di Associazioni. Da sottolineare, inoltre, che la Regione Calabria intende sostenere tali iniziative volte a rafforzare il legame cultura ed identità, promuovendo iniziative dirette di carattere trasversale volte ad esaltare le tradizioni locali nell’arte, nella cultura, nell’artigianato artistico, negli usi e costumi per valorizzare il capitale culturale, sociale e relazionale delle comunità che possa favorire, nel contempo, un turismo interno, lento, consapevole ed autentico, nonché a rafforzare il patrimonio culturale delle identità linguistiche, attraverso il trasferimento della lingua dalle vecchie alle giovani generazioni.

Le ricadute sul territorio cassanese, secondo l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Papasso, non possono essere che positive, soprattutto tenuto conto che il fine che si intende conseguire è l’utilità pubblica di mantenimento delle tradizioni popolari, della cultura nel senso più ampio del termine, per come sopra esplicitato. L’atto deliberativo, è stato dichiarato immediatamente eseguibile. (rcs)

CROSIA (CS) – L’IC attiva lo sportello d’ascolto psicologico

L’Istituto Comprensivo di Crosia Mirto, guidato dalla dirigente scolastico Rachele Anna Donnici, ha attivato uno sportello psicologico.

Si tratta di uno spazio organizzato per gli studenti e i docenti che desiderano affrontare problematiche personali, quali difficoltà emotive, di relazione, insicurezza, sfiducia, difficoltà di integrazione, rapporti conflittuali, solitudine, scarsa autostima, stress, eccetera. Il dott. Michele Forciniti, psicoterapeuta e psicologo clinico e scolastico, sarà disponibile per affrontare problematiche scolastiche, come dsa, mancanza di motivazione, paura per prove e verifiche, difficoltà di concentrazione, di attenzione e memoria e di apprendimento in generale, dubbi sulle scelte scolastiche. 

L’incarico per la realizzazione dello sportello psicologico, nonché per la realizzazione di percorsi tematici mirati alla gestione del Covid-19 e attività psico-educative con i ragazzi, i genitori e gli insegnanti appartenenti alla scuola secondaria di I grado è stato affidato al dottor Forciniti.

In particolare, tale percorso che si realizzerà in presenza, mira ad accogliere e sostenere gli alunni, cercando di favorire la buona comunicazione e stimolarli in questo esercizio. Sarà compito del professionista ascoltare dubbi e richieste, aiutare a riconoscere, esprimere e gestire adeguatamente le proprie emozioni, oltre che orientare verso modelli relazionali e comportamentali positivi con i coetanei e il mondo degli adulti. La dirigente Donnici ha evidenziato che <<si cercherà di abituare il discente al confronto/dialogo su tematiche esistenziale al fine di sanare e risolvere conflitti e disagi>>. 

Come accennato, nel corso dell’anno scolastico, verranno sviluppati percorsi tematici mirati alla gestione del Covid-19. In particolare l’attenzione verrà posta su argomenti quali: la psicologia dell’emergenza, il riconoscimento, l’espressione e la gestione delle emozioni, il distanziamento sociale e relazioni interpersonali; il rispetto per sé, per gli altri e per le norme anti-Covid-19.

Si lavorerà per sostenere la crescita e formazione personale e sociale dello studente, incrementare le capacità decisionali, di autocontrollo e di autostima, abituare l’alunno all’acquisizione di un valido metodo di studio che lo agevoli durante il corso di formazione. Durante il percorso, che durerà fino al termine dell’anno scolastico, si terrà conto dell’allievo come persona nella sua globalità, dei suoi nuovi bisogni educativi, di maturazione interiore, di modelli di riferimento e di valori, di supporti e di difese adeguati contro la costante aggressione di messaggi diseducativi che giungono quotidianamente. Si darà un aiuto agli studenti in difficoltà di apprendimento/rendimento mediante l’utilizzo di ausili e programmi specifici.

Non mancheranno informazioni riguardo alle problematiche relative ai dsa. Si interverrà per conciliare le esigenze della sfera didattico/cognitiva con quella della sfera affettivo/motivazionale. Si daranno indicazioni sulle strategie didattiche che tengano conto delle varie difficoltà. Si forniranno indicazioni ai genitori in merito a eventuali percorsi diagnostici da intraprendere. Verranno date indicazioni didattiche e metodologiche agli insegnanti in relazione al tipo di situazione segnalata, in presenza o meno di una certificazione medica. Si progetteranno percorsi di lavoro, a casa e a scuola, che tengano conto di esigenze educative speciali e che consentano di ottimizzare il lavoro svolto a scuola. (rcs)

RENDE (CS) – Il sindaco Manna aderisce alla commemorazione della governatrice Santelli

Questa mattina, alle 12.00, il sindaco di Rende, Marcello Manna e la Giunta comunale osserveranno un minuto di silenzio dinanzi le bandiere poste a mezz’asta nel giardino della casa municipale di Rende.

«Un atto dovuto – ha dichiarato il primo cittadino – così come l’indizione dell’odierno lutto cittadino: il vuoto istituzionale e umano lasciato da Jole Santelli impone a noi sindaci un rafforzato impegno verso i nostri cittadini». (rcs)

COSENZA – Dieci nuove biografie nel Dizionario Biografico della Calabria Contemporanea

Il Dizionario Biografico della Calabria Contemporanea, un progetto ambizioso promosso dall’Istituto Calabrese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea e a cura di Pantaleone Sergi, si arricchisce di dieci nuovi personaggi.

Giacomo Albo (Pantaleone Sergi), Vincenzo De Angelis (Prospero Francesco Mazza), Visconte Frontera (Letterio Licordari), Lorenzo Galasso (Pasquale Barbalace), Luigi Gullo (Aldo Lamberti), Giorgio Liguori (Leonilde Reda), Pasquale Rossi (Giuseppe Masi), Mario Tornatora (Antonio Orlando), Fausto Torrefranca (Massimo Distilio) e Vittorio Visalli (Fabio Arichetta). (rcs)

ALTOMONTE (CS) – Il libro “La grande balla” di Roberto Napoletano

Oggi pomeriggio, mercoledì 15 ottobre, ad Altomonte, alle 18.00, all’Hotel Ristorante Barbieri, Roberto Napoletano, giornalista e direttore de Il Quotidiano del Sud – L’Altravoce dell’Italia, presenta il suo libro La grande balla – Non è vero che il Sud vive sulle spalle del Nord, è l’esatto contrario (La Nave di Teseo).

Dopo i saluti di Gianpiero Coppola, sindaco di Altomonte e dell’agrichef Enzo Barbieri, dialoga con l’autore Lenin Montesanto, comunicatore e lobbista.

Si partecipa all’evento solo se muniti di mascherina e nel rispetto di tutte le prescrizioni anti-Covid. All’ingresso, gli ospiti saranno sottoposti alla misurazione della temperatura corporea.

La grande balla conduce in un lungo viaggio nelle piccole grandi patrie dell’assistenzialismo, che non sono al Sud, ma tutte al Nord. La politica si è abituata da vent’anni a togliere investimenti al Sud per soddisfare le pretese dei questuanti di turno, sistemare gli amici degli amici nel coacervo di enti pubblici proliferati con la spesa facile.

Tutti collocati nelle ricche regioni del Nord. La verità (amara) è che chi credeva nell’integrazione tra Nord Italia e Nord Europa, e nel teorema “il Mezzogiorno seguirà”, ha sbagliato tutto. L’unica integrazione possibile è quella tra Nord e Sud Italia, per poter competere ad armi pari nell’arena globale. (rcs)

 

CASTROVILLARI (CS) – Varata la nuova Giunta comunale guidata dal sindaco Lo Polito

La nuova Amministrazione comunale del Comune di Castrovillari è stata varata alla presenza del segretario generale Angelo Pellegrino, e sarà ufficializzata nella seduta d’insediamento del Consiglio comunale.

Il sindaco, Domenico Lo Polito, ha definito la nuova Giunta affidando i rispettivi comparti e firmando i decreti di nomina. Questa è costituita dagli Assessori: Nicola Di Gerio del Partito Democratico (con delega allo Sviluppo Economico)Maria Silella e Pasquale Pace dei democratici per Castrovillari rispettivamente (la prima con delega ai Servizi finanziari e Tributi e il secondo con delega  all’Ambiente, Energia e nuove tecnologie), Federica Tricarico di Radici per il Futuro (con delega  alla Bellezza Culturale ed Urbana),  Ernesto Bello dei Progressisti per Castrovillari (con delega al Turismo, spettacoli ed attuazione Castrovillari Città Festival). 

Il sindaco, inoltre, si è riservato di affidare le deleghe ancora non assegnate ad altri consiglieri e assessori senza portafoglio.

«Il nuovo esecutivo – ha spiegato il sindaci Lo Polito – è il risultato del confronto che vi è stato tra le componenti che danno vita alla maggioranza di governo ed è espressione di una capacità di coinvolgimento e continuità d’azione. Questa la si intende sviluppare per il compimento del programma, già avviato nella scorsa consiliatura, adottando tutte le iniziative possibili per rafforzarlo e renderlo nel territorio. E’ la traccia su cui ci muoveremo».

«Un’opera – ha precisato il sindaco Lo Polito – che si vuole dipanare in un clima di partecipazione diffusa. Sono in cantiere importantissime realizzazioni. Un lavoro intenso e qualificato ci attende, dunque, in un nuovo percorso che desidera rinvigorire, in continuità, la crescita della città dando realizzazioni ad attese ed istanze. Ringrazio per questo gli Assessori della precedente Giunta per aver operato, contribuendo con trasparenza, nell’assoluto rispetto della legalità e spirito di servizio per tale costruzione; la loro passione, con quella dei nuovi, sosterrà ancora il cammino che ci aspetta in un frangente storico delicato per l’intera collettività e bisognosa di impulsi e abnegazione». (rcs)

COSENZA – Il console generale di Romania ha incontrato il sindaco Occhiuto

Il console generale di Romani a Bari, Lucreția Tănase, ha fatto tappa a Cosenza, incontrando, a Palazzo dei Bruzi, il sindaco Mario Occhiuto.

L’incontro è avvenuto nell’ambito del viaggio diplomatico che il console generale ha intrapreso nelle diverse città calabresi e nelle altre regioni nelle quali si estende la sua competenza: oltre alla Calabria, la Puglia, la Basilicata e il Molise.

«Dobbiamo imparare a vivere diversamente – ha detto, rivolgendosi al Sindaco Mario Occhiuto che l’ha ricevuta insieme agli assessori Loredana Pastore e Michelangelo Spataro –. Sono ottimista, ma anche realista. Non credo si arrivi ad un nuovo lockdown, ma solo per salvaguardare l’economia».

Con riferimento al viaggio a Cosenza e alla visita in Comune, il Console generale di Romania ha aggiunto che, «nonostante l’ufficialità è come se mi sentissi a casa, per il modo come vengo ogni volta accolta».

Il sindaco Mario Occhiuto ha ribadito l’importanza dei rapporti di collaborazione tra il Comune e la comunità rumena presente in città, sottolineando a più riprese la disponibilità di Palazzo dei Bruzi a condividere eventuali problematiche che dovessero presentarsi.

«Tutto ciò che può rappresentare forme di nuova collaborazione – ha dichiarato il sindaco Occhiuto – è ben gradito e la nostra disponibilità è totale».

Il Console Tanase ha, poi, ricordato di intrattenere costanti rapporti con la presidente dell’Associazione Dacia, Gabriela Mocanu, che rappresenta, dal 2012, la comunità rumena a Cosenza, offrendo una serie di servizi sul territorio e favorendo l’inserimento degli immigrati rumeni nella nostra società. Anche i rumeni di Cosenza saranno chiamati a dicembre ad eleggere il nuovo Parlamento di Romania.

Sul punto il Console generale Lucreția Tănase ha aggiunto che pur essendo prevista la modalità di esercizio del diritto di voto per corrispondenza, i rumeni che vivono in Italia sono piuttosto diffidenti, preferendo il voto in presenza nel Paese d’origine.

Prima di ripartire, il console generale, sotto l’abile regia della responsabile del cerimoniale di Palazzo dei Bruzi, Elena Mittembergher, ha ricevuto dalle mani del sindaco Mario Occhiuto una copia del libro Percorsi di rigenerazione urbana – Il caso Cosenza di Rossana Galdini, il libro nel quale viene raccontata la storia della città, da quella più antica a quella che riflette i progetti realizzati negli ultimi dieci anni, a quella futura, con le realizzazioni che verranno.

La diplomatica ha ricambiato, consegnando alle signore presenti un omaggio floreale e al sindaco Occhiuto una copia del libro sulle bellezze turistiche e culturali della Romania e un cd musicale contenente una raccolta delle migliori esecuzioni del Festival di musica sinfonica rumeno, intitolato al compositore George Enescu(rcs)

RENDE (CS) – Il convegno su “L’Islam italiano”

Domani pomeriggio, a Rende, alle 17.00, al Museo del Presente, è in programma il convegno L’Islam italiano. Correnti e statistiche, radicalizzazioni e islamofobie.

Promosso dall‘Associazione interculturale islamica Daawa Odv di Cosenza con il patrocinio del Comune di Rende e dell’Unione delle comunità e organizzazioni islamiche in Italia U.Co.I.i., l’incontro vuole ripercorrere il percorso della presenza dei musulmani in Italia attraverso la trattazione storica, normativa ed esperienziale che spesso è oggetto di travisamenti ed interpretazioni volutamente di scopo.

Risale, infatti, al febbraio 2010 la costituzione, presso il Ministero dell’Interno, del Comitato per l’Islam italiano, quale “organismo di carattere collegiale con funzioni consultive sui temi dell’immigrazione, con lo scopo di migliorare l’inserimento sociale e l’integrazione delle comunità musulmane nella società italiana” e bisogna attendere il 2017, per la stipula del “Patto nazionale per un Islam italiano” per il quale, ad oggi, si rimane ancora in attesa di intese.

All’incontro, moderato dall’ingegnere e giornalista arabista Giulia Fresca, dopo i saluti istituzionali da parte dell’assessore alla cultura del Comune di Rende, la prof.ssa Marta Petrusewicz, interverranno il dott. Yassine Lafram, presidente nazionale dell’Unione delle comunità e organizzazioni islamiche in Italia, il prof. Nicola Fiorita, docente di diritto islamico presso l’Università della Calabria, l’avv. Francesco Iacopino, membro del Comitato Scientifico del Ciclo di seminari e di studi “Freedom Across Law”, il prof. Domenico Bilotti, docente di storia delle religioni all’Università Magna Grecia di Catanzaro ed il presidente dell’Associazione Daawa.odv, l’imam Amhed Berraou.

L’evento, nel rispetto delle misure di prevenzione da Covid-19  sarà trasmesso live sulla pagina Facebook dedicata. (rcs)

 

SAN GIOVANNI IN FIORE (CS) – Protocollo d’intesa fra Parco della Sila e Gal Kroton

È stato siglato un protocollo d’intesa fra il Parco Nazionale della Sila e il Gal Kroton, rappresentati dal presidente Francesco Curcio e da Natale Carvello.

L’obiettivo, è quello di costruire una rete in grado di valorizzare la professione del pastore, custode del territorio e dell’antica tradizione della Transumanza. L’adozione di iniziative di collaborazione, la valorizzazione del territorio e di tutte le attività legate alle antiche tradizioni sono la strada che si percorrerà per fare di questa sinergia un’azione concreta che favorisca la coesione sociale, la sostenibilità e lo sviluppo dell’immenso patrimonio della Sila.

«Partire dal passato – si legge in una nota – stimolando nuove progettazioni e obiettivi comuni per costruire un nuovo futuro!». (rcs)