Capodanno a Crotone, Confcommercio incontra il Comune

Confcommercio Crotone ha incontrato il Comune per avviare il confronto a tutela degli operatori commerciali in vista del Capodanno nella città Pitagorica.

Da parte del Comune, infatti, è stata data piena disponibilità in base alle proprie competenze, a contemperare le esigenze degli operatori coniugando le loro esigenze con quelle legate all’organizzazione di un evento “straordinario” quale quello de “L’anno che verrà”.

Nonostante sia pacifico che tutte le autorità coinvolte prevedano ogni adempimento tecnicamente necessario alla buona riuscita dell’evento, al contempo occorre agire secondo criteri di equilibrio e bilanciamento dei vari interessi coinvolti. Confcommercio Crotone si fa portavoce di tutti quegli imprenditori che rappresentano una parte fondamentale del tessuto economico del nostro territorio, i quali non possono essere esposti a concreti rischi di natura economica a causa di un sostanziale blocco della città nei giorni più importanti dell’anno.

Un contesto così disagiato, inevitabilmente, carica di notevoli aspettative alcuni periodi dell’anno e tra questi quello natalizio è indubbiamente il più significativo: l’aria di festa illumina la città favorendo momenti di positiva condivisione e svago che, contestualmente, si traducono in potenziali incrementi delle vendite da parte dei commercianti, ovvero gli operatori di un settore, quale appunto il commercio e terziario in genere, che rappresenta il preminente fattore trainante del territorio crotonese.

Confermando il proprio compiacimento per un’iniziativa inattesa e carica di aspettative per la nostra città che, per una volta, viene messa nelle condizioni di esprimere le proprie potenzialità e contraddistinguersi, con rilevanza nazionale, quale territorio pronto a cogliere ogni opportunità idonea a sottolinearne l’identità storica e culturale, Confcommercio Crotone  auspica, come confermato nell’incontro, un ulteriore e costante confronto sulle azioni operative da intraprendere in relazione all’evento, onde adottare le soluzioni più adeguate a tutela interessi meritevoli, tutti, della giusta considerazione a beneficio del nostro territorio. (rkr)

Domani Confcommercio Calabria Centrale incontra e saluta il Procuratore Gratteri

Domani pomeriggio, a Crotone, alle 15.30, nella sede di Confcommercio, è in programma l’incontro dal titolo Percorsi culturali tra passato e futuro: incontriamo il procuratore Nicola Gratteri, organizzato da Confcommercio Calabria Centrale.

Alle ore 15 e 30 nella sede di Confcommercio Crotone, via Carrara 6, si terrà la conferenza stampa relativa alla presentazione della prima borsa di studio Dodò Gabriele. Interverranno il procuratore della Repubblica Nicola Gratteri, i genitori di Dodò Gabriele, vittima innocente di ‘ndrangheta ucciso a soli 11 anni, Giovanni e Francesca Gabriele, il presidente di Confcommercio Calabria Centrale nonché presidente Cciaa Catanzaro, Crotone, Vibo Valentia Pietro Falbo, il direttore Confcommercio Calabria Centrale Giovanni Ferrarelli, il presidente di Confcommercio Crotone Antonio Casillo, la presidente dell’associazione Mutamenti Patrizia Pagliuso, il provveditore agli Studi Luciano Greco.

Alle 16, al Cinema Teatro Apollo, Gratteri converserà con il giornalista e direttore di Esperia Tv Salvatore Audia e risponderà alle domande degli studenti della scuole di Crotone. Ad introdurre l’evento sarà il direttore di Confcommercio Calabria Centrale Giovanni Ferrarelli, seguito dal presidente di Confcommercio Crotone Antonio Casillo e dal presidente di Confcommercio Calabria Centrale nonché presidente Cciaa Catanzaro, Crotone, Vibo Valentia Pietro Falbo. (rkr)

A Confcommercio Crotone l’iniziativa “Legalità ci piace”

Si intitola Legalità ci piace, l’iniziativa, giunta alla decima edizione, di analisi, denuncia e sensibilizzazione sulle conseguenze dei fenomeni criminali per l’economia reale e per le imprese, di Confcommercio. Nella sede di Confcommercio Crotone si è svolta, per l’occasione, un incontro/dibattito sul tema della legalità che ha visto la preziosa partecipazione del Procuratore della Repubblica Giuseppe Capoccia e del Primo Dirigente della Questura di Crotone, Salvatore Montemagno che, in una sala gremita di giovani, hanno dato vita ad un costruttivo e suggestivo confronto sulle diverse tematiche della legalità.

Dopo gli interventi di apertura delPresidente di Confcommercio Crotone, Antonio Casillo e del Direttore di Confcommercio, Giovanni Ferrarelli il Procuratore Capoccia ed il dottor Montemagno hanno risposto alle diverse domande poste dagli studenti del Liceo Classico Pitagora e dell’Istituto Donegani di Crotone con i quali sono entrati subito in sintonia, ricorrendo ad aneddoti ed esperienze personali, mirate a trasmettere l’importanza di intendere e perseguire la legalità anche nei piccoli gesti della quotidianità.

«Le iniziative che coinvolgono i giovani – ha dichiarato il Procuratore Capoccia – rappresentano sempre occasioni utili, perchè investire sulla loro formazione e sulla loro cultura significa investire sul futuro della nostra comunità. È importante far comprendere che la legalità non riguarda solo i grandi eventi di criminalità che fanno cronaca, ma si costruisce attraverso i piccoli gesti della quotidianità; il rispetto delle regole rappresenta il presupposto indispensabile affinché ognuno possa avere l’opportunità di una realizzazione personale e la collettività possa, di conseguenza, vivere felicemente».

«La Questura di Crotone – ha dichiarato il dottor Montemagno – ha colto con piacere l’inviato a partecipare a questa iniziativa perché consapevole che parlare ai giovani di legalità e rispetto delle regole è fondamentale per la costruzione di un futuro migliore: una società sicura per la comunità si crea solo con la piena sinergia tra le forze dell’ordine, le istituzioni, la scuola e tutte le parti sociali».

«Siamo felici ed onorati della presenza del Procuratore Capoccia e del Dirigente Montemagno a questo incontro nel quale abbiamo voluto coinvolgere gli studenti – ha commentato il Presidente Casillo –. Queste iniziative rappresentano una risposta concreta alla necessità di diffondere, soprattutto nei giovani, la cultura della legalità. I fenomeni illegali, infatti, – alterano la concorrenza, comportano la perdita di fiducia degli operatori e la diminuzione degli investimenti. Questi fenomeni impattano pesantemente sul sistema economico-sociale, fanno chiudere le imprese oneste, fanno perdere posti di lavoro, non tutelano i consumatori, riducono la sicurezza pubblica e naturalmente alimentano la criminalità organizzata».

«L’attività di Confcommercio per il contrasto alla criminalità – ha dichiarato Giovanni Ferrarelli – si articola su due filoni paralleli ma strettamente collegati fra di loro: la sicurezza, intesa come iniziative per la tutela delle imprese e degli imprenditori rispetto alle attività criminali e violente, e la diffusione della cultura della legalità e dei valori del vivere civile. In quest’ottica, attraverso questa iniziativa e, soprattutto, grazie alla preziosa partecipazione del Procuratore Capoccia e del Dirigente Montemagno abbiamo voluto dare un contributo concreto all’esigenza di investire sulla formazione dei giovani per far comprendere concretamente l’importanza di vivere in un contesto di rispetto della legalità».

Hanno preso parte all’iniziativa anche Maurizio Principe dell’Associazione È Solidarietà e Cristina Perri, nuovo Presidente del Gruppo Terziario Donna di Confcommercio Crotone, oltre ai docenti Antonella Manica, Franceschina Gentile e Giuseppe Scutellà.

Al termine dell’incontro sono state consegnati due riconoscimenti al Procuratore Capoccia ed al Dottor Montemagno per il costante impegno nella tutela della legalità sul territorio crotonese.

Durante l’incontro, inoltre, è stato effettuato un collegamento in streaming con Confcommercio Nazionale attraverso il quale sono stati presentati i dati dell’analisi dei fenomeni criminali per l’economia reale e per le imprese. (rkr)

Nuovi mezzi Akrea, il presidente di Confcommercio Crotone Casillo all’attacco del sindaco Voce

Il presidente di Confcommercio Crotone, Antonio Casillo, all’attacco del sindaco della città Vincenzo Voce.

«Confcommercio Crotone esprime il proprio rammarico a seguito di alcune esternazioni rilasciate dal sindaco Voce, attraverso le quali il primo cittadino, in occasione dell’inaugurazione dei nuovi mezzi di Akrea, punta il dito verso le attività commerciali della città lasciando intendere una loro diretta responsabilità in merito ad uno scorretto conferimento dei rifiuti differenziabili, annunciando, con toni perentori, rigidi controlli con conseguente chiusura delle attività non in regola», dice il presidente Antonio Casillo.

«Ancora una volta, nostro malgrado – continua la nota – ci troviamo a dover difendere, e questa volta proprio dal primo cittadino, quegli imprenditori che rappresentano una parte fondamentale del tessuto economico del nostro territorio e che, grazie alle proprie attività, permettono a tanti giovani di lavorare e di creare famiglie senza essere costretti a lasciare la nostra città. È evidente che qualcosa in precedenza non abbia funzionato e, pertanto, si voglia migliorare la situazione attuale; in considerazione di ciò i proprietari di attività commerciali, anche attraverso la nostra associazione, si sono sempre dimostrati aperti al confronto e collaborativi anche in merito ad attività che hanno visto il coinvolgimento dell’Akrea stessa, come quello che ha portato l’introduzione di raccoglitori per la raccolta differenziata all’interno delle vie del centro storico».

Dice ancora il presidente dei commercianti pitagorici: «Non vogliamo credere che l’esternazione del sindaco rappresenti un modo di individuare un capro espiatorio riguardo ad attività istituzionali che non raggiungono gli obiettivi sperati, ma preferiamo pensare che si sia trattato di una meno grave distrazione dialettica. Siamo certi che si possano evitare atteggiamenti che provocano attriti tra le parti sociali e che si debba, al contrario, predisporre una costante ricerca del confronto, della collaborazione, della concertazione, al fine di individuare percorsi virtuosi da intraprendere tutti insieme e con un obiettivo condiviso».

«Per questo motivo invitiamo il sindaco Voce a stimolare, in tempi brevi – conclude la nota – momenti di incontro tra le parti sociali nei quali potersi confrontare, oltre che sulla questione della raccolta differenziata, anche su tutti i temi che riguardano l’assetto economico e sociale della nostra città, perché solo attraverso un atteggiamento di apertura e condivisione sarà possibile individuare ciò che è meglio per questa nostra Crotone». (rkr)

È nato il Gruppo Terziario Donna di Confcommercio Crotone

È nato il Gruppo Terziario Donna, creato da Confcommercio Crotone. La prima assemblea si terrà lunedì 27 marzo.

Lo ha reso noto Emilia Noce, vicepresidente della Camera di Commercio Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, nonché vicepresidente di Confcommercio Crotone.

«Abbiamo voluto creare il Gruppo Terziario Donna – ha detto Emilia Noce – con l’idea di istituire un’organizzazione rappresentativa delle imprenditrici associate al sistema Confcommercio, operanti nei settori del commercio, del turismo e dei servizi. Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio Polos, nella nostra provincia le “Imprese Femminili”, vale a dire quelle partecipate in prevalenza da donne (percentuale > al 50%), sono 4.268 e rappresentano il 23,65% del totale delle imprese. Partendo da questa forza imprenditoriale “in rosa” abbiamo deciso di creare un’organizzazione che potesse offrire servizi di assistenza, consulenza, formazione, informazione ed approfondimento a tutte le donne, imprenditrici o aspiranti tali».

«Si tratta – ha proseguito – di un’iniziativa importante per il nostro territorio e sono particolarmente felice dell’entusiasmo con il quale diverse imprenditrici hanno già deciso di aderire, tra le quali Patrizia Tufo, Bruna Arcuri, Rosanna Borza, Angela Vitale, Caterina Caccavari, Laura Camposano, Alberta Colacino, Rossella Lucà, Luciana Marino, Nadia Palermo, Cristina Perri, Alessandra Perziano e Rosaria Pulvirenti».

«Tante altre imprenditrici hanno richiesto informazioni per poter aderire e, a questo proposito – ha concluso – invito le donne titolari di imprese operanti nei settori del terziario a partecipare a questo progetto, contribuendo, così, a dare maggiore efficacia e forza rappresentativa a questo nuovo Gruppo Terziario Donna di Confcommercio Crotone». (rkr)

Confcommercio Crotone: Al via raccolta di libri per la “Biblioteca della Legalità”

Realizzare una Biblioteca della Legalità. È questo l’obiettivo del progetto di Confcommercio Crotone in collaborazione con le Associazioni È Solidarietà e MutaMenti.

Il progetto si inserisce nel percorso, intrapreso ormai da diversi anni da Confcommercio Crotone, di promozione e diffusione della cultura della legalità e di contrasto, attraverso azioni concrete, ai fenomeni più diffusi di criminalità.

Una biblioteca, dunque, che sarà aperta a tutti, ma rivolta in special modo alle scuole (con il coinvolgimento degli studenti di ogni ordine e grado), agli imprenditori e, grazie a specifici accordi, anche ai detenuti.

Si tratterà di una raccolta di documenti, saggi, romanzi, pubblicazioni, tutti incentrati su storie e testimonianze che abbiano la capacità di divulgare, attraverso la lettura, i principi di legalità e di giustizia, indispensabili per la crescita culturale, sociale ed economica del territorio.

«Confcommercio Crotone – si legge in una nota – ha già proceduto all’acquisto di diversi testi, ma avrebbe il desiderio di raggiungere un numero di volumi più consistente al fine di poter offrire una maggiore varietà di scelta e poter interessare e coinvolgere, di conseguenza, un numero sempre più elevato di utenti».

Con questa finalità Confcommercio Crotone ha avviato una campagna di raccolta di testi: tutti possono contribuire all’iniziativa offrendo anche solo un volume (anche usato) che, secondo la propria esperienza, si pensa non possa mancare in una biblioteca dedicata alla legalità.

Per informazioni relative alla raccolta ed al conferimento dei volumi è possibile contattare telefonicamente gli uffici di Confcommercio Crotone al numero 0962 20163 o, in alternativa, inviare una email all’indirizzo confcommerciokr@calcentrale.it

Prosegue l’impegno di Confcommercio Crotone per gli operatori del Centro storico

Prosegue l’impegno che Confcommercio Crotone ha assunto nei confronti degli operatori economici del Centro storico della città pitagorica.

L’Ente, infatti, ha stipulato un accordo con  Akrea e i gestori dei locali, allo scopo di rivitalizzare e riqualificare un quartiere che ha tutte le potenzialità per diventare uno dei luoghi più attrattivi della città.

Nei giorni scorsi Confcommercio Crotone ha distribuito, lungo i vicoli del centro storico della città, una serie di alberi natalizi e piante decorative al fine di portare un po’ di atmosfera natalizia anche nei suggestivi “stretti” ed in prossimità dei numerosi locali che animano le serate crotonesi.

Inoltre, qualche giorno fa, dando seguito agli incontri ed alle interlocuzioni intercorsi tra Confcommercio Crotone, Akrea e gli operatori del centro storico, sono stati consegnati ai gestori dei locali, in comodato d’uso gratuito, dei contenitori riservati alla raccolta del vetro e del multimateriale, che sono stati collocati in alcune aree preventivamente individuate e che gli addetti di Akrea provvederanno a svuotare a fine serata. (rkr)

A Crotone consegnato il Premio Confcommercio 2022

È stato consegnato, al Museo Pitagora di Crotone, il Premio Confcommercio 2022, promosso da Confcommercio Crotone. Una serata speciale, dunque, dedicata alla premiazione di imprese e delle personalità del territorio che si sono distinte per il loro impegno nei settori economico, civile, sociale e culturale.

L’evento, condotto da Antonella Marazziti, ha rappresentato un’importante occasione di unione delle forze positive del territorio in un piacevole susseguirsi di momenti carichi di emozione, culminati con il Premio alla Memoria al compianto Colonnello Mambor, “Uomo delle Istituzioni, esempio illustre di un alto senso del dovere e della giustizia, oltre che di spiccate umanità e sensibilità poste al servizio dell’intera comunità cittadina.”

Il premio è stato consegnato alla moglie Luana Guinicelli, accompagnata all’evento dal Capitano del Comando dei Carabinieri di Crotone Rossella Pozzebon.

Anche questa volta l’evento ha voluto mettere in evidenza l’importanza di fare rete, lanciando un messaggio di aggregazione e positività, partendo proprio dalla valorizzazione delle eccellenze e delle forze buone del nostro territorio.

Presente all’iniziativa, oltre ai numerosi rappresentanti di Confcommercio Crotone, anche il sindaco della città Vincenzo Voce. (rkr)

Premiati: Salute e Prevenzione
Dottor Enrico Ciliberto
Reparto Gastroenterologia Ospedale Di Crotone

Cultura e Impegno Sociale
Santo Vazzano
Presidente Consorzio Jobel

Impegno Civico
Giuseppe Trocino
Presidente E.N.P.A. Crotone

Diffusione della Cultura e valorizzazione dei luoghi
Paolo Cerrelli
Libreria Cerrelli

Premio Arte e Creatività
Franco Monea
Monea Arte Floreale

Impresa storica
Alfonso Russo – Bar Italia
Amedeo Fuda – Alimentari Fuda
Domenico Bonifazio – F.lli Bonifazio srl

Alla memoria
Col. Gabriele Mambor
Angelo Della Mura

Storicità e innovazione
Famiglia Primerano Battaglia
Lido Kursaal

Settore giornalistico
Antonio Gaetano
Direttore Responsabile CrotoneOK

Impegno sociale
Luca Greco
Cooperativa Kairos

Turismo e impresa femminile
Veronica Lombardo
Terrazza Aragonese – Salotto Aragonese

Impresa e memoria storica
F.lli Levato -Bar Levato

 

Sinergia tra Confcommercio Crotone e Arkrea per rivitalizzare il centro storico

Rivitalizzare il centro storico. E questo l’obiettivo di Confcommercio Crotone e Arkrea, i cui rappresentanti si sono  recati personalmente nel centro storico della città per incontrare i gestori delle attività che operano all’interno del quartiere.

Erano presenti il Presidente di Akrea, Antonio Bevilacqua, accompagnato dal dirigente Salvatore Frandina, il Vicepresidente di Confcommercio Crotone Luca Manica e il Direttore di Confcommercio Calabria Centrale, Giovanni Ferrarelli.

Obiettivo dell’incontro quello di lavorare in sinergia direttamente con gli esercenti per proseguire il percorso intrapreso nelle settimane precedenti di rivitalizzazione del centro storico anche attraverso una più efficiente organizzazione della fornitura e fruizione dei servizi gestiti da Akrea.

A questo proposito, nel corso dell’incontro, si è concordato che ad ogni locale del centro storico verranno forniti, in comodato d’uso gratuito, dei contenitori riservati alla raccolta del vetro e del multimateriale; contestualmente sono state individuate delle aree dove tali contenitori verranno posizionati a fine serata per il successivo svuotamento da parte del personale Akrea.

Successivamente, agli stessi locali, verrà attivata la raccolta differenziata dell’organico, con la fornitura di idonea attrezzatura.

Si tratta di un ulteriore risultato concreto, frutto dell’impegno e della sinergia nata tra Confcommercio Crotone, Akrea e gli operatori del centro storico, allo scopo di riqualificare e rigenerare un quartiere suggestivo e carico di storia che potrebbe diventare un luogo della città cruciale e maggiormente attrattivo. (rkr)