ENERGIE RINNOVABILI E PIÚ SOSTENIBILITÀ
LA ‘MISSION’ A CIRÓ E BELVEDERE SPINELLO

Le energie rinnovabili, oggi più che mai, sono diventate indispensabili non solo per la salvaguardia dell’ambiente, ma anche per uno stile di vita migliore e più sostenibile e renderle una quotidianità è una sfida che non solo l’Italia, ma tutto il mondo deve cogliere e portare a termine.

Puntare, quindi, sulle energie rinnovabili è la mission che è stata colta sopratutto in Calabria, dove c’è un grandissimo impegno da parte di amministrazioni comunali e aziende a rendere più green una Regione che, già di per sé, è una fonte inesauribile di energia rinnovabile.

E che ha visto agire, in prima persona, l’assessore regionale all’Ambiente, Sergio De Caprio, che ha avanzato, a maggio, una proposta di legge per la Promozione dell’istituzione delle comunità energetiche da fonti rinnovabili che è stata poi approvata a novembre dal Consiglio regionale della Calabria.

«Il provvedimento – ha spiegato De Caprio – recepisce la Direttiva europea [del 2018 sulle energie rinnovabili (Red II, art. 21 e 22)] con delle puntualizzazioni relative alla capacità propositiva e partecipativa della Regione Calabria” e che “attraverso il provvedimento, non solo si consenta ai privati di scambiare l’energia, ma si riesca fattivamente a puntare sullo sviluppo energetico, fondamentale per la Calabria».

Tra le altre cose, De Caprio ha ricordato che «L’ambiente è l’oro della Calabria. Ambiente vuol dire turismo, mare, montagna, vuol dire la bellezza degli alberi come questo, ma anche – e soprattutto – le energie rinnovabili. Sono energie che dobbiamo gestire e ridare all’azienda più importante che abbiamo: il popolo».

L’assessore regionale all’Ambiente, Sergio De Caprio, ha effettuato un sopralluogo nell’ex sito minerario di Belvedere di Spinello e nello stabilimento Eni Rewind di Cirò Marina, accompagnato dai sindaci Rosario Macrì e Sergio Ferrari, che lo hanno poi accolto nei rispettivi municipi.

«La Regione c’è anche oggi – ha detto l’assessore – nel nome di Jole Santelli, e rappresenta le famiglie e i cittadini anche lontano dalla Calabria. Li portiamo nel cuore. Siamo qui per trasformare una criticità in risorsa. Con umiltà ascoltiamo i territori, anche con il supporto delle Università».

L'assessore De Caprio visita i siti minerari del Crotonese

Nella prima tappa di Belvedere Spinello, in mattinata, De Caprio ha visitato l’ex sito minerario Montedison (in seguito Eni) di produzione del salgemma, che dal 2018 è di proprietà della Regione Calabria. Eni Rewind, attualmente, detiene il sito al fine di eseguire il piano di messa in sicurezza e monitoraggio. Con De Caprio il sindaco Macrì, il consigliere regionale Flora Sculco e il commissario della Sorical, Cataldo Calabretta.

Annualmente e semestralmente, l’Eni fornisce gli esiti delle attività alla Regione e al Comune. Dalla miniera parte il salinodotto che si estende per 42 km fino a Cirò Marina. La Regione ha dato in uso una parte del salinodotto a Sorical per la gestione emergenza idrica dei comuni limitrofi. Sorical, in caso di un accordo comune, potrebbe convertire il salinodotto in acquedotto.

De Caprio si è, poi, trasferito in municipio, dove ha sottolineato: «Queste comunità devono avere una speranza di prosperità. Comunità che deve prevalere sulle fazioni. I piccoli paesi sono grandi paesi. Andremo avanti sulle energie rinnovabili, abbiamo programmato le risorse e ci stiamo battendo insieme alla Giunta. Gli obiettivi sono l’autoconsumo, la lotta alla povertà energetica ma anche la vendita. Nella commissione di monitoraggio di Crotone inseriremo anche i rappresentanti di Belvedere di Spinello e Cirò Marina».

A Cirò Marina, De Caprio – accompagnato dal sindaco Ferrari e dalla Sculco – ha fatto visita allo stabilimento ex Syndial, oggi di Eni Rewind, dove avveniva la raffinazione della salamoia per produrre sale iperpuro.

l'assessore all'Ambiente Sergio De caprio

«Questo pontile deve sparire – ha detto –. La bellezza va restituita ai cittadini e ai turisti. Lo facciamo insieme al sindaco Ferrari e a tutti i soggetti interessati».

Dal 2009, sul sito sono in corso attività ambientali, limitate al monitoraggio delle acque di falda in quanto i suoli non risultano contaminati. Da settembre 2019, sono state eseguite le attività propedeutiche per la demolizione del pontile, che sarà avviata dal gennaio 2021.

De Caprio ha, infine, partecipato al Consiglio comunale straordinario che si è tenuto in municipio, dove è stata avanzata la proposta di conferire la cittadinanza onoraria all’assessore.

L'assessore De Caprio

Oltre al sindaco Ferrari e all’intera assise comunale, erano presenti i consiglieri regionali Sculco e Vito Pitaro e il presidente della Provincia di Crotone, Simone Saporito.

«Per me – ha detto l’assessore regionale – è un grande onore essere qui. Si tratta di un giorno storico. Vogliamo affrontare la questione ambientale in termini diversi con le grandi società. Abbiamo riaperto tavoli di confronto che erano chiusi. Nella negoziazione ci vuole un dialogo progettuale. Le aree offese devono diventare laboratori di avanguardia». (rkr)

CIRÓ MARINA – Telecamere per sorvegliare chi butta i rifiuti per strada

Un sistema di videosorveglianza a Cirò Marina per controllare chi butta i rifiuti in maniera indiscriminata per le vie: il controllo delle strade dovrebbe scoraggiare gli incivili. Era stato spento a causa del mancato rinnovo del contratto di manutenzione, ma a breve le telecamere torneranno a funzionare grazie al residuo di un finanziamento della scorsa estate destinato all’assunzione di vigili ausiliari part-time. A regime torneranno attive 60 telecamere per il ocntrollo della città. (rkr)

CIRÒ MARINA (KR) – Al via il primo corso online per Operatorio Socio Assistenziale

È partito da Cirò Marina il primo corso, online, per Operatore Socio Assistenziale, organizzato dal Centro Formazione Secom, guidato da Giuseppe Benvenuto.

Il corso, iniziato lo scorso 11 novembre, vede la partecipazione di 20 ‘alunni’ che, al termine delle 600 ore di lezione – di cui 336 ore Fad, 84 ore sincrono e 180 ore Project Work – otterranno l’attestato di qualifica professionale, in conformità  agli standard di cui all’art. 6 d.lgs 16/01/2013 (ex art. 14 della legge 845 del 1978) che potrà facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro, nei Concorsi e, soprattutto, partecipare ai nuovi inserimenti e aggiornamenti delle Graduatorie di III fascia Ata del 2021.

Il corso, oltre a essere riconosciuto dal Miur, è riconosciuto a livello Europeo.

L’operatore Socio Assistenziale svolge la sua attività nell’assistenza a pazienti non autosufficienti, sia presso il domicilio dell’utente che in strutture socio-assistenziali.

Si occupa di fronteggiare i bisogni di assistenza materiale ed affettiva, dalla cura dell’igiene, all’alimentazione, all’ambiente di vita, di soggetti in situazione di forte disagio (principalmente disabili, anziani non autosufficienti, soggetti con disagio psichico, minori problematici, tossicodipendenti) tendendo a favorirne l’autonomia e l’autodeterminazione e a migliorare il loro rapporto con il contesto. Collabora con altre figure professionali dell’area sanitaria e dei servizi sociali: medici, infermieri, fisioterapisti, assistenti sociali, educatori, psicologi, ecc.

Svolge la sua attività presso il domicilio dell’utente o in strutture socioassistenziali, come dipendente, in modo autonomo o, non di rado, in forma cooperativa.

Per informazioni contattare
Giuseppe Benevento – Tel. e WhatsApp 0962371572 – tel. 3282160739 centroformazione@secom.it – www.centro-formazione.it(rkr)

De Caprio incontra i sindaci di Belvedere Spinello e Cirò Marina: presto tavolo con Syndial

Aprire un tavolo di discussione con Syndial e chiedere la restituzione dei luoghi alla comunità. È stato questo il fulcro dell’incontro, avvenuto in Cittadella regionale, tra l’assessore regionale all’Ambiente, Sergio De Caprio, e i sindaci di Belvedere Spinello, Rosario Macrì, e di Cirò Marina, Sergio Ferrari.

Presenti, oltre all’assessore all’Università della Regione Calabria, Sandra Savaglio, il consigliere regionale Flora Sculco, i rappresentanti di Arpa (l’Agenzia regionale per la protezione ambientale), dell’Università della Calabria, dell’Avvocatura regionale e dell’Ufficio di bonifica della Regione Calabria.

I Comuni di Belvedere Spinello e Cirò Marina sono interessati dallo sfruttamento minerario del salgemma operato dagli anni 60 dalla società Montedison prima, Syndial, dopo, ed Eni Rewind, oggi. A seguito dell’abbandono della attività, anche per la scadenza della concessione, oltre che per il venir meno degli interessi industriali all’estrazione del salgemma (per lo più impiegato nella chimica), si è posta la problematica sia della restituzione dei luoghi alla comunità, sia della compensazione ambientale per i territori interessati dallo sfruttamento minerario, secondo il principio “chi inquina paga”.

«La Regione è solo l’insieme dei Comuni – ha sottolineato l’assessore De Caprio  – e segue la logica della prossimità sulla logica della verticalità. Nel tavolo saranno presentate proposte progettuali concrete e l’obiettivo sarà ottenere le compensazioni rivendicate dai Comuni e finora rimaste inascoltate».

«Non è la prima volta che i due assessorati, Ambiente e Università lavorano insieme e a fianco. Io e Sergio De Caprio  – ha dichiarato l’assessore Savaglio – siamo convinti che l’università sia una grandissima risorsa di sapere, che può dare moltissimo per l’ambiente, e che vada coinvolta sul campo e nelle fasi operative, non solo di ricerca». (rrm)

LA PRESIDENTE JOLE SOGNA IL “CAPPOTTO”
PER ESSERE “APE REGINA” DELLA CALABRIA

Ma si vota per i Comuni o per la Regione ? La battuta racchiude l’essenza della partita politica che
si gioca tra pochi giorni (20 e 21 settembre) in Calabria, dove sei Comuni superiori ai 15.000
abitanti eleggeranno il nuovo Sindaco (in prima battuta oppure rinviando di 15 giorni al
ballottaggio). Apparentemente una contraddizione (che c’entra la Regione, visto che si è votato
appena sei mesi fa per le regionali?), nella realtà un dato obiettivo. Si tratta, in altri termini, del
primo ed impegnativo test elettorale per Jole Santelli, presidente della Regione e leader del
centrodestra calabrese, che in questi mesi è stata sottoposta ad un enorme stress non solo per il
duro contrasto alla pandemia, ma anche per le fibrillazioni sempre presenti nella politica
calabrese.
Jole sogna un risultato “tennistico” che confermi e rafforzi la sua leadership. Risultato “tennistico”
ha un solo significato: 6-0. Vincere cioè a Reggio Calabria, Crotone, Castrovillari, San Giovanni in
Fiore, Cirò Marina e Taurianova, tutti Comuni guidati dalla sinistra. Non sarà facile, ma non è
impossibile. Se Jole riuscirà a portare a casa questo clamoroso risultato (ma le basterebbe anche
un 5-1), il suo potere si accrescerebbe a dismisura e nessuno si sognerebbe di metterlo in
discussione.
Se, al contrario, il risultato ringalluzzirà un centrosinistra in evidenti difficoltà e che si aggrappa alle
chances dell’uscente Giuseppe Falcomatà a Reggio Calabria, tutti si affretteranno a chiedere il
conto alla “presidentessa”. L’elenco di quelli che attendono al varco la Santelli è lungo: si va da
Fratelli d’Italia che reclama maggiori spazi gestionali a quella parte di Lega che vorrebbe mandare
a casa il pittoresco vicepresidente Nino Spirlì a vantaggio del sindaco di Catanzaro Sergio Abramo;
da coloro che mal hanno sopportato la nomina di due assessori esterni come Capitano Ultimo e
l’astrofisica Sandra Savaglio a quelli che hanno storto il muso per l’eccessivo ricorso a personalità
non calabresi per molti ruoli chiave (si pensi a Giovanni Minoli alla Film Commission).
Si vota per i Comuni, ma si vota, in fondo, per le Regionali. Lunedì sera sapremo se la Calabria è
saldamente nelle mani dell’Ape Regina Jole Santelli o se i sempre fragili equilibri della politica
regionale diverranno ancora più fragili. Non resta che attendere lo spoglio che inizierà alle 15 di
lunedì. (dr)

CIRÒ MARINA (KR) – Il 2 giugno riapre il Museo Civico Archeologico

A Cirò Marina, l’Associazione Frammenti, il 2 giugno riapre le porte del Museo Civico Archeologico.

Per la giornata del 2 giugno, l’orario sarà dalle 17.30 alle 19.30, mentre riaprirà tutte le sere dal 16 luglio al 31 agosto, e su eventuale prenotazione. Scrupolose le visite: almeno di un metro tra le persone e l’obbligo della mascherina; all’ingresso i visitatori potranno usufruire di gel igienizzante o di soluzioni idroalcoliche.

«Non ci saranno viaggiatori e turisti in prima battuta – si legge in una nota –. Dunque, i Cirotani e paesi limitrofi avranno il privilegio di riscoprire in esclusiva il proprio meraviglioso museo civico, contenitore
culturale di un territorio colmo di storia». (rkr)

CIRÒ MARINA (KR) – Eletto il nuovo direttivo della Lega Navale

A Cirò Marina, è stato eletto il nuovo direttivo della Lega Navale Italiana – Sezione Cirò Marina, guidata da Pasquale Martire.

Il neo presidente, infatti, ha dichiarato che lui e il direttivo intendono «coinvolgere sindaci e gli assessori all’Ambiente dei Comuni limitrofi per la stesura di progetti atti a promuovere il ripopolamento ittico e, precisamente, la creazione di dissuasori in mare; migliorare i servizi ai diportisti e alle barche, che faranno sosta nel posto».

E ancora, «illuminare i pontili e perciò le imbarcazioni, dare la possibilità ad ogni diportista di controllare a distanza, con le telecamere, la propria imbarcazione in caso di maltempo; promuovere iniziative per sensibilizzare al rispetto del mare, dei fondali e delle spiagge, impegnandosi in una crescita sostenibile che imponga l’ambiente al centro di ogni attività».

Insieme a Pasquale Martire, a comporre il direttivo sono Quintino AloisioMario CiccarelliGennaro FerraroDiego FortunaSalvatore GiardiniereDomenico GuarascioGiuseppe Leto, Salvatore Renda, supplenti Salvatore BlefariVincenzo GuerraNicodemo Principe.

Il collegio dei revisori è composto da Francesco CruglianoVincenzo GentileGennaro Alfi, supplente Domenico Tassone.

Il collegio dei probiviri, infine, è composto da Giuseppe Bruno, Francesco Azzinaro, Umberto Panetta, supplente Vincenzo Nigro. (rkr)

Dal pasticcere cirotano Bernardo Naty dolci e biscotti ai medici e infermieri di Saronno

Un gesto generoso, quello del cirotano Bernardo Naty, che è stato apprezzato dai medici e dagli infermieri del pronto soccorso e del reparto di terapia intensiva dell’Ospedale di Saronno.

Bernardo, emigrato a Uboldo, in provincia di Varese, è titolare della caffetteria-pasticceria “La Buongustaia”, e, prima ancora che i bar venissero chiusi, racconta Bernardo, «ho pensato a questi ragazzi che stavano facendo dei turni massacranti. Mi è balenato questo pensiero, mi sono chiesto quale poteva essere il mio aiuto e, allora, ho voluto regalargli un sorriso». (rkr)

CIRÒ MARINA (KR) – L’iniziativa di Italia Viva: un albero per ogni iscritto

Una bella iniziativa, quella lanciata da Italia Viva: per ogni iscritto, infatti, è stato piantato un albero di waschingtonia nell’area portuale, lungo il Viale “Melvin Jones” di Cirò Marina dal coordinatore provinciale Antonio Castiglione.

All’iniziativa, dal titolo Un albero per ogni iscritto, hanno partecipato anche Rosetta Lobono, coordinatore del Comitato di Italia Viva di Cirò Marina, dalla componente dell’assemblea Nazionale Alessia Romano e i soci dell’Associazione Città Pulita che, da anni, curano il verde pubblico.

«Nei prossimi mesi – ha spiegato Antonio Castiglione – saranno centinaia gli alberi piantati in tutta la provincia di Crotone, per dare un segnale concreto del nostro impegno e per donare un po’ di verde alle zone maggiormente urbanizzate».

«Mi auguro – ha proseguito Antonio Castiglione – che chi viva quotidianamente quei luoghi possa prendersene cura e preservare questi alberi, che rappresentano il migliore messaggio all’insegna del senso civico e del rispetto ambientale, principi già contenuti all’interno della nostra #CartadeiValori e di cui ogni cittadino non può farne a meno». (rkr)