BISIGNANO (CS) – La conferenza “Agricoltura in Valle del Crati”

Questa mattina, a Bisignano, alle 11.00, nella sala conferenza della Biblioteca Comunale, la conferenza Agricoltura in Valle del Crati. Opportunità di sviluppo e crescita.

Intervengono Francesco Lo Giudice, sindaco di Bisignano, Francesco Straface, Assessore alle Attività Produttive, Franco Aceto, presidente Coldiretti Calabria, Luciano Migliuri, Comitato Fiera Soverano, Luca Pignataro, presidente Cia Calabria Nord e l’On. Mauro D’Acri, delegato Agricoltura Regione Calabria. (rcs)

BISIGNANO (CS) – Arte & Cultura nella Scuola di Liuteria

Stamattina, a Bisignano, alle 10.30, nella Scuola di Liuteria, al via la terza edizione di Liuteria tra Arte & Cultura.

Si tratta di un evento di arte e musica che simboleggia la presenza di una volontà sul territorio calabrese di raccogliere i frutti di chi ci ha preceduti: gli artigiani del passato, i Liutai, la loro centenaria tradizione, ci hanno consegnato un importante testimone da portare avanti.

Si comincia, alle 10.30, con la masterclass di chitarra classica con il Maestro Eugenio Silva, che si esibirà, poi, alle 21.00.

Ospite d’eccezione Hettie Webb, che si esibirà, alle 21.30, insieme ad Andrea Resce.

«Dai primi passi, – ha dichiarato il Maestro liutaio Andrea Pontedoro – mossi nel lontano 1995, oggi siamo arrivati a ottenere ottimi risultati, anche se la strada è ancora lunga. Sono orgoglioso di essere il presidente dell’Associazione Liutaria Bisignanese e di aver dato un grande contributo alla liuteria del nostro territorio, lavorando sempre con un obbiettivo ben chiaro in mente: portare la nostra storia liutaria al di là delle mura di cinta, organizzando corsi professionali in una struttura formativa ad alto livello, peraltro già presente nella nostra città. Noi abbiamo tutte le capacità per fare grandi cose, approfittando del fatto che il nostro territorio gode di una tradizione Liutaria importante».

«Grazie – ha proseguito il Maestro Pontedoro – al direttivo e ai soci ALB, in particolar modo al Responsabile ai Rapporti con gli Enti, Luca Gencarelli, per il lavoro che svolge in sinergia con la Regione Calabria, la Scuola di Liuteria Bisignanese sta partecipando a molti eventi regionali, nazionali e internazionali, come ad esempio la Fiera di Francoforte, oltre a programmare progetti e a delineare obiettivi futuri».

«Un sentito ringraziamento – ha concluso il Maestro  per il sostegno e la fiducia assegnata all’Associazione, lo rivolgo al Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, e al suo staff  che hanno dimostrato di credere in una Calabria che produce, nel rispetto di lavoro e condivisione. Quest’anno, con grande gioia e stupore, ci siamo resi conto che il nostro lavoro e i nostri sogni sono condivisi da molte persone, che ci sostengono e chiedono di andare avanti con forza. Per tutto questo, esprimo il mio sentito ringraziamento a tutti i cittadini di Bisignano, che hanno contribuito alla realizzazione di questo evento e a tutti coloro che ci hanno sostenuto anche con un semplice ‘forza ragazzi! Non fermatevi’. Un segnale molto apprezzato di vicinanza e partecipazione, che indirizza la nostra iniziativa verso un sicuro successo». (rcs)

BISIGNANO – Il libro “L’utopia leggera”

Questo pomeriggio, a Bisignano, alle 18.00, presso la Biblioteca Comunale, la presentazione del libro L’utopia leggera di Lorenzo CotroneoStanislao Donadio.

L’evento è stato organizzato in collaborazione l’Amministrazione Comunale.

Introduce i lavori Lorenzo Cotroneo. A seguire, i saluti di Francesco Lo Giudice, sindaco di Bisignano, e di Ornella Gallo, Assessore alla Cultura Comune di Bisignano.

Intervengono Stanislao Donadio, Osvaldo MoriscoAntonietta MeringolaRosalbino Turco. Modera Franco Murano.

Il libro, edito da Apollo Edizioni, è il racconto della storia di Radio Popolare Bisignanese attraverso l’esperienza vissuta dagli autori.

Al termine dell’incontro, inoltre, lo spettacolo musicale Tributo a Fabrizio De Andrè. (rcs)

Le cinque magnifiche mete calabresi tra le 100 più belle d’Italia

2 gennaio 2019 – Prestigioso riconoscimento a cinque Comuni calabresi, a cui è stato consegnato il Premio 100 Mete d’Italia, giunto alla seconda edizione.

La manifestazione, che si è svolta a Roma, è stata organizzata da Dell’Anna Eventi, in collaborazione con la Casa Editrice RDE, «propone di dare valore alle migliori esperienze realizzate dalle Pubbliche Amministrazioni per il miglioramento, concreto, della qualità della vita dei cittadini, in un’ottica di sostenibilità e di promozione della cultura».

«Un premio – si legge in una nota degli organizzatori – a quelle comunità che hanno saputo sviluppare un’idea di futuro originale e autentica, senza mai perdere il contatto con le origini legate alle radici del luogo».

«Per questo – prosegue la nota – tale riconoscimento ha un forte valore simbolico, e vuole premiare le mete d’eccellenza che in Italia hanno saputo mettere in pratica azioni volte alla valorizzazione del patrimonio agroalimentare, storico, artistico, culturale, artigianale e manifatturiero, enogastronomico, turistico, che hanno adottato politiche legate alla tutela dell’ambiente e del paesaggio, alla trasparenza amministrativa e alla legalità, al sostegno di famiglie con attenzione alle situazioni di disagio sociale, che abbiano saputo incentivare la coesione della collettività attraverso l’organizzazione di manifestazioni teatrali, culturali, artistiche, agonistiche».

Il Premio, inoltre, è suddiviso in 10 categorie, a cui sono state assegnate nomi di fiori e piante «che, da secoli, rappresentano i simboli del nostro Paese per trasmettere precisi messaggi di orgoglio e ammirazione».

Roseto Capo Spulico (CS), ha ricevuto il riconoscimento per l’ambito Melograno, che viene assegnato a quei Comuni che si sono distinti per le attività sociali rivolte a famiglie, giovani, anziani e disabili, e per aver favorito l’integrazione; Rocca Imperiale (CS) ha ricevuto, invece, il riconoscimento per l’ambito Agrifoglio, dove sono inserite le mete he si sono distinte per la valorizzazione della ricchezza agroalimentare.

Uno scatto dell’evento

Monasterace (RC) e Verbicaro,(CS) sono rientrati nell’ambito Timo, dove sono inserite le mete che si sono distinte per la valorizzazione del comparto produttivo; Bisignano (CS), è rientrato nell’ambito Vite, che riguarda quelle mete che si sono distinte per il rispetto delle tradizioni popolari ed enogastronomiche.

Novità di questa seconda edizione, la consegna del simbolico riconoscimento di Ambasciatore del Territorio, riservato ad aziende rappresentative di ogni regione. Per la Calabria, hanno ricevuto il riconoscimento Van Glod di Vale Angelo e Fattorie Greco. (rrm)


A BISIGNANO SCOPERTI I RESTI DI UNA VILLA ROMANA

19 luglio – Presentati a Bisignano i risultati preliminari dei lavori archeologici condotti lo scorso giugno nella zona di Squarcio dall’archeologa Giovanna Verbicaro.
Ciò che è emerso, dai referti rivenuti, lascia presupporre il ritrovamento di una Villa Romana, databile tra il II secolo a.C e il II secolo d.C, che apre nuovi scenari non solo in campo archeologico, e che avrà ricadute a livello economico, culturale, e storico per l’intero territorio.

Bisignano_scavi
Francesco Lo Giudice, sindaco di Bisignano, nel corso della conferenza stampa, ha sottolineato la portata storica della scoperta, e di quanto sia necessario ed urgente il reperimento dei fondi necessari per permettere il proseguimento dei lavori.
«Bisogna cambiare allo stato delle cose attraverso azioni politiche mirate a promuovere il nostro territorio – ha dichiarato il sindaco Francesco Lo Giudice – tutelando, preservando e valorizzando il nostro patrimonio storico, artistico e culturale».
Secondo l’Assessore alla Cultura Ornella Gallo, gli scavi possono «rilanciare la nostra comunità attraverso una scelta di sviluppo tale da farci riconquistare un senso di identità collettiva».
«È necessario, però – ha continuato l’Assessore Gallo – che ci sia un dialogo sinergico con gli enti preposti, con le Associazioni, l’Università e le Scuole, affinchè si realizzi un progetto educativo, che coinvolga le giovani generazioni».

Bisignano_Conferenza
«La scoperta di inorgoglisce – ha affermato Mario Pagano, soprintendente Abap – e ci ripaga del lavoro svolto in questi mesi. Si sono rivelate fondamentali le indagini geologiche effettuate nell’area che ci hanno permesso avere notizie aggiuntive. La portata di questo ritrovamento avrà, sicuramente, una ricaduta in diversi ambiti, non ultimo quello dell’agricoltura».
Nel corso della conferenza, l’archeologa Giovanna Verbicaro ha esposto i risultati delle indagini preliminari con un breve excursus, sottolineando dell’importanza dell’intervento scientifico effettuato su un territorio di cui si ha carenza di notizie, ma che testimonia come esso fosse attivo in epoca romana.
Bisignano_scavi2
L’archeologa, inoltre, ha illustrato, in maniera dettagliata, tutte le caratteristiche e peculiarità della Villa Romana, concludendo che la “domus” «sia patrimonio da tutelare e valorizzare non soltanto da un punto di vista archeologico, ma anche da un punto di vista restaurativo». (rcs)

BISIGNANO: STASERA UN CONCERTO IN RICORDO DI NICOLA DE BONIS

12 luglio – Stasera, a Bisignano, alle 20.30, sul Piazzale della Riforma, l’Orchestra del Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza si esibisce in un concerto sinfonico.
L’evento è stato organizzato su iniziativa dell’Assessorato alla Cultura, guidato da Ornella Gallo, in occasione del centenario della nascita del grande liutaio bisignatese Nicola De Bonis.
Direttore artistico dell’evento è il Maestro Francesco Guido.

Conservatorio_Cosenza(rcs)