Cgil, Cisl e Uil Calabria in mobilitazione per chiedere la modifica della legge di bilancio

Cambiare la bozza della legge di bilancio. È l’obiettivo delle mobilitazioni di Cgil, CislUil Calabria, che hanno definito la legge «inadeguata a contrastare le diseguaglianze sociali, economiche, intergenerazionali e territoriali, che l’emergenza sanitaria ha acuito».

Dopo Villapiana( cantiere SS106), Crotone(Ospedale civile) e ieri a Gioia Tauro( Porto), i sindacati hanno organizzato tre assemblee a Reggio, Cosenza e a Vibo Valentia, dove si è discusso di lavoro, fisco e pensioni.

Angelo Sposato, segretario generale di Cgil Calabria, nel corso dell’assemblea a Vibo, ha sottolineato come «il Governo su fisco, pensioni, lavoro e giovani, Pnrr non da risposte adeguate al Paese ed alle fasce sociali deboli. Non si intravede una visione di sviluppo e crescita, il tema del Sud è marginale. La Calabria ha bisogno di interventi ed azioni concrete. È partito un confronto importante con la giunta regionale, auspichiamo che dopo i primi giorni non si ritorni a vecchi schemi corporativi del passato», mentre Tonino Russo, segretario generale della Cisl Calabria, da Cosenza ha rimarcato la necessità di cambiare la legge di bilancio «per lo sviluppo del territorio».

«È fondamentale – ha ribadito Russo – puntare sulla progressività e soprattutto sull’equità soffermandosi sul lavoro e sulla sua precarietà», e che è «necessario tagliere le tasse e formulare una riforma fiscale per alleggerire le tasche dei lavoratori e dei pensionati».

«Noi in Calabria  – ha concluso – abbiamo una realtà scollegata con il resto del paese per questo vogliamo che la spesa del Pnrr venga affrontata in un clima di confronto al fine di creare, in una terra come la Calabria, occasione di crescita, di sviluppo oltre che di lavoro e di dignità del lavoro». (rrm)

Scutellà (M5S): Nella legge di Bilancio decontribuzione per chi assume al Sud

La deputata del Movimento 5 StelleElisa Scutellà, ha riferito che, nella Legge di Bilancio, ci sono significativi interventi attraverso i quali tagliamo il costo del lavoro per le aziende che assumono al Sud».

«In particolare, ha spiegato – proroga della decontribuzione al 30% per chi assume al sud. Questo sgravio dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro viene esteso fino al 2029, con una riduzione del 30% fino al 2025, del 20% nel 2026-27 e del 10% al 2028-29; decontribuzione al 100% per chi assume under 35 fino al 2023. Le assunzioni che avverranno entro il 2022 nelle Regioni del Mezzogiorno beneficeranno di uno sgravio contributivo del 100% nel limite di 6mila euro l’anno per i primi quattro anni quindi per ogni nuova assunzione effettuata da un’impresa del Sud sarà possibile avere uno sgravio contributivo di 24 mila euro totali in quattro anni; decontribuzione al 100% per chi assume donne disoccupate al sud oltre ad un Fondo per l’imprenditoria femminile per la concessione di contributi a fondo perduto, finanziamenti agevolati e altri incentivi alle imprese condotte da donne».

«Le conseguenze della pandemia – ha concluso Elisa Scutellà – stanno mettendo in ginocchio aziende e lavoratori che erano già prima in difficoltà ed il Mezzogiorno, che ancora non aveva recuperato i livelli pre-crisi 2008 in termini di prodotto e occupazione, è stato ulteriormente penalizzato da questa epocale crisi economica. Il nostro impegno per il Sud continuerà ad essere sempre più incisivo per dare risposte concrete ed un diritto di rivalsa che non può più attendere». (rp)

Parentela (M5S): Con ‘Legge di Bilancio’ opportunità anche per aziende calabresi

Il deputato del Movimento 5 StellePaolo Parentela, ha informato che «sono in arrivo misure per oltre 100 milioni di euro al fine di sostenere e rilanciare il settore primario. Questi soldi daranno sostegno e benefici anche alle aziende calabresi che vi operano. Così le aiutiamo a mantenere la qualità dei loro prodotti e la loro capacità di impresa».

«Infatti sono stati approvati – ha spiegato il deputato del Movimento 5 Stelle – emendamenti con cui si destinano più di 70 milioni di euro ai ristori per le aziende agricole danneggiate dalle avversità atmosferiche e fitosanitarie. Inoltre abbiamo stanziato 10 milioni di euro a vantaggio della filiera apistica, brassicola, della canapa e della frutta a guscio.  Altri 10 milioni, sono stati indirizzati al fondo suinicolo per contributi integrali al fine di migliorare la misurabilità e l’accrescimento delle condizioni di sostenibilità nelle aziende zootecniche, di produzione e trasformazione della carne, cui si aggiunge la rideterminazione delle percentuali di compensazione Iva per le cessioni di animali vivi, bovini e suini».

«Ancora, ulteriori 10 milioni di euro vengono stanziati – ha continuato il parlamentare – per lo stoccaggio privato dei vini Doc, Docg e Igt certificati o atti a divenire tali, mentre 5 milioni di euro sono destinati al credito di imposta agli aderenti alle ‘Strade del vino’ per realizzare infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico. Inoltre, per la ricomposizione fondiaria vengono previsti 1,5 milioni di euro volti a sostenere le spese degli atti di trasferimento di terreni e pertinenze sotto i 5 mila euro».

«Un’altra importante novità – ha spiegato il parlamentare – è la creazione di ‘Granaio Italia’, cui viene destinato 1 milione di euro e che ha lo scopo di monitorare le produzioni cerealicole sul territorio nazionale. Non poteva mancare, poi, il sostegno al reddito dei lavoratori della pesca marittima, delle acque interne e lagunari per cui sono previsti 31,1 milioni di euro. Ancora, 6,5 milioni di euro sono previsti per il piano di stabilizzazione dei precari del Crea e per le indennità agli ispettori dell’Ispettorato repressione frodi. Non si tratta di soli ristori, ma di misure che consentono investimenti, pianificazione e programmazione a comparti del settore primario che hanno necessità di progettare il post Covid-19».

«Per il lavoro svolto, ringrazio tutte le forze politiche – ha concluso Parentela – e il sottosegretario alle Politiche agricole, Giuseppe L’Abbate, per il suo contributo costante nel raggiungimento di questi rilevanti risultati». (rp)