CORIGLIANO ROSSANO – Domenica un incontro e una mostra per ricordare Franco Costabile

Domenica 21 aprile, a Corigliano Rossano, alle 18, all’Emporium Cafè, si terrà un doppio evento dedicato al poeta Franco Costabile, di cui ricorre il Centenario della nascita.

Una iniziativa organizzata dall’Associazione Culturale Aglaia, guidata da Anna Lauria, e patrocinata dal Comune di Corigliano Rossano, per ricordare il poeta lametino nato il 27 agosto 1924 nell’allora Sambiase, oggi Lamezia Terme. Il 14 aprile del 1965 si tolse la vita, aveva solo 41 anni. La sua opera, amata da Ungaretti, racconta di una Calabria sempre in bilico tra mutamenti e immobilismo, una terra bella e struggente, tra chiaroscuri e contraddizioni. Nei suoi versi racconta passione e rassegnazione di un’umanità dolente, aspirazioni e desideri della gente del Sud.

Il dibattito vedrà la partecipazione del  sindaco Flavio Stasi, dell’assessore alla Cultura, Alessia Alboresi, del direttore artistico del Comitato Costabile, Giovanni Mazzei, del filosofo e saggista, Raffaele Gaetano, del fotografo Luca Policastri e della presidente dell’Associazione Aglaia, Anna Lauria.  Seguirà, nei locali dell’ex Pescheria l’inaugurazione della mostra Fotografica Passi nella solitudine di Luca Policastri, visitabile fino al 1° maggio.

Oltre alla mostra si potranno ammirare audiovideo, installazioni e poesie. L’evento è stato inserito nel più ampio cartellone legato ai Fuochi di San Marco.

A Lamezia Terme si è costituito il Comitato per gli eventi celebrativi il coordinatore e direttore artistico, Giovanni Mazzei, ha invitato una serie di associazioni e realtà afferenti non solo al territorio cittadino ma attive a livello regionale e nazionale. Anche l’Associazione Culturale Aglaia di Corigliano-Rossano ha risposto all’appello, da qui la decisione di una iniziativa di spessore da tenere nella nostra città. Il primo evento “Con questo cuore troppo cantastorie”, si è svolto lo scorso gennaio presso il Teatro Franco Costabile di Lamezia Terme. Le poesie di Costabile sono state affidate alla voce della poetessa Anna Lauria, accompagnata dalla musica e dalle note del maestro Donato Parente.

«Una figura troppo spesso dimenticata quella di Franco Costabile e della sua Calabria, madre e matrigna, immersa in una natura che con la sua travolgente bellezza sublima ogni sopraffazione, ogni dolore – ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Alessia Alboresi – Sono orgogliosa che la nostra città renda omaggio a questo poeta e ai suoi versi nell’anno del centenario dalla nascita con una iniziativa di grande valore culturale per cui ringrazio Anna Lauria e l’associazione Aglaia». (rcs)

LAMEZIA – L’evento “La grande città”. Via arrivai una domenica d’estate”

Domani pomeriggio, a Lamezia, alle 18, al Teatro “Franco Costabile”, si terrà l’evento La grande città. Vi arrivai una domenica d’estate, organizzato dal Comitato per le Celebrazioni del Centenario del poeta Franco Costabile.

Gli scrittori Michele Caccamo e Pierluigi Cuccitto porteranno la loro esperienza e conoscenza per discutere e analizzare l‘ambiente culturale e letterario romano degli anni ’50-’60, concentrandosi sul circolo di intellettuali legato a Giuseppe Ungaretti e sulle produzioni poetiche di Franco Costabile. Caccamo, scrittore e poeta, è autore di libri tradotti in più di dieci lingue; è riconosciuto dal mondo della cultura araba come “Poeta della fratellanza”. Cuccitto, autore di vari libri, dai romanzi fantasy ai saggi storici, ha dedicato al Costabile la sua tesi in Storia dell’Editoria.

Una selezione di video e foto, oltre al focus di Katia Ruberto sulle riviste letterarie, impreziosiranno l’evento, che consentirà di approfondire la conoscenza del Costabile e di scoprire lati inediti dell’autore sambiasino. 

A condurre la conversazione, guidando il pubblico nella biografia e nel corpus letterario del poeta calabrese sarà Giovanni Mazzei, direttore artistico del Comitato FrancoCostabile100.

L’evento sarà arricchito dall’interpretazione delle poesie di Franco Costabile da parte dell’attore Dario Natale (Scenari Visibili; TipTeatro) e Domenico D’Agostino (Biblioteca galleggiante dello spettacolo), che daranno vita ai versi dell’artista in un modo unico e coinvolgente.  (rcz)

 

LAMEZIA – Successo per il primo evento per celebrare i 100 anni di Franco Costabile

È Con questo cuore troppo cantastorie che si è aperta, a Lamezia Terme, la rassegna dedicata ai 100 anni della nascita del poeta Franco Costabile.

L’evento, svoltosi lo scorso 25 gennaio, «è stato il cuore pulsante di un’esperienza straordinaria, un trionfo culturale che ha coinvolto la comunità con gioia e partecipazione», ha dichiarato il consigliere comunale di Fdi, Antonio Lorena, plaudendo al Comitato organizzatore che « propone di far conoscere e rendere onore alla figura e alle opere del Poeta Franco Costabile non solo nella nostra città e in Calabria, ma anche oltre i confini regionali».

«Il primo evento della rassegna “…con questo cuore tropicale cantastorie” – ha sottolineato – è stato un successo trionfale, partecipatissimo e impeccabilmente organizzato. Gli ospiti di eccezione hanno arricchito la serata, elevando le tematiche trattate ad altissimi livelli di qualità culturale.  Il pubblico numeroso, proveniente da diverse parti della Calabria, ha confermato il grande successo dell’iniziativa, sottolineando la profonda risonanza a livello locale e regionale. Inoltre, l’adesione di numerose associazioni testimonia l’entusiasmo e il sostegno della comunità».

«Un plauso speciale va ai ragazzi degli Istituti Comprensivi Nicotera – Costabile e Borrello – Fiorentino, che con il loro spirito vivace e appassionato hanno contribuito in modo significativo al clima gioioso della serata – ha concluso –. Il Centenario in onore del più importante Poeta calabrese del ‘900, dal “cuore troppo cantastorie”, prosegue con impegno e determinazione nei prossimi mesi, con l’obiettivo di mantenere un elevato livello di partecipazione e qualità culturale». (rcz)

LAMEZIA – Giovedì l’incontro “La prima rosa bianca”

Giovedì 23 gennaio, a Lamezia Terme, alle 18, al Teatro “Franco Costabile”, si terrà l’evento La prima rosa bianca.

La manifestazione apre la rassegna …con questo cuore troppo cantastorie, organizzato dal Comitato per le celebrazioni del centenario del poeta Franco Costabile e la direzione artistica di Giovanni Mazzei.

L’appuntamento si propone di esplorare il contesto storico e culturale in cui il poeta crebbe e si formò: la Calabria degli anni ‘20-’40. Saranno esaminati anche il rapporto con il padre emigrato in Tunisia e l’affetto con il preside Oreste Borrello.A dialogare sul tema saranno: Oscar Greco, storico e studioso della Calabria contemporanea, Giancarlo Costabile, docente di Pedagogia dell’Antimafia presso l’Università della Calabria e Raffaele Gaetano, filosofo e saggista lametino. 

A moderare l’incontro sarà Giovanni Mazzei, che per l’occorrenza presenterà alcuni contributi rari e poco conosciuti.

Durante la serata saranno lette le poesie di Franco Costabile, declamate per l’occasione dalla poetessa Anna Lauria e accompagnate dalla musica del Maestro Donato Parente. (rcz)

LAMEZIA – Si presentano gli eventi per il Centenario del poeta Franco Costabile

Domani pomeriggio, a Lamezia, alle 18, al Teatro “F. Costabile”, si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’avvio degli eventi organizzati dal Comitato Celebrazioni Centenario Franco Costabile per, appunto, il Centenario del poeta Franco Costabile.

Saranno discusse e presentate le varie iniziative portate avanti dal Comitato, oltre a illustrare gli eventi in programma. 

In special modo sarà presentato l’appuntamento di giovedì 25/01, che aprirà l’anno costabiliano. Saranno presentate, inoltre, le ultime associazioni che hanno sottoscritto il partenariato con il Comitato. (rcz)

Centenario del poeta Franco Costabile, a Cicala il reading “Per altri sentieri”

Nei giorni scorsi, a Cicala, al Catoio di Tonino Talarico, si è svolto il reading Per altri sentieri di Giovanni Mazzei.

L’evento è stata una preview di quello che sarà l’anno di eventi dedicati al Centenario del poeta di Sambiase, Franco Costabile.

Accompagnato alla chitarra da Franko Talarico, Mazzei, presidente dell’associazione Dorian – la cultura rende giovani e direttore Artistico del Comitato per le Celebrazioni del Centenario di Franco Costabile, ha presentato un reading coinvolgente e appassionante. L’occasione è stata propizia per approfondire e esplorare le vicende umane e poetiche di Franco Costabile, un autore che si rivela sempre incredibilmente attuale.

Il reading si è snodato lungo la vicenda biografica e poetica di Costabile, alternando analisi autoriale e letture di poesie. Temi poetici, critica letteraria e traumi familiari si sono intrecciati in un turbinio di emozioni, amplificate dalle poesie del talentuoso poeta calabrese e sublimate dagli intermezzi musicali. Questi ultimi hanno saputo esaltare e amplificare le suggestioni liriche e artistiche, creando un’atmosfera unica.

In due turni distinti e separati, per venire incontro alle esigenze di un pubblico numeroso e variegato, nel quale figurano anche i ragazzi di Terra Mater Cicala, Mazzei ha catturato l’attenzione degli uditori con la storia umana e artistica di Franco Costabile.

Con la sua produzione poetica e la sua vita, il poeta sambiasino rappresenta un patrimonio culturale che merita di essere valorizzato e ricordato; una figura della quale, secondo Mazzei, la Calabria deve con urgenza riappropriarsi. 

L’anteprima a Cicala è stata solo il primo capitolo di un anno ricco di eventi che celebreranno la sua eredità artistica e il suo impatto duraturo sulla cultura calabrese. Prossimo appuntamento giovedì 25 gennaio, al teatro “F. Costabile” di Lamezia Terme. (rcz)

LAMEZIA – Accordo tra IC Borrello Fiorentino e Comitato per i 100 anni di Franco Costabile

È stato sottoscritto tra l’Istituto Comprensivo “Borrello-Fiorentino” di Lamezia Terme, rappresentato dal dirigente scolastico Giuseppe Guida, e il Comitato per le Celebrazioni del Centenario di Franco Costabile, guidato da Tonino Sirianni, l’ing. Francesco Fagà e il consigliere comunale Antonio Lorena, un accordo per realizzare una rassegna di eventi per celebrare il Centenario del Poeta Franco Costabile.

Questa iniziativa, conforme a quanto previsto nel Piano dell’Offerta Formativa dell’Istituto, mira a promuovere la conoscenza del ricco patrimonio culturale e letterario locale.

L’obiettivo principale dell’accordo è favorire la cooperazione tra l’Istituzione scolastica Borrello-Fiorentino e il Comitato, promuovendo eventi per diffondere la conoscenza del poeta calabrese tra le giovani generazioni di studenti. Si intende consolidare l’identità culturale e il senso di appartenenza al territorio, potenziando le competenze civiche e sociali degli studenti attraverso lo studio approfondito dei testi di Costabile e tramite un’esperienza diretta delle sue suggestioni poetiche.

L’incontro è stato estremamente proficuo, con la programmazione di anteprime di manifestazioni culturali incentrate su Franco Costabile. Lo storico istituto sambiasino si è anche reso disponibile ad ospitare dibattiti e presentazione di tesi di laurea su Costabile nei locali della scuola, la quale è dotata di aule attrezzate per la promozione di eventi culturali e di un Bibliopoint diffuso. Questo partenariato rappresenta un importante sodalizio tra istituzioni, una sinergia che sarà fondamentale per l’attuazione di iniziative culturali significative.

Già a partire da gennaio 2024, avranno inizio i primi eventi dell’anno Costabiliano, segnando un importante punto di partenza per celebrare l’eredità culturale di Franco Costabile. (rcz)

LAMEZIA – È nato il Comitato spontaneo per il Centenario di Franco Costabile

È nato, a Lamezia Terme, il Comitato spontaneo per il coordinamento degli eventi celebrativi per il centenario di Franco Costabile, poeta nato a Sambiase il 27 agosto 1924.
Le realtà culturali e associative a capo del sodalizio sono Associazione Al Vaglio, Associazione Premio Franco Costabile, Associazione San Nicola, Movimento Dorian. La cultura rende giovani e Music Art Service.

Gli obiettivi del “Comitato celebrazioni centenario Franco Costabile” sono di organizzare e gestire una serie articolata di incontri, di vari genere e forma, a partire dall’anno corrente e per tutto il 2024, per celebrare, ricordare e fare conoscere a tutti una delle voci più intense e drammatiche del panorama letterario calabrese e italiano del Novecento. (rcz)

LAMEZIA РUn successo la seconda edizione de La R̻verie degli Ulivi

Un grande successo, a Sambiase di Lamezia Terme, la seconda edizione de La Rêverie degli Ulivi, l’iniziativa ideata e organizzata dal movimento culturale Dorian – La cultura rende giovani per celebrare il 96esimo anniversario della nascita del poeta sambiasino Franco Costabile.

Per la prima volta, sono state abbandonate le sedie dei convegni pomposi, per intraprendere un percorso tanto fisico quanto di conoscenza; sono state messe da parte le tribune autoreferenziali per calarsi nella realtà terrena e popolana dell’ispirazione e del sentimento poetico.

Sotto la guida di Giovanni Mazzei, presidente del movimento culturale ed esperto conoscitore della vita e dell’opera costabiliana, il folto numero di partecipanti è stato guidato in un percorso cognitivo e sensoriale, apprendendo i grandi dolori e i traumi che hanno condizionato l’esistenza del Costabile, e ricevendo anche le chiavi ermeneutiche per decifrare le immagini e i simboli della sua poetica.

Oltre ad ascoltare le vicende biografiche e critico letterarie, sono state lette le liriche raccolte nelle due sillogi che il Costabile ci ha lasciato: Via degli Ulivi e La Rosa nel Bicchiere. Le letture, come già avvenuto in altre iniziative di Mazzei, sono state totalmente spontanee, pescando a sorte da un sacchetto ricolmo di poesie. La prima lettura è stata eseguita dall’assessore alla cultura del comune di Lamezia Giorgia Gargano, intervenuta per un saluto. La casualità, forse guidata dallo spirito del Costabile, ha voluto che a conclusione della camminata, proprio sotto la casa natale del giovane Franco, sia stata letta “Per altri sentieri…” la prima poesia che appare nella sua prima raccolta, con il simbolico verso conclusivo “sono questi gli orti/i confini per ricordarci”.

«Abbiamo voluto ricordare Franco Costabile percorrendo i suoi sentieri – ha dichiatato Giovanni Mazzei, ideatore della serata su Franco Costabile – rivivendo le sensazioni dell’antica Calabria cristallizzata nei suoi versi. È stata la prima volta che l’arte di un poeta è stata descritta mediante una passeggiata ma posso dire, vista la soddisfazione e la gioia dei numerosi partecipanti, che è stato un incredibile successo!».

Sorpresa della serata è stato il secret-concert organizzato all’interno dell’atrio Verdi di Sambiase. Una novità assoluta per il territorio di Sambiase, reso ancora più prezioso dalla cornice del centro storico sambiasino. Una volta condotti nel vaglio, i partecipanti hanno trovato ad attenderli i due maestri di chitarra classica Luca Laganà e Paolo Isabella, della scuola di musica Liuto.

La musica delle chitarre e le note eseguite dalle loro dita hanno intermezzato le letture dei componimenti più celebri di Franco Costabile, come Ultima Uva, Apologo, Il canto dei nuovi emigranti.

Una esibizione elegante e una declamazione asciutta, senza fronzoli, priva di tentativi di folklorizzazione della poesia costabiliana: le chitarre non accompagnavano le letture, ma cullavano i silenzi, consentendo all’uditorio di interiorizzare gli echi e le suggestioni di Franco Costabile, permettendo all’ascoltatore di ricevere e vivere la rêverie costabiliana, il sogno ad occhi aperti che il poeta calabrese ha saputo tramutare in imperitura sublime arte. (rcz)

BOVALINO: AL CAFFÈ LETTERARIO LA ROSA NEL BICCHIERE

21 luglio – Sarà presentato oggi, a Bovalino, alle 18.30, presso il Caffè Letterario “Mario La Cava”, il libro “La rosa nel bicchiere. La Calabria di Franco Costabile”.
L’evento è stato organizzato dal Caffè Letterario “Mario La Cava”, e prevede la presenza di Filippo D’Andrea, autore del libro “Franco Costabile. I tumori interiori di un poeta del Sud”, Giuseppe Gangemi, Francesco Giordano, e Antonio Mallamo.
Le letture sono a cura di Giulia Palmisano.
“La rosa nel bicchiere” è stata pubblicata da “Qualecultura” di Vibo Valentia, ed è una poesia di denuncia, che descrive l’epopea dei contadini meridionali, che partono con niente. (rrc)