Regione e Ufficio Scolastico regionale insieme per “La Calabria raccontata dai suoi scrittori”

Domani mattina, in Cittadella regionale, alle 10.30, la Regione Calabria e l’Ufficio Scolastico Regionale sottoscriveranno il protocollo La Calabria raccontata dai suoi scrittori, per promuovere lo studio degli autori calabresi all’interno delle scuole della regione.

Un accordo che sarà siglato in occasione della Giornata mondiale del Libro e a cui interverranno la vice presidente con delega all’istruzione, Giusi Princi, la direttrice dell’Ufficio scolastico regionale, Antonella Iunti, il presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso, e la scrittrice che ha fortemente sostenuto il protocollo, Giusy Staropoli Calafati.

Saranno inoltre presenti, Aldo Maria Morace, professore ordinario di letteratura italiana – Università di Sassari, Aldo Fiale, già presidente titolare di sezione della Corte Suprema di Cassazione, il presidente del Comitato di coordinamento e scientifico per le celebrazioni del Centenario dello scrittore Saverio Strati, Luigi Franco, e altri componenti, il fotografo Pino Bertelli e l’editore Francesco Mazza.

Parteciperanno la dirigente generale del Dipartimento istruzione, Maria Francesca Gatto, e e la dirigente del settore, Anna Perani.

Nel corso dell’incontro con la stampa sarà anche illustrato il volume Terzo Regno – Parole come pietre e luci, opera editoriale ideata per promuovere la lettura degli autori calabresi come Corrado Alvaro, Saverio Strati, Saverio Montalto, Francesco Perri e Mario La Cava, attraverso tre differenti narrazioni: brevi saggi, aforismi e fotografie. (rcz)

“La collina del vento” e “Gente in Aspromonte” scelti come libri dall’Unesco per la Giornata Mondiale del Libro

La collina del Vento di Carmine Abate e Gente in Aspromonte di Corrado Alvaro sono stati scelti dalla Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco tra i romanzi ambientanti nelle 20 regioni d’Italia per celebrare la Giornata Mondiale del Libro.

Si tratta di «una mappa del romanzo che attribuisce due libri a ciascuna regione con l’intento di legare la narrativa al territorio e stimolare l’interesse dei lettori».

La Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore nasce sotto l’egida dell’Unesco nel 1996 per promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la tutela del copyright. Il 23 aprile è stato scelto perché è il giorno in cui sono morti nel 1616 tre scrittori considerati dei pilastri della cultura universale: Miguel de Cervantes, William Shakespeare e Garciloso de la Vega.

Il libro e la lettura rappresentano un mezzo di approfondimento e di conoscenza, sono strumento di informazione e di apprendimento culturale, entrambi oggi indispensabili per superare le incertezze e le precarietà legate alla paura della globalizzazione, del cambiamento e del diverso.

La lettura, che consiste anche in un piacere ineguagliabile per gli appassionati, ci consente di entrare in mondi, vite e tempi diversi e ci dà la possibilità di avvicinarci a esperienze e realtà lontane dalla nostra, accrescendo così la nostra conoscenza e la consapevolezza di quanto il mondo che ci circonda sia poliedrico .

Per celebrare questa giornata la Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco ha stilato un elenco di libri ambientati nelle 20 regioni italiane: due libri per ciascuna regione con l’intento di legare la narrativa al territorio e stimolare l’interesse dei lettori.”

Per la Calabria, oltre al romanzo “La collina del vento” di Carmine Abate, edito da Mondadori, è stato scelto “Gente in Aspromonte” di Corrado Alvaro, Bompiani, 1931.

“La collina del vento” (vincitore del 50° Premio Campiello 2012) è uscita in numerosissime edizioni e attualmente negli Oscar 451 Mondadori, in tedesco, in giapponese e in albanese. (rrm)

TIRIOLO (CZ) – Si celebra la Giornata mondiale del libro

Dal 21 al 30 aprile, al Polo Museale di Tiriolo Antica, si terrà la prima edizione della Festa del Libro (e della Cultura che unisce i popoli), organizzato dal Comune di Tiriolo, l’Istituto Comprensivo “Giuseppe Guzzo” e il Polo museale di TirioloAntica, in collaborazione con la Biblioteca comunale di Tiriolo, Scherìa Comunità Cooperativa di Tiriolo, l’Universitas Vivariensis, la Cineteca della Calabria, la Pro Loco Tiriolo Terra dei Feaci e l’Associazione video-fotografica L’Obiettivo.

Nel programma  di questa grande festa, organizzata in occasione della 27esima Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, da giovedì 21 a sabato 30 aprile 2022 si parlerà di libri, di arte, fotografia, del nostro territorio e del nostro passato, più o meno recente.

Il Polo museale TirioloAntica, casa dei nostri antenati, sarà il luogo in cui ci incontreremo, ma alcune iniziative toccheranno vari punti del nostro paese. Convinti che lo scambio sia alla base di ogni civile convivenza, porteremo i libri in piazza per un bookcrossing (ScambiaLibro), per poter gustare e scambiarci la bellezza della lettura e della conoscenza.

All’interno del Museo un ampio spazio sarà dedicato alla fotografia e all’arte: Mario Greco, fotografo di Carlopoli, ci inviterà a guardare il mondo rurale attorno a noi con occhi diversi; mentre l’artista vibonese Antonio La Gamba esporrà le sue opere dall’eloquente titolo di Rinascita.

Un segnalibro realizzato da un suo bozzetto è il dono per chi visiterà le mostre: un San Giorgio che con la sua lunga lancia uccide il mostro della guerra. Un monito a guardare anche quello che succede intorno a noi, e poi non così lontano, se si pensa che alcune opere dell’artista ucraino Yury Kuku sono esposte nella Chiesa della Madonna delle Grazie. Un motivo in più per affermare che non esistono guerre giuste. Tutto questo lo faremo nella convinzione che la cultura del dialogo, dello scambio e della condivisione ci arricchiscono, ci uniscono e ci rendono parte della grande e unica famiglia umana. (rcz)