Gerace diventa un set cinematografico

di ARISTIDE BAVA – Da qualche tempo il “grande cinema” ha scoperto  la Calabria come luogo ideale per i set cinematografici. Ed è fuori di dubbio che in Calabria esistono località di notevole  impatto visivo atte a garantire anche alle grandi case di produzione la possibilità di offrire personaggi caratteristici e storie originali.

Una di queste è certamente Gerace, splendido borgo antico del retroterra della riviera ionica che fa anche parte dei “borghi più belli d’Italia” dove, appunto, nei prossimi giorni inizieranno le riprese di un film diretto da Cristiano Bortone, uno dei registi emergenti del cinema Italiano, già vincitore di un David di Donatello.

Il titolo del film è Il mio posto è quì, tratto dall’omonimo romanzo di Daniela Porto, apprezzata sceneggiatrice che collaborerà direttamente alla produzione del film. Abbiamo incontrato Cristiano Bortone a Siderno all’interno del Cinema Nuovo dove il regista aveva portato sua figlia, la piccola Margherita, a vedere un cartone animato appena uscito ovvero Mummie – A spasso nel tempo.

E proprio a Siderno il regista si trova perché la città è sede della “Obiettivi creativi casting” fondata dal sidernese Lele Nucera, che ha selezionato numerose comparse che prenderanno parte alla produzione, Cristiano Bortone sta mettendo a punto tutte le incombenze prima di dare l’avvio alle riprese del film.

Nella location di Gerace sono stati scelti attentamente alcuni spazi dove saranno ricostruite ambientazioni legati al periodo in cui si svolte la storia del lungometraggio. Il film narra, infatti,  una storia ambientata in Calabria negli anni 40 e racconta di una amicizia particolare  tra una ragazza madre e un organizzatore locale di matrimoni  con tutta una serie di situazioni che portano la ragazza a sfidare i pregiudizi della collettività per poi trovare  il suo posto nel mondo.

«È una storia forte – dice Cristiano Bortone – che certamente piacerà al pubblico . E abbiamo trovato  nella bellissima Gerace il posto giusto per girare  quasi tutte le scene del film che avrà, poi, una appendice anche in Puglia».

Cristiano Bortone, sul film non dice di più e rimanda ogni approfondimento alla conferenza stampa ufficiale che avrà luogo – ci anticipa – l’ 8 marzo a Gerace con la presenza anche di attori ed esponenti della Film Commission Calabrese che supporta il film. Ci tiene, però, ad evidenziare la bellezza della Locride e le pregevoli località che ha scoperto in questi giorni oltre soprattutto al “fascino” che ha scoperto a Gerace, «un luogo molto suggestivo  al quale deve essere dato il merito di essere stato conservato in maniera ideale». 

Una considerazione perfettamente azzeccata visti gli scempi che l’uomo ha fatto in molti dei borghi antichi di cui è piena la Calabria. Ma questa è un’altra storia. Adesso si attende la conferenza stampa e il primo ciak di Il mio posto è quì.  Cristiano Bortone, come si diceva ha vinto un David di Donatello, conquistato con il film Rosso come il cielo. Ha al suo attivo anche altri due film che hanno avuto un buon successo di pubblico ovvero Caffè e 10 regole per fare innamorare.

Il regista è nato a Roma nel 1968; è anche sceneggiatore e produttore cinematografico per la Orisa film che curerà, appunto, la produzione del film Il mio posto è quì. (ab)