CASTROVILLARI (CS) – Il libro “Cronotassi dei Vescovi di Cassano”

Oggi pomeriggio, a Castrovillari, alle 18.00, nella Sala Rossa della Parrocchia di San Girolamo, la presentazione del libro Cronotassi dei Vescovi di Cassano, Diocesi Calabro Lucana dei Due Mari XVII secolo di Leonardo Alario.

Intervengono il sindaco di Cassano allo Ionio, Giovanni PapassoDomenico Pappaterra, presidente dell’Ente Parco del Pollino, l’editore Walter Pellegrini e l’autore. Relaziona don Giovanni Maurello, docente di Teologia Patristica all’istituto Teologico Calabro “San Pio X” di Cataro, mons. Francesco Savino, vescovo della Diocesi. Modera Pasquale Pandolfi, vicepresidente dell’Accademia Pollineana.

Le letture sono a cura della docente Maria Galizia.

Il libro è edito da Pellegrini, ed è un lavoro imperniato sull’identità e fede di Uomini che, a partire dal loro ministero di presuli e dalla preoccupazione di far comprendere il Significato che dà consistenza all’istante che ci raccorda agli altri ed alle cose, hanno contribuito alla crescita delle comunità del Territorio di cui erano – tra le alterne vicende della realtà e i contraccolpi, anche vertiginosi, a fattori presenti, dolorosi, evolutivi ed oggettivi che segnavano l’hinterland – guida spirituale ma anche riferimento per il riscatto della dignità quanto per le attese e crescita integrata delle capacità. (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Presentato il 62esimo Carnevale di Castrovillari

Dal 16 febbraio, la città del Pollino vivrà una grande festa, con la 62esima edizione del Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Foklore, che andrà in scena a Villa Bonifati fino al 25 febbraio.

Il cartellone degli eventi è stato presentato in conferenza stampa, alla presenza di Mimmo Lo Polito, sindaco di Castrovillari, Mimmo Pappaterra, presidente del Parco del Pollino, Gianluca Gallo, consigliere regionale, Fulvia Caligiuri, senatrice, Giuseppe Oliva, consigliere provinciale e Marcello Perrone, presidente della Fitp Calabria.

Ad aprire i lavori, Eugenio Iannelli, presidente della Pro Loco e Gerardo Bonifati, direttore artistico della Pro Loco, che hanno illustrato il cartellone degli eventi.

Tra gli eventi in programma, un focus dedicato alla Basilicata, dal titolo Giovani e lavoro a Sud: Calabria e Basilicata a confronto. Relaziona la giornalista e conduttrice televisiva Carmen Lasorella, mentre per quanto riguarda la danza, invece, è prevista la partecipazione del ballerino e attore teatrale Raffaele Paganini, che consegnerà la borsa di studio Carnevale in danza.

Come ogni anno, tantissimi i gruppi provenienti da tutto il mondo, che animeranno il Festival: per questa edizione, ci saranno il BrasileMessicoSerbiaSlovacchiaIndiaItalia.

Ad arricchire il cartellone, mostre fotografiche e pittoriche, degustazione di piatti tipici, sport, musica all’aperto, serenate tradizionali, concerti etno-folk e visite guidate al Parco Nazionale del Pollino e nei suoi borghi.

Il Carnevale di Castrovillari è una tra le feste più importanti d’Itala, e anche tra le più antiche: risale, infatti, al 1635, quando venne rappresentata, dinanzi alla sede universitaria cittadina, in occasione dei riti carnascialeschi, la farsa teatrale dell’Organtino.

Organizzata, invece, dal 1959 dalla Pro Loco, la manifestazione è, ormai, quello che viene definito Il Carnevale della Calabria grazie all’imponenza dell’evento ed alle sue ininterrotte 60 edizioni.

Il programma

Il 16 febbraio, si parte alle 11.00 con Il Carnevale si presenta, animazione in piazza con la partecipazione degli alunni degli Istituti IIS “G. Garibaldi”, “A. Alfano”, “L. Da Vinci” e I.I.S.E. “Mattei/Pitagora-Calvosa”; alle 20.30, la sesta edizione del Galà delle Scuole. Nel corso dell’evento, sarà eletta la Madrina del Carnevale di Castrovillari. Presentano la serata Carlo CatucciSabrina Caparelli.

Il 17 febbraio, alle 20.30, al Teatro Sybaris, la prima serata di Scuole di Danza a confronto. Presentano Angelo De VincenziFrancesca Viceconte, il 18 febbraio, alle 15.00, al Teatro Sybaris, lo stage di danza a cura del Maestro Raffaele Paganini.

Alle 20.30, sempre al Teatro Sybaris, la seconda serata di Scuole di danza a confronto. Nel corso della serata, si svolgerà la decima edizione del concorso Borsa di Studio “Carnevale in Danza, che sarà assegnata dal Maestro Raffaele Paganini.

Il 19 febbraio, alle 15.00, al Teatro Sybaris, lo stage di danza del Maestro Raffaele Paganini, mentre alle 20.30, la terza serata di Scuole di danza a confronto e il Concorso Borsa di Studio “Carnevale in Danza”. Alla stessa ora, da non perdere AgGrappatevi a Pulcinella, una cena di degustazione di piatti tipici campani in abbinamento ai vini iGreco e alle grappe Cantine del Notaio a cura dei Sommelier dell’ISF International Sommelier Foundation.

Il 20 febbraio, alle 18.30, a Piazza Municipio, il Corteo di Re CarnevaleQuaresima con la presentazione della Maschera della Commedia Castrovillarese Organtino. Intervengono Leonardo PandolfiMartina Aloisio. Saluto di Organtino con Fedele Battipede. A seguire, il contrasto tra Re Carnevale e Quaresimo con la presentazione della Maschera della Commedia Castrovillarese Organtino e, infine, l’incoronazione di Re Carnevale e la consegna delle chiavi della città da parte del Comune di Mormanno.

Dopo la degustazione di piatti tipici, dal titolo AgGrappatevi a Re Carnevale, alle 21.00, al Rione Pontaniddo, la 18esima edizione del Concorso per Serenate tradizionali “Gianni Francomano”.

Il 21 febbraio, alle 20.00, al teatro Sybaris, il raduno dei gruppi fokloristici per bambini a cura della Fitp Provincia di Cosenza. A seguire, alle 21.30, a Via Roma, il concerto dei Stop and SoundCastrum SoundFolk N’Roll e Sona a Tarantella.

Il 22 febbraio, alle 9.00, all’IPSEOA, la terza edizione del Torneo di Carnevale, a cura della Rete di Scuole per la divulgazione del gioco degli Scacchi ReGis.

Alle 17.30, alla Libreria La Freccia Azzurra, la lettura animata del libro Il topo dalla coda verde di Leo Lionini; alle 21.00, a Piazza Municipio, al via il Festival Internazionale del Folklore con i gruppi folkloristici del Messico, Slovacchia, India, Serbia e Brasile.

Chiude la serata il Saturday Carnival Dance con dj Mirca Secret e la vocalist Lady Janny voice.

Il 23 febbraio, alle 10.30, a Piazza Municipio, il Carnevale dei Bambini – Parata della gioia, con animazione a cura di MOndo Magico. Presenta Anna Rita Cardamone. Alle 15.30, l’evento Quelli che aspettano… la sfilata. Presentano Carlo Catucci e Marianna Oliva. Alle 19.30, a Piazza Municipio, la Black Night con Vonn Washington, Janet GraySherrito Duran.

Il 24 febbraio, alle 15.00, alla Palestra villaggio del I Circolo di Castrovillari, l’ottava edizione della Coppa Carnevale di Tennis Tavolo, a cura dell’Asd Tennis Tavolo Castrovillari. Contemporaneamente, allo stadio comunale “Mimmo Rende”, l’undicesima edizione del Torneo di Calcio Giovanile “Coppa Carnevale”.

Alle 17.00, alla Libroteca La Freccia Azzurra, la festa in maschera e, alle 21.00, al Teatro Sybaris, il Gran Galà del Folklore, con la partecipazione di tutti i gruppi folkloristici.

Il 25 febbraio, dalle 15.00 alle 21.00, tra Corso Calabria, Corso Garibaldi e Piazza Municipio, la Sfilata dei gruppi mascherati, carri allegorici e gruppi folkloristici. Alle 15.30, torna Quelli che aspettano… la sfilata e, alle 19.30, il Concorso Gruppi Mascherati e Carri Allegorici “Premio Franco Minasi” a Piazza Municipio.

Alle 20.15, la morte e falò di Re Carnevale, con Leonardo Pandolfi e Martina Aloisio. Saluto di “Organtino” con Fedele Battipede.

Chiude questa 62esima edizione i giochi pirotecnici.

Gli eventi collaterali

Alla Galleria d’Arte “Il Coscile”, si può visitare la collettiva fotografica La bellezza della Basilicata a cura di Giorgio BraschiMaria D’AndriaDamiano PipinoRocco Verrascina; sabato 15 febbraio, alle 18.00, al Circolo dei Lettori #PollinoReaders, la presentazione della collettiva di pittura PitturiAmo la Basilicata a cura dell’Accademia Pollineana.

Sabato 22 febbraio, alle 10.30, all’Auditorium dell’I.I.S “Mattei-Pitagora-Calvosa”, l’incontro-dibattito sul tema Giovani e lavoro a Sud: Calabria e Basilicata a confronto. Relaziona la giornalista e conduttrice televisiva Carmen Lasorella.

Domenica 23 febbraio, alle 10.30, nella Sala Consiliare di palazzo del Municipio, l’ottava edizione del Concorso Artistico-Letterario “U monachiuddu, organizzato da Filomena Ferraro, dell’Accademia Pollineana, in collaborazione con i Club di Servizio Rotary-KiwanisLions. L’evento è la cerimonia di premiazione dei lavori degli alunni, che si sono ispirati grazie alla lettura delle fiabe tratte dal libro Fiabe e favole in Basilicata quando di lì sono passate di Enzo Periello.

Sempre alle 10.30, al Teatro Sybaris, il 28esimo seminario di studi Demoetnoantropologici e la 20esima edizione del Concorso Scolastico “Premio Simet Bus Spa – Gioielleria Paponetti”, che prevede la lectio magistralis del prof. Enzo Vinicio Alliegro, ordinario di Discipline demoetnoantropologiche all’UniNa. (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Consegnato Il Premio Carnevale 2020

Importante riconoscimento a mons. Francesco Savino, vescovo della Diocesi di Cassano, al pilota Simone Iaquinta e all’imprenditore Ivano Trombino, che hanno ricevuto il Premio Carnevale 2020.

Il Premio, giunto alla 16esima edizione e istituito dalla Consulta scientifica della Pro Loco di Castrovillari, viene assegnato a personalità calabresi che, con il loro operato, rendono onore e portano alla ribalta della cronaca nazionale e internazionale la loro terra. Il riconoscimento, inoltre, è stato realizzato dal Maestro orafo Michele Affidato.

Mons. Francesco Savino, è stato premiato per «la sua incessante opera di risanamento delle “piaghe sociali”, poiché ha saputo farsi “uomo tra gli uomini”, strenuo difensore della giustizia, incarnando nella comunità calabrese l’uomo, il pastore e l’intellettuale realmente libero dagli ossequi al potere costituito»; Simone Iaquinta, pilota professionista che gareggia nel mondo delle corse, ha «dimostrato talento e maturità, aggiudicandosi il titolo della Porsche Carrera Cup Italia, partecipando, con grande successo, alla Notte dei Campioni 2019 – Porsche Weissach in Germania».

Ivano Tombino, imprenditore di Montalto Uffugo, è il fondatore del vecchio magazzino doganale e il “Padre” di Jefferson. A lui, il premio per «aver saputo intuire, in qualità di produttore rurale, il valore di una tradizione locale e familiare, ridando vita al vecchio magazzino Doganale di Montalto Uffugo facendone un laboratorio di pregevolezze, scoprendo nuove risorse naturali della sua terra ricercando i frutti e le fragranze di Calabria inimitabili ad altre latitudini, di cui ha ampiamente compreso il valore inestimabile».

La cerimonia di premiazione è avvenuta nel corso della presentazione del calendario degli eventi della 62esima edizione del Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore, in programma dal 16 febbraio a Villa Bonifati.

Presenti alla conferenza stampa, il sindaco di Castrovillari, Mimmo Lo Polito, il presidente del Parco del Pollino, Mimmo Pappaterra, il consigliere regionale, Gianluca Gallo, la senatrice Fulvia CaligiuriGiuseppe Oliva consigliere provinciale, Marcello Perrone, presidente FITP per la Calabria. (rcs)

 

CASTROVILLARI – Il 16 febbraio torna il Carnevale con la 62esima edizione

C’è grande attesa, a Castrovillari, per la 62esima edizione del Carnevale e Festival Internazionale del Folklore, in programma dal 16 al 25 febbraio.

Una manifestazione «sempre più di rilevanza nazionale, grazie alla Pro Loco del Pollino ed alle collaborazioni e compartecipazioni che, anno dopo anno, accrescono e li caratterizzano con iniziative, focus e grandi interpreti dell’attività artistica e culturale». Ha dichiarato il sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito.

«Dal 1958, anno del primo appuntamento –ha proseguito il sindaco Lo Polito – il capoluogo del Pollino ha voluto caratterizzarsi in questo periodo dell’anno, accogliendo e facendo interloquire etnie, idiomi, usi e costumi di popoli, impronte e testimonianze di quel patrimonio ricco di umanità e continuamente capace di possedere con dignità ciò che ha ereditato». (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Lo spettacolo “Uomo e Galantuomo”

Questa sera, a Castrovillari, alle 21.00, al Teatro Sybaris, lo spettacolo Uomo e Galantuomo della Compagnia Teatrale dei Dioscuri.

Lo spettacolo, di Eduardo De Filippo e con la regia di Antonio Caponigro, rientra nell’ambito della stagione teatrale comunale di Castrovillari, firmata da Sinfony & Sinfony, con la direzione artistica di Benedetto Castriota.

Il lavoro, ben calibrato e articolato, con tutto ciò che concerne il problema dell’essere e dell’esistenza sempre divisi e in lotta tra fattori mutevoli che si contrappongono e, spesso , cozzano, deflagrando: vedi verità e menzogna, comicità e drammaticità, miseria e nobiltà, e via dicendo….., pone al centro delle interpretazioni, grazie alla capacità degli attori, ciò che caratterizza da sempre la vita tra le sue sfaccettature, spesso difficili da comprendere , ma che consistono la fragile condizione umana, tanto condizionata e limitata quanto varia e ricca per molteplicità e genuinità di sentimenti, anche se più volte sopra le righe per temperamenti o caratteri.

Nel Cuore delle interlocuzioni la messa a berlina dell’orgoglio, della pazzia e dell’apparenza nella società, sempre in gioco tra finzione e realtà. Ed è in questa scia che la Compagnia dei Dioscuri ha svolto e propone la sua interpretazione laboriosa attenta quanto accattivante. 

Il livello espressivo che ne viene fuori è autorevole, interessante e ricco di spunti e chiavi di lettura sullo sdoppiamento che spesso presenta la persona e che queste icone, che si susseguono, rilevano come sensori delle varie vicende che s’intrecciano e suscitano.

Il pubblico non potrà fare a meno che godere di questo andirivieni di vicissitudini rilasciato da un ritmo incessante di battute e colpi di scena che danno il senso di ciò che si vuole richiamare nella rappresentazione tra adesione al reale e intrusione dell’illusorio. (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Domenica il Memorial “Vittorio Minasi”

Domenica 2 febbraio, al Castello Aragonese di Castrovillari,alle 16.00, la seconda edizione del Memorial “Vittorio Minasi”, organizzato dall’Asa di Castrovillari con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale.

Nel corso dell’evento saranno consegnati i trofei a quei piloti che hanno partecipato alle gare dell’Asa Castrovillari 2019 secondo le classifiche previste dal regolamento del Memorial. Non mancheranno, inoltre, premi per specialità Slalom, Regolarità e Trofeo Dame, nonché riconoscimenti a piloti Calabresi vincitori di Campionati Italiani, Presidenti di Scuderie e Comitati Organizzatori Aci Sport oltre che a Ufficiali di Gara Aci Sport.

«Il momento ha dichiarato il sindaco nonché Assessore allo Sport, Domenico Lo Polito sarà un’occasione non solo per ricordare l’uomo e lo sportivo, ma, soprattutto, colui che ha creduto all’automobilismo sportivo come valore aggiunto per la crescita e promozione del Territorio». 

«L’appuntamento – ha dichiarato Massimo Minasi, presidente dell’Asa e figlio di Vittorio Minasi – che sarà caratterizzato da tante gradite presenze, richiama anche l’importante collaborazione della Scuderia Spac e della Aug di Castrovillari che, dal 2018, compartecipano all’avvio di questo campionato intitolato al fondatore e ideatore del Comitato Organizzatore».

Introduce Vincenzo Malomo, la fiduciaria zonale del Coni, Anna De Gaio, oltre gli interventi dei presidenti del Comitato Aci Calabria, di Cosenza e di Aci Sport, rispettivamente Rocco Farfaglia, Ernesto Ferraro e il barone Gaetano De Paula.

Per l’occasione, dinanzi al Castello Aragonese, saranno posizionate vetture da Gara e d’Epoca che hanno fatto la storia dell’Automobilismo e, grazie alla collaborazione di Sportefoto By Antonello Bruno, verranno proiettati filmati, foto e documenti riguardanti il Memorial. (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Si celebra il Patrono San Giuliano e la Giornata della Memoria

A Castrovillari, insieme alla Giornata della Memoria, si celebra il Santo Patrono San Giuliano.

La celebrazione «è quanto mai pregna di significati non solo per la devozione che si rinnova ma, soprattutto, per ciò che la lega alla Giornata della Memoria: degli “indesiderabili”, nonché all’importante urgenza di pace e di dialogo che attraversa il mondo intero rispetto a rischi oggettivi» si legge in una lettera di Domenico Lo Polito, sindaco di Castrovillari.

«Da qui la portata della duplice ricorrenza – prosegue la lettera del sindaco Lo Polito – che si integra ed afferma in più modi la promozione e il primato della Dignità umana.  Con questo spirito bisogna vivere tali appuntamenti, e l’offerta delle Chiavi durante la consueta funzione religiosa nella Basilica Minore, segno di voler affidare tutto questo». 

«L’importanza, poi, di fare memoria di valori e diritti inalienabili- prosegue la lettera del sindaco Lo Polito – riporta l’urgenza di prodigarsi continuamente per questa necessità indispensabile ed inderogabile. Da qui, l’esigenza d’accompagnare sempre più tali tensioni con gesti concreti per non dimenticare, richiamando l’importanza sociale che presenta la Giornata contro le divisioni, la violenza, l’intolleranza che il relativismo cerca d’imporre, ma che è fondamentale bloccare con ciò che afferma l’irriducibilità di ogni esistenza. Trasferire questa consapevolezza alle giovani generazioni è un obbligo». (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – Al Teatro Sybaris “Lo Stregato mondo di Malefica”

Oggi pomeriggio, a Castrovillari, alle 18.30, al Teatro Sybaris, in scena lo spettacolo Lo Stregato mondo di Malefica della Compagnia Mag per la 19esima edizione della stagine teatrale Comunale firmata da Sinfony & Sinfony con la direzione artistica di Benedetto Castriota.

Lo spettacolo, con la regia di Flavio Marigliani, offre una trama con al centro come risolutore,di ogni maleficio e cattiveria nonché di ogni guerra tra il bene ed il male – che appartiene purtroppo a questo mondo troppo ripiegato su se stesso, accecato e stregato dal proprio io, dall’egoismo e dalla continua pretesa sugli altri -, l’Amore. (rcs)

 

CASTROVILLARI (CS) – La città onora il calciatore Ezio Scida

Era il 19 gennaio 1946 quando il giocatore del Crotone Ezio Scida perse la vita in un tragico incidente sul tratto che va da Cammarata a Castrovillari. 74 anni dopo, l’Amministrazione Comunale ha voluto ricordare il giocatore con la posa di un ceppo commemorativo realizzato dal Maestro Francesco Ortale.

Una manifestazione semplice e pregna di significato, che ha visto la partecipazione dell’Amministrazione Comunale, la Polisportiva, i rappresentanti del Crotone Calcio e Castrovillari Calcio, il Maestro Francesco Ortale, i pronipoti di Ezio Scida che, insieme ai tifosi del Crotone Calcio e Curva Sud, hanno deposto una sciarpa. I tifosi del Castrovillari Calcio, invece, un fascio di fiori.  Infine, Antonio Galardo, storico capitano del Crotone, ha depositato una maglia sulla stele. (rcs)

CASTROVILLARI (CS) – L’Amministrazione e la Polisportiva ricordano il giocatore Scida

Domenica 19 gennaio, l’Amministrazione Comunale e la Polisportiva vogliono ricordare  Ezio Scida, il giocatore del Crotone che perse la vita 74 anni fa nel tragico incidente a Cammarata.

L’appuntamento è alle 11.00 nei pressi della Masseria Gallo, dove sarà posto un ceppo commemorativo dell’artista Francesco Ortale, che riprende l’effigie dell’atleta su una lastra di pietra con sotto una frase che il giocatore ripeteva spesso. Inoltre, per rafforzare la vicinanza a questo atleta, lo scorso 14 gennaio, l’Amministrazione ha intitolato il tratto di strada a Scida.

Presenti il presidente del Crotone, Gianni Vrenna, il direttore generale del Crotone Calcio, Raffaele Vrenna, il giocatore Antonio Galardo, i responsabili del Castrovillari Calcio, il sindaco Domenico Lo Polito, e Luigi Filpo, presidente della Polisportiva del Pollino.

Ezio Scida morì, 74 anni fa, a soli 30 anni e gli venne intitolato l’omonimo stadio situato a Crotone. Indossò la maglia numero 4 della squadra della sua città durante il periodo di permanenza della rappresentativa tra i campionati regionali calabresi di Promozione e Serie C1.

I fatti di quell’indimenticabile 19 gennaio 1946, dopo i quali  in segno di lutto e di solidarietà – rammentano le cronache d’allora –  la squadra del Castrovillari decise di rinunciare a disputare la partita con il Crotone e ad accollarsi i funerali del calciatore (che una mirabile foto dell’epoca ritrae dalla centrale e affollatissima via Roma in un coinvolgimento più che partecipato a seguito del feretro portato a spalla), menzionano che alle 19,30 circa, durante un viaggio verso Castrovillari per un’amichevole contro la squadra del Pollino, l’automezzo che trasportava il Crotone si ribaltò proprio in contrada Camerata e nell’incidente Scida perse la vita. Con lui viaggiava anche il fratello Ugo che, però, nell’impatto non riportò contusioni fatali come il resto della compagine della città di Pitagora. (rcs)