CASSANO ALLO IONIO – La conferenza sul Parco Archeologico di Sibari

Questa sera, a Cassano allo Ionio, alle 19,30, all’Auditorium delle Terme Sibarite, è in programma la conferenza Il Parco Archeologico di Sibari – Storia passata e prospettive future, organizzata dall’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Gianni Papasso, in collaborazione con la Direzione del Museo e Parco Archeologico di Sibari, presieduta da Filippo Demma.

Il programma, prevede, in particolare, saluti del sindaco Papasso e dell’assessore delegata alla Cultura, Annamaria Bianchi, che faranno da prologo alla relazione del direttore del Parco Archeologico di Sibari, Archeologo Filippo Demma. Seguiranno gli interventi del presidente dell’amministrazione provinciale di Cosenza, Franco Iacucci e dell’assessore regionale Gianluca Gallo.

All’evento, sono stati invitati a partecipare autorità Civili, Religiose e Militari regionali e nazionali, rappresentanti del mondo scientifico e culturale. L’assise, sarà coordinata dal responsabile dell’Area Comunicazione Istituzionale del Comune di Cassano All’Ionio. L’iniziativa, rappresenta un momento importante per fare il punto della situazione sulla storia e i segni che identificano l’antica Sybaris, universalmente nota per la sua grandezza, i suoi costumi, il suo ingegno e il mito che sopravvive al tempo.

Nel corso dei lavori, da parte del direttore Demma, saranno illustrati, partendo dai riferimenti del passato, lo stato attuale e i progetti in campo per riorganizzare e rilanciare l’importante sito archeologico, anche alla luce del nuovo status, determinato dall’avvenuta concessione da parte del Ministero competente dell’autonomia scientifica, finanziaria, organizzativa e contabile.

La presenza dei rappresentanti istituzionali ai vari livelli e competenze, contribuirà a costituire una rete di collaborazioni per centrare gli obiettivi, che di certo non appartengono al solo territorio ospitante nel suo seno il pregiatissimo giacimento culturale, ma l’intera regione calabrese e non solo. (rcs)

Dalla Regione quasi 2 milioni di euro per completare i lavori dei Palazzi Gentilizi di Cassano allo Ionio

Sono quasi due milioni di euro, la somma stanziata dalla Regione Calabria, per consentire il completamento dei lavori necessari nei Palazzi Gentilizi di Cassano allo Ionio, un tempo di proprietà, rispettivamente, delle famiglie Oriolo, Pontieri-Gallo e Toscano.

Gli immobili in questione erano già stati oggetto di interventi di radicali interventi di manutenzione straordinaria, a seguito di intese siglate col Comune di Cassano tra il 2006 ed il 2008. I lavori, tuttavia, sebbene giunti ad uno stadio avanzato, non giunsero mai a compimento né comunque ad essi fece seguito alcuna procedura di affidamento, così aprendo le porte ad una nuova stagione di degrado e abbandono, aggravata dalle ripetute incursioni vandaliche. Adesso la svolta.

«Da consigliere regionale di opposizione, raccogliendo l’appello lanciato dall’Associazione “I care” – ha dichiarato l’assessore regionale all’agricoltura e al welfare, Gianluca Gallo – attraverso un’interrogazione alla giunta regionale del tempo riportai all’attenzione dell’opinione pubblica la sorte dei tre palazzi gentilizi, esortando la Regione e l’Aterp ad adoperarsi per una loro effettiva valorizzazione».

«In questi mesi – ha detto ancora Gallo – in collaborazione con l’amministrazione comunale cassanese e nel costante confronto con il commissario regionale dell’Aterp, Paolo Petrolo, ed il dirigente del settore Lavori Pubblici della Regione, Francesco Tarsia, abbiamo lavorato in tal senso ed ora la giunta regionale ha fatto la sua parte, consentendo di individuare le giuste risposte. Ringrazio la collega assessore alle infrastrutture Domenica Catalfamo ed il presidente Nino Spirlì per aver preso a cuore la questione ed individuato le soluzioni opportune».

Nello specifico, attraverso la delibera licenziata dall’esecutivo regionale, attraverso una rimodulazione di risorse disponibili, si sottopone al Ministero delle infrastrutture un elenco di opere da realizzare, tra le quali quelle relative ai palazzi Oriolo, Pontieri-Gallo e Toscano, destinatarie di investimenti per un ammontare complessivo superiore all’importo di 1.900.000 euro. Una volta ottenuto il placet del ministero, avverrà il materiale trasferimento delle somme in favore dell’Aterp che a sua volta, in veste di soggetto attuatore, provvederà ad avviare le procedure per l’affidamento dei lavori necessari.

Il sindaco di Cassano allo Ionio, Gianni Papasso, ha espresso soddisfazione del recente deliberato della Giunta Regionale della Calabria con cui vengono destinati circa due milioni di euro, previa autorizzazione del Ministero delle Infrastrutture, da utilizzare per eseguire i necessari interventi di completamento presso gli immobili.

«Nei mesi scorsi – ha ricordato il primo cittadino – in più occasioni era stata formalmente sollecitata l’Aterp ad assumere impegni per realizzare i dovuti interventi risolutori ai fini del definitivo recupero e utilizzo dei palazzi in questione, ubicati nel cuore antico del centro storico cassanese».

«Nel corso di un recente incontro – ha detto Papasso – tenutosi in Regione con l’assessore Gianluca Gallo, che ringrazio, e il Commissario regionale dell’Aterp, Paolo Petrolo, ha riferito il sindaco Papasso, il problema per addivenire a una definitiva soluzione era stato affrontato, con l’assunzione di impegni concreti destinati a centrare l’obiettivo che ora si prospetta».

È appena il caso di ricordare che la storia del risanamento dei palazzi gentilizi Oriolo, Pontieri-Gallo e Toscano, comincia nel 1999 con lo stanziamento di un finanziamento regionale in favore dell’Aterp di tre Milioni di Euro. A distanza di anni, la realtà che oggi, purtroppo, appare sotto gli occhi di tutti, è quella di opere pubbliche incompiute, in stato di degrado e abbandono. I tre palazzi, dopo aver assorbito ingenti finanziamenti pubblici, si presentano, infatti, sfregiati dai vandali e depredati dai ladri.

«L’auspicio – ha infine, affermato il sindaco Papasso – è che con i prossimi interventi si possa definitivamente concludere l’iter di recupero degli edifici per passare con immediatezza alla loro destinazione d’uso a beneficio della comunità. (rcs)

CASSANO ALLO IONIO (CS) – La Torcia Olimpica dei Giochi nazionali Special Olympics ha fatto tappa in città

La Torcia Olimpica in vista dei prossimi Giochi Nazionali Special Olympics #SmartGAmes, ha fatto tappa a Cassano allo Ionio.

Ripartono, così, dopo le restrizioni dovute al Covid-19, i giochi nati per contrastare l’isolamento di migliaia di persone con disabilità intellettiva. La Torcia Olimpica attraverserà tutte le province della Calabria, per proseguire il cammino nelle altre regioni, fino a giungere alla tappa finale, in calendario per il 1°luglio prossimo, a Roma con la cerimonia ufficiale dell’accensione del Tripode Speciale che darà il via alle competizioni sportive.

L’evento, in programma dal 1° al 15 luglio prossimo, anche per questa edizione coinvolgerà migliaia di atleti che si cimenteranno in 19 discipline sportive: Atletica, Badminton, Basket, Bocce, Bowling, Calcio, Canottaggio, Karate, Ginnastica, Golf, Nuoto, Pallavolo, Racchette da neve, Rugby, Sci Alpino, Sci di fondo, Snowboard, Tennis e Tennistavolo.

Le gare, strutturate attraverso singole attività da tenersi anche all’aperto in base alle relative disposizioni nazionali e territoriali in materia di sicurezza, consistono in esercizi elaborati e adattati al contesto dallo staff tecnico nazionale di disciplina. Obiettivo primario degli Smart Games 2.1 è il contrasto all’isolamento di migliaia di persone con disabilità intellettiva. Il senso dell’iniziativa è racchiuso tutto in una sfida che, in un contesto ancora difficile e delicato, trasmette alle persone speciali partecipanti, fiducia per il futuro. Special Olympics è un’organizzazione internazionale che da voce ogni giorno e in tutto il mondo allo spirito umano tramite il potere e la gioia di fare sport.

Con il suo lavoro nello sport, nella salute, nell’educazione e formazione della comunità, Special Olympics affronta l’inattività, l’ingiustizia, l’intolleranza e l’isolamento sociale incoraggiando e sostenendo le persone con disabilità intellettiva col fine di creare una società più accogliente ed inclusiva. Fondato nel 1968 da Eunice Kennedy Shriver, il Movimento Special Olympics è cresciuto fino a raggiungere oltre 5.169.489 atleti in ben 174 Paesi.

Con il supporto di più di un milione di coach e volontari, Special Olympics offre la possibilità di praticare 32 discipline olimpiche in più di 103.540 competizioni durante tutto l’anno. Il sindaco di Cassano All’Ionio, Gianni Papasso, plaudendo all’encomiabile iniziativa ha indirizzato un messaggio di auguri a tutti gli atleti partecipanti alla competizione sportiva di Special Olympics # SmartGAmes, con particolare riferimento ai ragazzi speciali calabresi. (rcs)

Cassano allo Ionio coinvolto nel censimento permanente della popolazione e abitazioni dell’Istat 2021

Cassano allo Ionio partecipa all’edizione annuale del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni dell’Istat, che si terrà nel quarto trimestre dell’anno 2021.

Proprio per questo, «considerato che le fasi delle rilevazioni censuarie vengono organizzate a livello locale attraverso la costituzione degli Uffici Comunali e che l’atto costitutivo dovrà essere trasmesso all’Istat entro il 25 giugno prossimo – si legge in una nota del Comune – si è provveduto, con apposita determinazione, alla costituzione dell’Ufficio Comunale di Censimento, in forma autonoma presso l’Area Affari Generali, Servizi Demografici della delegazione comunale di Lauropoli e alla nomina del responsabile, nella persona di Maria Ciliberti, responsabile dei Servizi Statistici, allo scopo di assicurare tempestivamente la relativa organizzazione, in modo da essere in grado di far fronte, con la dovuta puntualità, ai molteplici adempimenti che ne derivano».

«Incaricati ad espletare le funzioni di rilevatore per il Censimento permanente della popolazione 2021, per conto dell’Istat – prosegue la nota – sono stati indicati i dipendenti: Ciliberti Maria, quale responsabile dell’Ucc e per le rilevazioni Azzolino Ornella, Calò Cosima e Milano Carmela. L’attività dovrà essere resa al di fuori del normale orario di lavoro. L’atto di determina è stato trasmesso sia all’Istat che al Segretario Generale, per quanto di competenza. Quale Responsabile del procedimento è stata indicata Monica Fazzitta». (rcs)

CASSANO ALLO IONIO (CS) – La città ha aderito alla campagna “Puliamo il mondo”

Il Comune di Cassano allo Ionio, guidato dal sindaco Gianni Papasso, su proposta dell’assessore Leonardo Sposato, ha aderito all’iniziativa Puliamo il mondo, giunta alla 29esima edizione, prevista nei giorni 24, 25 e 26 Settembre 2021, promossa da Legambiente.

La manifestazione, ha riferito l’assessore Sposato, è stata accolta di buon grado dall’esecutivo, per dare il giusto risalto all’annuale appuntamento organizzato da Legambiente Italia, presieduta da Stefano Ciafani, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Transizione Ecologica, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dell’Upi, in considerazione degli scopi che la stessa si propone, nell’ottica di sensibilizzazione alle tematiche ambientali ma anche ai temi della solidarietà, dell’appartenenza e della convivenza. Al Responsabile dell’Area Tecnica interessato è stato dato mandato affinché provveda all’adozione degli atti conseguenti e necessari.

La delibera, dichiarata immediatamente esecutiva, è stata trasmessa per quanto di competenza, agli Uffici: Area Tecnica e Ragioneria. Ogni anno a fine settembre, volontari di tutto il mondo si danno appuntamento in più di 120 Paesi per scendere in piazza e dare un segnale concreto di voglia di fare e di identità territoriale. Nonostante la pandemia che ha cambiato le nostre abitudini, e le riserve di alcuni enti che hanno adottato politiche di estrema prudenza, nel 2020 sono stati oltre 300 mila i volontari che in 800 comuni hanno ripulito oltre 2000 aree.

Il ruolo dei comuni, pertanto, sottolineano gli organizzatori, continua ad essere quindi di fondamentale importanza per la riuscita della manifestazione. Puliamo il Mondo 2021, sarà la prima grande iniziativa di volontariato ambientale in programma dopo i mesi di isolamento e attraverso la quale Legambiente, insieme ai suoi volontari, alle istituzioni e ai cittadini che decideranno di partecipare, lancerà un messaggio di speranza e futuro sostenibile al Paese in forte difficoltà. Anche per questa edizione le iniziative si svolgeranno nel rispetto delle regole vigenti relative all’emergenza sanitaria. (rcs)

CASSANO ALLO IONIO (CS) – L’Associazione Plastic Free ha ripulito il litorale di Sibari

L’Associazione Plastic Free ha ripulito il litorale di Sibari dai rifiuti abbandonati e dalla plastica. Ne ha dato comunicazione l’assessore ai lavori pubblici con delega anche all’ambiente del Comune di Cassano All’Ionio, Leonardo Sposato, che ha plaudito all’iniziativa portando il saluto dell’amministrazione locale a tutti i partecipanti e in particolare a Lina Esposito, quale referente Provinciale dell’Associazione che come mission, si occupa di sensibilizzare le persone sulla pericolosità dello smaltimento selvaggio della plastica, nello specifico quella monouso, che non solo inquina bensì uccide.

L’amministratore cassanese, ha colto l’occasione per riferire agli aderenti che l’ente locale sibarita intende sottoscrivere un protocollo d’intesa con l’Associazione Plastic Free. 

«Per il bene del territorio – ha sottolineato l’assessore Sposato – si vuole formalizzare la costituzione di un vero e proprio patto, non oneroso, tra l’Ente e l’Associazione in questione; un impegno reciproco, per la salvaguardia del Pianeta, finalizzato alla sensibilizzazione del territorio. Noi, faremo la nostra parte sempre. Supporteremo Plastic Free in ogni iniziativa pro ambiente, l’impegno sarà costante in diversi progetti come gli appuntamenti di raccolta, la sensibilizzazione nelle scuole, il salvataggio delle tartarughe e tanto altro».

L’assessore comunale all’ambiente, ha, infine, ringraziato gli organizzatori della giornata e sottolineato con orgoglio che Cassano All’Ionio è il Primo Comune dello Jonio Cosentino ad avere aderito all’iniziativa messa in campo dell’associazione Plastic Free, che ha già raggiunto straordinari risultati in tutta la Penisola. (rcs)

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Rigenerazione Urbana, il Comune presenta tre progetti da candidare

Il Comune di Cassano allo Ionio, guidato dal sindaco Gianni Papasso, partecipa all’Avviso pubblico per la concessione di contributi riguardanti investimenti per progetti di rigenerazione urbana, candidando tre proposte progettuali, redatte dall’Area Tecnica dell’Ente.

L’Avviso, infatti, finanzia progetti volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale, di cui alla Legge n.160/2019 e al DPCM 21.01.2021, per l’annualità 2021.

Nello specifico, si tratta di progetti che riguardano interventi nel centro storico, a Lauropoli e a Sibari, per un totale di 5 milioni di euro che, se finanziati, contribuiranno in maniera significativa al miglioramento, non solo della qualità urbana e ambientale, ma anche del tessuto sociale e culturale delle aree individuate.

Soddisfazione in merito, è stata espressa dal primo cittadino, che ha inteso sottolineare, ancora una volta, la solerzia e l’impegno dell’amministrazione a cercare di cogliere tutte le possibili risorse messe a disposizione per il bene della città.

«Ce la stiamo mettendo tutta – ha commentato il sindaco Papasso – per dare a Cassano un volto migliore, interessando il territorio a 360°. Il nostro duro lavoro, ha aggiunto, ha già cominciato a far vedere i sui frutti. Tanti, infatti, sono gli interventi già finanziati in solo un anno e mezzo di amministrazione».

«Proseguiremo – ha concluso – determinati ed instancabili, per dare a questa città il futuro che merita». (rcs)

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Movimento Cambia_Menti: Intitolazione Piazza a Frasca irrispettosa verso comunità

Il movimento politico-culturale Cambia_Menti di Cassano allo Ionio, ha commentato la scelta, da parte dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Gianni Papasso, di intitolare una Piazza a Salvatore Frasca, già sindaco della città, come «oltre che ad essere carente sotto il profilo prettamente tecnico-giuridico, per noi è anche irrispettosa verso la comunità».

«Qualche settimana fa – si legge in una nota – il sindaco pro tempore Giovanni Papasso, unitamente alla sua Giunta Municipale, ha avanzato al Prefetto di Cosenza la proposta di intitolare Piazza Municipio al defunto sen. Salvatore Frasca, già Sindaco di Cassano allo Ionio, che ha, tra l’altro, ricoperto nella sua lunga carriera politica, numerose cariche pubbliche, provinciali, regionali, fino allo scranno senatoriale. Il sindaco Papasso e la sua Giunta sono pienamente a conoscenza che, sotto il profilo prettamente tecnico, la legge prescrive che nessuna strada o piazza pubblica possa essere intitolata a persone che non siano decedute da almeno dieci anni, e che tale limite eccezionalmente possa essere derogato solo per i caduti in guerra, o per coloro i quali si siano distinti per la causa nazionale o per particolarissime benemerenze. Di certo quindi, il solo fatto che il sen. Frasca in giovane età non servì lo Stato e fu accusato di renitenza agli obblighi di leva, basterebbe per porlo al di fuori del perimetro degli uomini meritevoli di tale menzione».

«Riteniamo – continua la nota – che l’intitolazione di una piazza o di una strada sia uno di quei pochi casi in cui un’Amministrazione debba coinvolgere non solo il Consiglio Comunale, maggioranza e minoranza, ma addirittura anche la cittadinanza tutta: tali scelte rappresentano un momento di crescita per la comunità e, per questo, dovrebbero scaturire da una decisione collettiva – non da un atto d’imperio – attorno alla quale tutta la città dovrebbe stringersi e riconoscersi. In questo caso, invece, si è scelto una modalità inedita, unilaterale, stupidamente decisionista, sprezzante delle riflessioni storiche, sensibilità e valutazione della comunità cassanese, per alcuni versi anche incomprensibile, visti i forti contrasti politici e non, pubblicamente intercorsi qualche lustro fa, fra lo stesso sen. Frasca e l’attuale sindaco». 

«Senza polemica alcuna, limitandoci ad un primo giudizio sommario sull’azione di governo del defunto senatore – si legge ancora – riteniamo del tutto inopportuna l’iniziativa di intitolare una piazza a chi, con le sue errate scelte amministrative ha condotto, all’epoca proprio assieme al giovane Papasso, le casse del nostro Comune nel baratro più profondo di un dissesto finanziario miliardario che ha frenato e condizionato in maniera pesantemente negativa lo sviluppo della nostra città. Un dissesto finanziario che solo dopo circa 15 anni si è riuscito a risanare grazie all’intervento dello Stato ed alle politiche parsimoniose degli amministratori che si susseguirono poi nel tempo. Sotto il profilo politico, il sen. Frasca è stato indubbiamente uno degli attori principali di un’epoca di intensa passione politica e contrapposizione ideologica, per la quale viene ricordato come una figura estremamente divisiva della nostra comunità, oltre che per alcuni versi controversa. Famose le sue contrapposizioni fratricide con il senatore Gino Bloise, del suo stesso partito, che tanto ritardo hanno arrecato allo sviluppo delle nostre realtà territoriali; famoso, inoltre ancora il suo autoappellarsi a “Rambo” (il c.d. rambismo)».

«Tuttavia – dice ancora Cambia_Menti – nella storia di ogni personaggio politico di lungo corso, si ritrovano anche delle azioni positive, quindi anche in quella del sen. Frasca vi sono azioni di lotte e scelte politiche che hanno dato un qualche contributo di svolta alla società: non si possono dimenticare le lotte contadine degli anni ‘50, di cui lui fu uno dei tanti protagonisti. É bene, però, ricordare anche che la storia del nostro Meridione ci narra di come i frustini agitati dai latifondisti di quel tempo, per impaurire e soggiogare la manodopera contadina, una volta arrivati nelle mani di tanti capipopolo e di nuovi poteri politici, anziché essere spezzati ed abiurati, siano stati a loro volta agitati, allo stesso modo dei padroni, contro la povera gente».

«Papasso – continua la nota – co-protagonista assieme al sen. Frasca, oggi sindaco pro tempore di tutta la comunità di Cassano – non solo quindi di una sparuta parte che si richiama ad una falsa estrazione socialista – conosce più che bene la storia di quel periodo. In virtù di ciò, sapendo che questa sua insensata proposta avrebbe inevitabilmente sollevato delle critiche e riacceso una discussione, per il profondo rispetto che si nutre verso chi non appartiene più a questo modo terreno, non avrebbe proprio dovuto avanzarla o quantomeno, di sicuro, non in questi termini. Il ruolo del revisionismo storico diventa pericoloso quando manca una solida base culturale e uno sguardo critico che ci metta in allerta di fronte alle manipolazioni».

«Restiamo a disposizione – conclude la nota – di s.e. il Prefetto di Cosenza per ogni altra eventuale puntuale informazione sulle tante vicende che hanno visto la vita dei nostri concittadini intrecciarsi con quella del sen. Frasca». (rcs)

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Chiesti alla Provincia interventi sulla viabilità

Il sindaco di Cassano allo Ionio, Gianni Papasso, ha chiesto alla Provincia di Cosenza interventi sulle arterie viarie di competenza che attraversano il territorio inviando una lettera all’ingegnere Claudio Le Piane, del settore viabilità e per conoscenza anche al presidente dell’Ente Provincia di Cosenza, Franco Iacucci,

Nella lettera, sono stati chiesti interventi sulle strade provinciali, anche e soprattutto, per garantire la necessaria sicurezza alla circolazione veicolare.

«Le strade provinciali che si snodano sul territorio del Comune di Cassano All’Ionio –  ha sottolineato il primo cittadino – necessitano, infatti, di urgenti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Il manto stradale, ha aggiunto, è in più punti ammalorato e le rotatorie e i cigli stradali necessitano di interventi di pulizia improcrastinabili».

«È necessario, pertanto – ha concluso Gianni Papasso – provvedere con urgenza alla manutenzione straordinaria della sede viaria, alla pulizia delle rotatorie e dei cigli stradali e alla sistemazione della segnaletica verticale ed orizzontale. Gli uffici comunali, ha assicurato, restano a disposizione per qualsiasi adempimento». (rcs)

CASSANO ALLO IONIO (CS) – Approvata la ‘Proposta per una strategia di sviluppo territoriale’

La Giunta di Cassano allo Ionio, guidato dal sindaco Gianni Papasso, ha discusso e approvato, ai fini della candidatura alla formazione di piano nazionale di ripresa e resilienza “Next Generation Italia, la proposta per una strategia di sviluppo territoriale – Piano Comunale di ripresa e resilienza del Comune di Cassano allo Ionio, che è composto da 15 schede.

Nello specifico, le schede progettuali riguardano la Digitalizzazione della Pa; il Parco archeologico di Torre Milone; il Completamento e valorizzazione Grotte di Sant’Angelo; l’Acquisto di Bus elettrici; La Pista ciclabile di collegamento dei siti di interesse culturale; l’Intervento di tutela dell’area della Foce del Crati – Monitoraggio e videosorveglianza; il Masterplan per il potenziamento e miglioramento delle infrastrutture del servizio idrico integrato; il Masterplan per la messa in sicurezza del territorio mediante interventi di sistemazione idrogeologica; l’Ammodernamento rete stradale di collegamento dei siti di interesse; il Ripristino funzionale relativo all’accesso ai Laghi di Sibari.

E ancora, la Demolizione e ricostruzione edifici scolastici comunali siti in Via G. Amendola da adibire a Polo dell’Infanzia; la Ristrutturazione e messa in sicurezza edificio sito in località Bruscate Grande da adibire a Centro Polifunzionale per i Servizi alla Famiglia; il Masterplan rigenerazione urbana; l’Intervento di riqualificazione dell’impianto sportivo; e la Telemedicina, innovazione, ricerca, digitalizzazione sanitaria.

Nell’atto si sottolinea che il progetto e l’investimento previsto è coerente con le missioni del Pnrr “Next Generation Italia. Al sindaco Papasso è stato dato mandato di sottoscrivere tutti gli atti ed i documenti anche con gli altri comuni aderenti cui viene, tra l’altro, affidata ampia facoltà di rappresentanza nelle competenti sedi istituzionali e non, da adire per il recepimento e l’approvazione del documento medesimo che si renderanno utili e necessari al raggiungimento degli obiettivi prefissati con la candidatura alla formazione del piano nazionale di ripresa e resilienza “Next Generation Italia”, con la “Proposta per una strategia di sviluppo territoriale – Piano Comunale di Ripresa e Resilienza del Comune di Cassano All’Ionio.

«Il Comune di Cassano All’Ionio – ha evidenziato il sindaco Gianni Papasso – ha predisposto una proposta complessiva per una strategia di sviluppo locale, allo scopo di concepire una idea di sviluppo territoriale condivisa, finalizzata ad apportare un concreto contributo alla redazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza».

Copia della deliberazione, resa immediatamente esecutiva, è stata trasmessa al Responsabile dell’Area Tecnica per quanto di competenza. (rcs)