REGGIO – Il Comune concede un veicolo in comodato d’uso a Polizia locale di Bagnara

Il Comune di Reggio ha concesso, in comodato d’uso gratuito, un’autovettura da adibire ai servizi di polizia locale al Comune di Bagnara Calabra.

La decisione, deliberata dalla Giunta comunale, arriva a seguito dell’episodio delittuoso avvenuto lo scorso 27 gennaio, in occasione del quale ignoti avevano dato alle fiamme l’unico veicolo di servizio in dotazione al comando della polizia locale del Comune bagnarese.

La Giunta, nel rinnovare la ferma condanna per il grave gesto e nel ribadire la solidarietà e la fattiva vicinanza della Città di Reggio Calabria all’amministrazione ed alla società civile bagnarese, ha deliberato la concessione dell’autovettura per un periodo di quattro mesi e comunque fino alla consegna dei due veicoli in corso di acquisizione da parte del Comando del Comune di Bagnara Calabra, con ciò assicurando la continuità dei servizi di polizia municipale.

Le operazioni finalizzate alla materiale consegna del veicolo saranno curate dal comandante della polizia locale reggina, Salvatore Zucco.

«Oggi – ha dichiarato il vicesindaco Paolo Brunetti – si concretizza l’impegno che avevamo assunto già all’indomani del grave atto intimidatorio, nell’essere vicini in modo tangibile alla comunità e alla polizia municipale di Bagnara Calabra».  (rrc)

BAGNARA (RC) – Al liceo Fermi il progetto di Fondazione Snam

di CATERINA RESTUCCIA – Fondazione Snam Ets, in partnership con Fondazione italiana accenture Ets, muove, dal poco trascorso 2023, i propri passi sul terreno del miglioramento all’interno delle scuole per affrontare e vincere le sfide contro la povertà energetica, educativa e alimentare.

Fondazione Snam, lungo una legge fisica, oggi più necessaria e attuale che mai, «nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma», attua un programma progettuale dalla chiara definizione “Donare per imparare”, il cui scopo è quello di creare occasioni di confronto e formazione per sensibilizzare i giovani su sfide attuali e importanti come il contrasto alla povertà energetica, educativa e alimentare.

Ciascuna delle Scuole iscritte all’iniziativa sarà abbinata a persone del Gruppo Snam, che daranno vita a laboratori che si integreranno così nel programma scolastico.

L’iniziativa del neonato progetto ha già raccolto cifre importanti: ben 75 scuole aderenti alla chiamata intercettata dalla sensibilità interna, 12 regioni interessate, 5 scuole individuate al Sud, 1 in Calabria a Bagnara con l’Istituto Fermi.

Numeri elevati ancora sono: 85 volontari, risorsa umana dello Snam, oltre 1.000 hardware ricondizionati e offerti in dono alle scuole.

Alla crisi mondiale di carattere non solo energetico ed economico, ma anche e soprattutto culturale, poiché è da lì che tutto passa, la Snam risponde con una delle iniziative più moderne e più studiate per entrare, quindi, in sinergia con tutte le realtà territoriali.

Attraverso le attività di Fondazione Snam, il Gruppo con sede a San Donato Milanese scende in campo con la strategia forte ed incisiva della just transition per orientare le nuove generazioni all’attenzione dei consumi energetici ed agli aspetti ecologici.

Con questa politica innovativa e sana Snam sceglie l’ambiente “Scuola”, ad esso rivolge lo sguardo offrendo e rigenerando strumenti utili, destina ai giovani percorsi di formazione finalizzati a definire anche nuove professionalità e a sensibilizzare verso aspetti del pianeta attualmente in pericolo, fornendo metodi e tecniche che possano salvaguardarlo, tutelarlo e salvarlo.

L’impegno di Fondazione Snam arriva così in Calabria presso l’Istituto d’Istruzione Superiore Enrico Fermi di Bagnara Calabra, connettendolo in un sistema ed in un circolo virtuoso dal nome “Donare Per Imparare”.
Coniugando perfettamente tutti gli ambiti di azione delle attività della Fondazione, quali: Povertà Energetica, Povertà Educativa, Povertà Alimentare, essa ha voluto progettare e realizzare più itinerari formativi tematici e specifici.

Presso l’indirizzo Iti (Istituto Tecnico Industriale) del Fermi di Bagnara Snam ha avviato dal 21 settembre scorso al 6 ottobre un programma di tre incontri, in tal caso un percorso formativo dai dettagli ben precisi “Imparare la Transizione Giusta e la cura dell’ambiente”, grazie al supporto di un volontario Snam del centro di Palmi, il tecnico operativo di centro Francesco Adami, con la collaborazione del collega Domenico Morello.

Destinatari del percorso sono stati gli studenti delle classi 5^ D1, 5^ D2 e 4^ D, opportunamente individuati e seguiti dai docenti Antonino Scappatura e Vincenzo Tripodi, che durante orario antimeridiano, senza depauperare l’attività didattica curriculare, hanno potuto arricchirsi di nuovi contenuti e innovative prospettive professionali.

L’operazione del progetto si concluderà il 17 gennaio presso il Liceo E. Fermi alla presenza istituzionale dell’operosa e lungimirante Dirigente prof.ssa Graziella Ramondino e del prof. Vincenzo Musumeci, referente per la consegna dei Personal Computer ricondizionati, che accoglieranno e dialogheranno con gli studenti sugli obiettivi raggiunti e sulle nuove visioni future di natura professionale, saranno intervistati e sentiti dalle varie figure professionali rappresentanti il gruppo Fondazione Snam. (cr)

BAGNARA CALABRA (RC) – Mercoledì “I Leoni di Calabria”

Mercoledì 20 dicembre, a Bagnara Calabra, alle 18, alla Pizzeria Ristorante “Porto Nino”, è in programma l’evento I Leoni di Calabria, organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale “Palingenesi” in collaborazione con Star Bus, Midimar, La Perla del Tirreno – Spada di Bagnara, Statiola Ristorante Pastificio, Pizzeria Ristorante Porto Nino e l’Associazione <culturale Fabula Nova.

L’evento inizierà con il convegno Le opportunità di sviluppo turistico dei territori calabresi attraverso la riscoperta del patrimonio sociale, economico e culturale della nostra regione. Partecipano Mario Calarco, presidente di Palingenesi, Rocco Fedele, e Domenica Randazzo, membri del direttivo di Palingenesi, il prof. Renato Laganà, esperto di storia e beni architettonici di Bagnara Calabra, Francesco Turano, esperto dei fondali e del mare di Bagnara, la prof.ssa Michela D’Angelo, già docente di Storia Moderna alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Messina, il dott. Rosario Lentini, ricercatore di Storia dell’Economia. Conclude Domenico Giannetta, consigliere regionale.

A seguire, sarà presentato, in anteprima assoluta, lo spettacolo musicale I Leoni di Calabria. La vera storia dei Florio di Bagnara Calabra del musicatore reggino Fulvio Cama. A seguire, è possibile partecipare alla Pizza Sociale. (rrc)

A Bagnara Calabria inaugurato il Presepe Artistico meccanizzato

È stato inaugurato, a Bagnara Calabra, il Presepe artistico meccanizzato dell’Associazione Rione Inglese. Presente, all’evento, il sindaco di Reggio, Giuseppe Falcomatà.

«È davvero una bellissima iniziativa», ha commentato il sindaco Falcomatà ammirando il presepe e ringraziando il sindaco e l’assessore di Bagnara, Adone Pistolesi e Paolo Gramuglia, per «l’invito ad un evento che unisce la comunità».
«I miei complimenti – ha aggiunto – non possono che andare all’associazione Rione Ingese per questo presepe e per 20 anni di attività vissuti accanto alla gente».

«È un momento importante per i cittadini di Bagnara – ha proseguito Falcomatà – che la Città Metropolitana deve onorare con la propria presenza perché questo possa assumere un valore all’interno di tutto il comprensorio. Quello che dobbiamo fare nella nostra attività di amministratori, infatti, è fare uscire da un contesto locale iniziative che vanno avanti da anni, soprattutto se queste hanno un risvolto di sostenibilità».

«Il presepe realizzato dal Rione inglese – ha spiegato il sindaco – è interamente realizzato con materiali riciclati. Quindi, è una bella pagina nella quale la tradizione dell’arte presepiale si incontra con la necessità di riutilizzare, riciclare e reinventare oggetti di scarto».

«L’amministrazione metropolitana – ha continuato Giuseppe Falcomatà – è pienamente consapevole dell’importanza del riuso e siamo qui per darne testimonianza, provando a valorizzare una vera e propria eccellenza del territorio».

Al termine dell’iniziativa, il sindaco Falcomatà, accompagnato da Pistolesi e Gramuglia, ha fatto visita alla sede della Croce Rossa di Bagnara ringraziando «i volontari per lo straordinario lavoro che svolgono, ogni giorno dell’anno, a favore di persone fragili o in difficoltà, per il coraggio, i sacrifici e la determinazione messi in campo di fronte a qualsiasi emergenza».

«Le donne e gli uomini della Croce rossa – ha concluso il sindaco metropolitano – sono un esempio di umanità e dedizione per ognuno di noi». (rrc)

 

BAGNARA (RC) – A “Silenzio assordante” il premio dell’Agess

di CATERINA RESTUCCIA – “Silenzio assordante” è il titolo del lavoro che si aggiudica il primo posto al Concorso indetto dall’A.ge.s.s. di Bagnara Calabra. A realizzare questo vero e proprio capolavoro sono giovanissimi studenti e giovanissime studentesse, tra i 14 ed i 15 anni, della classe I F del Liceo Scientifico di Sant’Eufemia d’Aspromonte, una delle sedi distaccate dell’Istituto d’Istruzione Superiore E. Fermi di Bagnara.

L’associazione culturale bagnarese sempre sensibile ad ogni tematica sociale e sempre attenta a cogliere i segnali per intervenire sul territorio lancia non una sfida, bensì il messaggio di costruire insieme alla Scuola la nuova generazione responsabile e rispettosa del genere.

Ad accogliere e ospitare i convenuti e le convenute è stato lo splendido affaccio sul basso Mar Tirreno del Castello Ruffo di Scilla, scelto per diventare teatro e palcoscenico dei nuovi talenti partecipanti e presenti.

“Tre hashtag contro la violenza sulle donne – #nonsonocarne – #leparolefannomale – #iochiedoaiuto” questo è il tema – enunciato della rassegna, a cui hanno partecipato le scuole del circondario territoriale, e si è trattato di «educazione e riflessione insieme» come hanno sottolineato tutte le personalità presenti. «Noi non vogliamo che il 25 novembre diventi un banale giorno di commemorazione, non vogliamo rimanga una giornata di slogan, ma di riflessione profonda su quanto è accaduto e continua purtroppo ad accadere». Esordisce così Silvana Ruggiero, Presidentessa dell’A.ge.s.s., aprendo l’evento e lasciando relazionare le quattro personalità intervenute per apportare testimonianza secondo la propria professionalità. Il primo intervento è spettato alla Prof.ssa Graziella Ramondino, Dirigente dello storico Istituto d’Istruzione Superiore E. Fermi di Bagnara, che con tono preoccupato per gli eventi drammatici di femminicidio e con personale presenza non solo professionale, ma soprattutto umana e materna ha chiuso il suo discorso con un auspicio di cambiamento proprio ai suoi giovani studenti, dicendo «Bisogna lasciarci oggi con una soluzione, una soluzione che la scuola ha, perché la scuola è veramente il luogo idoneo dove generare il cambiamento, un cambiamento culturale necessario».

Il programma del convegno ha dato parola poi alla Prof.ssa Papalia, delegata a sostituire la Dirigente Maristella Spezzano dell’Istituto “Nostro – Repaci” di Villa San Giovanni, la quale ha rafforzato ogni concetto guida della giornata già espresso dalla Ramondino. Le relazioni tecniche sono state tenute dall’avvocata Paola Carbone, Consigliera di Parità Città Metropolitana di Reggio Calabria, chiudendo con la Dottoressa Francesca Mallamaci, componente dell’Osservatorio Regionale contro la violenza di genere.

A conclusione della batteria di relazioni e del dibattito, la platea studentesca ha potuto assistere alla consegna dei Premi dei primi tre posti e al riconoscimento per meriti alle attività svolte anche ad altri tre gruppi di studenti e studentesse che hanno ricevuto menzione d’onore.

L’audiovisivo “Silenzio assordante” con la sua esecuzione completa di ballo, canto, poesia, recitazione e arte figurativa ha catturato letteralmente l’uditorio, dimostrando la grande sensibilità di un piccolo manipolo di studenti e studentesse, stimolati e seguiti dalle proprie docenti, ad una problematica così scottante che ha senza ombra di dubbio lasciato il segno in giovani cuori determinati a debellare questo terribile male sociale. (cr)

BAGNARA CALABRA (RC) – Domenica l’evento “Radici resilienti”

Domenica 19 novembre, a Bagnara Calabra, è in programma l’evento Radici resilienti, organizzato dal Gruppo Fai Giovani Reggio Calabria.

La giornata rientra nell’ambito delle attività che il Gruppo Fai Giovani Reggio Calabria organizza nell’arco dell’anno, per far conoscere e valorizzare il ricco patrimonio storico, culturale e paesaggistico calabrese.

L’iniziativa prevede un viaggio nell’adattamento e nell’innovazione delle aziende agricole calabresi, in particolare le aziende agricole Terre Costa Viola e Rasulei, dove sarà possibile degustare prodotti locali e visitare la Chiesa del Carmine.

Alle 10 è previsto il raduno, per poi proseguire con la visita dell’antica Chiesa del Carmine. Alle 11.30, visita alla Fabbrica di Torroni Minutolo, ore 12.30 partenza per Vigna (I terreni si trovano in Contrada Lena Località Petrachjana). Ore 13.00 degustazione pane di grano di Pellegrina “cunzato”- prodotti tipici locali – vino locale e alle 14.30 la visita alle vigne – arnie e apiario – muretti a secco. Esposizione di #TheCalabreser in vigna.

Per la partecipazione è obbligatoria la prenotazione 𝐞𝐧𝐭𝐫𝐨 𝐢𝐥 𝟏𝟖/𝟏𝟏 𝐚𝐥 𝐬𝐞𝐠𝐮𝐞𝐧𝐭𝐞 𝐥𝐢𝐧𝐤:  https://faiprenotazioni.fondoambiente.it/evento/radici-resilienti-terre-costa-viola-e-rasulei-18253

Per chi parteciperà all’iniziativa, sarà possibile 𝐢𝐬𝐜𝐫𝐢𝐯𝐞𝐫𝐬𝐢 o rinnovare la tessera 𝐅𝐀𝐈 direttamente 𝐢𝐧 𝐥𝐨𝐜𝐨, con una 𝐬𝐩𝐞𝐜𝐢𝐚𝐥𝐞 𝐪𝐮𝐨𝐭𝐚 𝐝𝐢 𝐛𝐞𝐧𝐯𝐞𝐧𝐮𝐭𝐨 𝐅𝐀𝐈 𝐆𝐢𝐨𝐯𝐚𝐧𝐢. (rrc)

BAGNARA CALABRA (RC) – Domani l’evento “Dai un pugno alla paura”

Domani sera, a Bagnara Calabra, alle 21.30, a Piazza Matteotti, è in programma l’evento Dai un pugno alla paura, patrocinato dal Comune di Bagnara.

Saranno presenti la Presidente delle pari opportunità Giusy Italo, Monica Pietropaolo Presidente del progetto, la Consigliera con delega alle Pari Opportunità Mimma Garoffolo,Tiziana Iaria del Centro Antiviolenza “Margherita” R.C, Giusy Pino Coordinatrice della Violenza di Genere della Regione Calabria, Massimiliano De Toma, il consigliere comunale Rocco Fedele, Pasquale Ciurleo Presidente Nazionale Promozione Italia e Ente Pro Loco Italiane, Stefania Spadoni, Marta Giannetti, insieme alle promotrici Hermecita Duronio e Roberta Pietropaolo. (rrc)

BAGNARA CALABRA (RC) – Convegno su “Il grano antico Secria e il pane tradizionale di Pellegrina. Nel Cammino del pane”

In attuazione dell’Accordo di partenariato sottoscritto il 12 giugno tra il “GalBaTir” e l’associazione “Cittadinanza attiva Pellegrina”, giovedì 29 giugno ore 18:00 a Pellegrina di Bagnara Calabra contrada Barano, locali ex Agec, si terrà il convegno sul tema “Il grano antico Secria e il pane tradizionale di Pellegrina. Nel cammino del pane”.

L’incontro avrà la finalità di presentare il progetto di recupero e valorizzazione dell’antica specie di grano autoctona, denominata “secria”, nonché di promuovere una filiera panificatoria sostenibile, attenta all’ambiente e rispettosa della tradizione, del lavoro e della cura delle materie prime.
Si partirà dalla storia produttiva dell’antico borgo di Pellegrina, per allargare la riflessione e la proposta all’area pre-aspromontana e all’intero territorio metropolitano e regionale.

L’Accordo di Partenariato che sarà presentato durante la manifestazione prevede, altresì, l’inserimento del progetto nella Programmazione 2023-2027 del “GalBaTir” all’interno di una misura/azione di finanziamento rivolta ai produttori, ai trasformatori e alla promozione e valorizzazione dell’intera filiera.

All’evento convegnistico organizzato dall’associazione “Cittadinanza attiva Pellegrina” e dal “GalBaTir”, patrocinato dalla Regione Calabria, dalla Città Metropolitana, dalle amministrazioni comunali di Bagnara Calabra e Sant’Eufemia d’Aspromonte, dall’Agenzia eegionale per lo sviluppo dell’agricoltura calabrese (Arsac) e dall’Istituto tecnico agrario “Einaudi – Alvaro” di Palmi (Ita), con la fattiva collaborazione del gruppo “Panificatori pellegrinesi”, parteciperanno Adone Pistolesi, sindaco di Bagnara Calabra, Pietro Violi sindaco di Sant’Eufemia d’Aspromonte, Domenico Pirrotta dirigente scolastico Istituto istruzione superiore “Einaudi-Alvaro Palmi”, Antonino Tramontana presidente Camera di Commercio di Reggio Calabria, Carmelo Versace sindaco f.f. della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Pietrangelo Pettenò presidente Marco Polo project, Antonio Blandi project manager Officine delle idee, Fortunato Cozzupoli direttore Gal Batir, Angelo Politi vicepresidente Gal Batir, Emanuele Antonio Oliveri presidente Gal Batir, Antonio Latella responsabile comunicazione associazione Cittadinanza attiva Pellegrina, Vincenzo Cilona/Marcello Bruno Agenzia regionale per lo sviluppo dell’agricoltura calabrese, Maria Ottinà Gruppo panificatori pellegrinesi, Francesca Palumbo dirigente settore 1 Dipartimento Agricoltura risorse agroalimentari e forestazione della Regione Calabria.

Il convegno, moderato da Gianluca Maisano coordinatore dell’associazione Cittadinanza attiva Pellegrina, sarà concluso da Giacomo Giovinazzo direttore generale Dipartimento Agricoltura risorse agroalimentari e forestazione della Regione Calabria e Gianluca Gallo assessore Dipartimento Agricoltura risorse agroalimentari e forestazione della Regione Calabria.

Al termine del convegno si potranno degustare tanti prodotti tipici locali e altre prelibatezze, tutti preparati col grano “secria”, realizzati dal gruppo “Panificatori pellegrinesi” e dagli chef Domenico Fedele e Daniele Lopez. La Cooperativa “Agricostaviola” presenterà il vino di zibibbo Gramà Costaviola Igt. (rcc)

BAGNARA (RC) – L’incontro con Giacomo Di Girolamo

Questo pomeriggio, a Bagnara Calabra, alle 18, nell’Aula del Consiglio comunale, si terrà l’incontro con Giacomo Di Girolamo, nell’ambito dell’iniziativa cultura che vede al centro una delle vicende più oscure della vita nazionale italiana degl’ultimi trent’anni: la latitanza di Matteo Messina Denaro.

L’iniziativa che rientra all’interno del calendario letterario primaverile I percorsi della legalità, promosso dall’Amministrazione Comunale e organizzato dal consigliere Rocco Fedele, sarà un momento di riflessione circa la trasformazione di “Cosa nostra” – e con essa delle mafie italiane – all’indomani della cattura del “capo dei capi” Salvatore Riina e sul ruolo della politica all’interno di quella “trattativa stato – mafia” sulla quale molto è stato detto ma parecchio rimane ancora rimane da capire.    

Insieme all’autore, ne discuteranno lo scrittore Santo Gioffrè e il Consigliere Comunale delegato alle Politiche Culturali del Comune di Bagnara Calabra, Rocco Fedele. (rrc)

BAGNARA (RC) – Il 25 maggio incontro con Nicola Gratteri e Antonio Nicaso

Il 25 maggio, a Bagnara Calabra, il Procuratore Nicola Gratteri, accompagnato dal docente universitario e scrittore Antonio Nicaso, incontreranno gli studenti dell’Istituto Comprensivo “Ugo Foscolo”.

A seguire, a cura del Consigliere comunale delegato alle politiche culturali, dott. Rocco Fedele, si svolgerà la presentazione del libro Fuori dai confini. Il giornalista Michele Albanese dialogherà con gli autori.

Per l’Istituto “U. Foscolo” l’iniziativa si colloca a conclusione di una programmazione di eventi che hanno reso partecipi gli alunni dell’Istituto a varie iniziative sul tema della legalità. La precedente visita a Bagnara del Procuratore Gratteri risale all’a. s. 2009/10 e in quella occasione, accolto nell’aula magna della Scuola “V. Morello”, ha lasciato un ricordo indelebile nei ragazzi di allora che ancora oggi, ventenni, hanno ben presentisia la piacevolezza sia il fascino di quell’incontro.

«Certi che anche l’appuntamento del 25 maggio – si legge in una nota – servirà a trasmettere agli alunnil’alto valore della convivenza civile e dei princìpi della legalità, la comunità tutta porge sin d’ora il “Benvenuto” al Procuratore Nicola Gratteri ringraziandolo vivamente per aver inserito nella lista dei suoi impegni anche l’incontro con i nostri studenti».

Per l’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Adone Pistolesi, «si tratta di un’ulteriore iniziativa tesa a mettere al centro la divulgazione del principio di legalità, in perfetta linea con gli appuntamenti previsti dal “Calendario letterario primaverile – I percorsi della legalità” che ha preso il via martedì 11 aprile u.s. con la presentazione del libro “Il padrino dell’Antimafia” di Attilio Bolzoni e si concluderà nel mese di giugno».

«L’incontro del 25 maggio rappresenta un momento altamente significativo per la nostra cittadina – continua la nota – che avrà l’occasione di riflettere sul valore della legalità, sapientemente testimoniata dal dott. Gratteri, e sarà anche un invito a promuovere quotidianamente, soprattutto nel nostro territorio, azioni concrete fondate sulla condivisione e sul rispetto delle regole del vivere civile».

«Questa iniziativa – conclude la nota – è il punto di partenza di un rapporto sinergico tra Amministrazione Comunale e Scuola che già dal prossimo autunno prevede la realizzazione di un calendario di proposte ad hoc interamente dedicato a specifici incontri tra autori e ragazzi e maturata nella consapevolezza che la promozione del libro e della lettura sia un mezzo attraverso il quale educare le giovani generazioni al rispetto del prossimo e al loro avvicinamento verso le istituzioni e alla “cittadinanza attiva». (rrc)