A maggio il Concorso internazionale “Greats Music Events” dell’Accademia Musicale “G. Verdi”

Dal 29 al 30 maggio, a Cosenza, si terrà la terza edizione del Concorso internazionale Great Music, organizzato dall’Accademia Musicale “Giuseppe Verdi”.

 L’associazione “Giuseppe Verdi”, da sempre in primo piano nelle iniziative a favore della musica, si conferma uno dei punti di riferimento in tutt’Italia, ed in particolare in Calabria, per la promozione di una peculiare cultura musicale. 

«Pertanto, questo concorso – si legge in una nota – è uno dei punti di forza anche per l’associazione che ha come obbiettivo tutelare precipuo quello di diffondere il patrimonio artistico e culturale italiano ed in particolare della Calabria prestando grande attenzione agli autori nazionali ed ai giovani talenti».

L’evento che si terrà al Rendano è, come sottolineano i membri dell’accademia, tra i quali i maestri Giovanni De Luca e Francesco Silvestri, rispettivamente presidente e vicepresidente, «un momento di scoperta, di conoscenza, di studio e di promozione, rivolto a musicisti di qualsiasi nazionalità, senza limiti di età. Un evento che consente di mettere in risalto il talento, e questo ci rendere orgogliosi del lavoro che svolgiamo a favore della musica». 

Nelle precedenti edizioni caratterizzate anche da una cospicua partecipazione, è stato possibile aprire spazi alla qualità e all’elevata professionalità dei musicisti che hanno preso parte alle diverse sezioni. È possibile iscriversi a categorie superiori a quella della propria età anagrafica, qualora il candidato ritenga la sua preparazione adeguata ed è concesso iscriversi a più categorie. Le informazioni relative al concorso e la possibilità di partecipare possono essere recepite sul sito Associazione Musicale Giuseppe Verdi e sulla pagina Facebook G.Verdi “Great Music Events”. (rcs)

Domani il Memorial e a Reggio una messa per ricordare Mino Reitano

Quattordici anni fa, il 27 gennaio 2009, i calabresi e i suoi fans sparsi in tutto il mondo piangevano la scomparsa di Mino Reitano. Da allora, grazie all’instancabile e ammirevole impegno del fratello Gegè Reitano, Mino viene celebrato ogni anno con un memorial al quale partecipano artisti affermati, amici del grande cantante, ed esordienti di grande talento. Quest’anno la tradizionale manifestazione canora del Memorial non sarà al Teatro Cilea di Reggio, bensì a Palmi, domani sera 27 gennaio alle 21, al Teatro Manfroce.

Oggi, intanto, a Reggio nella Chiesa di Santa Caterina, alle 18, è stata organizzata una santa Messa di suffragio dall’Associazione “Amici di Mino Reitano Onlus”, che sarà preceduta da una donazione, da parte dell’Associazione, a favore dei bambini bisognosi. Il ricavato sarà, poi, affidato alle Suore di Maria Immacolata di Catona, a sostegno della loro encomiabile missione.

Il Memorial dedicato al grande cantante calabrese è promosso dall’Associazione Musicale e Culturale “La Vita è così” di Gegè Reitano in collaborazione con la città di Palmi, assessorato sport, turismo, spettacolo e grandi eventi. Firma la direzione artistica Natale Princi.

Sono 23 gli ospiti che animeranno la kermesse, Dario Baltan Bembo, Laura Creato, Vittoria Cosentino e le gemelle Scarpari Presentano Domenico Milani e Giusy Sarti. Dirige l’Orchestra “Mino Reitano”, composta da 30 elementi, il Maestro Cettina Nicolosi.

In occasione del Memorial, Gegè Reitano presenterà in teatro il suo nuovo libro Mino Reitano e la vita continua (Media&Books), firmando le copie ai fans. (rs)

PAOLA (CS) – Il 4 febbraio “Rime per un Sogno” di Confidi Calabria

Il 4 febbraio, a Paola, al Cineteatro Odeon, è in programma Rime per un Sogno, voluto da Confidi Calabria che vedrà protagonisti musicisti riconosciuti nel panorama concertistico calabrese e non solo, che daranno vita a nuove interpretazioni di brani di grande impatto evocativo ed emozionale.

Confidi, con il suo fondo di solidarietà istituito nel 2014, insieme alla Rete associativa “Uniamoci” si pone lo scopo di realizzare progetti sociali aventi ricaduta immediata sul territorio e sulla comunità.

L’evento, organizzato in occasione della Giornata mondiale contro il Cancro, promossa dalla Uicc e sostenuta dall’Oms, è patrocinato dal Comune di Paola, dalla Regione Calabria, dalla Fidapa e dal Lions Club della cittadina tirrenica e dalla LiLT.

Grazie alla potenza benefica della musica, l’unica in grado di mettere in azione tutta la sensorialità umana, l’iniziativa benefica di raccolta fondi consentirà di aiutare più persone possibile ad esercitare il diritto alla cura e alla prevenzione specializzata ed al tempo stesso avviare la realizzazione di un Centro Odontoiatrico Sociale Regionale.

«Auspichiamo una grande partecipazione di pubblico – ha dichiarato il frontman dei Cantalautore e presidente Confidi Calabria, Pasquale Nigro – non soltanto quale occasione per rivivere un secolo di canzoni e di poesia, divertendoci e riflettendo sul patrimonio di cultura e pensiero delle più belle pagine di storia della musica italiana; ma per condividere emozioni e richiamare l’attenzione sull’importanza della comprensione e del riconoscimento delle disuguaglianze nella cura, sia nelle malattie oncologiche che gravi, nel nostro difficile territorio». (rcs)

 

CATANZARO – Presentata la 16esima edizione de Le Querce Jazz & Blues Fusion

È stata presentata la 16esima edizione de Le Querce Jazz & Blues Fusion la rassegna, ideata da Giampiero Ferro che prenderà il via il 17 febbraio.

La direzione artistica della 16° edizione è stata affidata al cantautore e manager musicale Antonio Pascuzzo, personalità di grande esperienza nella realizzazione di eventi e rassegne, che ha sottolineato come si tratterà di esibizioni speciali, in una situazione e visione da club, dove si potrà interagire con gli artisti coinvolti.
La location d’eccezione, intima e accogliente, che accoglierà i concerti e i tanti appassionati provenienti da tutta la Calabria, sarà, come sempre, Le Querce Country Restaurant di Catanzaro.
Il 17 e 18 febbraio 2023 ci sarà Fabio Concato: un baluardo della migliore canzone d’autore ed al contempo un interprete sempre capace di emozionare coinvolgere e stupire. “Domenica bestiale”, “Fiore di maggio”, “Guido piano”, “Rosalina”, “Sexy tango”: sono solo alcune delle canzoni che proporrà nel suo “Recital unplugged”. Concato sarà accompagnato da Ornella D’Urbano (arrangiamenti, piano) e Larry Tomassini (chitarra).
Il 4 marzo 2023 sarà la volta di Petra Magoni & Ferruccio Spinetti alias “Musica Nuda”: un duo eccezionale, contrabbasso e voce che vibrano all’unisono per restituire al pubblico brani celebri del panorama nazionale ed internazionale in una versione sublimata dal riuscitissimo insolito binomio.
Il 15 aprile 2023 l’ultimo appuntamento vedrà la straordinaria Sarah Jane Morris accompagnata dal quartetto d’archi più apprezzato del panorama internazionale i Solis String Quartet, in “All you need is love”, omaggio straordinario alla musica dei Beatles con arrangiamenti moderni, freschi, volti a rinverdirne il sound ma sempre nutrendo un profondo rispetto per l’originale.
Sarah Jane ha una sorprendente estensione vocale ed è la più importante cantante britannica soul, jazz e R&B. La versatilità e la capacità di trasmettere emozioni la rendono una performer unica a livello mondiale.
Gli eventi della rassegna saranno delle vere e proprie esperienze sensoriali perché sono stati strutturati come cena-spettacolo e, oltre ai momenti musicali, ci sarà anche un percorso di degustazione con le eccellenze enogastronomiche calabresi. (rcz)

ISOLA CAPO RIZZUTO (KR) – Domenica il concerto dell’Orchestra “Oreste Stillo”

Domenica 15 gennaio, al Cinema Teatro Eraclea di Isola Capo Rizzuto, è in programma il concerto dell’Orchestra “Oreste Stillo” diretta dal Maestro Ferdinando Romano con la partecipazione della giovane solista Celeste Di Meo.

L’evento è promosso dalla società Beethoven Acam e rientra nella stagione concertistica 2023 L’hera della Magna Grecia, giunta alla sesta edizione. 

Violinista classe 2002, nata a Roma, nonostante la giovanissima età vanta già un ricco curriculum professionale e diverse affermazioni a concorsi nazionali ed internazionali di musica per strumento solista. Tra concorsi e performance ha portato la sua musica, oltre che in diverse città italiane, anche a New York, Boston e Lugano. Sempre a New York ha suonato anche come vincitrice del primo premio assoluto presso la Carnagie Hall.

Il suo repertorio spazia dal periodo barocco, classico fino al romanticismo e domenica ci sarà l’occasione di ascoltarla dal vivo con ingresso gratuito. 

Inoltre, nel giro di poche settimane all’interno del Teatro Cinema “Eraclea” partiranno una serie di iniziative culturali e sociali con mostre di pittura e di scultura, presentazioni di libri, corsi professionali, spettacoli vari e tanto altro, con l’obiettivo di rendere pienamente  fruibile  il bene e restituirlo ai cittadini. (rkr)

CALOVETO (CS) – Sabato il concerto di Cece Barretta

Sabato 14 gennaio, a Caloveto, alle 20.30, a Piazza dei Caduti, è in programma il concerto del cantautore calabrese Cecè Barretta, in occasione della Festa Patronale.

È quanto fa sapere il sindaco Umberto Mazza informando che, in previsione dell’affluenza di pubblico anche dall’hinterland per lo spettacolo, promosso e organizzato dalla parrocchia, si è tenuta una riunione operativa a Palazzo di Città con i Carabinieri, la Polizia Municipale, Calabria Soccorso, l’Associazione Nazionale Polizia di Stato (ANPS) di Corigliano – Rossano, l’associazione europea Operatori Polizia di Crosia, l’ingegnere resposanbile del piano sicurezza, il parroco Don Massimo Alato e la presidente della Virtus Caloveto.

Così come da disposizioni emanate dal dipartimento di pubblica sicurezza del ministero dell’Interno, a tutela dell’ordine, della sicurezza e dell’incolumità pubblica, sia per sabato 14 che per domenica 15, sarà vietato somministrare bevande in contenitori e bottiglie di vetro e in lattina. La somministrazione dovrà avvenire, esclusivamente, in bicchieri di carta e plastica. Allo stesso modo è fatto assoluto divieto a chiunque di introdurre e consumare bevande, anche già in proprio possesso, nell’area interessata dalla manifestazione, che siano contenute in bottiglie in vetro ed in lattine.

È vietata la sosta dei veicoli in via Rimembranza (tratto compreso tra Piazza dei Caduti e bivio Bocchigliero) ed in via Umberto I (tratto compreso tra il bar Movida fino alla Chiesa Madonna del Carmine), dalle ore 16 del 14 gennaio fino alle ore 24 di giorno 15.

È vietato il transito dei veicoli nei giorni 14 e 15 in Piazza dei Caduti, via Rimembranza (tratto compreso tra Piazza dei Caduti e Bivio Bocchigliero) via Umberto I ed in via Sant’Antonio (tratto compreso tra le scuole elementari direzione Piazza dei Caduti) dalle ore 18 fino a fine manifestazione; saranno consentite deroghe esclusivamente per i casi straordinari (malattia, pronto intervento, persone abilmente inabili, personale dello spettacolo e persone munite di regolare autorizzazione.

L’area individuata per il parcheggio è la zona campo sportivo. Qui, gli automobilisti saranno assistiti dalle forze dell’ordine e dai volontari che disciplineranno gli accessi già dal bivio per Bocchigliero. (rcs)

Massimo Donno fa tappa in Calabria: concerti a Reggio, Catanzaro e Cosenza

Approda anche in Calabria Lontano di Massimo Donno. Accompagnato da Sasà Calabrese, il cantautore salentino sarà, infatti, il 10 gennaio a Reggio Calabria (Cartoline Club), l’11 gennaio a Catanzaro (Museo del Rock) e il 12 a Cosenza (Brasseur Hugo).

Nel contesto di un frastagliato paesaggio meridiano, tra smaglianti pieghe di colore e più sommesse piaghe di un atavico dolore, nel disco piccole storie narrano di lavoro e solitudine, di separazioni anche forzate e di un difficile rapporto tra generazioni che vivono in modo differente il senso d’appartenenza. Le sonorità sono figlie di queste storie e di questi territori, evocano così sapori mediterranei senza mai ostentarli, combinandoli con profumi che arrivano dal nord dell’Africa come dalle sponde balcaniche, sulle note di un violino o anche sul soffio del vento di libeccio. Un disco intimo e raccolto che acquista un respiro corale grazie ai numerosi ospiti che hanno accolto con entusiasmo la “chiamata” di un musicista del quale apprezzano la discrezione e il garbo di altri tempi che custodiscono un’ispirazione poetica e musicale di grande originalità e di rara forza espressiva. Alla realizzazione del disco infatti hanno collaborato numerosi artisti tra i quali Nabil Bey, Alessia Tondo, Mariella Nava, Rachele Andrioli, Redi Hasa, Gabriele Mirabassi, Ferruccio Spinetti e Petra Magoni (Musica nuda), Alessandro D’Alessandro, Marco Bardoscia, Daniele Sepe e, infine, Juan Carlos “Flaco” Biondini che, nella bonus track, canta con Donno un brano di Francesco Guccini.

Con questo lavoro Massimo Donno conferma la collaborazione con Squilibri, avviata con il precedente album, “Via Il re”, un lavoro di grande fascino e suggestione nel quale la tradizione delle musiche di banda arricchiva di nuove atmosfere le sue composizioni, connotate sempre da un chiaro riferimento alla canzone d’autore.  (rrm)

LORICA (CS) – Domenica il concerto del Trio Italico

Domenica 8 gennaio, a Lorica, alle 12, a Botte Donato, il concerto del Trio Italico. L’evento rientra nell’ambito degli appuntamenti della manifestazione Presepe di Ghiaccio.

Il Trio Italico è composto da un gruppo di tre violinisti: Antonio De Paoli, Andrea Micieli e Pasquale Allegretti Gravina, che trovano nell’idea di composizione estemporanea un proprio stile musicale eccentrico, che varia dalla musica classica al rock non ricorrendo alla partitura, che a volte potrebbe limitare l’estro dei musicisti, ma focalizzandosi su uno degli elementi chiave della musica stessa: l’emozione.

La manifestazione prevede inoltre l’ultimo refresh delle statue di ghiaccio ad opera del maestro scultore Luca Mazzotta, campione italiano e vice campione del mondo. (rcs)

Con Nino Frassica e Los Plaggers Band si chiude il Reggio Live Xmas

Domani sera, alle 19, a Reggio, a Piazza Italia, è in programma il concerto- spettacolo di Nino Frassica e Los Plaggers Band. L’evento chiude il primo “Reggio Live Xmas”, festival natalizio organizzato dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria guidata dal sindaco Carmelo Versace, con la collaborazione del Comune e la direzione tecnico-artistica di Ruggero Pegna.

L’evento, inizialmente previsto per giorno 1° gennaio, è stato rimandato al 6 gennaio, poiché Nino Frassica è risultato positivo al Covid subito dopo Natale.

«Dovevo festeggiare con voi il primo gennaio, ma purtroppo mi è venuto questo Covid 19, manco 19 forse perché sto bene! Sarà ancora più bello – ha detto Frassica ai reggini in un video messaggio – faremo una serata lunga, lunga, lunga, con tanta musica e più divertimento, perché il primo gennaio eravamo stanchi, avevate mangiato assai, veniva uno spettacolo così, così, mentre il 6 gennaio verrà un ottimo spettacolo! Vi aspetto tutti quanti insieme ai Plaggers».

A brevissima distanza dal Museo Nazionale con i suoi Bronzi di Riace e dal lungomare più bello d’Italia, con l’incantevole veduta sulla sua Messina, tra scavi archeologi, Teatro Cilea e i magnifici Palazzo Alvaro e Palazzo San Giorgio illuminati a festa, il popolarissimo e poliedrico attore, comico, personaggio tra i più amati della televisione italiana, si esibirà nel suo originalissimo spettacolo tra musica e cabaret.

Da diversi anni, infatti, accanto a film, varietà, partecipazioni in talk show, eventi teatrali e molto altro, nei periodi di disponibilità tra i vari impegni, Nino Frassica gira l’Italia insieme ad una band di musicisti, i Los Plaggers, con uno spettacolo musicale basato su pezzi di canzoni di successo mescolate alla sua maniera e intervallate da battute e momenti di pura comicità. Un cocktail di allegria e simpatia che rende ogni suo evento davvero esilarante e divertente. Ogni suo live è partecipatissimo, grazie anche al suo carisma che attrae pubblico di tutte le età.

Dagli esordi con Arbore ad oggi, Frassica ha avuto un percorso di straordinaria coerenza artistica dal punto di vista della comicità, arricchito da esperienze televisive e cinematografiche che lo hanno reso personaggio familiare a tutti gli italiani. Da frate Antonino da Scasazza in “Quelli della notte”, al maresciallo Cecchini di “Don Matteo, i suoi personaggi sono diventati autentici cult della tv, interpretazioni da cineteca, come quelle del “bravo presentatore” di “Indietro tutta”, da vedere e rivedere. Sono ben 53 i film in cui ha avuto ruoli, compreso Baaria il capolavoro di Tornatore. Ospite fisso di Fabio Fazio in Che fuori tempo che fa,  ha raccolto la sua “Novella bella” in un libro edito da Mondadori. Da poco, ha anche pubblicato il romanzo “Paola. Una storia vera”.

Previsto in Piazza Italia il pubblico delle grandi occasioni.

Il “Reggio Live Xmas” chiude un anno straordinario per Reggio, con un programma ricchissimo promosso dalla Metrocity, in sinergia con gli altri Enti, in occasione del 50° del ritrovamento dei Bronzi di Riace. Soddisfatti il sindaco ff Carmelo Versace e il delegato alla Cultura e allo Spettacolo Filippo Quartuccio, che concordano: «È stato un grande successo, andato oltre le nostre previsioni. La Città ha risposto con partecipazione ed entusiasmo alle numerose proposte, tutte legate all’atmosfera natalizia, anche con l’obiettivo di promuovere bellezze e beni culturali! Si è chiuso un anno importante per la Cultura e il Turismo a Reggio e se ne apre un altro altrettanto importante nel segno dell’allegria e del divertimento, con l’augurio che possa essere di nuovi successi, salute e serenità per tutta la Città e i reggini». (rrc)

CATANZARO – Successo per il concerto di Samuele Bersani

Samuele Bersani al centro della Basilica dell’Immacolata circondato dal pubblico. 
Partiamo dalla fine: durante l’ultima canzone prima del bis richiesto a suon di numerosi applausi, Samuele Bersani si è posizionato al centro della suggestiva Basilica dell’Immacolata, portando con sé gli spartiti,   intonando la nota “Giudizio universale”. 

Un altro concerto, anzi due, hanno allietato le serate festive di catanzaresi e non nell’ambito della rassegna A farla amare comincia tu, promossa dal Comune di Catanzaro e affidata alla direzione artistica di Antonio Pascuzzo. Il 29 dicembre è stata la volta de l’incontro di musica e parole con Samuele Bersani, con una straordinaria introduzione musicale a cura del fisarmonicista Carmine Ioanna.

Altre due esibizioni di alto valore musicale dunque. Giunte dopo i concerti di Banda Osiris, Roy Paci, Rossoantico, Francesco Forni e dello spettacolo inedito di Vinicio Capossela, di cui abbiamo argomentato tra le pagine del nostro giornale.

L’artista non era in tour, ma ha inteso regalare al pubblico di Catanzaro un set speciale, con un organico e un repertorio ispirato al suggestivo luogo di culto – la Basilica dell’Immacolata appunto, nel cuore del centro storico catanzarese – che lo ha ospitato. L’atmosfera vissuta durante il concerto è stata quella che era nelle intenzioni del cantautore romagnolo: un incontro intimo in cui l’artista ha raccontato se stesso per oltre 30 minuti attraverso le sue canzoni arrangiate appositamente per l’occasione. Ad aprire lo spettacolo musicale è stato, come da premessa, il fisarmonicista originario di Avellino, trasferitosi in giovane età a Frosinone, Carmine Ioanna. Il musicista racconta che ha iniziato a suonare all’età di tre anni e di esibirsi in pubblico già dagli 8 anni, suonando sia il pianoforte che la fisarmonica.

L’artista partirà il 5 gennaio in concerto per Dubai, ha dichiarato anche d’essere amico fraterno del direttore artistico Pascuzzo e che ha accolto immediatamente l’invito dello stesso perché «quando organizza lui mi aspetto sempre qualcosa di magico!».

Tornando al protagonista della serata – che nella sua carriera ha registrato 11 album in studio – dopo una pausa di diversi anni lo vediamo annunciare nell’ottobre 2020 il nuovo album “Cinema Samuele”, da cui il primo singolo “Harakiri”. E lo vediamo anche accompagnare il cantante rapper Willie Peyote sul palco del Festival di Sanremo 2021, partecipando alla serata di cover con “Giudizi universali” dello stesso Bersani. Il 13 luglio di quest’anno vince il suo quarto premio Tenco con “Cinema Samuele” nella categoria “miglior album”.

Nel concerto tenuto a Catanzaro ha allietato il pubblico con i suoi più grandi successi e durante il concerto ha svelato anche l’origine calabrese del suo percussionista Michele Ranieri. Da noi intercettato a fine spettacolo, il musicista ha dichiarato di essere nato proprio in provincia di Catanzaro, precisamente a Vallefiorita e che dopo diversi anni a Roma ora vive a Velletri, continuando a ricordare ed amare la sua terra natìa. 

Che dire: lunga vita alla rassegna musicale “A farla amare comincia tu”, una rassegna di grande spessore che sarebbe davvero dono gradito per i catanzaresi stabili e di ritorno durante tutte le festività natalizie a venire. (bg)