Il Maestro Francescantonio Pollice nominato responsabile Agis Calabria

Prestigioso incarico, per il Maestro Francescantonio Pollice, docente di Pianoforte al Conservatorio “Torrefranca” e direttore artistico di AMA Calabria, che è stato nominato responsabile di Agis Calabria dall’Ufficio di Presidenza dell’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo.

In una nota, il presidente dell’Agis, Carlo Fontana, ha dichiarato che «la scelta del Maestro Pollice è stata determinata dalla Sua riconosciuta esperienza, autorevolezza e professionalità che lo hanno portato, dopo molti anni di partecipazione attiva alla vita dell’associazione, alla presidente nazionale dell’Aiam, l’Associazione Italiana Attività Musicali che raggruppa al suo interno circa 100 fra le principali istituzioni musicali della concertistica, dei complessi strumentali, degli enti di formazione e promozione della musica del nostro paese. Sempre in ambito AGIS è stato inoltre, tra i fondatori nel 2016 di Federvivo di cui è stato tesoriere nel triennio 2016 – 2019 anno nel quale è stato delegato dal Presidente dell’Agis come supporto tecnico per l’elaborazione delle proposte di revisione del DM 27 luglio 2017».

Nel ringraziare il presidente Carlo Fontana e tutto l’Ufficio di presidenza per la fiducia, Francescantonio Pollice ha dichiarato che «l’azione di Agis Calabria si conformerà agli indirizzi di politica culturale della presidenza Nazionale e che chiederà immediatamente un incontro con il Presidente della Regione Calabria, Jole Santelli e con l’Assessore alla Cultura, Antonino Spirlì, per informarli sulle attività AGIS e avviare un tavolo di confronto sulle attuali tematiche del settore». (rcz)

Lo “Stabat Mater” di Rossini inciso dall’Orchestra Filarmonica della Calabria

Il testamento spirituale rossiniano Stabat Mater, inciso dall’Orchestra Filarmonica della Calabria e dal Coro Lirico Siciliano, diretti da Maestro Filippo Arlia e con un cast prestigioso composto da Maria Pia Piscitelli, soprano, Sonia GranassiCarlo ColombaraOreste Cosimo, sarà diffuso il 2 giugno per il Movimento Classical.

Lo Stabat Mater è una sequenza liturgica in musica composta da Gioacchino Rossini tra il 1831 e il 1841 su richiesta del prelato spagnolo Manuel Fernàndez Varela. La sua prima esecuzione fu il 7 gennaio del 1842 a Parigi nel  Théâtre de la comédie italienne con Giulia GrisiGiovanni Matteo De Candia ed Antonio Tamburini.

L’organico prevede i solisti, composto da soprano, mezzosoprano, tenore e basso), un coro a quattro voci miste e un’orchestra composta da due flauti, due oboi, due clarinetti, due fagotti, quattro corni, 2 trombe, tre tromboni, timpani e archi.

Struttura musicale

Lo Stabat Mater è suddiviso in dieci movimenti: si parte con l’introduzione, con coro e soliti, dal titolo Stabat Mater dolorosa. Si prosegue con l’aria per tenore Cuius animam, il duetto per soprano e mezzosoprano Quis est homo, l’aria per basso Pro peccatis, il recitativo per basso e coro Eia, Mater, il quartetto e solitsti Sancta Mater, la cavatina (o aria di sortita) per mezzosoprano Fac ut portem, l’aria per soprano e coro Inflammatus et accensus, il quartetto e solisti Quando corpus e il finale del coro, Amen, in sempiterna(rrm)

 

CATANZARO – La canzone “Una città per cantare”

Le immagini di una Catanzaro deserta, ma suggestiva, sulle videoriprese di Filiberto D’Imberio apre il video della canzone Una città per cantare, un progetto ideato da Paolo Pugliese che ha visto protagonisti artisti e amatori catanzaresi: Liano Parentela, Pino Arcuri, Marialaura Gabini, Francesco Sax Man, Alfredo Smorfa, Domenico Megna, Maria Carmen Mendolia, Gaetano Antotti, Anna Lombardo, Emilio Barone, Tylli Giovanni Garcea, Anna Guerra, Ivan Colacino, Manuela Lupia, Anna Faragò, Andrea Lombardo, Valentina Costa, Massimiliano Iannino, Sharon Pizzari, Celeste Iritano, Domenica Lentini accompagnati alla chitarra da Oscar Lodari, dal violino di Valentina Iocca, dal batterista Josè Gregorace, tastiere Mauro Preterosso e dal basso di Paolo Pugliese «che con la loro passione, restando a casa, hanno intrapreso un viaggio musicale in cui non esistono limiti o restrizioni tali da poter frenare questa travolgente energia».

«Anche se distanti gli uni dagli altri – spiega nell’introduzione del video Luciano Voice Procopio – questa esperienza ci ha uniti ed emozionati e, nell’attesa che tutto torni alla normalità, siamo finalmente felici di poterla condividere chi, come noi, in questo periodo inaspettato, non ha smesso di credere che… andrà tutto bene». (rcz)

 

COSENZA – L’appuntamento musicale “#branidiparadiso”

Questo pomeriggio, alle 17.30, da non perdere sulla pagina Facebook dell’Associazione Culturale Martirano l’appuntamento musicale dal titolo #branidaparadiso.

«Abbiamo pensato al tema del Paradiso – ha spiegato la presidente dell’Associazione Rosa Martirano – perché in questa seconda fase di lenta rinascita, vogliamo sentirci più positivi e sperare in una riconversione ed una ripartenza delle nostre vite, illuminate da nuovi suoni, voci, colori, dipinti, proposti e vissuti in una dimensione nuova, paradisiaca per l’appunto».

Per chi vuole partecipare, può iscriversi al gruppo Facebook dell’Associazione e inviare video contenenti canzoni, poesie declamate, disegni in fase di evoluzione, dipinti, tutto rigorosamente Live. Sarà possibile postare dalle 17.30 in poi nel gruppo dell’Associazione e poi sui propri profili, usando #branidiparadiso. (rcs)

SOVERATO (CZ) – Rinviata all’anno prossimo la Summer Arena

«È solo tutto rimandato». È così che viene annunciato l’annullamento dell’edizione 2020 della Summer Arena di Soverato.

«Quattro anni di strepitosi concerti – ha dichiarato Maurizio Senese, promoter della Esse Emme Musica – centomila spettatori paganti, la creazione del maggiore indotto turistico della costa jonica e della Calabria intera – afferma -, l’organizzazione di un evento riconosciuto dalle più importanti produzione italiane, unico nel centro sud, il nostro coraggio e la nostra forza che ci hanno da sempre contraddistinto, tutto questo non basta di fronte a un mostro invisibile come quello del nuovo coronavirus».

«Lo chiamo “mostro invisibile” – ha spiegato Senese – perché contro tutto quello che è stato visibile in 25 anni di attività nella nostra regione, abbiamo ampiamente lottato, in una Calabria dove prevalgono sempre i poteri forti. Abbiamo lottato contro la politica inefficiente, contro la criminalità organizzata, contro bandi sulla cultura e il turismo della Regione Calabria gestiti da gente incompetente ora indagata dalla Procura di Catanzaro».

«Dal nuovo governatore Jole Santelli – ha proseguito il promoter – ci si aspetta una nuova vita, una nuova speranza, per un settore determinante come quello di Turismo e Cultura, in Calabria. Ci si aspetta una persona molto attenta ai grandi eventi e non ai falsi spettacoli da anni finanziati in Regione in base alle amicizie, quasi fosse un mercato d’affari. La prima sfida, il nuovo governatore, se la gioca all’interno dei suoi stessi uffici, visto che ha mantenuto le deleghe per sé. Come dice il procuratore Nicola Gratteri, il vero pericolo viene dai dirigenti pubblici, per cui il mio invito è a una maggiore attenzione, visto chi ha sfruttato in passato la propria dirigenza per tornaconti propri».

«La Summer Arena – ha concluso Senese – continuerà a essere il più grande evento della Calabria. Continuerà a ospitare i più importanti live nazionali e internazionali, noi continueremo ad andare avanti con lo stesso coraggio e con la stessa professionalità che ci hanno contraddistinto nelle quattro edizioni precedenti. Da parte nostra non può che essere un arrivederci, tutto è rinviato all’estate 2021!». (rcz)

REGGIO – L’iniziativa #lamusicacheunisce del Premio Mia Martini

Anche il Premio Mia Martini, istituito nel 1995 a Bagnara Calabra dal regista Nino Romeo, ha voluto lanciare, nella giornata del 1° maggio, un messaggio di positività con l’iniziativa #lamusicacheunisce, che ha visto riunito, in streaming, tantissimi artisti della musica italiana e del Premio che, nel corso degli anni, ha allargato i suoi confini.

Il patron Nino Romeo e la speaker Carmen Novaldi, ognuno da casa propria, hanno accolto e intrattenuto i tanti ospiti intervenuti in diretta nel ricordo di Mimì e della musica regalando agli spettatori un pomeriggio ricco di emozioni. Tantissimi gli ascolti e i messaggi arrivati in diretta perfino dall’America, dall’Australia, dalla Francia e dalla Spagna.

«Dopo gli avvenimenti improvvisi causati dal Covid 19 – ha dichiarato Nino Romeo – l’impegno è di continuare a sognare attraverso la musica e non mollare mai soprattutto in momenti come questi, dove il distanziamento sociale rende difficile la condivisione e ogni contatto umano . Il calore del Premio Mia Martini è vivo, e quello di oggi è stato solo il primo di una serie di appuntamenti pensati per restare vicini a tutti». (rrc)

Il Premio Mia Martini si racconta #lamusicaunisce

🔴🎥Live Streaming #lamusicaunisce 🗓Venerdì 1 Maggio 2020 Il Premio Mia Martini si racconta attraverso la musica, l’arte e la voglia di continuare… perché #lamusicaunisceNino Romeo Bis Carmela Novaldi Franco Fasano Official Mario RosiniTwo Veronica Maya Francesco Malapena

Posted by Premio Mia Martini on Friday, 1 May 2020

 

Con Kantiere Kairòs la live streaming “Insieme tutto VAbene”

L’appuntamento è per domani sera, alle 21.00, sulla pagina Facebook di Kantiere Kairòs, il concerto dal titolo Insieme tutto VAbene”, «un concerto-testimonianza ognuno a casa sua, “a distanza” ma non virtuale», che vedrà l’esibizione dei gruppi The Sun, Reale e Nuovi Orizzonti Music, il duo Mienmiuaif – Mia moglie ed io, Debora Vezzani, con la speciale partecipazione di Enrico Petrillo, vedovo della serva di Dio Chiara Corbella. In chiusura, «un momento di silenzio, ringraziamento e affidamento a Gesù Eucaristia. Peché solo insieme (a Lui) tutto va bene».

«Il rumore di porta si apre e si fa musica – ha dichiarato la band calabrese –. Le porte che si apriranno dopo questo periodo sono un po’ come le porte dei cenacoli che prima erano chiuse su se stesse, ma poi si sono aperte su un mondo nuovo completamente diverso. Anche oggi, tra un misto di incertezza e timore nel non sapere cosa aspettarci, ci avviamo con quella gioia piena consapevoli di non essere più soli, di non combattere da soli e soprattutto di avere un compito: provare ad essere luce, con quello che si è, ora più che mai».

«Il cenacolo di questo nostro incontro musicale – ha concluso la band calabrese – è più che altro un kantiere operaio, aperto e sincero, forse un po’ improvvisato, ma sicuramente senza filtri, senza produzioni, senza intermediari, semplice come una videochiamata, ma potente come un raggio di sole. Vogliamo mettere in pratica la nostra fratellanza anche in una fratellanza musicale, in una fratellanza di sale: spezzare la nostra vita per dare senso alla condivisione, legarci gli uni agli altri attraverso voce, musica e stima, perché pur essendo in pochi, vogliamo provare a saziare chi ha fame di cose belle, chi ha fame di aria, chi ha fame di Dio». (rrm)

La canzone “L’odore di te” del calabrese Antonio Laganà

S’intitola L’odore di te la canzone del cantautore calabrese Antonio Laganà che, recentemente, sta spopolando sui social.

Tale canzone, in videoclip, è stata realizzata in remoto (come tutta l’attuale musica ai tempi del Covid-19) insieme ad altri musicisti, pure a favore di tutti quelli che, in prima linea, cercano di salvare più vite umane possibile ed anche per incoraggiare il sistema istituzionale e del volontariato che cerca di sostenere questa dura battaglia di cui non si intravede ancora la fine, ma la situazione sta migliorando con il concorso di tutti.

Il cantautore calabrese, inoltre, sarà ospite di IcnRadio, la radio italiana di New York, questo pomeriggio alle 18.00, per presentare la sua canzone.

Il 1° maggio concertone #1MCS in live streaming

Il tradizionale “concertone” del 1° maggio si farà, ma in diretta streaming, alle 16.30, sulla pagina Facebook di CosenzApp, che ha promosso l’iniziativa nata su idea di Andrea ValentiDaniele Spadafora, gestori del sito di informazione.

L’idea, dunque, è una maratona made in Calabria dal titolo #1MCS, in cui alcuni dei talenti più apprezzati e conosciuti anche dal pubblico nazionale, si alterneranno dagli “studi” di casa, in una staffetta di generi: dal pop al rock, dal blues, indie al folk, cantautorato e lirica.

L’obiettivo, si legge su CosenzApp, è quello di «abbattere le distanze imposte dall’emergenza sanitaria che tutti viviamo e apprezzare la possibilità di socializzare tramite le piattaforme digitali, sfruttando i social come mezzo per sentirci meno soli. Sarà possibile, così, entrare nelle stanze dei giovani artisti, trasformati in studi, interagendo con commenti, immaginando di essere sotto lo stesso palco, allo stesso concerto».

Ad esibirsi, Verdiana, Fil Mama, Alfredo Bruno, Giacomo Eva, L’ennesimo, Raffaele Renda, Principessa Lolita, Salvatore Tricanico, Maura Monteforte, GaxWin, Federico Veltri, Santino Cardamone e Giovanni Segreti Bruno.

La staffetta sarà coordinata da Raffaella Salamina, giornalista e presentatrice tv, dall’attore Paolo Mauro, dal blogger Angelo Iacopino e dalla giornalista e blogger Carla Monteforte. (rcs)

 

La band calabrese Ragainerba scrive una canzone per la Protezione Civile

La band calabrese Ragainerba ha composto e registrato una canzone per aiutare, tramite una raccolta fondi, la Protezione Civile in questo momento di emergenza sanitaria.

Il gruppo, che ha registrato il video tra Roma, Palmi e Reggio Calabria, è composto da AntoniO Cogliando (voce), Vincenzo Misale (chitarra, cori), Roberto Aricò (basso), Michele Misale (batteria), ed «è dedicato a tutte quelle persone che, quotidianamente, combattono in prima linea per questa emergenza. Grazie, ce la faremo».