Salone Nautico di Genova, presentato il Boat Show in programma a Vibo

È stato presentato, al Salone Nautico di Genova, Il primo Boat Show calabrese, Eventi Nautici 2023: rotta verso la Calabria Straordinaria, in programma a Vibo Valentia in Primavera.

Sono intervenuti, in video conferenza, dalla Cittadella regionale di Catanzaro, l’assessore al Turismo e Marketing territoriale della Regione Calabria Fausto Orsomarso, dal Consiglio regionale della Liguria, l’assessore al Turismo Gianni Berrino.

Hanno partecipato in presenza negli spazi di “Calabria Straordinaria”, Alessandro Campagna, direttore commerciale del Salone nautico di Genova, Piero Formenti, vicepresidente Confindustria nautica, e i rappresentanti degli interlocutori istituzionali che collaboreranno con il progetto in calendario nella primavera del 2023 a Vibo Valentia.

L’incontro, moderato dal giornalista di Sky sport, Sandro Donato Grosso, è stata l’occasione per annunciare l’evento che avrà come focus l’usato nautico, con una prospettiva di un grande contenitore di eventi.

«Abbiamo scelto Genova – ha dichiarato l’assessore Orsomarso – dove siamo presenti con due spazi espostivi perché crediamo che il Salone ligure debba essere ancora più centrale nella proposta italiana. L’evento che presentiamo sarà una grande festa del mare per la nostra regione che, come la Liguria, ha tutte le caratteristiche per un grande ruolo nel Mediterraneo. Il progetto di Vibo Valentia – ha spiegato – si inserisce in una serie di investimenti strategici, anche sul cinema, per il turismo e il marketing territoriale, per fare della Calabria una regione Straordinaria, quello che realmente è».

«Nello specifico – ha proseguito – insieme a Confindustria nautica e al Salone internazionale di Genova, che ci aiuteranno con la grande esperienza che hanno alle spalle, intendiamo avviare un percorso duraturo. Partiamo dall’esposizione dell’usato di settore per immaginare una promozione a lungo raggio per la Calabria che vanta, 800 km di coste e una portualità che si sta rafforzando e su cui si sta investendo. Un elemento centrale per continuare a disegnare una Calabria Straordinaria».

L’assessore Berrino si è detto «molto contento che la Regione Calabria, e nella fattispecie nella persona del mio collega assessore Fausto Orsomarso, abbia colto la grandezza del Salone Nautico di Genova per organizzare una manifestazione molto interessante. Il Boat Show di Vibo Marina non si porrà come concorrente di Genova ma sarà un evento che lavorerà in sinergia con il Salone genovese».

«In Italia – ha specificato – è fondamentale e necessario puntare maggiormente sulla Blue Economy e sulla qualità delle nostre marine: ritengo infatti che i cammini nautici per i diportisti dovranno essere ancora più valorizzati perché il turismo nautico deve diventare un volano per attirare in Italia un numero maggiore di stranieri in quanto storicamente amano moltissimo questo tipo di vacanza». (rrm)

La Calabria al Salone Nautico di Genova

La Calabria è presente al 62esimo Salone Nautico di Genova, in programma fino al 27 settembre.

La Regione, dunque, con l’Assessorato al Turismo e Marketing Territoriale, è presente alla prestigiosa kermesse con due spazi dedicati: uno istituzionale, situato all’ingresso  del quartiere fieristico, nel quale, oltre alla presentazione del brand “Calabria Straordinaria”, verranno ospitati anche i porti turistici calabresi; l’altro specificatamente destinato agli operatori del comparto nautico ed alle loro produzioni di eccellenza (BA208).

Per l’assessorato regionale al Turismo sarà un’altra occasione per presentare il brand “Calabria Straordinaria” e le sue azioni per una nuova narrazione della Regione Calabria.

Quest’anno, il Salone Nautico di Genova con oltre 200.000 mq di superficie espositiva tra terra e acqua, 1000 imbarcazioni, 998 i brand in esposizione, un programma fitto di eventi e workshop, si presenta con un layout rinnovato che già guarda alla completa ristrutturazione del Waterfront di Levante, ridisegnato dall’architetto Renzo Piano. (rrm)

Salone Nautico di Genova, una sei giorni di contatti e opportunità per la Calabria

Bilancio positivo, per la Regione Calabria, che ha partecipato al 60esimo Salone Nautico di Genova, raccogliendo contatti importanti dal punto di vista commerciale, a beneficio degli armatori calabresi e dei produttori di accessoristica che hanno esposto a Genova, sia da quello dello sviluppo del territorio, attraverso la promozione della rete dei porti turistici, delle varie anime della nautica calabrese (charter, circoli velici, scuole di surf) e della candidatura di Tropea a Città Italiana della Cultura 2022.

Da Genova, l’assessore al turismo della Regione Calabria, Fausto Orsomarso, ha annunciato che si terrà in Calabria lo Yacht Motor Show, il primo salone nautico dell’usato nel Sud Italia.

«Siamo orgogliosi – ha dichiarato Orsomarso – di portare nella nostra Terra, adesso più che mai pronta alle sfide, un evento di respiro internazionale, che darà prestigio e visibilità al mondo della nautica calabrese da diporto. Stiamo lavorando con il Salone Nautico di Genova per gemellare la nascente manifestazione calabrese con quella genovese, ormai consolidata nel panorama internazionale».

Dopo la fase di lockdown, la promozione della Regione Calabria oltre i confini è ripartita proprio dalla partecipazione al Salone Nautico di Genova, accogliendo le richieste delle imprese della nautica calabrese, spesso leader del mercato e ad armi pari con competitori internazionali. Un settore che impiega centinaia di addetti e crea opportunità di lavoro per migliaia di persone nell’indotto.

«Con la nostra presenza a Genova – ha evidenziato infine l’assessore Orsomarso – abbiamo inteso consolidare questo mercato, non solo mettendo in mostra le migliori produzioni della nostra cantieristica, ma anche per far conoscere ai diportisti di tutta Italia, e non solo, l’offerta della portualità calabrese, sulla quale siamo impegnati sia per il miglioramento dei servizi, sia per aggiungere nuovi porti alla rete di quelli esistenti». (pa)

In Calabria il primo salone nautico dell’usato: si farà lo Yacht Motor SHow

Si farà in Calabria il primo salone nautico dell’usato del Sud Italia: l’assessore regionale al Turismo Fausto Orsomarso ha annunciato al 60° Salone Nautico in corso a Genova la nascita di Yacht Motor Show.

«Siamo orgogliosi – ha detto Orsomarso – di portare nella nostra Terra, adesso più che mai pronta alle sfide, un evento di respiro internazionale, che darà prestigio e visibilità al mondo della nautica calabrese da diporto Stiamo lavorando con il Salone Nautico di Genova per gemellare la nascente manifestazione calabrese con quella genovese, ormai consolidata nel panorama internazionale. L’appuntamento sarà tra marzo e aprile 2022. Lo stesso anno in cui speriamo di raccogliere il successo di Tropea capitale italiana della cultura, per la quale con orgoglio rilanciamo da Genova la candidatura».

Intanto la visibilità per le eccellenze della nautica da diporto calabrese ospiti dello stand istituzionale Della Regione Calabria a Genova. Fino a domani, martedì 6 ottobre, su uno stand di 800 metri quadrati, in una posizione di strategica visibilità, proprio all’ingresso del Salone, esporranno numerosi modelli delle prestigiose imbarcazioni prodotte nei cantieri dei più importanti armatori calabresi. A questi si aggiunge anche la partecipazione di due produttori di accessoristica nautica, un settore di nicchia ma in continua espansione.

L’occasione sarà anche quella di promuovere i porti turistici calabresi presso il pubblico del Salone, costituito da stakeholders, buyers, imprenditori del settore della nautica da diporto. A cominciare da quello di Tropea, perla del mare calabrese amata anche all’estero, che, come è noto, quest’anno è stata candidata a Capitale della cultura italiana 2022.

Strategica, inoltre, la rappresentanza degli altri porti turistici calabresi che ottimi risultati hanno registrato anche nell’appena conclusa stagione estiva, e che hanno partecipato all’iniziativa, come Laghi di Sibari, Roccella, Cariati, Crotone, Cetraro e Vibo Valentia. Parteciperanno al Salone, ospiti della Regione, anche i principali attori della nautica calabrese, come charter, circoli velici, scuole di surf. (pa)

I Laghi di Sibari al Salone Nautico di Genova

Al 60esimo Salone Nautico di Genova ci sono anche i Laghi di Sibari.

Lo rende noto Luigi Guaragna, presidente dell’Associazione Laghi di Sibari, che a seguito di adesione alla manifestazione d’interesse promossa nelle settimane passate dalla Regione attraverso l’Assessorato al Turismo, AssoLaghi ha ottenuto l’inserimento del centro nautico sibarita nel novero dei porti turistici calabresi di cui sarà curata la promozione all’interno dello stand allestito dalla Regione.

«Avevamo risposto positivamente all’appello della Regione – ha dichiarato Guaragna – ed a seguito di incontro operativo coordinato dall’assessore regionale Fausto Orsomarso era emersa chiara la possibilità di una presenza del porto turistico sibarita nello stand istituzionale calabrese, nell’ambito di quella che è la più grande ed importante fiera della nautica internazionale».

«Un’opportunità di indiscutibile valenza – ha aggiunto – che abbiamo inseguito ed infine colto nella consapevolezza di quanto importante sia la promozione del centro nautico attraverso iniziative di questo livello. Confidiamo che la collaborazione intrapresa con l’Assessorato al Turismo e, più in generale, la Regione Calabria, possa dare ulteriori buoni frutti».

Il Salone nautico genovese, riservato agli operatori del settore nautico ed agli appassionati del mare, si svolge su una superficie espositiva di oltre 200.000 metri quadrati tra terra ed acqua. Ieri l’apertura della rassegna, che resterà accessibile e visitabile fino al 6 Ottobre prossimo. (rcs)

La Calabria al 60esimo Salone Nautico di Genova

La Calabria e le sue eccellenze della nautica da diporto partecipano al 60esimo Salone Nautico di Genova, in programma fino al 6 ottobre.

Su uno stand di 800 metri quadrati, in una posizione di strategica visibilità, proprio all’ingresso del Salone, la Calabria esporrà una numerosi modelli delle prestigiose imbarcazioni prodotte nei cantieri dei più importanti armatori calabresi.

A questi si aggiunge anche la partecipazione di due produttori di accessoristica nautica, un settore di nicchia ma in continua espansione. L’occasione sarà anche quella di promuovere i porti turistici calabresi presso il pubblico del Salone, costituito da stakeholders, buyers, imprenditori del settore della nautica da diporto.

A cominciare da quello di Tropea, perla del mare calabrese amata anche all’estero, che quest’anno è stata candidata a Capitale italiana della Cultura 2022.

Strategica, inoltre, la rappresentanza degli altri porti turistici calabresi che ottimi risultati hanno registrato anche nell’appena conclusa stagione estiva, e che hanno partecipato all’iniziativa, come Laghi di Sibari, Roccella, Cariati, Crotone, Cetraro e Vibo Valentia. Parteciperanno al Salone, ospiti della Regione, anche i principali attori della nautica calabrese, come charter, circoli velici, scuole di surf.

«Dopo la fase di lockdown – ha dichiarato l’assessore regionale al Turismo, Fausto Orsomarso – in cui siamo intervenuti con tutte una serie di misure per mitigare gli effetti economici dell’emergenza sanitaria e per rilanciare la stagione turistica, sostenendo le strutture ricettive e le attività economiche, ci stiamo occupando del futuro delle nostre attività produttive per mantenere e creare nuove opportunità di lavoro vero».

«Ripartiamo dalla partecipazione al Salone nautico di Genova – ha aggiunto – accogliendo le richieste delle imprese della nautica calabrese, un comparto di cui l’intera regione deve essere orgogliosa per la qualità delle produzioni che hanno portato alcuni marchi ad essere leader del mercato e a confrontarsi ad armi pari con competitori internazionali. Un settore che impiega centinaia di addetti, e crea opportunità di lavoro per migliaia di persone nell’indotto».

«Con la nostra presenza a Genova – ha concluso Orsomarso – intendiamo consolidare questo mercato, non solo mettendo in mostra le migliori produzioni della nostra cantieristica, ma anche per far conoscere ai diportisti di tutta Italia, e non solo, l’offerta della portualità calabrese, sulla quale siamo impegnati sia per il miglioramento dei servizi, sia per aggiungere nuovi porti alla rete di quelli esistenti». (rrm)

Successo al Salone di Genova delle eccellenze del comparto nautico calabrese

Ampio successo della presenza calabrese al 59° Salone Nautico di Genova che ha chiuso ieri i battenti. con oltre 190mila visitatori. Unica Regione presente al Salone, la Calabria ha presentato, nel corso dei sei giorni di manifestazione, il sistema di eccellenze del proprio comparto nautico. Una iniziativa che si inquadra nel contesto delle operazioni realizzate dal Settore internazionalizzazione in attuazione degli indirizzi strategici per la promozione internazionale del sistema Calabria. Per i cantieri calabresi che hanno partecipato alla collettiva regionale si è trattato di un’importante opportunità di verifica del grado di competitività del sistema di offerta aziendale e di confronto con un pubblico internazionale che ha confermato di gradire ampiamente le produzioni calabresi.

Presso lo stand istituzionale, spazio alla promozione della portualità calabrese, alla divulgazione di contenuti e materiali illustrativi del territorio e delle mete turistiche, azioni di comunicazione ed animazione, valorizzazione e degustazione delle eccellenze enogastronomiche calabresi: un percorso a tutto tondo che ha accompagnato l’esposizione delle imbarcazioni “Made in Calabria”. Una visione integrata che ha reso la partecipazione della Regione Calabria a quella che viene considerata la più importante manifestazione nautica del Mediterraneo, un importante momento per valorizzare il comparto della nautica regionale e proiettarlo in un contesto internazionale e, al contempo, un’occasione di promozione di un più ampio sistema di attrazione del territorio e del tessuto socio-economico locale e di valorizzazione di traiettorie e mete di destinazione turistica. Il mare come espressione delle ricchezze naturali, costiere, paesaggistiche, infrastrutturali e produttive della terra Calabrese. Nello stand della Waterfront Lab presenti anche due progetti calabresi: il Porto turistico di Lamezia, che coinvolge la Regione, e il grande progetto di Mediterranean Life a iniziativa privata. Quest’ultimo ha registrato notevole curiosità e interesse (vedi articolo di Calabria.Live) per l’importanza dell’iniziativa e dell’investimento previsto che mira a trasformare completamente la zona litoranea Sud di Reggio Calabria, nell’area di Pellaro-Porto Bolaro.

«La presenza della Regione Calabria al Salone nautico – ha dichiarato, con soddisfazione, il Presidente della regione Mario Oliverio – è una conferma dell’impegno profuso per la promozione ed il sostegno ai processi di internazionalizzazione su cui lavoriamo per favorire e potenziare i processi di apertura commerciale e l’attrattività da parte di imprenditori ed operatori stranieri. Una iniziativa – ha proseguito Oliverio – che si è posta pienamente in linea con l’obiettivo di favorire una maggiore apertura verso i mercati esteri ed una migliore capacità di inserimento del sistema imprenditoriale regionale nei processi di sviluppo a livello internazionale e, parallelamente, di contribuire a rendere il territorio calabrese maggiormente attrattivo per i turisti e per gli investitori esteri. A Genova, una Calabria capace di mettere a sistema tutte le risorse della Regione.

L’Assessore all’Urbanistica Franco Rossi, presente al Salone nautico, ha testimoniato la progettualità della Regione per la valorizzazione delle coste e per il potenziamento delle infrastrutture in un’ottica di sviluppo del territorio e della qualità dell’offerta turistica in Calabria. Positivo e gratificante il bilancio della partecipazione per i cantieri calabresi che hanno esposto le proprie imbarcazioni riscontrando il favore del numeroso pubblico giunto da tutto il mondo che ha avuto occasione di apprezzare le produzioni di eccellenza del comparto nautico calabrese nel contesto di tutto il sistema Calabria in “vetrina” a Genova. (rrm)

Salone Nautico di Genova: grande interesse per il progetto reggino di Porto Bolaro

Sta riscuotendo grande interesse e molta curiosità il progetto di Mediterreanean Life di Porto Bolaro, nell’entroterra della costa reggina, presso lo stand del WaterFront Lab del 59° Salone Nautico in corso a Genova. L’ambizioso progetto da diverse centinaia milioni di euro punta a riqualificare una delle zone più degradate della città, trasformandola in un polo d’attrazione internazionale, con importanti ricadute occupazionali e di sviluppo del territorio. Calabria.Live ne ha illustrato alcune settimane fa i punti salienti con l‘intervista al progettista Pino Falduto.

Waterfront Lab Il progetto “Mediterranean Life” è stato realizzato tecnicamente dagli architetti Giancarlo Ferrante, Giuseppe Falduto, Stefano Lionte e Federica Cilea, con i collaboratori Nicola Zera Falduto e Paolo Siclari ed è stato già presentato al Comune, che nei mesi scorsi ha convocato l’apposita Conferenza dei Servizi. L’iter burocratico per le autorizzazioni, quindi, è già partito, anche se servono pochissime deroghe. L’area interessata dall’intervento è di proprietà della società che ha ideato del progetto e rispetta già la destinazione urbanistica. Si trova al di fuori di ogni tipo di vincolo aeroportuale ed è completamente edificabile. Porto Bolaro, in sostanza, ha pensato questo progetto per migliorare casa propria con uno sguardo più ampio alla città e al circondario, che avrebbero ricadute eccezionali.

Allo stato attuale, lo scorso 16 settembre, la società capofila del progetto, la Porto Bolaro, con un ricorso ha chiesto che le Pubbliche Amministrazioni interessate (Regione, Comune e Città Metropolitana) «si esprimano, ai sensi dell’art. 14 c. 3 della legge 241/2019 sul progetto di fattibilità tecnica ed economia presentato, indicando prima della presentazione del progetto definitivo le condizioni per ottenere sul progetto definitivo stesso intese, pareri, concessioni, autorizzazioni, licenze, nullaosta, assensi comunque denominati». In poche parole, non si può procedere “al buio” alle operazioni preliminari (che costeranno svariati milioni di euro in scavi, indagini geologiche, studi accurati di fattibilità, ecc.) in assenza di un preciso parere della Conferenza dei servizi preliminare al progetto. Infatti era stato richiesto un progetto di fattibilità tecnica ed economica ai sensi del Dlgs 50 del 2016, ma la richiesta non è coerente con la fase in cui l’iter amministrativo si trova. La conferenza – è stato fatto notare nel ricorso presentato dalla società Porto Bolaro – è finalizzata solo a verificare, prima della presentazione del progetto definitivo e delle istanze specifiche di richiesta di concessioni demaniali quali siano le condizioni per ottenere i necessari pareri, concerti, nullaosta, autorizzazioni, concessioni o altri atti di assenso. Lo studio di fattibilità presentato – sostiene la società capofila del progetto – è più che sufficiente per le Amministrazioni interessate per poter determinare sulla fattibilità dell’iniziativa imprenditoriale.

Il successo e l’interesse suscitato al Salone di Genova del progetto Mediterranea Life dovrebbe sollecitare l’invio degli atti al Consiglio Comunale, Metropolitano e Regionale per una rapida valutazione dell’iniziativa. Che, al contrario del Porto Turistico di Lamezia Terme sponsorizzato dalla Regione Calabria (il cui progetto è anche presente al Salone Nautico, sempre presso lo stand della Waterfront Lab), è bene ricordarlo, è un progetto che sarà realizzato esclusivamente con fondi privati e presenta caratteristiche innovative in grado di attrarre gran parte delle svariate migliaia di diportisti che attraversano la rotta del Mediterraneo: un percorso obbligato che vedrebbe l’area di Reggio Calabria un punto di approdo eccellente, anche per le imbarcazioni di lusso. (rrm)