Inaugurata la Biblioteca di Caulonia, Princi: Libri sempre più veicolo di cambiamento

«L’inaugurazione dei nuovi servizi della biblioteca di Caulonia costituisce una grande pagina di cultura e speranza che si inserisce nell’ambito di un progetto di più ampio respiro, con cui la Regione Calabria ha puntato sul sapere e sulla sana aggregazione, offrendo un contributo importante al contrasto della povertà educativa». È quanto ha dichiarato la vicepresidente della Regione, Giusi Princi, all’inaugurazione della nuova biblioteca multimediale di Caulonia.

«In particolare, per la prima volta – ha aggiunto – con l’Avviso pubblico ‘Misure di sostegno per biblioteche e archivi storici pubblici’, a fronte di una dotazione complessiva di 4 milioni e 600 mila euro a valere sul Por Calabria 14-20, la Regione Calabria è riuscita a finanziare 84 interventi tra cui, la biblioteca di Caulonia che è stata ammessa per un contributo pari a 60 mila euro, che corrisponde, tra l’altro, al massimale stabilito per ciascuna biblioteca beneficiaria».

«Da sempre – ha proseguito – le biblioteche sono stimate ed impiegate come dimore della conoscenza universale. fondamentale, però, è anche il loro ruolo pedagogico. Leggere rende liberi ed empatici, conoscere significa esplorare nuovi orizzonti, è questo quello che noi dobbiamo regalare alle nostre amministrazioni. Frequentare una biblioteca, quale posto sicuro in cui dedicarsi alla lettura, allo studio, o più semplicemente ritrovarsi, significa avere non solo un presidio culturale ma anche di legalità».

«Animata da questo spirito – ha detto ancora – ringrazio l’Amministrazione comunale di Caulonia che è riuscita a cogliere l’opportunità che la Regione le ha dato e, in particolar modo, i miei complimenti vanno al sindaco, Francesco Cagliuso, all’assessore alla cultura, Antonella Ierace, al consigliere regionale Salvatore Cirillo, che tanto si è speso per il territorio, e alle Associazioni e le Cooperative culturali che hanno dato corpo alla realizzazione di questo ambizioso progetto».

«Grazie al finanziamento regionale ed al lavoro sinergico dell’Amministrazione tutta – ha detto ancora – la biblioteca di Caulonia è diventata sempre più moderna e digitale e, anche grazie all’innovativo ‘camper’ del libro, riesce oggi a raggiungere le zone più periferiche e porre particolare attenzione al target di soggetti più fragili, come disabili e stranieri, che solitamente tendono a rimanere ai margini del circuito culturale».

«Da donna di scuola, mi piace il fermento che in questi giorni si è creato in Regione attorno alla lettura. L’avviso per il finanziamento per biblioteche e archivi storici pubblici – ha ribadito in conclusione la vicepresidente Princi –, unitamente al riconoscimento di Capitale del Libro 2024 al comune di Taurianova, costituiscono due importanti tappe per questa Regione, punti di partenza da cui trarre nuova linfa e nuovi spunti. È un sogno che si avvera e che condivido con il Presidente Occhiuto e con la giunta tutta: affidare il cambiamento della Regione alla cultura, una splendida arma che arricchisce ed ingentilisce l’umanità».(rcz)

CAULONIA (RC) – Verranno presentati domani i nuovi servizi della Biblioteca comunale

Verranno presentati domani, venerdì 16 febbraio, alle 16.30 i nuovi servizi della Biblioteca comunale di via Brigida Postorino. All’appuntamento “Vivi la tua Biblioteca” parteciperanno la vicepresidente della giunta regionale Giuseppina Princi, il consigliere regionale, Salvatore Cirillo, preceduti dai saluti istituzionali del sindaco di Caulonia Francesco Cagliuso e dell’assessore alla cultura Antonella Ierace.

«I nuovi servizi che offre la biblioteca sono un risultato tangibile dell’investimento nel settore culturale che abbiamo concepito dal nostro insediamento. Caulonia merita un polo culturale che sia capace di attrarre i tanti giovani del comprensorio, creando una rete identitaria sulla quale costruire un percorso formativo ed educativo che cammini al fianco delle scuole e le famiglie, per un progetto che ha un nome significativo Paese che leggi usanze che trovi», ha sottolineato il sindaco Cagliuso, che ha ringraziato il consigliere Cirillo e tutta la giunta regionale per l’attenzione rivolta a Caulonia.

«È un risultato importante per la nostra comunità e per tutto il comprensorio, consapevoli che la cultura sia uno degli strumenti principali per lo sviluppo di una comunità» ha aggiunto l’assessore Ierace, che ha «ringraziato i partner del progetto dalla Cooperativa Pathos, alla Protezione civile, ai volontari del Servizio civile, al progettista Rosario Rocca, coadiuvato da uno straordinario Cristiano Fantò, ed ancora a tutto l’ufficio socio-culturale, dalla dirigente Sonia Bruzzese, al dott. Nicola Ritorto, a Rosita Cavallo, grazie a Cristina Brundì».

I nuovi servizi offerti dalla Biblioteca comunale sono stati ottenuti grazie al contributo provenienti dal Por Calabria in seguito alla partecipazione all’Avviso da parte del Comune di Caulonia. (rrc)

CAULONIA (RC) – Incontro fra amministrazione comunale e il vescovo Oliva

Incontro cordiale fra l’amministrazione comunale di Caulonia e mons. Francesco Oliva, vescovo della Diocesi di Locri-Gerace.

«Questo incontro è il segno tangibile della Sua vicinanza alla Comunità di Caulonia, che noi oggi ci onoriamo di rappresentare. La ringraziamo per la sua presenza in questa sede e per tutto quello che ha fatto e continua a fare per Caulonia e i suoi cittadini. Facciamo tesoro delle Sue parole di pace e riconciliazione e dell’invito a camminare insieme per il bene comune». È quanto ha affermato il sindaco di Caulonia, Francesco Cagliuso, nel corso dell’incontro tenuto sabato pomeriggio nella Biblioteca comunale alla presenza dei consiglieri Comunali.

«La ringraziamo per le sue parole e per la vicinanza ai cittadini che sta incontrando nel corso della visita pastorale. Ringraziamo i parroci, in particolare don Donato Ameduri e don Lorenzo Spurio, che sono una guida costante per la nostra comunità», ha aggiunto il sindaco Cagluso che ha rappresentato a mons. Oliva anche i numerosi progetti portati a compimento dall’amministrazione in questi mesi e quelli in corso d’opera su tutto il territorio di Caulonia: «Il nostro impegno è incessante, sia per le difficoltà a gestire un comune in dissesto, sia perché ci sono occasioni che non possiamo lasciarci sfuggire per imprimere una svolta decisiva al presente e al futuro di Caulonia, che ha un territorio vasto e complesso che è una ricchezza da valorizzare, come lei, mons. Oliva ha ben sottolineato, definendo Caulonia un paese arlecchinato, ovvero esteso ed eterogeneo. Riteniamo importante continuare nel confronto democratico con l’interno consiglio comunale, cercando soluzioni condivise, nel solco del confronto democratico che, del resto, appartiene storicamente alla cultura di questo Paese».

«Caulonia è una comunità ricca di tante risorse, con una storia e una cultura importante, ha delle bellissime tradizioni e un patrimonio religioso che stiamo recuperando attraverso fondi del Pnrr, e puntiamo a creare una comunità sempre più unita a livello parrocchiale. È un “paese arlecchinato”, per via delle sue eterogenee differenze che rappresentano un valore aggiunto che va valorizzato. È importante che l’amministrazione sia unita e si dialoghi per portare avanti le istanze di tutta la comunità e per il bene dei cittadini», ha sottolineato mons. Oliva, che ha evidenziato le tante realtà produttive che ha già visitato, mentre si appresta ad incontrare tutte le comunità di Caulonia.

«Caulonia ha un territorio vasto e molto articolato, con delle peculiarità che rappresentano una ricchezza da valorizzare. È importante che le istituzioni lavorino in sinergia e con in costante dialogo», ha aggiunto il vescovo che ha ricordato l’impegno della Chiesa nella tutela del patrimonio di culto presente sul territorio, dove insistono 3 progetti, sul totale di 7, che attingono investimenti dai fondi del Pnrr, a dimostrazione dell’impegno della Diocesi su Caulonia, destinati, nello specifico ad interventi presso la Chiesa Immacolata concezione Maria Santissima delle Anime del Purgatorio, la Chiesa Santa Maria del Rosario e l’Eremo di Sant’Ilarione, ricordando, altresì, la presenza di altre splendidi luoghi di culto, compreso il Piccolo Eremo delle Querce, divenuto un punto di riferimento di fede e di arte cristiana, nonché luogo di spiritualità e ospitalità.

Il momento istituzionale è stato arricchito dagli interventi degli assessori e dei consiglieri comunali presenti, che hanno ringraziato Mons. Francesco Oliva per l’attenzione che rivolge alla comunità di Caulonia.

Al termine dell’incontro il sindaco a nome dell’intera amministrazione ha consegnato a S.E. il vescovo Francesco Oliva un cesto con prodotti locali e una pergamena in ricordo della visita istituzionale. (rrc)

CAULONIA (RC) – I complimenti dell’amministrazione comunale al Coro diocesano

Una esibizione esemplare in diretta tv sulla principale rete televisiva di Stato. L’amministrazione comunale di Caulonia, guidata dal sindaco Francesco Cagliuso, si congratula con il M° Susanna Panetta per la direzione magistrale con la quale ha diretto l’Unione diocesana dei Cori parrocchiali in occasione della Celebrazione della Santa Messa, officiata da S.E. Mons. Francesco Oliva, trasmessa in diretta nazionale su Rai 1 domenica scorsa.

I complimenti degli amministratori sono rivolti anche ai rappresentanti del Coro della parrocchia di San Michele Arcangelo, diretti sempre dal M° Susanna Panetta, che hanno preso parte al coro Diocesano, composto da circa 85 coristi, che hanno allietato con i canti l’Eucarestia celebrata nella Basilica concattedrale di Gerace.

È stata un’occasione importante per far conoscere le bellezze del nostro territorio attraverso il programma “A Sua Immagine”, condotto da Lorena Bianchetti, seguito abitualmente da milioni di telespettatori anche all’estero, che oltre alle immagini apparse nel corso del programma del primo canale nazionale hanno potuto ascoltare la voce del Coro diocesano diretto con professionalità dalla nostra concittadina M° Susanna Panetta che con dedizione e impegno da tempo guida le voci dei coristi, dimostrando l’amore per la musica. (rrc)

CAULONIA (RC) – Primo Reggiani entusiasma con il suo Caravaggio maledetto

Un personaggio storico maledetto e affascinante. Una vita consumata senza regole, rappresentate in maniera simbolica da quelle luci ed ombre che caratterizzano i suoi dipinti. Un genio a cui non è mancata la sregolatezza e che ha preso a morsi la sua stessa esistenza.

Tutto questo è “Caravaggio, il maledetto” con Primo Reggiani, Fabrizio Bordignon e Francesca Valtorta, andato in scena sabato sera all’Auditorium Casa della pace “Angelo Frammartino” di Caulonia.

L’evento, inserito nell’ambito della stagione teatrale organizzata da Ama Calabria, diretta da Francescantonio Pollice, è finanziato con risorse Psc Piano di sviluppo e coesione 6.02.02 erogate ad esito dell’Avviso “per il finanziamento di Programmi di Distribuzione teatrale” dalla Regione Calabria – Dipartimento Istruzione formazione e pari opportunità – Settore Cultura”.

Il rumore delle onde del mare, che si distendono pacifiche sulla spiaggia della Feniglia a Porto Ercole, tracciano l’inizio di una storia dalle sfumature forti e profonde, che racconta la vita di Michelangelo Merisi, conosciuto come Caravaggio. Due pescatori, marito e moglie, si prendono cura del pittore negli ultimi momenti della sua vita; due personaggi che diventano importanti in quel momento.

La raccolta delle reti da pesca si svolge nel silenzio di quell’angolo marinaro. Caravaggio è disteso morente e incosciente mentre fa i nomi di alcuni personaggi entrati a far parte della sua vita. Il lavoro diretto da Ferdinando Ceriani si sviluppa attraverso continui flashback durante i quali si ripercorrono alcuni attimi significativi vissuti in una Roma Cinquecentesca, nella quale la sua dissennatezza non lo teneva lontano dalle continue risse. Un modo di condurre la sua esistenza ai limiti della povertà.

Un atteggiamento dissoluto continuato con l’unica persona disposta a concedergli protezione, non senza un fine: il cardinale Dal Monte. Tra i due si instaura un rapporto conflittuale. Alla stima reciproca fa da contraltare la repulsione che Caravaggio provava nei confronti di quell’uomo che aveva come principale obiettivo quello di diventare il suo amante. Non l’unica relazione tormentata di Merisi che si scontra con Valentino, il mercante d’arte che vorrebbe convincerlo di cambiare il suo stile. La ribellione a tale proposta, le sue idee visionarie lo pongono ai margini della società.

L’unica persona che crede in lui è Maddalena Antognetti, sua musa ispiratrice e donna che lui amava. Una figura fondamentale nell’intera narrazione che lui avrebbe frequentato nel suo periodo romano. Lena, con questo nome era conosciuta la prostituta, ha posato per diverse opere di Caravaggio, che ha ritratto il suo viso per alcuni capolavori come la Madonna dei Pellegrini, la Madonna dei Palafrenieri e la Morte della Vergine.

Nonostante non amasse il modo di vivere sregolato del pittore, Lena era attratta dal ruolo che lui stesso le aveva consegnato. Essere per lui fonte d’ispirazione e prestare la sua immagine per la Madonna era motivo di eccitazione. Un rapporto complicato, sempre ostacolato dal cardinale Dal Monte, ma del quale Caravaggio non poteva fare a meno. E’ grazie a lei se le sue visioni si tramutarono in fantastici dipinti; opere realizzate a Palazzo Madama, San Luigi dei Francesi e la Cappella Contarelli.

Tutto si svolge all’interno di una scenografia essenziale. Bastano pochi elementi per dare un senso all’intera narrazione. Un tavolo, una sedia e delle assi sulle quali all’inizio è coricato Caravaggio, rendono caldo l’intero ambiente. Di grande impatto le proiezioni, sullo sfondo del palcoscenico, delle diverse opere mostrate del Caravaggio, che assumono una maggiore bellezza per la particolarità con cui vengono esaltate le luci e le ombre di ogni dipinto.

In “Caravaggio, il maledetto” il pathos ricercato dalla regia di Ferdinando Ceriani è ben sostenuto dalla interpretazione dei tre attori, ognuno dei quali conferisce una straordinaria intensità ai personaggi. Primo Reggiani si cala perfettamente nel ruolo di Caravaggio, un ruolo difficile per i diversi cambiamenti espressivi, riuscendo a mettere in risalto i lati oscuri del personaggio e riuscendo a farlo amare dal pubblico.

Nei panni del pescatore, del mercante d’arte, del cardinale e del frate dell’ospedale di Misericordia, Fabrizio Bordignon ha mostrato una grande duttilità nel cambiare ruolo e registro vocale con estrema semplicità. Francesca Valtorta riesce a mettere in risalto l’ambiguità del suo personaggio al quale restituisce, con grande personalità, la dignità perduta. La loro presenza sul palcoscenico è dominante e non lasciano spazio ad alcun vuoto, grazie ad un comprovato affiatamento e a una presenza scenica impeccabile. E’ grazie alla storia coinvolgente e all’interpretazione appassionata di Primo Reggiani, Fabrizio Bordignon e Francesca Valtorta che al finale di “Caravaggio, il maledetto” viene tributato un sentito applauso da parte del pubblico.

Come ogni anno l’intento di Ama Calabria è di mettere in risalto le Compagnie più prestigiose della Calabria e i loro lavori più significativi.

Sabato 10 febbraio, alle ore 21:00, nell’Auditorium Casa della pace “Angelo Frammartino” di Caulonia, sarà di scena “Giovanni e Paolo – Gli Antieroi” con Francesco Passafaro, Roberto Malta e Francesca Guerra. Uno spettacolo intenso che a oltre 30 anni dalla scomparsa dei due magistrati, in cui è forte la necessità di prendere esempio da due uomini come tanti altri che hanno cambiato, in meglio, il destino del loro paese. Scritto e diretto da Francesco Passafaro, contiene anche una video intervista di una donna presente in Via D’Amelio durante l’attentato che costò la vita al giudice Borsellino.

I biglietti per “Giovanni e Paolo – Gli Antieroi” potranno essere acquistati presso la biglietteria dell’Auditorium Casa della pace “Angelo Frammartino” di Caulonia, oppure s’invita a consultare il sito www.amaeventi.org, per l’acquisto on line. Per ulteriori informazioni ci si potrà rivolgere alla segreteria al numero telefonico 0968.24580 e 334.2293957 o contattandoci alla mail info@amacalabria.org (rrc)

CAULONIA (RC) – Fino al 10 febbraio aperte le iscrizioni alla “Scuola di formazione teatrale”

Fino 10 febbraio sarà possibile iscriversi alla “Scuola di formazione teatrale di Caulonia”. L’avvio della scuola è comunicato dall’amministrazione comunale di Caulonia, guidata dal sindaco Francesco Cagliuso, in collaborazione con l’associazione culturale Proskenion.

Il progetto culturale e formativo è rivolto ai giovani di Caulonia e del territorio e si terrà presso l’Auditorium “Casa della pace Angelo Frammartino”. Sono aperte le iscrizioni gratuite da effettuare fino al 10 febbraio appunto, alla email: teatroproskenion@gmail.com; per info scrivere a: TeatroProskenion/teatroproskenion@gmail.com. «Caulonia possiede un dinamismo sociale che ha portato alla nascita e allo sviluppo di iniziative culturali di ampio respiro nelle arti, come nella musica e nel teatro, che sono diventati un punto di riferimento per la comunità locale e territoriale. Per questo motivo abbiamo inteso promuovere e far nascere la “Scuola di formazione teatrale di Caulonia” insieme all’associazione culturale Proskenion, aprendo l’Auditorium a corsi rivolti a giovani e meno giovani, che potranno frequentarli gratuitamente, affinché tutti abbiano la possibilità di condividere un’esperienza formativa che offre una opportunità di crescita individuale e collettiva. Il teatro, che oggi è ritornato ad essere un approdo culturale e sociale, assume un ruolo importante per la crescita dei giovani», ha affermato il sindaco Francesco Cagliuso.

«Riteniamo che il teatro sia un’esperienza formativa per le nuove generazioni, troppo prese dalla realtà virtuale racchiusa nei social che li allontana dalla socialità. Il teatro consente di superare quello che viene definito “l’analfabetismo emozionale”, nel quale gli adolescenti sono isolati rispetto alla realtà sociale», ha chiosato l’assessore alla cultura Antonella Ierace.

«Sin dal nostro insediamento abbiamo puntato molto sulla culturale e sui giovani, attivando numerosi progetti, con la fruizione di spazi a loro dedicati funzionali alla risocializzazione. Seguendo questo percorso si è deciso di aprire all’attività teatrale quale “laboratorio attivo” dedicato alla formazione e alla crescita dei giovani che potranno partecipare in maniera gratuita», ha concluso l’assessore Ierace, invitando le famiglie a cogliere l’occasione di iscrivere i figli alla “Scuola di formazione teatrale di Caulonia” che sarà presentata sabato 10 febbraio alle ore 11.00 presso la Biblioteca Comunale. (rrc)

CAULONIA (RC) – Caravaggio all’Auditorium Casa della Pace Angelo Frammartino

Caravaggio arriva a teatro. Si ripercorrerà insieme al pubblico alcuni frammenti della sua straordinaria esistenza sabato 27 gennaio alle ore 21.00 all’Auditorium Casa della Pace “A. Frammartino” di Caulonia Marina.

Caravaggio – Il Maledetto è la storia di un artista che ha reso la sua vita arte e ha dato all’arte la vita, sempre in lotta con gli altri e con sé stesso, fino all’ultimo giorno. I dettagli della sua morte ci sono sconosciuti e questo vuoto è il giusto spazio in cui può nascere un’opera teatrale con le sue verità.

L’Amministrazione Comunale di Caulonia invita a non perdere l’atteso spettacolo che rientra nel cartellone della nuova stagione teatrale di Caulonia targata Ama Calabria.

Un cartellone di altissima qualità che ha già riservato molte sorprese e che si propone di diffondere la bellezza del teatro sul territorio, per come ha evidenziato il direttore artistico Francescantonio Pollice nel corso della presentazione del calendario, alla presenza di Francesco Cagliuso, sindaco di Caulonia, e di Antonella Ierace, assessore alla Cultura di Caulonia.

Caravaggio – Il Maledetto sarà uno spettacolo dove arte, storia e teatro si mescolano dando vita ad un evento imperdibile, un libero adattamento di Ferdinando Ceriani tratto da “Caravaggio, probabilmente” di Franco Molè, e vedrà tra gli interpreti Primo Reggiani, Francesca Valtorta e Fabrizio Bordignon. (rrc)

CAULONIA (RC) – Al via due progetti di Servizio civile creati dall’amministrazione comunale

Opportunità per i giovani di Caulonia. L’amministrazione comunale di Caulonia, guidata dal sindaco Francesco Cagliuso, rende noto, infatti, che è stato pubblicato il bando per poter partecipare al “Servizio Civile Universale”, riservato a giovani dai 18 ai 28 anni.

Si tratta di una opportunità da cogliere per i giovani che intendono fare un’esperienza di crescita personale e professionale, e che abbiano intenzione di arricchire le proprie competenze e sperimentare le rispettive capacità.

L’amministrazione comunale invita a scegliere il Servizio Civile presso il Comune di Caulonia che dà l’opportunità di optare tra due progetti: quello della “Resilienza culturale” e quella della “Resilienza sociale: sostegno alle persone fragili”.

I progetti hanno una durata di 12 mesi e sono previste delle ore di formazione obbligatorie, in presenza e online.Prevedono la certificazione o attestazione delle competenze ed un percorso di tutoraggio.

Ai volontari è riconosciuto un contributo economico mensile pari a € 507,30 e l’attestato di fine servizio.
Per informazioni si può contattare il seguente indirizzo di posta elettronica: comuneufficiocultura@libero.it
La scadenza dei termini per la candidatura è il 15 febbraio 2024 alle ore 14.00.

Per candidarsi è necessario utilizzare la piattaforma di domanda online a cui ci si può collegare seguendo questo link: https://domanda online.serviziocivile.it/ È necessario accedere attraverso lo Spid. (rrc)

CAULONIA (RC) – Il Comune invita i cittadini a regolarizzare i tributi Tari relativi al 2017

Il Comune invita i cittadini a regolarizzare i tributi Tari relativi al 2017. «Si avvisano i cittadini di Caulonia – è scritto in un comunicato – che a seguito di attività di monitoraggio da parte dell’Assessorato al Bilancio del Comune sulle attività svolte dalla società Sogert Spa (concessionaria per la riscossione dei tributi del Comune per i ruoli entro il 31 dicembre 2022), è emerso che, in riferimento alle comunicazioni di intimazione di pagamento relative al tributo Tari anno di imposta 2017, risultano agli atti diverse posizione non regolarizzate».

Pertanto, continua la comunicazione dell’Assessorato al Bilancio, «l’amministrazione comunale esorta ed invita i cittadini che ad oggi non sono ancora in regola con il pagamento del tributo Tari anno di imposta 2017, al fine di non incorrere in procedimenti cautelari e/o esecutivi (procedimenti coattivi di riscossione forzosa e/o pignoramenti) da parte di Sogert di volersi recare presso gli uffici di quest’ultima (Caulonia M.na – Via Aldo Moro n. 8 al fine di poter definire bonariamente con urgenza la pendenza del tributo Tari anno 2017».

«L’amministrazione comunale – conclude la nota – rimane a disposizione della cittadinanza con l’intento di facilitare le procedure e soprattutto di scongiurare eventuali situazioni di azioni di pignoramento da parte di Sogert Spa che hanno, in passato, destato malumore sociale». (rrc)