BCC Mediocrati, una banca calabrese di successo: Nicola Paldino rieletto presidente

di FRANCO BARTUCCI – Stiamo parlando della BCC MedioCrati, la cui sede centrale si trova sul territorio di Rende, che proprio nei giorni scorsi, nell’ampia sala congressi dell’Hotel Europa, ha svolto la sua assemblea straordinaria dei soci 2024, con circa 1200 partecipanti, per sentire la relazione annuale del presidente uscente Nicola Paldino ed approvarne il bilancio consuntivo dell’anno 2023.

Un’assemblea apertasi con l’approvazione di vari articoli dello Statuto che riguardano le nuove metodologie di gestione dell’Istituto Bancario nel rispetto di quelle che sono le nuove norme di legge a carattere nazionale ed europee con le indicazioni che arrivano pure dal mercato finanziario.

«Nel 2023 – ha sostenuto il Presidente Paldino – abbiamo erogato finanziamenti per 110 milioni di euro; mentre la raccolta complessiva è stata pari a 1 miliardo e 111 milioni di euro.  Gli impieghi netti sono stati 483,6 milioni di euro (+8% rispetto al 2022) e i fondi propri 76 milioni di euro». Questo in sintesi, per dichiarazione dello stesso Presidente, lo Stato finanziario di salute della BCC MedioCrati.

L’Assemblea dei Soci ha pure approvato all’unanimità la ripartizione dell’utile netto di 10 milioni di euro, che viene destinato per € 9.062.859,00 alla riserva legale a fondi propri; per € 302.000 ai fondi mutualistici per la promozione e sviluppo della cooperazione; per € 120.000 ai fini di beneficenza e per € 406.883,00 a ristorno soci.

Nella circostanza l’Assemblea ha rieletto le cariche sociali confermando la propria fiducia al rinnovato Consiglio di Amministrazione, guidato dal presidente Nicola Paldino, che ha pure ottenuto un grosso e lungo applauso di approvazione da parte di tutti i soci partecipanti ai lavori dell’assemblea in quel momento presenti nell’ampia sala congressuale dell’Hotel.

In seno al Consiglio di Amministrazione hanno lasciato la carica gli amministratori Migliarese e Pepe, mentre sono state elette per la prima volta: Stefania Chimenti di Luzzi, Ricercatrice presso l’Università della Calabria, ed Elisa Barberio di San Giovanni in Fiore, Consulente Financial Service. Mentre sono stati riconfermati gli amministratori Algieri, Aurelio, Ferraro, Iannini, Paone e Trotta.

Da annotare con compiacimento è la presenza femminile che nel nuovo consiglio di amministrazione risulta in maggioranza dando un forte segnale di modernità.

Il Collegio sindacale eletto è formato dai dottori commercialisti Clemente Napoli (presidente), Ennio Galliano Iannelli e Beatrice Guccione. Lasciano l’incarico, il dott. Caiafa, la dott.ssa Cristiano e l’ex presidente Nardi.

«Con queste modifiche – ha fatto notare il Presidente Paldino – la percentuale di donne nel Consiglio di amministrazione supera il 50%, facendo di quello maschile il genere meno rappresentato ed evidenzia come la BCC Mediocrati è una delle pochissime banche italiane a trazione femminile. L’età media risulta, infatti, di 52 anni».

Frequentando la sala si è vista la grande partecipazione dei soci, il loro entusiasmo ed attenzione nel seguire i lavori dell’assemblea. I dati ci dicono che hanno partecipato 1706 soci (611 in presenza, 1095 per delega), pari al 30% (29,91%) degli aventi diritto.

“La melagrana d’argento 2024” assegnata a Nicola Gratteri

A chiusura dei lavori dell’Assemblea c’è stato uno spazio in “remoto” per la consegna del Premio La melagrana d’argento 2024 al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, Nicola Gratteri.

Il Premio viene assegnato e destinato a chi opera a vantaggio della crescita collettiva, assicurando il proprio contributo alla costruzione di una rete invisibile fatta di conoscenza, relazioni, servizi e opportunità che costituiscono la base della coesione sociale di ogni territorio. La denominazione “Melagrana d’Argento” accomuna il simbolo del Credito Cooperativo alla metafora dei grani che, insieme, sono un unico frutto, ricco di colore e di succo. 

In occasione della quattordicesima edizione, il Consiglio di amministrazione della Banca ha deciso di attribuire il premio al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, dott. Nicola Gratteri, con questa motivazione letta in assemblea dal Presidente Nicola Paldino: «Il dott. Gratteri è impegnato da decenni nella lotta senza quartiere alla ‘ndrangheta e alla criminalità organizzata. Calabrese di Gerace, ha fatto della sua professione una scelta di vita che offre a tutti i calabresi nel mondo come esempio di rettitudine ed onestà. Ha viaggiato molto, in Italia e all’estero, senza sosta, pur di far trionfare la giustizia. Autore di numerose pubblicazioni, è brillantemente e instancabilmente impegnato anche nel campo della comunicazione e divulgazione. Tantissimi giovani e meno giovani ne seguono le riflessioni, leggendone i libri, ascoltandone le conferenze, seguendolo nelle interviste televisive».

«“Con il ringraziamento dei tantissimi Calabresi onesti – ha detto il presidente Nicola Paldino, presidente della BCC MedioCrati – assegniamo la Melagrana d’Argento al dott. Gratteri per l’alto valore del suo impegno e per il profondo significato che il suo esempio comunica alle giovani generazioni di Calabresi che, in lui, vedono un modello in carne ed ossa di moralità, preparazione, incorruttibilità. Il suo impegno nella diffusione di un modello positivo è diventato un encomiabile esempio da indicare all’Italia e al Mondo della testardaggine calabrese».

A ricevere il Premio “La melagrana d’argento”, prima del Procuratore della Repubblica di Napoli, Nicola Gratteri, sono stati nell’ordine: 2010: Aldo Stancati, presidente Federimpresa; 2011: Rosanna Macchia Piemonte, fondatrice Asit; 2012: Salvatore Nunnari, arcivescovo di Cosenza; 2013: Luigi Intrieri, storico; 2014: Giuseppe Falcone, ex consigliere della Corte di Cassazione; 2015: Mario Bozzo, presidente Fondazione Carical; 2016: Francesco Smurra, ex senatore della Repubblica. 2017: Renato Pastore, amministratore delegato Gruppo Sirfin; 2018: Vittorio Giuliani, imprenditore impegnato nel settore del legno-arredo; 2019: Francesco Savino, vescovo di Cassano allo Jonio; 2020: Raffaele Bruno, primario di malattie infettive al Policlinico San Matteo di Pavia; 2021: Alfonso Guido, responsabile area di governo chief cost management officer di Intesa Sanpaolo; 2022: Ottavio Cavalcalti, già ordinario di storia delle tradizioni popolari presso l’Unical; 2023: Antonella Veltri, presidente DiRe, Associazione delle Donne in Rete contro la violenza.

Al Presidente Nicola Paldino, riconfermato nella carica di Presidente della BCC Mediocrati, sono stati rivolti gli auguri di buon lavoro ad opera dell’Associazione Internazionale “Amici dell’Università della Calabria”, quale “socio onorario” in virtù del conferimento della laurea “Honoris Causa” in Economia dell’Università della Calabria. (fb)                                           

A Trebisacce inaugurato un nuovo sportello della BCC Mediocrati

di FRANCO BARTUCCI – Con una sontuosa cerimonia è stata inaugurata a Trebisacce, sullo Jonio, in via Giotto n. 6, la nuova filiale della BCC Mediocrati.

Alla cerimonia di inaugurazione, con il Presidente Nicola Paldino e il direttore generale, Rosario Altomare, hanno partecipato il commissario prefettizio del Comune di Trebisacce, dott.ssa Eufemia Tarsia, e il Vescovo di Cassano allo Jonio, Mons. Francesco Savino.

Per la Banca erano presenti i vice presidenti Olga Ferraro e Michele Aurelio, con i vice direttori Stefano Morelli e Gabriella Pastore e molti dipendenti e soci. Ha partecipato alla cerimonia anche la presidente della Mutua Mediocrati Sant’Umile, avv. Mara Paone.

Dopo il simbolico taglio del nastro, da parte della dott.ssa Tarsia, il Vescovo di Cassano Jonio, Mons. Francesco Savino ha benedetto i locali e tutti i presenti, riservando su tutti i convenuti ed in particolare sul presidente Paldino, parole di apprezzamento ed incoraggiamento a tutelare lo sviluppo del territorio e contestualmente la comunità con un occhio di riguardo allo stato occupazionale dei giovani. Dato il rapporto di amicizia intercorso negli anni con il presidente Paldino, il presule ha riconosciuto meriti e capacità gestionale alla Banca nel saper mettere in pratica una grande qualità, quella dell’ascolto per capire quali sono i bisogni del territorio ed organizzare risposte di senso nei confronti delle esigenze della propria clientela nel contesto del territorio che viene servito.

Nel ringraziare il Vescovo Monsignor Savino, il presidente Paldino nel prendere la parola ha tenuto a dire: «Trebisacce è un centro di riferimento per una vasta area che intendiamo servire al meglio, sia in termini bancari, come dimostra questa filiale ampia ed evoluta, sia in termini di assistenza e welfare, attraverso la neocostituita Mutua Mediocrati per clienti e soci».

«Noi metteremo tutto il nostro impegno – ha aggiunto – per far crescere l’affezione verso questa banca in modo da assistere tutto l’alto Jonio che ha in Trebisacce il punto centrale e strategico. Non possiamo dimenticarci che siamo banca di comunità e la nostra missione è servire le istituzioni, gli enti comunali, le associazioni presenti sul territorio nelle loro aspirazioni».

Il presidente Paldino ha, poi, ricordato il prossimo appuntamento del 5 maggio, quando si svolgerà a Rende l’Assemblea ordinaria e straordinaria della Banca e si potrà conoscere in dettaglio il cammino compiuto in questi anni sul territorio di competenza. (fb)           

Al presidente BCC Mediocrati Nicola Paldino il Premio della Pro Loco di S. Vincenzo La Costa

di FRANCO BARTUCCI – Il Presidente della BCC Mediocrati di Rende, Nicola Paldino, ha ricevuto dalla giovane quanto attiva Pro Loco di San Vincenzo La Costa PS la tessera di socio onorario della stessa Associazione deliberata all’unanimità dal Consiglio, su proposta del Presidente, Giovanni Terzo Pirri.

 A consegnare la targa di socio onorario al Presidente Nicola Paldino è stato il Presidente della stessa Pro Loco Giovanni Terzo Pirri, che si è dichiarato onorato del conferimento della targa di Socio Onorario, come prevede lo stesso Statuto, ad una figura che si è distinta a sostegno dell’Associazione fin dal primo momento quando nel 2020 concesse in comodato d’uso gratuito parte degli ambienti in cui negli anni precedenti era considerata la sede della BCC di San Vincenzo La Costa e quindi Banca di Sviluppo.

La disponibilità di tali ambienti, grazie ad una convenzione sottoscritta con la Biblioteca Nazionale di Cosenza, ha consentito la creazione di una valente Biblioteca Pubblica divenuta vanto e riferimento della popolazione del posto e non solo grazie all’impegno della presidente della direttrice, Concetta Serpe, e della sua vice, Assunta Greco; nonché di Angela Gioffrè, responsabile SBN e direttore eventi, che si avvale della collaborazione di Roberta Gentile, delegata della Pro Loco. Una Biblioteca che raccoglie al suo interno finora circa settemila e cinquecento volumi e numerose riviste, nella stragrande maggioranza dati in dono da vari cittadini del territorio.

Grazie, quindi, alla particolare sensibilità e vicinanza espressa in questi ultimi tre anni dal Presidente Nicola Paldino e della BCC Mediocrati è cresciuta la Biblioteca e soprattutto la stessa Pro Loco di San Vincenzo La Costa che nel sostenere la stessa Biblioteca è stata in grado di sviluppare un programma di ricerca e promozione culturale utile a far crescere la “Conoscenza” nei propri soci e fruitori di tutte le iniziative culturali e sociali che vengono realizzate nell’arco degli anni.

Visto, quindi il grande supporto e vicinanza  mostrato nei confronti della stessa Pro Loco e della Biblioteca, il Presidente Giovanni Terzo Pirri, con orgoglio, ha consegnato al Presidente Nicola Paldino la targa n° 1 di Socio Onorario della Pro Loco di San Vincenzo La Costa P S, divenuta nel frattempo punto di riferimento regionale e nazionale grazie alle varie abilitazioni ottenute, come ad esempio il servizio civile universale per giovani, che ha consentito dal mese di luglio dello scorso anno a tre giovani del Comune di prestare servizio per un anno nella Biblioteca, regolarmente retribuito dal Ministero delle Politiche Sociali Giovanili.

Tutto questo mentre altri tre giovani sono stati individuati per subentrare, dal prossimo mese di luglio, nel servizio civile universale ai tre chiamati lo scorso anno che lasceranno con rimpianto, ma con tanta soddisfazione per la ricca e nutrita esperienza di lavoro fatta con gioia e passione. (fb)

Convenzione tra Multifidicofisan e BCC Mediocrati per sostenere le imprese nell’accesso al credito

Importante convenzione è stata sottoscritta tra Multifidicofisan e BCC Mediocrati, per sostenere le imprese e i professionisti calabresi nell’accesso al credito.

Nicola Paldino, Presidente della Banca, e Sandra Salemme, già Presidente di Confidi Professionisti e delegata per la Regione Calabria di Multifidicofisan, hanno sottoscritto l’accordo che permetterà a imprese e professionisti di effettuare investimenti aziendali e ottenere liquidità per pagamento fornitori e/o ripristino circolante grazie a finanziamenti a tasso agevolato rimborsabili in un periodo compreso tra 18 e 180 mesi.

«Sono soddisfatto dell’accordo firmato con Multifidicofisan – ha detto il presidente Paldino –. Se vogliamo dare una concreta mano d’aiuto a professionisti e imprese, specie le piccole e le piccolissime, è evidente che questa è la strada da seguire. E noi operiamo in tal senso. Da Bcc quale siamo, con profonda convinzione, nelle priorità della nostra agenda abbiamo le famiglie e le imprese».

«Desidero ringraziare la Bcc Mediocrati, una delle principali Banche di Credito Cooperativo del Sud Italia con 26 filiali – ha detto Salemme – e in particolare il suo Presidente. L’accordo sottoscritto permetterà davvero a tanti professionisti e  molte piccole e piccolissime aziende calabresi, di ottenere liquidità per realizzare progetti di sviluppo. Da parte del Confidi che mi onoro di rappresentare c’è, come sempre, la totale disponibilità verso gli imprenditori». (rcz)

La BCC Mediocrati celebra il 50° anniversario dell’Unical

La BCC Mediocrati celebra domani, sabato 19 novembre, alle ore 9,30, nella Sala De Cardona del Centro Direzionale di Via Alfieri, n° 19 di Rende, il 50° anniversario del primo Anno Accademico 1972/1973 dell’Università della Calabria, con l’inaugurazione dell’iniziativa “BiblioBanca”, con la presentazione del libro di Franco Bartucci L’Avventura di Andreatta in Calabria – Un Campus per competere nel mondo, pubblicato dalla Pellegrini Editore.

L’iniziativa è stata promossa dall’Associazione Internazionale “Amici dell’Università della Calabria”, con il patrocinio dell’Università della Calabria e la collaborazione della stessa BCC Mediocrati, quale occasione per consegnare al Presidente dell’Istituto Bancario, dott. Nicola Paldino, la pergamena di Socio Onorario dell’Associazione sopra richiamata, in virtù  della laurea “Honoris Causa” ricevuta nel 2019 in “Economia Aziendale e Management”  dal Dipartimento di Economia Aziendale e Scienze Giuridiche dell’Università della Calabria. 

La manifestazione si aprirà con gli interventi di saluto: del Presidente della BCC Mediocrati, Nicola Paldino; del Presidente dell’Associazione Internazionale “Amici dell’Università della Calabria”, prof Silvia Mazzuca; del Pro Rettore Delegato al Centro Residenziale dell’Università della Calabria, prof.ssa Patrizia Piro; mentre a parlare del libro e della figura del Rettore Beniamino Andreatta ed il ruolo ch’ebbe nell’avviare il primo anno Accademico 1972/1973 dell’UniCal saranno la prof.ssa Marta Petrusewic, docente UniCal in quiescenza ed Assessore alla Cultura del Comune di Rende. 

A presenziare e ricordare le motivazioni del conferimento della laurea “Honoris Causa” al Presidente della BCC Mediocrati, Nicola Paldino, ci sarà il prof. Franco Rubino, già Preside della Facoltà di Economia e Direttore del Dipartimento di Economia Aziendale e Scienze Giuridiche dell’Università della Calabria.

L’Associazione Internazionale “Amici dell’Università della Calabria”, con presidente la prof.ssa Silvia Mazzuca, oltre a conferire la pergamena di Socio Onorario della stessa Associazione al Presidente della BCC Mediocrati, Nicola Paldino, farà lo stesso con 81 dipendenti dello stesso Istituto Bancario, laureatisi all’Università della Calabria, consegnando loro una pergamena di “Merito e appartenenza”, quale segno di legame forte con la propria Università e con la Banca, garanzia del loro stato occupazionale.

A presenziare e salutare questi laureati UniCal ci saranno i Rettori: Rosario Aiello, Giuseppe Frega, Gino Mirocle Crisci, ed il Pro Rettore attuale, prof.ssa Patrizia Piro.  L’intera manifestazione sarà moderata da Federico Bria, segretario generale della BCC Mediocrati  (fb)

A San Vincenzo La Costa, BCC Mediocrati mette a disposizione della Pro Loco i locali della Cassa Rurale e Artigiana

di FRANCO BARTUCCI – Straordinaria iniziativa socio culturale a San Vincenzo La Costa, in provincia di Cosenza: su iniziativa della locale Pro Loco, congiuntamente con la Banca di Credito Cooperativo Mediocrati, diretta dal presidente Nicola Paldino, che ha messo a disposizione gratuita dell’Associazione alcuni locali della vecchia sede della Cassa Rurale e Artigiana di San Vincenzo La Costa,  trasformata successivamente in Banca di Credito Cooperativo e poi, dopo una fase di valutazione finanziaria/ fallimentare da Banca Sviluppo, acquisita lo scorso anno dalla Bcc Mediocrati, unitamente ad altre banche del territorio cosentino.

Una iniziativa che rende onore alla Bcc Mediocrati, in quanto ha consentito alla Pro Loco di San Vincenzo La Costa, dopo la chiusura dello sportello bancario, di utilizzare gli ambienti concessi come sede istituzionale dove svolgere le proprie attività sociali e culturali in un ambiente che ricorda un legame e una storia economica sociale molto importante per il territorio del Comune di San Vincenzo La Costa, e cioè la Cassa Rurale e Artigiana, una delle prime  fondate da Don Carlo De Cardona l’8 dicembre 1906, nell’abitazione del parroco La Valle ed 81 uomini, quasi tutti contadini del luogo.

Con la chiusura della Banca di San Vincenzo La Costa, da parte della Banca Sviluppo, insieme alle filiali di Dipignano, Pietrafitta, Tarsia, Schiavonea e Fagnano, il posto, peraltro nella piazza del paese, era divenuto di poca frequentazione anche per effetto della chiusura della Farmacia.

Con tale iniziativa torna a rianimarsi, anche perché troverà sede una Biblioteca Pubblica che la locale Pro Loco ha voluto ad ogni costo realizzare, grazie ad un partenariato con la Biblioteca Nazionale di Cosenza.

Nella sede centrale della Bcc Mediocrati, il presidente Nicola Paldino ed il presidente della Pro Loco di San Vincenzo La Costa, Giovanni Pirri, si sono ritrovati ed hanno firmato un’apposita convenzione che sancisce, appunto, il passaggio degli ambienti ad uso gratuito per come sopra evidenziato. La firma di questa convenzione fa pure seguito ad una stipula di protocollo d’intesa sui conti bancari e crediti, a condizioni speciali ai soci della Pro Loco di San Vincenzo La Costa.

«La Biblioteca diventerà sede di servizio civile e arriveranno ragazzi per l’alternanza scuola- lavoro –  ha dichiarato il presidente della Pro Loco, Giovanni Pirri –. Creeremo laboratori e, grazie ad un partenariato con la Biblioteca Nazionale di Cosenza, avremo la possibilità di formare  due giovani risorse. Avremo a disposizione volumi e riviste storiche che metteremo a disposizione della cittadinanza per studiare anche in video conferenza ed altro ancora».

La Banca, da parte sua, ha aggiunto anche una cospicua dotazione libraria in volumi di natura economica, dedicati ad aspetti storico culturali del territorio. Per questa iniziativa si stanno creando diverse azioni di interesse che la Pro Loco dovrà gestire con grande spirito di entusiasmo e partecipazione, peraltro già in fase di impostazione e lavorazione da parte del gruppo dirigenti e collaboratori.

In copertina, il presidente Pro Loco San Vincenzo La Costa, Giovanni Pirri, ed il presidente della Bcc Mediocrati, Nicola Paldino)