BAGNARA CALABRA (RC) – Venerdì “Terezin – Le farfalle non volano qui”

Venerdì 24 gennaio, a Bagnara Calabra, alle 10.30, nella Palestra dell’Istituto “E. Fermi”, in scena lo spettacolo Terezin – Le farfalle non volano qui della Compagnia Teatrale Lineasottile, diretta da Massimo CostabileAntonella Carbone.

Lo spettacolo, organizzato dall’Assessorato alle Pari Opportunità, guidato da Silvana Ruggiero e dalla Commissioni Pari Opportunità, guidato da Claudia Roldi, del Comune di Bagnara Calabra in occasione della Giornata della Memoria.

L’attrice, Antonella Carbone, nel doppio ruolo di narratrice e di superstite, racconta la terribile realtà dei bambini che furono internati nel lager di Terezin prima di essere uccisi nelle camere a gas e bruciati nei forni crematori ad Auschwitz.

Un modo diverso dagli altri anni per ricordare l’olocausto, il più grande ed atroce genocidio della storia. Non quindi il format del convegno-ricordo ma un modo per far rivivere ai ragazzi, grazie alla bravura dell’attrice Antonella Carbone, gli stati d’animo del bambini rinchiusi nel lager di Terezin, la loro ingenua speranza di libertà ed il loro terrore. (rrc)

 

LAMEZIA – Vacantiandu, Lello Arena in “Miseria e nobiltà”

Mercoledì 22 gennaio, a Lamezia Terme, alle 20.45, al Teatro Grandinetti, Lello Arena in Miseria e nobiltà, per la nona edizione della stagione teatrale Vacantiandu della Compagnia I Vacantusi.

Lo spettacolo è di Eduardo Scarpetta con la regia di Luciano Melchionna.

Miseria o nobiltà?
Una cosa è certa, l’una non esisterebbe senza l’altra, così come il palazzo signorile, affrescato e assolato, non starebbe in piedi senza le sue fondamenta buie, umide e scrostate. Un perfetto ecosistema: senza un solo elemento, crolla l’intera ‘architettura’. (rcz)

CASTROVILLARI (CS) – Sabato al Teatro Sybaris “Lo Stregato mondo di Malefica”

Sabato 25 gennaio, a Castrovillari, alle 18.30, al Teatro Sybaris, in scena lo spettacolo Lo Stregato mondo di Malefica della Compagnia Mag per la 19esima edizione della stagine teatrale Comunale firmata da Sinfony & Sinfony con la direzione artistica di Benedetto Castriota.

Lo spettacolo, con la regia di Flavio Marigliani, offre una trama con al centro come risolutore,di ogni maleficio e cattiveria nonché di ogni guerra tra il bene ed il male – che appartiene purtroppo a questo mondo troppo ripiegato su se stesso, accecato e stregato dal proprio io, dall’egoismo e dalla continua pretesa sugli altri -, l’Amore. (rcs)

 

COSENZA – Sabato al Rendano “Grease”

Sabato 25 gennaio – e domenica 26 – al Teatro Rendano di Cosenza, alle 20.30, in scena Grease della Compagnia della Rancia.

Lo spettacolo, di Jim JacobsWarren Casey, è con la regia di Saverio MarconiMauro Simone, e con Eleonora LombardoSimone SassudelliFrancesca Ciavaglia, e Giorgio Camandona.

Un gruppo coinvolgente, capitanato da Danny Zuko (Giulio Corso), il leader dei T-Birds, innamorato di Sandy (Lucia Blanco), la ragazza acqua e sapone come Sandra Dee e Doris Day, che arriva a Rydell e, per riconquistare Danny dopo un flirt estivo, si trasforma diventando sexy e irresistibile. (rcs)

REGGIO – Al Cilea “Miseria e nobiltà”

Domani sera, a Reggio, alle 21.00, al Teatro “Francesco Cilea”, in scena lo spettacolo teatrale Miseria e nobiltà con Lello Arena.

Lo spettacolo, di Eduardo Scarpetta e con la regia di Luciano Melchionna, fa parte della rassegna teatrale Le Maschere e i volti di Catonateatro.

Miseria o nobiltà? Domanda retorica. Tra le ceneri della miseria – “quantità insufficiente, inadeguata ai bisogni o per sé stessa troppo scarsa” – e gli stenti, fa capolino la resilienza e con essa la misura delle proprie forze, il sorriso, la gioia di sentirsi vivi, l’umanità più profonda che non trascende il peggio dell’essere umano ma ne nobilita il meglio… (rrc)

REGGIO – Il 28 gennaio “Balliamo sul mondo”

Il 28 gennaio, a Reggio, alle 21.00, al Teatro “Francesco Cilea” va in scena Balliamo sul mondo, il musical con le canzoni di Luciano Ligabue.

Lo spettacolo, scritto e diretto da Chiara Noschese, è nato da un’idea di Matteo Forte e Roberto Razzini, e si sviluppa lungo 2 atti e 20 canzoni del Liga, con i 13 protagonisti che si raccontano e cantano nell’arco di un decennio da un Capodanno all’altro, da quello alla soglia della maturità a quello dell’età adulta, Le loro vite s’intrecciano, scandite dai più grandi successi di Luciano Ligabue, da “Certe Notti” a “Non è tempo per noi”, da “Tra palco e realtà” a “Urlando contro il cielo” e tante altre, tra cui ovviamente “Balliamo sul mondo”, la storica hit che dà il titolo al musical, organizzato da Esse Emme Musica. (rrc)

CITTANOVA (RC) – Giovedì Paolo Cevoli in “Lezioni di marketing”

Giovedì 23 gennaio, al Teatro Gentile di Cittanova, alle 21.00, per il Cabaret-Fest, in scena Paolo Cevoli in Lezioni di Marketing.

L’evento rientra nell’ambito degli appuntamenti della XVII Stagione Teatrale 2019/20 organizzata dall’Associazione Kalomena, con il patrocinio della locale Amministrazione comunale, della Presidenza del Consiglio regionale della Calabria, della Città Metropolitana ed il sostegno della BCC di Cittanova.

Paolo Cevoli, un imprenditore con l’hobby del Cabaret, racconta la sua esperienza di manager della ristorazione. Uno spettacolo comico in cui affronta, con la sua innata simpatia, il suo passato e presente da imprenditore: dalle origini della Pensione Cinzia di Riccione gestita dalla famiglia fino ai giorni nostri.

Fa da sfondo una terra, quella di Romagna, che ha nell’ospitalità, nella laboriosità e nel buon umore il segreto del suo successo. Azienda, marketing e Customer Relationship Management rivisti con un concetto tutto Romagnolo in un monologo teatrale tutto da ridere ma anche con un contenuto “serio” e formativo. (rrc)

AMANTEA (CS) – In scena “La Giara il Musical”

Questa sera, ad Amantea, alle 20.30, al Cinema Teatro “Sicoli”, in scena La Giara il Musical  della Compagnia Teatro Stabile Nisseno.

Lo spettacolo, un musical in due atti dell’opera di Luigi Pirandello con i testi delle canzoni di Corrado Sillitti e la regia di Francesco Daniele Miceli, rientra nell’ambito della sesta stagione teatrale Teatrando de Il Volo delle Comete.

Il Musical, con  Giovanni Speciale, Giuseppe Speciale, Salvina Fama, Ilaria Giammusso, Raimondo Coniglio, Giuseppe Minnella, Ilenia Giammusso, Ivano Cereda, Paola Pecoraro, Claudia Bellomo, Dalila Sillitti, Aurora Cumbo, Gioia Panepinto, Giorgia Simone, Francesca Lo Brutto, Salvatore Pecoraro, Pierpaolo Riggi, racconta la storia di un “conzalemme” Zi Dima Licasi nel riparare dall’interno una preziosa giara per l’olio che si era spaccata, di proprietà del ricco possidente Don Lollò Zirafa ne resta imprigionato dentro.

Da qui nasce subito una diatriba tra Zi Dima che vuole la sua ricompensa per il lavoro fatto e Don Lollò che non vuole provvedere al pagamento della parcella poiché per liberare il povero Zi Dima incastrato dentro la Giara dovrebbe distruggere la stessa. Una storia divertente con un pizzico di malinconia. (rcs)

REGGIO – Allo Spazio Teatro “Il Muro”

Questo pomeriggio, alle 18.30, a Reggio, a Spazio Teatro, in scena lo spettacolo Il Muro di e con Turi Zinna.

Lo spettacolo, che rientra nell’ambito della stagione teatrale La casa dei racconti di Spazio Teatro, è il racconto di un muro provvisorio, una palizzata di legno tirata su a Catania nell’agosto del 1937 in occasione della visita di Benito Mussolini alla città etnea per separare la città barocca dai miseri quartieri popolari.

Un muro, quello che Turi Zinna racconterà agli spettatori, che diventa alla fine anticipatore di altri, più recenti, muri. (rrc)

REGGIO – All’Arci in scena “Bollari. Memorie dallo Jonio”

Questo pomeriggio, alle 18.00, nella sede di Arci Reggio Calabria, in scena Bollari. Memorie dallo Jonio di e con Carlo Gallo e la collaborazione di Peppino Mazzotta.

Lo spettacolo narra la contesa di mare tra due anziani pescatori e le vicissitudini di quella che fu la “Cecella”, il miglior peschereccio dello Jonio, negli anni del fascismo fino alle porte della seconda guerra mondiale. Tratto da racconti orali di anziani calabresi, “Bollari” è una storia di mare che si chiude sopra il deserto dei valori di un mondo travolto dal regime e dalla guerra. (rrc)