REGGIO – Il 9 ottobre il Premio Simpatia della Calabria

Il 9 ottobre, a Reggio, è in programma la 16esima edizione del Premio Simpatia della Calabria, organizzato dall’Associazione Incontriamoci Sempre.

A essere premiati, con l’orologio Perseo da collezione delle Fs e delle creazioni del Maestro orafo Michele Affidato, Roberto Furfaro, ingegnere aerospaziale, docente in Arizona, con all’attivo molte collaborazioni con la Nasa, e il Lanificio Leo 1873, di Soveria Mannelli,  la più antica industria tessile della Calabria, eccellenza di grande livello (fonte Il Sole 24 Ore), che ha da poco stretto accordi commerciali con Rinascente di Milano.

Durante la Kermesse, Michele Affidato e Daniele Castrizio introdurranno la Sfilata di Gioelli sul tema: Archeologia e arte orafa l’evoluzione del gioiello dell’antica Magna Graecia ai nostri giorni. (rrc)

A Papa Francesco consegnato sull’aereo dall’Africa il Premio Simpatia della Calabria

La consegna in aereo del Premio Speciale Simpatia della Calabria a Papa Francesco, durante il viaggio di ritorno dall’Africa, è un avvenimento straordinario che segna in modo preciso quest’iniziativa di Incontriamoci Sempre, ormai diventata, dopo 13 edizioni, un tradizionale e imperdibile appuntamento per tutti i calabresi, ovunque essi si trovino.

Il giornalista Enzo Romeo, inviato e vaticanista del TG2, sull'aereo con Papa Francesco
Il giornalista Enzo Romeo, inviato e vaticanista del TG2, sull’aereo con Papa Francesco

Complice il premiato Enzo Romeo, caporedattore del TG2 inviato al seguito di Papa Francesco nel suo ultimo viaggio pastorale in Africa, il Premio ha superato i confini di Reggio ed è finito direttamente nelle mani del pontefice, con la consegna della pergamena direttamente sull’aereo. Enzo Romeo, d’accordo con Pino Strati ha portato con sé la pergamena e il tradizionale orologio Perseo, che rappresenta in un certo senso la gente delle ferrovie (lo usavano i capostazione), che contraddistingue il Premio. Papa Francesco ha molto gradito ed apprezzato e ha fatto presente che il Perseo gli fa ricordare il padre ferroviere. Una cerimonia in alta quota, un fuori programma apprezzatissimo, che ha reso la Calabria protagonista nell’aereo papale.

È stata, dunque, una grandissima sorpresa per tutti i presenti alla cerimonia, al foyer del Teatro Comunale di Reggio, questo riconoscimento “a distanza” che è stato ritirato per conto del papa e di Enzo Romeo direttamente dal presidente dell’Associazione Incontriamoci Sempre Pino Strati dalle mani del sindaco di Reggio Giuseppe Falcomatà. Sei i premiati di quest’anno con un’edizione che, ancora una volta, non ha deluso le aspettative, ma anzi ha mostrato la vitalità del Premio che intende segnalare i calabresi che si sono distinti nel mondo e, da oggi, anche gli amici della Calabria, come Papa Francesco. I premi ai calabresi, al di là del valore simbolico, rappresentano sempre un momento di grande coesione e di riconoscimento a quanti, pur lontani, conservano la Calabria nel cuore, mantenendo viva la “calabresità” (come dice il poeta Corrado Calabrò) che ci contraddistingue. Il Premio è l’occasione per ritrovare e far ritrovare ai calabresi di successo (e sono tantissimi, in ogni parte del mondo) la fierezza e l’orgoglio delle proprie origini.

Hanno condotto la serata con brio e simpatia Marco Mauro e Francesca Laurendi. Tra gli ospiti il Sindaco Falcomatà, il Vicesindaco Armando Neri, l’assessore Irene Calabró, l’imprenditore Giacinto Callipo, lo storico Daniele Castrizio, l’imprenditore Santo Frascati e lo chef Filippo Cogliandro, anche in veste di presidente del Bocale Calcio. I premi sono andati al prof Pierfilippo Crucitti affermato chirurgo, figlio dell’indimenticabile Francesco il medico che operò Giovanni Paolo II dopo l’attentato in piazza San Pietro, l’imprenditrice Stefania Rota del Salumificio San Vincenzo, il prof Pietro Cozzupoli, l’artigiano dolciario Fabio Taverna, lo chef Filippo Cogliandro.

Premio Simpatia della Calabria 2019

Testimonial della kermesse, e grande amico di Incontriamoci Sempre, il maestro orafo ormai di livello internazionale Michele Affidato, reduce da una stagione ricchissima di eventi di successo, tra i quali il Taormina Film Festival, di cui la platea dello splendido foyer ha potuto ammirare la sua ultima collezione di gioielli, indossati per l’occasione da splendide modelle in passerella. Un momento, quello della sfilata, di altissima classe ed eleganza. Un grazie va esteso all’artista Natino Chirico, apprezzato pittore internazionale, che, com’e’ noto, ha realizzato il logo del Premio Simpatia della Calabria, con il simbolo “La Calabria nel Cuore”.

La serata si è conclusa con un magnifico ed interminabile buffet, grazie alle tante aziende che hanno contribuito con prodotti del territorio, e con la dolcezza, grazie alle prelibatezze dei maestri Pasticcieri dell’Apar, capitanati da Angelo Musolino, Lillo Giordano, Santoro, Pino e Melina Sarica, Pirello, Davide De Stefano, Antonello Fragomeni e l’instancabile Mariuccia Buonsanti. L’appuntamento è per il prossimo anno. (rrc)

REGGIO – Il Premio Simpatia della Calabria

Questa sera, a Reggio, alle 19.00, al foyer del Teatro “Francesco Cilea”, la 13esima edizione del Premio Simpatia della Calabria.

Il premio, ideato dall’Associazione Incontriamoci Sempre, presieduta da Pino Strati, è destinato ai calabresi che onorano, con la loro vita, il loro lavoro, il loro impegno, la loro attività, il luogo che li ha visti nascere.

È un modo di manifestare il profondo senso di gratitudine dei calabresi ai conterranei che hanno saputo (e sono tanti, in ogni parte del mondo) conquistare un ruolo significativo nelle istituzioni, nella cultura, nella scienza, nel giornalismo, nella gastronomia, nella società, senza mai dimenticare la propria calabresità, anzi facendone importante motivo di orgoglio.

Quest’anno i premi sono sei, ad altrettante personalità che rappresentano, degnamente, quella vasta eccellenza targata Calabria: Enzo Romeo, caporedattore del TG2, vaticanista e autore di numerosi saggi, è originario di Siderno; Pierfilippo Crucitti, medico e direttore di Chirurgia toracica al Campus Biomedico di Roma è nato nella Capitale dall’illustre genitore calabrese Francesco, conosciuto come il chirurgo del papa, che operò quattro volte Giovanni Paolo II dopo l’attentato di Alì Agca e vanta un nonno ferroviere proprio a Reggio; Filippo Cogliandro è uno chef straordinario di Lazzàro (RC) che i lettori di Calabria.Live conoscono bene: ha incantato con la sua cucina il Principe Alberto di Monaco e riesce con la sua creatività a rendere unico ogni piatto, affascinando anche il gourmet più raffinato; Stefania Rota, amministratrice silana del Salumificio San Vincenzo, un’azienda che ha conquistato il mercato internazionale per la qualità dei suoi prodotti gastronomici; Fabio Taverna, di Taurianova, maestro pasticcere, artigiano del torrone, che ha saputo unire passione e creatività per realizzare un prodotto dolciario tipico della Calabria, conquistando i mercati internazionali; Pietro Cozzupoli, urologo di Reggio, notevole figura di scienziato al Grande ospedale Metropolitano di Reggio, esperto di robotica applicata alla chirurgia laparoscopica.

La serata sarà condotta da Marco Mauro e Giovanna Scarfò e prevede anche una sfilata di gioielli del maestro orafo Michele Affidato. Il galà chiuderà con un imponente buffet di prelibatezze e sapori di Calabria, (con la partecipazione di Accademia Gourmet, Callipo, Caffo, Serfunghi, Salumificio San Vincenzo, Attinà & Forti, Vini Tramontana, Romanella, Consorzio Motta, Mulinum San Floro e Bottiglieria 2010 Pellarese), incluse le squisitezze dolciarie dell’Associazione Pasticceri Artigiani di Reggio (APAR) guidata dall’insuperabile maestro pasticcere Angelo Musolino. L’allestimento floreale è di Eurofiori. (rrc)

REGGIO: IL PREMIO SIMPATIA ALLA CALABRIA MIGLIORE

8 settembre – Ancora una volta è stato un successo: il Premio Simpatia della Calabria, promosso dall’Associazione Incontriamoci Sempre di Reggio, consegnato martedì scorso nei saloni dell’ex Hotel Miramare ha confermato la validità di un riconoscimento sempre più ambito e apprezzato dai calabresi che vivono al di fuori della propria terra o che nella regione s’impegnano a favorire la crescita culturale e lo sviluppo economico. Così, la dodicesima edizione del Premio “Simpatia della Calabria” ha registrato la partecipazione di numerosi ospiti, con personalità calabresi provenienti da ogni parte d’Italia. La sapiente regia del presidente dell’Associazione, Pino Strati, ha curato ogni dettaglio e la cerimonia si è trasformata in una grande festa dei calabresi, resa ancora più “gustosa” dai prodotti dolciari della tradizione reggina, calabrese e siciliana (degli splendidi pasticceri Apar, capitanati dal presidente Angelo Musolino) e “piccante” con le degustazioni di nduja e pregiati insaccati al peperoncino portati dal salumificio Pontoriero di Spilinga.

L'immagine può contenere: 1 persona, primo piano
Una creazione del maestro Michele Affidato presentata alla sfilata sulla Magna Grecia

Bella e suggestiva anche la sfilata di gioielli di Michele Affidato, il maestro orafo di Crotone, dedicata all’ “Evoluzione del Gioiello dalla Magna Grecia ai giorni nostri”. Affidato è un testimonial perfetto della Calabria migliore, le sue creazioni (ricordiamo i premi di Sanremo) hanno un sapore mediterraneo ma dentro esprimono la calabresità che nasce dal cuore di chi è nato in questa terra. Se avessero odore, i suoi gioielli profumerebbero di Magna Grecia, come riflettono i colori del mare, del sole e della terra di Calabria. Per questo la sua partecipazione ha segnato – ove ce ne fosse bisogno – il senso di celebrazione “universale” della Calabria che queste iniziative riescono a realizzare. Una festa che vuole onorare calabresi importanti, ma che, soprattutto, rafforza il senso di appartenenza, senza campanilismi, ma nel segno di una Calabria viva che, purtroppo, non sempre ama i suoi figli come dovrebbe ma è invece riamata in modo assoluto.
Premio Simpatia della Calabria che guarda anche agli “amici” di questa terra e di tutto il Sud: il giornalista e scrittore Pino Aprile è uno di questi. La sua appassionata battaglia contro l’impoverimento del Sud e le bugie che hanno permesso che questo avvenisse è condivisa da tantissimi lettori non solo del Mezzogiorno. Le sue “arringhe” sono uno spettacolo da gustare e la sua capacità di coinvolgimento nella difesa del Meridione è apprezzatissima: il premio è più che meritato, andrebbe fatto un monumento alle sue tesi e alla sua infaticabile determinazione contro i “predoni” del Sud.

L'immagine può contenere: 6 persone, tra cui Marco Mauro e Pino Strati, persone che sorridono, persone in piedi e vestito elegante
Al centro lo scienziato Valter Longo tra Pino Strati, Mimmo Cavallaro, Stefano Caccavari e altri ospiti del Premio Simpatia della Calabria

Altro premio importante allo scienziato Valter Longo, un ricercatore biochimico di fama mondiale nativo di Genova, ma con origini calabresi, praticamente americano di adozione. Sua la “dieta della longevità” che ha messo in evidenza l’importanza dell’alimentazione per curare, ma soprattutto prevenire, le malattie e le patologie tumorali.
Lo storico Daniele Castrizio, altro premiato, è un reggino doc, che sa raccontare la storia dell’antica Reggio e della Magna Grecia come pochi. Docente all’Università di Messina (insegna Storia economica della moneta antica e medievale) è archeologo e studioso esperto di numismatica.

L'immagine può contenere: 5 persone, tra cui Pino Strati, persone che sorridono, persone in piedi e vestito elegante
Michele Affidato, Daniele Castrizio, Pino Strati e Marco Mauro

Un premio simpatia anche al genio dell’imprenditorialità di Stefano Caccavari (suo il Mulinum a pietra di San Floro che è diventato famoso in tutto il mondo) e al talento di Marinella Rodà, grande interprete della musica popolare. Nell’ambito musicale due ricoscimenti ad honorem sono andati al “mastru cantaturi” Otello Profazio e all’insuperabile Mimmo Cavallaro.

L'immagine può contenere: 3 persone, tra cui Pino Strati, persone che sorridono, cibo
Il presidente di “Incontriamoci sempre” Pino Strati con Otello Profazio e Mimmo Cavallaro

Infine, il riconoscimento ha premiato l’Antica Gelateria Cesare di Davide De Stefano, azienda che quest’anno compie cent’anni, e il cui chiosco verde sul Lungomare è nel cuore di tutti i reggini e di chiunque venga in visita a Reggio. Il Premio Simpatia a De Stefano sottolinea come l’impegno e la scelta di operare esclusivamente nel segno e col rigore della qualità nella scelta delle materie prime, possa portare a grandi risultati, soprattutto nel campo della gastronomia e, nello specifico, del gelato come cultura dell’alimentazione sana. Il gelato è una delle specialità dolciarie di Reggio e di tutta la Calabria: De Stefano si è fatto pioniere dell’utilizzo del Bergamotto di Reggio Calabria, coinvolgendo numerosi colleghi in tutt’Italia, per creare leccornie inimitabili nel campo della gelateria artigianale di qualità e della pasticceria.

L'immagine può contenere: 8 persone, tra cui Pino Strati, persone in piedi e spazio al chiuso
L’assessore Irene Calabrò consegna il Premio SImpatia a Davide De Stefano (Gelateria Cesare)

La serata è stata brillantemente condotta da Marco Mauro e Giovanna Scarfò. Una festa magnifica, l’appuntamento per il prossimo anno. (rrc)

L'immagine può contenere: Pino Strati e Marco Mauro, persone in piedi
Giovanna Scarfò, Pino Strati e Marco Mauro al Premio Simpatia della Calabria

REGGIO: STASERA IL PREMIO SIMPATIA LA CALABRIA NEL CUORE

4 settembre – Stasera a Reggio la dodicesima edizione del Premio “Simpatia della Calabria” – la Calabria nel cuore, promosso dall’Associazione “Incontriamoci sempre per il volontariato”, guidata da Pino Strati. La cerimonia di premiazione, nel Salone delle feste dell’ex Albergo Miramare, vedrà la partecipazione di numerosi ospiti, con personalità calabresi provenienti da ogni parte d’Italia.
Con la conduzione ddi Marco Mauro, saranno premiati:
– Valter Longo, ricercatore biochimico di fama mondiale
– Daniele Castrizio, storico affermato, grandissime le sue competenze a livello numismatico
– Marinella Rodà, artista di grande talento nel mondo nella musica popolare
– Pino Aprile, giornalista e scrittore, grande e combattivo meridionalista
– Stefano Caccavari, Imprenditore, famosissimo per la sua start-up con il Mulinum S. Floro
– Antica Gelateria Cesare, la storia della città. Il celeberrimo Chiosco, proprio quest’anno, compie 100 anni.
Oltre alla Cerimonia di Premiazione, la serata sarà arricchita da altri due spettacolari momenti: la sfilata “L’Evoluzione del Gioiello dalla Magna Grecia ai giorni nostri” a cura del maestro Michele Affidato, notissimo orafo di Crotone, che da diversi anni impreziosisce anche il Festival di Sanremo con le sue creazioni ed il gran finale con la degustazione di prodotti dell’Arte Pasticciera e Gelatiera Reggina, della Calabria e della Sicilia, grazie alla presenza degli splendidi pasticceri Apar, capitanati dal presidente Angelo Musolino, con la presenza di Conpait, e della gelateria Cesare di Davide De Stefano. (rrc)