CAMPO CALABRO (RC) – Il concerto dei solisti e dell’Orchestra del Conservatorio Cilea

Domani sera, a Campo Calabro, alle 19, al Teatro sullo Stretto di Reggio TV, è in programma il concerto dei solisti e dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Francesco Cilea” di Reggio Calabria in ricordo di Nicholas Green.

L’evento, a ingresso libero, è stato organizzato nella ricorrenza di uno dei giorni più tragici della Calabria.

Nato in California, Nicholas aveva sette anni quando, in vacanza con la famiglia nel nostro Paese, il giovedì 29 settembre di 28 anni fa venne ucciso da rapinatori in un barbaro agguato nel tratto calabrese dell’autostrada Salerno – Reggio. Mentre eravamo agli ultimi posti in Europa per numero di trapianti, i genitori donarono i Suoi organi e sette giovani italiani ne beneficiarono.

A  quel giorno da non dimenticare, il Conservatorio “Cilea” dedica questo concerto della propria orchestra, formata da studenti e docenti, diretta per l’occasione da Dariusz Mikulski al termine di una masterclass tenuta nell’istituzione di alta cultura musicale reggina.

Parteciperanno i solisti Davide Alogna (violino), Marco Simonacci (violoncello), Luca Avanzi (oboe) e Filippo Barracato (fagotto).

In programma  la Sinfonia n. 29 di Mozart, che valorizza con una strumentazione particolarmente accurata la timbrica dei singoli strumenti ben evidenziati nel gioco imitativo, seguita dalla Sinfonia concertante in Sib maggiore per violino, violoncello, oboe, fagotto e orchestra di Haydn, destinata a rimanere uno dei suoi contributi più preziosi alla composizione per strumenti solisti e orchestra. Concluderà il concerto l’Introduzione e Rondò capriccioso in La minore di Saint–Saёns per violino e orchestra, uno dei brani prediletti dai violinisti per la sua piacevolezza melodica e il suo infallibile effetto.

«Nell’orchestra del Conservatorio Cilea vi è la testimonianza più ampia dell’impegno, della condivisione, dell’inclusione e della bravura dei nostri studenti e docenti –  ha dichiarato il direttore Francesco Romano – ed è particolarmente significativa la ricorrenza che coinvolge soprattutto i nostri giovani nel recupero positivo di una pagina tremenda della nostra storia, la quale ha impresso una grande accelerazione a quella conquista di civiltà che è la donazione degli organi».

«Negli anni ‘90 eravamo al penultimo posto in Europa per numero di donazioni – ha concluso – seguiti solo dalla Grecia, mentre oggi siamo tra i primi. Eppure, rimane grande il divario esistente tra l’elevato numero dei pazienti in lista d’attesa e quello dei donatori. Scegliere di donare è offrire speranza per tutti». (rrc)

BOVALINO (RC) – Il concerto dei I Frate’

Domani sera, a Bovalino, alle 20.30, a Piazza Camillo Costanzo, è in programma il concerto del gruppo I Frate’, cantanti neomelodici calabresi conosciuti ormai in tutto il mondo.

La serata è organizzata dalla Jasmin’s cinema moda and dance, presieduta da Silvia Nasuti coadiuvata dalle socie Letizia Scarfone e Cetty Scafaria, e dall’Associazione “5D – Difendiamo i Diritti delle Donne con il Dialogo e la Difesa attiva”, presieduta dalla dr.ssa M. Alessandra Polimeno. Organizzatrice di zona Patrizia Perrone.
Una serata dedicata non solo alla musica ma anche alla moda, cinema e danza e in particolare per lanciare un messaggio forte contro la violenza sulle donne attraverso un flash mob messo a punto dalle ragazze, Miss dell’ associazione Jasmin’s, che sfileranno in passerella.
Quella de I Fratè è una storia di passione e sacrificio: ancor prima della creazione del progetto, nasce un confronto fondato sulla stesura dei testi e sulla proposta di arrangiamenti. Da qui l’idea di esibirsi come duetto e, come tanti musicisti, iniziano da eventi disparati. Cresciuti con questo genere musicale si sono fatti spazio in questo  mondo, a suon di kilometri, con le proprie  forze, macinando umiltà e professionalità. Hanno acquisito la padronanza compositiva per scrivere pezzi autonomamente, partire dalla gavetta, in tale ambiente, è una garanzia.
L’iniziativa si regge, inoltre, su un’unione sempre più limpida tra i due membri, da cui traspare una sincera stima. L’intento è chiaro: esprimere degnamente il proprio potenziale in chiave artistica, laddove una semplice frase non basta ed è tutto in sintonia con il cuore dell’ascoltatore. Reduci dal lancio di brani che hanno già fatto conoscere le loro competenze, ”Amore latino” e “Gente d’ó sud” e “cresce forte st’ammore”,I Fratè stanno continuando a farsi conoscere come artisti con l’uscita del disco “Tutto comincia da qui”.
Diversi gli sponsor della serata: FormatCenter Agenzia formativa che si occupa sopratutto al mondo scuola a 360 gradi elargendo corsi di formazione a tutti i livelli essendo anche partner di alcune università telematiche ed elargendo anche corsi di laurea; Bakary caffe; C e G  bomboniere; Sun Beauty centro estetico;Doppio Zero pizzeria rosticceria; Arte Ottica Bianco; PriMaRent noleggio auto Bianco; Pianeta Verde fiori; Gioielleria Battaglia; Ottica Schirripa; Arcobaleno gelateria artigianale; NG auto di Nando BaraTotò e Peppino ;pizzeria; Delice Caffè, bar,Caseificio  U Massaru; Fairy Creatiins Wedding Planner; Pisciuneri Nicola; SRL vendita legname ingrosso e dettaglio; Farmacia Cristiano; Farmacia Agape ;Frutta e verdura Perre. (rrc)

Con Myss Keta Rende si trasforma in una discoteca

È stato un vero e proprio bagno di folla il concerto di Myss Keta a Rende, che ha trasformato Piazza Kennedy in una discoteca.

L’artista, infatti, è stata protagonista del Settembre Rendese e di una notte piena di divertimento ed energia con il suo davvero speciale e inedito live: in oltre 3000 hanno saltato e ballato, in una Piazza Kennedy diventata una enorme discoteca sotto le stelle, al ritmo della sua originalissima proposta musicale, una sorta di “hot dance” accattivante e a tratti travolgente, tra pop, rap, punk, musica elettronica.

Non v’è dubbio che Myss Keta, curiosa figura di artista misteriosa e mascherata, probabilmente milanese come il Collettivo Forlanini da cui nasce artisticamente, si sia inventata un vero e proprio personaggio, amato e popolarissimo non solo tra i giovani. In circa 90 minuti di un autentico show, accompagnata da 2 ballerine e dal suo dj, ha eseguito tutti i suoi successi, fino  all’hit dell’estate, quel “Finimondo”  che si rifà al grande successo del 1961 “Il capello” di Edoardo Vianello.

E finimondo è stato realmente, tra luci, ammiccamenti, provocazioni, balli seducenti, coreografie, testi piccanti e ironicamente dissacratori, e perfino veri fuochi d’artificio.

Immagini su un gigantesco ledwall, montate a tema su ogni brano, hanno fatto da fondale scenografico. Lo straordinario successo è stato premiato a fine concerto con il riconoscimento ufficiale del Settembre Rendese,  consegnatole dal direttore Alfredo De Luca, accompagnato al centro del palco dai consiglieri comunali Aceto ed Esposito, tutti soddisfatti per la splendida riuscita di questa edizione del Festival indirizzata in particolare al pubblico giovanile.

La corsa a foto e autografi si è poi conclusa a tarda notte nei locali adiacenti al backstage del Museo del Presente, per via della grande disponibilità dell’artista ad intrattenersi con tutti gli irriducibili fan arrivati già dal tardo pomeriggio e non intenzionati ad andare via a mani vuote.

La 57esima edizione dello storico Festival organizzato dal Comune di Rende con la direzione artistica di Alfredo De Luca e la collaborazione per la sezione dedicata ai “grandi live” di “Fatti di Musica” di Ruggero Pegna, chiude così i battenti con circa 40.000 presenze nella sola sezione dei grandi live che hanno popolato varie “location” della Città, da via Rossini con Carl Brave e la sua band, al Centro Storico con Marina Rei, passando per Piazza Matteotti con lo spagnolo Dani J e Piazza Kennedy ieri sera appunto con Myss Keta(rcs)

CROTONE – Il concerto “Canzoni di un lungo viaggio”

Domani sera, a Crotone, alle 21, al Museo di Pitagora, è in programma il concerto Canzoni di un lungo viaggio con il soprano Margherita Rotondi e il pianista Vincenzo Cicchelli.

Il volo intercontinentale percorso dal programma parte da Parigi, con le affascinanti e malinconiche melodie degli chansonniers, fa poi scalo in Sud America, per muoversi lentamente ai ritmi latini di rumba, milonga e tango e atterrare infine a Broadway, con le sue commedie musicali dal carattere brillante, ma non prive di venature sentimentali. Ognuno dei brani proposti è stato inserito in qualche classico del cinema internazionale e l’intera selezione può essere considerata una vera e propria colonna sonora, l’ascolto ideale per un lungo viaggio che ci riporta a noi stessi e alla nostra vita. Verranno eseguite celebri canzoni di Piaf, Velazquez, Gershwin, Bernstein, Lloyd – Webber, Gardel, Weill. (rkr)

A Badolato successo per i concerti dell’Orchestra danese Opus 2 Band

Grande successo, a Badolato, per i concerti dell’Orchestra danese Opus 2 Band, organizzati nell’ambito di uno scambio interculturale co-promosso da un gruppo di associazioni locali e di operatori turistici del territorio.

«È stata un’esperienza unica ed indimenticabile. Grazie a Badolato ed alla sua comunità per la grande accoglienza, ospitalità e generosità – ha detto l’Orchestra –. Resterete sempre nei nostri cuori! Badolato è un posto magico ed autentico, noi stranieri amiamo tutto ciò. Vi aspettiamo presto a Sonderborg in Danimarca!».

Il gruppo danese, con i suoi 28 componenti, è stato ospitato nel borgo… ma sono state tante le attività ed esperienze vissute alla scoperta del territorio del Basso Ionio calabrese con un ricco programma: giornata eco-culturale a Monasterace tra visita ai vigneti dell’Agriturismo ‘A Lanterna, pranzo agro-biologico alla Locanda Cocintum e visita al Parco e Museo Archeologico dell’Antica Kaulon; escursione notturna nell’antico borgo di Badolato, guidata da Guerino Nisticò, tra viuzze strette, “pietre parlanti” e catoja; giornate al mare a Badolato Marina, Soverato e Sant’Andrea Apostolo dello Ionio con nuotate nel Mar Ionio, momenti di svago e tempo libero; giornate in campagna con esperienze di gusto agricole e contadine tradizionali; pranzi e cene con degustazioni di prodotti tipici, piatti e specialità della migliore tradizione culinaria locale.

Da registrare, inoltre, il grande successo dei due concerti realizzati tra borgo e marina: Sabato 10 Settembre sera al Lido Solesi di Badolato Marina, con una cena-spettacolo originale ed entusiasmante; Lunedì 12 Settembre sera – grazie anche alla collaborazione istituzionale del Comune di Badolato e dell’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Parretta – in piazza San Domenico a Badolato borgo, con la partecipazione interessata di un vasto ed eterogeneo pubblico di cittadini e turisti stranieri ed italiani.

Emozionante anche il momento di scambio di doni e targhe ricordo tra Mr.Bo Allerelli (responsabile dell’orchestra ed altresì membro dell’ufficio di presidenza dell’Associazione dei Condomini del villaggio dei danesi “Villa Collina” di Badolato) ed Anna Larocca ed Elizio Vasile in qualità di responsabili della CS META 2 (associazione capofila del gruppo di organizzatori locali dello scambio interculturale in questione).

Un momento importante che ha suggellato il forte rapporto di amicizia e di relazioni interculturali tra Badolato e la comunità danese, ormai presente nella cittadina ionica da quasi 15 anni.

Una storia bella ed interessante, in un periodo di bassa stagione, che ha animato Badolato con una formula di turismo lento e culturale di qualità e che ha visto la partecipazione e collaborazione attiva dei seguenti operatori turistico-commerciali locali: Bistrot “Cicchinella”, Stabilimento Balneare/Ristorante “Lido Solesi”, Ristorante “Catojo dello Spinetto”, Osteria “Bacco&Stocco”, Casa Vacanza “Santa Barbara”, Case Vacanza “Costa degli Angeli”, Casa Vacanza/B&B “Badolato Gallery”, Bar del Fosso e tanti altri cittadini privati. (rcz)

Caulonia Cantiere del Suono, questo weekend il campus di sassofono

Questo weekend, nell’ambito di Caulonia Cantiere del Suono, è in programma il campus Il sassofono: origine, tradizione e tecnica in programma il 17 e 18 settembre. Docente del sedicesimo Campus sarà il Maestro Francesco Scordamaglia, apprezzato musicista cauloniese. 

Il sassofono “rispecchia l’animo umano. Chiunque ascolti un sassofonista è immediatamente  trascinato all’interno di un vortice d’emozioni. Già perché il sassofono non è solo un pezzo di  metallo: è un estensione dell’anima di chi lo suona. Melodie, fraseggi e suoni emessi arrivano dagli  anfratti più reconditi nascosti nel profondo dell’essere umano e, grazie all’estensione fornita dallo  strumento, sono riprodotti e trasmessi al pubblico con una maestria elegante e fiera, malinconica e  avvolgente. Un suono leggermente sfiatato, un filo di aria di troppo potrebbero sembrare “errori”  d’esecuzione: nulla di più sbagliato. Il sassofono è onesto e, in quanto tale, meravigliosamente  imperfetto. Come la voce umana”. (rrc)

 

CASTROLIBERO (CS) – Successo per il concerto “Canto l’autore”

Grande successo, a Castrolibero, per il concerto ai fini solidali Canto l’autore… Canto perché cantare ci fa bene! nato dal progetto Rime per un sogno, portato avanti dal Confidi Calabria e dal suo Presidente Pasquale Nigro.

Un progetto che si muove sul territorio calabrese proponendo la musica come strumento per fare del bene  e creare armonia tra i popoli. Ogni anno Rime per un sogno si prefigge un sogno da realizzare attraverso il concerto Canto  l’autore che quest’anno ha scelto la raccolta fondi per il popolo  ucraino. È stato già realizzato il primo sogno di quest’anno con  l’acquisto di un’apparecchiatura per l’emodialisi contribuendo al  trasporto in Ucraina. 

Pasquale Nigro e la sua Band sono partiti l’otto aprile 2022 dal  teatro Garden di Rende con il tour Canto l’autore e non si sono più fermati per tutta l’estate.  

Tante le associazioni coinvolte nel progetto e le amministrazioni  che hanno ospitato il concerto nelle piazze del territorio calabrese Il 9 settembre è stata l’ultima tappa estiva di Pasquale e la sua  band presso l’anfiteatro V. Tieri.  

Si ringraziano Studio Harmonic ASD di Cosenza, Accademia New Style, Ilaria Imbrogno, Compagnia dei Cigni, associazione  ucraina in Calabria SALO, Armando Greco, Danilo Curcio,  Diana Baratta, associazione Agorà e l’amministrazione comunale  di Castrolibero.  (rcs)

A Rende il concerto di Carl Brave

Domani sera, a Rende, è in programma il concerto di Carlo Brave, nell’ambito della 57esima edizione del Settembre Rendese, organizzato dal Comune di Rende con la direzione artistica di Alfredo De Luca e la collaborazione di Fatti di Musica.

Carl Brave, pseudonimo di Carlo Luigi Coraggio (nato a Roma il 23 settembre del 1989), è uno dei protagonisti della nuova ondata rap che dalla Capitale sta invadendo tutto il Paese. Un artista originale, i cui brani fondono rap, pop e cantautorato, in un mix di successo.

Trasteverino verace, si fa le ossa nelle crew locali, formando il proprio stile grazie ad un mix di rap, pop e cantautorato. Muove i primi passi giovanissimo con la Molto Peggio Crew e poi con la 126 Crew. Qui conosce Federico Bertollini, in arte Franco126, con il quale intraprenderà una fruttuosa collaborazione musicale. Il 2018 è l’anno della svolta per i due rapper romani che, pur restando ottimi amici, decidono di intraprendere percorsi artistici diversi. L’esordio di Carl Brave come solista è affidato all’album Notti Brave, il cui titolo gioca ironicamente col proprio nome d’arte.

Notti brave è un album denso di esperienze e sentimenti che racconta un artista difficile da etichettare, ricco di collaborazioni, da Coez a Emis Killa, passando per Gemitaiz, Frah Quintale e Giorgio Poi. A pochi mesi dall’uscita dell’album, arriva Notti Brave After, un lavoro di 7 tracce arricchito dalla collaborazione con Max Gazzè in “Posso”, che va direttamente al numero 1 della classifica dei dischi più venduti.

Nel 2020 esce il nuovo album intitolato Coraggio, un disco ricco di sfaccettature che segna un traguardo importante, oltre che per i dischi d’oro di alcuni suoi brani, anche perché rappresenta uno dei simboli della rivoluzione musicale che sta interessando la produzione italiana e di cui Carl Brave è sicuramente tra i protagonisti. Numerose le hit pubblicate negli ultimi tre anni, insieme all’ Ep Sotto Cassa, da Spigoli” feat. Tha Supreme e Mara Sattei, che ottiene il doppio Platino, a Makumba e Hula-Hoope con Noemi, fino a Cristo di Rio con Max Gazzè. A Rende, si prevede l’arrivo di migliaia di giovani da tutta la Calabria. (rcs)

REGGIO – Il concerto di Michelangelo Giordano

Domenica 11 settembre, a Reggio, alle 22, a Piazza Castello, è in programma il concerto del cantautore Michelangelo Giordano, in occasione delle Feste Mariane.

Il concerto è stato organizzato dal Comune di Reggio Calabria in collaborazione con l’Associazione culturale Atmosfere Popolari ed il supporto della Città Metropolitana. 

Durante il concerto, il pubblico assisterà ad un repertorio di brani originali tra sfumature musicali rumba, tango, folk e pop; canzoni tratte dal suo primo e secondo album, ma non mancheranno anche alcuni personali omaggi ai grandi cantautori italiani ed alla musica popolare. Sul palco, con Michelangelo Giordano, ci sarà il Maestro fisarmonicista Adolfo Zagari, docente del Conservatorio “Francesco Cilea” di Reggio Calabria, ed il batterista/percussionista Matteo Zema che daranno un’impronta unplugged a questa tappa speciale del cantautore reggino. (rrc)

 

Caulonia Cantiere del Suono, al via domani il campus “Cultura e tradizione”

Prende il via domani, a Caulonia, il campus Cultura e Tradizione…armonizzare, elaborare, comporre  sui temi della tradizione popolare religiosa cauloniese, organizzato nell’ambito di Caulonia Cantiere del Suono.

Docente del Campus è il Maestro Gianmartino Durighello, compositore di fama  internazionale è stato titolare della cattedra di “esercitazioni corali” presso il  Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto. Collaboratore dell’Ufficio  Liturgico Nazionale (ULN), insegna «Composizione per la Liturgia» e  «Strumenti musicali e celebrazione» al Corso di perfezionamento liturgico  musicale (Coperlim) della Cei. Insegna presso gli istituti di musica per la Liturgia  delle diocesi di Padova, Oppido Mamertina-Palmi e VeneziaSi è occupato di  Didattica collaborando con La Cartellina diretta da Giovanni Acciai. È stato  direttore del Polifonico Nuovo Rinascimento e membro della Commissione  artistica dell’Asac-Regione Veneto. È stato in giuria per concorsi nazionali ed  internazionali di canto corale e composizione (Arezzo, Milazzo, Pro Quartiano,  Sotto il Monte, Trento, Treviso, Venezia, Vittorio Veneto…).  

È stato chiamato come docente in master class e laboratori di composizione. Ha composto su commissione di vari enti e per musicisti come Duo Dissonance,  Duo Nihz – Sanna van Elst and Bobby Rootvelt, Ensemble Hortus Conclusus,  Luis Lanzarini, Alberto Mesirca, Daniele Ruggieri, Mauro Scaggiante, Massimo  Somenzi, Lezsek Werner, Il Quatuor Sine Nomine e l’Ensemble Couleur Vocale  e altri. Alcune sue composizioni sono state premiate in concorsi nazionali ed  internazionali, trasmesse da TV RAI Uno e Due, RAI Radio 3, Radio Svizzera e  da emittenti private. Ha pubblicato con Suvini Zerboni, Milano; Armelin Musica,  Padova; Bèrben, Ancona; Carrara, Bergamo; Music Contact, Polheim (D);  PHPublishers, Polheim (D); Tre Fontane, Münster (D); Choralife, Macao (China).

La sua produzione, in gran parte La sua produzione, in gran parte dedicata alla  musica corale sacra, negli ultimi anni si è particolarmente rivolta alla musica  cameristica e alla musica della tradizione ebraica. (Premio Ucei – Unione delle  Comunità ebraiche italiane 2017). 

Ha pubblicato testi di spiritualità e formazione musico-liturgica (Armelin Musica,  Padova; Cittadella, Assisi; CLV, Roma; Libreria Gregoriana Editrice, Padova. Le attività di studio ed approfondimento si svolgeranno sabato dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00 e domenica dalle 10:00 alle 13:00 e si  concluderanno con un incontro in Chiesa Matrice alla presenza dei  rappresentanti religiosi e civili per la condivisione unitamente ai corsisti del  lavoro realizzato. (rrc)