Progetto Waterfront e Porto turistico Lamezia, accordo tra Coipa-Rina e LameziaEuropa

Nei giorni scorsi è stato sottoscritto un importante accordo di collaborazione preliminare tra Coipa Italia spa, Rina e Lameziaeuropa Spa finalizzato ad attivare una piena collaborazione strategica ed operativa con Rina per la progettazione, definitiva ed esecutiva, delle opere marittime inserite nel progetto del nuovo porto turistico di Lamezia Terme.

Ciò sulla base dello studio di fattibilità tecnico-economica già elaborato da Coipa e, in caso di aggiudicazione della gara che prossimamente verrà indetta dal Comune di Lamezia Terme ai sensi del D.Lgs 50/2016 art.183 comma 15, per la realizzazione del primo lotto funzionale con circa 50 milioni di risorse interamente private. 

«Molto apprezzata da Lameziaeuropa – si legge in una nota – la volontà espressa da Coipa di avvalersi di un grande partner quale Rina, già presente da anni sul territorio lametino quale promotore del Distretto Matelios, e leader nel settore della progettazione della portualità turistica e commerciale a livello internazionale, per lo sviluppo di tutte le opere a mare. In particolare l’accordo sottoscritto prevede da parte di Rina l’assistenza a Coipa ai fini dell’espletamento dell’iter autorizzativo delle opere marittime e della selezione della società incaricata della realizzazione delle opere con relativa attività di controllo e monitoraggio dello stato di avanzamento lavori».

Inoltre, d’intesa con l’Amministrazione Comunale di Lamezia Terme, Rina condividerà con Lameziaeuropa e Coipa l’elaborazione di una proposta tecnica di intervento finalizzata ad un eventuale recupero e riutilizzo funzionale del pontile ex Sir anche in ottica smart e green previa verifica statica delle strutture portanti esistenti.

A seguito degli incontri tecnici svoltisi nel periodo marzo – aprile 2022 nel corso dei quali Coipa ha illustrato all’Amministrazione Comunale, ai Dipartimenti Regionali, all’Agenzia del Demanio dello Stato ed al Corap i principali elaborati progettuali presentati riguardanti il porto turistico, lo scorso 4 luglio il Comune di Lamezia Terme ha trasmesso una nota a Coipa Italia spa con cui ha richiesto integrazioni documentali ed ha definito le procedure amministrative da seguire e l’elenco degli elaborati da presentare per poter avviare l’iter finalizzato alla approvazione dello studio di fattibilità ed alla indizione dell’avviso pubblico per il primo lotto funzionale del porto oggetto di futura concessione demaniale. 

Il 25 luglio, poi, Coipa Italia ha ringraziato il Comune di Lamezia Terme per la puntuale ed esaustiva istruttoria avviata ed ha comunicato al sindaco Paolo Mascaro, all’Assessore all’urbanistica Francesco Stella ed al Dirigente del settore tecnico Francesco Esposito che sta provvedendo alla redazione degli elaborati tecnici sia grafici che descrittivi richiesti aggiornati rispetto alle osservazioni pervenute.

Infine, nei giorni scorsi, promosso dal presidente di Coipa Italia Vito Favorito Sciammarella, si è svolto un sopralluogo operativo sul sito oggetto dell’intervento legato al progetto waterfont e porto turistico da parte del responsabile di una holding internazionale coinvolta ai fini dello sviluppo finanziario del progetto.

Particolarmente apprezzata la centralità dell’area e la rete dei collegamenti infrastrutturali già esistenti e la estrema vicinanza del sito all’aeroporto internazionale strategica ai fini del successo dell’operazione, nonché la condivisione istituzionale del progetto evidenziata nel corso di incontri avuti insieme al presidente della Lameziaeuropa Leopoldo Chieffallo con il sindaco Paolo Mascaro, il Presidente del Consiglio Comunale Giancarlo Nicotera, gli assessori Francesco Stella e Luisa Vaccaro ed il Commissario della Camera di Commercio di Catanzaro Daniele Rossi, presenti il dirigente del Corap Fabrizio D’Agostino, il consigliere di amministrazione ed il dirigente della Lameziaeuropa Enzo Bifano e Tullio Rispoli. (rcz)

NICOTERA (VV) – Partecipato il dibattito su Porti turistici e fondi Pnrr

Grande successo di partecipazione per il convegno-dibattito su porti turistici e fondi del Pnrr organizzato dal Rotary Club Nicotera Medma, con il suo presidente Mario Romano, di Gioia Tauro, con il suo presidente Totò Castellano, e di Polistena, con il suo presidente Gaetano Vaccari. Dopo i loro saluti, è intervenuto il Vice Sindaco della città di Nicotera, Marco Vecchio, il quale ha evidenziato l’importanza della iniziativa e l’attenzione viva dell’ente per cercare di giungere ad un risultato che cambierebbe completamente il territorio.

Dopo una breve introduzione del moderatore, Giacomo Saccomanno, che ha evidenziato l’interesse del Rotary Club di Nicotera Medma ai problemi della comunità ed all’interessamento per la realizzazione del porto da oltre un ventennio, è intervenuto Massimiliano Donato che ha presentato l’idea progettuale redatta dai rotariani Franco Busceti e Mimmo Nucera, che prevede il risanamento e/o bonifica del fiume Mesima, la realizzazione di una darsena per circa 800 posti barca, attrezzature cantieristiche, strutture alberghiere, sportive ed un campo da golf a 18 buche, oltre ad interventi qualificanti l’intero territorio che interesserebbero direttamente i comuni di Nicotera, San Ferdinando, Gioia Tauro, Rosarno e Candidoni ed indirettamente tutti gli altri comuni della Piana.

Un’opera che trasformerebbe l’intera zona e che potrebbe dare, veramente, un futuro di sviluppo, crescita ed occupazione. A seguire l’intervento di Stanislao Colacino, esperto della materia, che ha descritto le ragioni del PNRR, la missione dello stesso, le possibilità di utilizzo e, comunque, le modalità per poter accedere, complimentandosi per l’idea progettuale che potrebbe essere sostenuta dalla misura straordinaria, purché si acceleri l’attività e si inizi a pensare come portarla avanti nel rispetto della stessa.

Dopo un breve dibattito, nel quale si è registrata ampia convergenza, le conclusioni al Governatore emerito Luciano Lucania, il quale, nel plaudire all’iniziativa, ha evidenziato di come il Rotary possa essere soggetto attivo nel proporre idee, progetti e iniziative, stimolando e sostenendo coloro i quali possono e devono intervenire per la crescita e programmazione del territorio. Saccomanno, nel ringraziare tutti per la partecipazione ed in particolare l’amministrazione comunale e la dirigente del Liceo Classico, ha dato ampia disponibilità a realizzare ogni passaggio necessario per concretizzare l’iniziativa, pregando tutti ad agire in sintonia e come una grande squadra e ad eliminare quell’io che ha sempre contraddistinto i calabresi ed ha impedito, spesso, di poter utilizzare ampie risorse che sono state restituite alle altre regioni. (rvv)