È nata l’Associazione nazionale Reti delle Reti di Biblioteche italiane: Tra i fondatori il Sistema Bibliotecario Lametino

È nata l’Associazione nazionale Rete delle Reti di Biblioteche Italiane, con la firma dei cinque Sistemi Bibliotecari e soci fondatori, che sono il Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani e Sistema territoriale  Biblioteche dei Monti Lepini (Lazio), CSBNO – Culture Socialità Biblioteche Network Operativo (Lombardia),  SBAM Nord Est (Piemonte), Sistema Bibliotecario Lametino (Calabria). 

«In realtà – viene spiegato in una nota – sono già una trentina i Sistemi e Consorzi bibliotecari che si sono candidati e stanno completando  l’iter burocratico per entrare a far parte dell’Associazione. Ripartiti sull’intero territorio nazionale, insieme i  futuri Soci rappresentano un bacino di utenza di oltre 15 milioni di cittadini. Non è casuale che tutti abbiano  già sperimentato la fattiva partecipazione al preesistente progetto nazionale cooperativo – Rete delle Reti,  appunto – mirato alla condivisione di risorse creative, informative e organizzative allo scopo di accrescere la  diffusione di servizi di pubblica lettura e favorire sinergie ed economie di scala. Nei due anni e mezzo di lavoro trascorsi dalla sigla del Protocollo d’Intesa, quel primo progetto ha mostrato di poter conseguire traguardi  significativi». 

«È parso, quindi – continua la nota – naturale dare al Protocollo d’Intesa di Rete delle Reti una veste e un assetto istituzionale  ufficiali, tali da consentire a ciascun ente Socio di attivarsi in modo autonomo nella gestione di nuove  iniziative, cogliendo opportunità che solo una forte base associativa consente.  Per questa ragione si è costituita l’Associazione nazionale Rete delle Reti di biblioteche italiane – RdR. La  cooperazione strutturata tra enti bibliotecari pubblici e privati consolida così il raggiungimento di livelli più  elevati di intervento e una dimensione operativa assai più vasta rispetto ai singoli territori».

Razionalizzare ed efficientare gli investimenti, migliorare la qualità dei servizi ai cittadini, attivare e proporre  modalità e piattaforme tecnologiche che favoriscono l’inclusione, perché le biblioteche siano sempre più  luoghi di socializzazione e partecipazione sono gli obiettivi base da cui  i Sistemi bibliotecari italiani hanno deciso di adottare un piano di cooperazione esteso a livello  nazionale e di affidare alla neonata Associazione compiti mira.

Nello specifico, si punta ad attivare attraverso un ambito cooperativo no profit l’accesso a progetti anche di grandi dimensioni, in una  logica di economia di spesa; produrre innovazione tecnologica che contribuisca a un’ulteriore evoluzione della biblioteca e dei servizi  offerti alle comunità di riferimento; assicurare il supporto amministrativo, giuridico, progettuale, tecnico e gestionale laddove sia richiesto, fornendo i necessari strumenti di assistenza; svolgere attività di rappresentanza presso terzi e di promozione dell’immagine di sistemi del territorio e  biblioteche locali sia a livello italiano che internazionale; avviare iniziative di fund raising e crowdfunding per sostenere finalità e progetti dell’Associazione.

«A breve – conclude la nota – una volta completate le procedure di accoglimento di tutti i Sistemi bibliotecari che si sono già  candidati, verrà convocata la prima assemblea costituente con il compito di eleggere Presidente e  Vicepresidente e nominare la Giunta esecutiva e i membri della Commissione tecnica». (rrm) 

 

LAMEZIA РAl Caff̬ Letterario celebrata la Giornata della Memoria

Parole e musiche dai campi di concentramento è stato l’evento con cui il Sistema Bibliotecario Lametino di Lamezia Terme ha voluto celebrare, al Chiostro Caffè Letterario, la Giornata della Memoria.

L’evento, a cura dei volontari del servizio civile con la partecipazione del Liceo Tommaso Campanella, diretto dalla Dirigente dott.ssa Susanna Mustari, è stato condotto dal prof. Pasqualino Scaramuzzino, esperto musicologo e studioso del   fenomeno  del rapporto tra lager nazisti e musica, che ha eseguito al pianoforte brani musicali e canti scritti da prigionieri dei lager nazisti, nelle condizioni estreme della vita nei campi di sterminio, accompagnato dalla lettura dei testi delle canzoni e di poesie, a cura dei giovani partecipanti all’incontro.

La studentessa Alessandra Falleti della classe di canto IIIAM del Liceo Campanella ha cantato, con grazia e talento, il brano “E finchè potrai guardare” da un adattamento della M. Giovanna Massara su testo di Anna Frank e musiche di John Williams.

La serata si è conclusa con l’intervento del giovane e brillante studente Giuseppe Bagnato dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, che ha presentato un bel video appositamente realizzato per la Giornata della Memoria, rientrante nel suo progetto “Artualità – Terezin e l’Art Brut” che tratta della straordinaria esperienza artistica dei bambini nel campo di Terezin. (rcz)

LAMEZIA – Il 18 dicembre si presenta il libro di Nicola Gratteri e Antonio Nicaso

Il 18 dicembre, a Lamezia Terme, alle 18, al Chiostro Caffè Letterario monumentale San Domenico, è in programma la presentazione del libro Complici e colpevoli – Come il Nord ha aperto le porte alla ‘ndrangheta di Nicola Gratteri e Antonio Nicaso, edito da Mondadori.

Dialoga con gli autori la giornalista Alessia Truzzolillo.  L’evento è organizzato dal Sistema Bibliotecario Lametino, dal Civico Trame e dalla Libreria Tavella.

Il libro è un viaggio nelle regioni del Nord Italia, dove maggiormente circola la ricchezza che ha attratto la ‘ndrangheta calabrese fin dagli anni sessanta, come ora viene accertato da numerose indagini. Sono 46 i “locali” di ‘ndrangheta finora scoperti  nelle regioni del Nord, di cui 25 in Lombardia e 15 in Piemonte e con presenze nelle altre regioni; il libro dedica ad ognuna di esse un capitolo di approfondimento.
P
er troppo tempo si è voluto credere alla “metafora del contagio”, come se le mafie fossero un virus che infettava territori sani. Nelle regioni del Nord le mafie raramente sono giunte con le armi in pugno, come succede con gli eserciti d’occupazione. Quasi sempre a favorirne l’insediamento sono stati i contesti economici e politici locali, il silenzio, la colpevole sottovalutazione di chi avrebbe dovuto denunciarne la presenza, ma soprattutto il sistema di accordi illeciti, su base corruttiva, tra imprenditori, esponenti politici e mafiosi. (rcz)

LAMEZIA – Il 15 dicembre l’incontro pubblico su Pietro Ardito

Il 15 dicembre, a Lamezia Terme, alle 18, nell’Aula Giovanni Paolo II del Seminario Vescovile, è in programma un incontro pubblico sulla figura di Pietro Ardito, sacerdote e patriota.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Culturale Pietro Ardito in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Lametino.

Introduce Giacinto Gaetano, direttore del Sistema Bibliotecario Lametino. Relazione il prof. Filippo D’Andrea. Comunicazione di Vincenzo Scaramuzzino, studente del Liceo Classico-Artistico “F. Fiorentino” di Lamezia Terme. Interviene mons. Giuseppe Schillaci, vescovo di Lamezia Terme. (rcz)

LAMEZIA – Al via la seconda edizione del Laboratorio di Editoria

Prende il via oggi, a Lamezia Terme, al Sistema Bibliotecario Lametino, la seconda edizione del Laboratorio di Editoria, promosso dall’Associazione Glicine in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Lametino.

Il Laboratorio, aperto a studenti universitari e di scuole secondarie di secondo grado, a professionisti, operatori culturali, giornalisti, librai e quanti volessero incrementare le proprie conoscenze nell’ambito dell’editoria, offrirà ai suoi partecipanti un primo approccio professionale con il piccolo grande mondo dell’editoria; un autentico corso di editoria che avrà il fine di fornire i princìpi base dell’editoria e le tecniche redazionali utili a districarsi e a lavorare nel settore.

Sei gli appuntamenti previsti, suddivisi nei moduli Le identità del libro, Geroglifici da correttori, Amabili paratesti, Giù con l’editing, Dare voce a un libro, Come recensire.

Al termine del Laboratorio verrà rilasciato un attestato di partecipazione riconosciuto da Sistema Bibliotecario Lametino. (rcz)

LAMEZIA РPaolo Mascaro ̬ il nuovo presidente del Sistema Bibliotecario Lametino

Paolo Mascaro, sindaco di Lamezia Terme, è stato eletto presidente del Sistema Bibliotecario Lametino.

La nomina è avvenuta all’unanimità, su proposta del rappresentante del Comune di Carlopoli, Maria Antonietta Sacco, nel corso dell’assemblea della Conferenza dei Sindaci del Sistema Bibliotecario Lametino, dove erano presenti Sindaci e rappresentanti dei Comuni di Lamezia Terme, Carlopoli, Conflenti, Curinga, Decollatura, Feroleto Antico, Gizzeria, Jacurso, Pianopoli, Platania, Maida, San Mango D’Aquino, San Pietro a Maida, Serrastretta.

 Il neo Presidente, nel ringraziare per l’incarico affidato, ha delineato quelle che saranno le linee guida per le attività culturali comuni del prossimo futuro. In particolare, ha sottolineato l’opportunità di consolidare la collaborazione dei singoli comuni attraverso la realizzazione di iniziative collettive, potenziando l’uso dei social network come sperimentato dal Sistema e da diversi comuni durante il “Maggio dei Libri” con la realizzazione di decine di incontri con autori e presentazioni di libri via facebook; raccogliendo poi una esigenza diffusa rappresentata dai presenti, ha confermato l’impegno dell’Amministrazione di Lamezia Terme a svolgere un ruolo di attivo coordinamento e propulsione nelle tematiche generali di interesse comune e, con riferimento alle attività culturali, attraverso il Sistema Bibliotecario.

L’assemblea ha, poi, accettato la richiesta di adesione del Comune di Cicala, presentata con Delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 10/12/2019, che diventa così il ventesimo comune del Sistema Bibliotecario.

L’assemblea ha poi discusso e approvato all’unanimità   il bilancio consuntivo 2019 ed il bilancio preventivo 2020.

Infine è stata decisa l’adesione alla Rete delle Reti – il coordinamento nazionale dei Sistemi Bibliotecari. La Rete rappresenta, ad oggi, 23 Sistemi in tutta Italia. Per la Calabria ne fa parte anche il Sistema Bibliotecario Vibonese. La Rete unisce le migliori esperienze in campo nazionale, a partire dai Sistemi dell’area metropolitana milanese, della città di Torino, dei Castelli Romani e delle principali città del Centro/Nord del paese. La convinta adesione manifestata consentirà l’acquisizione di best practices nell’erogazione di servizi all’utenza che siano all’altezza dei tempi, e lo sviluppo di attività di collaborazione culturale a livello nazionale. L’assemblea ha dato mandato al presidente Mascaro di sottoscrivere il relativo protocollo d’intesa. (rcz)

LAMEZIA – Al Sistema Bibliotecario grande festa con Babbo Natale

Domani pomeriggio, dalle 17.30, al Sistema Bibliotecario Lametino di Lamezia Terme, un evento speciale per i più piccoli: una grande festa con Babbo Natale.

I volontari del Sistema Bibliotecario e il Chiostro hanno pensato, però, anche ai piccoli più sfortunati: a ogni bambino che parteciperà alla festa sarà regalato un libro, in cambio si chiede loro di portare un giocattolo che non usano più e che, a fine serata, sarà devoluto alla Caritas della Parrocchia della Pietà di Lamezia Terme.

Il programma prevede un pomeriggio dove i bambini potranno fare merenda con Babbo Natale, farsi una foto con lui, ascoltare i suoi racconti, imbucare la letterina e tanta musica. L’ingresso è con un contributo di 5 euro. (rcz)

LAMEZIA – Al Chiostro si festeggia Halloween

Domani, al Chiostro Caffè Letterario di Lamezia, si festeggia Halloween con due eventi in programma.

L’evento, organizzato dal Chiostro in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Lametino, prevede due eventi: si parte alle 17.30 con una festa di Halloween dedicata ai bambini (il cui ingresso, per ogni bimbo, è di 10 euro compreso il buffet).

A partire dalle 20.00, sarà possibile partecipare alla Cena con delitto al costo di 10€ e con prenotazione obbligatoria, mentre dalle 21.30, la notte delle streghe e dei mostri entrerà nel vivo con la possibilità, infatti, di provare il nuovo Resident Evil VII con Realtà Virtuale a cura della Asd NUB.

Per immergersi ancor di più nella terrificante atmosfera della notte di Halloween, le esperte make-up artist della To Be Academy realizzeranno gratuitamente un trucco a tema a chi lo richiederà. (rcz)

 

LAMEZIA – Al Sistema Bibliotecario Lametino si ricordano le vittime della Shoah

Nella giornata di ieri, a Lamezia, presso il Sistema Bibliotecario Lametino, si è svolto un incontro per ricordare le vittime della Shoah. Organizzato dal Sistema Bibliotecario Lametino, l’evento è stato dedicato agli utenti della Biblioteca Comunale e del Sistema Bibliotecario Lametino, e ad un gruppo di studenti del Liceo Ginnasio Statale “Francesco Fiorentino”.

Gli studenti, nel corso dell’evento, hanno ascoltato la testimonianza di alcuni giovani lametini che hanno vissuto l’esperienza del Treno della memoria, iniziativa organizzata dall’Associazione Terra del fuoco che, ogni anno, dal 2005, accompagna studenti da tutta Italia a visitare i campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau.

Ad arricchire l’evento, alcuni video-testimonianze dirette degli orrori della Shoah, e un dibattito coordinato dai volontari del Sistema Bibliotecario Lametino e Biblioteca Comunale. A completare l’evento, un laboratorio artistico.

Inoltre, all’interno della Biblioteca Comunale è stata allestita una selezione di libri dedicati al tema della Shoah, che possono essere presi in prestito, gratuitamente, per tutta la settimana. (rcz)

LAMEZIA – Incontro con Rocco Mangiardi e Antonio Saffioti

27 dicembre 2018 – A Lamezia Terme oggi, alle 16.30, presso Palazzo Nicotera-Severisio, l’incontro Due vite. Una stessa lotta per essere liberi con Antonio Saffioti e Rocco Mangiardi.

L’evento rientra nell’ambito delle attività di Natale in Biblioteca, la rassegna organizzata dal Sistema Bibliotecario Lametino e dalla Biblioteca Comunale di Lamezia Terme.

Intervistati da Salvatore D’Elia, Mangiardi e Saffioti racconteranno della loro lotta quotidiana volta a far crollare i muri che li affliggono, apparentemente diversi eppure così simili, che sono e/o erano: la mafia e la distrofia muscolare. L’intervista, infine, sarà arricchita da due video musicali.

Nel corso dell’incontro, inoltre, si potranno acquistare i libri di cui sono autori Antonio Saffioti e Rocco Mangiardi: Poesie d’amore, di fede e i ciarpame di Rocco Mangiardi, e Chi ci capisce Ã¨ bravo, l’autobiografia di Antonio Saffioti, scritta a quattro mani con Marco Cavaliere.