Gli architetti di Reggio i primi professionisti in Italia per valorizzare il patrimonio calabrese

Sono gli architetti di Reggio Calabria, i primi in Italia, a essere i nuovi  heritage architects, ovvero i professionisti che saranno “formati” per promuovere e valorizzare il patrimonio architettonico calabrese.

Una iniziativa unica in Italia, che è stata resa possibile grazie a un accordo tra Assocastelli e l’Ordine degli Architetti di Reggio Calabria, che annuncia l’avvio di un programma di formazione rivolto ai professionisti che prevederà l’utilizzo delle strutture didattiche messe appositamente a disposizione dall’ Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria. 

«Un esempio di sinergia a km 0», scherza il console di Assocastelli in Calabria, Roberta Caldovino. È infatti grazie al suo lavoro che è stato possibile avviare una iniziativa unica in Italia. 

Assocastelli in precedenza aveva siglato l’accordo con Unistrada l’Università Dante Alighieri di Reggio Calabria guidata dal rettore Antonino Zumbo; questo per assicurarsi un luogo dove allocare il modello Assocastelli Academy (la sezione formazione dell’associazione) già adottato dall’Università Iulm di Milano, per formare i profili nel campo del patrimonio.

Per Salvatore Vermiglio, presidente dell’Ordine degli Architetti di Reggio Calabria, «il progetto di Assocastelli ha interessato subito il nostro ordine poiché pone l’architetto al centro dell’intero sistema di promozione e valorizzazione del patrimonio. Un importante consolidamento professionale del nostro ruolo».

Secondo Giuseppe Lonetti, uno dei consiglieri di Assocastelli (segue la candidatura di Tropea a capitale italiana della cultura) che in passato è stato presidente della federazione regionale degli ordini degli architetti «il progetto dovrà essere esteso quanto prima a tutti gli ordini regionali». 

Il primo modulo, dedicato al riuso del patrimonio, porterà a Reggio due autorevoli personaggi. Si tratta di Cesare Feiffer, console di Assocastelli in Veneto, e Angelo Grella, vice presidente di Assopatrimonio e presidente dell’Associazione delle Ville Venete, entrambi architetti.

I partecipanti riceveranno anche il saluto del presidente di Assocastelli e di Assopatrimonio Ivan Drogo Inglese che ha «promesso di sensibilizzare la presidente della regione Jole Santelli e l’assessore alla cultura Nino Spirlì per riservare la massima considerazione all’iniziativa di Assocastelli-Ordine Architetti-Unistrada che rappresenta una prima azione concreta di qualificazione nel dopo covid». (mp)

Assocastelli e Unistrada: formare figure per promuovere il patrimonio calabrese

Un percorso innovativo per giovani, imprenditori e professionisti che consente di gestire e lavorare con il patrimonio calabrese è l’iniziativa promossa da Assocastelli e l’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria.

L’obiettivo del percorso – ideato da Roberta Caldovino, console di Assocastelli in Calabria, dal prof. Domenico Siclari, proRettore e di Elisa Vermiglio, docente di Storia Medievale a Unistrada,  a cui si sono poi uniti Ivan Drogo Inglese, presidente di Assocastelli e di Assopatrimonio e il Rettore Antonino Zumbo – è quello di attivare percorsi didattici e formativi per tutti coloro che intendono svolgere attività imprenditoriali e professionali nel settore della promozione e valorizzazione del patrimonio calabrese e tra questi rientra anche l’intera filiera del turismo.

Nei prossimi giorni verrà presentata l’offerta formativa rivolta a imprenditori (gestori e proprietari di strutture storiche) e professionisti (quali architetti) ma anche responsabili di strutture museali.

Insomma una modalità innovativa che punta a creare e addirittura ad esportare un “modello Calabria” basato su competenza, efficienza e metodo.

«La Calabria è culla della civiltà dai tempi della Magna Grecia – ha dichiarato il presidente Drogo Inglese – dunque in questa terra non è possibile avviare iniziative che interessano il patrimonio senza partire dai luoghi preposti alla divulgazione della conoscenza culturale, quali sono le università. Meglio se con una visione internazionale».

Quello con Unistrada è il secondo accordo stipulato da Assocastelli, preceduto solo dall’analogo con l’università Iulm di Milano dove dal prossimo ottobre partirà l’executive master in heritage management.

L’iniziativa verrà presentata al presidente della Regione Calabria Jole Santelli e al vicepresidente della Regione con delega alla Cultura, Antonino Spirlì.

«Auspichiamo l’adesione degli architetti a questa importante iniziativa» ha dichiarato la console Roberta Caldovino che in Calabria è coadiuvata da Giuseppe Lonetti, già prorettore dell’Università Mediterranea e ora presidente di Assocastelli Tropea, la città che ambisce al ruolo di capitale italiana della cultura. (rrm)

In copertina, Roberta Caldovino e il barone Ivan Drogo Inglese