Tutto pronto per la due giorni di Galileo Editore che si terrà a Cosenza e Marano Principato

È tutto pronto per la due giorni di Galileo Editore che si svolgerà tra il 13 e il 14 aprile in due eventi patrocinati dai Comuni di Cosenza e Marano Principato.

Il primo giorno, sabato 13 aprile 2024 dalle ore 18, ci sarà la presentazione della graphic novel “È la sua strada” dell’autore vincitore per Grano 2023 Francesco Luccarelli presso il Museo del Fumetto di Cosenza. L’autore, dopo essersi aggiudicato il primo posto al contest ha lavorato con il team di sviluppo della casa editrice ed ha portato a termine la sua prima graphic novel.

“È la sua strada” è una storia autobiografica nella quale l’autore, Francesco Luccarelli, rivive le difficoltà vissute durante l’infanzia a seguito della dislessia. Incompreso da amici, docenti e genitori, un ragazzo dislessico, disortografico, disgrafico o discalculico tarda a comprendere i propri punti deboli e i punti forti non essendo in un’età che gli consente di poter affrontare il tutto da solo. Spesso fa difficoltà a seguire la strada che più lo rappresenta ma le testimonianze e il confronto possono aiutarlo a far accrescere la propria consapevolezza permettendogli di crescere e contribuendo a trasformare la società rendendola sempre più aperta alla comprensione delle unicità e, quindi, alla bellezza.

Il secondo giorno, domenica 14 aprile 2024, sempre dalle ore 18, ci sarà il vernissage della mostra fotografica collettiva “I fotografi di Phoco 2024” a cura di Marilena Morabito, che ospiterà i lavori dei vincitori del concorso fotografico Phoco 2023. La mostra si terrà presso la prestigiosa pinacoteca di Arte contemporanea “Pandosia” a Marano Principato (Cs).

Questa esposizione rappresenta un’opportunità unica per immergersi nell’universo creativo di tre talentuosi fotografi: Federica Balconi, Pierpaolo Maso e Stefano Milazzo. Ognuno di loro ha presentato progetti straordinariamente diversi, ma accomunati da una profonda ricerca tematica e da una maestria tecnica sorprendente.

Federica Balconi, vincitrice del concorso Phoco e autrice della sua prima fanzine d’autore, ci stupisce con un approccio unico alla fotografia digitale. Utilizzando il microscopio biologico come strumento, Balconi esplora la materia stessa, dando vita a immagini dalle forme strutturate e dai colori vividi. La sua tecnica innovativa ci invita a esplorare una nuova dimensione della fotografia, ricca di fascino e mistero.

Pierpaolo Maso, secondo classificato del concorso, ci porta invece nel cuore della vita di strada della città con le sue fotografie. Il suo lavoro ci trasporta in un universo cinematografico, dove ogni scatto è una storia da raccontare. Attraverso l’uso sapiente del filtro della nebbia e delle luci della notte, Maso ci regala immagini che catturano l’essenza stessa dell’attesa e della trasformazione urbana.

Il terzo progetto, firmato da Stefano Milazzo, ci conduce in un viaggio intimo e commovente attraverso la malattia della nonna. Attraverso una narrazione diretta e sincera. Milazzo ci svela il peso dell’essere malati di demenza, offrendoci uno sguardo privilegiato sull’esperienza di chi vive accanto a una persona affetta da queste malattie. Le sue fotografie sono un tributo alla forza dell’amore familiare, che persiste anche di fronte alla più grande delle sfide.

Nonostante le diverse tematiche affrontate, i progetti di Balconi, Maso e Milazzo convergono verso un unico concetto: l’“Attesa” Questa mostra è un invito alla riflessione e alla presa di coscienza, un’opportunità per contemplare la pazienza che ancora la fotografia ci permette di sperimentare in un’epoca di rapidi cambiamenti.

Nello stesso luogo alla stessa ora verrà presentata la fanzine d’autore “Inside” dell’autrice vincitrice per Phoco 2023 Federica Balconi. L’autrice, dopo aver vinto il contest nazionale, ha sviluppato il progetto completo, producendo così questo libro opera decisamente esperienziale.

“Inside” nasce dall’idea di valorizzare la perfezione e la bellezza delle immagini fotografiche realizzate tramite il microscopio dove, tramite questa visione infinitesima, l’autrice ritrova l’enormità di un mondo infinito, tra galassie e buchi neri. Così è riuscita, sin dalle prime sperimentazioni del 2015, ad entrare all’interno dei suoi soggetti fotografici creando poi dei polittici accostando la foto a dimensione reale a quella al microscopio creando questa visione profonda in una relazione invisibile. Quella di entrare dentro i soggetti è stata una vera e propria necessità dell’autrice, per, dice essa stessa, «vedere veramente». Tramite l’unione di arte e scienza ha racchiuso in questo progetto la sua personale visione della realtà, una realtà che troppo spesso ci condiziona nel guardare dal lato opposto e ciò ci ha condizionato e ci ha reso incapaci di vedere oltre, vedere noi stessi, la bellezza della natura, la sua trama, la nostra trama, i suoi colori, i nostri colori. (rcs)

Una mano sul cuore, 600 screening gratuiti in tre paesi delle Serre cosentine

La “Nuova Croce Azzurra” ha presentato i risultati del progetto sociale denominato “Una mano sul cuore”. 800 cittadini incontrati, 600 screening gratuiti effettuati, due Istituti scolastici coinvolti e tre paesi delle Serre Cosentine coinvolti. Si tratta di Cerisano, Marano Principato e Carolei.

Piena soddisfazione ovviamente da parte della presidente Maurizia Chiappetta che, con tanta emozione, ha voluto fortemente ringraziare la Regione Calabria che ha consentito la realizzazione del progetto e soprattutto i tanti volontari protagonisti delle giornate dimostrative. Insieme alla Nuova Croce Azzurra anche il sindaco di Cerisano Lucio Di Gioia che ha sposato appieno il concetto di collaborazione; il primo cittadino di Carolei, Francesco Iannucci, con la consapevolezza di creare momenti importanti per la collettività ed il vicesindaco di Marano Principato Angelo Roberto Bilotto che si è soffermato sull’importanza di formare più cittadini possibili per l’utilizzo dei defibrillatori, altrimenti mancherebbe un tassello importante dell’intera catena. Importante e fondamentale anche la partecipazione del dottor Sandro Ganzino, responsabile centro informazione Irc e del dottor Francesco Gallicchio, Dir. Cardiologo Asp Cosenza che hanno “accompagnato” le dimostrazioni, i corsi pratici e le fasi del progetto in ogni singolo appuntamento.

“Una mano sul cuore” ha avuto l’obiettivo di promuovere e tutelare la salute della popolazione ed ha inteso realizzare tale obiettivo in due modi: organizzando un programma di screening del rischio cardiovascolare finalizzato alla prevenzione attiva in parte della popolazione adulta dei tre territori comunali di Carolei, Cerisano e Marano Principato e diffondendo (in linea con le novità introdotte dalla legge 116 del 04 agosto 2021) l’installazione dei Dae automatici e semiautomatici sul territorio di riferimento e le nozioni base per il suo utilizzo da parte dei cittadini, secondo il motto “anche tu puoi salvare una vita”!, ha rimarcato Maurizia Chiappetta.

«Grazie ad un finanziamento della Regione Calabria con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (Fondi Adp 2019, 2020 e 2021) l’attività di screening è stata condotta nelle piazze dei comuni con cinque eventi informativo/pratici sul primo soccorso e sull’utilizzo dei Defibrillatori automatici realizzati ma abbiamo anche coinvolto gli Istituti comprensivi di Carolei e Cerisano-Marano Principato rivolte ai ragazzi delle scuole primarie di secondo grado. I ragazzi, circa 150, suddivisi in piccoli gruppi, seguiti dal Dott. Ganzino e dai volontari della Nuova Croce Azzurra che supporta il Suem 118 di Cosenza, hanno potuto cimentarsi con i manichini per il training ed a ritmo di musica hanno simulato su piccoli cuori di stoffa le compressioni toraciche e la rianimazione cardiopolmonare», è la considerazione della presidente. Alla fine della presentazione un brindisi augurale per tutti e la volontà di ripetere l’iniziativa al più presto. (rcs)

MARANO PRINCIPATO (CS) – Il convegno “La vita al tempo del digitale”

Domani pomeriggio, a Marano Principato, alle 17, nella Sala Convegni del Centro di Aggregazione Giovanile “Cesare Baccelli”, si terrà il convegno La vita al tempo del digitale, organizzato dall’Istituto per gli studi storici e col patrocinio del Comune.

Interverranno Giovannella Greco, prof. in quiescenza di Sociologia dei processi culturali dell’UNICAL, Domenico Mastroscusa, psicologo, Vincenza Costantino, insegnante e Domenico Talia, professore di Ingegneria Informatica dell’UNICAL.
Modererà il direttore del Quotidiano del Sud, Rocco Valenti.
Di grandissimi interesse ed attualità i temi trattati dai relatori: Onlife: temi e problemi di una inedita condizione esistenziale per Giovannella Greco; L’empatia nell’epoca digitale per Domenico Mastroscusa; Il valore pedagogico del teatro per gli adolescenti al tempo del digitale per Vincenza Costantino; Algoritmi, dati e persone: vite e macchine nel secolo digitale per Domenico Talia.
Negli stessi orari del convegno sarà anche aperta la Pinacoteca del C.A.G., che ospita una permanente delle opere di Cesare Baccelli e la mostra fotografica di Ivana Russo – nell’ambito della seconda edizione della Rassegna fotografica Scrittori di luce – dal titolo Requiem in quattro tempi, sulla tragedia di Cutro

MARANO PRINCIPATO (CS) – S’inaugura la mostra “Requiem in quattro tempi”

S’inaugura domani mattina, a Marano Principato, alle 11.30, nella Sala Convegni del Centro di Aggregazione Giovanile “Cesare Baccelli”, la mostra Requeim in quattro tempi della fotografa Ivana Russo.

L’evento rientra nell’ambito della seconda edizione della rassegna fotografica “Scrittori di luce”.

L’esposizione è un racconto fotografico sulla tragedia di Cutro all’indomani del naufragio sulle nostre coste, attraverso quattro momenti diversi di partecipazione collettiva.

All’inaugurazione, oltre all’autrice, partecipano Manuelita Scigliano e Ramzi Labidi dell’associazione Sabir, Domenico Bilotti, docente UMG, e Ibrahima Diop, Presidente della Consulta Intercultura di Cosenza.

La mostra si potrà visitare fino al 2 dicembre. (rcs)

MARANO PRINCIPATO (CS) – La mostra “8 e 9 – Piccolo compendio contro il malocchio”

S’inaugura domani, a Marano Principato, alla Pinacoteca del Centro di Aggregazione Giovanile “Cesare Baccelli”, la mostra 8 e 9 – Piccolo compendio contro il malocchio della fotografa Raffaella Arena.

L’evento rientra nell’ambito della seconda edizione della rassegna fotografica Scrittori di luce organizzata dall’Istituto per gli studi storici di Cosenza.

Interverranno l’autrice ed il prof. Giovanni Sole, storico e antropologo. La mostra si potrà visitare dalle 18 alle 20; sabato dalle 9.30 alle 12.30 e domenica dalle 10 alle 12.30. (rcs)

MARANO PRINCIPATO (CS) – Miss Italia incorona Miss Marano Principato

La quinta tappa di Miss Italia Calabria si è conclusa con la vittoria di Anna Chiappetta, Miss città di Marano Principato. Ecco chi sono le altre cinque finaliste: Anna Maria Andronache è Miss Rocchetta Bellezza (seconda classificata), Grace Melody Lento è Miss Framesi (terza classificata), Aurora Sanso è la quarta classificata, Jennifer Stella è la quinta classificata, Giorgia Perciavalle è la sesta classificata.

Nella serata di ieri, Miss Italia Calabria ha fatto tappa a Marano Principato, un incantevole borgo montano della Provincia di Cosenza, situato tra i maestosi Appennini che offre una vista panoramica sulla valle del Crati. Un’affascinante dualità tra mistero e storia documentata. L’enigma della sua possibile connessione con l’antica “Pandosia” continua a stimolare la curiosità di studiosi e appassionati, mentre la sua storia più recente narra di una comunità resiliente che si è sviluppata dopo il terremoto del 1638. Nell’attesa di risposte sulla sua origine ancestrale, Marano Principato continua a svelare i segreti del suo passato e a costruire un futuro luminoso sulla base delle fondamenta solide della sua storia.

Il territorio ha fatto da cornice alle selezioni del celebre contest nazionale che ha accolto numerose candidate provenienti da tutta la Regione. Miss Italia si conferma un concorso in cui la bellezza esteriore si fonde armoniosamente con la bellezza interiore, e dove i valori di collaborazione e amicizia tra le partecipanti rendono la sfida coinvolgente ed entusiasmante.

Miss Italia Calabria è molto più di un concorso di bellezza; è un’esperienza che celebra l’anima di una terra unica. L’iniziativa si impegna a valorizzare e promuovere la cultura e le tradizioni locali, invitando il mondo a scoprire le innumerevoli bellezze di questa Regione. Con eleganza, talento e personalità, ogni partecipante porta avanti l’orgoglio calabrese, contribuendo a far risplendere il suo fascino a livello nazionale.

La nuova stagione di Miss Italia Calabria è un viaggio attraverso la gloriosa storia del concorso, ripercorrendo i momenti indimenticabili dal 1939 fino ai giorni nostri. Gli sketch teatrali, messi in scena dalle allieve della Carli Fashion Academy sotto la guida di Francesca Marchese e con testi scritti da Carola Cesario, hanno portato sul palco la magia di ogni epoca. Le coreografie, curate dal corpo di ballo e coreografate da Lia Molinaro, hanno aggiunto una nota di grazia all’intero spettacolo. Il tutto è stato coordinato impeccabilmente dalla direttrice artistica Linda Suriano, esclusivista regionale di Miss Italia Calabria e titolare della Carli Fashion Agency.

La serata di Miss Italia Calabria ha conquistato il pubblico grazie al magnetismo e all’energia dei presentatori Andrea De Iacovo e Linda Suriano.

La musica è sempre stata una componente fondamentale delle tappe di Miss Italia Calabria e anche questa volta non ha deluso le aspettative. Sul palcoscenico, il pubblico ha assistito alle esibizioni canore di Serena Napoli e Mattia Ciranno.

Il sindaco del Comune di Marano Principato Giuseppe Salerno ha evidenziato con gioia che «Attraverso questa manifestazione portiamo il nostro Comune alla ribalta. Grazie ad eventi come questo stiamo cercando di far riscoprire luoghi importanti del nostro territorio, come piazza Annunziata che ha ospitato Miss Italia Calabria. Il periodo estivo è ideale per accogliere i cittadini di Marano Principato e non solo. Un’opportunità per far conoscere il territorio, raccontarlo e creare occasioni di incontro. Miss Italia Calabria è un bellissimo evento che ci consente di valorizzare ulteriormente Marano Principato. Ringrazio gli organizzatori e le attività commerciali del nostro territorio».

Lia Molinaro ha partecipato alla tappa di Marano Principato in doppia veste, in qualità di assessore allo Sport e alla Cultura Lia Molinaro e coreografa di Miss Italia Calabria: «Doppia veste e un’emozione doppia. Già lo scorso anno, è stato entusiasmante avervi a “casa mia”. Sono felice di poter far vivere ai cittadini quello che vivo insieme a tutto lo staff quasi tutte le sere. Miss Italia Calabria è diventata una bellissima famiglia e una realtà importantissima; un concentrato di opportunità. Ringrazio Linda Suriano perché tra difficoltà e sacrifici continua a portare avanti questo spettacolo da tanti anni. Inoltre, grazie alla Carli Fashion Academy, fortemente voluta da Linda, le ragazze iniziano questo percorso ed hanno la possibilità di coltivare il loro talento».

A proclamare la vincitrice della quinta tappa di Miss Italia Calabria è stata la giuria composta da: Giuseppe Salerno (sindaco di Marano Principato), Lia Molinaro (assessore allo Sport e alla Cultura di Marano Principato e coreografa di Miss Italia Calabria), Antonietta Cozza (delegata alla cultura del Comune di Cosenza), Pietro Molinaro (consigliere regionale), Francesco Molinaro (Mo.ro I-Tech Beauty), Saverio Molinaro (Molinaro assicurazioni), Daniele Spadafora (CosenzApp), Salvatore Garbato (truccatore delle dive), Annalisa Iuliano (assessore Politiche Sociali del Comune di Lago), Valentina Zinno (in rappresentanza della gioielleria Scintille per Miluna), Manola Federico (redattrice Cosenza Post), Giuseppe Pirillo (Framesi).

A seguito dell’incoronazione, Miss città di Marano Principato ha confessato di aver provato: «tantissime emozioni, soprattutto felicità. Non mi aspettavo la vittoria ma ci speravo. Miss Italia dà a molte ragazze l’opportunità di mettersi in gioco e superare i propri limiti. Spero di riuscire a superare i miei limiti. Mi sono laureata da poco in ingegneria civile e vorrei proseguire su questa strada. Inoltre, lavoro nel corpo di ballo dell’associazione culturale Palmo. Spero di continuare nel mondo della danza, una delle mie grandi passioni».

Linda Suriano, esclusivista Miss Italia Calabria, ha ringraziato: «Il Comune di Marano Principato per la grande ospitalità e per l’affetto che ci ha riservato. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questa serata. Ringrazio i genitori che accompagnano le aspiranti miss in questo lungo percorso e tutte le ragazze che, nonostante la forte emozione, sono sempre entusiaste e felici di essere con noi su questo palco. Ringrazio tutto il nostro staff e la giuria». (rcs)

MARANO PRINCIPATO (CS) – Successo per il libro “Amati sempre”

È stato un successo di pubblico la presentazione del libro Amati sempre di Sergio Del Giudice scritto insieme a Ermanno Cribari, svoltasi nei giorni scorsi a Marano Principato.

In un solo mese, il libro ha venduto più di mille copie. Tra i relatori, oltre ovviamente agli autori, anche Simona Loizzo, intervenuta non in veste istituzionale, ma come grande e sincera amica di Del Giudice, la cui vicenda di malato oncologico ha seguito sempre da molto vicino. A coordinare il dibattito Francesco Mannarino, capace di rendere un convegno una piacevole chiacchierata.

Al Centro di Aggregazione Giovanile C. Baccelli, hanno porto i loro accorati saluti il sindaco Pino Salerno e l’assessore alla Cultura Lia Molinaro. Il pubblico pian piano si è fatto sempre più partecipe, sino ad emozionarsi al racconto di quello che si preannuncia la gran bella novità editoriale calabrese. Non solo: la Loizzo ha preannunciato la presentazione del libro alla Camera dei Deputati.

Il bel viaggio così continua e da Marano Principato prende nuovo magnifico slancio, a partire dal commovente abbraccio tra l’autore e il parroco della comunità Don Fausto che ha concluso il magnifico evento. Nel corso della presentazione, ancora una volta, un video commovente di Sergio e gli audio di alcuni stralci di “Amati sempre”, sapientemente letti da Mario Tursi Prato.

«Siamo veramente inondati dall’affetto della gente. Raccontare il mostro che è stato dentro di me evidentemente serve alle coscienze di ognuno ed a sperare che il lieto fine, la speranza, le belle notizie arrivano. Sempre», le parole al miele di Sergio Del Giudice. (rcs)

MARANO PRINCIPATO (CS) – L’evento “50 anni di cultura hip hop”

Domani, alle 18, nella Sala Teatro del Centro di Aggregazione Giovanile “Cesare Baccelli” di Marano Principato, l’evento 50 anni di cultura hip hop – 1973 2023 sulle Strade… nelle scuole, organizzato dall’Istituto per gli studi storici in collaborazione con il Cgt Gruppo Pandosia e il patrocinio del Comune di Marano Principato.

Ne parleranno Eugenio Furia, Amaele Serino,  Massimiliano Muoio, Giuseppe “Ramon” Gaudio, Giuseppe Kerò, Paolo Graceffa, Francesco Sapone, Antonio Dongocòche.

Sarà possibile visitare una mostra fotografica sull’Hip hop, allestita presso la sala teatro a cura di Tiskio. La storia dell’Hip hop sarà anche ricordata attraverso l’esposizione di demo, fanzine, manifesti e tanto altro, con la proiezione di video inediti e interviste ed il mercatino del vinile a cura di Francesco Master Felix e di Mario Falcone. L’evento si concluderà con una battle di breaking a cura di Compa Dreush e Hip Hop party a cura di Giupagroove. (rcs)

MARANO PRINCIPATO (CS) – Al via la rassegna fotografica “Scrittori di luce”

Nella Pinacoteca del Centro di Aggregazione Giovanile “Cesare Baccelli” di Marano Principato, s’inaugura la rassegna fotografica Scrittori di luce, organizzata dall’Istituto per gli studi storici di Cosenza e dal CTG Gruppo Pandosia.

Ad arricchire l’inaugurazione, in programma alle 10, le selezioni musicali a cura di Maximilan D. Il primo ad esporre sarà il fotografo cosentino Diego Mazzei con la sua personale Digitale.

L’esposizione si potrà visitare ogni sabato, dalle 9.30 alle 12.30, fino al 31 marzo.

Dal 1° al 21 aprile, negli stessi orari, la fotografa cosentina Cecilia Vaccari esporrà una propria personale, dal titolo Antiradicalica, introdotta da un percorso di video arte a cura del videomaker Anthony Calabrese. (rcs)

MARANO PRINCIPATO (CS) – Venerdì in scena “Za Peppa, d’Amore, Malavita e Anarchia”

Venerdì sera, a Marano Principato, alle 20.45, nella Sala teatro del Centro di Aggregazione Giovanile “Cesare Baccelli”, è in programma lo spettacolo “Za Peppa, d’Amore, Malavita e Anarchia”, un monologo di e con Silvio Stellato.

Lo spettacolo rientra nell’ambito della rassegna Storia e Storie – Narrazioni storiche in teatro, organizzata dall’Istituto per gli studi storici di Cosenza, cui è stato concesso il patrocinio.

Il monologo racconta del primo processo in Europa contro la mafia,  ed è con sle musiche del Maestro Giuseppe Bottino, liberamente tratto dal libro “Za Peppa, come nasce una mafia” di Claudio Dionesalvi.

La rassegna continuerà l’11 novembre 2022 alle ore 20,15 con la Lettura teatrale dal libro “Mamma Gialla” Claudio Dionesalvi, con l’attore Ernesto Orrico e l’intervento dell’Autore.

Infine, il 28 dicembre 2022 alle ore 20,15 la Rassegna chiuderà con il Reading musicale dal titolo “Dolce far niente” – tratto dal libro di Corrado Alvaro “Un treno nel sud”, con Graziella Spadafora e il dj Giuseppe Kerò Rimini. (rcs)