CASTROVILLARI (CS) – Dal 27 luglio la rassegna musicale “Suoni”

Martedì 27 luglio, a Castrovillari, al Castello Aragonese, prende il via Suoni, la rassegna promossa dalla Pro Loco di Castrovillari.

La kermesse, in programma fino al 30 luglio, «offre intensità ed intuizioni di tutto rispetto grazie pure a una rete di collaborazioni e rapporti fondamentali per realizzarle» ha spiegato Ernesto Bello, assessore.

«Un mix– hanno spiegato il presidente e direttore artistico della Pro Loco e della manifestazione, rispettivamente Eugenio Iannelli e Gerardo Bonifati – che rilancia la portata dell’evento, ormai laboratorio di dedizioni che quest’anno richiama pure il significato della ripresa la quale non può che concretizzarsi con le risorse ed i testimoni che si posseggono: motore inesauribile di ogni tensione per un risveglio che sia tale».

Da qui la continua forza penetrante delle proposte che intrigano e raccontano, con la musica che sposano, quella verità vibrante ed unica delle donne e uomini che l’interpretano in sensazioni che ce le fanno riscoprire, destandoci e scuotendoci.

Armonie e sonorità che implicano partecipazioni, continuamente bisognose di ascolto per richiamare l’appartenenza dell’animo umano suscitato dalla realtà che lo stimola, sorprendendolo.

Il programma

Martedì 27 luglio

Si parte alle 21.15, con Niente è come sembra. Omaggio a Franco Battiato di e con Arturo StalteriVanessa Cremaschi. A seguire, Astor: A 100 anni dalla nascita del Maestro Piazzolla di e con Camillo MaffiaSalvatore Chiodi. Alle 22.30, Ti regalo gli occhi miei, omaggio a Gabriella Ferri di e con Vanessa Cremaschi e con Giovanna Famulari.

Mercoledì 28 luglio

Alle 21.15, Obliovion di Astor Piazzolla eseguito da Camillo Maffia. Alle 21.20, Pat Girondi & Orphan Dream band in concert. Alle 22, Go Jazz, Go! con Guido Pistocchi e Maurizio Petrelli Band.

Giovedì 29 luglio

Alle 21.15, Vuelvo al Sur di Astor Piazzolla eseguito da Camillo Maffia. Alle 21.20, E poi ci su i paroli, suoni e melodie d’autore in lingua siciliana con Eleonora BordonaroDiana Tejera. Alle 22, Edith e le icone di Francia di e con Sarah BiacchiLuca Proietti.

Venerdì 30 luglio

Alle 21.15, Violentango di Astor Piazzolla eseguito da Camillo Maffia. Alle 21.20, L’albero di more, reading musicale con Gioacchino CriacoPaolo SofiaSalvatore Gullace. Alle 22, Andrea Braido Electric Blues Band(rcs)

 

CASTROVILLARI (CS) – Da lunedì al via la rassegna cinematografica “Sotto le Stelle”

Da lunedì 12 luglio, a Castrovillari, al Castello Aragonese, prende il via la rassegna cinematografica sotto le stelle, che guarda pure ai più piccoli, e che fa parte del cartellone degli eventi estivi di Castrovillari, Città Festival realizzato dal Comune grazie ad un proficuo e sinergico lavoro di squadra con più capacità che vi hanno profuso impegno e passione.

Lo hanno reso noto il sindaco, Domenico Lo Polito, e gli assessori Ernesto Bello e Federica Tricarico, che accompagnano le manifestazioni facendo pure da trait d’union.

L’iniziativa, prevede ben nove spettacoli ad ingresso gratuito che si succederanno sino alla prima decade di agosto, ogni lunedì e mercoledì, a partire dalle ore 21,30 nell’atrio del maniero con il supporto tecnico per l’installazione dedicata della Calabriartes e la direzione artistica di Rosanna Iannicelli.

Le pellicole in programma sono : Il Talento del Calabrone ( di Giacomo  Cimini) il 12 luglio ; Fino all’ultimo indizio ( di  John Lee Hancock) 14 luglio; The Mauritanian (di  Kevin  Macdonald) 19 luglio; Si vive una sola volta (di Carlo Verdone) 21 luglio; Soul -per ragazzi- ( della Pixar Animation Studios)  il 26 luglio; Onward –ancora per i bambini- (della Walt Disney Studios) il 4 agosto; Lacci (di Daniele Luchetti) il 9 agosto ed  Aspromonte (di Mimmo Calopresti)  l’11 agosto. 

Nella stessa serata dell’11 agosto, poi, alle ore 23,30, l’anteprima nazionale del cortometraggio “L’Acchiappasogni” di Samuele Leogrande.

Per gli amanti ed appassionati di film, Appuntamenti da non perdere che documentano storie e talenti alla scoperta di questo linguaggio a servizio pure dei cortometraggi ancora per rappresentare, in pochi minuti, sensazioni, impressioni, ed oggi, forse, più di prima, il valore e il significato di ripartire insieme, premessa indispensabile per ogni possibile ricostruzione. (rcs)

 

CASTROVILLARI (CS) – Al Castello Aragonese la mostra “Restart”

Domani pomeriggio, a Castrovillari, alle 18.30, al Castello Aragonese, s’inaugura la collettiva di artisti del luogo dal titolo Restart, che si potrà visitare fino al 21 settembre.

L’evento rientra nell’ambito di Castrovillari Città Festival, organizzata dal Comune di Castrovillari.

«Il progetto – ha spiegato l’assessore Federica Tricarico vuole valorizzare le capacità e sensibilità intuitive degli artisti locali che così hanno portato il proprio contributo; quaranta opere lo testimoniano, affermando la portata culturale del capoluogo del Pollino, in un’ottica di condivisione e promozione del Territorio».

«Ecco perché – ha aggiunto il sindaco, Domenico Lo Polito- realizziamo tali manifestazioni; queste ci fanno comprendere la grandezza del nostro patrimonio, nato da uno sguardo amorevole sulla realtà che ci ha pervasi consegnandoci eredità culturale, percezioni e “linguaggi” per interpretare, nonché impronte importanti che “parlano”, trasmettendo informazioni, messaggi e da quale tradizione sono nate con dignità». (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Al via l’iniziativa per i bambini “Le Bibliostorie”

Prende il via domani, a Castrovillari, al Protoconvento Francescano, l’iniziativa Le Bibliostorie, promosso dal Comune di Castrovillari in collaborazione con la Biblioteca civica “Umberto Caldora”.

L’iniziativa, rivolta ai più piccoli, è composta da 10 appuntamenti il cui filo conduttore sarà il mito “attualizzato”, e si propone di rivisitare libri con la forza di incuriosire, sollecitare espressività e far apprendere, con racconti avventurosi, spiegazioni sulla realtà e modelli di comportamento, fondamento di ogni crescita armoniosa.

«Il percorso – ha spiegato l’assessore Federica Tricarico  è stato pensato come strumento per ritornare, con gioiosità, a quella vita di relazione indispensabile per ogni età».

«Da qui l’idea dedicata – ha aggiunto – di gruppi di lettura per far socializzare i giovanissimi e offrire, proprio con l’aiuto dei libri e delle narrazioni che si proporranno, opportunità per creare, leggendo, nuove storie e giochi insieme. Per tale motivo sono stati scelti piccoli capolavori al fine di far spaziare menti ed interessi, idonei a trasmettere, in modo divertente e ludico, messaggi, insegnamenti che possano aiutarli a scoprire il “mito” che c’è in loro: per l’esattezza quella Bellezza che li rende capaci di rigenerare, con la fantasia, ogni cosa si metta in relazione o afferri il loro pensiero, interessandoli». (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Intitolata la Piazza al chirurgo Schwarz

L’Amministrazione comunale di Castrovillari, guidata da Domenico Lo Polito, ha intitolato una piazza nella zona di espansione a  medico chirurgo Ladislao Schwarz, di origine ebraica, che esercitò nella città di Castrovillari.

Presenti per l’occasione i figli ed i nipoti del professionista oltre, tra diversi intervenuti, il gruppo di cittadini che ha dato vita al percorso per rendere ragione a tale presenza.

Questa si caratterizzò, mettendosi a disposizione della salute di tutti, in seguito alla concessione di poter svolgere, nonostante il confinamento nel Campo d’internamento di Tarsia durante il periodo bellico- nel quale erano in vigore le leggi antisemita- la professione medica.

Tensione che occorre continuamente tenere desta tra i giovanissimi e non solo- è stato ricordato- per poter ridare centralità alla dignità delle persone.

Questo fare di Schwarz è stato ricordato e declinato in più modi dal sindaco, Domenico Lo Polito, dallo storico Gianluigi Trombetti, dall’Ispettore Luigi Troccoli nonché dalle Figlie attraverso riferimenti legati alla vita del professionista ed alla sua esperienza di internato.

Essenzialmente l’opera del medico – chirurgo nel comprensorio, come nel capoluogo del Pollino, ha esplicitato cosa può suscitare la capacità del diritto di essere se stessi e di promuovere legami buoni: così si costruisce la pace e l’incontro tra diversi che la genera.

Cultura, spesso, clamorosamente negata dall’ipertrofia individualistica dei nostri tempi, ma di cui era pregno il chirurgo ungherese, nato a Budapest il 15 marzo del 1909 e deceduto a Cosenza il 29 ottobre del 1977, tanto da esserne espressione con il suo essere.

«Ed è proprio questo che oggi – ha detto a margine il primo cittadino – si è voluto celebrare con il semplice gesto, consapevoli che conoscere è il fattore fondamentale nell’esperienza di donne e uomini per crescere e sostenere le esigenze fondamentali di ogni persona. Sta lì l’inizio di ogni nuovo giorno per continuare il lavoro del cambiamento e la dimensione di ogni rapporto che lo onori». (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Il Comune intitola un’area a Ladislao Schwarz

Domani mattina, alle 11, l’Amministrazione comunale di Castrovillari intitolerà un’area, tra via Schiavello e via delle Palme, a Ladislao Schwarz, medico chirurgo, ungherese, nato a Budapest il 15 marzo del 1909 e deceduto a Cosenza il 29 ottobre del 1977.

Il professionista, per le sue origini ebraiche, durante gli anni Trenta e Quaranta, a causa delle persecuzioni razziali, nel periodo bellico, fu confinato nel campo d’internamento di Ferramonti di Tarsia (22 novembre 1942) dove mise, comunque, in seguito ad una concessione, la sua professionalità a disposizione delle popolazioni del circondario, recandosi periodicamente nel capoluogo del Pollino al fine di offrire assistenza e prossimità, sia nell’ospedale che come libero professionista portando avanti, al tempo stesso, i suoi studi e le sue ricerche come quelle, innovative per quegli anni, sull’applicazione dell’elettronica alla medicina ed all’automazione nell’interpretazione dei tracciati elettrocardiografici; fu anche autore di numerose pubblicazioni e alcuni testi sono ancora presenti nelle biblioteche di importanti istituti universitari in varie parti del globo.

Nel 1940- raccontano i fatti che accompagnano gli atti e la pratica istruiti dall’ingegnere Roberta Mari, con il collega Fedele L’Avena, dell’Ufficio Pianificazione Territoriale del Comune– venne arrestato a Milano, poi trasferito nel campo di concentramento di Civitella del Tronto e ancora in quello di Alberobello prima di arrivare nel Campo in provincia di Cosenza da dove profuse il suo impegno sociale e sanitario per il diritto alla salute dei più.

«Un esempio, la sua opera, di generosità umana che in tanti rammentano e che l’Amministrazione comunale – ha detto il sindaco, Domenico Lo Polito, invitando alla cerimonia la città – ha voluto suggellare con questo gesto al fine di affermare ruolo e centralità della dignità umana, contro ogni vessazione che il mondo, a più latitudini, ancora, con sofferenza, registra vergognosamente.

«Quale migliore scelta, allora, per celebrare doverosamente – ha aggiunto il primo cittadino – uomini e donne che hanno lasciato tracce indelebili nella nostra Comunità grazie a ideali irriducibili, ed a quel senso di bene comune che unisce e fa crescere oltre a legare le generazioni tra di loro con senso di responsabilità e rispetto della memoria, senza la quale non vi è futuro o vero Domani per ognuno e, soprattutto, per la convivenza civile.»

«Sicuramente – ha aggiunto – un richiamo ai valori assoluti e contro le prevaricazioni che, purtroppo, ancora presenti tra gli Uomini, rilanciano che non può una battaglia dialettica sconfiggerli come non lo è stato per le tirannie che ancora, comunque, sottilmente permangono». 

«Insomma, un altro momento importante – ha concluso – per evidenziare quel patrimonio umano, espressione di Libertà, di Tensione ideale e Testimone di cosa significa dedizione per questo bene incommensurabile qual è la Persona». (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Al via il “Castrovillari città Festival”

Ha preso il via, a Castrovillari, il Castrovillari città Festival, la rassegna estiva organizzata dal Comune con l’apporto ed il coinvolgimento propositivo e fattivo di tante capacità locali, in programma fino a settembre.

Tantissimi gli appuntamenti in programma, come il “Premio d’Autore” con un carattere antologico (che alternerà pure letture a brani musicali) la “Danza”, il Teatro per ragazzi “Primavera Kids, ai consueti e rinomati “Suoni”, “Estate internazionale del Folklore, “Castrovillari Film Festival”, “Peperoncino Jazz Festival”, ed ancora “Cinema a Sud”, “Joy Fest e “I-Fest” Festival Internazionale del cinema.

«Le manifestazioni – si legge in una nota – si muovono in un caleidoscopio di opportunità dove l’offerta dell’incontro è sicuramente al centro degli intrattenimenti i quali propongono una ripresa a 360gradi che, comunque, non può prescindere   da vigilanza ed attenzione per non sviluppare quel rischio contagio bisognoso continuamente, nonostante le vaccinazioni in atto, di responsabile distanziamento e di tutte quelle accortezze che ormai conosciamo e l’emergenza pandemia ancora pone. Peraltro, i momenti riconsegnano alla città qualcosa che si era perso in questi due anni passati, causa covid: il bisogno diffuso fra la gente di ritornare alla fisicità e gioiosità di una vita di relazione».

«Da qui l’importanza di viverli – hanno dichiarato il sindaco, Domenico Lo Polito, e gli assessori Ernesto Bello e Federica Tricarico, che per l’Amministrazione hanno aiutato a tessere il programma – ricentrando ciò che connotano questi istanti: passione per essere condivisi».

«Spettacoli ed intrattenimenti – hanno aggiunto – desiderano contribuire, così, a quella espressione culturale che nasce dalle persone e non conosce confini e limiti, lingua o razza, nell’esprimere la sua versatilità di fondersi e contaminarsi per affermare quell’esperienza umana che sta a Cuore a tutti e sorprende continuamente anche per come sa interagire e creare ponti grazie all’esistenza dell’arte, che è fondamentale coltivare sempre per quel Bello che pone e l’esperienza che suscita con vivacità». (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Al via il “Primavera Kids 2021”

A Castrovillari è in corso, fino al 2 luglio, il Primavera Kids, una proposta dedicata ai ragazzi dopo i primi passi nel Festival di Primavera dei Teatri, la rassegna ideata e diretta da Scena Verticale.

4 spettacoli, 4 incontri e 3 laboratori offriranno la possibilità ai piccoli spettatori di tornare a vivere e condividere esperienze culturali emozionanti partendo proprio dal teatro, occasione di riflessione ma anche di incontro, confronto e, soprattutto, conoscenza.

Dario De Luca, poi, del “Kids” è il direttore artistico di quest’altra avventura, anch’essa comunicazione di una grande voglia di “riprendere” che non può che essere avviata anche a partire dai più piccoli. 

«Un momento – ha dichiarato l’assessore  al Turismo, Spettacolo ed attuazione di Castrovillari “Città Festival”, Ernesto Bello  – altresì per affermare la vocazione, ormai testata, del capoluogo del Pollino di essere sintesi di manifestazioni che sanno abbracciare, pure da oltre i confini regionali e nazionali, creatività che trasformano le sfide, di organizzazione degli eventi locali, in protagonisti instancabili di un dialogo aperto il quale vuole stimolare domande ed impulsi per la crescita  diffusa dell’esistente, impreziosito da talenti e risorse che fanno la continua differenza apportando quel valore aggiunto che proprio  i tanti professionisti della cultura e dello spettacolo, con i soggetti sociali, sanno suscitare grazie all’attività artistica, efficace fenomeno umano».

«Anche questa esperienza, come altre – ha concluso – sorprende per l’avvenimento che la provoca: quello che permette e favorisce la partecipazione collettiva, indispensabile per trasformare le occasioni in opportunità». (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Sottoscritto l’accordo di programma per il Piano di Zona dei Servizi Sociali

È stato sottoscritto, nella Sala consiliare del palazzo di Città di Castrovillari, l’Accordo di programma per il Piano di Zona dei Servizi Sociali, a cui hanno aderito i Sindacati, il Forum del Terzo settore e le Associazioni di Volontariato, il cui obiettivo è quello di rispondere meglio ed in sinergia ai bisogni dei minori, delle famiglie, degli anziani, dei disabili e delle persone che soffrono stati disagio.

La riunione per la sottoscrizione, convocata da Domenico Lo Polito, sindaco di Castrovillari, città capofila dei 13 centri (Acquaformosa, Altomonte, Civita, Firmo, Frascinato, Laino borgo, Laino Castello, Lungro, Morano, Mormanno, San Basile e Saracena oltre il capoluogo del Pollino) dell’ambito di competenza, ha registrato la presenza dei primi cittadini Angelo Catapano, Alessandro Tocci, Vincenzo Tamburi, Renzo Russo, Mariangelina Russo, Giuseppino Santoianni e di amministratori come gli assessori Sonia Cozza e Pietro Roseti, nonché di Giuseppe Guido e Franco Spingola per la Cgil e per lo Spi, Giuseppe Viceconte e Giuseppe Lavia per la Cisl, ed i pensionati nonché di Silvio Carrieri per il Forum del terzo settore, della consigliera comunale Era Rocco e di Francesco Calà per il Consorzio dei Servizi  Sociali del Pollino (il Co.S.S.Po.).

Il sindaco Lo Polito, durante l’incontro in cui sono stati richiamati i punti salienti del Piano, frutto di una partecipazione degli attori coinvolti, ha ringraziato i presenti per aver preso parte ai Tavoli Tematici di concertazione e per aver individuato quei servizi alla persona che rispondono meglio ai bisogni diffusi. Lo stesso ha affermato, cogliendo le sollecitazioni delle parti sociali, che il Piano è un punto di partenza con l’impegno di tutti i soggetti a rivedersi in un Tavolo di Confronto Permanente per progettare i servizi per i più deboli e bisognosi, creando così un progetto ambizioso e non di mera distribuzione delle risorse pre-assegnate. 

Un percorso, insomma, da costruire insieme per il raggiungimento di obiettivi, sempre più dedicati e specifici, che hanno come scopo la qualità della vita dei cittadini attraverso una maggiore attenzione alla dignità ed una migliore prossimità. 

«Il servizio Territoriale – hanno  tenuto a sottolineare in più modi i presenti – afferma e rilancia, a più voci, ma all’unisono, quel desiderio sentito di coesione sociale che la Costituzione ci affida e che necessita di essere continuamente sostenuto e promosso nell’affronto della realtà». (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Sabato la consegna del Premio Internazionale “Città di Castrovillari”

Sabato 19 giugno, alle 17, a Castrovillari, al Protoconvento Francescano, è in programma la cerimonia di premiazione della nona edizione del Premio Internazionale “Città di Castrovillari”, a cura dell’Accademia Delle Arti e della Scuola di Musica “F. Cilea”.

Nel corso della manifestazione letteraria, coordinata dal giornalista Franco Maurella, interverranno gli autori delle opere giunte in finale, oltre che le personalità destinatarie dei Premi alla Carriera e diversi rappresentanti del mondo delle Istituzioni e della Cultura.

La giuria internazionale che ha designato i vari premi è stata composta da Leonardo Alario, Pierfranco Bruni, Eulalio Gomez, Angela Lo Passo, Rosalba Magnoli, Franco Maurella, Jessica Mastroianni, Elena D. Sgondea e Sofia Vetere

«Sarà una speciale occasione – ha commentato il Maestro Leonardo Saraceni, fondatore del Premio – per ripercorre e rivivere i vari momenti di alto valore culturale e artistico che questo Premio Internazionale ha contribuito a realizzare per la città, anche attraverso l’aiuto disinteressato e prestigioso di intellettuali di chiara fama, a partire dalle dichiarate personalità del nostro territorio fino a quelle residenti in Europa ed oltre Oceano». 

Tra i partner, Confartigianato Turismo Catanzaro, presieduto dalla dottoressa Innocenza Giannuzzi(rcs)