Il carnevale di Castrovillari diventa evento di interesse regionale

Il Carnevale di Castrovillari è stato riconosciuto come evento di interesse regionale. Nel corso della seduta del Consiglio regionale, infatti, è stata approvata la proposta di legge presentata dalla consigliera regionale Pasqualina Straface.

Giunto ormai alla 65° edizione, l’evento ha ormai una valenza storica indiscutibile e si colloca a buon diritto come uno degli eventi folkloristici più forti e sentiti della Regione e non solo. La più antica notizia di eventi pubblici realizzati a Castrovillari in occasione del Carnevale risale al 1635, mentre negli anni ’20 del 900 ha iniziato a strutturarsi come evento a cadenza fino ad arrivare alla prima edizione del Carnevale del Pollino e Festival Internazionale del Folklore progettata dalla Pro Loco di Castrovillari nel 1959. Da allora, grazie ad un lavoro importante, si sono svolte 65 edizioni, che hanno registrato quest’anno oltre 100.000 presenze di spettatori nell’arco dei 10 giorni di manifestazione.

Proprio per cercare di massimizzarne l’impatto sul territorio regionale in termini di marketing e flussi turistici l’Onorevole Straface ha avviato l’iter per il riconoscimento di evento storicizzato e di alto interesse, prevedendo che la Giunta e il Consiglio regionale concedano il patrocinio morale all’evento annuale realizzato dalla Pro Loco di Castrovillari, la promozione attraverso i siti istituzionali e altri strumenti divulgativi al fine di rendere efficace la promozione dell’evento a carattere regionale, nazionale e internazionale nonché il sostegno al Carnevale di Castrovillari con risorse regionali inserite nella “programmazione cultura” e risorse individuate nella programmazione nazionale e comunitaria.

«Lavorare per il territorio vuol dire cercare di valorizzare quanto più possibile nel modo migliore – ha dichiarato Straface – e il Carnevale di Castrovillari ha tutte le carte in regola per diventare attrattore territoriale e strumento turistico. Si tratta di un evento che ormai da più di mezzo secolo fa confluire decine di migliaia di persone nella città del Pollino e grazie al supporto garantito dalla Regione Calabria queste cifre e le conseguenti ricadute positive sul territorio sono destinate ad aumentare». (rrc)

Carnevale di Castrovillari, Straface: Laghi non ha colto lo spirito della proposta di legge

La consigliera regionale Pasqualina Straface, si è detta «rammaricata» che il consigliere regionale Ferdinando Laghi non abbia colto «lo spirito del disegno di legge regionale sul Carnevale di Castrovillari, che sarà riconosciuto e storicizzato».

Straface, infatti, ha coinvolto il consigliere regionale nella proposta di legge regionale sulla storicizzazione del Carnevale di Castrovillari, «nonostante sia un rappresentante delle opposizioni – ha spiegato – per questioni di senso di appartenenza territoriale e bon ton istituzionale. Mi sarei aspettata, piuttosto, un plauso ed invece ho avvertito solo critiche, che rispedisco al mittente».

«Rammarica dover constare – ha aggiunto – che il collega Laghi non abbia colto lo spirito della proposta di legge, da me sottoscritta insieme alla consigliera Katia Gentile ed all’assessore Gianluca Gallo. Innanzitutto abbiamo voluto riconoscere la manifestazione carnascialesca castrovillarese per come merita: un evento a carattere regionale che viene riconosciuto ufficialmente con una connotazione chiara, quella della storicizzazione, dopo oltre 60 anni, anche quale attrattore turistico e volano di sviluppo territoriale».

«Questo – ha continuato – consentirà attraverso un emendamento presentato di poter intercettare ed accedere a risorse regionali, nazionali e comunitarie che vanno ben oltre il finanziamento di 60mila euro inizialmente ipotizzato all’inizio dell’iter legislativo».

«L’emendamento – cita testualmente Pasqualina Straface – precisa che “La Regione Calabria sostiene il Carnevale di Castrovillari con risorse regionali inserite nella programmazione cultura e risorse individuate nella programmazione nazionale e comunitaria”. Dunque, nessun tipo di “penalizzazione per la città di Castrovillari” come afferma Laghi, perché con quell’emendamento la Pro Loco di Castrovillari che ne cura l’organizzazione, potrà attivare canali e attingere a fonti di finanziamento variegate, quindi non solo di carattere regionale, e soprattutto più rispondenti alle esigenze di un evento di questa caratura». (rrc)

TROPEA – Al sindaco Macrì il Premio Carnevale

Al sindaco di Tropea, Giovanni Macrì, è stato conferito il Premio Carnevale, nell’ambito della 65esima edizione del Carnevale di Castrovillari.

Il premio consiste in una maschera apotropaica del Maestro orafo crotonese Michele Affidato.

Un premio conferito in quanto il primo cittadino si è distinto per l’amore dimostrato alla sua città, di cui ha rafforzato la qualità della forza identitaria e distintiva. La valorizzazione intelligente della biodervisità, dell’enogastronomia e dei marcatori identitari, gli ha consentito di intraprendere un dialogo proficuo con tutti gli attori del territorio, sotto molteplici aspetti: l’eco-sostenibilità, la qualità e lo stile di vita, la riconoscibilità del brand, la visita di Tropea anche sotto il profilo del turismo esperienziale. Le numerose proposte di eventi di spessore nazionale ed internazionale gli hanno permesso di allestire una formidabile vetrina promozionale del “borgo dei borghi”, coniugando impegno amministrativo e manageriale con la passione civile e culturale.

Premiato insieme a Domenico Martire, docente esperto in tecnologia, appassionato di etnomusicologia, studioso dei canti tradizionali castrovillaresi; all’artista Anna Nigro, onorevole senatore accademico, dell’Accademia Internazionale Medicea di Firenze e al Presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, a consegnare il riconoscimento al Primo Cittadino che ha ringraziato la consulta scientifica della Pro Loco per l’indicazione, è stata il consigliere regionale Pasqualina Straface.

CASTROVILLARI (CS) – È in corso il Carnevale di Castrovillari

Fino al 1° marzo, a Castrovillari, è in programma il Carnevale di Castrovillari, giunto alla 64esima edizione e organizzato dalla Pro Loco insieme all’Amministrazione comunale.

«La 64esima edizione del Carnevale di Castrovillari si terrà, nel rispetto delle regole anti Covid, dal 24 febbraio al primo marzo, nel segno della Tradizione, accompagnata dalla storica maschera locale di Organtino, e, soprattutto, dei più piccoli, veri destinatari di questa manifestazione dopo le costrizioni e restrizioni vissute precauzionalmente a causa della pandemia» hanno il presidente e il direttore della Pro Loco, rispettivamente Eugenio Iannelli e Gerardo Bonifati.

Ad aprire la kermesse, l’incoronazione di Re Carnevale e la consegna delle chiavi della città, da parte dell’assessore Federica Tricarico.

Sono questi gli elementi su cui si muove la kermesse che propone opportunità solo da far crescere, mettere in rete e far conoscere.

«Sintesi – ha ricordato l’assessore Ernesto Bello – per essere, prestigiosamente, all’interno delle “strade” del turismo e protagonisti di quel modello di sviluppo sostenibile che è stato scelto con le popolazioni per affermare ruolo e funzioni degli antichi borghi, della cultura tra folklore, identità, costume, patrimoni storici e manufatti di cui il Carnevale di Castrovillari, con altri, è un portavoce di tutto rispetto per darne testimonianza».

«Con loro – ha spiegato l’amministratore – si onorano le peculiarità che persistono e vengono serbate all’interno del tessuto sociale: vero degno motore e principio dell’azione che dà energia, da quasi 13 lustri, all’iniziativa, vanto per Castrovillari e il Territorio come per la comunità che li connota, rendendo oggi nelle capacità, che s’implicano, il senso di quella volontà di ripresa e di rinascita che si sente nell’aria e allarga l’orizzonte, sostenendo ancora un’esperienza che include perché fatta di appartenenza alla propria Terra». (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Da Giovedì torna il Carnevale con la 64esima edizione

Dal 24 febbraio, a Castrovillari, torna il Carnevale di Castrovillari e Festival del Folklore, giunto alla 64esima edizione e organizzato dalla Pro Loco di Castrovillari in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

Una edizione, quella del 2022, che sarà dedicata ai più piccoli, che hanno sofferto di più la mancanza di socializzazione oltre che all’insegna della ripartenza.

Una ripartenza senza le sfilate all’aperto, i carri allegorici, i gruppi mascherati, che erano il cuore pulsante della manifestazione carnascialesca, una delle più importanti della Calabria citeriore.

Ad aprire la kermesse, il 24 febbrail, al Castello Aragonese, l’incoronazione di Re Carnevale e consegna delle chiavi della città.

L’evento sarà aperto al pubblico , con ingresso gratuito e Green Pass obbligatorio nel rispetto del Dpcm anti covid 19.
Domenica 27 Febbraio 2022 sarà la volta del 64° Carnevale dei Bambini che si terrà presso il Villaggio Scolastico. Per far in modo che la manifestazione possa essere vissuta appieno da tutti i bambini, nelle norme dettate del Dpcm, verrà replicata nella stessa mattinata.
Dalle ore 10 alle 11 e dalle 11,30 alle 12,30: Incoronazione di Re Carnevale, a seguire animazione con maschere, artisti da strada, giocolieri e clown. Aperta al pubblico, con ingresso gratuito e Green Pass obbligatorio nel rispetto del Dpcm anticovid19. Gli eventi saranno video ripresi da ARCA Communication.
«Il Carnevale 2022 come quello dello scorso anno, sarà sicuramente diverso dagli altri – ha sottolineato il presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli –. La pandemia da Covid-19, ha purtroppo, cambiato i connotati della festa più colorata e pazza dell’anno. Il divieto di assembramento e il rispetto del distanziamento sociale, non rendono possibile il tradizionale svolgimento del Carnevale ma, non è detto che le celebrazioni dell’evento debbano essere meno magiche, soprattutto per i più piccoli; questo è lo spirito che ci accompagnerà in questa edizione».
Rispetto allo scorso anno, dove il Carnevale è stato solo virtuale – ha sottolineato il direttore artistico della Pro Loco, Gerardo Bonifati –quest’anno faremo a meno dei cortei e delle sfilate ma, ritorneremo in presenza. Sicuramente non si può parlare di una festa alla quale eravamo abituati da oltre 60 anni ma, ritornare a vedere i bambini con i loro vestititi colorati, le mascherine, non più quelle chirurgiche, vedere nei loro occhi la voglia di leggerezza e di spensieratezza, ci riempirà il cuore nella consapevolezza di un domani migliore».
Anche quest’anno sarà l’Organtino la maschera tradizionale castrovillarese che accompagnerà l’edizione grazie all’opera dell’artista Anna Nigro. Lo scatto, la realizzazione e la grafica, del manifesto sono di Claudio Regina. La maschera di Organtino è stata realizzata dai professori Maura Bianchini e Mimmo Martire. Quest’anno è a metà , una metà con la mascherina e una senza, per sottolineare il momento storico che stiamo vivendo nell’attesa di vederla nella sua interezza, si spera il prossimo anno. (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Presentato il 62esimo Carnevale di Castrovillari

Dal 16 febbraio, la città del Pollino vivrà una grande festa, con la 62esima edizione del Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Foklore, che andrà in scena a Villa Bonifati fino al 25 febbraio.

Il cartellone degli eventi è stato presentato in conferenza stampa, alla presenza di Mimmo Lo Polito, sindaco di Castrovillari, Mimmo Pappaterra, presidente del Parco del Pollino, Gianluca Gallo, consigliere regionale, Fulvia Caligiuri, senatrice, Giuseppe Oliva, consigliere provinciale e Marcello Perrone, presidente della Fitp Calabria.

Ad aprire i lavori, Eugenio Iannelli, presidente della Pro Loco e Gerardo Bonifati, direttore artistico della Pro Loco, che hanno illustrato il cartellone degli eventi.

Tra gli eventi in programma, un focus dedicato alla Basilicata, dal titolo Giovani e lavoro a Sud: Calabria e Basilicata a confronto. Relaziona la giornalista e conduttrice televisiva Carmen Lasorella, mentre per quanto riguarda la danza, invece, è prevista la partecipazione del ballerino e attore teatrale Raffaele Paganini, che consegnerà la borsa di studio Carnevale in danza.

Come ogni anno, tantissimi i gruppi provenienti da tutto il mondo, che animeranno il Festival: per questa edizione, ci saranno il Brasile, Messico, Serbia, Slovacchia, India e Italia.

Ad arricchire il cartellone, mostre fotografiche e pittoriche, degustazione di piatti tipici, sport, musica all’aperto, serenate tradizionali, concerti etno-folk e visite guidate al Parco Nazionale del Pollino e nei suoi borghi.

Il Carnevale di Castrovillari è una tra le feste più importanti d’Itala, e anche tra le più antiche: risale, infatti, al 1635, quando venne rappresentata, dinanzi alla sede universitaria cittadina, in occasione dei riti carnascialeschi, la farsa teatrale dell’Organtino.

Organizzata, invece, dal 1959 dalla Pro Loco, la manifestazione è, ormai, quello che viene definito Il Carnevale della Calabria grazie all’imponenza dell’evento ed alle sue ininterrotte 60 edizioni.

Il programma

Il 16 febbraio, si parte alle 11.00 con Il Carnevale si presenta, animazione in piazza con la partecipazione degli alunni degli Istituti IIS “G. Garibaldi”, “A. Alfano”, “L. Da Vinci” e I.I.S.E. “Mattei/Pitagora-Calvosa”; alle 20.30, la sesta edizione del Galà delle Scuole. Nel corso dell’evento, sarà eletta la Madrina del Carnevale di Castrovillari. Presentano la serata Carlo Catucci e Sabrina Caparelli.

Il 17 febbraio, alle 20.30, al Teatro Sybaris, la prima serata di Scuole di Danza a confronto. Presentano Angelo De Vincenzi e Francesca Viceconte, il 18 febbraio, alle 15.00, al Teatro Sybaris, lo stage di danza a cura del Maestro Raffaele Paganini.

Alle 20.30, sempre al Teatro Sybaris, la seconda serata di Scuole di danza a confronto. Nel corso della serata, si svolgerà la decima edizione del concorso Borsa di Studio “Carnevale in Danza, che sarà assegnata dal Maestro Raffaele Paganini.

Il 19 febbraio, alle 15.00, al Teatro Sybaris, lo stage di danza del Maestro Raffaele Paganini, mentre alle 20.30, la terza serata di Scuole di danza a confronto e il Concorso Borsa di Studio “Carnevale in Danza”. Alla stessa ora, da non perdere AgGrappatevi a Pulcinella, una cena di degustazione di piatti tipici campani in abbinamento ai vini iGreco e alle grappe Cantine del Notaio a cura dei Sommelier dell’ISF International Sommelier Foundation.

Il 20 febbraio, alle 18.30, a Piazza Municipio, il Corteo di Re Carnevale e Quaresima con la presentazione della Maschera della Commedia Castrovillarese Organtino. Intervengono Leonardo Pandolfi e Martina Aloisio. Saluto di Organtino con Fedele Battipede. A seguire, il contrasto tra Re Carnevale e Quaresimo con la presentazione della Maschera della Commedia Castrovillarese Organtino e, infine, l’incoronazione di Re Carnevale e la consegna delle chiavi della città da parte del Comune di Mormanno.

Dopo la degustazione di piatti tipici, dal titolo AgGrappatevi a Re Carnevale, alle 21.00, al Rione Pontaniddo, la 18esima edizione del Concorso per Serenate tradizionali “Gianni Francomano”.

Il 21 febbraio, alle 20.00, al teatro Sybaris, il raduno dei gruppi fokloristici per bambini a cura della Fitp Provincia di Cosenza. A seguire, alle 21.30, a Via Roma, il concerto dei Stop and Sound, Castrum Sound, Folk N’Roll e Sona a Tarantella.

Il 22 febbraio, alle 9.00, all’IPSEOA, la terza edizione del Torneo di Carnevale, a cura della Rete di Scuole per la divulgazione del gioco degli Scacchi ReGis.

Alle 17.30, alla Libreria La Freccia Azzurra, la lettura animata del libro Il topo dalla coda verde di Leo Lionini; alle 21.00, a Piazza Municipio, al via il Festival Internazionale del Folklore con i gruppi folkloristici del Messico, Slovacchia, India, Serbia e Brasile.

Chiude la serata il Saturday Carnival Dance con dj Mirca Secret e la vocalist Lady Janny voice.

Il 23 febbraio, alle 10.30, a Piazza Municipio, il Carnevale dei Bambini – Parata della gioia, con animazione a cura di MOndo Magico. Presenta Anna Rita Cardamone. Alle 15.30, l’evento Quelli che aspettano… la sfilata. Presentano Carlo Catucci e Marianna Oliva. Alle 19.30, a Piazza Municipio, la Black Night con Vonn Washington, Janet Gray, Sherrito Duran.

Il 24 febbraio, alle 15.00, alla Palestra villaggio del I Circolo di Castrovillari, l’ottava edizione della Coppa Carnevale di Tennis Tavolo, a cura dell’Asd Tennis Tavolo Castrovillari. Contemporaneamente, allo stadio comunale “Mimmo Rende”, l’undicesima edizione del Torneo di Calcio Giovanile “Coppa Carnevale”.

Alle 17.00, alla Libroteca La Freccia Azzurra, la festa in maschera e, alle 21.00, al Teatro Sybaris, il Gran Galà del Folklore, con la partecipazione di tutti i gruppi folkloristici.

Il 25 febbraio, dalle 15.00 alle 21.00, tra Corso Calabria, Corso Garibaldi e Piazza Municipio, la Sfilata dei gruppi mascherati, carri allegorici e gruppi folkloristici. Alle 15.30, torna Quelli che aspettano… la sfilata e, alle 19.30, il Concorso Gruppi Mascherati e Carri Allegorici “Premio Franco Minasi” a Piazza Municipio.

Alle 20.15, la morte e falò di Re Carnevale, con Leonardo Pandolfi e Martina Aloisio. Saluto di “Organtino” con Fedele Battipede.

Chiude questa 62esima edizione i giochi pirotecnici.

Gli eventi collaterali

Alla Galleria d’Arte “Il Coscile”, si può visitare la collettiva fotografica La bellezza della Basilicata a cura di Giorgio Braschi, Maria D’Andria, Damiano Pipino e Rocco Verrascina; sabato 15 febbraio, alle 18.00, al Circolo dei Lettori #PollinoReaders, la presentazione della collettiva di pittura PitturiAmo la Basilicata a cura dell’Accademia Pollineana.

Sabato 22 febbraio, alle 10.30, all’Auditorium dell’I.I.S “Mattei-Pitagora-Calvosa”, l’incontro-dibattito sul tema Giovani e lavoro a Sud: Calabria e Basilicata a confronto. Relaziona la giornalista e conduttrice televisiva Carmen Lasorella.

Domenica 23 febbraio, alle 10.30, nella Sala Consiliare di palazzo del Municipio, l’ottava edizione del Concorso Artistico-Letterario “U monachiuddu, organizzato da Filomena Ferraro, dell’Accademia Pollineana, in collaborazione con i Club di Servizio Rotary-Kiwanis e Lions. L’evento è la cerimonia di premiazione dei lavori degli alunni, che si sono ispirati grazie alla lettura delle fiabe tratte dal libro Fiabe e favole in Basilicata quando di lì sono passate di Enzo Periello.

Sempre alle 10.30, al Teatro Sybaris, il 28esimo seminario di studi Demoetnoantropologici e la 20esima edizione del Concorso Scolastico “Premio Simet Bus Spa – Gioielleria Paponetti”, che prevede la lectio magistralis del prof. Enzo Vinicio Alliegro, ordinario di Discipline demoetnoantropologiche all’UniNa. (rcs)

RENDE – Presentato il calendario del 61esimo Carnevale

È stato presentato, a Rende, presso il Centro Direzionale Bcc Mediocrati, il manifesto del 61esimo Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore, in programma dal 24 febbraio al 5 marzo 2019.

La manifestazione è organizzata dalla Pro Loco in collaborazione  con la locale Amministrazione Comunale,  la Regione Calabria, il Parco Nazionale del Pollino, la BCC Medio Crati, la Gas Pollino , la Provincia di Cosenza, il MIBACT, la F.I.T.P., lo IOV, l’UNPLI,  il Comitato difesa consumatori, sostenuta da numerosi sponsor privati,  impreziosita da i brand A.C.T.  ( Ambiente, Cultura,Turismo) e Castrovillari Città Festival.

L’Organtino, maschera seicentesca, sarà il volto di questo Carnevale, che «sarà la colonna portante intorno al quale gireranno tutti gli eventi della manifestazione».

«Da questa maschera – ha sottolineato il direttore artistico Gerardo Bonifati – di cui si hanno notizie già dal 1635 attraverso Cesare Quintana e realizzata dai professori Martire e Bianchini, cercheremo di creare un “brand” per supportare la manifestazione».

Il Carnevale di Castrovillari, grazie al riconoscimento del Touring Club, è entrato a far parte dei “Carnevali più belli d’Italia”, riconosciuto dal Mibact alla pari dei grandi carnevali storicizzati di grandissimo prestigio come Viareggio, Venezia, Putignano, Sciacca, Cento etc. e, da quest’anno, la manifestazione, organizzata dalla Pro Loco di Castrovillari è entrata a pieno titolo nei grandi eventi storicizzati della Regione Calabria.

PRESENTATO IL MANIFESTO DEL 61° CARNEVALE DI CASTROVILLARI

Un tassello importante per gli organizzatori, una significativa ripresa dell’attenzione sulla cultura a favore di iniziative di valorizzazione di tradizioni, saperi ed espressioni artistiche, a tutto vantaggio del territorio calabrese e di chi opera nel campo della promozione della cultura segno.

«Una Calabria – ha dichiarato il sindaco Mimmo Lo Polito  – che sicuramente vuole affermarsi per quelle che sono le cose positive ma segno di un’attenzione che la Regione, ha in tutte quelle manifestazioni che mettono in luce le caratteristiche, le peculiarità, le capacità, le maestranze».

«Il carnevale – ha proseguito il sindaco Mimmo Lo Polito – è, per l’intera Calabria, una di quelle manifestazioni su cui puntiamo molto e dimostreremo che il trend è più che positivo e che la crescita è notevole».

Giovedì 21, presso Villa Bonifati di Castrovillari, la presentazione ufficiale del cartellone.

Tra gli eventi previsti, l’incoronazione di Re Carnevale, protagonista dello spettacolo teatrale realizzato da Scena Verticale, in programma il 28 febbraio, la premiazione di Francesco Samengo, presidente nazionale Unicef, e dell’imprenditore Filippo Callipo, con le creazioni del Maestro orafo Michele Affidato.

Ancora, domenica 3 e martedì 5 marzo, le immancabili sfilate, che vedranno alternarsi oltre due mila figuranti, e la Sirinata d’a Savuzizza, l’antico rituale del giovedì grasso, che vedrà gruppi mascherati suonare di casa in casa.

«Ci auguriamo – ha dichiarato Eugenio Iannelli, presidente della Pro Loco – di toccare i numeri dello scorso anno, e di far conoscere questa realtà anche a chi arriva dalle altre regioni».(rcs)