CASTROVILLARI (CS) – Presentata l’App di Protezione Civile

È stata presentata, in videoconferenza, sulla pagina Facebook del Comune di Castrovillari, l’applicazione per smartphone di protezione civile.

L’app, sviluppata dall’informatico Giuseppe Donato, è adoperabile sia in fase preventiva che durante i soccorsi di protezione civile per far fronte a criticità determinate da calamità naturali. Un sistema totalmente in progress, come è stato più volte sottolineato, ed aperto a collaborazione per una ottimizzazione di ciò che mette a disposizione e desidera divenga fruibile al massimo. Maggiori dettagli sull’App possono essere consultati al seguente link https://www.sitcastrovillari.it/appcv

Presenti all’evento Antonio Salpietro, funzionario della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e il suo collega della Regione Calabria, Michele Folino Gallo, sempre del dipartimento di protezione civile, il capo di Gabinetto del Prefetto di Cosenza, Vito Turco – dirigente per l’area di protezione civile, i responsabili delle Associazioni intervenute, Franco Pirrera e Gaetano Romano, rispettivamente  per  i centri sociali anziani “Varcasia” e “L’Amicizia”, Mariagrazia Mainieri per la Croce Rossa Italiana, Gianfranco Pisano per “Soccorso senza Barriere” e Tina Uva Grisolia per “Famiglie Disabili” e al sindaco, Domenico Lo Polito che, nel ringraziare tutti, ha sottolineato l’importanza dell’app come aiuto alla guida dei soccorsi nelle difficoltà con un particolare sguardo rivolto ai più fragili, agli anziani, ed ai disabili.

Elementi, questi ultimi, che sono stati, con altri, al centro dello scambio di contributi, moderati dall’assessore alla pianificazione tecnologica, Pasquale Pace, il quale ha tenuto a precisare, sin dall’inizio, che la realizzazione era scaturita solo dalla ferma volontà dell’Ente di rispondere più adeguatamente alle esigenze di conoscenza e di sicurezza dei cittadini da accrescere con sinergie, capacità, competenze e dedizioni per rendere -come rappresentato pure dallo sviluppatore dell’app – l’opportunità un valido aiuto a servizio di tutti. Questione posta, con una serie di suggerimenti e disponibilità, dagli invitati convinti che le nuove tecnologie nelle criticità sono fondamentali se facilmente impiegabili.

Ecco la sfida che pone l’applicazione e che il Comune ha inteso realizzare – è stato detto –  a partire dall’esperienza dell’emergenza pandemia e da fenomeni trascorsi di vario genere i quali esigono da parte della comunità di comunicazioni e trasmissioni più veloci per affrontare rischi e situazioni imprevedibili come lo sono, per esempio, i terremoti o gli stravolgimenti meteorologici nei quali nessuno, a partire da chi ha difficoltà di deambulazione, deve essere lasciato da solo, ma avere la possibilità di essere raggiunto ed aiutato ovunque si trovi.

Da qui anche una serie di valutazioni e riflessioni sul censimento annuale -che prevede l’app- di queste persone e dove risiedono al fine di consentire ai soccorritori, in caso di necessità, un immediato ed efficace intervento. 

Approfondimenti che hanno suscitato anche proposte come quella da parte del responsabile della Prefettura di testare l’applicazione in una esercitazione dedicata sul territorio, o dell’Associazione “Varcasia” di realizzare seminari per aiutare gli anziani a comprendere meglio lo strumento, oppure dell’Associazione Famiglie Disabili di creare formazione adeguata, imprescindibile per aiutare coloro i quali devono mettersi a disposizione delle persone più fragili nelle situazioni critiche.

Dare lo sguardo giusto ed univoco in tali frangenti a chi è più debole sicuramente è la forma appropriata per aiutare meglio tutti. Questo fa capire che indipendentemente da quanto ci si sente deboli o indifesi di fronte ai pericoli, ci sono intorno a noi persone ancora più deboli che hanno bisogno d’aiuto.

Infine, per lo sviluppo di questo progetto che ha iniziato a muovere i primi passi e che adesso necessita di essere maggiormente promosso e diffuso sul territorio, sono stati ringraziati a più voci la Responsabile della Protezione Civile del Comune, Roberta Mari, e Fedele L’Avena dell’Ufficio Pianificazione Territoriale dell’Ente. (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Lunedì lo spettacolo di fine anno “BeautyinArt”

Lunedì 13 luglio, a Castrovillari, alle 21.00, al Castello Aragonese, lo spettacolo di fine anno accademico dal titolo BeautyingArt organizzato dal Centro di Formazione per la Danza.

Lo spettacolo è una rappresentazione di danza classica, danza modern/contemporanea, danza flamenca e hip hop con le coreografie dei maestri Tilde e Daniele Nocera.

«Questo spettacolo – si legge in una nota – che vede all’opera le giovani danzatrici del Centro diretto dalla maestra Nocera, vuole essere di buon auspicio per la ripartenza di tutto il comparto artistico e di conseguenza delle maestranze del nostro territorio, ad esso correlate».

«Vuole essere, altresì – continua la nota – un momento di relax e spensieratezza per tutte le persone che vorranno partecipare ad ingresso gratuito, naturalmente nel pieno rispetto di tutte le regole previste dai regolamenti governativi. L’Associazione C.E.A. ringrazia apertamente l’Amministrazione Comunale di Castrovillari e personalmente il sindaco Domenico Lo Polito per aver riconosciuto la professionalità e le competenze messe in campo e di contro per aver contribuito alla realizzazione dello spettacolo che, sicuramente, sarà la prima pietra per la ripresa ed il rifiorire di tutte le attività artistiche professionali presenti nel nostro territorio ma in generale di tutta la nostra amata Calabria». (rcs)

 

CASTROVILLARI (CS) – Al via i Salotti Culturali con Carlo Iazzolino

Questa sera, a Castrovillari, alle 21.00, al Chiostro del Palazzo di Città, il salotto culturale Genova per noi con Carlo Iazzolino.

L’evento è il primo dei quattro Salotti Culturali curati dal musicista ed autore Sasà Calabrese dedicati alla guida dell’ascolto di questa espressività e in vista della terza edizione del Premio Castrovillari  d’autore, organizzato dall’Amministrazione Comunale che si terrà nel capoluogo del Pollino il 3 settembre.

Iazzolino, che è il primo ospite, proporrà un suo personale omaggio alla figura di Fabrizio De André che venne ispirato a creare testi e musiche come i suoi colleghi Ivano Fossati, Luigi Tenco, Gino Paoli, Bruno Lauzi, Umberto Bindi, Eugenio Montale, Giorgio Caproni.

Nel percorso programmato s’incontreranno le più importanti scuole di scrittura attraverso proprio l’espressione della canzone d’autore: capacità di rendere poesia. Il cammino si avvarrà pure di audio-visivi. 

«Un’occasione, quello di questa sera, ed un segnale che ricordano – ha dichiarato il sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Politoil lento ritorno della comunità alla normalità, al piacere di stare insieme e godere all’aperto anche di una bella serata di musica (senza dimenticare l’importanza di attenersi alle regole dettate dalla prevenzione contro il covid) le quali esprimono il risveglio dell’umano, sempre presente in ciascuno e oggi suscitato ancor più da un duro imprevisto come lo è la pandemia che ci ha aiutato, però, a riconsiderare ciò che abbiamo di bello, di vero  e la nostra libertà rende. Per cui buona serata d’ascolto a quanti interverranno». (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Premio Castrovillari d’Autore, al via 4 salotti culturali

Al via, dall’8 luglio, a Castrovillari, i salotti culturali a cura del musicista Sasà Calabrese, che avranno l’intento di guidare l’ascoltatore nel mondo musicale e poetico della musica d’autore italiana attraverso l’uso della forma canzone, della poesia e anche da vari supporti audio-visivi.

I salotti – in tutto quattro – rientrano nel circuito Aspettando il Peperoncino Jazz Festival con la collaborazione del suo ideatore, Sergio Gimigliano e anticipano la terza edizione del Premio Castrovillari d’Autore, in programma nella città del Pollino nel mese di settembre e organizzato dall’Amministrazione comunale.

Il primo ospite del salotto culturale, dal titolo Genova per noi, dunque, è per l’8 luglio, alle 21.00, nella Corte del Municipio con il cantautore Carlo Iazzolino, con il suo personale omaggio a Fabrizio De Andrè.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti, secondo le attuali disposizioni di sicurezza. (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Giro d’Italia, scelto il balcone che preannuncia l’evento “rosa”

Castrovillari sarà, comunque, una tappa del 103esimo Giro d’Italia, ed è stato scelto il balcone che preannuncia l’evento “rosa”, in quanto l’organizzazione ha deciso di celebrare il nuovo appuntamento – in programma ad ottobre – con delle infiorate con i colori della manifestazione per accoglierlo con trasporto.

Quello prescelto dall’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Domenico Lo Polito, è il balcone della signora Bonifati, «che da tempo impreziosisce il centro di via Roma con fiori di una bellezza spettacolare; modalità di decoro che caratterizzò la città anche nel 1997 in occasione di una tappa dell’80esimo Giro d’Italia».

La particolare postazione sarà emblema e cuore – questa volta- come tante da cui gli italiani, in ogni parte del Paese, saluteranno il passaggio della Carovana Rosa.

«Un’occasione – ha dichiarato il sindaco Lo Polito – per riaccendere entusiasmo, vivacità e che affermi la volontà di riprendere ed andare avanti per vivere le grandi emozioni che pone la realtà anche nello sport». (rcs)

Di Natale denuncia le molte criticità dell’Ospedale di Castrovillari

Sono troppe le criticità dell’Ospedale di Castrovillari che, pur avendo un vasto bacino di utenza, non è stato messo in condizione di lavorare in modo da garantire i servizi essenziali per i cittadini. La denuncia viene dal consigliere regionale Graziano Di Natale (Io resto in Calabria).

«Ho richiamato per iscritto l’attenzione della commissaria straordinaria dell’ASP provinciale, dottoressa Simonetta Cinzia Bettelini, – ha detto Di Natale – sulla situazione di notevole criticità in cui versa l’ospedale civile di Castrovillari. Pesantemente ridimensionato nel corso degli anni, questa importante struttura sanitaria oggi pregiudica la garanzia del fondamentale diritto alla salute dei cittadini di un vasto bacino di utenza, quale quello del Pollino calabrese». Secondo di Natale, segretario-questore dell’Assemblea regionale, occorre mettere in evidenza «la carenza di personale medico e paramedico, la mancanza della necessaria manutenzione di importanti strumenti diagnostici, le carenze che si registrano nel reparto di Pronto Soccorso, in Ortopedia e nel reparto di Medicina, quest’ultimo utilizzato in modo promiscuo per i pazienti di sesso femminile e maschile».

Nella sua disamina, l’esponente politico rileva «che sono state realizzate delle nuove sale operatorie, mai entrate in funzione a causa dell’assenza dei necessari impianti per l’erogazione dell’ossigeno, tant’è che ad oggi si è costretti ad utilizzare l’unica sala operatoria funzionante presso il reparto di ginecologia, con gravi problemi nella gestione dei vari interventi chirurgici».

Di Natale punta l’indice «sull’esodo sanitario che il quadro negativo dell’ospedale-Spoke di Castrovillari alimenta verso altre regioni, con cittadini costretti a varcare i confini regionali per ottenere le giuste cure, con evidente aggravio di spese sia per gli usufruitori che per le casse regionali». (rcs)

Il Villaggio Scolastico di Castrovillari vince il concorso nazionale “Green Camp – A scuola di futuro”

Tra i 1.400 elaborati, a vincere il concorso nazionale Green Camp – A Scuola di Futuro, promosso da Scuola Attiva Onlus, è stato quello proposto dalla classe 3 C del Villaggio Scolastico di Castrovillari, dal titolo L’orto che vorrei… un orto in salute, sostenibile e ricco di biodiversità.

Un riconoscimento pregno di significati e messaggi, non solo per quanto riguarda gli ambiti sensibilmente percepiti come bisognosi d’aiuto, con  lo sviluppo delle competenze  sociali, civiche e di cittadinanza attiva, ma soprattutto per ciò che ha prodotto nei ragazzi in questo Tempo la Dad, la  didattica a distanza , nonostante le fragilità e difficoltà di questo metodo nel proporsi come strumento di conoscenza. 

Un fattore che ha sorpreso e suscitato inaspettatamente, creando nelle giovanissime capacità desiderio d’imparare con una baldanza che ha aiutato ad amplificare – forse perché inteso come un nuovo “gioco”–  intuitività, proprie di un’età sensibile alla comunicazione veicolata dalle nuove tecnologie.

Con questo sguardo l’Amministrazione comunale, attraverso l’Assessore con delega all’ Istruzione, Pino Russo, ha fatto giungere a tutti, dalla dirigente ai ragazzi, passando per i maestri, i propri complimenti per come erano stati centrati gli importanti obiettivi didattici e non solo «che il Covid – ha sottolineato Pino Russo – non ha potuto rallentare, dimostrandoci, ancora una volta, che gli Uomini sono i primari artefici pure nelle “avventure” educative che la realtà pone e che l’emergenza sanitaria ha richiamato per ogni settore, ricordando in quello dell’istruzione che la Dad, forse, è la semplice prosecuzione della scuola ma con altri mezzi, oggettivamente necessari quando servono». (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Il sindaco Lo Polito ringrazia la CRI locale

Oggi è la Giornata Mondiale della Croce Rossa e, come ogni anno, la sezione di Castrovillari ha consegnato, al sindaco Domenico Lo Polito, la bandiera-crociata (come richiede l’accordo Anci/Croce Rossa) che è stata issata sul balcone del palazzo di città tra quelle italiana ed europea.  

Parole di gratitudine sono state espresse dal primo cittadino a quanti operano con il Comitato CRI di Castrovillari, «guidato egregiamente – ha sottolineato a margine del momento il sindaco Lo Polito – dalla presidente Maria Grazia Mainieri che, in questo periodo, insieme ad altri operatori,  con altri volontari, sta offrendo la sua grande disponibilità, per tante azioni, anche di raccordo». 

Il vessillo, come al solito, rimarrà esposto per una settimana al fine di affermare e ricordare ruolo e funzione dell’antica istituzione internazionale a tutela dei diritti, nel rispetto della persona umana, della sua vita e salute. 

E far conoscere, sempre più, la Croce Rossa, sorta dal Convegno di Ginevra del 1863 -26-29 ottobre- da cui nacquero le società nazionali di Croce Rossa; in Italia essa prese consistenza Milano nel giugno del 1864. La ricorrenza si celebra nel giorno della nascita di Henry Dunant, fondatore dell’Associazione, ed è l’opportunità per coinvolgere la società, a più livelli, sui principi fondanti a cui si rifà la Croce Rossa che rilancia,  attraverso l’azione dei suoi Volontari, ciò che la rende particolare con i suoi principi legati all’opera che porta nel mondo, svolta con indipendenza, volontarietà e unità. (rcs)

CASTROVILLARI – Celebrata la Festa della Liberazione

A Castrovillari, in un piccolo evento con poche persone, si è celebrato il 75esimo anniversario della Liberazione che, quest’anno, «ha rilanciato, nella celebrazione, maggiori significati, rendendo ancora più attuali i messaggi irriducibili che porta con se la manifestazione» ha dichiarato il sindaco Domenico Lo Polito

Alla cerimonia, dove si è deposta la corona d’alloro al Monumento ai Caduti, hanno presenziato, perché gli unici autorizzati, ad esserci con nota del Prefetto di Cosenza, i presidenti delle Sezioni Anpi e Reduci e Combattenti, rispettivamente Leonardo Di Vasto e Giovanni Donato, oltre il Comandante della Polizia Municipale, Sonia Lo Sardo con alcuni vigili . 

«Dopo la storica Liberazione dall’oppressore (la fine dell’occupazione nazista in Italia e della Seconda guerra mondiale) e da tante vessazioni – ha dichiarato il sindaco Lo Polito – oggi ci muoviamo, anche se in un momento triste del Paese, insieme, in forza di una Nuova, prossima, liberazione per la quale stiamo combattendo Tutti con in testa gli Operatori sanitari che ringraziamo senza sosta a partire da quelli “Caduti sul Campo” per tutelare il Bene persona».

«Insieme – ha proseguito il sindaco Lo Polito – allora, si può, come lo è stato nel 1945, grazie alla dedizione e tenacia di molti, contro il Totalitarismo. Oggi lo abbiamo confermato in una nuova Tensione, idealmente e all’unisono (perché impossibilitati a farlo fisicamente in maniera congiunta), pure con l’associazione Vittime Civili di Castrovillari , il 21° Reggimento Genio Guastatori -Caserma “Ettore Manes”-, l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Polizia di Stato, la Polizia Penitenziaria, il Corpo dei Vigili del Fuoco, le Associazione Nazionali Marinai d’Italia, Carabinieri e Polizia di Stato con i cittadini (anche se nel chiuso delle loro abitazioni), certi che solo la fiducia fattiva e l’unità responsabile, con gli opportuni comportamenti, possono portarci fuori da questo Tempo». 

«Questo – ha concluso il sindaco Lo Polito – è l’assist ed il valore da riafferrare, condividere e diffondere. La ricorrenza li offre ogni anno. Sta a noi cogliere l’occasione per far rinascere continuamente le ragioni del nostro stare insieme, che si radicano in tradizioni millenarie di civiltà e cultura, di umanità e di accoglienza, valori da essere fieri e supportare sempre con abnegazione e generosità per  bandire quella indifferenza che spesso serpeggia ma senza intaccare, ringraziando Dio, il germoglio del diritto alla speranza che dobbiamo rendere certa». (rcs)

CASTROVILLARI – L’Aves dona alla Caritas prodotti alimentari per le famiglie in difficoltà

L’Associazione di Volontariato Europeo Solidale – Aves dona alla Caritas della Parrocchia dei Sacri Cuori di Castrovillari, prodotti alimentari per le famiglie disagiate.

Il gesto, che caratterizza da sempre la Caritas cittadina – anche come trait d’union tra e con le associazioni – a sostegno delle varie necessità di uomini, donne, minori, anziani e famiglie, è avvenuto alla presenza del sindaco, Domenico Lo Polito, che oltre a ringraziare l’Aves per tale segno e la Caritas per la continua attenzione alle esigenze del prossimo, ha sottolineato la portata dello stesso che, con tanti altri , afferma il grande senso di solidarietà diffuso in città e reso per affermare dignità e centralità della persona.

«La donazione – ha dichiarato il sindaco Lo Polito – è come dare un abbraccio ed uno sguardo concreti a chi abbiamo a fianco, più fragile e vulnerabile, prendendoci cura di lui per non lasciarlo solo e abbandonato. Lo sa bene la Caritas, sempre impegnata in prima fila a sostegno della prossimità. Ed è a questo impegno straordinario che ci sta educando il Tempo di emergenza sanitaria, economica e sociale in cui siamo immersi».

«Mai come ora – ha proseguito il sindaco Lo Polito – è importante che la comunità si stringa sempre più su tali esigenze, affiancandosi a Chi si adopera per scelta, consapevole da cosa parte veramente il bene comune. Quale occasione migliore, allora, per imparare questo umano e ripercorrerlo come i fatti di questi giorni ci stanno testimoniando sorprendendoci». (rcs)